Home > COMUNICATI STAMPA > Con l’evento FARNET l’Europa conclude i lavori a SEALOGY ® dando appuntamento al 2022

Con l’evento FARNET l’Europa conclude i lavori a SEALOGY ® dando appuntamento al 2022

Tempo di lettura: 6 minuti

Cala il sipario su SEALOGY®, il Salone Europeo della Blue Economy, dopo tre giorni intensi e ricchissimi di appuntamenti e iniziative che hanno fatto convergere a Ferrara gli stakeholders dell’universo mare, incoronato SEALOGY® quale Hub per l’innovazione e la crescita blu. Un successo oltre ogni aspettativa, con 3250 presenze registrare, 20 paesi UE rappresentati, 8 extraeuropei e l’intera penisola con istituzioni, enti e imprese provenienti da tutte le regioni del bel paese. Oltre 80 le iniziative convegnistiche, cui hanno partecipato 380 relatori di caratura internazionale e 845 partecipanti collegati online ai diversi convegni proposti in forma ibrida. Molto nutrita la presenza delle istituzioni: in primis la Commissione Europea con nove rappresentanti, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero della Transizione Ecologica, le Regioni Campania, Marche, Veneto e Friuli- Venezia Giulia e, ovviamente, la Regione Emilia-Romagna, il Comune di Ferrara e ancora le organizzazioni professionali nazionali ed europee, tecnici, esperti, ricercatori e stakeholders, tutti protagonisti nel fornire i loro contributi su tematiche rilevanti e di attualità
della Blue Economy. Tra i tanti argomenti affrontati a SEALOGY®, gli approfondimenti sulle tecnologie marine, gli investimenti blu, la transizione energetica ed il focus sul seafood a 360° ma anche la massiccia presenza delle giovani start up che sono state le vere protagoniste di questa edizione, inaugurata dal Sottosegretario di Stato al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Francesco Battistoni, l’Assessore Regionale Alessio Mammi, l’Assessore al Turismo del Comune di Ferrara Matteo Fornasini e Magdalena-Andreea Strachinescu, Capo Unità A1 DG MARE della Commissione Europea. Tematiche come la resilienza, l’utilizzo delle specie aliene marine per il consumo umano piuttosto che l’allevamento delle alghe o l’acqua di mare ad uso alimentare sono state le innovazioni più discusse e attenzionate nel quartiere fieristico di Ferrara.
L’ultima giornata è stata dedicata ai network nazionali ed europei, ed i particolare ai driver dello sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD – che nelle comunità costiere sono meglio conosciuti come FLAG) con la conclusione delle tre giornate di lavoro dell’VIII Seminario della Rete Nazionale dei FLAG, cui hanno partecipato oltre 80 delegati, tra FLAG, Organismi intermedi e Autorità di Gestione e che ha visto impegnato il nutrito gruppo della rete in visite guidate nelle aree produttive della costa a Goro e Comacchio, oltre ai lavori svolti al Salone della Blue Economy. Alla rete nazionale si è aggiunto l’evento del Network Europeo FARNET, l’unità di supporto della Commissione Europea che si occupa dell’animazione, valorizzazione e disseminazione dei risultati, delle buone pratiche e delle azioni partecipative lungo le coste di tutta Europa a favore dei 348 FLAG attivi nel 2021.
L’evento, conclusosi a tarda sera dell’ultimo giorno fieristico, ha visto la presenza di 70 delegati di 16 progetti provenienti da 10 paesi UE, coinvolti nell’attività partecipata di scambi dinamici in Piazza Mare e che, grazie alle loro iniziative, hanno contribuito alla costruzione di comunità costiere più resilienti. Le best practice hanno spaziato da quelli che rafforzano il capitale sociale, a quelli che posizionano meglio le loro comunità per adattarsi ai cambiamenti climatici o resistere agli effetti delle diverse crisi, come
l’emergenza sanitaria, dimostrando come le associazioni, le imprese e gli individui locali si stanno innovando per costruire un nuovo futuro sostenibile per le loro comunità. Il FLAG Costa dell’Emilia-Romagna (capofila Delta 2000) si conferma come soggetto capace di guidare il futuro sostenibile nelle marinerie della regione, classificandosi al 1° posto con un’iniziativa progettuale di governance di gestione della risorsa ittica in cui sono stati coinvolti enti di ricerca e pescatori nella costruzione di un piano di gestione condiviso e partecipato.
Molto soddisfatto Andrea Moretti, Presidente di Ferrara Fiere Congressi, che sottolinea, assieme alla Project Manager Alessandra Atti, come questa manifestazione fieristica sia “frutto di un lungo lavoro che ha permesso di posizionare il Salone della Blue Economy nel panorama internazionale e divenire ‘Hub di lancio delle innovazioni nella BE”. “In questi mesi – prosegue il Presidente – abbiamo costruito un ricco evento che ha riscosso un grande interesse non solo tra gli addetti ai lavori e tra gli stakeholders dei diversi settori che compongono la Blue Economy ma anche tra il pubblico in generale e tra i tantissimi giovani che vedono SEALOGY® come un grande contenitore di informazioni e di opportunità”. “Di particolare prestigio – continua Moretti – la conferenza inaugurale di giovedì con l’autorevole partecipazione di rappresentanti delle Istituzioni Europee e Italiane. Vorrei esprimere un personale ringraziamento al Sottosegretario di Stato al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Francesco Battistoni e all’Assessore all’agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca della Regione Emilia-Romagna. Un caloroso grazie alla Commissione Europea per il grande sostegno e la preziosa collaborazione, in primo luogo a Magdalena-Andreea Strachinescu-Olteanu, Capo Unità
A1 DG MARE della Commissione Europea per le sue importanti parole durante la conferenza inaugurale ma anche ai diversi dirigenti e funzionari che hanno partecipato in qualità di speaker ai vari convegni”. In questi saluti finali non devono mancare i doverosi ringraziamenti per l’importante supporto al Comune di Ferrara, al Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, al Ministero dell’Istruzione, Università e della Ricerca, al Ministero della Transizione Ecologica e ancora alla Regione Emilia- Romagna e alle Regioni Veneto, Friuli-Venezia-Giulia, Marche, Puglia e Campania, alla Camera di Commercio di Ferrara, ai FLAG, alle Organizzazioni professionali e della società civile europee e nazionali per la partecipazione dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, l’Associazione Mediterranea Acquacoltori, di MSC – Marine Stewardship Council per lo sviluppo sostenibile della pesca, a Promos Italia ed Enterprise Europe Network, ad Art-ER, alle università ed enti di ricerca presenti (CNR, Università di Ferrara, Bologna, Siena, Trieste, Udine, Ancora, Camerino, Politecnici di Pordenone, Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena, Istituti di Oceanografia e Pesca di Trieste e Spalato), a Bper Banca, a Steralmar, a Zanussi Master Professional, agli Istituti Nautici e Professionali che hanno partecipato come l’Istituto Vergani-Navarra di Ferrara.

SEALOGY® dà appuntamento a tutti al prossimo anno per un’edizione ancora più blu

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi