Home > COMUNICATI STAMPA > Coldiretti: incontro tra il presidente Gulinelli e il Prefetto della provincia Michele Tortora

Coldiretti: incontro tra il presidente Gulinelli e il Prefetto della provincia Michele Tortora

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Coldiretti

Nell’augurare un buon lavoro al rappresentante di Governo, il presidente di Coldiretti Ferrara ha illustrato le particolarità dell’agricoltura ferrarese ed i progetti di Coldiretti.Territorio e agricoltura “cuore” della provincia.

Un cordiale incontro, voluto da Coldiretti per conoscere il dottor Michele Tortora, triestino, con importanti ruoli nella amministrazione dello Stato, per arrivare alla prefettura di Como e da fine anno 2013, Prefetto della provincia di Ferrara, e far conoscere le particolarità territoriali estensi e della nostra agricoltura in particolare, nel contesto della progettualità dell’organizzazione agricola e nel segno della filiera tutta agricola e tutta italiana, si è svolto oggi ed ha sancito la condivisione di situazioni e prospettive locali, ma non solo.
In particolare il presidente di Coldiretti Ferrara, Sergio Gulinelli, ha descritto il progetto Coldiretti e la nuova figura dell’imprenditore agricolo che sta cambiando il vecchio clichè dell’agricoltore: sempre più istruito, spesso laureato, giovane, di frequente con esperienze familiari o di lavoro al di fuori del mondo agricolo e forse anche per questo più propenso a nuove idee, nuovi progetti, alla multifunzionalità aziendale, più aperto al mercato.
Altro punto sul quale si è convenuto è quello della sicurezza: sia la sicurezza ambientale e del territorio, particolarmente critica per le particolari condizioni della rete di canali di bonifica e per i fiumi che delimitano la provincia, messa a dura prova dalla purtroppo ridotta manutenzione agli argini e dai danni provocati dagli animali selvatici, sia la sicurezza rispetto all’incremento di furti in abitazioni e magazzini, in aumento anche nelle campagne, in particolare in alcune aree della provincia.
Evidenziato anche il particolare momento climatico che negli ultimi tre anni ha particolarmente segnato le produzioni ferraresi, dalla grande siccità del 2012, all’eccesso di piovosità del 2013 che si sta ripetendo anche in questo 2014, contribuendo a mettere in discussione la redditività dei nostri produttori.
Oltre ai saluti di rito Gulinelli ha espresso disponibilità e positività per attività comuni in futuro, come è già stato peraltro fatto nel passato.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi