Home > COMUNICATI STAMPA > Coldiretti Ferrara, domenica 15 aprile in Piazza Municipale la petizione stop cibo falso

Coldiretti Ferrara, domenica 15 aprile in Piazza Municipale la petizione stop cibo falso

Da ufficio stampa Coldiretti Ferrara

Domenica a Ferrara, nel corso del Mercato Contadino, dalle 8.30 alle 12.30 torna il gazebo Coldiretti e Campagna Amica per la raccolta di firme della petizione salva origine in etichetta contro le proposte dell’Unione Europea. Assaggi, informazioni ed omaggi per tutti.

Una domenica mattina all’insegna dei colori, sapori e suggestioni dei prodotti di filiera agricola, freschi e di stagione, con in più l’occasione di contribuire per una etichetta più completa e trasparente di tutti i prodotti alimentari, a partire dall’origine.
È quella che Coldiretti Ferrara, insieme a Campagna Amica ed a Giovani Impresa, propone, affiancando il proprio gazebo a quelli delle aziende del consueto Mercato Contadino che quindicinalmente si tiene nella storica piazza ai piedi della sede comunale di Ferrara.
E così, oltre a trovare nei banchi di vendita, dal campo alla tavola, verdure di stagione (i primi asparagi), frutta del territorio, miele, salumi, formaggi (di pecora, di bufala ed il pregiato Parmigiano Reggiano), piante e fiori, farine, riso, olio, confetture ed altri trasformati, i cittadini e consumatori di passaggio nella piazza, potranno anche informarsi sulle caratteristiche dei prodotti in vendita presso il gazebo di Coldiretti, assaggiare alcuni prodotti tipici in degustazione gratuita, conoscere la stagionalità delle produzioni, e contribuire con la firma della petizione STOP CIBO FALSO, ad ottenere dalle istituzioni europee cui è indirizzata, norme che consentano a tutti i cittadini europei di conoscere l’origine di tutti gli alimenti, con l’obbligo di indicarlo in etichetta in modo chiaro e trasparente, ed in tutta Europa.
“Un passo necessario – evidenzia il responsabile di Campagna Amica Ferrara, Riccardo Casotti – per rendere ancora più consapevoli i consumatori, rendere più trasparenti e leggibili le etichette, valorizzare le nostre produzioni, che troppo spesso devono fare i conti nei mercati e nei punti vendita con imitazioni che sfruttano l’appeal del Made in Italy per sottrarre quote di mercato e reddito alle vere imprese italiane del settore”.
Dalle 8.30 alle 12.30, presso il Punto di Coldiretti nella piazza, sarà possibile informarsi e sottoscrivere la petizione che ha già raccolto in tutta Italia centinaia di migliaia di sottoscrittori, ricevendo le “ruote della stagionalità di frutta e verdura”, palloncini per i bambini, omaggi per i clienti del Mercato.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi