Home > COMUNICATI STAMPA > Come la musica nutre il cervello e produce emozione

Come la musica nutre il cervello e produce emozione

Da: Ufficio Stampa Università degli Studi di Ferrara

Lectio magistralis di Eckart Altenmüller con brani musicali.

Sabato 19 ottobre dalle ore 14.30 alle ore 18.30 nell’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza (C.so Ercole I d’Este, 37), si terrà la Lectio Magistralis “La musica e il cervello”, tenuta da Eckart Altenmüller, Direttore dell’Istituto Internazionale di Fisiologia della Musica e Medicina per i Musicisti e del Dipartimento di Neurologia dell’Università di Hannover.

La lezione è organizzata nell’ambito delle attività didattiche del Corso di Perfezionamento in Musica, Musicoterapia e Neurologia dell’Università di Ferrara, diretto dal Prof. Enrico Granieri della Clinica Neurologica, insieme alla Prof.ssa Maura Pugliatti, al Maestro di Musica Prof. Giorgio Fabbri e al docente di Musicoterapia Prof. Alfredo Raglio.

Due i momenti principali dell’incontro. Il primo “Come la musica nutre il cervello” sarà incentrato sui processi di plasticità cerebrale indotti dalla musica nelle persone in buona salute e nelle persone colpite da disordini neurologici. Tra gli argomenti trattati anche la prevenzione e la cura dei disordini neurologici da sovrautilizzo che possono colpire i musicisti: “Musica: dono di Apollo e sua maledizione”.
La seconda parte sarà dedicata al tema “Come la musica produce emozioni”, con l’esecuzione di brani musicali per flauto traverso, seguiti da interventi esplicativi del Prof. Altenmüller, tra i massimi neuroscienziati e clinici su musica e cervello e musicista.

Composizioni di Johann Sebastian Bach, Carl-Philipp Emanel Bach, Theobald Böhm, André Jolivet, Kazuo Fukushima, Claude Debussy.

La lezione è aperta a tutti: studentesse, studenti e docenti dei Corsi di Medicina e delle Professioni Sanitarie, di Scienze Motorie, di Musica, Psicologia, dei Conservatori di musica, dottorande/i, musicisti, musicoterapisti e alle persone che desiderano approfondire tematiche inerenti musica, mente e cervello.
L’ingresso è libero, a concorrenza dei posti disponibili.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi