Home > COMUNICATI STAMPA > Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 3 ottobre

Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 3 ottobre

Tempo di lettura: 36 minuti

da: ufficio stampa Comune di Ferrara

La newsletter del 3 ottobre 2014

CENTRO DOCUMENTAZIONE MONDO AGRICOLO – Domenica 5 ottobre dalle 15.30 a San Bartolomeo in Bosco
“Ottobrata al MAF”, ritorna la festa per gli amanti delle tradizioni
03-10-2014

(Testo a cura degli organizzatori)

Appuntamento al MAF – Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese (via Imperiale 263 a San Bartolomeo in Bosco) domenica 5 ottobre dalle 15.30 per la tradizionale iniziativa dell'”Ottobrata”, la festa dell’istituzione museale da molti anni punto di riferimento degli amanti di un mondo rurale attento sia alle tradizioni sia alle innovazioni che traggono linfa dalla storia di questa terra. Il tema dell’incontro domenicale sarà “Paesaggio, Agricoltura, Alimentazione e Tradizioni Musicali”. Si inizierà con la presentazione della mostra pittorica “Profili padani”, di Enzo Grimandi, in parete fino al 15 ottobre. L’artista bolognese, che ha già recentemente esposto al MAF, questa volta propone suggestive opere aventi come protagonista la pianura padana con i “suoi” cieli e i suoi altrettanto splendidi tramonti. Faranno quindi seguito gli stimolanti interventi di Franco Cazzola e di Mirella Giuberti che tratterranno di tematiche legate al mondo culturale e colturale ferrarese. Franco Cazzola parlerà di “Paesaggi scomparsi: la vite e l’albero nella pianura”, mentre a Mirella Giuberti spetterà il compito di trattare di “Frutta, nutrizione e salute”. Al pubblico sarà quindi offerto l’atteso concerto dell’Orchestra a plettro “Gino Neri”, l’ultrasecolare istituzione musicale ferrarese che si esibirà per la prima volta al MAF, in un contesto inusuale ovvero tra gli splendidi colori autunnali della campagna. Un’altra consolidata e apprezzata tradizione del MAF concluderà il pomeriggio culturale: il buffet, rigorosamente preparato con prodotti ferraresi.

L’iniziativa, a ingresso libero, è proposta dal Comune di Ferrara, dal MAF e dall’Associazione omonima.

Per info: Tel. 0532 725294 – Fax 0532 729154 e-mail: info@mondoagricoloferrarese.it
ARTIGIANATO -Dal 3 al 5 ottobre la mostra mercato “Recycle & Co.” in corso Porta Reno. In piazza della Repubblica assaggi
L’artigianato d’eccellenza a Internazionale: dal riciclaggio artistico ai sapori del territorio
03-10-2014

La Mostra mercato “Recycle & Co.” Si svolgerà il 3 – 4 e 5 ottobre in corso Porta Reno. In piazza della Repubblica assaggi all’insegna dei Sapori artigiani
L’artigianato d’eccellenza a Internazionale: dal riciclaggio artistico ai sapori del territorio

Cna organizza, in occasione del Festival di Internazionale che si apre oggi, venerdì, alcuni importanti appuntamenti mirati a far conoscere al vasto pubblico, che riempirà le strade e piazze del centro urbano in questo week end, il valore e l’eccellenza dell’artigianato.
Si intitola “Recycle & Co” la prima edizione della Mostra mercato artigianale, che si tiene venerdì, sabato e domenica, per tutta la giornata, lungo corso Porta Reno. Si tratta di una vera e propria vetrina rappresentativa della creatività dell’artigianato artistico italiano legata al riutilizzo di materiali e prodotti di scarto, e dei talenti capaci di per dare vita a nuovi oggetti in grado di esprimere bellezza, fantasia e utilità. Questa prima Mostra mercato ispirata al concetto di riciclaggio evidenzierà, quindi, come il lavoro artigianale sia in grado di recuperare, reinventare e trasformare prodotti destinati alla distruzione, facendoli rivivere in piccole opere d’arte uniche e in oggetti utili.
Sono 34 le imprese che espongono a “Recycle & Co.”, provenienti dalla provincia di Ferrara e da altre aree del Paese: Sara Bernardi (S.Agata), Marta Bettiga (Milano), Francesco Bramucci (Arcevia), Katiuscia Cavajano (Padova), Giovanni Cavalleri (Bergamo), Giada Gaia Cicala (Milano), Dania Corti Gerenzano), Alessandro Dall’Aglio (Imola), Stefano De Carolis Loi (Bologna), Enrico De Lazzaro (Ferrara), Alessandra De Micheli (Monzuno), Claudio Facchini (Milano), Barbara Fanti (Sasso Marconi), Simona Foglia (Misano Adriatico), Patrizia Gabbanelli (Castelfidardo), Stefania Gallina (Torino), Andrea Giovanelli (Argenta), Claudia Magnani (Savignano sul Rubicone), Massimiliano Mancini (Rimini), Saieva Minea (Ferrara), Elisabetta Occhi (Serravalle), Alessandra Pasini (Meldola), Paola Patruno (Cavezzo), Eleonora Pellizzari (Sorbolo), Antonella Perretta (Zola Predosa (Bologna), Catia Persiani (Loiano), Giuseppe Roberto (Rosignano Marittimo), Michele Ruscitto (Ota Nova), Marco Sala (Modena), Rita Schiavi(Ferrara), Simona Strada (S.Giuseppe di Comacchio), Juan Tamayo (Montale), Carlotta Visconti Frasca (Sogliano sul Rubicone), Angela Zini (Lugo).
Tra le creazioni in esposizione: posacenere ricavati da lattine di birra, collane formate da tasti di vecchi pianoforti, portariviste e astucci da bottiglie di plastica, comodini costruiti con cassette da frutta, borse e portamonete creati con contenitori per il latte, casette per uccellini ospitate in vecchi scarponi in cuoio, orologi realizzati con pezzi di vecchie biciclette, e molto altro ancora. Diverse le specializzazioni rappresentate, dalla lavorazione di vetro, ceramica e metalli alla pittura su tessuti, dalla lavorazione della carta riciclata alla pelletteria, dalla creazione di oggetti in legno all’abbigliamento.
“Sapori artigiani” è l’altra importante manifestazione, sempre promossa da Cna, in collaborazione con La Strada dei Vini e dei Sapori, Ais Emilia Romagna e Apci – Associazione professionale cuochi italiani: tre giorni dedicati alle eccellenze alimentari ed enogastronomiche provinciali, che verranno offerti attraverso degustazioni ed una esposizione commerciale di produttori ed artigiani ferraresi.
Il punto dedicato agli assaggi sarà Piazza della Repubblica, dove in partnership con Ferrara Store, visitatori, ospiti e giornalisti internazionali potranno gustare prodotti gastronomici e piatti creati con materia prima della tradizione locale, diventando così “testimonial nel mondo dei sapori artigiani”.
Sabato sera 4 ottobre, a palazzo della Racchetta, a un centinaio di ospiti e giornalisti di Internazionale, sempre su iniziativa di Cna, sarà offerta una cena preparata dagli chef ferraresi aderenti all’Associazione professionale cuochi.

Per info: sito ufficiale http://www.cnafe.it

(Comunicato a cura di CNA Ferrara)

INTERPELLANZE – Presentate dal gruppo GOL in Consiglio comunale
Manutenzione di via Cittadella e percorso delle linea urbana autobus 11
03-10-2014

Queste le interpellanze pervenute

– il consigliere Rendine (gruppo GOL) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessore alla Mobilità e Lavori pubblici Aldo Modonesi in merito alla manutenzione di via Cittadella

– il consigliere Rendine (gruppo GOL) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessore alla Mobilità e Lavori pubblici Aldo Modonesi in merito alla linea urbana dell’autobus n. 11.

CONFERENZA STAMPA – Martedì 7 ottobre alle 11,30 in sala Arazzi
Presentazione del nuovo calendario di concerti di ‘Ferrara in jazz’
03-10-2014

L’assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Massimo Maisto prenderà parte martedì 7 ottobre alle 11,30, nella sala Arazzi della residenza municipale, alla conferenza stampa di presentazione del nuovo calendario di concerti di ‘Ferrara in jazz’ in programma al Jazz Club Ferrara. Interverranno all’incontro, tra gli altri, anche l’assessore alla Cultura della Regione Emilia Romagna Massimo Mezzetti, il presidente e il direttore artistico del Jazz Club Ferrara Andrea Firrincieli e Francesco Bettini e la responsabile del Servizio Beni monumentali del Comune di Ferrara Natascia Frasson.

INTERNAZIONALE A FERRARA – Sabato 4 ottobre alle 16 in sala Arengo. A cura dell’associazione culturale Officina Dinamica
‘E’questo che vogliamo’, incontro pubblico e mostra fotografica su cambiamenti climatici e impatto economico
03-10-2014

( A cura dell’associazione culturale Officina Dinamica di Ferrara)

Anche quest’anno, l’associazione culturale Officina Dinamica di Ferrara è stata inserita nel programma locale del Festival Internazionale a Ferrara con un evento mirato a sensibilizzare i partecipanti su una tematica molto attuale: i cambiamenti climatici e il loro impatto economico. Dopo il successo conclamato lo scorso anno con l’evento Asbestos Reportage Amianto, realizzato sempre per il Festival di Internazionale in collaborazione l’associazione MEtarte di Gradisca d’Isonzo e finalizzato a migliorare la conoscenza su un killer silenzioso che ancora oggi miete molte vittima, quest’anno il focus che Officina Dinamica propone riguarda un altro tema critico e sicuramente molto attuale. “E’questo che vogliamo”, titolo dell’evento patrocinato anche quest’anno dal Comune di Ferrara, ripropone la formula che lo scorso anno ha determinato il successo della iniziativa: dibattito e mostra fotografica. Fin dalla scelta del titolo, l’obiettivo di questo incontro è un invito alla riflessione.
L’appuntamento è fissato sabato 4 ottobre alle ore 16 nella suggestiva sala dell’Arengo del palazzo municipale di Ferrara, a due passi dal Castello Estense. Sempre nella stessa location verrà inaugurata (alle 18) una mostra fotografica di Daniele Zappi, segretario dell’associazione, esperto di ambiente e coordinatore dell’evento (la mostra sarà visitabile sabato 4 e domenica 5 ottobre negli orari di apertura di palazzo municipale in occasione di Internazionale, e dal 6 al 17 ottobre dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18.30).

La forza evocativa delle immagini e del percorso virtuale realizzato da Zappi, fanno da scenario e da introduzione al dibattito che prevede relatori di spicco come Carlo Cacciamani, direttore del Servizio IdroMeteoClima ARPA Elimia-Romagna, Melania Michetti e Marinella Davide, ricercatrici presso il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici e Sara Venturini, presidente CLIMALIA srl. Oggi i cambiamenti climatici stanno innescando in ogni regione della terra, non solo cambiamenti ambientali e degli ecosistemi, ma anche del tessuto sociale ed economico. Il quadro degli impatti previsti risulta particolarmente critico per l’Italia, che soffre peraltro di condizioni di dissesto idrogeologico del territorio. Officina Dinamica, che mette fra i suoi obiettivi statutari la condivisione del sapere per accrescere la conoscenza e quindi la responsabilità sociale, affronterà questi temi delicati partendo proprio da una domanda a portata di cittadino responsabile: quanto ci costano i cambiamenti climatici? L’evento potrà essere anche l’ occasione per scoprire o riscoprire una sala considerata un capolavoro della decorazione del Novecento. Ingresso gratuito.

CITTA’ SOLIDALE E SICURA – Domenica 5 ottobre alle 10 – sala dell’Arengo. Nell’ambito della Festa della Legalità e della Responsabilità
Presentazione del rapporto “Amministratori sotto tiro 2013”
03-10-2014

(Testo a cura del Centro di Mediazione)

Domenica 5 ottobre alle 10 nella sala dell’Arengo della residenza municipale, nell’ambito della “Festa della Legalità e della Responsabilità” si terrà la presentazione di “Amministratori sotto tiro – Rapporto 2013”. In tale Rapporto, che Avviso Pubblico redige dal 2010, vengono elencati il numero delle minacce e delle intimidazioni mafiose e criminali nei confronti degli amministratori locali e di persone che operano all’interno della Pubblica Amministrazione in tutta Italia.

Come ogni anno con questa iniziativa si fa il punto riguardo al “quotidiano eroismo” degli amministratori che si trovano a dover fronteggiare sempre di più minacce, abusi, aggressioni fisiche e verbali; rispetto al 2010, anno in cui è stato redatto il primo Rapporto, si registra un aumento del 66% dei casi, che risulta distribuito tra 18 regioni, 67 province e 200 comuni.
La natura e le cause delle minacce sono diverse. Accanto alle intimidazioni aventi una probabile origine criminale e mafiosa vi sono anche quelle compiute da persone disperate, che incapaci di scorgere un futuro di speranza che superi l’attuale crisi economico-finanziaria, sfogano la loro rabbia sui rappresentanti politici a loro più vicini.
E’ per questo che accanto a Pierpaolo Romani, coordinatore Nazionale di Avviso Pubblico e Doris Lo Moro, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle intimidazioni nei confronti degli amministratori locali, interverrà anche Elisa Trombin, sindaco di Jolanda di Savoia, posta sotto sorveglianza dopo essere stata minacciata da una persona alla quale aveva negato un alloggio il 9 dicembre del 2013.

Per rimanere aggiornati sulla programmazione e scaricare i materiali della “Festa della Legalità e della Responsabilità”, che durerà fino al 15 ottobre, si può far riferimento al sito: http://provalegalita.wordpress.com/.

Per approfondimenti CronacaComune

Splendori e miserie nel Quadrivio dei Diamanti
a cura dell’Associazione Arch’è

03-10-2014

Nelle moderne guide turistiche di Ferrara pochissime sono le notizie su palazzo Prosperi-Sacrati, forse perché mai aperto al pubblico: si accenna alle paraste di marmo, al loggiato cinquecentesco e si spende qualche parola in più sul magnifico portale aggettante su corso Ercole I d’Este. Eppure era secondo per splendore solo al palazzo dei Diamanti e occupava, con i suoi ampi spazi di pertinenza, l’angolo nord ovest del quadrivio rossettiano .
Il palazzo di Francesco da Castello che, per la sua posizione, ha determinato l’angolazione degli assi portanti della Terza Addizione e il disegno della città nuova, è il primo fondato nel gennaio del 1493 nell’Addizione Erculea, all’incrocio tra le antiche vie degli Angeli e dei Prioni, su di un terreno ceduto all’archiatra ducale dal monastero di Santa Maria degli Angeli.
L’importante dimora viene presto abbellita con oggetti d’arte e tappezzerie preziose, i pittori Gherardo e Domenico Costa, che risiedono nel palazzo, affrescano gli ambienti, e decorano porte e cassettoni, e anche il muro di cinta del giardino viene affrescato con scene mitologiche, secondo il gusto dell’epoca. Nel 1502 palazzo da Castello è pronto per accogliere ospiti illustri e, in occasione delle fastose nozze fra Alfonso I e Lucrezia Borgia, ospiterà Annibale Bentivoglio, genero del Duca con sua corte di sessanta persone, compresi cavalli e carrozze.
Estinta la famiglia da Castello, nel 1645 la proprietà passa ai Giraldi e, nel 1690 ai Sacrati. Un disegno del XVIII secolo, commissionato dal marchese Scipione Sacrati per la stima della proprietà, mostra l’imponente palazzo a forma di U, con il cortile a cui si accedeva con le carrozze, gli ampi spazi ortivi e jl giardino dove 16 aiuole rettangolari, ornate da vasi per calme ed agrumi, erano separate da siepi di bosso da quello “più recondito de’ fiori d’Olanda”.
I primi segni di decadenza della proprietà iniziano nel 1783, quando Amedeo Sacrati cede parte degli orti all’Annona della città per la costruzione del Granaio Pubblico e in seguito fa demolire l’ala nord del palazzo ormai disabitato e pericolante. Nel 1829 il palazzo, è acquistato dai conti Prosperi che lo restaurano e negli anni ’30 cedono palazzo e pertinenze al Demanio Militare.
Il palazzo viene diviso in appartamenti per accoglie le famiglie dei militari, mentre sui suoi orti si edifica la Caserma Gorizia con annessi l’ex Granaio pubblico e l’ala sud del palazzo.
Il complesso della Caserma, danneggiato dal bombardamento del 1944 e compromesso definitivamente dal terremoto del 1969, viene demolito per lasciar spazio al Liceo Classico Statale L. Ariosto, realizzato come un padiglione in un giardino da una equipe di architetti guidata da Carlo Melograni.

Oggi, dove era previsto un parco pubblico a separare l’edificio scolastico da corso Ercole I d’Este, c’è il laboratorio didattico di archeologia del Liceo, gestito dal 2007 dall’Associazione Arch’è; qui 15 pannelli ricostruiscono la storia singolare di questo parte dimenticata della città che, come ricorda l’architetto Carlo Bassi, può essere ricca di sorprese.
In occasione della recente apertura al pubblico del Laboratorio per la Giornata Europea del Patrimonio, alcuni ferraresi hanno condiviso i loro ricordi di quando, nel dopoguerra, la “Caserma”, semidiroccata e pericolante, era diventata un rifugio per diseredati, ladri e prostitute, ma anche per famiglie di senza tetto e sfollati, con i bambini che giocavano nella corte, dove con le macerie lattonieri e barbieri improvvisavano le loro botteghe, ma dove si poteva anche morire per il crollo delle travi. Qui, negli anni ’50, si rifugiavano anche immigrati venuti dal sud per sfuggire alla miseria. Ecco uno stralcio di quello che uno di loro, un operaio, ha scritto: “vi ero finito per disperazione perché, quando dicevo di essere calabrese, nessuno voleva darmi un affitto un posto letto. E mi sorprendeva il fatto che anche in “Caserma” mi temessero. Fu la ‘padrona di casa’ a dirmelo dopo un certo tempo, meravigliata dal fatto che io fossi un bravo ragazzo”.

Per far conoscere la storia di questo angolo poco noto della città e del palazzo chiuso al pubblico in attesa di fondi per il restauro, l’associazione Arch’è e il liceo Ariosto, sabato 4 e domenica 5 ottobre dalle 11 alle 18, aprono al pubblico i cancelli di corso Ercole I d’Este 25a e di Biagio Rossetti 4.

Nella foto i resti della Caserma Gorizia negli anni ’50

VIABILITA’ – Provvedimenti in vigore il 5, 12 e 19 ottobre
Modifiche al traffico in piazza Travaglio per la ‘Fiera d’ottobre’
03-10-2014

In occasione dello svolgimento della ‘Fiera d’ottobre’ nelle domeniche 5, 12 e 19 ottobre dalle 6 alle 20 in piazza Travaglio sarà in vigore il divieto di circolazione e fermata dei veicoli (ammessi i soli mezzi al servizio degli operatori commerciali, quelli con ricovero all’interno di area privata e i veicoli di emergenza e pronto soccorso).

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Spettacolo lunedì 6 ottobre alle 16 e alle 20 a ingresso gratuito
Il teatro in biblioteca: ‘I promessi sposi’
03-10-2014

E’ diretto e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory lo spettacolo teatrale ‘I promessi sposi’ da Alessandro Manzoni che, lunedì 6 ottobre, sarà portato in scena nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea, in doppia replica, alle 16 e alle 20.
La rappresentazione, organizzata dall’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea, è a ingresso libero e gratuito (con accesso consentito fino al raggiungimento della capienza massima dei posti) eproporrà coreografie di e con Ghislaine Valeriani, già prima ballerina dell’Arena di Verona, su musiche di Giuseppe Verdi e costumi della Sartoria dalla Scala.
L’iniziativa rientra in un progetto di ampio respiro – realizzato in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il diritto d’autore, la Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo e con il patrocinio del Centro nazionale Studi manzoniani, che ha coinvolto venti regioni italiane e diverse biblioteche – cui l’Associazione Amici della biblioteca Ariostea ha aderito allo scopo di contribuire a sostenere il ruolo delle biblioteche come ‘imprese del sapere’ e con esso valorizzare il grande patrimonio culturale del nostro Paese.
Nello spettacolo, rappresentato in diversi paesi tra Europa, America, Asia e Australia, Finazzer Flory interpreta i capitoli più significativi dell’opera di Alessandro Manzoni. “La mia messa in scena – dichiara l’attore – colloca il testo nel 1628 e mette l’accento sui dubbi e le domande dei personaggi, curvando i caratteri dei protagonisti come se potessimo origliare la loro coscienza, le loro inquietudini. I capitoli messi in scena parlano di noi, del nostro tempo. L’addio ai Monti è un addio a certezze che ritenevamo fondamentali perché incapaci di vedere altro. Allo stesso modo la rivolta del pane è oggi la rivolta della conoscenza, del bisogno di essa soprattutto da parte della gente più umile. Anzi è proprio l’umiltà la grande forza drammaturgica che orienta il testo e lo spettacolo. Per farci capire che la morte di Cecilia è la morte di tutti i bambini. Dei nostri. La pietà, così, diventa allora il terreno su cui la fede e la ragione possono e debbono trovare un accordo”.

Il Teatro in biblioteca
I PROMESSI SPOSI
Spettacolo teatrale tratto dall’omonimo romanzo di Alessandro Manzoni
Diretto e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory
Coreografie di e con Ghislaine Valeriani su musiche di Giuseppe Verdi
Dove: Sala Agnelli della Biblioteca Comunale Ariostea – Via Scienze, 17 44121 Ferrara
Quando: lunedì 6 ottobre ore 16 e ore 20 (due repliche)
Durata: 70′ senza intervallo.
Ingresso libero e gratuito. Accesso consentito fino al raggiungimento della capienza massima dei
posti.
A cura dell’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea

LAVORI PUBBLICI – I cantieri attivi in città dal 6 al 12 ottobre
Al via la sostituzione dei giunti del sovrappasso di via Bonzagni e via Trenti e la realizzazione della pista ciclabile in via Mari, via Caretti e via Francia
03-10-2014

Questo l’elenco degli interventi e dei cantieri operativi o in fase di attivazione nel territorio comunale nel periodo dal 6 al 12 ottobre prossimi, condotti sotto la supervisione dei tecnici e degli operatori del Settore Opere pubbliche e Mobilità del Comune.

Maggiori informazioni e schede descrittive di alcuni di questi interventi sono disponibili sul sito http://mappaopere.comune.fe.it

NUOVI INTERVENTI

INTERVENTI STRADALI

Sovrappasso stradale di via Bonzagni – via Trenti: al via i lavori di sostituzione dei giunti con modifiche alla viabilità

Inizieranno martedì 7 ottobre i lavori di sostituzione dei giunti di dilatazione dei tratti stradali sopraelevati delle vie Bonzagni e Trenti.
La prima fase dell’intervento, della durata di una settimana, riguarderà la via Bonzagni dove sarà istituito il senso unico di marcia con direzione da via Ferraresi a via Maverna. Mentre nella seconda fase, prevista a partire dal 15 ottobre, sarà ripristinato il doppio senso di circolazione sulla via Bonzagni e sarà istituito il senso unico di marcia nella via Trenti con direzione da via Maverna verso via Arginone. Salvo imprevisti, o impedimenti dovuti a condizioni meteoclimatiche avverse, i lavori saranno ultimati entro il 18 ottobre.

Durante l’intero periodo di esecuzione dell’intervento la viabilità nell’area subirà una serie di modifiche. Il transito veicolare proveniente da via Arginone sarà infatti interamente deviato su via Maverna; i veicoli diretti verso la via Bologna, per entrare in città dovranno utilizzare il percorso alternativo costituito da via Maverna – via del Lavoro – via Modena – viale Po – viale della Costituzione – via San Giacomo – via Argine Ducale. Su tutto il percorso sarà revocato il divieto di transito ai mezzi pesanti della portata superiore alle 11.5 tonnellate, così come in via Modena nel tratto compreso tra via Schiavoni e viale Po. Si ricorda, a tal proposito che l’altezza del sottopasso ferroviario di viale Po è di 4 metri.

Per garantire il transito veicolare proveniente dalla periferia, sarà inoltre istituito il senso unico di marcia, in direzione della città, in via Arginone nel tratto compreso tra via Trenti e via Drigo; questo per consentire il transito in condizioni di sicurezza dei veicoli, visto il passaggio anche di mezzi pesanti diretti verso la via Bonzagni. A tale proposito, in via Arginone, nel tratto tra via Trenti e via Bonzagni, sarà revocato il divieto di transito dei mezzi pesanti superiori alle 3,5 tonnellate.

In allegato le planimetrie con i possibili percorsi alternativi

In partenza la realizzazione della pista ciclabile di via Mari, via Caretti e via Francia. Previste modifiche alla viabilità

Avranno inizio mercoledì 8 ottobre, salvo avverse condizioni meteo, i lavori per la realizzazione della pista ciclabile in via Mari, via Caretti e via Francia.
La prima fase dei lavori riguarderà la via Pomposa all’intersezione con la via Pacinotti, dove sarà realizzato un attraversamento ciclo-pedonale in due fasi con isola salvagente, a seguito della demolizione di parte dell’aiuola verde presente sul lato destro all’ingresso della via Pacinotti. L’illuminazione dell’attraversamento pedonale sarà inoltre potenziata con l’installazione di due portali di segnalamento.
Durante questa prima fase, della durata presunta di 30 giorni lavorativi sarà istituito sulla via Pomposa all’intersezione con la via Pacinotti il senso unico alternato regolato da impianto semaforico; sarà inoltre vietato il transito dei pedoni e dei cicli sul percorso presente in corrispondenza dell’attraversamento interessato dai lavori; sarà vietato l’accesso in via Pacinotti per chi proviene da via Pomposa, mentre in via Tunisia sarà vietata la sosta sul lato dei numeri civici pari, al fine di agevolare il transito dei veicoli.

Sarà inoltre temporaneamente soppressa la fermata bus in direzione fuori città.

Manutenzione dei marciapiedi di via Modena

Prenderanno il via martedì 7 ottobre i lavori di manutenzione dei marciapiedi di via Modena nel tratto compreso tra le vie Fanti e Massarenti in località Cassana. L’intervento avrà una durata prevista di 4 giorni, senza modifiche alla viabilità.

Nuova segnaletica orizzontale in una serie di strade comunali

E’ previsto per lunedì 6 ottobre l’avvio dei lavori di rifacimento della segnaletica stradale orizzontale in: via X Martiri, via Wagner, via Fabbri (da via Wagner al P.L.), via Goretti, via Bova, via Modena (da via Eridano a via Schiavoni), via Panigalli, via Pelosa, via Vallelunga, via Romito e viale IV Novembre (dall’intersezione con la via Piave all’intersezione con la via Fortezza).

Non è prevista la chiusura al traffico delle strade interessate, ma saranno possibili rallentamenti della circolazione in prossimità dei cantieri.

INTERVENTI A CURA DI HERA

In via Paolo V, via G. Pesci, via Porta Catena e via Serao il ripristino del manto stradale a seguito di lavori alle reti a cura di Hera

Prenderanno il via lunedì 6 ottobre i lavori a cura di Hera in via Paolo V, via G. Pesci, via Porta Catena (all’intersezione con via Canapa/Bacchelli) e via Serao per il ripristino del manto stradale a seguito dei recenti interventi alle reti dei sottoservizi.

INTERVENTI A CURA DI ENEL

Lavori di scavo in una serie di vie

Inizierà mercoledì 8 ottobre il programma di lavori di scavo per la sostituzione di impianti di sottoservizi Enel in: via Concia, via Vegri, via Del Mercato, via Borgoricco, via Della Luna, piazza della Repubblica. La maggioranza degli interventi sarà eseguita con tecniche innovative (sonde che eseguono la trivellazione orizzontale sotterranea teleguidata) in modo da arrecare meno disagi possibili alla viabilità e alle attività commerciali.

VIABILITA’

Via Porta d’Amore

Per consentire l’esecuzione di lavori edili, nelle giornate dell’8 e 9 ottobre dalle 8 alle 18 via Porta d’Amore sarà chiusa al transito dall’intersezione con via XX Settembre al numero civico 48.

AGGIORNAMENTI DAI CANTIERI IN CITTA’

INTERVENTI STRADALI

Manutenzione della segnaletica stradale

Saranno conclusi entro il 31 ottobre, i lavori di manutenzione ordinaria della segnaletica stradale orizzontale di una serie di Strade Provinciali e Statali, isole rialzate e rotatorie:

SP. 65

Centro abitato di Fossanova San Marco (via Ravenna)

Centro abitato di Gaibana (via Argenta)

Centro abitato di Monestirolo (via Argenta)

Rotatorie:

via Eridano – via Michelini

via Eridano – via Diamantina

via Ferraresi – via Argine Ducale

via Ferraresi – via Carlo Porta

via Bologna – via Wagner

via Comacchio – Ponte Caldirolo

via Comacchio – Porta Ferrara (Conad)

via Comacchio – via Tambellina

via Caldirolo – via Pomposa

via Porta Catena – via Bianchi – via Tumiati

corso Isonzo – via Ripagrande

via Venturi

Rampari San Rocco – via Fossato di Mortara

Cordolature:

viale Po – via Modena

viale Volano – via Bologna

via Bologna – via Gen. Malagu’

via Calzolai – via Borgo Punta

via Borgo Punta – via Calzolai

Non è prevista la chiusura al traffico delle strade interessate, ma saranno possibili rallentamenti della circolazione in prossimità dei cantieri.

Nuova segnaletica in via Comacchio e in via Portomaggiore

Saranno conclusi entro il 6 ottobre, salvo avverse condizioni meteo, i lavori per la tracciatura della segnaletica orizzontale, a seguito dei recenti interventi di riasfaltatura, in via Comacchio, nel tratto compreso tra l’intersezione a rotatoria con via Tambellina e l’intersezione a rotatoria con via Aurelio Zamboni; e a seguire in via Portomaggiore, nel tratto compreso tra via Comacchio e via Palmirano.

Saranno possibili rallentamenti nelle vie interessate dai lavori, ma non sono previste deviazioni o chiusure al transito.

Opera di riqualificazione di piazza Buozzi a Pontelagoscuro

Prosegue la prima fase dell’opera di riqualificazione di piazza Buozzi a Pontelagoscuro iniziata nello scorso mese di maggio. Per consentire l’esecuzione dell’intervento, della durata preventivata di 150 giorni lavorativi, è prevista la chiusura della piazza nel tratto tra il Centro civico e la chiesa e lo spostamento del mercato settimanale del venerdì in via Savonuzzi e via Venezia.

AGGIORNAMENTO (al 26 settembre 2014): sono in corso le opere di pavimentazione della parte centrale con l’impiego di pietra naturale (cubetti di porfido e lastre di trachite nelle due varianti grigia e calda variegata). Si sta procedendo inoltre alla posa dei bordi di cemento di chiusura dal lato di via Savonuzzi ed al rivestimento della panca/bordo dell’aiuola in lastre di pietra d’Istria. A partire dalla prossima settimana una nuova squadra inizierà la posa delle betonelle in cemento.

In via Salinguerra la manutenzione della pavimentazione e il rifacimento dei sottoservizi

Proseguono in via Salinguerra i lavori per la manutenzione straordinaria della pavimentazione in materiale lapideo e il rifacimento dei sottoservizi a cura di Hera. I lavori riguardano il tratto compreso tra via Carlo Mayr e via Fondobanchetto, intersezione con via Coperta compresa. Pertanto, sarà modificata la viabilità e i veicoli che devono raggiungere via Fondobanchetto, dovranno transitare per via Ghisiglieri o, in alternativa, per via Fossato dei Buoi la cui viabilità però sarà modificata per lavori e invertito il senso unico di marcia. Anche la percorrenza di via Coperta sarà interrotta all’altezza di via Salinguerra. Salvo avverse condizioni meteo, la previsione di durata dell’intervento, iniziato il 7 luglio è di circa centoventi giorni lavorativi.

Restauro e risanamento dell’ex Cavallerizza per la realizzazione di un nuovo parcheggio

Sono in corso le opere di restauro e risanamento conservativo dell’ex Cavallerizza promosse dal Comune di Ferrara e da Ferrara Tua spa per la realizzazione di nuovo parcheggio da 50 posti auto con entrata da via Mentana e uscita su via Palestro.

L’intervento, a cura di Ferrara Tua, è in particolare finalizzato a riqualificare e riutilizzare l’immobile dell’ex Cavallerizza e l’area di sua pertinenza, procedendo al risanamento, al restauro e al consolidamento delle mura perimetrali. Nell’area sarà realizzato un parcheggio a pagamento per 50 posti auto (di cui uno per disabili) ad integrazione del parcheggio San Guglielmo, portando la disponibilità complessiva dell’area da 167 a 217 posti.

L’entrata sarà su via Mentana, con accesso già esistente, e uscita su via Palestro attraverso il varco tra il prospetto dell’ex Cavallerizza e quello dell’edificio a fianco, di proprietà della Guardia di Finanza.

Lavori a cura di Anas per la tangenziale Ovest di Ferrara

(Nota a cura di Anas)

L’Anas comunica che, per consentire alcune lavorazioni nell’ambito del completamento della tangenziale Ovest di Ferrara, sarà provvisoriamente chiusa la rampa di accesso che collega la strada provinciale 69 “Virgiliana” alla SS723 “Tangenziale Ovest di Ferrara” per i veicoli provenienti dal centro abitato di Cassana in direzione A13/Ferrara Nord, a partire dalle 7 di mercoledì 17 settembre, fino al completamento delle lavorazioni, previsto entro il 30 novembre 2014. Le deviazioni saranno indicate sul posto.

EDILIZIA PUBBLICA

Ristrutturazione della ‘Casa delle Donne’

Proseguono i lavori di ristrutturazione della ‘Casa delle Donne’ di via Terranuova, sede dell’associazione Centro Donna Giustizia. E’ attualmente in corso il consolidamento del solaio del primo piano, cui seguirà la realizzazione del sottofondo per la posa del pavimento. La conclusione di questa fase è prevista per la fine settembre.

In seguito verranno realizzate le tramezze per la suddivisione degli spazi interni, quindi la posa del pavimento, l’adeguamento dell’impianto di riscaldamento, la realizzazione del nuovo impianto elettrico, la tinteggiatura dei locali, la posa degli infissi interni e la sistemazione del controsoffitto. Il termine dei lavori, salvo imprevisti, è programmato per la metà del mese di dicembre. I tempi erano già stati concordati anche con l’Associazione Donne Giustizia che occuperanno i locali.

Ristrutturazione dei Centri Sociali di Corlo e Boara

Sono in corso i lavori previsti dal progetto comunale di ristrutturazione delle sedi di tre Centri Sociali cittadini. Al momento gli interventi riguardano i Centri di Corlo e di Boara, e interesseranno in un secondo momento anche il Centro Rivana garden. L’importo complessivo dell’opera è di 350mila.

CENTRO SOCIALE DI CORLO:

Questi gli interventi previsti per il Centro Sociale di Corlo: rifacimento totale dei servizi igienici;

ampliamento della cucina; realizzazione di un varco di comunicazione tra una sala al piano terra .e il corridoio; realizzazione di una rampa per l’accesso ai disabili; realizzazione di un’area pavimentata e carrabile di raccordo alla rampa; realizzazione di un’uscita di sicurezza; adeguamento dell’impianto elettrico; sostituzione degli infissi; realizzazione dell’impianto di climatizzazione; rifacimento del coperto; rifacimento dei pavimenti.

Gli interventi (ad esclusione del rifacimento del coperto) riguarderanno il solo piano terra.

CENTRO SOCIALE DI BOARA:

Per il Centro Sociale di Boara è prevista la posa di pavimenti e rivestimenti, infissi interni e controsoffitti; la realizzazione degli intonaci, dell’impianto elettrico e dell’impianto idro-sanitario e di climatizzazione; e la tinteggiature.

La scala interna per il superamento del dislivello tra il 1° piano dei due corpi di fabbrica, sarà in marmo, con una ringhiera in ferro battuto e un corrimano il legno.

Interventi alla piscina comunale di via Bacchelli

Proseguono alla piscina comunale di via Bacchelli i lavori di rifacimento della linea fognaria a servizio della vasca e dell’area verde della piscina scoperta e di ripristino dell’area esterna della piscina coperta. La durata prevista degli interventi, salvo impedimenti meteorologici, è di circa un mese.

L’intervento prevede in particolare la posa di nuove tubazioni della fognatura, il ripristino del manto erboso e dell’asfalto del piazzale adibito a parcheggio pubblico, e il rifacimento di una porzione di marciapiedi sfondato in prossimità della piscina coperta. L’importo complessivo dell’opera è di 69.400 euro.

EDILIZIA SCOLASTICA

Tra via Mambro e viale Krasnodar il cantiere della nuova scuola d’infanzia Aquilone

Sono in corso i lavori di realizzazione della nuova scuola d’infanzia Aquilone finanziata con fondi Regionali per la ricostruzione post-sisma.

La durata prevista per i lavori, aggiudicati all’impresa Arco Costruzioni di Ravenna e iniziati il 17 marzo scorso, è di 180 giorni, per una spesa complessiva di 1.850.160 euro.

AGGIORNAMENTO (al 26 settembre 2014):

I lavori interni procedono in linea con i tempi previsti. E’ stata ultimata la posa dei pavimenti ceramici e dei rivestimenti, così come il montaggio dei serramenti e dei controsoffitti. Conclusa anche l’installazione dell’impianto di illuminazione, forza motrice e impianti speciali e dell’impianto termoidraulico. E’ stato inoltre aggiunto un impianto, inizialmente non previsto, per la pressurizzazione dell’acqua a servizio della linea antincendio e sono stati completati i lavori di tinteggiatura interna.

Per quanto riguarda i lavori esterni risulta completata sia l’installazione dell’impianto fognario che la realizzazione dei marciapiedi e sono iniziati i lavori di livellatura della terra, a completamento dei quali sarà piantata l’erba.

Resta da eseguire la tinteggiatura esterna, la posa della recinzione esterna (il perimetro dell’area), la posa dei pavimenti in linoleum e la fornitura e posa delle attrezzature a servizio della cucina.

LA SCHEDA
Articolata su un unico piano, con ampie vetrate sul giardino circostante e in linea con i più moderni accorgimenti di sostenibilità ambientale. Questa la nuova scuola d’infanzia comunale Aquilone secondo il progetto elaborato dal Servizio Edilizia del Comune. La struttura è in via di realizzazione in un’area verde di 4.200 mq, tra le vie Mambro e Krasnodar, a poche centinaia di metri dalla vecchia scuola, resa inagibile dal sisma del maggio 2012 e attualmente funzionante all’interno di moduli temporanei in via Nievo.
A seguito di verifiche e valutazioni, i tecnici dell’Amministrazione comunale hanno infatti ritenuto più funzionale e vantaggiosa l’ipotesi della costruzione ex novo di una struttura in grado di ospitare i cento allievi dell’Aquilone. Tenendo conto inoltre delle prescrizioni della Regione che richiedono di localizzare le nuove strutture scolastiche nei pressi di quelle esistenti per promuoverne l’integrazione funzionale, si è optato per l’accorpamento con il nido comunale Costa di via Praga, per dar vita a una struttura unificata ospitante i due diversi servizi educativi e poter così continuare a rispondere alle esigenze di quell’area della città.
Il nuovo edificio sarà composto da quattro sezioni con relativi dormitori, spazi comuni e una zona servizi con cucina, spogliatoi e uffici. Avrà una configurazione a corte aperta, concepita
per essere in continua relazione con il giardino circostante, attraverso ampie superfici vetrate in grado di creare un tutt’uno tra spazi interni ed esterni. Quasi tutti i locali avranno infatti doppi affacci per una migliore illuminazione.
La struttura, dotata di ampie dimensioni sia in termini di superfici che di altezze, sarà organizzata in due zone, la prima con una sala centrale che darà accesso alle sezioni, e la seconda costituita da cucina, spogliatoi e uffici. L’ingresso al fabbricato sarà su via Mambro, con accesso diretto al salone centrale attraverso una bussola.
Grande attenzione è stata riservata in fase di progettazione anche al rispetto delle norme antisismiche e dei criteri di sostenibilità ambientale, con partizioni interne a secco, in legno, ad alto isolamento termico, serramenti ad alte prestazioni, uso passivo di energia rinnovabile tramite pannelli solari fotovoltaici, impianto di recupero delle acque piovane da riutilizzare per gli scarichi wc e per l’irrigazione del giardino e impianto di ventilazione meccanica con recuperatori di calore.

L’impianto di riscaldamento sarà a pompa di calore a pannelli radianti a pavimento, mentre l’impianto elettrico avrà corpi illuminanti a led, che permettono un notevole risparmio rispetto alle lampade elettroniche, e il sistema sarà in grado di regolare automaticamente le accensioni rispetto all’illuminamento interno cosi da ridurre al minimo inutili consumi di energia elettrica.

Le pavimentazioni saranno in legno per le sezioni, in ceramica per bagni e antibagni, linoleum per il salone per le “attività libere” e gres per la zona servizi.

INTERVENTI A CURA DI HERA

Lavori alle reti gas, idrica, fognaria e del teleriscaldamento

Proseguono gli interventi a cura di Hera per la sostituzione di condotte del gas in: via dello Zucchero; via Delle Chiodare; via Ghiara; via Bulgarelli; via Delfini; via Trentini; via Mulinetto (angolo via Ippolito d’Este). Sono inoltre in corso interventi in via Pasetta, nel tratto da via Viazza alla centrale presso il cimitero di Boara, per la posa di condotte fognarie; via Viazza per la posa di nuove condotte idriche e relativi allacciamenti; via Riminalda, per la posa di nuove condotte idriche e relativi allacciamenti; e nell’area verde pubblica compresa tra via Piazzi e via Gramicia (zona Borgo Punta) per la realizzazione di un nuovo collettore fognario.

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Rinnovo dell’impianto di illuminazione di via Coronella

A prosecuzione dell’intervento di realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione del nuovo sottopasso ferroviario sulla via Coronella, sono in corso e proseguiranno la prossima settimana i lavori per il rifacimento di 16 punti luce sulla via Coronella, a partire dal nuovo sottopasso della ferrovia in direzione fuori città.

I lavori prevedono il rifacimento di 14 punti luce esistenti, con l’installazione di apparecchi illuminanti ad alta resa energetica, dotati di lampade al sodio da 70W, la sostituzione dei relativi sbracci di sostegno e il rifacimento delle linee di alimentazione; oltre alla realizzazione di 2 nuovi punti luce, sempre con apparecchi dotati di lampade al sodio da 70W.

Manutenzione straordinaria, a cura di Hera, di impianti di illuminazione in centro storico e a Marrara

Sono in corso di esecuzione da parte di Hera (nell’ambito dei lavori straordinari del contratto di servizi) i lavori di rifacimento, con passaggio dell’alimentazione dal tipo ‘in serie’ a quello ‘in derivazione’, degli impianti di pubblica illuminazione di via Sogari, via Suore, via del Gambero. Gli interventi prevedono la sostituzione degli attuali punti luce con nuovi apparecchi dotati di lampade a CDO da 50W, ad alta efficienza energetica, a luce bianco calda, della stessa tipologia di quelle già installate in altre vie del centro storico (ad es. via Voltapaletto). E’ previsto inoltre il rifacimento delle tesate e delle linee di alimentazione che saranno derivate dal quadro di pubblica illuminazione di via Voltapaletto. Saranno interessati complessivamente 16 punti luce.

Sempre a cura di Hera, nell’ambito dei lavori straordinari del contratto di servizi, sono in corso di esecuzione anche i lavori di adeguamento dell’impianto di pubblica illuminazione di un tratto di via del Vescovo nel centro abitato di Marrara. I lavori prevedono il rifacimento degli attuali punti luce dotati di lampade al mercurio, con nuovi apparecchi dotati di lampade al sodio da 70 W, ad alta efficienza energetica. E’ inoltre prevista la sostituzione dei pali corrosi e il rifacimento delle linee di alimentazione. Saranno interessati complessivamente 20 punti luce.

EDIFICI E BENI CULTURALI E MONUMENTALI

Al Torrione di San Giovanni interventi per la sicurezza antincendio

Comprende sia lavori edili che impiantistici l’intervento in corso per l’adeguamento alle norme antincendio della struttura del Torrione di San Giovanni che, dal 1997, ospita le attività del Jazz Club Ferrara.

In programma l’installazione di rilevatori di fumo a barriera in tutti i locali, collegati a 4 nuovi evacuatori di fumo e calore che saranno installati sul coperto del fabbricato; lo spostamento del quadro elettrico e del contatore in uno spazio più sicuro e la compartimentazione della caldaia murale con l’installazione di un pannello in cartongesso con porta tagliafuoco.

La durata prevista dei lavori è di 90 giorni e la spesa complessivamente prevista per le opere ammonta a 55mila euro, da finanziare con parte dell’avanzo di amministrazione previsto dal bilancio preventivo comunale 2014.

VERDE PUBBLICO

Aree gioco rimesse a nuovo in una serie di parchi cittadini

Sono in via di completamento nelle aree verdi di via Valle Campazzo e della scuola materna Ina Barco i lavori di riqualificazione inseriti nel programma di interventi previsto dall’Ufficio Verde del Comune per una serie di spazi verdi e parchi del territorio comunale.

Le operazioni di sfalcio dell’erba

Sono in corso, nelle aree di verde pubblico cittadino, le operazioni di sfalcio dell’erba curate da Amsefc spa, sotto la supervisione dei tecnici dell’Ufficio Verde del Comune di Ferrara.

INTERROGAZIONE – Presentata dal Gruppo consiliare Lega Nord
Richiesta di chiarimenti sulla situazione dei profughi nel Comune di Ferrara
03-10-2014

Il consigliere comunale Giovanni Cavicchi del Gruppo consiliare Lega Nord ha rivolto al sindaco Tiziano Tagliani e all’assessore Chiara Sapigni un’interrogazione in merito alla situazione dei profughi nel Comune di Ferrara.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi