Home > COMUNICATI STAMPA > Con Korakoinè al via un percorso con gli studenti del Liceo Ariosto e Cpia per educare al paesaggio attraverso il paesaggio a garanzia della qualità della vita

Con Korakoinè al via un percorso con gli studenti del Liceo Ariosto e Cpia per educare al paesaggio attraverso il paesaggio a garanzia della qualità della vita

Da: Ufficio Stampa Il Giardino del mondo

Educare al paesaggio attraverso il paesaggio. Educare alla conservazione, valorizzazione e alla trasformazione dello stesso a garanzia della qualità di vita della popolazione. Al via la serie d’incontri a cura dell’Associazione KoraKoinè al Liceo Ariosto e al CPIA di Ferrara, inclusa tra le attività de’ “Il Giardino del mondo”, progetto vincitore del concorso “Io amo i beni culturali” edizione 2018, bandito da IBACN Emilia-Romagna.
Mercoledì 20 febbraio (dalle ore 11.15 alle ore 13.10 circa) presso il Liceo Ariosto, la classe 4R dello stesso istituto e la classe 3D del CPIA saranno protagoniste del primo incontro – a cura di Giuliana Castellari e Maria Calabrese di KoraKoinè – grazie a cui si darà il via ad un percorso teorico-laboratoriale volto a scandagliare percezioni, sentimenti, conoscenze e proposte riguardo al quartiere Giardino, gettando le basi per intraprendere azioni collaborative tese ad aumentare la consapevolezza e la responsabilità che come cittadini abbiamo nei confronti di un patrimonio paesaggistico, materiale ed immateriale, vissuto come bene comune.
La metodologia utilizzata coniugherà conoscenza ed esperienza, attraverso diverse fasi di lavoro. Nella mattinata di mercoledì gli studenti saranno introdotti al progetto affrontando il concetto di paesaggio attraverso il racconto/confronto sul ‘paesaggio soggettivo’ dei partecipanti (relatrici, docenti, studenti), per iniziare a redigere quello che costituirà il “diario di bordo” dell’intero percorso.
Mercoledì 4 marzo, in occasione del secondo incontro a cura dell’architetto Marco Borella, dopo aver elaborato un excursus storico sugli aspetti urbanistico-architettonici del quartiere Giardino, gli studenti saranno coinvolti in una passeggiata esplorativa del quartiere che sarà documentata attraverso foto, disegni e l’annotazione di sensazioni, percezioni, curiosità e domande. Questo materiale sarà quindi raccolto e inventariato in quanto parte integrante del “diario di bordo”.
Il terzo, ed ultimo incontro, in programma per giovedì 21 marzo, riunirà tutti e tre i relatori che, insieme ai ragazzi divisi per gruppi, porranno a confronto quanto elaborato nelle sessioni precedenti.
Il progetto prevede una seconda fase di lavoro, in collaborazione con il Laboratorio di Studi Urbani di UNIFE, diretto dai professori Alfredo Alietti e Giuseppe Scandurra, in cui saranno affrontate tematiche legate agli aspetti demografici e sociologici che caratterizzano il quartiere Giardino. Gli incontri daranno voce ad interlocutori che vivono e/o che agiscono nel quartiere per il quartiere: il Centro di mediazione del Comune di Ferrara, il mondo dell’associazionismo, i cittadini.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi