Home > COMUNICATI STAMPA > Comune di Comacchio – Giornata contro la violenza sulle donne

Comune di Comacchio – Giornata contro la violenza sulle donne

Shares

Da: Comune di Comacchio

A gran voce, tutti uniti contro la violenza, gridando: “BASTA”! Questo il messaggio della giornata di oggi.
Presso la Sala Consiliare del Comune, in Piazza Folegatti, si è svolto l’incontro promosso dall’UDI di Comacchio con la scrittrice Giovanna de Simone, autrice del libro “AVANTI IL PROSSIMO”, un momento di riflessione e di denuncia verso crimini orribili che non accennano a diminuire.

Una giornata di pioggia non è riuscita a smorzare l’entusiasmo e la voglia di sensibilizzare la cittadinanza a proposito di un tema così delicato come la violenza sulle donne, che, ancora oggi, troppo spesso si consuma. L’UDI, in collaborazione con altre realtà del territorio, ha organizzato diverse iniziative durante tutto il mese di novembre.
Sabato mattina, per raggiungere l’entrata principale del Municipio, si è stati accolti da una lunga fila di scarpe rosse, di cui, ciascun paio, rappresenta una vittima di femminicidio che purtroppo non potrà più gridare la sua ingiustizia. Universalmente, nel mondo, queste sono il simbolo della violenza contro le donne e, anche a Comacchio, è stato così lanciato un segnale molto forte.

Ad aprire la giornata Ornella Farinelli dell’UDI di Comacchio, che ha presentato il progetto del laboratorio multiculturale “Cucito artistico” e la creazione della BANDIERA DELL’INCLUSIONE, formata da 45 tessere di stoffa create da altrettante donne migranti: “un ponte tra culture diverse, ma unite tutte insieme”. Farinelli ha affermato come “denunciare gli aggressori e sostenere le vittime, fosse un dovere morale di tutti noi”, quanto fosse rilevante “un’educazione permanente nelle scuole” per formare le future generazioni, ricordando l’efficace strumento degli sportelli antiviolenza che forniscono aiuto e consulenza psicologica.

A seguire gli interventi dell’Amministrazione Comunale: l’Assessore alle Pari Opportunità Alice Carli ha ringraziato tutti coloro che si sono profusi nell’organizzazione della giornata, ricordando l’alto valore civico dell’iniziativa. A seguire, il Sindaco Marco Fabbri, ha sottolineato quanto il messaggio contro la violenza debba essere fatto proprio dalla società nella sua interezza, senza se e senza ma, come nulla possa giustificare il silenzio davanti ad un abuso, di come una comunità non possa restare immobile.

Toccante l’intervento in cui l’autrice del libro “Avanti il prossimo” Giovanna de Simone, ha presentato la storia di “Blessing” ragazza immigrata alla quale è stato dato un nome di fantasia, ma che rivela la cruda realtà della tratta di esseri umani provenienti dall’Africa. Ad introdurre la De Simone, Liviana Zagagnoni dell’UDI di Ferrara, che, ripercorrendo dal dopoguerra ad oggi le diverse tappe che hanno segnato il movimento, ha ricordato come le sfide che l’UDI e le altre associazioni per la tutela dei diritti di genere affrontano, siano in continua evoluzione con il passare del tempo, senza abbassare mai la guardia e mantenendosi sempre in ascolto.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi