Home > COMUNICATI STAMPA > Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 10 marzo

Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 10 marzo

Tempo di lettura: 30 minuti

da: ufficio stampa Comune di Ferrara

La newsletter del 10 marzo 2015

Sulla questione della caffetteria nel cortile di Palazzo Schifanoia
di Tiziano Tagliani

10-03-2015

E’ veramente singolare constatare come a pochi stia a cuore il definitivo restauro di Palazzo Schifanoia, mentre invece la paventata chiusura della caffetteria che si trova nel cortile del palazzo ha suscitato l’interesse dei mezzi di informazione, oltre a miriadi di interventi e commenti sul web. Da ultimo, anche alcuni esponenti di un paio di forze politiche di opposizione hanno pensato bene di salire sul carro della polemica, ergendosi a paladini di un imprenditore angariato, in difesa della continuazione della gestione della caffetteria da parte di quest’ultimo.
Prima di tutto, mi sia consentito dare una piccola notizia, che temo interesserà a pochissimi ma che è tuttavia necessaria per comprendere il contesto generale: il progetto per l’adeguamento sismico e il conseguente restauro di Palazzo Schifanoia sta terminando l’iter delle necessarie autorizzazioni. Vincoli delle finanze locali permettendo, speriamo di avviare il cantiere a cavallo della fine d’anno. A lavori conclusi, avremo un palazzo sicuro in tutte le sue parti (dopo i danni provocati dal sisma del 2012, che ne hanno ridotto gli spazi agibili), con un allestimento museale completamente nuovo e pensato per dare visibilità anche a tanta parte del nostro patrimonio artistico (ad oggi conservato nei depositi), e un ascensore, che finalmente consentirà a chiunque di accedere al piano superiore. Ma ora smetto di dilungarmi su queste “inezie”, e passo all’argomento che sta veramente a cuore al popolo del web, ad alcune forze politiche e – di conseguenza – ai mezzi d’informazione.
L’attuale concessione per il servizio di gestione della caffetteria scade ai primi d’aprile. Data la natura commerciale dell’attività (la caffetteria sarà pure un luogo dell’anima, ma rimane sostanzialmente una caffetteria), non si può provvedere ad affidare nuovamente il servizio se non attraverso un bando di gara. L’attuale gestore sostiene di aver maturato il diritto a vedersi riconosciuto un affidamento diretto. Nonostante sia stato invitato più volte, anche nel corso di numerosi incontri, a sostenere questa sua pretesa con valide argomentazioni giuridiche, l’invito è caduto nel vuoto. Forse se le motivazioni non arrivano è perché di valide – sul piano della legittimità – ve ne sono poche o nessuna.
La decisione presa dall’Amministrazione comunale è di non procedere con il bando per il nuovo affidamento del servizio fino al termine dei lavori. Il motivo è semplice: i lavori comporteranno la chiusura del Palazzo e anche il cortile sarà area di cantiere. Sarebbe sbagliato suscitare legittime aspettative in coloro che sono disposti a candidarsi per la gestione (di manifestazioni di interesse ne abbiamo avute parecchie, e chi le ha avanzate non ha – fino a prova contraria – minori diritti rispetto all’attuale gestore), per poi deluderle con un forzato periodo di chiusura, che purtroppo – considerata la complessità e delicatezza del restauro – non sarà breve.
Ma perché allora non prorogare l’attuale gestione fino all’inizio dei lavori? Il motivo, anche in questo caso, è semplice: l’attuale gestore è moroso, non paga il canone di concessione. Una morosità iniziata prima del sisma, quando cioè la gestione non poteva ancora aver risentito degli effetti negativi derivanti dal terremoto, che si è tradotta in un debito significativo nei confronti del Comune, cioè di tutti i cittadini ferraresi; e che apparirà, credo, scandalosa a tutti coloro che invece un canone lo pagano.
Il debito, dicevo, è rilevante, e permane tale nonostante: a) si sia concesso al gestore di riprendere l’attività – a furor di popolo, di associazione di categoria e di articoli di stampa – già a settembre 2012, sebbene il Museo fosse chiuso perché inagibile, dotandolo (ad onere del Comune) di bagni chimici perché i bagni del Museo erano irraggiungibili. Questo, dopo aver inutilmente tentato di prospettare al gestore e alla sua associazione di categoria che con il Museo chiuso la caffetteria ben difficilmente avrebbe avuto introiti adeguati; b) il gestore si sia tardivamente reso conto che con il Museo chiuso gli affari non andavano bene (sorprendente, vista la mole di testimonianze sul web attestanti il fatto che a Schifanoia ci si va per la caffetteria, e non per vedere gli affreschi del Salone dei Mesi); c) di conseguenza, il gestore si è nuovamente rivolto all’Amministrazione, e nel corso di incontri tra lui, un dirigente della sua associazione di categoria, il legale dell’associazione medesima e tecnici del Comune si è concordemente convenuto che la dirigente del Servizio Patrimonio del Comune e il legale di parte avrebbero condiviso una soluzione che contemperasse il sollievo alle difficoltà del gestore con l’esigenza imprescindibile di legittimità degli atti del Comune (non si ha qui la pretesa che questa esigenza sia compresa da tutti, ci basterebbe che la sentisse come propria chi siede in consiglio comunale come Paolo Spath di F.d.I./Alleanza Nazionale o in consiglio regionale, come Alan Fabbri della Lega Nord); d) la soluzione, condivisa dalla dirigente comunale e dal legale di parte, prevede, a decorrere dall’autunno 2012 e fino alla scadenza della concessione, uno sconto significativo sul canone, giustificato dal fatto che il Museo era stato solo parzialmente riaperto nella primavera 2013, e che quindi erano oggettivamente ridotte le potenzialità attrattive anche per la caffetteria (da notare: è vero che il Museo è riaperto solo parzialmente, ma il Salone dei Mesi è visitabile e nel corso del 2014 si sono avuti circa 52.000 visitatori, il picco da molti anni a questa parte); e) al gestore è stato proposto un piano rateizzato di rientro dal debito pregresso, a cui a tutt’oggi non è stata data risposta. Anzi, si è data risposta con un’abile campagna pubblicitaria, alla quale anche alcuni esponenti politici si sono accodati.
Questi i fatti, che lascio giudicare a voi. Per parte mia, posso solo dire che prorogare la concessione del servizio a un gestore pervicacemente moroso costituirebbe, oltre che un danno erariale, un’offesa al buon senso e a tutti coloro che faticosamente fanno fronte ai propri impegni. Aggiungo che il Comune agirà in tutte le sedi per recuperare un credito che appartiene ai cittadini, e che diffido il gestore dall’utilizzare la caffetteria e il nome di Schifanoia per campagne di informazione e di sottoscrizione che sono tutte squisitamente pro domo sua. Lancio, invece, una proposta agli esponenti di opposizione che hanno ritenuto di strumentalizzare questa vicenda: siccome dovrebbero conoscere molto bene quali sono i limiti posti all’agire di una Amministrazione pubblica, dico che sono disposto a considerare l’ipotesi di una proroga fino all’inizio dei lavori se garantiranno di tasca propria il puntuale pagamento del debito e dei canoni successivi, depositando anticipatamente l’intero importo quale cauzione,. Sarebbe anche un bel modo per dimostrare concretamente quella fiducia nelle capacità del gestore che sino ad oggi hanno sbandierato gratis.

Il Sindaco di Ferrara
Tiziano Tagliani

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Mercoledì 11 marzo alle 17 alla sala Agnelli
Con ‘La Compagnia del Libro’ un incontro dedicato alla letteratura irlandese
10-03-2015

Mercoledì 11 marzo alle 17 alla sala Agnelli della biblioteca Ariostea (via Scienze 17) ‘La Compagnia Del Libro’ in collaborazione con associazione culturale Il Gruppo del Tasso propone l’iniziativa dal titolo “Quaranta sfumature di verde – L’Irlanda di Roddy Doyle”. Le letture e le analisi saranno di Elisa Orlandini, Linda Morini, Rosa Cristofori Solitario, Alberto Amorelli e altri amici

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) – Pochi giorni prima della tradizionale festa di S. Patrizio, il 17 Marzo, La Fhéile Padraig, La Compagnia del Libro dedica un incontro alla letteratura irlandese, tramite le opere di uno degli autori contemporanei più prolifici: Roddy Doyle. Lo scrittore, classe ’58, nasce a Dalkey, splendida località appena fuori Dublino (teatro del primo capitolo dell'”Ulisse” di James Joyce, “padre ideale” di Doyle) ed esordisce nel campo letterario con “I Commitments” nel 1987, ma è nel 1993 con “Paddy Clarke Ah Ah Ah !” che si impone sul mercato internazionale vincendo anche il Booker Prize. Il corpus letterario di Doyle è vasto, incredibilmente eclettico e tematico. Quello che l’autore ci vuole restituire è l’Irlanda degli ultimi trent’anni, teatro della maggior parte delle sue opere. Merita un capitolo a parte la vasta produzione di letteratura per bambini e la trilogia dedicata all’eroe nazionale fittizio Henry Smart, che segue la storia dell’Irlanda dai tempi di Michael Collins fino ai giorni nostri.

“I miss the river Shannon And the folks at Skibbereen The moorlands and the meddle With their forty shades of green” (Johnny Cash, Forty Shades of Green)

BIBLIOTECA BASSANI – Mercoledì 11 marzo alle 17 in via Grosoli a Barco
“L’ora del racconto” per bambini dai 4 ai 10 anni
10-03-2015

Nuovo appuntamento con “L’ora del racconto’, incontri proposti ogni mercoledì pomeriggio a bambini dai 4 ai 10 anni nella sala Ragazzi della biblioteca comunale Bassani di Barco (via Grosoli 42). Mercoledì 11 marzo alle 17 per il ciclo mensile di narrazioni “Bravissimi!”, sarà la volta dei racconti letti da Anna Flora De Tommaso ‘Angelina ballerina’ e ‘Matilde vuole cantare’.

4.a COMMISSIONE CONSILIARE – Convocata giovedì 12 marzo alle 15.30 nella sala Zanotti
Potenziamento delle cattura delle nutrie e modifica della ragione sociale della “Casa dello Spastico”
10-03-2015

La 4.a Commissione consiliare – presieduta dal consigliere Bova – si riunirà giovedì 12 marzo alle 15.30 nella sala Zanotti della residenza municipale.

Queste le delibere che saranno esaminate: – Approvazione dello schema di Convenzione tra la Provincia di Ferrara e i Comuni della stessa Provincia per potenziare la cattura delle nutrie (assessora Caterina Ferri); – Modifica ragione sociale da “Casa dello Spastico” a “Fondazione Comunità Solidale ONLUS”. Approvazione del nuovo Statuto della Fondazione “Comunità Solidale ONLUS” e conferma del componente del Consiglio Direttivo (assessora Chiara Sapigni).

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 12 marzo alle 12, nella sala Arazzi della Residenza Municipale
Presentazione del “Programma triennale delle attività di S.I.PRO”
10-03-2015

Giovedì 12 marzo alle 12, nella sala Arazzi della Residenza Municipale, avrà luogo la conferenza stampa di presentazione del “Programma triennale delle attività di S.I.PRO – Agenzia Provinciale per lo Sviluppo.

All’incontro con i giornalisti interverranno Sindaco del Comune Ferrara e Presidente della Provincia Tiziano Tagliani e la presidente di Sipro Caterina Brancaleoni.

MUSEO STORIA NATURALE – Giovedì 12 marzo alle 21 in via De Pisis. Alle 16 proiezione di un docufilm
Al ‘Darwin Day 2015’ conferenza di Stefano Mazzotti su ‘Quante specie ci sono?’
10-03-2015

‘Quante specie ci sono?’ è il tema della conferenza di Stefano Mazzotti (Museo di Storia Naturale di Ferrara) in programma giovedì 12 marzo alle 21 al Museo civico di Storia Naturale (via De Pisis 24), quinto appuntamento del ciclo “Darwin Day Ferrara 2015”. Organizzata dal Museo Civico di Storia Naturale in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara – con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE) – la nona edizione del ‘Darwin Day Ferrara’ è incentrata quest’anno sul tema “Che specie sarà”.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) – La scoperta di nuove specie potrebbe apparire come un evento di carattere storico, quando i velieri solcavano gli oceani alla scoperta del pianeta e giovani scienziati esploravano nuovi continenti per raccogliere piante e animali ancora sconosciuti. Da quei viaggi avventurosi gli esploratori tornavano con ricchissime raccolte naturalistiche, veri tesori di biodiversità che arricchivano i musei di storia naturale. Specie mai viste prima nuove per la scienza che stimolavano domande e costruivano i fondamenti teorici delle nuove scienze della vita. Ma questa storia di esplorazioni scientifiche è tutt’altro che esaurita. Le recenti spedizioni nei diversi continenti hanno portato alla luce numerosissime nuove specie di piante, insetti e altri invertebrati, mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e pesci. Non sappiamo ancora dare una risposta alla domanda che ci siamo posti su quante specie di viventi popolano il nostro pianeta. Forse non lo sapremo mai se continuerà il processo di estinzione di massa scatenato dall’uomo moderno.

> Proiezioni pomeridiane – Ogni giovedì, fino al 19 marzo, nella sala conferenze del Museo di Storia Naturale, sono previste proiezioni pomeridiane collegate al ‘Darwin Day’. Giovedì 12 marzo alle 16 verrà proiettato “La tutela della biodiversità in Italia”. L’Italia è un Paese che, grazie alle sue caratteristiche fisiche, geografiche e storiche, presenta un elevato valore di Biodiversità, a tutti i livelli, da quello genetico a quello ecosistemico e paesaggistico. Diversi studi sulla flora, fauna e vegetazione presenti sul territorio nazionale sono stati compiuti dalle nostre Università, Musei ed Istituti di ricerca, raggiungendo nel corso degli anni livelli di eccellenza di valenza internazionale.

> Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito.

(Info e programma su CronacaComune)

CONCORSO LETTERARIO – La consegna dei manoscritti entro il 31 marzo. A cura dell’associazione Lauretana
Un concorso letterario per esprimere l’eterna unione tra corpo e mente
10-03-2015

(Comunicato a cura dell’Associazione culturale artistica Lauretana)

Lo stretto rapporto esistente tra i pensieri che la nostra mente produce, le convinzioni che formano le nostre idee, i condizionamenti a cui spesso siamo inconsapevolmente assuefatti si manifestano nella nostra apparenza fisica. Il nostro aspetto, la nostra postura, le espressioni del volto e il nostro stato di salute riflettono il nostro privato mondo interiore. Questo è il tema dedicato al concorso letterario per racconti brevi inediti promosso dall’Associazione Culturale Artistica Lauretana di Ferrara. Come recita il titolo del concorso, “Il corpo e la mente” vuole esplorare attraverso la scrittura, l’antico legame che intercorre costantemente tra corpo e mente non solo nell’uomo moderno ma anche attraverso le evoluzioni che dal passato hanno portato alle odierne teorie spirituali e sperimentazioni scientifiche.
Il concorso, a partecipazione gratuita gode del patrocinio del Comune di Ferrara e prevede la consegna dei manoscritti entro e non oltre il 31 marzo 2015, secondo le regole prestabilite nel regolamento presente sul sito dell’Associazione e tramite compilazione della scheda di partecipazione.
http://associazionelauretana.altervista.org/ilcorpoelamente2015.html
I dieci migliori racconti verranno pubblicati in un’antologia con codice isbn.
Il concorso è inserito all’interno di una triplice iniziativa dal medesimo titolo: una mostra, che si svolgerà presso le Grotte Boldini a Ferrara dal 10 al 25 maggio e un convegno dedicato alle cure alternative in programma per il 16 e 17 maggio 2015 ove rappresentanti della medicina tradizionale dialogheranno con operaori olistici.
Il primo premio è pari a € 250, il secondo ammonta a € 100.
Agli autori dei tre racconti giudicati vincitori sarà garantita gratuitamente una copia del volume pubblicato e l’ingresso gratuito al convegno del 16 e 17 maggio 2015.
La premiazione avverrà il 16 maggio alle 11 alla Sala della Musica (via Boccaleone 19).

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella seduta del 10 marzo 2015
Finanziato progetto di accoglienza rifugiati e richiedenti asilo, contributo al Centro Donna Giustizia e sostegno al Vivicittà 2015
10-03-2015

Assessora alla Sanità e Servizi alla Persona Chiara Sapigni

CONTRIBUTO AL PROGETTO DEL CENTRO DONNA E GIUSTIZIA – La Giunta ha approvato un impegno di spesa di 5.264 euro per sostenere il progetto “Two/Stop” attivato nella sede dello Spazio Immigrate, in collaborazione con il Centro Donna Giustizia (CDD), l’A.O. S. Anna e il Servizio di Mediazione Culturale, per prevenire le Interruzioni di gravidanza ripetute da parte di donne di etnie straniere specifiche (Nigeria, Moldavia, Romania). Questo progetto prevede un counseling contraccettivo intensivo condotto da una ostetrica territoriale presso il Day Hospital Ospedaliero e una prescrizione immediata di contraccezione, programmando un controllo presso il consultorio di Ferrara a distanza di un mese. Le finalità del progetto “Two/Stop” sono di ridurre il tasso di interruzioni volontarie di gravidanza ripetute tra le donne straniere di origine sub sahariana e dell’Est Europa; incrementare e facilitare l’accesso al controllo post-IVG; facilitare l’adozione di un metodo contraccettivo idoneo alla persona; incrementare la fruizione e l’accesso ai servizi socio-sanitari del territorio.

FINANZIAMENTO PROGETTO RELATIVO ALL’ACCOGLIENZA DI RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI – E’ stato approvato un impegno di spesa di 723.287,00 euro per l’anno 2015 per il Progetto Ministeriale relativo all’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati (Codice progetto 5502 – triennio 2014/2016). Questa attività è inserita nel Fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo, gestito dal Ministero dell’Interno, che assegna contributi in favore degli Enti Locali che presentino progetti destinati all’accoglienza di richiedenti asilo in attesa della pronuncia delle Commissioni territoriali, di titolari dello “status di rifugiato”, di titolari di protezione sussidiaria. Sin dal 2006 l’Amministrazione Comunale ha partecipato alla realizzazione del progetto “Richiedenti Asilo – categorie ordinarie” in collaborazione con la Cooperativa Sociale Camelot e concedendo alla stessa, in comodato d’uso gratuito, l’affidamento e la gestione della struttura comunale di via Vallelunga a Ferrara. Il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, con nota del 26 febbraio 2014 ha comunicato che la Commissione di valutazione ha approvato la graduatoria delle proposte presentate dagli Enti Locali per la categoria dei beneficiari, ammettendo la domanda del Comune di Ferrara al riparto del Fondo Nazionale. La domanda è stata integralmente approvata per i 64 posti richiesti, a fronte di un costo complessivo per il 2015 di 904.412,12 euro, di un contributo assegnato dal Ministero di 723.287,00 euro e di un cofinanziamento di 181.125,12 euro (20,03% del totale) che il Comune di Ferrara e la Coop Sociale Camelot mettono a disposizione del progetto in termini di minore spese, agevolazioni e uso dei locali.

Come previsto nel progetto, il Comune gestisce la realizzazione dello stesso con la Cooperativa Sociale Camelot che opera con modalità di intervento conformi alle vigenti norme di legge, regolamentari e di indirizzo sia statali che regionali e che per lo svolgimento delle predette attività si avvale di: apposito personale con professionalità adeguata al servizio richiesto; una struttura organizzativa finalizzata anche all’assunzione delle attività disciplinate dalla convenzione relativa al progetto.

La Coop. Sociale Camelot, oltre a rispondere ai requisiti previsti dal Ministero, ha acquisito professionalità e competenze gestendo da vari anni il Centro Servizi Integrati per l’Immigrazione, di cui fanno parte integrante la Rete Informativa e il Repertorio dei mediatori linguistico-culturali, che sono diventati punti di riferimento importanti nel settore della predisposizione e gestione coordinata nel territorio provinciale delle pratiche relative ai cittadini stranieri e nel settore della mediazione tra questi e le diverse realtà che si trovano ad affrontare per iniziare il percorso di integrazione.

Assessore allo Sport e Decentramento Simone Merli

ADESIONE DEL COMUNE ALLA MANIFESTAZIONE PODISTICA “VIVICITTA’ 2015” – La Giunta ha approvato anche quest’anno l’adesione del Comune di Ferrara alla manifestazione sportiva “Vivicittà 2015 ” in programma il 12 aprile 2015 e inserita nel calendario UISP nazionale. Le agevolazioni previste dalla delibera nei confronti degli organizzatori dell’associazione sportiva Uisp di Ferrara riguardano l’autorizzazione di occupazione di suolo pubblico a titolo gratuito di Piazza Castello e zone limitrofe di Largo Castello e Giardini ex Standa, dal 10 al 13 aprile 2015 nonché l’utilizzo gratuito di transenne e segnaletica comunale sul percorso. Nel documento sono previste specifiche azioni, su richiesta avanzata da Uisp, come l’adozione dei provvedimenti di limitazione del traffico relative al percorso della manifestazione che saranno regolamentate da apposita Ordinanza e l’utilizzo di contenitori da rifiuti nell’area d’arrivo, ristoro e ritrovo, con relativa successiva pulizia a cura di Hera Spa. Gli organizzatori s’impegnano a ottemperare alle indicazioni che l’Ufficio Benessere Ambientale riterrà opportuno prescrivere al fine di assicurare la piena accessibilità e fruibilità degli spazi alle persone con disabilità.

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 12 marzo alle 10 nella sala degli Arazzi del Municipio
Presentazione delle iniziative dell’11.a settimana d’azione contro il razzismo
10-03-2015

Per la “Presentazione del calendario delle iniziative in occasione dell’11.a settimana d’azione contro il razzismo”, si terrà una conferenza stampa giovedì 12 marzo alle 10 nella sala degli Arazzi della residenza municipale.

All’incontro con i giornalisti interverranno le assessore comunali alla Pubblica Istruzione Annalisa Felletti e alla Sanità Chiara Sapigni insieme ad Elisa Bratti della Cooperativa Camelot.

ASSESSORATO ALLO SPORT – Partenza domenica 15 marzo alle 9.30 da corso Martiri. A cura di Corriferrara ASD
‘Ferrara Marathon 2015’, molte novità e iniziative affiancano maratona, mezza maratona e family run
10-03-2015

Si è svolta questa mattina in residenza municipale la presentazione della 5.a edizione della ‘Ferrara Marathon’ e della 23.a edizione della ‘Half Marathon e Family Run’ in programma domenica 15 marzo per iniziativa di Atletica Corriferrara ASD.
All’incontro con la stampa erano presenti l’assessore comunale allo Sport Simone Merli insieme a Massimo Corà (presidente Ferrara Marathon), Roberto Accorsi (Ispettore capo della Polizia municipale), Aniello Sarno (responsabile tecnico staff Ferrara Marathon), Erica Cavalieri (responsabile villagio Maratona), Luciana Pareschi (delegata provinciale Coni), Enrico Balestra (presidente Uisp Ferrara), Alessandro Gulinati (Pro Loco Ferrara) e Michele Marescalchi (speaker ufficiale).

– Si ricorda che nella giornata del 15 marzo sarà in vigore (con ordinanza del Sindaco Pg. 6021/2015) la “Domenica senz’auto”, che prevede il divieto di circolazione dalle 9 alle 16 all’interno del centro abitato con le stesse modalità dei “Giovedì senz’auto”.

– Sabato 14 e domenica 15 marzo, in concomitanza con lo svolgimento in città della ‘Ferrara Marathon’ e delle iniziative collegate, l’ingresso ai musei civici cittadini sarà gratuito. Il provvedimento è stato assunto dalla Giunta comunale.

– La viabilità – Queste le vie interessate dalla manifestazione podistica domenica 15 marzo (tutti i dettagli nel file scaricabile a fondo pagina)

> FERRARA MARATHON – Corso Martiri della Libertà (partenza), Viale Cavour, Viale IV Novembre, Via Darsena, Via Bologna, Viale Volano, Via Colombarola, Via Caldirolo, Via Pomposa, Via Pioppa, Via della Crispa, Via Ponte Ferriani, Via Pontegradella, Via Caretti, Via Copparo (rotatoria Ipercoop), Via Carli, Via dei Calzolai, Via Acquedotto, Via Patracchini, Piazza Fetonte, Via Coppi, Via Ricostruzione, Via Nuova, Via Venezia, Via Vicenza, Via Braghini, Corso del Popolo, Via Bentivoglio, Via Battara (sottopasso ferrovia), Via della Canapa (tratto da sottopasso a Via F.lli Rosselli), Via della Canapa (pista ciclabile lato civici pari), Via della Canapa (tratto afferente ingresso Centro Sociale), Parco Bassani, Via Bacchelli intersezione Via Azzo Novello (attraversamento), Sottomura di Via Bacchelli, Sottomura di Via Gramicia, Via Zevi, Corso Porta Mare (attraversamento), Sottomura Via Caldirolo, Via Pomposa (fornice ingresso Med. D’Oro), Piazzale Medaglie D’Oro, Corso Giovecca, Corso Martiri della Libertà (arrivo);
> HALF MARATHON – Corso Martiri della Libertà (partenza), Viale Cavour, Viale IV Novembre, Via Darsena, Via Bologna, Viale Volano, Via Colombarola, Via Caldirolo, Via Pomposa, Via Pioppa, Via della Crispa, Via Ponte Ferriani, Via Pontegradella, Via Caretti, Via Copparo (rotatoria Ipercoop), Via Carli, Via Pannonio, Via Gramicia, Piazzale S. Giovanni, Via Caldirolo, Via Pomposa (fornice ingresso Med. D’Oro), Piazzale Medaglie D’Oro, Corso Giovecca, Corso Martiri della Libertà (arrivo);
> FAMILY RUN – Corso Martiri della Libertà (partenza), Viale Cavour, Viale IV Novembre, Via Darsena, Via Bologna, Viale Volano, Via Colombarola, Via Marco Polo, Sottomura di via Caldirolo, Via Pomposa (fornice uscita Med. D’Oro), Viale A. Este (attraversamento), Piazzale Medaglie D’Oro, Corso Giovecca, Largo Castello, Largo Castello tratto da V.le Cavour a Piazza Castello (arrivo).

(Comunicato a cura di CorriFerrara asd)

APPUNTAMENTO CON LA FERRARA MARATHON 2015

La Ferrara Marathon è alle porte e molte sono le novità che attendono gli atleti nel fine settimana da venerdì 13 a domenica 15 marzo giorno dell’evento. In primis cambia totalmente la zona di ritrovo, segreteria, expò e quanto fa da corollario sotto l’aspetto logistico a tutto l’evento, il cuore della manifestazione si sposterà all’interno del Palazzo della Racchetta in Via Vaspergolo a soli 200 mt da Piazza Trento Trieste, dove vi sarà la sede del VILLAGGIO MARATONA che aprirà le porte Venerdì pomeriggio alle 16 e che ospiterà la segreteria organizzativa, sempre al suo interno vi sarà anche la consegna della maglia ufficiale dell’evento, gli spogliatoi suddivisi per uomini e donne, gli espositori tecnici e il Pasta Party gratuito per tutti gli iscritti alle gare competitive, aperto sabato dalle 18,30 alle 21,30 e domenica dalle 11,30 alle 17,00. Questo bellissimo Palazzo Storico quindi diventerà il vero punto d’incontro di tutti gli atleti e delle varie collaborazioni che si sono venute a creare e che porteranno l’evento estense ad essere sempre più completo per i partecipanti ma anche per i cittadini e gli accompagnatori al seguito.
Molte le collaborazioni tra le quali quella con la: PRO LOCO FERRARA, che organizzerà delle passeggiate Estensi, visite guidate nel medioevo e rinascimento ferrarese, nei Musei Civici Comunali aperti e visitabili gratuitamente da cittadini e turisti per tutto il fine settimana. Ancora: STORIE DI PASSI, Festival Culturale che unisce il mondo dello sport a quello del Teatro, per la prima volta si porta in scena uno spettacolo sul mondo del running, da un’idea di Laurent Soffiati, attore parigino in collaborazione con Roberta Pazi, l’evento ospiterà anche una conferenza della psicologa della nazionale di atletica Marisa Antollovich e dal nutrizionista sportivo Professor Edgardo Canducci, con la collaborazione di Rodolfo Pazzi e Fausto Molinari, poi ci sarà anche: LIBERA FERRARA, Art Session l’arte per il volontariato, prevista per la Domenica pomeriggio dalle ore 15.00 in Piazza Castello. In occasione della XX Giornata della Memoria e dell’Impegno che si terrà il 21 marzo 2015 a Bologna, i ragazzi del Dosso Dossi sono di nuovo pronti a usare la loro creatività per decorare un altro mezzo da donare a una cooperativa di Libera Terra.
Da segnalare inoltre la sfilata del Club Motociclistico Bulloni Svitati che faranno da staffetta agli atleti della Maratona e della Mezza. Gli atleti avranno un saluto coreografico da parte degli sbandieratori e musici del Palio di Ferrara, più precisamente della Contrada di Santa Maria in Vado che torna ad affiancare l’evento dopo anni di assenza. Segnaliamo poi una bella novità… Il sabato pomeriggio si correrà la KID’S RUN NATURA SI, corsa riservata ai più piccoli e saranno circa 120 i bimbi che coloreranno Piazza Trento Trieste con la loro allegria, le iscrizioni gratuite per tutti erano a numero chiuso per 90 bimbi poi portati poi a 120 vista la grande richiesta di adesioni, per tutti i partecipanti maglia tecnica dell’evento, più merenda e medaglia ufficiale!!! Molto buone anche le notizie che arrivano da TDS che gestisce le iscrizioni ai due eventi agonistici quali Maratona e Maratonina, superati alla data odierna i 1200 tra entrambe le gare, ben 250 in più dello stesso periodo della passata edizione!! Possibile quindi arrivare al grande obbiettivo dei 2000 e oltre iscritti. Ma qualunque siano i numeri l’importante è che sia una bellissima festa per tutta la città e per i tanti amici che arrivano da fuori Ferrara e che chi ora non c’è più possa essere fiero del lavoro portato avanti da tutta l’Atletica Corriferrara e del Ferrara Marathon Club.

ORARI e zone PARTENZA
Ore 07.00 Ritrovo-Ore 09.25 Chiusura iscrizioni Family Run, Ore 09.30 Part.za da Corso Martiri della Libertà Ferrara Maratona & Half Marathon-Ore 09.35 Part.za da Corso Martiri Libertà Family Run, Ore 11.00 premiazioni – Ore16.00 Chiusura manifestazione con arrivederci al ??/09/15 per la DIECIMIGLIA di Ferrara per ulteriori e più dettagliate informazioni vedere il sito www: corriferrara.it

CARNEVALE RINASCIMENTALE – Mercoledì 11 marzo alle 19 in piazza Repubblica premiazione ed esposizione immagini
Oltre 180 immagini nel concorso degli ‘instagramers’, mercoledì sarà svelata la scelta della giuria
10-03-2015

Sono state più di 180 le fotografie degli “igers” – le persone che scattano foto con il cellulare, le modificano e le condividono con il social network Instagram – che hanno partecipato all’edizione 2015 del contest sul tema del Carnevale Rinascimentale a Ferrara.

Fra queste ne sono state selezionate una ventina che sono andate in finalissima, all’attento vaglio della giuria composta da Alessandro Fortini, presidente dell’Ente Palio di Ferrara, Aldo Modonesi, Assessore al Palio del Comune e “iger” dalla comprovata passione, Federico Vecchiattini vincitore della passata edizione e Andrea Poltronieri che ha si è prestato all’impresa.

Uno solo il vincitore, o la vincitrice, che verrà proclamato domani sera, mercoledì 11 marzo alle 19, in un incontro informale al risto-bistrot Max, in piazza della Repubblica. Qui saranno esposte tutte le foto finaliste e all’autore della più votata andrà un premio offerto dall’Ente Palio.

A cura dell’Ufficio Stampa Ente Palio città di Ferrara

MERCATO DEL BIOLOGICO E NATURALE – Ogni giovedì di marzo in piazza XXIV Maggio dalle 8 alle 14
Nuovo appuntamento per diffondere i prodotti locali e la cultura ‘bio’
10-03-2015

Qualità, salute e bontà: sono questi gli obiettivi che l’associazione BioPerTutti porta avanti attraverso il Mercato dei Produttori Biologici e del Naturale che si svolge tutti i giovedì mattina in Piazza dell’Acquedotto dalle 8 alle 14. E’ un mercato pensato per tutti coloro che abitualmente consumano biologico e cercano prodotti freschi e genuini garantiti dal rapporto di fiducia con i produttori; e altresì per chi vuole fare scelte sostenibili e migliorare la qualità della propria vita sostenendo un’agricoltura sana” che preserva le risorse ambientali e la salute delle persone. BioPerTutti dunque non è solo un’occasione “commerciale” ma anche e soprattutto un luogo di incontro e di condivisione in cui si promuove il territorio locale e diffonde la Cultura del biologico.

Giovedì i cittadini avranno la possibilità di fare la propria spesa settimanale Bio completa trovando un’ampia gamma di prodotti selezionati: frutta e verdura freschissimi, riso, uova, formaggi, vino, succhi di frutta, biscotti e torte di cereali antichi oltre a cosmetici, oli essenziali e prodotti per la casa. Tra le novità di marzo le marmellate di frutti dimenticati e BioFish: filetti di pesce allevato con mangimi biologici, anche cotto e da asporto. E per i più piccini in omaggio ‘lecca lecca bio’ con pesce e verdure. La filiera corta garantisce la genuinità e bontà dei prodotti e la vendita ad un prezzo equo e sostenibile rendendo finalmente il biologico accessibile a tutti.

L’iniziativa inoltre propone un servizio di informazione per approfondire i valori del Bio e scegliere in modo consapevole come alimentarsi.

A cura di BioPerTutti -Il Mercato dei produttori Biologici e del naturale a Ferrara, Giovedì mattina in P.zza XXIVMaggio

Per info: Cecilia Dall’Ara cell.349 1366962https://www.facebook.com/biopertutti

biopertutti@gmail.com

PRESENTAZIONE LIBRO – Giovedì 12 marzo alle 20 in via Carlo Mayr 4
Ai giovedì diCibo “La pizza per autodidatti” di Cristiano Cavina
10-03-2015

Tra inchiostro e farina, tra fogli e pomodoro:

Cristiano Cavina si presenta a “I giovedì diCibo”

Cristiano Cavina, penna genuina di Marcos y Marcos, crede fortemente che fare le pizze sia come amare qualcuno: «Deve venire facile e quando si inizia a faticare, vuol dire che c’è qualcosa che non va». Tanto che giovedì 12 marzo alle 20, sarà lui lo scrittore che si siederà a un tavolo del ristorantino diCibo, in via Carlo Mayr 4, a raccontare La pizza per autodidatti. Il suo ultimo libro è come la sua vita, unisce mondi che sembrano lontani, tra segreti preziosi sull’impasto e aneddoti esilaranti. Ha il calore del suo sangue romagnolo, lo slancio delle sue avventure senza rete. Ha il gusto del lavoro ben fatto. E farà venire l’acquolina in bocca, accompagnato dai piatti creativi della Cheffa Maya, che mai hanno deluso qualcuno, anzi; chi li prova una volta non riesce a non tornare. Per l’occasione gli ingredienti della pizza e i sapori tipici della Romagna saranno i protagonisti indiscussi della cena.

Tra le pagine che Cavina sfoglierà insieme a Matteo Bianchi, curatore della rassegna “I giovedì diCibo”, patrocinata da Comune, Provincia e Ferrara “Terra&Acqua”, subito s’intende che il mestiere di pizzaiolo non se l’è scelto lui. All’inizio, tra panetti che facevano gli spigoli e sabati sera davanti al forno, invece che in discoteca con gli amici, era un calvario. Ma dopo vent’anni, con un impasto e un forno a legna può fare quello che vuole, anche bendato. Sforna pizze buone e leggere come uno sbuffo di farina. Con quattro o cinque foglie di tarassaco, e altrettante fette di pancetta. Con santoreggia e salame piccante, topinambur e salsiccia, squacquerone e rosmarino. Alla pizzeria Il Farro di Casola Valsenio, oramai è “il pizzaiolo quando c’è”. I giorni che non porta la legna a braccia per le scale, magari va a Roma per lo Strega, o sul palco di un festival incontra Doris Lessing con uno scialle uguale a quello di sua nonna. Per prendere parte alla serata è consigliata la prenotazione allo 0532/765997, www.dicibo.it

CRISTIANO CAVINA nasce a Casola Valsenio nel maggio del 1974; cresce in viale Neri, nelle case popolari, con sua madre, che l’ha cresciuto da sola. Ci vive ancora adesso. Made in Casola è il suo marchio di fabbrica, la firma in calce a tutte le sue mail. Scopre la magia della narrazione al bar, ascoltando i racconti dei vecchi; quando poi comincia a leggere libri, la sua strada è tracciata. Ama raccontare le cose che conosce da vicino: la sua infanzia inAlla grande (Premio Tondelli) e Un’ultima stagione da esordienti; l’epopea di Nonna Cristina in Nel paese di Tolintesàc; la sua storia di figlio senza padre e di padre fuori dagli schemi nei Frutti dimenticati (Premio Castiglioncello, Premio Vigevano, Premio Serantini, Selezione Premio Strega). Scavare una buca è ambientato nell’immensa cava di gesso alle porte di Casola Valsenio. Mentre il suo ultimo romanzo, Inutile Tentare Imprigionare Sogni nasce dall’esperienza di cinque anni di ITIS e rivela più che mai la sua voce forte e chiara, il suo sguardo ridente di narratore per natura.

Ancora oggi, dopo il successo dei suoi romanzi, a chi gli chiede che cosa fa nella vita, Cristiano risponde: il pizzaiolo. Che è un grande narratore possiamo dirlo noi, i suoi lettori sempre più numerosi, i librai che lo seguono da sempre, i critici più severi.

A cura dell’Ufficio stampa “Gruppo del Tasso”Ferrara – www.gruppodeltasso.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi