Home > COMUNICATI STAMPA > Comacchio sarà presente alla II° edizione del G20 delle spiagge italiane

Comacchio sarà presente alla II° edizione del G20 delle spiagge italiane

Da: Segreteria Generale Comune di Comacchio

Il meeting di Castiglione della Pescaia segna la strada per il futuro delle località turistiche d’Italia  

Dal 18 al 20 settembre, a Castiglione della Pescaia, si svolge la seconda edizione del summit delle località balneari italiane: la sostenibilità di un turismo a trazione green sarà uno dei temi centrali, ma non mancherà il confronto sulla promozione e sulla fiscalità locale.
Le località che si riuniranno presso la destinazione grossetana, accolgono insieme oltre 70 milioni di turisti a stagione e, grazie all’appuntamento organizzato quest’anno dal Comune di Castiglione, in collaborazione con Toscana Promozione Turistica e Regione Toscana, vogliono concertare e condividere le linee d’indirizzo comuni per il prossimo futuro.
L’evento, che gode del patrocinio dell’Anci, riunirà alcuni dei più importanti player turistici del nostro Paese, che si confronteranno su tematiche di grande attualità come la sostenibilità ambientale, l’accessibilità e l’inclusività, continuando dunque il lavoro iniziato l’anno scorso a Bibione. Il Comune di Comacchio non farà mancare il proprio sostegno e contributo progettuale, partecipando a diversi tavoli che affronteranno i temi sulle macro aree di promozione turistica, l’innovazione tecnologica da applicare al settore, la sostenibilità ambientale che è al centro di questa edizione, la fiscalità locale e la sicurezza che accresceranno un sistema efficiente e funzionale per turisti ed operatori.

L’Assessore al Comune di Comacchio Riccardo Pattuelli è pronto alla partenza e commenta con entusiasmo questa partecipazione del territorio: “Sarà una meravigliosa occasione per confrontarsi sulle linee guida guida che muoveranno il settore turistico nel breve e lungo periodo. Credo fortemente che la chiave del successo, per lo sviluppo delle località che parteciperanno al G20s, sia la condivisione di esperienze e prospettive da portare all’attenzione delle istituzioni pubbliche. La mia partecipazione per il Comune di Comacchio, sarà un modo per illustrare le nostre migliori pratiche nel settore, ma anche le problematiche, per portare il sistema ricettivo e ricreativo del territorio ad un livello migliore, più funzionale e sostenibile. Inoltre firmeremo assieme a tutti gli altri componenti un importante protocollo d’intesa con ENIT per la creazione di un brand unico e azioni promozionali.”

Turismo sostenibile, una scelta obbligata
Le spiagge italiane del G20s, con questo meeting, puntano a definire politiche che siano all’altezza del loro straordinario patrimonio naturalistico. L’Italia, con oltre 8mila chilometri di coste, di cui la maggior parte spiagge, ha dalla sua un capitale enorme che va valorizzato attraverso una qualità sempre più alta dell’offerta turistica, della sostenibilità delle strutture e della riduzione dell’impatto ambientale.
A questo proposito Comacchio, il Parco Regionale del Delta del Po, con tutti gli stakeholder del territorio, stanno seguendo l’iter per ottenere uno straordinario riconoscimento a livello europeo, quello della Cets: ovvero la Carta Europea per il Turismo sostenibile nelle aree protette, che porterà ad un certificazione qualitativa spendibile sul mercato turistico.

A questo proposito, è giusto ricordare un’altra fondamentale sfida ambientale che coinvolge i partecipanti al G20s e non solo, ovvero la gestione dei naturali processi di erosione della costa che, anche se non sono solo dovuti a interventi dell’uomo, dipendono dal cambiamento climatico in corso. Il G20s sarà l’occasione per elaborare una strategia pratica di programmazione e progettazione complessiva degli interventi.

Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti, infine, il #PlasticFree è un primo importantissimo obiettivo su cui ragionare. A questo proposito, anche Comacchio intende dare il proprio contributo, soprattutto in contesti di grande richiamo turistico del territorio, come la tradizionale Sagra dell’Anguilla, che si svolgerà dal 28 settembre al 13 ottobre. All’interno della parte self-service è stato introdotta un’organizzazione che prevede la forte riduzione di tutta la plastica monouso e di oggetti quali bottiglie, stoviglie, cannucce e sacchetti relaizzati in materiale plastico. Un’iniziativa che denota una grande attenzione per le tematiche ambientali, molto sentite dagli organizzatori che vivono in un’area MAB Unesco come è quella del Delta del Po.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi