COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 4 aprile

Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 4 aprile

Tempo di lettura: 36 minuti

da: ufficio stampa Comune di Ferrara


La newsletter del 4 aprile 2014

VIABILITA’ – Provvedimenti in vigore domenica 6 aprile
Variazioni della circolazione per il ‘Carnevale di Porotto’
04-04-2014

In occasione del ‘Carnevale di Porotto’ organizzato dal Comitato Santi Filippo e Giacomo in collaborazione con la Circoscrizione 3, domenica 6 aprile dalle 12,30 circa in via Montina, via Beccari, via Ranuzzi, via Eridano, via Levi, via Modena, via Schiavoni, via Arginone e via Piopponi sarà in vigore il divieto di circolazione per tutti i veicoli per il tempo strettamente necessario al passaggio dei carri allegorici. Il ritorno con percorso inverso è previsto alle 17,30 circa.

Inoltre dalle 13 alle 18.30:
– Via X Martiri dall’intersezione con la Via Modena all’intersezione con la Via Ladino: istituzione del divieto di circolazione , ammessi i residenti e gli autorizzati.
-Via X Martiri dall’intersezione con la Via Ladino all’intersezione con la Via Giovannini: istituzione del divieto di circolazione e di sosta ambo i lati con rimozione .
– Via X Martiri dall’intersezione con la Via G. Giovannini all’intersezione con la Via Cento: istituzione del divieto di sosta ambo i lati con rimozione.
– Via Giovannini : revoca del senso unico di marcia, istituzione del doppio senso di circolazione,
istituzione del divieto di sosta con rimozione ambo i lati, istituzione del dare la precedenza all’intersezione con la Via X Martiri per chi proviene da Via Petrucci.
– Via Ladino, dall’intersezione con la Via Petrucci all’intersezione con la Via X Martiri compreso il controviale: istituzione del divieto di circolazione e di sosta con rimozione ambo i lati .
– Via Petrucci: dall’intersezione con la Via G. Giovannini all’intersezione con Via Ladino: istituzione del divieto di sosta con rimozione ambo i lati;
– Via Piopponi; revoca del senso unico di marcia con direzione Via Arginone, istituzione del senso unico di marcia con direzione Via Ladino, istituzione del dare la precedenza all’intersezione con la Via Ladino per chi proviene da Via Arginone.

– Via Arginone: dall’intersezione con la Via Piopponi all’intersezione con la Via Ladino: istituzione del divieto di circolazione ammessi i residenti e gli autorizzati.

– Via Bellini: istituzione del divieto di circolazione e di sosta con rimozione sul lato numeri civici dispari.

Ancora, dalle 8 alle 18.30:
– Piazzetta E. e C. Artioli: istituzione del divieto di circolazione e di sosta con rimozione

Dalle 13 alle 18 sono inoltre previste deviazioni del percorso del trasporto pubblico locale, a cura di Tper.

[divider] [/divider]

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Conferenza di Fabrizio Festa lunedì 7 aprile alle 17
Le parole della musica: ‘Genio’
04-04-2014

Sarà dedicato alla figura del ‘Genio’ il nuovo appuntamento del ciclo di conferenze dedicato alle parole della musica in programma lunedì 7 aprile alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. L’appuntamento, aperto a tutti gli interessati, sarà curato dal compositore e musicologo Fabrizio Festa. La rassegna di quattro incontri è promossa dalla Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e dal Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
GENIO
Il “sublime” sembra proprio essere il confine tra il mondo e la natura, tra ciò che conosciamo (o crediamo di conoscere) e che quindi ci rappresentiamo come tale, e la realtà, invece, complessa e sfuggente. Un confine emotivo tra ecumene e terra incognita. Alle arti e agli artisti il compito di mappare quella terra di mezzo e magari di trovare modo e strumenti per andare oltre. Chi dunque meglio del “genio”, volatile notturno e dal verso sgraziato e cupo, come ebbe a definirlo Diderot, potrebbe guidarci in questo affascinante, ma anche pericoloso, viaggio? Il genio, già etimologicamente, ci riporta alla natura. E’ ribelle in quanto insofferente di quelle leggi che difendono il mondo proprio dallo strapotere del naturale. Scatena passioni irrefrenabili, provoca emozioni telluriche, ma soprattutto desta quanto di naturale è in noi. Tra magia e menzogna, tra talento e inganno, il genio è una delle figure della modernità, pur le sue radici affondando in un mondo antichissimo, quello di cui si è persa persino la memoria.

[divider] [/divider]

CONFERENZA STAMPA – Lunedì 7 aprile alle 11 in sala Arazzi
Presentazione dello spettacolo ‘Musica in centro’
04-04-2014

Lunedì 7 aprile alle 11 nella sala Arazzi della residenza municipale sarà illustrato alla stampa il programma dello spettacolo ‘Musica in centro’ che si terrà giovedì 10 aprile alla sala Estense.
All’incontro con la stampa interverranno l’assessore al Decentramento del Comune di Ferrara, il presidente della Circoscrizione 1, il presidente dell’associazione Giulia Michele Grassi, il titolare dell’etichetta discografica Jaywork Paolo Martorana, la coordinatrice del progetto e rappresentante di Jazz Studio dance Silvia Bottoni, l’amministratore delegato di Caffè Krifi Mauro Baroni e alcuni degli artisti coinvolti nella serata.

[divider] [/divider]

CONFERENZA STAMPA – Lunedì 7 aprile alle 12 nella sala dell’Arengo
Presentazione dell’iniziativa ‘Sportello postale al mercato’
04-04-2014

Lunedì 7 aprile alle 12 nella sala dell’Arengo della residenza municipale sarà presentato alla stampa il nuovo servizio ‘Sportello postale al mercato’ che prevede la presenza di un portalettere dotato di palmare telematico e pos al mercato cittadino del lunedì in piazza Travaglio, per offrire alla clientela diversi servizi di Poste italiane, tra cui il pagamento di bollettini.
Interverranno all’incontro l’assessore al Commercio e Attività produttive del Comune di Ferrara, la responsabile Area Manager recapito Provincia di Ferrara di Poste Italiane Lorella Brasini e la responsabile recapito Ferrara Centro di Poste Italiane Maurizia Rasconi.

[divider] [/divider]

ASSESSORATO LAVORI PUBBLICI – Due mostre dal 6 aprile al 13 luglio in Residenza municipale e al Museo archeologico
Grazie al Programma Speciale d’Area scoperti segreti e curiosità della vita e dei palazzi degli Estensi
04-04-2014

Questa mattina, venerdì 4 aprile, in occasione della apertura ufficiale in residenza municipale del nuovo allestimento documentario “Programma Speciale d’Area: gli interventi nel centro storico di Ferrara”, è stata presentata la mostra “Ferrara al tempo di Ercole I d’Este. Scavi archeologici, restauri e riqualificazione urbana nel centro storico della città”, che sarà inaugurata sabato 5 aprile alle 17, nella sede del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara (Palazzo Costabili detto di Ludovico il Moro in via XX Settembre). Queste due rassegne espositive nascono con l’obbiettivo di divulgare i risultati delle indagini realizzate nell’ambito del Programma Speciale Area sottoscritto tra Comune e Regione Emilia Romagna. Sono intervenuti all’incontro Il Sindaco di Ferrara, il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna, la responsabile degli scavi di Ferrara Chiara Guarnieri per la Soprintendenza ai Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, gli Assessori comunali ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica che hanno sottolineato la validità dello strumento PSA nella programmazione e realizzazione di interventi articolati e complessi che hanno coinvolto il Centro Storico del capoluogo estense.

LA SCHEDA sul Programma Speciale d’Area del Comune di Ferrara

LA SCHEDA delle mostre (a cura degli organizzatori)

Ferrara. Due mostre svelano curiosità e dettagli inediti della vita e dei palazzi degli Estensi prima della rivoluzione urbanistica della fine del XV secolo

Ferrara al tempo di Ercole I d’Este

Scavi archeologici, restauri e riqualificazione urbana nel centro storico della città

dal 6 Aprile al 13 Luglio 2014

– Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, Via XX Settembre 122

– Residenza Municipale di Ferrara, Piazza Municipio 2

I lavori di riqualificazione nel centro storico di Ferrara, realizzati nell’ambito del Programma Speciale d’Area sottoscritto tra Comune e Regione Emilia Romagna, hanno consentito di realizzare una serie di indagini archeologiche che ora aiutano a comprendere meglio il complesso sistema delle residenze estensi. Gli scavi archeologici, diretti da Chiara Guarnieri, archeologa della Soprintendenza per i beni archeologici dell’Emilia-Romagna e curatrice della mostra del Museo Nazionale, hanno interessato le aree dell’attuale piazza Municipale e del Giardino delle Duchesse, l’edificio noto come “ex Bazzi” e tutto il Corso Martiri della Libertà. Altri interventi si sono svolti all’interno del Castello Estense, seconda residenza degli Este in ordine di tempo, permettendo anche in questo caso di fare luce su alcune parti dell’edifico tra cui la celebre zona dei “Camerini d’alabastro”. Siamo dunque non solo nel cuore del potere estense ma al centro dell’area che fu oggetto di una delle più importanti operazioni di trasformazione urbana avviata da Ercole I, culminata nella famosa Addizione erculea del 1492.

I risultati di queste indagini vengono divulgati attraverso due mostre che sotto l’egida di “Ferrara al tempo di Ercole I d’Este. Scavi archeologici, restauri e riqualificazione urbana nel centro storico della città” si svolgono in città dal 6 aprile al 13 luglio 2014.

La prima, allestita nell’antico palazzo Ducale Estense oggi Residenza Municipale, è dedicata a “L’evoluzione del Palazzo Ducale” e tratta il tema dello sviluppo e delle numerose modifiche subite da questo edificio nel corso del tempo, con un accenno agli importanti affreschi rinvenuti durante i restauri. Accanto a questa sezione ci sarà l’esposizione dedicata agli interventi dell’Amministrazione Comunale, dal titolo “Programma Speciale d’Area: gli interventi nel centro storico di Ferrara – come prima più di prima” dal 5 aprile al 29 aprile 2014.

La seconda, ospitata al piano nobile del Museo Archeologico Nazionale, illustra “Gli scavi archeologici e i materiali” in essi rinvenuti, ricostruendo attraverso i numerosi reperti recuperati uno spaccato della vita a corte e aspetti inediti del Palazzo estense prima del radicale rinnovamento voluto dal Duca Ercole I. Particolarmente importante, per la quantità di informazioni e materiali che ha restituito, è stato il rinvenimento di una vasca di scarico per rifiuti della vecchia residenza ducale, abbattuta nel 1479 per realizzare il Cortile Ducale.

Lo sfarzo e la raffinatezza della vita a corte sono testimoniate dai circa 200 reperti, per lo più della seconda metà del XV secolo, tra cui spiccano per bellezza e rarità un’eccezionale coppa su alto piede in vetro, probabilmente usata come fruttiera, e una seconda coppa in vetro verde smeraldo, realizzata a Murano.

Notevoli, per numero e qualità, le ceramiche graffite e smaltate che si sommano ad altre importate dall’area mediorientale e dalla Spagna, e molto interessanti sono anche le mattonelle pavimentali in ceramica smaltata, una serie di frammenti architettonici decorati e numerosi elementi pertinenti a una stufa in ceramica di grandi dimensioni.

Informazioni utili:

http://www.archeobologna.beniculturali.it/mostre/fe_ercole_2014.htm

Ferrara al tempo di Ercole I d’Este. – Gli scavi archeologici e i materiali

Inaugurazione sabato 5 Aprile 2014 ore 17 – Museo Archeologico Nazionale

via XX settembre 122 – tel 0532.66299 – orari: 9 – 17 dal martedì alla domenica (chiusura biglietteria 16,30)

www.archeobologna.beniculturali.it

L’evoluzione del Palazzo Ducale. – Programma Speciale d’Area: gli interventi nel centro storico di Ferrara – Inaugurazione venerdì 4 Aprile 2014 ore 11 Residenza Municipale

Piazza Municipio 2 – tel 0532.419111

orari: 9 – 18 dal lunedì al venerdì

sabato: dalle ore 9 – alle ore 12,30

domeniche e festivi chiuso

www.comune.fe.it

[divider] [/divider]

VERDE PUBBLICO – Sabato 5 aprile alle 11 in via Angelica a Barco (FE)
Inaugurazione del parco pubblico intitolato a Luciano Bertasi, noto amministratore ferrarese
04-04-2014

Sabato 5 aprile alle 11 in via Angelica a Barco (FE) sarà inaugurato il parco pubblico intitolato a Luciano Bertasi, noto amministratore ferrarese scomparso nel 2004. Alla cerimonia interverranno, tra gli altri, il Sindaco di Ferrara, il Presidente dell’Acer, l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Radames Costa (già sindaco di Ferrara) e Davide Bertasi in rappresentanza della famiglia.

Luciano Bertasi, scomparso nel 2004 all’età di sessant’anni, è stato apprezzato dirigente politico e amministratore pubblico, consigliere comunale e presidente dell’azienda provinciale dei trasporti, per molti anni è stato presidente dell’Acer (e, prima ancora della sua trasformazione, dello Iacp), contribuendo in maniera determinante alla definizione e allo sviluppo delle politiche per la casa, al servizio di tutta la comunità. A questo impegno ha dedicato, senza risparmio, tutte le sue energie fino all’ultimo.

[divider] [/divider]

LAVORI PUBBLICI – I cantieri dal 7 al 13 aprile
Nel territorio comunale interventi di ripavimentazione, ripristino delle segnaletica e cura del verde
04-04-2014

Questo l’elenco degli interventi e dei cantieri operativi o in fase di attivazione nel territorio comunale nel periodo dal 7 al 13 aprile prossimi, condotti sotto la supervisione dei tecnici e degli operatori del Settore Opere pubbliche e Mobilità del Comune.

Maggiori informazioni e schede descrittive di alcuni di questi interventi sono disponibili sul sito http://mappaopere.comune.fe.it

AVVIO NUOVI INTERVENTI

INTERVENTI STRADALI

Manutenzione stradale per i viali Belvedere e Orlando Furioso

Avranno inizio nella mattinata di lunedì 7 aprile salvo avverse condizioni meteo, i lavori di manutenzione stradale dei viali Belvedere e Orlando Furioso, quest’ultimo nel tratto compreso tra p.le Partigiani d’Italia e via Azzo Novello.

Per l’esecuzione dei lavori, della durata prevista di 10 giorni, le strade interessate saranno chiuse al transito e il traffico sarà deviato sui relativi controviali.

MANUTENZIONE DELLA SEGNALETICA

Interventi di manutenzione della segnaletica orizzontale di isole rialzate, rotatorie e centri abitati su strade provinciali e statali

Prenderà il via lunedì 7 aprile, con conclusione prevista entro il 13 giugno prossimo, il programma di rifacimento della segnaletica orizzontale di isole rialzate, rotatorie e centri abitati su strade provinciali e statali. Queste le aree interessate, per le quali non è prevista la chiusura al traffico:

Centro abitato di Cona (via Comacchio da via Tambellina all’inizio del guard-rail in prossimità di via A. Zamboni)

Centro abitato di Quartesana (via Comacchio)

Centro abitato di Cocomaro di Cona (via Comacchio)

– SP. 19 –

Centro abitato di Casaglia (via Ranuzzi)

Centro abitato di Ravalle (via Beccari)

Centro abitato di Porporana (via Martelli)

– SP. 22 –

Centro abitato di San Bartolomeo in Bosco (via Masi e via Frasbalda)

Centro abitato di S.Egidio (via Bassa) da via Brigata Partigiana Babini direzione verso San Bartolomeo, fino a termine della località

Centro abitato di S.Egidio – Gaibanella (via Brigata Partigiana Babini)

Centro abitato di Gaibanella (via Palmirano) da via Ravenna al termine della località

Centro abitato di Codrea (via Tambellina)

Centro abitato di Cona (via Tambellina)

Centro abitato di Contrapò (via Castalda)

– SP. 20 –

Centro abitato di Contrapò (via Massafiscaglia)

Centro abitato di Pontegradella (via Pontegradella)

– SS 16 –

Centro abitato di Pontelagoscuro (via Padova), comprese le aree semaforiche all’intersezione con le vie: delle Bonifiche (solo i tratti di canalizzazione), Marconi (solo i tratti di canalizzazione e lato verso la città zebratura fino alla via Maragno)

– SP. 65 –

Centro abitato di Gaibanella (via Ravenna)

AGGIORNAMENTI DAI CANTIERI IN CITTA’

CENTRO STORICO

Opera di riqualificazione di piazza Trento Trieste

Proseguono gli interventi per la riqualificazione di piazza Trento Trieste.

Le opere di ripavimentazione del listone e delle corsie laterali risultano al momento completate nella porzione della piazza compresa tra palazzo San Crispino e via San Romano.

Una prima porzione di piazza sarà aperta al passaggio già a partire da oggi, venerdì 4 aprile.

Proseguono, inoltre, tra via San Romano e corso Porta Reno i lavori di rifacimento del marciapiede che si prevede di riaprire progressivamente al passaggio dei pedoni, col procedere del completamento delle opere.

L’opera di riqualificazione, del costo complessivo di 1.650.000 euro, rientra nel Programma speciale d’area per il centro storico di Ferrara e risulta finanziato per metà dal Comune e per l’altra metà dalla Regione.

(Ulteriori dettagli su www.cronacacomune.fe.it)

Interventi di riqualificazione della Galleria Matteotti

Sono in corso, nell’ambito dei lavori di riqualificazione della Galleria Matteotti, le opere di rifacimento delle pavimentazioni e dei relativi sottofondi.

Restano ancora da completare il riempimento degli scavi e la posa della pavimentazione in cubetti di porfido del tratto di via don Minzoni sul retro dell’esercizio McDonald’s.

Una prima complessiva e approfondita operazione di pulizia delle aree ripavimentate è in programma per la notte tra lunedì 7 e martedì 8 aprile. Seguirà quindi l’avvio del programma di pulizie ordinarie della pavimentazione due volte la settimana.

INTERVENTI STRADALI

Nuova pavimentazione in via Bagaro

Sono in via di conclusione i lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale di via Bagaro, nel tratto compreso tra via Arianuova e viale XXV Aprile, e di tratti di piazzale Partigiani d’Italia. Per l’esecuzione dei lavori non sono state adottati provvedimenti di modifica della viabilità.

Interventi di riasfaltatura a Francolino

Proseguono, a Francolino, gli interventi di riasfaltatura di rampa Barbantini, via Argine Po, piazza Fetonte e di un tratto di via Calzolai. Il traffico sarà inibito per il tempo strettamente necessario all’esecuzione dei lavori

Nuova pavimentazione in porfido in piazzale Medaglie d’Oro

Hanno preso il via il 17 marzo scorso i lavori di rifacimento della pavimentazione stradale in cubetti di porfido in piazzale Medaglie d’Oro. L’intervento prevede la rimozione di tutta l’attuale pavimentazione in materiale lapideo, cui seguiranno la verifica e l’eventuale sistemazione del sottofondo e infine il ripristino dei cubetti.

Nel periodo di esecuzione dei lavori, della durata presunta di 30 giorni lavorativi (salvo imprevisti e avverse condizioni meteo), sarà vietato il transito dei veicoli nell’area pavimentata in porfido.

– MODIFICHE ALLA VIABILITA’ E PERCORSI CONSIGLIATI:

Nelle vie limitrofe a piazzale Medaglie d’Oro è presente la segnaletica provvisoria indicante le deviazioni della circolazione. In particolare: per i veicoli provenienti da corso Giovecca è obbligatoria la svolta a destra (prima della Prospettiva) in via Caneva, dove è presente il senso unico di marcia con direzione da corso Giovecca verso via Cisterna del Follo. Per i veicoli provenienti da viale Alfonso I d’Este rimane invariato l’obbligo di svolta a destra in direzione via Pomposa, mentre per quelli in arrivo da via Pomposa e via Caldirolo è obbligatoria la svolta a destra in Rampari di San Rocco. Infine per i veicoli circolanti in Rampari di San Rocco con provenienza da corso Porta Mare è presente la segnalazione di ‘strada senza uscita’ all’intersezione con via Fossato di Mortara.

– DEVIAZIONI DI PERCORSO PER ALCUNE LINEE BUS URBANE ED EXTRAURBANE (nota a cura di Tper)

Fino al termine dei lavori stradali in piazzale Medaglie d’Oro alcune linee urbane ed extraurbane Tper saranno deviate su percorsi alternativi. Le linee interessate dalle deviazioni sono le urbane 1, 6, 7, 9, 13 e 21, il servizio scolastico “Scuole Medie Dante – Bonati”, le linee supplementari scolastiche 392, 394 e 399 ed i collegamenti extraurbani 310, 312, 314, 320, 321, 322, 326, 323, 331, 340, 341, 342, 344, 345.

Il dettaglio completo dei percorsi alternativi è consultabile sul sito internet di Tper, www.tper.it, nella sezione Notizie, al link www.tper.it/lavorife. Sono inoltre presenti cartelli informativi alle fermate temporaneamente soppresse e a quelle provvisoriamente istituite sui percorsi alternativi

In via Bologna la riqualificazione del piazzale antistante la cappella Revedin

Sono in corso i lavori per la riqualificazione del piazzale antistante la cappella Revedin, dove al momento si sta procedendo con la realizzazione degli scavi per la realizzazione del nuovo sottofondo.

L’intervento prevede la creazione, nell’area attualmente sterrata, di un piazzale di circa 1.500 metri quadri pavimentato con masselli autobloccanti e utilizzabile sia per la sosta, con 70 posti auto, sia per manifestazioni o mercati.

Lo slargo sarà contornato da ampi marciapiedi e avrà il proprio ingresso carrabile da via Gaetano Recchi, grazie alla creazione di una breve strada interna asfaltata. All’interno dei marciapiedi perimetrali saranno realizzate otto aiuole oltre ad alcune panchine.

L’area sarà inoltre dotata di un nuovo impianto di pubblica illuminazione con lampade d’arredo, in continuità con il recente intervento di riqualificazione di via Bologna.

Tra gli intenti dell’opera vi è quello di dotare la zona di un nuovo parcheggio per favorire lo scambio modale con il trasporto pubblico.

L’importo complessivo dell’opera è di 400mila euro. Il tempo previsto per l’esecuzione dei lavori è di 120 giorni dalla data di consegna (24/02/2014).

Ripristino dei marciapiedi di viale Cavour

Nell’ambito dei lavori di manutenzione straordinaria dei marciapiedi di viale Cavour, sono in via di conclusione gli interventi di sostituzione dei cordoli di contenimento e di sistemazione dei passi carrai. Nei prossimi giorni, condizioni meteo permettendo, inizieranno i lavori di rifacimento del tappeto d’asfalto degli stessi marciapiedi.

Ripavimentazione di via Fossato dei buoi con chiusura al transito

Sono in corso in via Fossato dei buoi i lavori di rifacimento della pavimentazione in pietra naturale.

L’intervento si svilupperà in tre fasi: durante la prima è prevista la rimozione del marciapiedi esistente e della pavimentazione della strada a cura del Comune di Ferrara; nella seconda, (attualmente in corso) a cura di Hera Spa, è previsto il rifacimento della rete fognaria e della rete idrica; e infine nella terza, a cura del Comune, è in programma il rifacimento del marciapiedi e della pavimentazione della strada.

Per permettere l’esecuzione degli interventi, la via rimarrà chiusa al transito fino al termine dei lavori.

LAVORI DI ASFALTATURA A CURA DI HERA

Prosegue, a cura di Hera, l’esecuzione di una serie di lavori di riasfaltatura per il ripristino di strade interessate nei mesi scorsi da interventi alle reti dei sottoservizi.

Le vie interessate dai lavori, con possibili interruzioni e modifiche della viabilità, sono:

– corso Porta Po (tratto da via Barriere a via Cittadella)
– via E. Farolfi
– via Beata Lucia da Narni (tratto da via Farolfi a via Lionello D’Este)
– via Lionello D’Este (tratto da via B. L. da Narni a via Pavone)

– via Arianuova (tratto da via Pavone a via Parini)
– via G. Bianchi (tratto da via Roverella a p.le dei Giochi)

– via C. Mayr (tratto da via Porta San Pietro a via Alfonso I d’Este)

– via Formignana (tratto da via XX Settembre a via C. Mayr)
– viale Krasnodar (tratto da via De Santis a via I. Nievo)

SEGNALETICA

Manutenzione della segnaletica in una serie di vie del territorio comunale

Proseguiranno fino al 31 maggio prossimo i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria della segnaletica stradale per il miglioramento della viabilità in una lunga serie di strade dell’intero territorio comunale.

Queste alcune delle vie interessate dai lavori nei prossimi giorni:

– Segnaletica orizzontale:

via Colombarola

via Foro Boario da via Bologna a via Bonafini

via Modena da via Due Abeti a via Marconi

via Ponte Ferriani

via Via Cassoli solo pista ciclabile

via Vittorio Veneto

via Caldirolo da via Della Fornace a via Aducco (solo cordolatura gialla nera pista ciclabile(

via Santa Margherita dal civ 113 al civ 293 (solo cordolatura pista ciclabile)

via Santa Margherita civ 289 chiesa di Malborghetto (attraversamento pedonale)

via Calzolai scuola elementare Malborghetto (attraversamento pedonale)

via Bentivoglio civ 158 e Dell’Indipendenza civ 44 (attraversamenti pedonali scuola elementare e materna)

via Picelli e via Nenni (attraversamenti pedonali scuola materna)

via Costituzione (attraversamento pedonale semaforizzato giardini grattacielo)

via IV Novembre intersezione via Fortezza (attraversamento pedonale)

via IV Novembre intersezione via Costituzione-viale Cavour (attraversamento pedonale semaforizzato)

– Segaletica luminosa

via Eridano intersezione con rotonda via Diamantina-Ferrari

– Segnaletica complemetare

rotonda via Bianchi-Tumiati-Porta Catena (marker in vetro)

rotonda via Trenti-Arginone

Altri lavori di ripristino della segnaletica, a seguito di interventi di asfaltatura già completati, saranno eseguiti, sempre entro il 31 maggio prossimo in:

– via Pomposa;

– via Comacchio;

– via Caretti;

– via Giraldi;

– via Fabbri da via Goretti a via Bologna;

– via Fabbri da via del Campo a via Goretti;

Ulteriori programmi di interventi in corso di realizzazione riguardano poi il rifacimento della segnaletica orizzontale di una serie di aree di carico e scarico e di sosta per invalidi nel territorio comunale e il tracciamento della segnaletica orizzontale delle fermate urbane del trasporto pubblico e delle corsie preferenziali/riservate bus.

Per tutti gli interventi relativi alla segnaletica non è prevista la chiusura al transito delle vie interessate, ma saranno possibili rallentamenti della circolazione.

 

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Nuovo impianto di illuminazione nel sottopasso di via Coronella

Sono in corso i lavori di realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione del sottopasso di via Coronella (al Km 42). L’intervento prevede l’installazione di pali in acciaio di 8 metri di altezza, dotati di apparecchi illuminanti con lampade al sodio da 150W. Saranno inoltre realizzati un quadro elettrico di protezione e comando e le nuove linee di alimentazione derivate da quest’ultimo.

I lavori non dovrebbero comportare disagi al traffico.

Lavori di adeguamento impiantistico in via Marconi

Proseguono i lavori di adeguamento impiantistico della pubblica illuminazione in via Marconi nel tratto da via Michelini a via Padova. Gli interventi prevedono la manutenzione straordinaria degli impianti esistenti, con il passaggio del tipo di alimentazione da quello in serie a quello in derivazione, la sostituzione di pali in cls con nuovi pali in acciaio, la sostituzione degli apparecchi illuminanti e delle linee elettriche, e la realizzazione di nuovo quadro elettrico con fornitura Enel dedicata. I lavori non dovrebbero comportare disagi al traffico.

Nella zona centrale di Marrara interventi di potenziamento della pubblica illuminazione

Sono in via di completamento i lavori per la manutenzione straordinaria ed il potenziamento dell’impianto di pubblica illuminazione presente nella zona centrale della frazione di Marrara. I lavori comprendono la sostituzione di pali e apparecchi illuminanti in via Froldo, in via del Vescovo e nell’area verde di via del Vescovo di fronte alla banca.

L’esecuzione dei lavori è a cura di Hera Luce.

EDILIZIA SOCIALE, SCOLASTICA E SPORTIVA

Tra via Mambro e via Krasnodar aperto il cantiere della nuova scuola d’infanzia Aquilone

Sono in corso i lavori di realizzazione della nuova scuola d’infanzia Aquilone finanziata con fondi Regionali per la ricostruzione post-sisma.

La durata prevista per i lavori, aggiudicati all’impresa Arco Costruzioni di Ravenna, è di 180 giorni, per una spesa complessiva di 1.850.160 euro.

LA SCHEDA
Articolata su un unico piano, con ampie vetrate sul giardino circostante e in linea con i più moderni accorgimenti di sostenibilità ambientale. Questa la nuova scuola d’infanzia comunale Aquilone secondo il progetto elaborato dal Servizio Edilizia del Comune. La struttura troverà spazio in un’area verde di 4.200 mq, tra le vie Mambro e Krasnodar, a poche centinaia di metri dalla vecchia scuola, resa inagibile dal sisma del maggio 2012 e attualmente funzionante all’interno di moduli temporanei in via Nievo.
A seguito di verifiche e valutazioni, i tecnici dell’Amministrazione comunale hanno infatti ritenuto più funzionale e vantaggiosa l’ipotesi della costruzione ex novo di una struttura in grado di ospitare i cento allievi dell’Aquilone. Tenendo conto inoltre delle prescrizioni della Regione che richiedono di localizzare le nuove strutture scolastiche nei pressi di quelle esistenti per promuoverne l’integrazione funzionale, si è optato per l’accorpamento con il nido comunale Costa di via Praga, per dar vita a una struttura unificata ospitante i due diversi servizi educativi e poter così continuare a rispondere alle esigenze di quell’area della città.
Il nuovo edificio sarà composto da quattro sezioni con relativi dormitori, spazi comuni e una zona servizi con cucina, spogliatoi e uffici. Avrà una configurazione a corte aperta, concepita
per essere in continua relazione con il giardino circostante, attraverso ampie superfici vetrate in grado di creare un tutt’uno tra spazi interni ed esterni. Quasi tutti locali avranno infatti doppi affacci per una migliore illuminazione.
La struttura, dotata di ampie dimensioni sia in termini di superfici che di altezze, sarà organizzata in due zone, la prima con una sala centrale che darà accesso alle sezioni, e la seconda costituita da cucina, spogliatoi e uffici. L’ingresso al fabbricato sarà su via Mambro, con accesso diretto al salone centrale attraverso una bussola.
Grande attenzione è stata riservata in fase di progettazione anche al rispetto delle norme antisismiche e dei criteri di sostenibilità ambientale, con partizioni interne a secco, in legno, ad alto isolamento termico, serramenti ad alte prestazioni, uso passivo di energia rinnovabile tramite pannelli solari fotovoltaici, impianto di recupero delle acque piovane da riutilizzare per gli scarichi wc e per l’irrigazione del giardino e impianto di ventilazione meccanica con recuperatori di calore.

L’impianto di riscaldamento sarà a pompa di calore a pannelli radianti a pavimento, mentre l’impianto elettrico avrà corpi illuminanti a led, che permettono un notevole risparmio rispetto alle lampade elettroniche, e il sistema sarà in grado di regolare automaticamente le accensioni rispetto all’illuminamento interno cosi da ridurre al minimo inutili consumi di energia elettrica.

Le pavimentazioni saranno in legno per le sezioni, in ceramica per bagni e antibagni, linoleum per il salone per le “attività libere” e gres per la zona servizi.

Ripristino post-sisma della scuola Ercole Mosti

Sono in corso i lavori di ripristino e miglioramento strutturale anti-sismico della scuola elementare Ercole Mosti di via Bologna, gravemente danneggiata dal sisma del maggio 2012.

L’intervento prevede: inserimento a livello del solaio del sottotetto di tiranti metallici; miglioramento dei collegamenti dell’orditura lignea del tetto con piastre e barre metalliche; costruzione di nuove pareti interne per aumentare la resistenza al sisma del fabbricato; consolidamento dei solai lignei; consolidamento delle pareti dell’androne al piano terra tramite intonaco armato su entrambe le facce; riparazione dei danni causati dal sisma (lesioni su archi e architravi); sostituzione dei controsoffitti pesanti in arelle con controsoffitti in cartongesso.

Sono già stati eseguiti i lavori di demolizione, di rinforzo degli architravi delle finestre e delle fondazioni, di parziale ricostruzione delle pareti interne, di predisposizione dei solai per il rinforzo e di sostituzione dei solai di due corridoi.

EDILIZIA PUBBLICA

Ristrutturazione del centro sociale “La Ruota” di Boara

Sono in corso i lavori per la ristrutturazione del centro sociale “La Ruota” di Boara. In programma opere edili e impiantistiche per il ripristino di parte del fabbricato adiacente all’attuale sede del centro.

INTERVENTI A CURA DI HERA

Lavori alle reti gas, idrica, fognaria e del teleriscaldamento

Proseguono gli interventi, a cura di Hera, per la posa di condotte fognarie in via del Bosco (a San Bartolomeo in Bosco) e a Boara in: via Pasetta, nel tratto da via Santa Margherita a via Viazza, via Virgili, via Viazza, via Calzolari, via Riminalda, via Modestino, via Bregola e via Tumaini.

In corso anche i lavori di potenziamento della rete fognaria nell’area Rivana.

EDIFICI E BENI CULTURALI E MONUMENTALI

Manutenzione straordinaria delle Mura estensi:

– Baluardo di San Paolo

Sono prossimi alla conclusione i lavori al terrapieno del Baluardo di San Paolo, nell’ambito del piano di interventi sulle antiche Mura di Ferrara.

L’intervento ha puntato a una complessiva riqualificazione dell’area, con il duplice obiettivo di rimozione del degrado e di salvaguardia del paramento murario di sommità. Tra gli interventi eseguiti figurano una radicale sfrondatura delle alberature spontanee prospicienti il parapetto e la risagomatura della superficie terrapienata. Quest’ultima opera è stata effettuata con l’intento di allontanare dal paramento murario le acque meteoriche, concausa del continuo degrado e sfaldamento della sommità del Baluardo, che è stata consolidata e protetta con la stuccatura delle connessioni murarie.

– Mura nord

Prosegue con i lavori alle Mura del tratto nord l’attuazione del Progetto di restauro conservativo e riqualificazione di tratti delle antiche Mura estensi. L’intervento riguarda la parte della cortina muraria “rossettiana” da cui è iniziata l’opera di restauro del primo Progetto Mura (FIO 1986), e in particolare il tratto compreso tra il quinto e l’ottavo torrione, con al centro l’antica Porta degli Angeli. In programma interventi di verifica, consolidamento strutturale e restauro conservativo del paramento murario verticale su entrambi i lati (lato vallo e lato terrapieno) e della muratura di sommità con interventi di stuccatura di protezione.

– Baluardo di San Giorgio

Sono in corso i lavori di manutenzione al barbacane di San Giorgio, che prevedono la pulizia della sommità del barbacane stesso, con l’abbattimento e la rimozione di tutti gli alberi ad alto fusto presenti e della vegetazione spontanea, e con lo sfalcio dell’erba.

E’ inoltre previsto uno scavo di sbancamento, per portare la terra al livello della sommità muraria e la demolizione della muratura di sommità che risulta danneggiata. Si provvederà quindi al rifacimento della cordolatura di mattoni speciali pieni e della relativa copertina di sommità.

Sul paramento verticale sarà inoltre eseguita la sostituzione dei mattoni decoesi, la pulizia con idrolavaggio di tutta la superficie e infine il rifacimento della stuccatura del parapetto del barbacane. Sarà inoltre eseguita la pulizia delle superfici lapidee presenti negli angoli del barbacane e la relativa integrazione delle parti mancanti.

Recupero del Baluardo dell’Amore
I lavori di recupero e restauro del Baluardo dell’Amore sono attualmente sospesi in attesa della conclusione della revisione del progetto da parte dei tecnici comunali e delle competenti Soprintendenze.

Restauro di Casa Minerbi-Dal Sale

Prosegue l’opera di restauro di Casa Minerbi-Dal Sale mirata a recuperare le sale del pian terreno, da adibire a biblioteca dell’Istituto di Studi Rinascimentali, e il loggiato, destinato a sala conferenze e riunioni. Al piano superiore le sale di quella che fu la casa di Giuseppe Minerbi saranno sottoposte a un’attenta e capillare opera di revisione e manutenzione di quanto realizzato da Piero Bottoni nel restauro voluto, appunto, da Giuseppe Minerbi. L’intervento, coordinato da Carla Di Francesco, direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna con la collaborazione dell’arch. Keoma Ambrogio della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Ravenna, è progettato e diretto dagli architetti Costanza Cavicchi e Francesca Pozzi per la parte architettonica e dallo Studio Step per la parte relativa agli impianti.

OPERE DI PROTEZIONE DELL’AMBIENTE

A Boara un nuovo impianto fognario all’avanguardia

Sono in corso a Boara, per iniziativa di Comune ed Hera, i lavori di realizzazione del nuovo impianto fognario che entrerà in funzione dalla fine della prossima primavera. Si tratta di un investimento di 750mila euro per l’installazione di un innovativo sistema basato sul ‘funzionamento in depressione’ che, tramite la produzione del vuoto e il funzionamento di apposite valvole di regolazione, è in grado di aspirare i reflui raccolti dalle condotte. La scelta progettuale di adottare un sistema fognario in depressione consente di intercettare la fognatura esistente dal centro abitato e dall’area di recente espansione, nella parte sud della frazione, creando un sistema unico e centralizzato che aumenti l’efficienza di controllo da parte dei tecnici Hera e contribuisca a migliorare le condizioni ambientali. Altro obiettivo del progetto è quello di creare per tutta la frazione una soluzione di collettamento unica, elastica e durevole, che consenta di collegare in un prossimo futuro un numero assai maggiore di utenze rispetto a quello attuale. La conclusione dei lavori è prevista entro il mese di maggio 2014.

VERDE PUBBLICO

Aree gioco rimesse a nuovo in dodici parchi cittadini

Sono in corso gli interventi di riqualificazione previsti dall’Ufficio Verde del Comune per una serie di spazi gioco all’interno di aree verdi e parchi scolastici del territorio comunale. I lavori consentiranno sia la fornitura di nuovi giochi sia la posa di nuovi prati sintetici ‘smorza cadute’ per ovviare all’inconveniente del continuo deterioramento del manto erboso attorno alle strutture di gioco.

Le aree interessate dagli interventi sono quelle dei parchi della scuola d’infanzia Casa del Bambino (lavoro già ultimato), della scuola primaria Poledrelli (lavoro già ultimato) e della scuola d’infanzia Bianca Merletti (lavori attualmente in corso), nel territorio della Circoscrizione 1; dei parchi di via Bagni e di via Grillenzoni nella Circoscrizione 2; dei parchi delle scuole d’infanzia INA Barco, Pontelagoscuro e La Mongolfiera e del parco di via Manferdini nella Circoscrizione 3; e infine quelle dei parchi di via Giglioli-via Travagli, di via dei Gladioli e di via Calzolari nella Circoscrizione 4.

AGGIORNAMENTO: I lavori di riqualificazione delle aree gioco proseguono nell’area di via Gladioli a Malborghetto, per spostarsi poi alla scuola d’infanzia di Pontelagoscuro.

Le operazioni di sfalcio dell’erba

Sono in corso, nelle aree di verde pubblico cittadino, le operazioni di sfalcio dell’erba curate da Amsefc spa, sotto la supervisione dei tecnici dell’Ufficio Verde del Comune di Ferrara.
Il programma delle operazioni procederà a partire dal centro città verso il forese.

Queste le vie e aree interessate dai lavori di sfalcio nei prossimi giorni:

Comparto Boschetto

Pescara – Sabbioni – Fossa d’Albero –

Denore – Villanova

Comparto Misericordia

Malborghetto

Cas San Giorgio

via Recchi

via Ticchioni – via Fortezza

Ciclabile Pontegradella

viale IV Novembre

via Vallelunga – via don Dioli

v.le Savonuzzi

Zona Barco

Zona: via Girotti via Tognazzi

via Marzabotto

Zona art. Ponte

via Battara via Allende

via Maverna

via del Lavoro

giardini viale Cavour

via Cacciaguida

via Bagaro

via Santa Caterina da Siena

vie Boccacio-Petrarca-Manzoni

palazzo regione contrada della rosa

via Fausto Beretta

viale I Maggio

San Domenico

viale Belvedere

via Giovanni XXIII

Chiostro S. Spirito

via Piangipane-via Ripagrande

Parco della Vita

piazza Mons Cavallini

via G. D’Arezzo

via Saffi

Parcheggio Ex Brunelli

piazzetta Rizzieri- piazza Toti

via Todeschi

S. Maria Consolazione

Palazzo Bonaccossi

Darsena-Ingresso Porto

via Coramari Ardsu

via Virgili

Circ. Porta Mare

S. Maurelio-Marco Polo

Mercato dei Polli

via Ghiara

Parco Del Sole

Casa delle Vedove

via Camposabbionario + S. Andrea

S. Francesco

piazza Cappellini – Denore

via Renata Di Francia

via dell’Alloro

via Lucrezia Borgia

Zona Sud

Mizzana

Cassana

P.M.I

viale Po

via Ortigara

via Manini

corso Isonzo

via Oberdan

Poledrelli

ex MOF

via Cassoli

via Gavioli – Nazario Sauro

Casa Ariosto

Stazione

via Mentessi

via Felisatti

[divider] [/divider]

MUSEO STORIA NATURALE – Completato il programma di lezioni, laboratori ed escursioni scientifiche
Progetto ‘Underground’: i fenomeni della geologia emiliana svelati agli studenti dei licei scientifici ferraresi
04-04-2014

Sismicità, liquefazione delle sabbie, emissioni gassose del terreno, giacimenti di idrocarburi, sorgenti geotermiche. Sono solo alcuni dei fenomeni e degli aspetti geologici del nostro territorio che gli studenti dei licei scientifici ferraresi hanno avuto modo di approfondire, a partire dal 6 febbraio scorso, nell’ambito del progetto ‘Underground’, organizzato dal Museo civico di Storia Naturale di Ferrara con la collaborazione del Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell’Università di Ferrara.
Intento dell’iniziativa, che si è articolata in lezioni teoriche, sessioni di laboratorio ed escursioni nel territorio, è stato quello di far conoscere ai giovani studenti la geologia del sottosuolo padano-emiliano, fornendo loro nozioni scientifiche su ambiti connessi con i temi della tutela pubblica. Come spiegano infatti gli organizzatori, “attraverso l’apporto di esperti impegnati sul campo, il progetto ha puntato a fornire ai ragazzi elementi conoscitivi che consentano loro di affrontare con approccio consapevole e critico i rischi e le problematiche legati alla conformazione geologica del nostro territorio”.
Tre gli istituti scolastici coinvolti, per un totale di 128 ragazzi: il Liceo Scientifico ‘Roiti’ di Ferrara con le classi III R e III S della prof.ssa Caterina Berti; quello di Bondeno con la classe III K del prof. Giancarlo Reggiani, e il Liceo di Scienze Applicate Isit Bassi Burgatti di Cento con le classi IV S, IV T, IV U dei proff. Bruno Somenzi, Paola Aleotti e Giuliana Pasquini.
Dopo la sessione unica, il 6 febbraio scorso, di lezioni teoriche per tutti, sulla struttura stratigrafica e tettonica del sottosuolo padano-emiliano, l’evoluzione geomorfologica storica e la sismica a cura di Marco Stefani (Unife), Riccardo Caputo (Unife), Marco Bondesan (Parco Delta Po Veneto), coordinati da Enrico Trevisani del Museo di Storia Naturale, nelle settimane successive ciascuna delle classi coinvolte ha svolto i laboratori di sedimentologia e di petrografia, organizzati al Dipartimento di Scienze della Terra e curati da Daniele Masetti e Umberto Tessari dell’Università di Ferrara, con Lucia Poletti dell’Associazione Didò, per l’analisi granulometrica delle sabbie, in riferimento al fenomeno della liquefazione, e per l’osservazione macroscopica di campioni delle rocce del nostro sottosuolo, che per la loro porosità e conformazione assorbono e accumulano i fluidi liquidi e gassosi presenti nel sottosuolo stesso.
L’osservazione diretta e lo studio dei vari fenomeni sul territorio è stata condotta da esperti in alcuni siti caratteristici e preceduta da relazioni propedeutiche in Museo: a San Carlo, con Nasser Abu-Zeid, Riccardo Caputo e Paolo Russo di Unife, per lo studio sul campo dei fenomeni determinati da eventi sismici: liquefazione, cedimenti, amplificazione e frane; a Copparo, con Fedora Quattrocchi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) di Roma, Nicola Salmaso di Eni e Carmela Vaccaro di Unife, per l’approfondimento della conformazione geochimica e geofisica del sottosuolo, in relazione alla presenza di sorgenti gassose e di idrocarburi, lo studio delle emissioni gassose anomale del terreno, come i vulcanetti spontanei, e dei rischi connessi allo sfruttamento dei giacimenti di idrocarburi nella pianura padano-emiliana.
L’iniziativa si è svolta con il sostegno della Provincia di Ferrara e con il patrocinio della Regione Emilia Romagna.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi