Home > PARTITI & DINTORNI > Comacchio e il “patto del mattone”

Comacchio e il “patto del mattone”

comacchio
Tempo di lettura: 2 minuti

da: organizzatori

“Il mondo alla rovescia è a Ferrara”. Lo sostiene il quotidiano La Stampa in un suo recente servizio sul “paradosso di Carife, vittime e carnefici insieme”. Il giudizio severo è ancor più fondato se si pensa alle tante vicende emblematiche vecchie e nuove della nostra provincia. Dall’aeroporto in città agli ospedali in campagna. Per non parlare dell’idrovia trattata come se il mare lambisse le Mura estensi. L’ultimo rovesciamento della realtà è andato in scena questo giovedì, all’ombra del Trepponti e in un clima mortificante da ‘Le mani sulla città’, con la rappresentazione alla Polivalente del ‘Patto per il lavoro’ di Comacchio. Uno spettacolare e sfacciato embrassons-nous di istituzioni e associazioni di categoria per recitare del tutto e del niente. Di tutte le meraviglie del Delta che l’intero mondo ci invidia. E del niente in riguardo al vero core business dell’intesa immediatamente dopo sottoscritta. Che non è la crescita sostenibile e durevole del lavoro. Ma, invece, un inqualificabile Patto del Mattone per sacrificare sull’altare della rendita fondiaria e della produzione di beni-rifugio proprio ciò che di buono è sopravvissuto a Comacchio dopo la devastazione delle zone umide e della costa del Delta. Come ben insegna la variante urbanistica ‘rottama-campeggi’ del Comune di Comacchio. Del resto il modello sviluppista in salsa emiliano-romagnola si sublima a pochi passi da Comacchio nell’arte dell’impossibile coltivata a Ravenna che è allo stesso tempo patria del mosaico e delle trivelle. Motivo di più per andare a votare in massa SI al referendum del 17 aprile.

Circolo di Comacchio
Rifondazione Comunista

Circolo del Delta
Sinistra Ecologia Libertà

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi