Home > COMUNICATI STAMPA > Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 5 maggio

Comune di Ferrara, tutti i comunicati del 5 maggio

Tempo di lettura: 28 minuti

da: ufficio stampa Comune di Ferrara

La newsletter del 5 maggio 2014

CRONACACOMUNE

CONFERENZA STAMPA – Martedì 6 maggio alle 12 nella sala Arengo della residenza municipale
Presentazione seminario Co-Design di Agenda 21
05-05-2014

Martedì 6 maggio alle 12, nella sala dell’Arengo della residenza municipale, sarà presentato ai giornalisti il seminario di Co-Design, giornata di lavoro e approfondimento sul tema dell’adattamento ai cambiamenti climatici e delle misure locali per proteggere le comunità e le
imprese, in programma il 10 maggio nella sede del Consorzio Wunderkammer (via Darsena 57, FE). L’iniziativa è organizzata da Agenda21, Comune di Ferrara, Arpa, Centro Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici (CMCC).

All’incontro di presentazone interverranno l’Assessore comunale all’Ambiente, nel ruolo anche di presidente di Agenda 21, Daniela Luise (direttore Coordinamento A21), Carlo Cacciamani (direttore Servizio IdroMeteoClima Arpa Em.Romagna), Sergio Castellari (Focal Point IPCC – Programma Internazionale cambiamenti Climatici), Stefano Tibaldi (direttore Arpa Em.Romagna), Luigi Trentini (direttore Arpa Ferrara), Gianni Tebaldi (Consorzio di Bonifica Ferrara).

BIBLIOTECA ARIOSTEA – ‘Il Presente remoto 2014′: incontro e mostra martedì 6 maggio dalle 16,30
Storie di motociclisti
05-05-2014

E’ tutto dedicato al mondo delle motociclette e dei motociclisti il pomeriggio di martedì 6 maggio alla biblioteca Ariostea. Alle 16,30, nella sala Agnelli, l’incontro dal titolo ‘Rocker, biker, rat e motociclisti cafe…’, organizzato in collaborazione con Motoclub Estense, proporrà ‘un viaggio nelle sottoculture delle due ruote’. Roberto Roda introdurrà il tema e dialogherà con Carlo Cianferoni, autore delle strip ‘Garage diabolico’.
Alle 18, in Sala Ariosto, è invece in programma l’inaugurazione della mostra: ‘Garage diabolico. Storie di motociclisti e motociclette disegnate da Carlo Cianferoni’.
L’incontro è inserito nel programma di conversazioni etno-antropologiche del ciclo ‘Il presente remoto 2014′ curato da Roberto Roda, studioso di etnografia e antropologia culturale del Centro di Documentazione storica del Comune di Ferrara.

LE SCHEDE a cura degli organizzatori
‘Rocker, biker, rat e motociclisti cafe…’ (ore 16,30 Sala Agnelli)
Le sottoculture sono definite da gruppi sociali che adottano “stili particolari e innaturali”. La motocicletta ha saputo catalizzare differenti stili che l’industria cinematografica ha poi enfatizzato e affermato anche al di fuori dei paesi d’origine. La conversazione propone un viaggio intrigante nei simboli e nelle mitologie sociali di chi ha creduto e crede che la motocicletta non sia solo un mezzo di trasporto: dalle gang motociclistiche americane del periodo post bellico raccontate ne “Il Selvaggio” con Marlon Brando, agli scontri in Gran Bretagna nei primi anni sessanta fra Rocker e Mod, dalla violenza antisociale delle bande californiane tipo Hell Angel ai centauri nomadi delle competizioni minori degli anni settanta e, ancora, i chopper, le moto cafe e quelle rat sino agli attuali differenti fenomeni revivalistici.

Mostra ‘Garage diabolico. Storie di motociclisti e motociclette disegnate da Carlo Cianferoni’ (inaugurazione ore 18 in Sala Ariosto)
L’esposizione presenta le tavole originali della serie “GarageDiabolico” scritte e disegnate da Carlo Cianferoni e dedicate alle due-ruote. Pubblicate sulla rivista “Cafe Racer” dal 2002 al 2006, le storie giocano su gag a sfondo motociclistico ed evidenziano, con tratti ironici e agro-dolci, il rapporto tra motociclista, moto e universo femminile. Il bianco e nero è spesso piuttosto cupo, più nero che bianco, a creare un’atmosfera decisamente dark, carica di quel romanticismo che per l’appunto appartiene all’immaginario dei motociclisti.
Carlo Cianferoni ha lavorato in agenzie per la moda e la pubblicità per circa venti anni, in Italia e in California. Appassionato e praticante delle due ruote sin da adolescente, nel 2000, dopo aver dato vita, insieme ad un amico, ad un progetto editoriale di guide mototuristiche “Curve & Tornanti” e aver collaborato con varie aziende motociclistiche, ha creato una vera scuola di motociclismo: il Progetto GSSS (Guida Dinamica Sicura su Strada), la prima scuola approvata e riconosciuta dalla Federazione Motociclistica Italiana. Attualmente presiede l’attività della scuola e il Team di Istruttori, prevalentemente cerca di curare soprattutto lo sviluppo del progetto.
In mostra dal 6 maggio al 7 giugno 2014.

CONFERENZA STAMPA – Martedì 6 maggio alle 11 nella sala Zanotti della residenza municipale
Le decisioni dell’Amministrazione comunale in merito al tributo sui rifiuti (TARI)
05-05-2014

Martedì 6 maggio alle 11, nella sala Zanotti della residenza municipale, il Sindaco, il Vicesindaco e l’Assessore comunale al Bilancio illustreranno ai giornalisti le decisioni dell’Amministrazione comunale in merito alla TARI, tributo sui rifiuti.

CONFERENZA STAMPA – Martedì 6 maggio alle 11.30, nella sala Arengo della residenza municipale
Presentazione della Fondazione ADO e del concerto “Incontro con Puccini”
05-05-2014

Martedì 6 maggio alle 11.30, nella sala Arengo della residenza municipale, avrà luogo la presentazione della Fondazione ADO di Ferrara (Assistenza Domiciliare Oncologica), e del concerto “Incontro con Puccini”, in programma il 18 maggio.

All’incontro con i giornalisti interverranno l’Assessore comunale alla Sanità e Servizi alla Persona, la presidente della Fonazione ADO Daniela Furiani, Chiara Tassinari (direttore Sanitario ADO), Giovanni Polo (presidente Orchestra Città di Ferrara) Stefano Romani e Francesco Pinamonti, rispettivamente direttori orchestra e coro.

CONFERENZA STAMPA – Mercoledì 7 maggio alle 11, nella sala Arengo della residenza municipale (Piazza Municipio 2 – FE)
Presentazione dell’edizione 2014 del festival “Altroconsumo a Ferrara”
05-05-2014

Mercoledì 7 maggio alle 11, nella sala Arengo della residenza municipale (Piazza Municipio 2 – FE), avrà luogo la presentazione dell’edizione 2014 del festival “Altroconsumo a Ferrara” organizzato dall’associazione di consumatori Altroconsumo, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Ferrara e di Ferrara Fiere e Congressi.

All’incontro con i giornalisti interverranno il Sindaco e il Vicesindaco di Ferrara, Rosanna Massarenti, direttore responsabile Altroconsumo, e Giorgina Arlotti, direttore Ferrara Fiere e Congressi.

CITTA’ SOLIDALE E SICURA – Martedì 6 maggio alle 21 alla sala Polivalente
La ‘Carovana Antimafie’ fa tappa al Grattacielo
05-05-2014

Martedì 6 maggio alle 21, alla sala Polivalente del Grattacielo di Ferrara (viale Cavour 189-191), farà tappa la “Carovana Antimafie”, organizzata da Libera Coordinamento di Ferrara, in collaborazione con la FLAI CGIL, l’Associazione Viale K e Arci.

Quest’anno Carovana Antimafie festeggia i suoi vent’anni di vita; sin dall’inizio ha sviluppato i temi della legalità democratica, della giustizia sociale, della partecipazione e della solidarietà.
Ciascuna tappa, attraverso incontri e iniziative, affronta tematiche nazionali incrociandole con le istanze e le problematiche del territorio.

La tappa di Ferrara (inserita nell’ambito delle iniziative accolte dal progetto Ferrara città solidale e Sicura del Comune di Ferrara) è l’occasione per approfondire il tema dello sfruttamento dei migranti nel settore agricolo, con la presentazione del Secondo Rapporto Agromafie e Caporalato dell’Osservatorio Placido Rizzotto – FLAI CGIL: una ricerca condotta in 14 Regioni e 65 province con l’obiettivo di tracciare i flussi stagionali di manodopera e gli epicentri delle aree a rischio caporalato e sfruttamento lavorativo.

Intervengono Dario Alba di FLAI CGIL di Ferrara; Raffaele Rinaldi di Associazione Viale K e
Franco Mosca curatore del Rapporto sull’Immigrazione in provincia di Ferrara 2013. Coordina: Federica Pezzoli di Libera Coordinamento di Ferrara.

(Testo a cura degli organizzatori)

ASSESSORATO ALLA SANITA’ – La firma questa mattina in Municipio. Piano assitenziale del Distretto Centro nord
Il nuovo ‘Accordo triennale per potenziare i servizi per le malattie dementigene e per i malati di Alzheimer’
05-05-2014

E’ il quinto di un percorso avviato nel 2000 e resterà in vigore per il prossimo triennio il nuovo ‘”Accordo di programma per il potenziamento della rete di servizi per le malattie dementigene e per i malati di Alheimer distretto Centro Nord 2014/2016″ presentato e sottoscritto questa mattina (lunedì 5 maggio) in residenza municipale. Alla conferenza stampa erano presenti i rappresentanti dei diversi enti, organismi e istituzioni coinvolti nel progetto: l’assessora comunale alla Sanità/Servizi alla persona, i direttori generali di Ausl Ferrara Paolo Saltari e di Azienda Ospedaliero Universitaria Ferrara Gabriele Rinaldi, la presidente dell’associazione Ama Gemma Papi, i presidenti di Asp Ferrara Sergio Gnudi e di Assp Copparo Idris Ricci e Giovanni Zuliani in rappresentanza dell’Università di Ferrara.

Attraverso questo strumento i diversi attori intendono impegnarsi a definire quegli accordi interistituzionali necessari al consolidamento ed al miglioramento della rete dei servizi, in conformità a quanto previsto dai Piani di Zona del Distretto Centro Nord. L’obiettivo di fondo è quello di inserirsi nel percorso intrapreso con i precedenti Accordi di programma, per sviluppare un piano assistenziale globale, potenziando e completando gli interventi già in atto a favore del paziente e della sua famiglia, che vanno dal garantire una diagnosi tempestiva e adeguata, al consolidamento dell’attività dei “CaFe della memoria” e dell’integrazione tra le forze già esistenti nella rete, alla formazione e all’incentivazione della ricerca.

“Il coinvolgimento e l’assistenza dei familiari del malato, oltre che del paziente stesso, sono elementi fondamentali, perchè si tratta di malattie non semplici, che comportano per i care-giver un affaticamento progressivo e costante. – ha ricordato la presidentessa dell’associazione AMA /Associazione malattia Alzheimer, Gemma Papi – Attraverso l’associazione, che ha sede all’interno dei locali di Asp Ferrara, e grazie al progetto messo in campo fra le diverse forze del nostro territorio possiamo offrire un sostegno alle famiglie dei pazienti orientandole verso i metodi di cura più appropriati e indirizzandole a specifiche figure di riferimento. La nostra rete di aiuti è poi articolata e comprende anche numerose attività di affiancamento ai bisogni della persona colpita dalla malattia. Da ricordare, fra queste, l’iniziativa ‘Caffè della Memoria’, i corsi specifici per chi ha perso alcune abilità primarie, la nuova tecnica dello ‘joga della risata’, i gruppi di reciproco aiuto per familiari e la consulenza legale iriferita alle problematiche scatenate dalla perdità delle capacità di auto-determinazione.”

LA SCHEDA – Accordo di programma per il potenziamento della rete di servizi per le malattie dementigene e per i malati di Alheimer distretto Centro Nord 2014/2016 (testo a cura del Gruppo tecnico )

“La demenza è una malattia cronica che, nelle sue diverse forme, interessa un numero crescente di persone. Nella sola provincia di Ferrara si stima che possano essere diagnosticati fino a 1000 nuovi casi all’anno (11 per mille/anno degli ultra65enni) con una prevalenza complessiva di malattia di quasi 6000 persone. Se consideriamo i dati dell’intera regione si superano le 60.000 unità: le dimensioni di una piccola città. Non meraviglia, quindi, che l’ Organizzazione Mondiale della Sanità abbia definito la demenza una “priorità di salute pubblica” (Dementia: a public health priority – WHO 2012): questo termine risulta ampiamente giustificato non solo dalle dimensioni del fenomeno, ma anche dalle rilevanti implicazioni di carattere non strettamente sanitario, inevitabilmente connesse all’evolversi della storia clinica.

Infatti nella maggior parte dei casi il progressivo peggioramento delle capacità cognitive e funzionali del malato viene gestito per lungo tempo a domicilio, presso la propria abitazione o, comunque, con risorse reperite prevalentemente all’interno del nucleo familiare.
E’ per questo motivo che la demenza ha un impatto severo non solo sulla vita del paziente, ma anche su quella dei cosiddetti “care-givers” (le persone che si prendono cura del malato).
Le relazioni interpersonali possono subire una profonda modificazione ed i risvolti psicologici di questo difficile percorso possono incidere non poco sulla qualità di vita e, talvolta, anche sullo stato di salute dei familiari. A ciò si aggiunge lo “stress assistenziale”, la fatica di una giornata che rischia di essere senza pause, con un impegno costante, talvolta non interrotto neppure dal riposo notturno.
Anticipando, anche in modo consistente, la maggior parte delle altre regioni italiane, l’Emilia Romagna inserì il tema delle demenze già a partire dal Piano Sanitario Regionale 1999-2001, individuando nella sinergia inter-istituzionale uno degli elementi necessari per affrontare con forze ed efficienza un problema particolarmente delicato per il suo impatto sociale e sanitario.
In modo del tutto coerente il DGR 2581/99 (Progetto Regionale Demenze), oltre agli interventi a carattere sanitario posti in capo alle Aziende sanitarie, ha previsto un ruolo importante dell’Ente Locale sia nell’erogazione delle prestazioni che nelle attività volte ad affiancare il “lavoro di cura” delle famiglie, attraverso interventi di sostegno formativo ed economico alle attività delle associazioni di volontariato e della rete dei Servizi territoriali.
Per favorire l’attuazione locale di tale direttiva il Comune di Ferrara si fece promotore del 1° Accordo di Programma inter-istituzionale (11/7/2000), dando inizio ai lavori del “Tavolo Alzheimer”, costituito dai tecnici delegati da tutte le istituzioni firmatarie.
Negli anni successivi l’accordo è stato periodicamente rinnovato e rivisto nei contenuti (2005-2007, 2008-2010, 2011-13), ampliando il numero delle istituzioni firmatarie, estendendone l’area di pertinenza (inclusione di tutto il distretto Centro-Nord) e sviluppando nuove proposte di intervento coerenti con gli obiettivi individuati dal Progetto Regionale Demenze
Nella giornata odierna viene sottoscritto il quinto Accordo di Programma che resterà in vigore per il triennio 2014-2016.
Con il presente Accordo i contraenti intendono impegnarsi a definire quegli accordi interistituzionali necessari al consolidamento ed al miglioramento della rete dei servizi, in conformità a quanto previsto dai Piani di Zona del Distretto Centro Nord. L’obiettivo di fondo è quello di inserirsi nel percorso intrapreso con i precedenti Accordi di programma, per sviluppare un piano assistenziale globale, potenziando e completando gli interventi già in atto a favore del paziente e della sua famiglia.

Di seguito segnaliamo alcuni degli obiettivi specifici dell’Accordo.

₃ Garantire una diagnosi tempestiva ed adeguata e trattamenti farmacologici specifici (prescrizione, distribuzione diretta farmaci, follow-up clinico); a tal proposito è opportuno segnalare lo sforzo operato dai Centri per i Disturbi Cognitivi (gli ambulatori/consultori che presidiano la fase di definizione della diagnosi ed il monitoraggio successivo): nella nostra provincia si è osservato un aumento del 20 % delle prime visite (vs 8% del dato regionale) che ha consentito di intercettare la quasi totalità dei casi in esordio.

₃ Sostegno all’attività dei Facilitatori, promozione dei gruppi auto aiuto (Associazione AMA) e consolidamento dell’attività del “CaFE della memoria”. Questo progetto di “inclusione sociale” ha lo scopo di favorire il miglioramento della qualità di vita delle persone con demenza e dei loro familiari creando una disponibilità di luoghi ed occasioni di incontro rivolti a coloro che si prendono cura dei pazienti affetti da demenza. Nell’ultimo triennio, grazie anche alla collaborazione con ANCeSCAO, sono nate e si sono consolidate ben tre esperienze di questo tipo nel territorio coinvolto dall’Accordo (due in città, una a Copparo).

₃ Consolidamento dell’integrazione tra gli attori già esistenti nella rete: U.V.G., Servizi Territoriali e Centri Esperti/Delegati, MMG per migliorare l’accesso ai servizi dedicati. Particolare attenzione andrà posta alla sperimentazione di nuovi percorsi all’interno delle Case della Salute.

₃ Parallelamente dovrà essere garantita anche un’adeguata attività di formazione; è opportuno menzionare almeno quattro iniziative:
• il 23 ottobre, nell’ambito del programma di formazione continua della medicina generale, si terrà un seminario in cui verranno discussi anche i ruoli e gli strumenti per l’attività del MMG nell’assistenza ai soggetti affetti da demenza;
• nel mese di settembre la SIMG organizzerà un convegno che cercherà di porre l’attenzione sulla necessità di intercettare i disturbi mnesici ei comportamenti già in fase precoce, negli ultra50enni che accedono agli ambulatori della Medicina Generale;
• il 24 ottobre si terrà a Cona un importante convegno, ideato e realizzato grazie all’impegno dei responsabili dei Centri dell’azienda Ospedaliero-Universitaria. Alcuni degli esperti più accreditati a livello nazionale presenteranno il razionale scientifico che sta alla base delle strategie terapeutiche non farmacologiche nella demenza;
• proprio oggi inizierà a funzionare un nuovo sito, tenacemente promosso dalla SIMG ferrarese: www.demenzemedicinagenerale.net . Questo strumento è finalizzato a fornire al MMG strumenti concreti per l’attività professionale quotidiana ed a favorire la sensibilizzazione sui problemi dei pazienti affetti da demenza.
□ Va citata, infine, un’area di attività finora poco sviluppata all’interno dell’Accordo: l’Università di Ferrara ha confermato l’impegno a mettere a disposizione i propri specialisti e i propri tecnici per svolgere attività didattica e di ricerca. E’ evidente il grande ruolo di promozione culturale e di sviluppo che potrebbe essere offerto da un’attività di ricerca specificamente dedicata al tema delle demenze. L’ampiezza dei problemi, non solo sanitari, ma anche socio-economici, giuridici ed “ambientali” che ruotano attorno a questa patologia merita un’analisi comune coordinata. Il presente Accordo si fa carico di sostenere anche questo impegno.

*****

Al di là degli interventi specifici, si è consolidata negli anni la convinzione che l’intero progetto vada costantemente riferito a due pilastri fondamentali, che costituiscono la base di ogni singola attività:

– lo sviluppo dei percorsi di integrazione,
– la diffusione capillare dei progetti di formazione ed informazione.
A conclusione di questa nota, segnaliamo i due strumenti di informazione che gli operatori della rete mettono a disposizione dei familiari dei malati :
 il Manuale Regionale, nella sua nuova edizione del 2013, uno strumento molto ricco e completo, adatto ad un caregiver di buon livello culturale;
 il manuale “Suggerimenti per l’Assistenza al paziente affetto da demenza”, strumento ideato da esperti ferraresi, molto apprezzato dai familiari per la sua grande utilità pratica.
****
Per la consultazione di tabelle riferite al testo vedi la pubblicazione regionale “Lo stato di attuazione del Progetto regionale Demenze al 31/12/2012”, reperibile in rete dal sito:
http://sociale.regione.emilia-romagna.it Sezione Anziani, documentazione.

PORTA DEGLI ANGELI – Gli appuntamenti di via Rampari di Belfiore 1
Nuovo orario per “Portaperta tutti i lunedì’ e le iniziative di RTA Progetto Porta degli Angeli
05-05-2014

(Testo a cura di Arch’è – Associazione Culturale Nereo Alfieri)

L’associazione Arch’è comunica che l’iniziativa “Portaperta tutti i lunedì” continuerà con orario estivo dalle 15.30 alle 19, fino alla fine di agosto, quando la Porta degli Angeli (Rampari di Belfiore 1) passerà ad una nuova gestione. Il 24 aprile infatti il Comune di Ferrara ha presentato in riunione di giunta il nuovo bando di concessione dello spazio espositivo inserito nella cinta muraria cittadina, lanciando un invito ad associazioni senza scopo di lucro, singole o riunite in consorzio o rete temporanea di presentare proposte entro il prossimo 30 giugno, per un periodo di concessione dall’1 settembre 2014 al 28 febbraio 2017.
Per evitare la chiusura della Porta in primavera/estate,il Comune ha proposto alle cinque associazioni della RTA di garantire la continuità di apertura dell’unico monumento storico liberamente visitabile delle mura di Ferrara , e ogni associazione, compatibilmente con i propri impegni pregressi , si è resa disponibile ad organizzare mostre o eventi. Arch’è sta progettando la sua tra giugno e luglio, mentre Stile Italico ha inaugurato il 29 aprile la personale di Giorgio Carnevali e a metà maggio la RTA ospiterà la pittrice Isabella Guidi, poi tra giugno e luglio due mostre per cui la RTA non ha ancora deciso la data.

Arch’è ha quindi trasformato quella che doveva essere la giornata di chiusura di lunedì 28 aprile in una iniziativa di buon auspicio per la nuova gestione e, in una la Porta degli Angeli inaspettatamente priva di mostre, un gruppo di giovani si è attivato per parlare della “fuga” di tanti coetanei all’estero. Via skype si sono collegati con Giovanni Basso, il giovane regista ferrarese in Australia dal 2010 come ingegnere minerario, che ha realizzato il corto “The swimmer” proiettato in serata alla Porta degli Angeli. Un evento progettato insieme a Paola Basso, la sorella minore che ha contribuito all’organizzazione, a Pierluca Nardoni che ha curato la proiezione e l’intervista via skype con il regista, a Enrica Manes arrivata verso sera da da Rovigo per dare una mano, alle persone che hanno procurato e montato l’attrezzatura e ai Pietra Muta che nel sotterraneo hanno suonato fino al “coprifuoco” previsto per le 23.00 e infine ai tanti coraggiosi che hanno sfidato la pioggia battente.

Info: mail arche. ferrara@gmail.com; cell. 039 3311055853;

INCONTRO – Venerdì 9 maggio alle 17,30 nella sala dell’Arengo (residenza municipale). Intervengono il Sindaco e Giovanni Fioravanti
Un dibattito pubblico sui temi dell’educazione e istruzione, dell’apprendimento e formazione
05-05-2014

Venerdì 9 maggio alle 17,30 nella sala dell’Arengo (residenza municipale) avrà luogo un incontro fra il Sindaco di Ferrara e il prof. Giovanni Fioravanti, opinionista del quotidiano online “ferraraitalia.it”. Si ragionerà di educazione e istruzione, di apprendimento e formazione permanente; di scuola, di società basata sulla conoscenza e di città nella prospettiva della “learning city”. Ci si confronterà sulle strategie educative e le politiche per i servizi educativi e scolastici, ma anche sull’istruzione come fondamentale investimento per l’intera collettività. I temi che verranno trattati sono tanti e stimolanti e anche i presenti avranno l’opportunità di contribuire alla discussione con i propri interventi.

POLIZIA MUNICIPALE – Mercoledì 7 maggio alle 11 in viale Bruno Buozzi 19 a Voghiera (FE)
Inaugurazione della sede Terre Estensi di Voghiera
05-05-2014

Mercoledì 7 maggio alle 11 in viale Bruno Buozzi 19 a Voghiera (FE), sarà inaugurata la nuova sede del Corpo di Polizia Municipale Terre Estensi. Alla cerimonia di apertura della sede nel comune che aderisce all’associazione intercomunale formata da Ferrara, Voghiera e Masi Torello, interverranno le autorità locali e territoriali.

MAGGIO ESTENSE 2014 – Il 9, 16 e 23 maggio itinerari guidati a partecipazione gratuita
Passeggiando alla ricerca degli echi della storia estense
05-05-2014

Tre escursioni a ritroso nel tempo, per indagare su personaggi, vicende e luoghi della Ferrara del passato. A proporle è il calendario del ‘Maggio Estense 2014′ che per tre venerdì, il 9, il 16 e il 23 maggio prossimi, condurrà ferraresi e turisti alla scoperta di itinerari inediti tra vie e spazi verdi della città, sulle orme dei protagonisti di alcuni dei più interessanti capitoli della nostra storia rinascimentale. La regia delle tre iniziative, tutte a partecipazione gratuita, è dell’Ufficio Ricerche storiche del Comune di Ferrara con la collaborazione dell’Ente Palio e delle associazioni De Humanitate Sanctae Annae, Ferrariae Decus, Italia Nostra, Ferrara Medievale e Garden Club Ferrara.
Ad aprire il programma, venerdì 9 maggio alle 21, sarà il percorso culturale (a piedi o con bicicletta a mano) ‘Alla scoperta della Ferrara dei Templari’ con partenza da via Carbone 25. Guidati da Gian Luca Lodi, Carlo Magri, Francesco Scafuri e Paolo Sturla Avogadri i partecipanti potranno ripercorrere le vicende dei Templari a Ferrara, tra racconti storici e fatti leggendari, e visitare i luoghi della città legati ai mitici Cavalieri del Tempio. L’iniziativa, curata in particolare dall’associazione De Humanitate Sanctae Annae, sulla scia del convegno del 20 settembre scorso dedicato agli stessi temi, si terrà anche in caso di pioggia all’interno della Galleria Matteotti.
Il secondo appuntamento, venerdì 16 maggio alle 21, sarà invece per un itinerario storico-artistico (a piedi o con bicicletta a mano) in compagnia di Michele Pastore e Francesco Scafuri dal titolo ‘Le Mura rossettiane: storia, restauri e celebri architetti militari del Rinascimento’, a cura della Ferrariae Decus in collaborazione con l’associazione Ferrara Medievale. “Partendo dalla Porta degli Angeli – ha spiegato stamani in conferenza stampa Scafuri – arriveremo fino a viale Belvedere esplorando un tratto di Mura generalmente poco frequentato dalle guide e scoprendo il fascino notturno del Torrione del Barco, mentre gli amici dell’Ente Palio animeranno la serata con alcune sorprese. Parleremo sia della straordinaria impresa dei restauri del Progetto Mura avviati 35 anni fa, sia di grandi architetti come Biagio Rossetti, Francesco di Giorgio Martini e persino di Michelangelo Buonarroti, senza tralasciare la descrizione di alcuni luoghi rinascimentali che un tempo si potevano ammirare dalle Mura, come la Delizia di Belfiore e la riserva del Barchetto”.
A concludere il calendario del Maggio Estense sarà infine l’escursione in bicicletta dal titolo ‘Il Barco, da territorio di caccia estense a parco urbano’, a cura di Italia Nostra sezione di Ferrara, Garden Club Ferrara e Ferrariae Decus e in programma venerdì 23 maggio alle 17.30. L’appuntamento è al parco urbano ‘Giorgio Bassani’, in prossimità dell’ingresso di via Bacchelli, per una pedalata nei luoghi dell’Addizione Verde in compagnia di Michele Pastore, Andrea Malacarne e Francesco Scafuri. “Parleremo – ha anticipato Malacarne – della storia e delle caratteristiche di quella straordinaria area verde di 1.200 ettari che con grande lungimiranza e su impulso di Paolo Ravenna entrò come ‘Addizione verde’ nella pianificazione della città già dalla metà degli anni ’70, rappresentando un elemento fondamentale di equilibrio del paesaggio urbano che oggi ci è invidiato da tutta Europa”.

Il ‘Maggio Estense 2014′ è promosso dal Comune di Ferrara (assessorati alla Cultura e ai Beni Monumentali), con organizzazione a cura di Francesco Scafuri e Ilaria Franciosi dell’Ufficio comunale Ricerche storiche.
Le iniziative sono a partecipazione libera e gratuita, senza necessità di prenotazione.

PALAZZO DEI DIAMANTI – Le persone che hanno visitato l’esposizione sono state 84.473
Buon successo di critica e di pubblico nei primi 72 giorni di apertura della mostra ‘Matisse, la figura’
05-05-2014

(Comunicato a cura della Fondazione Ferrara Arte)

È giunta oltre la metà del suo percorso la mostra ‘Matisse, la figura’ aperta a Palazzo dei Diamanti lo scorso 22 febbraio e subito accolta dalla critica italiana e internazionale con un ampio e positivo consenso. La mostra, realizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, si è infatti segnalata per la qualità e l’interesse del progetto e delle opere esposte, che offrono un punto di vista ravvicinato sul percorso creativo di uno dei massimi artisti di tutti i tempi.
La rassegna sta riscontrando anche un buon successo di pubblico. Dopo 72 giorni di apertura, sui 114 previsti, i visitatori sono già 84.473. Il giorno di maggior affluenza è stato venerdì 25 aprile, quando i biglietti staccati sono stati 2.978, mentre la giornata infrasettimanale con più visitatori è stata martedì 22 aprile, che ha visto la presenza di mostra di 1.069 persone.

Da segnalare, poi, l’attenzione dedicata al vasto programma di iniziative didattiche e culturali organizzato dalla Fondazione Ferrara Arte, in collaborazione con le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, il Conservatorio “G. Frescobaldi”, la Fondazione Teatro Comunale e il Laboratorio delle Arti dell’Istituzione Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie, grazie al sostegno di ENI partner unico della mostra. Il ciclo di conferenze e concerti, Sguardi su Matisse, che sono stati ospitati presso la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, la Sala Estense e il Ridotto del Teatro, ha avuto 708 presenze, mentre il progetto didattico L’atelier di Matisse, che ancora non si è concluso, ha già un bilancio di 1321 presenze.
“Sono risultati – hanno affermato con soddisfazione i promotori – decisamente positivi che, ancora una volta, hanno premiato una programmazione capace di coniugare la qualità delle proposte con la capacità di attrarre una vasta platea, dando ulteriore impulso alla solida vocazione turistico-culturale della nostra città”.

Nel lungo ponte del 1 maggio appena trascorso, infine, le persone che hanno visitato l’esposizione sono state 7.997, di cui 2.477 biglietti staccati giovedì 1 maggio, 1.742 venerdì 2 maggio, 2.005 sabato 3 e 1.773 domenica 4 maggio.

FERRARA BUSKERS FESTIVAL – Dal 21 al 31 agosto aprirà la la 27.a Rassegna Internazionale del Musicista di Strada
Il Ferrara Buskers Festival® 2014, la street factory della musica
05-05-2014

(Testo a cura degli organizzatori)

Dal 21 al 31 agosto circa 1000 artisti stupiscono il pubblico per la 27esima Rassegna Internazionale del Musicista di Strada. In omaggio alla Mongolia e alla forza emotiva della musica.

Sono in tantissimi, per l’esattezza 1.818, gli artisti di strada che per il 27esimo Ferrara Buskers Festival® (dal 21 al 31 agosto 2014) aspirano a diventare protagonisti della più grande Rassegna Internazionale del Musicista di Strada che include, anche quest’anno, il Ferrara Buskers Festival On Tour con le tappe di Venezia, Comacchio e Lugo. Ma solo coloro che dimostreranno di avere una vera indole da busker, oltre ad un’elevata qualità artistica unita ad affinate capacità di sorprendere e coinvolgere il pubblico, saranno selezionati per far parte della multietnica e creativa street factory della musica. Sul palcoscenico sonoro delle piazze e vie ferraresi approderanno così oltre mille artisti accreditati provenienti da tutti i continenti, per dar vita ad una miriade di spettacoli gratuiti con i 20 gruppi invitati (le special guests della manifestazione) di cui 4 arrivano dalla Mongolia, la nazione ospite di quest’anno. Sarà un festival esotico, oltre i limiti dell’immaginazione. Un autentico elogio della musica e della sua forza emotiva. Tanti anche gli eventi collaterali che animeranno il centro storico estense, in un’armonia di espressioni artistiche, approfondimenti e attenzioni per il pubblico, grazie al Direttore Artistico e Ideatore della rassegna Stefano Bottoni, al Direttore Organizzativo Luigi Russo e l’Associazione Ferrara Buskers Festival®. L’anima “green” del Festival passerà ancora una volta attraverso il Progetto EcoFestival che, dal 2011, ha prodotto risultati eccezionali (oltre 30 tonnellate di Co2 risparmiate solo con le tre principali azioni), una certificazione ambientale (Iso 20121) e riconoscimenti nazionali (Premio CulturaInVerde).

Per scaricare immagini in alta definizione:
http://www.ellastudio.it/it/comunicato-stampa/6038/il-ferrara-buskers-festival-2014-la-street-factory-della-musica

Per informazioni: Associazione Ferrara Buskers Festival
Via Mentassi, 4 – 44121 Ferrara
Tel. 0532.249337
Fax. 0532.207048
E-mail: russo@ferrarabuskers.com
Sito web: www.ferrarabuskers.com
Ufficio stampa -> http://www.ellastudio.it

PARI OPPORTUNITA’/SERVIZI ALLA PERSONA – Venerdì 9 maggio alle 9 all’auditorium della Bassani a Barco
Progetto ‘Violenza di genere e rete locale’, bilancio di un’esperienza
05-05-2014

Dopo diciotto mesi d’impegno nell’ambito del progetto “Una rete operativa di risorse qualificate per contrastare il fenomeno della violenza di genere contro le donne e creare nuovi cambiamenti efficaci. Violenza di genere e rete locale”, operatori, istituzioni e associazioni coinvolti si ritroveranno per tracciare pubblicamente il bilancio di questa esperienza venerdì 9 maggio dalle 9 alle 13 all’auditorium della biblioteca comunale Bassani di Barco (via Grosoli 42).
Il percorso, ormai concluso, è stato realizzato dal Comune di Ferrara in collaborazione con il Centro Donna Giustizia di Ferrara, il Movimento Nonviolento (gruppo locale) ed il Centro d’ascolto Uomini Maltrattanti a seguito del finanziamento dal Dipartimento per le Pari Opportunità. Rivolto ai cittadini e alle cittadine del Comune e della Provincia di Ferrara, il progetto ha previsto un lavoro di promozione sul territorio per accrescere la consapevolezza degli effetti della violenza intrafamiliare, anche attraverso laboratori con studenti, e ha cercato di potenziare i servizi di protezione, accoglienza e assistenza per le donne vittime di violenza sviluppando azioni integrate in grado di incrementare nuove strategie a contrasto della violenza di genere e stalking.
Sono state inoltre realizzate azioni rivolte agli autori di violenza grazie agli interventi promossi dal Centro di Ascolto per uomini Maltrattanti nato a Ferrara nel marzo 2013.

Alla giornata di presentazione del bilancio interverranno l’assessora alla Salute e Servizi alla Persona del Comune di Ferrara, un rappresentante del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la presidente del Centro Donna Giustizia di Ferrara Paola Castagnotto, Elena Buccoliero del Movimento Nonviolento, Michele Poli del Centro d’Ascolto Uomini Maltrattanti di Ferrara, Silvia Romagnoli insegnante del Liceo L. Ariosto di Ferrara (insieme agli studenti che hanno partecipato ai laboratori del progetto), Alessandra Campani dell’associazione Nondasola di Reggio Emilia, Roberto Poggi del Cerchio degli Uomini di Torino e Cristiana Fioravanti delegata del Rettore per le Pari Opportunità dell’Università degli Studi di Ferrara.

Seguiranno il dibattito e le conclusioni di Antonella Grazia dell’assessorato alle Politiche Sociali della Regione Emilia Romagna.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi