Home > COMUNICATI STAMPA > Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 22 maggio

Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 22 maggio

Tempo di lettura: 20 minuti

da: ufficio stampa Comune di Ferrara

La newsletter del 22 maggio 2014

UFFICIO ELETTORALE – Le modalità per accedere alle consultazioni europee e amministrative del 25 maggio
Elezioni 2014, tutte le informazioni sulle pagine internet comunali
22-05-2014

Quando e dove si vota? Quante liste si presentano e chi sono i candidati? Come si esprimono le preferenze? Quali le modalità per il trasporto ai seggi degli elettori in difficoltà motoria? A queste e ad altre domande sulle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio (seggi aperti dalle 7 alle 23) offre risposta il sito internet del Comune di Ferrara alla pagina http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=1735 predisposta dall’Ufficio Elettorale.

Sempre dalle pagine del sito internet del Comune di Ferrara (www.comune.fe.it) sarà possibile seguire lo spoglio delle schede elettorali a partire dalla chiusura dei seggi (spoglio schede europee dalle 23 del 25-5-14, spoglio schede amministrative dalle 14 del 26-5-14)

COME SI VOTA [attenzione a chi indica preferenze sulle schede: ci deve essere alternanza di genere]: http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=6871

Questo il numero di cittadini elettori del Comune di Ferrara

– ELEZIONI EUROPEE
Maschi 50.991 – Femmine 58.414 TOT. 109.405

– ELEZIONI COMUNALI
Maschi 51.721 – Femmine 59.099 TOT. 110.820

N.B.: per le elezioni europee il numero è inferiore perchè i residenti all’estero nei paesi UE votano nel paese di residenza estera.

UFFICIO STAMPA DEL COMUNE – L’Ufficio Stampa del Comune di Ferrara ha predisposto anche in questa consultazione elettorale una sala stampa al servizio dei giornalisti nella residenza municipale (Sala Zanotti).

Per informazioni: Ufficio Elettorale via Fausto Beretta, 19 – Ferrara tel. 0532 419733 – fax 0532 419703

oppure URP Informacittà di via Spadari 2/2 – Ferrara tel. 0532 419770 (cliccare su nome ufficio per orari di apertura)

(Comunicato di Cronacacomune del 21-5-14)

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Incontro del ciclo ‘La Grande Guerra’ venerdì 23 maggio alle 17
Il movimento operaio europeo di fronte al primo conflitto mondiale
22-05-2014

Sarà dedicato agli effetti del primo conflitto mondiale sull’internazionalismo socialista il nuovo incontro del ciclo ‘La Grande Guerra e il Novecento europeo’ in programma venerdì 23 maggio alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. A parlarne sarà Michele Nani.
La rassegna di appuntamenti promossa dall’Istituto Gramsci e dall’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara proseguirà con una serie di incontri mensili fino al novembre prossimo, con cui si cercherà, negli intenti degli organizzatori, di approfondire il significato di quel tragico evento che inaugurò ‘il secolo breve’ e fu causa di cambiamenti sconvolgenti per l’Europa del Novecento.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Consolidatosi in Europa nell’ultimo quarto del XIX secolo, il movimento operaio, cioè l’insieme delle associazioni e organizzazioni legati a vecchi e nuovi mondi del lavoro, assunse una caratterizzazione democratica e socialista. Presupposto della lotta per l’emancipazione economica e politica fu una tensione solidale che si allargava fino all’internazionalismo e al rifiuto delle guerre. La costituzione della “Prima” (1864) e poi della “Seconda” (1889) Internazionale dei lavoratori furono l’espressione istituzionale di questa nuova fratellanza proletaria. Dopo lo scontro franco-prussiano e la nascita del nuovo Reich tedesco (1870), l’Europa attraversò una fase considerata “pacifica”, anche se segnata da guerre esterne (coloniali) o periferiche (ad es. nei Balcani). Dopo l’offensiva pacifista di massa del 1912, i nuovi venti di guerra del 1914 rappresentarono una messa alla prova dell’internazionalismo socialista. Sorpresa dal rapido corso degli eventi l’Internazionale si rivelò impotente e in assenza di iniziativa politica il proletariato europeo seguì i propri governi e si divise lungo linee nazionali, giungendo a contrapporsi armi in pugno nelle battaglie e nelle trincee. Le “unioni sacre” contribuirono a far divampare il nazionalismo e il socialismo andò incontro a una profonda scissione, approfondita della rivoluzione russa del 1917 e dalla radicalizzazione che la tragica esperienza di guerra determinò in vasti settori sociali.

INIZIATIVA DI SOLIDARIETA’ – A cura dell’ANT domenica 25 maggio alle 17 nella sede del Country Club, in via A. Chiorboli 366, a Fossadalbero
Un’asta per donare dignità alla vita
22-05-2014

Domenica 25 maggio alle 17, nella sede del Fossadalbero Country Club (Ferrara), è in programma la 5.a edizione dell’asta di solidarietà per ANT “Oggetti preziosi per donare dignità alla vita”. L’iniziativa benefica aperta a tutta la città, organizzata dalla Fondazione ANT Italia Onlus in collaborazione con l’assessorato al Commercio e alle Attività Produttive del Comune di Ferrara, è stata presentata ufficialmente questa mattina, giovedì 22 maggio, in residenza municipale dall’assessora comunale al Commercio e alle Attività produttive, dalla coordinatrice Promozione Nazionale Fondazione ANT Denis Dall’Olio, dal delegato di Ferrara Fondazione ANT Italo Mosca insieme alle collaboratrici Costanza Canella e Ilaria Zeri, al direttore del Fossadalbero Country Club Marco Beccati e al battitore dell’asta Stefano Bottoni, direttore artistico del Ferrara Buskers Festival.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)

E’ diventata ormai un appuntamento annuale la tradizionale asta benefica che la Delegazione di Ferrara della Fondazione ANT organizza in collaborazione con l’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Ferrara e che quest’anno si terrà domenica 25 maggio alle 17, nella splendida cornice della villa estense sede del Country Club, in via A. Chiorboli 366, a Fossadalbero.

Stefano Bottoni, ideatore e direttore artistico di Ferrara Buskers Festival, batterà all’asta i 90 lotti, generosamente donati dalle realtà produttive del territorio. La scelta per il pubblico è molto vasta e variegata: si spazia dal vino di pregio ai gioielli, dalle macchine fotografiche con ottiche intercambiabili ai quadri d’autore, dall’abbigliamento uomo e donna alle borse, dagli occhiali da sole ai buoni per sedute dal parrucchiere, e molto altro. Il catalogo dei lotti all’asta è consultabile anche online, su www.ant.it .

L’ingresso all’evento è gratuito e aperto a tutti. Il pomeriggio si concluderà con un buffet, offerto da Mattarelli Vini e Panificio Cappelli. Tutto il ricavato andrà a sostegno dell’assistenza oncologica domiciliare gratuita che la Fondazione ANT offre sul territorio di Ferrara dal 1987, grazie al lavoro di tre medici, un infermiere ed uno psicologo. Nel calore della propria casa e tra gli affetti di sempre, i sofferenti di tumore assistiti da ANT ricevono cure specializzate e gratuite, 365 giorni l’anno, con uno standard pari a quello ospedaliero.

Referente: Costanza Canella , Responsabile Comunicazione Delegazione ANT di Ferrara,cell. 348 3102760

Profilo Fondazione ANT – La Fondazione ANT Italia Onlus opera in nome dell’Eubiosia (vita in dignità). Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito, in modo completamente gratuito, circa 100.000 Sofferenti oncologici (dato aggiornato al 31 dicembre 2013). In 9 diverse regioni italiane, oltre 4.000 malati vengono assistiti ogni giorno a domicilio da 20 équipes di operatori sanitari ANT che assicurano, al Malato ed alla sua Famiglia, tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale. Sono complessivamente più di 400 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari e funzionari) cui si affiancano circa 1.800 Volontari, iscritti nel registro ANT. Il supporto affronta ogni genere di problema nell’ottica del “benessere globale” del Malato. La Fondazione ANT è inoltre fortemente impegnata nella prevenzione oncologica, con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Nell’ambito del solo Progetto Melanoma, che ha preso il via nel 2004, sono stati visitati 75.172 pazienti in 68 diverse province italiane (dato aggiornato al 31 dicembre 2013). Le campagne di prevenzione si attuano sia presso strutture sanitarie offerte gratuitamente ad ANT, sia negli ambulatori ANT, sia all’interno dell’ambulatorio mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare sul territorio visite di prevenzione nell’ambito dei vari progetti ANT. La Fondazione ANT opera in Italia attraverso 120 Delegazioni, dove la presenza di Volontari è molto attiva. Alle Delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza sanitaria domiciliare. Prendendo come riferimento il 2013, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (56%) al contributo del 5×1000 (11%) a lasciti e donazioni (7%). ANT è la 10^ Onlus nella graduatoria nazionale su oltre 35.000 aventi diritto nel medesimo ambito.

Per info: Fondazione ANT Italia Onlus – Istituto delle Scienze Oncologiche, della Solidarietà e del Volontariato
Via J. di Paolo, 36 – 40128 Bologna Tel. + 39 051 7190111 – Fax +39 051 7190150
www.ant.it – Conto corrente postale 11 42 44 05

Presidenza: Raffaella Pannuti raffaella.pannuti@ant.it
Comunicazione nazionale: Maria Rita Tattini mariarita.tattini@ant.it

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella riunione del 22 maggio
Abbonamento per la sosta, impieghi di pubblica utilità e Progetto CASA. Rinnovate convenzioni per gestione gattile e con la Contrada S.Giovanni. Sostegno agli orti urbani e al Super Bowl
22-05-2014

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella riunione del 22 maggio

Abbonamento per la sosta, impieghi di pubblica utilità e Progetto CASA. Rinnovate convenzioni per gestione gattile e con la Contrada S.Giovanni. Sostegno agli orti urbani e al Super Bowl

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di giovedì 22 maggio:

Assessorato alla Mobilità e Lavori Pubblici:

Per la sosta in Rampari di San Rocco disponibile il nuovo abbonamento mensile

Sarà a disposizione dall’1 giugno prossimo il nuovo abbonamento mensile, del costo di 30 euro, per la sosta nel parcheggio di Rampari di San Rocco. L’area di sosta su strada, con una capienza di 360 posti auto, si aggiunge così alla schiera di quelle gestite da Ferrara Tua per le quali, oltre alle tariffe giornaliere, sono previste anche tariffe mensili agevolate. L’introduzione del nuovo abbonamento si allinea con gli obiettivi del Piano Urbano della Mobilità (PUM) del Comune di Ferrara che puntano ad orientare i cittadini verso un più frequente utilizzo integrato di più mezzi (auto+bus) grazie alla presenza nell’area di fermate delle linee bus per il centro cittadino.

L’immobile comunale di via del Melo a disposizione della Contrada di San Giovanni

Resterà a disposizione della Contrada Borgo di San Giovanni, a titolo gratuito, per altri 15 anni l’immobile di proprietà comunale di via del Melo già in parte utilizzato dalla stessa contrada come propria sede. Il nuovo contratto di concessione permetterà all’associazione di promozione sociale di utilizzare tutti i locali e l’area esterna dell’immobile per le proprie attività.

Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona e Immigrazione:

Impieghi di pubblica utilità in Comune ai condannati per guida in stato di ebbrezza

L’Amministrazione comunale continuerà a rendersi disponibile come sede di lavori di pubblica utilità da svolgere in alternativa alle pene per guida in stato di ebbrezza. Sarà infatti rinnovata per altri tre anni la convenzione con il Tribunale di Ferrara, mediante la quale il Comune definisce le proprie modalità di attuazione della legge 120 del 2010 secondo cui la pena detentiva e pecuniaria per questo genere di reato può essere sostituita, se non vi è opposizione da parte dell’imputato, “con quella del lavoro di pubblica utilità consistente nella prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da svolgere, in via prioritaria, nel campo della sicurezza e dell’educazione stradale presso lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni” o altri enti.

L’Amministrazione si presta, in particolare, ad accogliere tre persone contemporaneamente da impegnare nelle proprie strutture e si farà carico dell’assicurazione dei lavoratori per gli infortuni e per la responsabilità civile verso terzi.

Supporto a situazioni di non autosufficienza

Ammontano complessivamente a 9.950 euro i contributi destinati a una serie di beneficiari del Progetto ‘C.A.S.A.’ (Cura Assistenza Sostegno Autonomia) mirato al sostegno a dipendenti e pensionati pubblici (e loro famigliari di primo grado) in condizione di parziale o totale non autosufficienza, residenti nel comune di Ferrara.

Il progetto, finanziato dall’Inps gestione ex Inpdap, è coordinato dall’assessorato alla Sanità e Servizi alla Persona del Comune di Ferrara e offre un sostegno principalmente economico per l’utilizzo di servizi specifici, tra i quali: assistenza domiciliare, sostegno alle spese per assistente familiare, sostegno ai costi di ricovero in casa protetta, accompagnamento sociale, ginnastica a domicilio, riattivazione cognitiva, motoria e logopedia, formazione ai familiari che hanno in cura persone non autosufficienti.

Rinnovato l’accordo di gestione del gattile municipale

Sarà rinnovata fino al 31 maggio 2015 la convenzione con cui il Comune di Ferrara affida all’associazione ‘A Coda Alta onlus’ la gestione del gattile municipale di Ferrara di via Gramicia. L’accordo coinvolge l’associazione anche nell’aggiornamento del censimento e nell’effettuazione della campagna di sterilizzazione dei gatti appartenenti alle colonie feline, che vivono in stato di

libertà sul territorio comunale

Assessorato all’Urbanistica, Edilizia Privata ed Edilizia Residenziale Pubblica:

Ferrara sostiene la diffusione degli ‘Orti urbani’

Si propone di promuovere iniziative di valorizzazione e riqualificazione degli orti urbani il progetto nazionale lanciato da Italia Nostra, in accordo con l’Anci, a cui anche il Comune di Ferrara ha deciso di dare la propria adesione. L’iniziativa dal titolo ‘Orti Urbani’ si fonda su un protocollo d’intesa, al quale hanno aderito anche Coldiretti e la Fondazione di Campagna Amica, che sollecita i Comuni italiani a promuovere iniziative volte alla diffusione delle coltivazioni orticole e alla riqualificazione dell’agricoltura urbana.

Assessorato al Decentramento e Sport:

Dal Comune sostegno all’organizzazione del ‘XXXIV Super Bowl italiano’

E’ in programma allo stadio comunale Paolo Mazza di Ferrara domenica 6 luglio alle 20,30 la finale del Campionato nazionale 2014 di Football Americano (XXXIV Super Bowl italiano), organizzata dall’Asd Ferrara American Team Football Estense in collaborazione con la Fidaf, a cui il Comune di Ferrara garantirà il proprio patrocinio.

DECENTRAMENTO E SCUOLA – Mercoledì 28 e giovedì 29 maggio alle 21 al Comunale la 19.a edizione
Con lo spettacolo ‘Love is…i colori dell’amore!’ di nuovo in scena gli allievi delle scuole di via Bologna
22-05-2014

Mercoledì 28 e giovedì 29 maggio (alle 21) al teatro comunale Abbado tornano con il consueto entusiasmo per una nuova performance i ragazzi delle scuole del territorio di via Bologna. La diciannovesima edizione dell’allestimento di maggio avrà per titolo “Love is…i colori dell’amore” e gli oltre 500 giovani dai 6 ai 14 anni che saliranno sul palco tra parole, musica e danza sono gli allievi delle scuole secondaria di I° grado F.De Pisis, primaria G. Matteotti, primaria A. Franceschini, L.A.G. School of Dance and Musical, scuola d’Infanzia S.Luca e doposcuola Camelot. Due i docenti che hanno curato la progettazione e la realizzazione: Brunaldo Trambaioli (regia) e Cinzia Di Tommaso (aiuto regia). Gli spettacoli saranno presentati da Silvia Dambrosio. L’iniziativa, che si avvale del patrocinio del Comune di Ferrara – con la collaborazione di Circoscrizione 2, Assessorato alla Cultura del Comune di Ferrara, di UST di Ferrara, dell’Istituzione dei Servizi educativi scolastici e per le famiglie del Comune di Ferrara e dell’associazione Vivere in via Bologna – è stata presentata questa mattina in conferenza stampa nella sede circoscrizionale di via Bologna.

All’incontro erano presenti il presidente della Circoscrizione 2 con alcuni collaboratori, il regista dello spettacolo Brunaldo Trombaioli e la dirigente scolastica Maria Gaiani.

LA SCHEDA – A cura degli organizzatori

Quest’anno, in occasione della 19° edizione, lo spettacolo delle scuole del territorio di Via Bologna ( Secondaria di I grado “F.De Pisis”, Primaria “G. Matteotti”, Primaria “A.Franceschini”, “L.A.G. School of Dance and Musical”, Scuola d’Infanzia “S.Luca” e Doposcuola “Camelot”) vede nuovamente impegnati circa 500 bambini e ragazzi nella realizzazione di uno spettacolo musicale a scopo benefico che quest’anno ha per titolo “Love is….i colori dell’amore”.
Il tema scelto è quello dell’amore inteso come realtà pienamente umana che orienta la persona nei rapporti col mondo, un atteggiamento universale verso tutta la realtà.
Esistono infatti varie forme d’amore ed ogni tipologia di questo meraviglioso sentimento racchiude in se una ricchezza da scoprire ogni giorno della nostra esistenza:
l’amore per la famiglia, per le persone che abbiamo scelto di avere a fianco nella vita, l’amore per il prossimo, ma anche quello per se stessi.

In un incontro laboratorio bambini e ragazzi hanno raccontato cosa è per loro l’amore esprimendo con semplicità e allo stesso profondità temi importanti:
“è donare una parte di sé agli altri e saper ricevere dagli altri, ascoltare e essere ascoltati, è libertà di scegliere e lasciare liberi di scegliere, è energia, è il piacere di stare con quella persona che ti completa”
“ci fa cambiare ma a volte ci fa diventare noi stessi”
“qualcosa che viene dal cuore, è un dono, ognuno lo prova per chi vuole”
A partire dalle parole dei ragazzi si è andata poi a definire la traccia narrativa dello spettacolo e sono state fatte le scelte musicali sui brani da eseguire.

Come ormai da molti anni la Circoscrizione 2 ha sostenuto questa iniziativa che ormai da 19 anni vede impegnato questo gruppo di scuole ed ha lo scopo principale di fornire ai bambini e ai ragazzi un’occasione di crescita sia sul piano relazionale che su quello espressivo e creativo in cui i giovani sperimentano la possibilità di condividere occasioni piacevoli di confronto e collaborazione nel rispetto del proprio e dell’altrui impegno.
Un impegno che si concretizza nel motto che contraddistingue questa manifestazione e cioè “Un gesto una speranza”: il ricavato dei due spettacoli andra’ infatti devoluto in beneficenza ad agenzie che si occupano di bambini e ragazzi.

Per la prima volta quest’anno per gli alunni della scuola “F. De Pisis” è stato indetto il concorso “Graphic design…per lo spettacolo!” per la realizzazione del logo della locandina.
L’iniziativa, che ha avuto un grande riscontro nei ragazzi, ha visto come vincitore il disegno dell’alunna Claudia Iori che verrà premiata il 29 maggio al Teatro Comunale.

La traccia narrativa quest’anno è affidata ad un gruppo di giovani attori che frequentano il corso di teatro tenuto da Silvia Dambrosio: i loro interventi in scena punteggeranno e sottolineeranno i vari quadri coreografici, accompagnando il pubblico nella trama di una storia semplice ma toccante.

Gli alunni di tutte le scuole, hanno partecipato con passione alla ideazione e alla realizzazione delle coreografie dei brani italiani e stranieri, alcuni dei quali eseguiti dal Gruppo corale, dai cantanti solisti e dal coro dell’Istituto Comprensivo “F.De Pisis” composto da alunni della Scuola Primaria “G. Matteotti” e dalla Secondaria “F.De Pisis”. Per la prima volta quest’anno saranno in scena anche gli alunni della scuola Primaria “A. Franceschini” di Porotto che hanno affrontato questa nuova esperienza con impegno ed entusiasmo.

Lo spettacolo si terrà al Teatro Comunale di Ferrara nelle date del 28 e 29 Maggio 2014 alle ore 21 nella formula già sperimentata lo scorso anno con successo, che prevede la suddivisione dei partecipanti in due serate, consentendo così la partecipazione al progetto da parte di un elevato numero di alunni.
Si ringraziano gli insegnanti e le famiglie per la collaborazione e la partecipazione.

CANTANTI
Federica Molinari, Francesca Bigoni, Anna Liotti, Giovanni Liotti, Giulia Minelli.
BALLERINI SOLISTI
Compagnia ballerini Senior della scuola di danza “L.A.G. School of Dance” di Louise Anne Gard
INTERPRETI
Edoardo Boselli, Giulia Coatti, Silvia Dambrosio, Silvia Delvecchio, Alessandro Formaggi
Giulio Damigiano, Celeste Mangherini, Paola Benini, Federica Antinori
Con la partecipazione dei giovani de “La Tana delle Storie”.

ASSESSORATO ALLA MOBILITA’ – Insieme istituzioni, associazioni e aziende sanitarie coordinate dal Centro Antartide di Bologna
Il Comune di Ferrara aderisce alla campagna nazionale “Siamo tutti pedoni”
22-05-2014

Anche il Comune di Ferrara aderisce alla campagna nazionale “Siamo tutti pedoni” che prenderà il via a fine maggio. La campagna, che mira ad accrescere la sensibilità sociale nei confronti di chi si muove a piedi e richiamare tutti ad un maggiore senso di responsabilità sulla strada, è promossa da una vasta rete di istituzioni, associazioni e aziende sanitarie. Oltre 300 i soggetti coinvolti, coordinati del Centro Antartide di Bologna con il sostegno dell’Osservatorio per l’educazione stradale e la sicurezza dell’Emilia Romagna e dei sindacati pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil. Importantissimo anche il ruolo di 150 emittenti radiotelevisive che trasmetteranno gratuitamente lo spot registrato appositamente per la campagna da Piero Angela.

LA SCHEDA – A cura del Centro Antartide – Campagna di sensibilizzazione “Siamo tutti Pedoni” – 600 pedoni muoiono ogni anno sulle strade italiane. Fermare questa strage è possibile, lo ricorda Piero Angela attraverso la campagna di sensibilizzazione “Siamo tutti Pedoni”

600 morti e 20.000 feriti ogni anno. Sono le cifre dei pedoni vittime della strada in Italia. Sono cifre da bollettino di guerra. Anzi, peggio, se si pensa ad esempio che le vittime occidentali della guerra in Afganistan sono meno della metà. Le tragedie che riguardano i pedoni sono particolarmente odiose perché chi cammina è la tipologia di utente più debole sulla strada . E deboli tra i deboli sono gli anziani che rappresentano più del 50% delle vittime.

“Tragedie che pesano di più perché sarebbero in parte evitabili – sostiene Piero Angela dalle pagine del libretto distribuito in tutta Italia nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Siamo tutti Pedoni” – se venissero rispettate le regole e introdotti limiti di velocità compatibili con l’idea di mettere al centro delle città le persone e non i motori”.

Ridurre la strage di chi cammina richiede interventi a diversi livelli, ma prima di tutto a cambiare deve essere la cultura di chi guida, che vede in chi cammina soprattutto un ostacolo. Basti pensare che un terzo dei pedoni viene ucciso mentre attraversa sulle strisce.

Per questo torna, a partire da fine maggio, la campagna “Siamo tutti pedoni”. Per accrescere la sensibilità sociale ai problemi di chi si muove a piedi, cioè tutti, chi più chi meno, e richiamare quindi tutti ad un maggiore senso di responsabilità. “Chi cammina lo fa anche per te – ricorda Milena Gabanelli sul libretto della campagna – guardalo con simpatia. Ti sarà più facile rispettarlo”.

Tanti i testimonial sostengono “Siamo tutti pedoni”, prestando il proprio volto e le proprie parole: dal giornalista Massimo Gramellini al comico Vito, passando per lo scrittore Valerio Varesi. Dagli attori di “Un posto al sole ” Lucio Allocca e Germano Bellavia ai segretari nazionali dei sindacati dei pensionati, Carla Cantone, Gigi Bonfanti e Romano Bellissima. Ai personaggi reali si affiancano personaggi di fantasia, ma di grande impatto come Diabolik, Dylan Dog e Luporosso. La campagna stimola la riflessione anche attraverso il sorriso amaro suscitato dalle vignette e dalle illustrazioni di alcuni dei maggiori autori italiani: Vauro, Pillinini, Jezek, Gomboli, Mausoli, Ricci e Mencherini. Per chi vuole approfondire l’argomento il libretto contiene invece alcuni testi dei maggiori esperti italiani sul tema: Sergio Dondolini, direttore generale della sicurezza stradale del Ministero dei Trasporti; Marco Giustini dell’Istituo Superiore di Sanità; Giulietta Pagliaccio, Presidente FIAB; Dario Manuetti, presidente dell’associazione “La Città Possibile” e autore dell’omonimo libro; Mauro Palazzi dell’AUSL della Romagna.

Per info: Francesco Bedussi francesco.bedussi@centroantartide.it 051.260921
Libretto: http://www.siamotuttipedoni.it/libretto_STP_2014_stampa2.pdf
Manifesto: http://www.siamotuttipedoni.it/manifesto_STP_2014_stampa.pdf

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi