Home > COMUNICATI STAMPA > Copparo: illuminazione pubblica, sarà tutta a led

Copparo: illuminazione pubblica, sarà tutta a led

da: ufficio comunicazione Comune di Copparo

Presentato in conferenza stampa il bando per la riqualificazione e la gestione dell’illuminazione pubblica di Copparo. Erano presenti Cristiano Bulgarelli, amministratore unico di Patrimonio Copparo srl e il sindaco Nicola Rossi.
Bulgarelli ha ricordato che il vecchio contratto di erogazione della pubblica illuminazione, è scaduto il 31 dicembre 2015 e la proroga terminerà il 30 giugno 2016. Patrimonio Copparo srl, in quanto soggetto gestore dei servizi comunali, ha predisposto un progetto che analizza lo stato di fatto e mette assieme le richieste di migliorie, previste anche dalla legge regionale in materia di risparmio energetico e di riduzione dell’inquinamento luminoso.
Per realizzare questo studio Patrimonio si è avvalso anche della collaborazione dell’Area Tecnica del Comune, di Sipro e di Aes di Modena, l’agenzia per l’Energia e lo Sviluppo sostenibile. La mappatura dei pali attualmente in funzione conta 3560 punti luce e 75 lanterne semaforiche, la richiesta base presente nel bando aumenta i punti luce, portandoli a 3732. Il progetto ha lo scopo di ridurre drasticamente l’inquinamento luminoso; riqualificare la struttura degli impianti attraverso interventi mirati alla sicurezza elettrica degli impianti, delle persone e della circolazione stradale.
La durata dell’affidamento sarà di 18 anni, con una base pari a 9 milioni 373 mila euro e con un ammontare di investimento nei primi 12 mesi di 2 milioni e 300 mila euro. Un dato significativo riguarda il risparmio, che sarà di oltre 100 mila euro l’anno. Il costo della pubblica illuminazione oggi è infatti di 671 mila euro anno, con il nuovo bando passerà a 568 mila euro l’anno. Bulgarelli ha concluso sottolineando come il nuovo impianto, che sarà tutto a tecnologia led, risponderà alle normative regionali in materia di risparmio energetico e dispersione luminosa. Ad esempio, dalle ore 23 alle ore 06, la luminosità dei corpi illuminanti verrà abbassata, con conseguente risparmio di consumo di energia elettrica; i pali saranno tutti mappati e numerati, per facilitare la segnalazione e il ripristino in caso di guasto. La fornitura di energia elettrica dovrà essere da fonti rinnovabili. L’utilizzo della tecnologia led e della regolazione della luminosità permettono un risparmio di oltre il 60% sui consumi di energia elettrica, che passa dai 2 milioni di chilowattora all’anno ai 640 mila Kwh con il nuovo sistema.
Nicola Rossi ha sottolineato come Copparo, attraverso l’adesione al Patto dei Sindaci, continui il suo impegno in tema di ambiente e risparmio energetico. «I vantaggi sono molteplici e vanno dall’economia all’ambiente alla sicurezza. Questa è un occasione importante – ha concluso il sindaco Rossi – per continuare nel progetto di questa amministrazione sui temi della sicurezza e del rispetto ambientale; l’illuminazione pubblica serve per illuminare la strada, eventuali ostacoli o pedoni, dare comfort e sicurezza nelle aree di aggregazione sociale. Tutto ciò che “non serve” viene considerato inquinamento luminoso».

nella foto da sinistra: Nicola Rossi e Cristiano Bulgarelli

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi