Home > COMUNICATI STAMPA > Convegno Utef: “Nuove droghe, un vecchio nemico. Aspetti farmaco-tossicologici, sociali e legislativi”

Convegno Utef: “Nuove droghe, un vecchio nemico. Aspetti farmaco-tossicologici, sociali e legislativi”

droga
Tempo di lettura: 3 minuti

Da U.T.E.F. – Università per l’Educazione Permanente

Non c’è dubbio che la piaga della droga abbia assunto, ormai, dimensioni ragguardevoli nella società contemporanea, in particolare fra i giovani. E proprio ai nuovi pericoli emersi su questo fronte così complesso, che impone un’analisi approfondita sul piano medico, sociale e legale, è dedicato un interessante convegno che l’Università per l’educazione permanente di Ferrara (UTEF), insieme alla Polizia di Stato e all’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna, ha organizzato per martedì 28 febbraio presso la Sala Estense sul tema “Nuove droghe, un vecchio nemico. Aspetti farmaco-tossicologici, sociali e legislativi”.
Oggetto del dibattito, in particolare, saranno le cosiddette “nuove sostanze psicoattive” (NSP), oltremodo pericolose per la presenza, in esse, di proprietà sconosciute che rischiano di arrecare serie conseguenze per la salute di chi le assume. E che la scelta di questo tema sia tutt’altro che banale è dimostrato dalla portata del fenomeno, che dal 2009, in Italia e nel mondo, ha portato all’individuazione di ben 560 sostanze diverse, cento delle quali –peraltro – scoperte nel solo 2015.
L’evento si terrà in due sessioni. Alle ore 10 è prevista quella riservata agli studenti, in questo caso doppiamente significativa visto che la loro fascia d’età è quella più a rischio. Gli interventi, nell’occasione, saranno quattro. Il dott. Matteo Marti (tossicologo dell’Università di Ferrara) si soffermerà sul tema “Diffusione ed effetti farmaco-tossicologici delle nuove sostanze psicoattive”, mentre la dott.ssa Luisa Garofani (direttore dell’Unità operativa Ser. T. dell’azienda USL di Ferrara) parlerà di “Come le droghe cambiano il libero arbitrio”. A seguire, il prof. Stefano Caracciolo (ordinario della sezione di neurologia, psichiatria e psicologia dell’Università di Ferrara) tratterà il tema “Radici psicologiche della dipendenza” e il dott. Andrea Crucianelli (dirigente della Questura di Ferrara) relazionerà su “Gli interventi nelle scuole: l’importanza della prevenzione”.
Sempre il 28 febbraio, ma alle 15,30, il convegno sarà replicato per i soci UTEF e, pubblicamente, per la cittadinanza. Il dott. Marti riproporrà l’intervento del mattino al pari del prof. Caracciolo, mentre la dott.ssa Garofani, alla luce della platea adulta, tratterà il tema “Vivere il ruolo genitoriale ed educativo con gli adolescenti”.
Si annuncia un convegno di elevata valenza sociale. Il focus, del resto, è posto su un argomento nel quale si avverte, forte e chiaro, un triste campanello d’allarme, ancor più pressante se si pensa che i consumatori di NSP, spesso, le abbinano alle droghe più comuni (eroina, cocaina, derivati della cannabis), per un effetto potenzialmente molto grave. Non a caso, ormai, delle nuove sostanze psicoattive si occupano con grande attenzione anche Nazioni Unite e Unione Europea.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi