Home > COMUNICATI STAMPA > Consegnati i diplomi per i tirocini svolti al Villaggio Coldiretti. 3000 euro all’istituto

Consegnati i diplomi per i tirocini svolti al Villaggio Coldiretti. 3000 euro all’istituto

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Coldiretti dell’Emilia Romagna.

150 diplomi per gli studenti e gli insegnanti dell’istituto “Bartolomeo Scappi” di Castel San Pietro che lo scorso settembre hanno partecipato come volontari alla tre-giorni del Villaggio Coldiretti di Bologna. Più una borsa di studio di 3000 euro per l’alberghiero che da diversi anni collabora con Coldiretti Emilia Romagna nella realizzazione di progetti volti a formare gli operatori del settore del domani.

La cerimonia di consegna – informa Coldiretti Emilia Romagna – si è tenuta questa mattina presso lo stesso istituto alla presenza di Valentina Borghi vicepresidente regionale di Coldiretti e del Direttore, Marco Allaria Olivieri.

“Coldiretti Emilia Romagna e lo Scappi”, ha detto la Borghi “lavorano insieme su diversi progetti da anni. Uno di essi è Educazione alla Campagna amica, attraverso il quale intendiamo sensibilizzare le nuove generazioni alla conoscenza del paesaggio, del territorio con le sue produzioni tipiche e all’apprendimento dei principi per una sana e corretta alimentazione”.

“Dallo scorso ottobre”, ha aggiunto il Direttore Allaria Olivieri “abbiamo fornito allo Scappi anche l’orto didattico; si tratta di un orto di Campagna Amica realizzato presso l’istituto, in collaborazione con il Consorzio Agrario dell’Emilia, che permette ai ragazzi di intraprendere il percorso che li porterà a diventare gli chef di domani servendosi di ortaggi di loro produzione.

“Il Villaggio Coldiretti, con oltre 600.000 visitatori in tre giorni, è stato un evento senza precedenti per Bologna” ha continuato la presidentessa di Coldiretti Bologna, Borghi “abbiamo portato la campagna nel centro della città e l’apporto dei ragazzi, che hanno lavorato nelle cucine dei numerosi punti di ristoro e si sono interamente occupati della gestione della tenda in cui sono stati realizzati i dolci, è stato determinante.

Li vogliamo ringraziare, assieme ai loro insegnanti e siamo orgogliosi di contribuire alla formazione di chi continuerà a portare sulle nostre tavole il meglio dell’agroalimentare Made in Italy”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi