Home > PARTITI & DINTORNI > Cimice asiatica: il PD regionale chiede provvedimenti straordinari a tutti i livelli

Cimice asiatica: il PD regionale chiede provvedimenti straordinari a tutti i livelli

Da: Ufficio Stampa Partito Democratico

Calvano: “Pronta una risoluzione per sostenere il mondo agricolo”, in discussione mercoledì in Commissione Politiche Economiche.

Alla luce della visita del Ministro Teresa Bellanova, fissata per lunedì 21 a Ferrara, il PD emiliano romagnolo, con una risoluzione a prima firma del segretario e consigliere regionale Paolo Calvano, ha messo nero su bianco una serie di richieste e priorità per il mondo agricolo ed in particolare per affrontare il problema della cimice asiatica. La risoluzione verrà discussa mercoledì in Commissione II in Regione Emilia-Romagna.

“In Regione è già stato definito un piano strategico a sostegno di un settore che da sempre caratterizza i nostri territori. – sottolinea Calvano – Inoltre sono state stanziate risorse nel PSR per l’acquisto di reti difensive e attivati gruppi in collaborazione con l’Unione Europea, le Università e le organizzazioni di produttori. Il Partito Democratico proprio per dare sostegno alla strategia regionale chiede con un atto d’indirizzo politico, non solo continuità nelle azioni a contrasto dell’insetto, ma anche di emanare rapidamente il bando per l’abbattimento dei tassi d’interesse e per finanziamenti, con garanzie degli Agrifidi, proprio per attenuare la sofferenza finanziaria delle imprese colpite a causa del mancato raccolto”.

Il PD sollecita anche l’intervento del Governo. “Certo dell’attenzione della Ministra Bellanova, nella risoluzione chiediamo che a livello nazionale vengano individuati, nella legge di bilancio 2020, i fondi per risarcire i mancati redditi delle imprese agricole colpite, apportando anche le necessarie deroghe di legge. Oltre a prevedere l’esonero parziale del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali degli imprenditori e dei loro lavoratori dipendenti”. Nel testo Calvano sottolinea anche la necessità di un provvedimento legislativo ad hoc per i lavoratori dipendenti delle imprese colpite dalla cimice asiatica, affinché anch’essi accedano ai benefici.

“In attesa di attivare gli strumenti di rimborso per i danni – commenta Calvano – il Governo si faccia anche promotore, assieme alle associazioni professionali agricole e cooperative, di un protocollo per la sospensione delle rate dei mutui, con l’obiettivo di sostenere le famiglie colpite da eventi calamitosi. Oltre a prevedere, un piano d’intervento fitosanitario che garantisca azioni preventive e protettive”. All’interno dell’atto il PD chiede alla Regione di rivolgersi anche all’Unione Europea, proprio per rafforzare un lavoro di squadra a più livelli. “L’UE a sua volta dovrà consentire l’attivazione di aiuti immediati per i danni, diretti e indiretti, determinati dall’emergenza di invasione di cimice asiatica”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi