Home > COMUNICATI STAMPA > Coldiretti Ferrara: Emergenza Agricoltura, al via Incontri con le Istituzioni Locali

Coldiretti Ferrara: Emergenza Agricoltura, al via Incontri con le Istituzioni Locali

Da: Coldiretti Ferrara

Cimice asiatica, alternaria, andamento climatico avverso: è crisi nei campi. Coldiretti incontra Prefetto Provincia e Sindaci per evidenziare le problematiche e proporre interventi.

Non c’è solo la cimice marmorata asiatica a mettere in crisi il lavoro delle aziende agricole della nostra regione e del nostro territorio in modo particolare. Lo sottolinea Coldiretti a poco più di una settimana dall’incontro tenutosi in Regione per discutere con i responsabili regionali delle possibili soluzioni da mettere in campo per far fronte a quella che è una vera e propria emergenza.
“Stiamo monitorando e verificando che gli interventi straordinari discussi e concordati con le istituzioni vengano velocemente attivati” afferma il presidente di Coldiretti Ferrara, Floriano Tassinari, “dato che le aziende sono allo stremo e che purtroppo la nostra agricoltura non è colpita unicamente dalla cimice asiatica”.
Un gravissimo problema è rappresentato anche dall’Alternaria delle pere (Stenphilium) e da varie altre forme di Alternaria, un fungo parassita che in questi ultimi anni sta attaccando molti frutteti, specialmente nel ferrarese e nel modenese, colpendo in particolare le pere Abate, Conference, Kaiser e Decana. Un’autentica calamità – sottolinea Coldiretti – se si pensa che dai primi dati della raccolta nella zona di Ferrara ha colpito alcune aziende fino all’80% del raccolto e in quella di Modena fino al 20%, a seconda delle varietà.
Occorre pensare ad interventi di carattere straordinario, come quelli presi in Puglia, tra cui stanziamenti a fondo perduto specifici per assistere le imprese agricole in sofferenza e preservare il patrimonio frutticolo della nostra regione, e metterli in campo con l’urgenza necessaria. La sola invasione della cimice ha finora causato una perdita di prodotto che va dal 40% al 100% in tutta la regione e un danno sulla produzione nazionale che ha raggiunto i 250 milioni di euro.
“Nei prossimi giorni – conclude Tassinari – solleciteremo le istituzioni locali, per rappresentare la grave situazione in cui si trovano tante aziende ferraresi, incontrando lunedì 9 settembre il Prefetto di Ferrara e la Presidente della Provincia, mentre per giovedì 12 è prevista un’assemblea presso la sede di Coldiretti Ferrara alla quale sono invitati tutti i sindaci della provincia per discutere il tema e proporre soluzioni.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi