Home > COMUNICATI STAMPA > Comune di Copparo: Terminati i lavori di ripresa frane in Via Ariosto.

Comune di Copparo: Terminati i lavori di ripresa frane in Via Ariosto.

Tempo di lettura: 4 minuti

 

Comunicato Stampa Comune di Copparo.

I lavori, per 300mila euro, sono stati completati in sette mesi, nei tempi previsti.

Salvo alcuni interventi accessori, quali la posa delle recinzioni, sono terminati i lavori di ripresa delle frane sul Canale Naviglio in via Ariosto a Coccanile, eseguiti dal Consorzio di Bonifica di Pianura di Ferrara, che ne ha competenza e che vi ha investito 300mila euro.
L’opera di consolidamento delle sponde del corso d’acqua ha preso il via a metà agosto, al termine della stagione irrigua, ed è ora conclusa, in tempo per rispondere alle richieste irrigue degli utenti. In questi mesi si è proceduto a step nel risezionamento dell’alveo e nella copertura prima con pietrame poi con calcestruzzo armato, fino al completo rivestimento delle sponde e del fondo, che sono state così assicurate. Si è intervenuti sul rivestimento per la lunghezza di 130 metri in
destra idraulica e di 70 metri in sinistra, a cui si sono aggiunti altri 40 metri di protezione in pietrame.
«Siamo soddisfatti del risultato di un cantiere di considerevole portata e complessità, dal momento che la gran parte delle lavorazioni sono state effettuate in adiacenza alle abitazioni – afferma Mauro Monti, direttore generale del Consorzio di Bonifica -. E ancor più siamo contenti del pieno rispetto del cronoprogramma che era stato fissato: questo ci ha consentito di sposare le necessità di portare a compimento un’opera di grande rilevanza per la sicurezza del territorio con le esigenze irrigue degli agricoltori»

«Sono molto soddisfatto per la conclusione di questi lavori, davvero molto attesi – riferisce il sindaco di Copparo Fabrizio Pagnoni -. Quest’opera risolve definitivamente l’annoso problema delle frane in quel tratto ed è importantissima per la tenuta del territorio e per la sicurezza dei cittadini. Il Consorzio, con cui presto faremo il punto incontrando il neo presidente Stefano Calderoni, è particolarmente impegnato sul nostro territorio, che, intersecato da una fitta rete di canali, è chiamato ad affrontare le tematiche idrauliche e i rischi derivanti dal fenomeno della erosione delle arginature pensili».
Sono attualmente aperti tre cantieri sul territorio copparese: la ripresa delle frane in via Modena, che si prevede ultimato a metà della prossima settimana; la costruzione della nuova chiavica di Coccanile in via Boccati, completato per quanto riguarda le strutture e tutte le opere in alveo, mentre sono di prossima installazione delle nuove paratoie metalliche; la ricostruzione di alcuni ponticelli e manufatti sullo scolo Contarino, per un importo di circa 35mila euro, in dirittura d’arrivo fra circa una settimana: si tratta di adeguamenti necessari per risolvere alcune criticità idrauliche di una vasta superficie agricola, di oltre 300 ettari a Est di Copparo.

OK IL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNALE:
Ora verrà trasmesso e approvato dall’organo competente dell’Unione dei Comuni.

La giunta comunale ha validato il Piano di Protezione Civile comunale, redatto in collaborazione e coordinamento fra Comune di Copparo, Unione Terre e Fiumi e la ditta Ambito. Il documento dovrà essere trasmesso e approvato dall’organo   competente dell’Unione dei Comuni, che fra le funzioni annovera appunto la Protezione Civile e che svolge un ruolo di coordinamento dei Piani comunali e dei primi soccorsi con un sistema unico di allertamento. Il Piano prende le mosse da un inquadramento territoriale in cui particolare attenzione viene riservata alle strade e alle connessioni, fondamentali per il soccorso, e al reticolo idrografico, per la sensibilità del tema della criticità idraulica. Vengono definite le tipologie delle emergenze, le strutture operative e le aree di emergenza, e si delinea l’analisi dei rischi sul territorio, con un crescente spazio riservato al rischio sanitario, fornendo per ogni criticità cause, fenomeni attesi, scenari di evento e indicazioni di
gestione, ponendo l’accento anche sull’informazione ai cittadini.

Si proseguirà ora con le successive fasi per giungere alla piena operatività di uno strumento di particolare rilevanza.

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi