Home > COMUNICATI STAMPA > Coldiretti Ferrara: dall’incontro con i sindaci sostegno al settore agricolo

Coldiretti Ferrara: dall’incontro con i sindaci sostegno al settore agricolo

Da: Ufficio Stampa Coldiretti Ferrara

Presentata ai Comuni del ferrarese la grave situazione di crisi del settore agricolo, tra problemi atmosferici ed attacchi di insetti e funghi patogeni. Sostegno alle richieste Coldiretti.

Dagli sbalzi termici all’alternarsi di periodo siccitosi e poi eccessivamente piovosi, con forti venti e grandine, che hanno favorito l’insorgere di malattie provocate da funghi e la presenza di insetti dannosi, in particolare della cimice marmorata asiatica, per seguire con prezzi non soddisfacenti per le nostre produzioni: l’annata agraria 2019 che volge verso il termine ha riservato bocconi molto amari per gli agricoltori ferraresi.
Lo ha ribadito il presidente provinciale di Coldiretti Ferrara, Floriano Tassinari, che oggi ha incontrato con tutta la Giunta i sindaci dei nostri comuni, esponendo il documento sull’emergenza agricoltura, che tocca sia direttamente i produttori agricoli che tutto l’indotto.
Oltre a ringraziare tutte le amministrazioni presenti, praticamente tutti i Comuni, Tassinari ha ribadito la necessità che i Sindaci, quali rappresentanti istituzionali più vicini ai cittadini ed alle imprese, sostengano ed operino per il sostegno al settore agricolo tutto, compreso l’indotto, in un momento eccezionalmente grave, dove si corre il rischio di depauperare irrimediabilmente le aziende agricole e quindi impoverire tutto il nostro territorio.
Già dalla provincia è arrivata una lettera di sostegno e l’impegno ad attivarsi presso la Regione e ad livello locale per supportare il settore agricolo, la Regione stessa sta concretizzando i punti dell’accordo discusso nelle scorse settimane, il Prefetto di Ferrara ha già assicurato la trasmissione al Governo delle richieste necessarie a supportare le imprese in questa fase di crisi.
“Ci compete e compete alle istituzioni – ha continuato Tassinari – dare risposta alle aziende agricole nel più breve tempo possibile”-
“Risposte che passano da misure nazionali regionali ed anche europee (dal rifinanziamento del Fondo di solidarietà nazionale, alla delimitazione dei comuni interessati per far scattare sgravi contributivi, previdenziali e fiscali, alla sospensioni di rate di prestiti e mutui, ad interventi finanziari con abbattimento interessi e garanzie pubbliche, oltre all’avvio dell’introduzione dell’insetto antagonista e risorse per studi e ricerche scientifiche per una lotta a lungo termine) ma anche dalle leve che gli stessi comuni possono attivare ha ribadito il direttore Roberto Palù, a partire dal sostegno istituzionale, a risorse per il sistema dei Consorzi Fidi, per abbattere i costi degli interventi finanziari a favore delle imprese”.

Alan Fabbri, sindaco di Ferrara, nel rappresentare a nome degli altri sindaci ferraresi l’importanza di un momento di coordinamento quale l’incontro odierno, si è impegnato a contattare la presidente della provincia per attivare un tavolo dove si possano confrontare le proposte concrete da mettere in atto, sia sul fronte delle delimitazioni per i danni alle aziende, sia nei confronti del sistema bancario, sia per interventi di sostegno alle imprese attraverso risorse dedicati all’Agrifidi ed a fare fronte nei confronti delle istituzioni cui spetta mettere in campo le soluzioni necessarie.
Anche i successivi interventi dei sindaci di Fiscaglia, di Poggio Renatico, di Copparo ed infine di Cento, hanno dato atto della necessità di impegnarsi per rispondere alla crisi del settore e quindi di muoversi verso l’obiettivo di sostenere le aziende agricole e quindi una gran parte dell’economia locale.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi