Home > COMUNICATI STAMPA > Confagricoltura Ferrara. Trebbiatura dell’orzo in provincia

Confagricoltura Ferrara. Trebbiatura dell’orzo in provincia

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Ufficio Stampa Confagricoltura Ferrara

“Produzioni buone per l’orzo ormai trebbiato, granella ottima sia in termini di qualità che di quantità”. A parlare è Claudio Mesini, Presidente della Sezione Cereali di Confagricoltura Ferrara che aggiunge – Insieme al mais, l’orzo è il cereale più utilizzato per la produzione di mangimi; impiegato inoltre per l’alimentazione umana e per la produzione di malto. La nostra provincia destina oltre 3.000 ettari alla produzione di orzo (da foraggio, seme, granella, energetico) su un totale regionale di circa 24.000 ettari. La trebbiatura dell’orzo è stata senza dubbio positiva, sia dal punto di vista della produzione che della qualità del prodotto, anche se si registra qualche differenza tra le varie zone del territorio provinciale. La produzione si conferma migliore rispetto a quella dello scorso anno, con una media che varia tra i 60 e gli 80 quintali per ettaro, con punte anche di 90/95 ql/ha. Le migliori rese si sono registrate nel Medio ferrarese, in particolare i territori di Copparo, Tresignana e di Riva del Po; buone quelle della zona di Ostellato e del Mezzano, che confermano rese sopra gli 80 ql/ha, mentre risultano inferiori le produzioni dell’alto ferrarese. Per quanto riguarda i parametri qualitativi, migliori rispetto allo scorso anno, una prima valutazione sul cereale registra un peso ettolitrico di 65/70 Kg/hl, superiore di 2-3 punti rispetto al 2019. Non altrettanto brillanti le quotazioni di mercato, con un prezzo inferiore rispetto a quello del 2019, un trend negativo in essere da qualche anno. Il mercato certamente risente delle scorte accumulate durante il lockdown e del raccolto abbondante. Claudio Mesini conclude “fortunatamente la stagione siccitosa non ha creato grossi problemi a questa coltura, in quanto le aziende hanno gestito la produzione intervenendo anche con irrigazioni di soccorso nei campi più stressati e infine le ultime piogge hanno favorito una maturazione ottimale senza comprometterne la sanità”. Carlo Sivieri Presidente Regionale dei Pensionati di Confagricoltura nonché produttore cerealicolo e contoterzista è ancora più soddisfatto “I raccolti sono andati molto bene, l’orzo si presenta sano e con un’ottima resa; parlo soprattutto dei territori de comune di Riva del Po, che hanno prodotto dagli 80 ai 95 quintali per ettaro; anche il grano ci sta dando buone soddisfazioni, sia il tenero che il duro”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi