Home > COMUNICATI STAMPA > Cittadini comunitari e diritto di voto: l’assessore Marzocchi e il presidente Anci ER Manca scrivono ai sindaci

Cittadini comunitari e diritto di voto: l’assessore Marzocchi e il presidente Anci ER Manca scrivono ai sindaci

logo-regione-emilia-romagna

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna
Immigrazione – Elezioni europee e amministrative, informare e sensibilizzare i cittadini Ue sul diritto al voto: l’assessore Marzocchi e il presidente Anci Emilia-Romagna Manca scrivono ai sindaci della regione invitandoli ad aderire al progetto “Operation Vote Italia”. Oltre 112mila i comunitari residenti da Piacenza a Rimini

Bologna – Sono più di 112mila i cittadini comunitari che risiedono in Emilia-Romagna, tra cui romeni (oltre 78.000 residenti), polacchi (13.000) e bulgari (6.000). Tutti potenziali elettori e candidati, insieme agli italiani, per il rinnovo del Parlamento europeo e delle amministrazioni comunali del prossimo maggio. Un diritto che, tra disinformazione e disinteresse, rischia però di rimanere solo sulla carta. Per questo l’assessore regionale alle Politiche sociali Teresa Marzocchi e il presidente Anci Emilia-Romagna Daniele Manca hanno inviato una lettera a tutti i sindaci dei Comuni della regione, invitandoli ad aderire ad “Operation Vote Italia”, progetto finanziato dall’Unione europea e gestito in Italia dall’ong Cospe. Con un obiettivo preciso: sensibilizzare i cittadini comunitari sui propri diritti elettorali. Infatti “solo un’adeguata e tempestiva informazione da parte dei Comuni – scrivono Marzocchi e Manca – , insieme al coinvolgimento delle associazioni delle rispettive comunità, potrà favorire la loro partecipazione alla vita pubblica e politica dei paesi in cui risiedono”.

Per quanto riguarda le elezioni europee le persone comunitarie residenti possono scegliere se votare per i propri rappresentanti al Parlamento europeo, rivolgendosi in questo caso al consolato del proprio Paese o, al pari dei cittadini italiani, decidere di andare alle urne per i rappresentanti italiani. In quest’ultimo caso è necessario iscriversi a una lista aggiunta presso il proprio Comune di residenza entro il 24 febbraio, a meno di non essere già precedentemente iscritti in occasione delle scorse elezioni europee. Stesso sistema anche per le amministrative: liste aggiunte con termini specifici per inoltrare l’iscrizione.

Sul sito http://www.operationvote.eu/eu-movers-in-local-and-eu-elections/ è possibile trovare materiale come volantini in diverse lingue, video e il facsimile della lettera per i sindaci da inviare ai cittadini comunitari residenti nei rispettivi Comuni, con una serie di informazioni utili per esercitare il diritto di voto.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi