Home > COMUNICATI STAMPA > Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 18 aprile

Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 18 aprile

Tempo di lettura: 50 minuti

da: ufficio stampa Comune di Ferrara

La newsletter del 18 aprile 2014

CONFERENZA STAMPA – Martedì 22 aprile alle 11.30 nella sala Arazzi del Municipio
Presentazione del “Salone nazionale delle Sagre / MISEN”
18-04-2014

Martedì 22 aprile alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione del “Salone nazionale delle Sagre/MISEN” in programma al Quartiere Fieristico dal 25 al 27 aprile.

Interverranno all’incontro l’assessore comunale a Decentramento e Sport, il presidente di Ferrara Fiere Congressi Nicola Zanardi, il presidente dell’associazione turistica ‘Sagre e Dintorni’ Loris Cattabriga, il musicista e comico Andrea Poltronieri, il project manager del progetto “Lungo il Po” Pier Giorgio Dall’Acqua, il consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti Mario Rebeschini e Adriano Facchini esperto di marketing territoriale.

ASSESSORATO ALLA CULTURA – Cinquemila carte turistiche vendute
MyFE card, primo traguardo raggiunto
18-04-2014

A dieci mesi dal lancio di “MyFe card”, la carta turistica della città di Ferrara, è stato raggiunto il traguardo delle 5000 card vendute. Una soddisfazione per gli enti promotori – Comune di Ferrara, Provincia di Ferrara e Direzione Regionale per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Emilia Romagna – che hanno voluto inserire sin dagli esordi l’ingresso gratuito in tutti i musei della città nel pacchetto MyFE.

Da sottolineare il notevole incremento dei dati di vendita in concomitanza con gli eventi promossi sul territorio cittadino, che vanno a consolidare l’immagine di Ferrara Città d’arte e di cultura; una città che coniuga la visita al patrimonio museale ad un vivace e ricco programma di manifestazioni nell’arco di tutto l’arco dell’anno.
Al di là dei numeri, va inoltre ricordato che l’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica e le biglietterie dei Musei hanno registrato dalla diffusione della MyFe card, riscontri positivi da turisti e visitatori sui contenuti e l’offerta della carta stessa. La partnership con gli operatori economici del territorio e con gli organizzatori dei maggiori eventi cittadini va implementandosi ogni giorno, arricchendo sempre più il pacchetto offerto al turista e rendendolo ulteriormente ricco di contenuti e di proposte, in grado di aumentare la capacità di accoglienza e appetibilità della card.
Inoltre, dal 1 febbraio 2014, basta un click per acquistare on line la card: un percorso agevole e immediato per chi voglia trascorrere qualche giorno nella città estense ed uno strumento di commercializzazione su larga scala che ha incentivato un crescente numero di card vendute.
Per tutte le informazioni sulla carta turistica è possibile consultare le pagine internet all’indirizzo “www.myfecard.it”.

(A cura dell’assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Ferrara)

FESTIVAL DI ALTROCONSUMO – Prime anticipazioni degli appuntamenti del 16, 17 e 18 maggio 2014 nella città estense
La grande pochezza: inchiesta prestiti personali
18-04-2014

Fari accesi su 280 operatori in Italia tra banche, poste e finanziarie.
Scopri l’inganno all’Altroconsumo Ferrara Festival

Ottenere un prestito personale oggi in Italia è improbabile: poca trasparenza, privacy a rischio e senza polizza niente assenso.
Il 100% delle banche visitate impone di aprire un conto corrente presso la propria filiale; il 63% degli sportelli tra tutti gli operatori non consegna il modulo informativo precontrattuale, il SECCI, obbligatorio per legge perché determinante per confrontare le offerte; il 94% non consegna il contratto prima della firma; il 35% concede il prestito solo se insieme si acquista la polizza, salatissima, che essi stessi vendono, banca o finanziaria che sia: una violazione del Codice del Consumo.
Pratiche scorrette e comportamenti oltre la norma che Altroconsumo ha rilevato dall’indagine condotta in 9 città e che segnalerà a Banca d’Italia, all’Autorità garante della Concorrenza e del mercato, all’Ivass e al Garante della privacy.
L’inganno è smascherato, ma quanti consumatori ancora ci cascano? Come evitare le offerte opache di soldi troppo facili, che arrivano a compensare l’accesso ai prestiti difficili per i consumatori, fotografato nell’indagine?
L’appuntamento è a Ferrara, per la seconda edizione del Festival Altroconsumo, il 16, 17, 18 maggio. Qui il programma e gli eventi della tre giorni dedicata ai consumatori e agli utenti che non si fanno ingannare.
Intanto sveliamo il trabocchetto dietro la proposta vincolata dei prestiti personali: la polizza costa in media 771 euro, ma si arriva anche a richieste per il premio di oltre i 1.800 euro a Verona, oltre 1500 a Genova. Non consegnando il SECCI al cliente di fatto gli si benda gli occhi: non lo si mette nelle condizioni migliori per fare una scelta consapevole. Se poi gli si chiede anche di fornire dati reddituali e personali lo si obbliga a dare informazioni non necessarie in fase precontrattuale, facendo firmare al cliente l’autorizzazione all’utilizzazione dei dati per accesso alle Centrali rischi private lo si mette in condizione di non poter più procedere con altre richieste di informazioni e offerte da confrontare. Non è necessario in questa fase avviare una preistruttoria, perché il cliente potrebbe scegliere altri prodotti. In questo modo è vincolato; altro che libertà di confronto e scelta.

(Comunicato a cura di Altroconsumo – 17 aprile 2014)

UFFICIO GIOVANI ARTISTI – Tre bandi di concorso in scadenza nelle prossime settimane
Nuove opportunità per creativi emergenti
18-04-2014

Offrono opportunità di visibilità artistica anche al di fuori dei confini cittadini i tre concorsi, in scadenza nelle prossime settimane, segnalati dall’ufficio Giovani artisti del Comune di Ferrara.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi allo stesso Ufficio Giovani Artisti, in via De Romei 3, tel. 0532 418306, email artisti@comune.fe.it.

LE SCHEDE a cura dell’ufficio Giovani artisti:

Residenze artistiche in Basilicata

E’ un progetto realizzato dalla Regione Basilicata e finanziato dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’attuazione del progetto è supportata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, nell’ambito di un Protocollo di Intesa che ha permesso alla Regione Basilicata di avvalersi della consulenza tecnica di GAI – Associazione per il Circuito Giovani Artisti Italiani.

La Regione Basilicata, attenta allo sviluppo del territorio e alla sua internazionalizzazione, ha scelto di puntare su questo settore con la consapevolezza che la creatività sia lo strumento ideale per generare nuova occupazione, attraverso la valorizzazione del suo saper essere laboratorio. In tal senso ha realizzato, nell’ambito del progetto ‘Visioni urbane’, una rete regionale di cinque centri per la creatività coprogettati, sia funzionalmente sia nei contenuti, dalla comunità creativa lucana, prevedendo all’interno di essi, tra l’altro, la possibilità di ospitare residenze artistiche per garantire alla comunità creativa locale una maggiore apertura internazionale, oltre che la possibilità di acquisire nuovi rapporti e opportunità professionali.

Il Progetto Residenze è rivolto ai giovani creativi italiani o stranieri tra i 18 e i 35 anni di età (36 anni non compiuti alla data di pubblicazione del presente bando), che operano con obiettivi professionali nei diversi settori artistici del contemporaneo, con particolare riferimento a: arti visive, video/cinema, sound design, musica, teatro, scrittura.

Le residenze si svolgeranno da maggio a ottobre 2014 presso i Centri per la Creatività del progetto Visioni Urbane, di seguito elencati: TILT, Marconia di Pisticci (MT); CECILIA, Tito (PZ); BANXHURNA, San Paolo Albanese (PZ); CASA CAVA, Matera, oltre che presso due siti di particolare interesse sociale e paesaggistico: CITTA’ DELLA PACE, S. Arcangelo (PZ); BORGO ALBERGO di Aliano (MT).

Le residenze si pongono come occasione per lavorare su un progetto artistico personale in un ambiente stimolante a contatto con i creativi ospitanti e con le comunità locali. Il progetto da candidare dovrà riferirsi ad una sola residenza ed essere in relazione al contesto e alle tematiche descritte per ognuno dei siti di accoglienza; in caso di selezione l’esperienza dovrà concludersi con una produzione artistica coerente.

Tutte le residenze prevedono workshop/seminari di approfondimento sulle caratteristiche del territorio, incontri con le comunità e occasioni di interazione con i sistemi artistici/economici/sociali locali.
Potranno essere concordati dei sopralluoghi funzionali alla preparazione del progetto. Per informazioni: www.visioniurbane.basilicata.it

La scadenza per inviare i propri materiali è il 29 aprile 2014.

Il concorso DAB

Organizzato dal Comune di Modena, ha lo scopo di favorire la progettazione e produzione di oggetti d’arte e di design ad opera di giovani artisti italiani, da destinare alla vendita negli artshop e bookshop dei musei, attraverso la creazione di vetrine nazionali ed internazionali per la presentazione dei prototipi realizzati e la promozione di condizioni adeguate per la loro successiva produzione e commercializzazione. Il percorso del progetto prevede una prima selezione di prototipi che sarà oggetto della pubblicazione del catalogo DAB5, di esposizioni in Italia e all’estero, e la successiva, eventuale individuazione, tra questi, di alcuni oggetti che saranno autoprodotti dagli autori e promossi nell’ambito del progetto DAB.

Possono partecipare al concorso artisti, designer, artigiani-artisti, studenti, sotto i 35 anni d’età, con nazionalità italiana o residenza in Italia da almeno un anno alla data di presentazione della domanda.
L’iniziativa, nel corso delle edizioni precedenti, ha riscosso notevoli consensi tra gli addetti ai lavori e ha promosso diversi eventi pubblici. Si sono realizzate, dal 2006 ad oggi, esposizioni dei prototipi presso la Galleria Civica di Modena, il Palazzo delle Esposizioni di Roma, Castel Sant’Elmo di Napoli, il Macef di Milano, Bologna Licensing Trade Fair alla Fiera di Bologna, il MEF – Museo casa Enzo Ferrari di Modena, il MAXXI – Museo delle arti del XXI secolo di Roma, e l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest. Le linee di prodotti DAB sono state presentate alla Triennale di Milano, a Museum Expressions di Parigi e a Open Design Italia a Venezia.

Per informazioni e consegna materiali rivolgersi a: GIOVANI D’ARTE, Settore Cultura, Comune di Modena, via Galaverna 8 – 41123 MODENA tel. 059.2032604
giovanidarte@comune.modena.it www.comune.modena.it/gioarte
orari: da mar. a ven. 8,30 – 13,00 lun. e giov. 14,30 – 17,30

La scadenza per inviare i propri materiali è il 17 maggio 2014.

Progetto Movin’Up

Bando rivolto ai giovani creativi tra i 18 e i 35 anni di età che operano con obiettivi professionali e che sono stati ammessi o invitati ufficialmente all’estero da istituzioni culturali, festival, enti pubblici e privati a concorsi, residenze, seminari, workshop, stage o iniziative analoghe o che abbiano in progetto produzioni e/o coproduzioni artistiche da realizzare presso centri e istituzioni straniere.

I settori artistici ammessi sono: arti visive, architettura, design, grafica, musica, cinema, video, teatro, danza, performance, scrittura.

Movin’Up è un programma consolidato giunto alla sua sedicesima edizione che presenta le seguenti finalità: promuovere il lavoro degli artisti italiani in ambito internazionale attraverso reali occasioni di visibilità e di rappresentazione della loro attività; supportare la produzione dei progetti più interessanti dal punto di vista dell’innovazione e della multidisciplinarietà, dando un impulso alla circuitazione della ricerca artistica nazionale nel mondo; favorire la partecipazione di giovani creativi a qualificati programmi di formazione, workshop, stage organizzati da istituzioni estere che offrano reali opportunità di crescita artistica e professionale.

L’iniziativa, realizzata attraverso lo stanziamento di un fondo annuale erogato in sessioni, permette agli artisti di richiedere un sostegno a parziale copertura delle spese di viaggio e/o di soggiorno e/o di produzione nella città straniera ospitante.

Le candidature potranno essere presentate solo ed esclusivamente tramite procedura on-line. Per informazioni e iscrizioni www.giovaniartisti.it
La scadenza per inviare i propri materiali è il 24 maggio 2014.

In allegato i bandi completi:

VIABILITA’ – Modifiche al traffico nel periodo dal 23 al 28 aprile
I provvedimenti in vigore per la Fiera di San Giorgio, Vulandra e la Festa della Liberazione
18-04-2014

– Fiera di San Giorgio
In occasione della tradizionale Fiera di San Giorgio, mercoledì 23, giovedì 24 e venerdì 25 aprile, dalle 7,00 alle 01,00 del giorno successivo, viale Alfonso d’Este, nel tratto da via Cisterna del Follo all’intersezione con via San Maurelio – Porta Romana, rimarrà chiuso al traffico, con divieto di fermata. Negli stessi giorni e orari sarà in vigore il divieto di circolazione anche in via Carlo Mayr, da via Formignana a viale Alfonso d’Este, mentre in Porta Romana, dal numero civico 82 a via Bartoli, in viale Alfonso d’Este, da via Marco Polo a via Porta Romana e in via Formignana, da via Mayr a via S.Andrea, sarà in vigore il divieto di fermata con rimozione.
Sono previste deviazioni delle linee di trasporto pubblico urbano ed extraurbano.

– Vulandra 2014
In occasione della 35.ma edizione del Festival internazionale degli aquiloni ‘Vulandra’, dalle 14 alle 20 di domenica 27 aprile in via Bacchelli sarà in vigore il divieto di transito per tutti i veicoli, con sosta consentita su entrambi i lati nel tratto da via Gramicia all’ingresso della piscina comunale. Le deviazioni sono segnalate in prossimità della strada.
Nello spazio antistante l’ingresso della piscina sarà inoltre istituita un’area di sosta riservata ai diversamente abili. Come per ogni edizione, gli organizzatori invitano tutti coloro che vorranno partecipare al festival degli aquiloni a raggiungere il parco urbano a piedi, in bicicletta o utilizzando i mezzi di trasporto pubblico.

– Festa della Liberazione
In occasione della celebrazione dell’anniversario della Liberazione, venerdì 25 aprile dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 20 in piazza Cattedrale e corso Martiri della Liberta sarà in vigore il divieto di circolazione. Lo stesso divieto sarà valido dalla 9 alle 13 anche in corso Porta Reno, da via Amendola a piazza Trento Trieste. Nel solo pomeriggio, dalle 16 alle 19 per il tempo necessario allo svolgimento di uno spettacolo, sarà inoltre in vigore un divieto di circolazione in piazza Verdi, via Carlo Mayr, corso porta Reno, piazza Cattedrale, corso Martiri della libertà, piazza Savonarola.
L’area taxi sarà sospesa e spostata in corso Ercole I° d’Este (da via Padiglioni a piazzetta T. Tasso). Un divieto di fermata dalle 16 alle 19 sarà in vigore in via Carlo Mayr (da piazza Verdi a Porta Reno). In piazza Municipale nelle giornate del 25 e 28 aprile revoca dell’area pedonale e istituzione di Z.T.L. Saranno possibili deviazioni del servizio di trasporto pubblico.

UFFICI COMUNALI – Variazioni in occasione delle prossime festività
Le chiusure dello Sportello Centrale di Anagrafe, Urp Informacittà e Centro Servizi Integrati per l’Immigrazione
18-04-2014

In coincidenza con il prossimo periodo di festività, sabato 19 e 26 aprile e sabato 3 maggio lo Sportello Centrale di Anagrafe di via F. Beretta 1 e l’Urp Informacittà di via Spadari n. 2/2 del Comune di Ferrara saranno chiusi al pubblico.

Gli uffici riapriranno regolarmente dai lunedì successivi.

Gli uffici del Centro Servizi Integrati per l’Immigrazione (via Copparo 142) resteranno invece chiusi dal 21 al 25 aprile. Le attività riprenderanno regolarmente lunedì 28 aprile.

MUSEO DELL’EBRAISMO E SHOAH – A Ferrara da sabato 26 aprile a giovedì 1 maggio
La ‘Festa del Libro Ebraico in Italia’ alla quinta edizione
18-04-2014

Questa mattina (venerdì 18 aprile) nella residenza municipale è stato presentato ai giornalisti il programma della quinta edizione della ‘Festa del Libro Ebraico in Italia’, a Ferrara dal 26 aprile al 1 maggio. L’appuntamento annuale, promosso da Fondazione MEIS (Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah) con il supporto organizzativo di Ferrara Fiere Congressi, è patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Provincia e dal Comune di Ferrara, dall’Università degli Studi di Ferrara, dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e dalla Comunità Ebraica di Ferrara.

All’incontro con la stampa erano presenti l’assessore alla Cultura del Comune di Ferrara (consigliere della Fondazione MEIS), la presidente della Provincia di Ferrara, la direttrice di Ferrara Fiere Congressi Giorgina Arlotti, l’assessora alla Cultura del Comune di Cento, il direttore del Museo Luzzati di Genova Sergio Noberini e la direttrice del Museo Ebraico di Venezia e membro del Comitato Scientifico del MEIS Michela Zanon.

(Comunicato a cura degli organizzatori)

Dal 26 Aprile al 1 Maggio torna a Ferrara, per la quinta edizione, la Festa del Libro Ebraico in Italia. L’evento, che lo scorso anno ha richiamato oltre diecimila persone, è organizzato dalla Fondazione MEIS (Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah), con il supporto di Ferrara Fiere Congressi e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia e del Comune di Ferrara, dell’Università degli Studi di Ferrara, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e della Comunità Ebraica di Ferrara.
Significati e obiettivi della Festa sono simbolicamente racchiusi nel suo logo, dove una Menorah, il candelabro a sette braccia che si trovava nel Tempio di Gerusalemme, diventa un libro aperto, le cui pagine reggono altrettante fiammelle. La Festa, appuntamento unico nel suo genere, si propone come un momento di condivisione della cultura ebraica italiana attraverso il racconto della storia di una minoranza che, da sempre, è legata da una relazione attiva e indissolubile con l’Italia e che continua ad animare la vita culturale, civile, sociale ed economica del Paese.
La narrazione è affidata a un programma ricco, vario e di qualità, scandito da dibattiti, convegni, tavole rotonde, concerti, spettacoli teatrali (anche per bambini), proiezioni cinematografiche, degustazioni, visite guidate, una mostra, un premio, senza dimenticare, naturalmente, i libri: cuore pulsante della Festa, queste presenze ora silenziose, ora dialoganti per voce dei propri autori, avranno nel Chiostro di San Paolo la propria sede elettiva.
Durante le conversazioni e gli incontri letterari con gli scrittori verranno presentate oltre trenta opere, mentre nella fornitissima libreria tematica della Festa, che resterà aperta al pubblico dalle 9.30 a mezzanotte per tutta la durata della manifestazione, saranno disponibili più di cinquemila testi di autori ebrei o su temi della tradizione ebraica, editi da circa centocinquanta case editrici, con volumi difficili da trovare altrove, altri freschi di stampa e altri ancora che addirittura usciranno in concomitanza con l’evento (è il caso degli atti del convegno internazionale di studi “Ebrei a Ferrara, ebrei di Ferrara”).
Alla quarta “Notte Bianca Ebraica d’Italia” il compito di inaugurare la Festa. La Notte bianca, il cui titolo è tratto dal verso della Genesi “E fu sera… e fu mattina…”, quando tutto ebbe inizio, comincerà alle 21 al Chiostro di San Paolo e, dopo un concerto, uno spettacolo teatrale e una passeggiata tra i luoghi e le storie della Ferrara ebraica, si concluderà all’una con le degustazioni di sapori di ispirazione ebraico-ferrarese.
Tra gli eventi clou in calendario, la mostra “Vita, colore, fiabe. Il mondo ebraico di Emanuele Luzzati”, a cura di Sergio Noberini (Museo Luzzati, Genova) e Michela Zanon (Comitato Scientifico della Fondazione MEIS). Il taglio del nastro è fissato alle 10 di Domenica 27, presso la sede del MEIS (Via Piangipane, 81). La rassegna, organizzata in collaborazione con il Museo Luzzati, proseguirà fino al 27 Luglio, ripercorrendo i temi ebraici cari a Emanuele Luzzati nei campi dell’illustrazione, dell’arte applicata e dei film d’animazione, dove l’artista genovese seppe rappresentare con tinte energiche e vorticose, in una dimensione fiabesca, i momenti salienti della quotidianità ebraica, dai matrimoni alle feste in sukkah (che si svolgono durante la Festa delle Capanne), fino alla cena di Pesach (la Pasqua ebraica).
Altro appuntamento di rilievo della Festa, la terza edizione del “Premio di Cultura Ebraica PARDES”: istituito dalla Fondazione MEIS per valorizzare e diffondere la conoscenza della cultura e della tradizione ebraiche in Italia e in Europa, sarà assegnato il 27 Aprile alla scrittrice israeliana Lizzie Doron per la sezione letteratura, al Direttore del Tg di La7, Enrico Mentana, come riconoscimento alla carriera, e all’attore Gioele Dix per la saggistica. Proprio Doron e Dix saranno tra i protagonisti degli “Incontri con l’autore”, che vedranno avvicendarsi nel cortile del Chiostro di San Paolo numerose figure illustri (Piero Dorfles, Gad Lerner e Marco Tarquinio, solo per citarne alcuni) e autorevoli ebraisti.
Ogni giorno, alle 12.30 e alle 19, il pubblico della Festa potrà sperimentare i “Sapori di un aperitivo ebraico-ferrarese” e seguire la presentazione di saggi sulla normativa alimentare e la cucina tradizionale kasher. Cadenza fissa avranno pure le visite guidate nei suggestivi luoghi della comunità ebraica locale, la cui vita da nove secoli s’intreccia a quella della città: dal cimitero di Via delle Vigne (“Pietre silenziose. Illustri cittadini nel cimitero ebraico di Ferrara”) alle “vie del silenzio” del Ghetto, fino al MEIS.
Allo stato dell’arte di quest’ultimo sarà dedicato l’incontro di Domenica 27, alle 11.30, cui interverranno il Sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, Riccardo Calimani, Presidente della Fondazione MEIS, e Carla Di Francesco, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna.
I temi che verranno affrontati nel corso dei dialoghi spazieranno dalla riflessione sulla memoria del Yom Ha Shoah ai medici ebrei, dall’icona “Helena Rubinstein: la donna che inventò la bellezza” (con la partecipazione della giornalista e scrittrice Michèle Fitoussi) all’antigiudaismo e all’antisemitismo cattolico, fino a “Io odio i talent show”, con il graffiante giornalista e critico musicale Mario Luzzato Fegiz.
Da segnalare, poi, il convegno di Lunedì 28 e Martedì 29 “Conversos, marrani e nuove comunità ebraiche nella prima età moderna”, che coinvolgerà esponenti di atenei, associazioni e Comunità Ebraiche da Gerusalemme a Udine, da Roma a Lisbona.
Nei giorni della Festa, le molte anime del patrimonio culturale ebraico troveranno, poi, espressione nella musica e nel teatro: da “Yiddish Melodies in Jazz” alla performance di Miriam Meghnagi – tra le principali interpreti vocali della tradizione ebraica -, dalla session del Ben Goldberg Trio, in collaborazione con il Jazz Club Ferrara, al reading/concerto klezmer del Pavel Zalud Quartet, i concerti si terranno alle 21 al Chiostro di San Paolo; per il teatro, invece, quei fili della memoria che la Festa vuole riannodare porteranno al compianto Arnoldo Foà, cui Alberto Rossatti dedicherà un omaggio Martedì 29 Aprile, sempre al Chiostro.

INFORMAZIONI UTILI
Il programma della Festa è disponibile sul sito http://www.meisweb.it/

(Comunicato della mostra a cura degli organizzatori)
Fondazione MEIS (Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah) presenta
VITA, COLORE, FIABE
Il mondo ebraico di Emanuele Luzzati, Ferrara, 27 aprile – 27 luglio 2014
Inaugurazione Domenica 27 Aprile 2014, ore 10 presso Palazzina Meis – Via Piangipane, 81
La Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – MEIS è lieta di invitarLa all’inaugurazione della mostra “VITA, COLORE, FIABE Il mondo ebraico di Emanuele Luzzati”.
Il taglio del nastro avverrà alle 10 di Domenica 27 Aprile 2014, presso il MEIS di Ferrara (Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah), nell’ambito della Festa del Libro Ebraico in Italia. Del Maestro genovese saranno esposte numerose opere, tra illustrazioni originali, bozzetti, tavole, ma anche teatrini dipinti a mano, fotografie e ceramiche, provenienti dall’archivio del Museo Luzzati di Genova.
La mostra, che è a ingresso gratuito, ripercorre l’opera di Emanuele Luzzati e, in particolare, la sua produzione a tema ebraico, soggetto a lui caro e ricorrente nei diversi campi dove il suo genio ha trovato espressione. Nel corso della sua carriera, Luzzati ha infatti realizzato più di cinquecento scenografie per prosa, lirica e danza nei principali teatri italiani e stranieri, ha illustrato e scritto libri dedicati all’infanzia, eseguito pannelli, sbalzi e arazzi, e ha prodotto film d’animazione, ricevendo per ben due volte la nomination agli Oscar.
Curata da Sergio Noberini, Direttore del Museo Luzzati di Genova, e da Michela Zanon, Direttore del Museo Ebraico di Venezia e membro del Comitato Scientifico del MEIS, la mostra si articola in tre diverse sezioni: Vita, Colore, Fiabe. Vita, perché il mondo ebraico è vitale e gli ebrei italiani lo testimoniano quotidianamente, festeggiando con partecipazione le varie fasi dell’esistenza e del calendario ebraico, che Luzzati ha saputo raccontare con gioia e freschezza, ad esempio nelle grandi scenografie sul matrimonio, la sukkah e il Seder di Pesach, oltre che nelle illustrazioni per l’Hagaddah di Pesach. Colore, perché l’universo che l’artista racconta è vorticosamente animato da tinte rutilanti, come nelle tavole originali del film d’animazione “Jerusalem” (1991), e che sembrano permanere anche quando Luzzati lavora in monocromia, come testimoniano le immagini realizzate per i libri presenti in mostra, da “Golem” a “Le distese del cielo”, dalla storia del “Baal Shem Tov” di Isaac B. Singer a “Il Fabbricante di specchi” di Primo Levi. Infine Fiabe perché, che si tratti di storia, leggenda o racconto biblico, la dimensione è sempre quella fiabesca. Un genere di narrazione che troviamo anche nella produzione degli spettacoli teatrali, quali “Lea Lebovitz”, “Dibbuk” e “Golem”, dove materiali semplici e di uso quotidiano vengono rielaborati quasi magicamente in ambienti di trasfigurazione fantastica.
La curatrice Michela Zanon si augura che “ogni persona, adulto o bambino, percorrendo la mostra, sappia lasciarsi coinvolgere da queste fiabe dipinte e possa accostarsi al mondo ebraico così come Lele Luzzati lo ha voluto raccontare, trovando una propria chiave d’accesso per comprenderne un pochino di più i valori fondamentali”.
La mostra è promossa dalla Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – MEIS, curata dal Museo Luzzati/Nugae e realizzata con il contributo della Regione Emilia-Romagna, il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia e del Comune di Ferrara, dell’Università degli Studi di Ferrara, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e della Comunità Ebraica di Ferrara.

Orari di apertura:
Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Domenica: 10.00-18.00
In occasione della festa di Shavuoth, Mercoledì 4 e Giovedì 5 Giugno: chiuso
Aperture straordinarie
Domenica 27 Aprile: 10.00-21.00; da Lunedì 28 Aprile a Giovedì 1 Maggio: 10.00-20.00; Lunedì 2 Giugno: 10.00-18.00
Ingresso gratuito

LAVORI PUBBLICI – Gli interventi in programma dal 21 aprile al 4 maggio
Ormai conclusa la pavimentazione di piazza Trento Trieste. Al via nuove opere nel centro e nelle frazioni
18-04-2014

Questo l’elenco degli interventi e dei cantieri operativi o in fase di attivazione nel territorio comunale nel periodo dal 21 aprile al 4 maggio prossimi, condotti sotto la supervisione dei tecnici e degli operatori del Settore Opere pubbliche e Mobilità del Comune.

Maggiori informazioni e schede descrittive di alcuni di questi interventi sono disponibili sul sito http://mappaopere.comune.fe.it

AGGIORNAMENTO CANTIERI CENTRO STORICO

Ormai conclusa la pavimentazione di piazza Trento Trieste. Aggiornamento sugli interventi nell’ambito del Programma Speciale d’Area

Entro questo fine settimana piazza Trento e Trieste sarà liberata dalle transenne del cantiere e resa agibile per la quasi totalità della propria superficie. Per alcuni giorni (con pausa lavori tra il 20 e il 27 aprile) e fino all’inizio di maggio rimarrà infatti operativa una piccola zona di cantiere in testa alla piazza, sul lato che si affaccia su corso Martiri della Libertà, per completare la collocazione del porfido e il sistema di fittoni paracarri a scomparsa.

Nel sopralluogo svoltosi oggi, venerdì 18 aprile, in piazza Trento e Trieste l’assessore comunale ai Lavori pubblici, la responsabile Interventi straordinari strade Angela Ghiglione, il dirigente comunale Luca Capozzi e altri tecnici e operatori comunali – tra cui Enrico Pocaterra, Tiziana Coletta, Mary Minotti e Antonio Parenti – che hanno coordinato le varie fasi della riqualificazione, hanno fatto il punto della situazione non solo relativamente ai lavori della piazza ma anche del cantiere di Galleria Matteotti, ormai concluso tranne che per alcuni piccoli dettagli strutturali da ultimare dopo le festività pasquali.

A partire dal 28 aprile si procederà poi in piazza Trento e Trieste alla realizzazione dell’impianto di illuminazione che prevede faretti led nel lato della Cattedrale e in quello della chiesa di San Romano e pali alti 9 metri con corpi illuminanti per la parte centrale della piazza.

Sempre il 28 aprile è prevista, in mattinata, la riapertura al traffico di piazzale Medaglie d’Oro dove si è conclusa la posa della pavimentazione di porfido legata con resine speciali che necessitano un periodo di stabilizzazione.

Ancora nell’ambito dei progetti di riqualificazione previsti nel comparto del Centro storico e delle frazioni – ha anticipato l’assessore ai Lavori Pubblici – il 5 maggio è previsto l’avvio della posa del nuovo impianto di illuminazione pubblica in via Cortevecchia; il 9 maggio inizieranno invece i lavori di ripristino di piazza Cattedrale e del tratto confinante di corso Martiri (della durata di 4 settimane); mentre dalla metà dello stesso mese inizierà il cantiere relativo all’ampio intervento di riqualificazione di piazza Buozzi a Pontelagoscuro.

AVVIO NUOVI INTERVENTI

INTERVENTI STRADALI

Nuova pavimentazione in via Indipendenza

Inizieranno martedì 22 aprile i lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale in via Indipendenza, da via R. Maragno a via Bentivoglio. Saranno possibili modifiche alla viabilità per il tempo strettamente necessario all’esecuzione dell’intervento.
Si è invece concluso nella serata del 17 aprile l’intervento di ripavimentazione di via Bentivoglio, da via dell’Industria a corso del Popolo.

SICUREZZA STRADALE

Nuovi percorsi pedonali per aumentare la sicurezza nelle vicinanze degli istituti scolastici

Hanno preso il via nella giornata di oggi, venerdì 18 aprile, i lavori in via Grillenzoni per la realizzazione di un nuovo attraversamento pedonale rialzato a ridosso dell’area verde adiacente le scuole e per la manutenzione e l’adeguamento di quello già esistente.

Durante il periodo di esecuzione dei lavori è prevista la chiusura al transito nel tratto compreso tra via Bosi e via Severi.

L’opera rientra in un programma di cinque interventi progettati dall’Amministrazione comunale per la sistemazione e la messa in sicurezza di percorsi ciclo-pedonali esistenti e la realizzazione di nuovi percorsi al servizio di strutture scolastiche cittadine. I lavori sono stati impostati con il contributo e la collaborazione delle varie Circoscrizioni e della Fiab, con le quali sono state esaminate anche altre opere per la sicurezza al momento ancora in fase progettuale.

Questi gli altri interventi in programma:

– Via Giovanni XXIII: realizzazione del prolungamento del percorso ciclo-pedonale già esistente che sarà reso più sicuro e arriverà fino all’attraversamento pedonale a raso, di nuova realizzazione, per poi proseguire fino all’attraversamento pedonale esistente, protetto con un’isola di traffico salvagente, che verrà effettuata al centro della carreggiata.

– Via Borgo Punta: in corrispondenza dell’ingresso pedonale delle scuole sarà realizzato un attraversamento pedonale con conseguente abbassamento della quota del marciapiede e restringimento della carreggiata per ridurre la velocità dei veicoli in transito. Sarà inoltre realizzato il raccordo con il marciapiede di via Giovanni XXIII, tramite il rifacimento della rampa di accesso, con l’adeguamento delle pendenze (previsto lo spostamento della fermata bus),

– Via Don Zanardi: realizzazione di percorsi pedonali delimitati con linea di margine continua su entrambi i lati della carreggiata a ridosso delle abitazioni, per garantire un adeguato spazio dedicato al transito dei pedoni, in condizioni di sicurezza. Previsto anche il rifacimento dell’attraversamento pedonale già presente, in corrispondenza dell’ingresso al plesso scolastico, e la regolamentazione della sosta entro gli spazi.

Questi tre interventi saranno realizzati in successione a partire dalla fine del mese di maggio.

– Via Portogallo: messa in sicurezza dell’accesso pedonale laterale all’edificio delle Scuole Don Milani, con posa di spartitraffico al centro della carreggiata, a protezione dell’attraversamento pedonale ed adeguamento delle pendenze dei marciapiedi corrispondenti.

L’intervento sarà realizzato entro la fine dell’estate.

Tutti gli interventi saranno corredati dalla posa della segnaletica verticale indicante l’istituzione del limite di velocità imposto a 30 Km orari, prevista anche per ulteriori zone residenziali cittadine nell’area a nord ovest di via Giovanni XXIII e di via Borgo Punta e a sud est, tra le vie Copparo, Borgo Punta e via Giovanni XXIII.

Saranno inoltre eseguiti interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Nuova segnaletica a rafforzamento della sicurezza stradale

Sono in fase d’avvio alcuni interventi di incremento delle segnaletica per il rafforzamento della sicurezza stradale:

– via Viazza: rafforzamento, con segnaletica verticale e luminosa, della visibilità della curva di fronte a civico 6,

– Borgo Scoline: messa in sicurezza, con segnaletica verticale luminosa e segnaletica orizzontale, dell’attraversamento pedonale al centro della località,

– viale XXV Aprile: nuova segnaletica verticale ed orizzontale per la messa in sicurezza dei vialetti di raccordo tra i due sensi di marcia,

– via Fulvio Testi (tratto da viale Belvedere a viale XXV Aprile): istituzione di divieto di sosta, lato civici dispari, e realizzazione di nuovo attraversamento pedonale in prossimità del Parco Zaccagnini

Per l’esecuzione degli interventi resterà garantito il transito veicolare, con eventuali restringimenti della carreggiata; non sono previste deviazioni nè chiusure.

SEGNALETICA

Posa di nuova segnaletica a seguito di riasfaltature

Prenderanno il via lunedì 28 aprile, salvo avverse condizioni meteo, i lavori di posa della segnaletica stradale orizzontale e complementare, a seguito di recenti interventi di asfaltatura, in:

viale Belvedere, da corso Porta Po a via Tumiati escluso,
via Porta Catena, da viale Po escluso a via Tumiati escluso,
via Oroboni, da via Bianchi a viale Po escluso + laterali,

area di parcheggio del motovelodromo interna a via Bianchi,
viale 25 Aprile lato nord,
via Cittadella, da corso Porta Po escluso a viale Cavour escluso,
via Caldirolo, via Gramicia
via Pomposa, da via Pioppa a via Buriani,
via Comacchio in località Cona,
via Bagaro, da via Arianuova a via Orlando Furioso,
via Orlando Furioso, da via Bagaro a via Azzo Novello,

via Tumiati lato Nord, da via Orlando Furioso a via Porta Catena

piazzale Partigiani d’Italia

Saranno inoltre posati marker solari incassati nell’area della rotonda di via Caldirolo – via Pomposa
e nei percorsi pedonali di viale Belvedere – p.le Partigiani; della nuova Chiesa di via Comacchio; della chiesa di Malborghetto di Boara; e di via Porta Catena.

Per l’esecuzione degli interventi non è prevista la chiusura al transito delle vie interessate, ma saranno possibili rallentamenti della circolazione.

AGGIORNAMENTI DAI CANTIERI IN CITTA’

INTERVENTI STRADALI

Nuova pavimentazione in porfido in piazzale Medaglie d’Oro

E’ prevista per lunedì 28 aprile, in mattinata, la riapertura al traffico di piazzale Medaglie d’Oro dove si è conclusa la posa della pavimentazione di porfido legata con resine speciali che necessitano un periodo di stabilizzazione.

Resta in vigore fino al 28 aprile il divieto di transito per i veicoli nell’area pavimentata in porfido.

– MODIFICHE ALLA VIABILITA’ E PERCORSI CONSIGLIATI:

Nelle vie limitrofe a piazzale Medaglie d’Oro è presente la segnaletica provvisoria indicante le deviazioni della circolazione. In particolare: per i veicoli provenienti da corso Giovecca è obbligatoria la svolta a destra (prima della Prospettiva) in via Caneva, dove è presente il senso unico di marcia con direzione da corso Giovecca verso via Cisterna del Follo. Per i veicoli provenienti da viale Alfonso I d’Este rimane invariato l’obbligo di svolta a destra in direzione via Pomposa, mentre per quelli in arrivo da via Pomposa e via Caldirolo è obbligatoria la svolta a destra in Rampari di San Rocco. Infine per i veicoli circolanti in Rampari di San Rocco con provenienza da corso Porta Mare è presente la segnalazione di ‘strada senza uscita’ all’intersezione con via Fossato di Mortara.

– DEVIAZIONI DI PERCORSO PER ALCUNE LINEE BUS URBANE ED EXTRAURBANE (nota a cura di Tper)

Fino al termine dei lavori stradali in piazzale Medaglie d’Oro alcune linee urbane ed extraurbane Tper saranno deviate su percorsi alternativi. Le linee interessate dalle deviazioni sono le urbane 1, 6, 7, 9, 13 e 21, il servizio scolastico “Scuole Medie Dante – Bonati”, le linee supplementari scolastiche 392, 394 e 399 ed i collegamenti extraurbani 310, 312, 314, 320, 321, 322, 326, 323, 331, 340, 341, 342, 344, 345.

Il dettaglio completo dei percorsi alternativi è consultabile sul sito internet di Tper, www.tper.it, nella sezione Notizie, al link www.tper.it/lavorife. Sono inoltre presenti cartelli informativi alle fermate temporaneamente soppresse e a quelle provvisoriamente istituite sui percorsi alternativi

In via Bologna la riqualificazione del piazzale antistante la cappella Revedin

Sono in corso i lavori per la riqualificazione del piazzale antistante la cappella Revedin, dove al momento si sta procedendo con i lavori di realizzazione dei nuovi sottofondi nell’area del parcheggio e dei marciapiedi.

L’intervento prevede la creazione, nell’area attualmente sterrata, di un piazzale di circa 1.500 metri quadri pavimentato con masselli autobloccanti e utilizzabile sia per la sosta, con 70 posti auto, sia per manifestazioni o mercati.

Lo slargo sarà contornato da ampi marciapiedi e avrà il proprio ingresso carrabile da via Gaetano Recchi, grazie alla creazione di una breve strada interna asfaltata. All’interno dei marciapiedi perimetrali saranno realizzate otto aiuole oltre ad alcune panchine.

L’area sarà inoltre dotata di un nuovo impianto di pubblica illuminazione con lampade d’arredo, in continuità con il recente intervento di riqualificazione di via Bologna.

Tra gli intenti dell’opera vi è quello di dotare la zona di un nuovo parcheggio per favorire lo scambio modale con il trasporto pubblico.

L’importo complessivo dell’opera è di 400mila euro.

L’ultimazione complessiva dell’opera è prevista entro il prossimo mese di giugno.

Ripristino dei marciapiedi di viale Cavour

Sono in corso i lavori di rifacimento del tappeto d’asfalto dei marciapiedi di viale Cavour, con la rimozione della pavimentazione esistente e a seguire la stesura del nuovo conglomerato. L’ultimazione complessiva dei lavori è prevista entro il prossimo mese di maggio.

Ripavimentazione di via Fossato dei buoi con chiusura al transito

Sono in corso in via Fossato dei buoi i lavori di rifacimento della pavimentazione in pietra naturale.

L’intervento si svilupperà in tre fasi: durante la prima è prevista la rimozione del marciapiedi esistente e della pavimentazione della strada a cura del Comune di Ferrara; nella seconda, (attualmente in via di conclusione) a cura di Hera Spa, è previsto il rifacimento della rete fognaria e della rete idrica; e infine nella terza, a cura del Comune, al via dal 5 maggio è in programma il rifacimento del marciapiedi e della pavimentazione della strada.

Per permettere l’esecuzione degli interventi, la via rimarrà chiusa al transito fino al termine dei lavori.

LAVORI DI ASFALTATURA A CURA DI HERA

Prosegue, a cura di Hera, l’esecuzione di una serie di lavori di riasfaltatura per il ripristino di strade interessate nei mesi scorsi da interventi alle reti dei sottoservizi.

Le vie interessate dai lavori, con possibili interruzioni e modifiche della viabilità, sono:

– via C. Mayr (tratto da via Porta San Pietro a via Alfonso I d’Este)

al via dal 28 aprile:

– viale Krasnodar (tratto da via De Santis a via I. Nievo)

– via Cassoli (di fronte alla sede dell’Usl)

– via Carducci (da via Labriola a via Collodi)

SEGNALETICA

Manutenzione della segnaletica in una serie di vie del territorio comunale

Proseguiranno fino al 31 maggio prossimo i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria della segnaletica stradale per il miglioramento della viabilità in una lunga serie di strade dell’intero territorio comunale.

Queste alcune delle vie interessate dai lavori:

– Segnaletica orizzontale:

via Colombarola

via Foro Boario da via Bologna a via Bonafini

via Modena da via Due Abeti a via Marconi

via Ponte Ferriani

via Via Cassoli solo pista ciclabile

via Vittorio Veneto

via Caldirolo da via Della Fornace a via Aducco (solo cordolatura gialla nera pista ciclabile(

via Santa Margherita dal civ 113 al civ 293 (solo cordolatura pista ciclabile)

via Santa Margherita civ 289 chiesa di Malborghetto (attraversamento pedonale)

via Calzolai scuola elementare Malborghetto (attraversamento pedonale)

via Bentivoglio civ 158 e Dell’Indipendenza civ 44 (attraversamenti pedonali scuola elementare e materna)

via Picelli e via Nenni (attraversamenti pedonali scuola materna)

via Costituzione (attraversamento pedonale semaforizzato giardini grattacielo)

via IV Novembre intersezione via Fortezza (attraversamento pedonale)

via IV Novembre intersezione via Costituzione-viale Cavour (attraversamento pedonale semaforizzato)

– Segaletica luminosa

via Eridano intersezione con rotonda via Diamantina-Ferrari

– Segnaletica complemetare

rotonda via Bianchi-Tumiati-Porta Catena (marker in vetro)

rotonda via Trenti-Arginone

Altri lavori di ripristino della segnaletica, a seguito di interventi di asfaltatura già completati, saranno eseguiti, sempre entro il 31 maggio prossimo in:

– via Pomposa;

– via Comacchio;

– via Caretti;

– via Giraldi;

– via Fabbri da via Goretti a via Bologna;

– via Fabbri da via del Campo a via Goretti;

Interventi di manutenzione della segnaletica orizzontale di isole rialzate, rotatorie e centri abitati su strade provinciali e statali

E’ invece prevista entro il 13 giugno prossimo la conclusione del programma di rifacimento della segnaletica orizzontale di isole rialzate, rotatorie e centri abitati su strade provinciali e statali. Queste le aree interessate, per le quali non è prevista la chiusura al traffico:

Centro abitato di Cona (via Comacchio da via Tambellina all’inizio del guard-rail in prossimità di via A. Zamboni)

Centro abitato di Quartesana (via Comacchio)

Centro abitato di Cocomaro di Cona (via Comacchio)

– SP. 19 –

Centro abitato di Casaglia (via Ranuzzi)

Centro abitato di Ravalle (via Beccari)

Centro abitato di Porporana (via Martelli)

– SP. 22 –

Centro abitato di San Bartolomeo in Bosco (via Masi e via Frasbalda)

Centro abitato di S.Egidio (via Bassa) da via Brigata Partigiana Babini direzione verso San Bartolomeo, fino a termine della località

Centro abitato di S.Egidio – Gaibanella (via Brigata Partigiana Babini)

Centro abitato di Gaibanella (via Palmirano) da via Ravenna al termine della località

Centro abitato di Codrea (via Tambellina)

Centro abitato di Cona (via Tambellina)

Centro abitato di Contrapò (via Castalda)

– SP. 20 –

Centro abitato di Contrapò (via Massafiscaglia)

Centro abitato di Pontegradella (via Pontegradella)

– SS 16 –

Centro abitato di Pontelagoscuro (via Padova), comprese le aree semaforiche all’intersezione con le vie: delle Bonifiche (solo i tratti di canalizzazione), Marconi (solo i tratti di canalizzazione e lato verso la città zebratura fino alla via Maragno)

– SP. 65 –

Centro abitato di Gaibanella (via Ravenna)

Ulteriori programmi di interventi, in corso di realizzazione, riguardano poi il rifacimento della segnaletica orizzontale di una serie di aree di carico e scarico e di sosta per invalidi nel territorio comunale e il tracciamento della segnaletica orizzontale delle fermate urbane del trasporto pubblico e delle corsie preferenziali/riservate bus.

Per tutti gli interventi relativi alla segnaletica non è prevista la chiusura al transito delle vie interessate, ma saranno possibili rallentamenti della circolazione.

EDIFICI E BENI CULTURALI E MONUMENTALI

Manutenzione straordinaria delle Mura estensi:

– Mura nord

Prosegue con i lavori alle Mura del tratto nord l’attuazione del Progetto di restauro conservativo e riqualificazione di tratti delle antiche Mura estensi. L’intervento riguarda la parte della cortina muraria “rossettiana” da cui è iniziata l’opera di restauro del primo Progetto Mura (FIO 1986), e in particolare il tratto compreso tra il quinto e l’ottavo torrione, con al centro l’antica Porta degli Angeli. In programma interventi di verifica, consolidamento strutturale e restauro conservativo del paramento murario verticale su entrambi i lati (lato vallo e lato terrapieno) e della muratura di sommità con interventi di stuccatura di protezione.

AGGIORNAMENTO: Gli interventi sono stati completati nella porzione di mura compresa fra l’ottavo torrione e la Porta degli Angeli e sono ora in corso nel tratto fra la Porta degli Angeli e il quinto torrione

– Baluardo di San Giorgio

Nell’ambito dei lavori di manutenzione al baluardo di San Giorgio è stata completata la pulizia della sommità del barbacane, con l’abbattimento e la rimozione di tutti gli alberi ad alto fusto presenti e della vegetazione spontanea, e con lo sfalcio dell’erba. E’ stato eseguito uno scavo di sbancamento, per portare la terra al livello della sommità muraria ed è stata demolita la muratura di sommità danneggiata. Si è quindi provveduto al rifacimento della cordolatura di mattoni speciali pieni e della relativa copertina di sommità.

Sul paramento verticale sono state già completate la sostituzione dei mattoni decoesi, la pulizia con idrolavaggio di tutta la superficie, il rifacimento della stuccatura del parapetto del barbacane e la pulizia delle superfici lapidee presenti negli angoli del barbacane, con la relativa integrazione delle parti mancanti.

AGGIORNAMENTO: Sui lati di via Porta Romana e via Bartoli è stato rimosso il ponteggio e si sta ora procedendo alla realizzazione del percorso ciclopedonale sulla via Bartoli con gli stessi materiali già utilizzati in via Marco Polo, per completare il collegamento protetto tra le mura est e sud. L’intervento si concluderà con il restauro del paramento murario sul lato dell’area verde di via Bartoli.

Recupero del Baluardo dell’Amore
I lavori di recupero e restauro del Baluardo dell’Amore sono ripresi con le opere necessarie al restauro della porta sul lato verso San Giorgio e dei paramenti murari delle strutture della torre (ossia l’antica Porta d’Amore).

Restauro di Casa Minerbi-Dal Sale

Prosegue l’opera di restauro di Casa Minerbi-Dal Sale mirata a recuperare le sale del pian terreno, da adibire a biblioteca dell’Istituto di Studi Rinascimentali, e il loggiato, destinato a sala conferenze e riunioni. Al piano superiore le sale di quella che fu la casa di Giuseppe Minerbi saranno sottoposte a un’attenta e capillare opera di revisione e manutenzione di quanto realizzato da Piero Bottoni nel restauro voluto, appunto, da Giuseppe Minerbi. L’intervento, coordinato da Carla Di Francesco, direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna con la collaborazione dell’arch. Keoma Ambrogio della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Ravenna, è progettato e diretto dagli architetti Costanza Cavicchi e Francesca Pozzi per la parte architettonica e dallo Studio Step per la parte relativa agli impianti.

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Nuovo impianto di pubblica illuminazione di piazza Trento Trieste

Il progetto prevede il totale rifacimento dell’illuminazione della piazza, che comprenderà un impianto per l’illuminazione del listone centrale e delle zone di percorrenza perimetrali, e un impianto di illuminazione architetturale, che interesserà le facciate esterne degli edifici storici di interesse culturale, prospicienti la piazza.

Entro la settimana sarà completato l’impianto di illuminazione provvisorio della Piazza, realizzato con faretti collegati all’impianto di pubblica illuminazione esistente.

Dal 28 aprile inizieranno le opere di posa dei faretti a pavimento per l’illuminazione del portico del Duomo e la posa delle linee per l’alimentazione dei nuovi punti luce della piazza.

Lavori di adeguamento impiantistico della pubblica illuminazione: impianti alimentati in derivazione

Entro la prossima settimana è previsto il completamento e l’accensione dell’impianto di pubblica illuminazione del sottopasso di via Coronella (al Km 42).

L’impianto del centro abitato di Monestirolo è ultimato.

Nelle prossime settimane saranno realizzati alcuni interventi aggiuntivi, tra cui la posa di 2 nuovi punti luce in via della Pesca, il rifacimento dell’impianto dell’intera via Prati e l’aggiunta di un punto luce in corrispondenza dell’incrocio tra via Prati e la Statale 16.

Lavori di adeguamento impiantistico in via Marconi

I lavori di posa del nuovo impianto di pubblica illuminazione in via Marconi nel tratto tra via Michelini e via Padova, sono ultimati. I tecnici sono in attesa della fornitura Enel per l’accensione del nuovo impianto e la rimozione di quello esistente.

Lavori alla pubblica illuminazione a cura di Hera

– Sono stati completati i lavori per la manutenzione straordinaria ed il potenziamento dell’impianto di pubblica illuminazione nel centro abitato di Marrara.

I lavori hanno interessato via Froldo, via del Vescovo e l’area verde di via del Vescovo di fronte alla banca. Complessivamente sono stati rifatti 25 punti luce, con nuovi sostegni, nuovi apparecchi illuminanti ad alta efficienza e nuove linee di alimentazione.

– Sono stati completati i lavori di rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione di via Ravenna, all’ingresso del centro cittadino fino a via della Berta. Complessivamente sono stati rifatti 12 punti luce, con nuovi sostegni, nuovi apparecchi illuminanti ad alta efficienza e nuove linee di alimentazione.

– Sono in corso di esecuzione i lavori per la manutenzione straordinaria ed il potenziamento dell’impianto di pubblica illuminazione nel centro abitato di Albarea.

I lavori interesseranno gli impianti di pubblica illuminazione di: via Pomposa in corrispondenza dell’incrocio con via Pacchenia; via Pacchenia; via Massafiscaglia in corrispondenza del centro abitato di Albarea; via Castelfidardo; e via Ponterigo. Complessivamente saranno interessati 70 punti luce, per i quali sono previsti nuovi sostegni, nuovi apparecchi illuminanti ad alta efficienza e nuove linee di alimentazione.

Nella zona centrale di Marrara interventi di potenziamento della pubblica illuminazione

Sono in via di completamento i lavori per la manutenzione straordinaria ed il potenziamento dell’impianto di pubblica illuminazione presente nella zona centrale della frazione di Marrara. I lavori comprendono la sostituzione di pali e apparecchi illuminanti in via Froldo, in via del Vescovo e nell’area verde di via del Vescovo di fronte alla banca.

L’esecuzione dei lavori è a cura di Hera Luce.

EDILIZIA SOCIALE, SCOLASTICA E SPORTIVA

Tra via Mambro e via Krasnodar aperto il cantiere della nuova scuola d’infanzia Aquilone

Sono in corso i lavori di realizzazione della nuova scuola d’infanzia Aquilone finanziata con fondi Regionali per la ricostruzione post-sisma.

La durata prevista per i lavori, aggiudicati all’impresa Arco Costruzioni di Ravenna, è di 180 giorni, per una spesa complessiva di 1.850.160 euro.

AGGIORNAMENTO: L’impresa sta lavorando alla realizzazione della platea di fondazione. L’armatura in ferro sarà completata entro mercoledì 23, e già oggi, venerdì 18 aprile, sarà fatto il primo getto di calcestruzzo per metà della platea.

Dopo la maturazione del calcestruzzo sarà realizzato il vespaio, nello stesso tempo sarà realizzata la recinzione definitiva.

LA SCHEDA
Articolata su un unico piano, con ampie vetrate sul giardino circostante e in linea con i più moderni accorgimenti di sostenibilità ambientale. Questa la nuova scuola d’infanzia comunale Aquilone secondo il progetto elaborato dal Servizio Edilizia del Comune. La struttura troverà spazio in un’area verde di 4.200 mq, tra le vie Mambro e Krasnodar, a poche centinaia di metri dalla vecchia scuola, resa inagibile dal sisma del maggio 2012 e attualmente funzionante all’interno di moduli temporanei in via Nievo.
A seguito di verifiche e valutazioni, i tecnici dell’Amministrazione comunale hanno infatti ritenuto più funzionale e vantaggiosa l’ipotesi della costruzione ex novo di una struttura in grado di ospitare i cento allievi dell’Aquilone. Tenendo conto inoltre delle prescrizioni della Regione che richiedono di localizzare le nuove strutture scolastiche nei pressi di quelle esistenti per promuoverne l’integrazione funzionale, si è optato per l’accorpamento con il nido comunale Costa di via Praga, per dar vita a una struttura unificata ospitante i due diversi servizi educativi e poter così continuare a rispondere alle esigenze di quell’area della città.
Il nuovo edificio sarà composto da quattro sezioni con relativi dormitori, spazi comuni e una zona servizi con cucina, spogliatoi e uffici. Avrà una configurazione a corte aperta, concepita
per essere in continua relazione con il giardino circostante, attraverso ampie superfici vetrate in grado di creare un tutt’uno tra spazi interni ed esterni. Quasi tutti locali avranno infatti doppi affacci per una migliore illuminazione.
La struttura, dotata di ampie dimensioni sia in termini di superfici che di altezze, sarà organizzata in due zone, la prima con una sala centrale che darà accesso alle sezioni, e la seconda costituita da cucina, spogliatoi e uffici. L’ingresso al fabbricato sarà su via Mambro, con accesso diretto al salone centrale attraverso una bussola.
Grande attenzione è stata riservata in fase di progettazione anche al rispetto delle norme antisismiche e dei criteri di sostenibilità ambientale, con partizioni interne a secco, in legno, ad alto isolamento termico, serramenti ad alte prestazioni, uso passivo di energia rinnovabile tramite pannelli solari fotovoltaici, impianto di recupero delle acque piovane da riutilizzare per gli scarichi wc e per l’irrigazione del giardino e impianto di ventilazione meccanica con recuperatori di calore.

L’impianto di riscaldamento sarà a pompa di calore a pannelli radianti a pavimento, mentre l’impianto elettrico avrà corpi illuminanti a led, che permettono un notevole risparmio rispetto alle lampade elettroniche, e il sistema sarà in grado di regolare automaticamente le accensioni rispetto all’illuminamento interno cosi da ridurre al minimo inutili consumi di energia elettrica.

Le pavimentazioni saranno in legno per le sezioni, in ceramica per bagni e antibagni, linoleum per il salone per le “attività libere” e gres per la zona servizi.

Ripristino post-sisma della scuola Ercole Mosti

Sono in corso i lavori di ripristino e miglioramento strutturale anti-sismico della scuola elementare Ercole Mosti di via Bologna, gravemente danneggiata dal sisma del maggio 2012.

L’intervento prevede: inserimento a livello del solaio del sottotetto di tiranti metallici; miglioramento dei collegamenti dell’orditura lignea del tetto con piastre e barre metalliche; costruzione di nuove pareti interne per aumentare la resistenza al sisma del fabbricato; consolidamento dei solai lignei; consolidamento delle pareti dell’androne al piano terra tramite intonaco armato su entrambe le facce; riparazione dei danni causati dal sisma (lesioni su archi e architravi); sostituzione dei controsoffitti pesanti in arelle con controsoffitti in cartongesso.

Sono già stati eseguiti i lavori di demolizione, di rinforzo degli architravi delle finestre e delle porte, di rinforzo delle fondazioni, di ricostruzione delle pareti interne, di consolidamento dei solai e delle pareti dell’androne e di posa dei ponteggi esterni.

Sono attualmente in corso lavori di iniezione di resine sugli archi e di formazione delle tracce per la posa dei tiranti metallici.

EDILIZIA PUBBLICA

Ristrutturazione del centro sociale “La Ruota” di Boara

Sono in corso i lavori per la ristrutturazione del centro sociale “La Ruota” di Boara. In programma opere edili e impiantistiche per il ripristino di parte del fabbricato adiacente all’attuale sede del centro.

INTERVENTI A CURA DI HERA

Lavori alle reti gas, idrica, fognaria e del teleriscaldamento

Proseguono gli interventi, a cura di Hera, per la posa di condotte fognarie in via del Bosco (a San Bartolomeo in Bosco) e a Boara in: via Pasetta, nel tratto da via Santa Margherita a via Viazza, via Virgili, via Viazza, via Calzolari, via Riminalda, via Modestino, via Bregola e via Tumaini.

In corso anche i lavori di potenziamento della rete fognaria nell’area Rivana.

OPERE DI PROTEZIONE DELL’AMBIENTE

A Boara un nuovo impianto fognario all’avanguardia

Sono in corso a Boara, per iniziativa di Comune ed Hera, i lavori di realizzazione del nuovo impianto fognario che entrerà in funzione dalla fine della prossima primavera. Si tratta di un investimento di 750mila euro per l’installazione di un innovativo sistema basato sul ‘funzionamento in depressione’ che, tramite la produzione del vuoto e il funzionamento di apposite valvole di regolazione, è in grado di aspirare i reflui raccolti dalle condotte. La scelta progettuale di adottare un sistema fognario in depressione consente di intercettare la fognatura esistente dal centro abitato e dall’area di recente espansione, nella parte sud della frazione, creando un sistema unico e centralizzato che aumenti l’efficienza di controllo da parte dei tecnici Hera e contribuisca a migliorare le condizioni ambientali. Altro obiettivo del progetto è quello di creare per tutta la frazione una soluzione di collettamento unica, elastica e durevole, che consenta di collegare in un prossimo futuro un numero assai maggiore di utenze rispetto a quello attuale. La conclusione dei lavori è prevista entro il mese di maggio 2014.

VERDE PUBBLICO

Aree gioco rimesse a nuovo in dodici parchi cittadini

Sono in corso gli interventi di riqualificazione previsti dall’Ufficio Verde del Comune per una serie di spazi gioco all’interno di aree verdi e parchi scolastici del territorio comunale. I lavori consentiranno sia la fornitura di nuovi giochi sia la posa di nuovi prati sintetici ‘smorza cadute’ per ovviare all’inconveniente del continuo deterioramento del manto erboso attorno alle strutture di gioco.

Le aree interessate dagli interventi sono quelle dei parchi della scuola d’infanzia Casa del Bambino (lavoro già ultimato), della scuola primaria Poledrelli (lavoro già ultimato) e della scuola d’infanzia Bianca Merletti (lavori attualmente in corso), nel territorio della Circoscrizione 1; dei parchi di via Bagni e di via Grillenzoni nella Circoscrizione 2; dei parchi delle scuole d’infanzia INA Barco, Pontelagoscuro e La Mongolfiera e del parco di via Manferdini nella Circoscrizione 3; e infine quelle dei parchi di via Giglioli-via Travagli, di via dei Gladioli e di via Calzolari nella Circoscrizione 4.

AGGIORNAMENTO: I lavori di riqualificazione delle aree gioco proseguono nell’area di via Gladioli a Malborghetto, per spostarsi poi alla scuola d’infanzia di Pontelagoscuro.

Le operazioni di sfalcio dell’erba

Sono in corso, nelle aree di verde pubblico cittadino, le operazioni di sfalcio dell’erba curate da Amsefc spa, sotto la supervisione dei tecnici dell’Ufficio Verde del Comune di Ferrara.
Il programma delle operazioni riguarderà sia il centro città sia le aree del forese.

Queste le vie e aree interessate dai lavori di sfalcio nei prossimi giorni:

sottomura

centro città

parco Massari

PMI

viale IV Novembre

via Darsena

piazzale Medaglie d’Oro

viale Cavour

via Cavo Ducale

via Rottole, via Masi, via Frasbalda, via Cervella, via Vallicelle,

via Spinazzino

via Sgarbata

via Pandolfina

piazza Ariostea

via Fabbri, via Putinati

via Penavara

via Olmo

via Pola, via Martinelli

via Rampari di San Paolo

via San Giacomo

via Gambone

piazza Repubblica

via Stanga

via Cembalina

Casa Romei

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi