Home > COMUNICATI STAMPA > Copparo:progetto welfare famiglie per sostenere gli studenti

Copparo:progetto welfare famiglie per sostenere gli studenti

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Ufficio Stampa Comune di Copparo

Sono a disposizione 100mila euro per i contributi relativi a trasporto e traffico dati.

A breve l’Amministrazione comunale di Copparo varerà il Progetto Welfare Famiglie. Il via libera con l’approvazione consiliare, martedì 15 settembre, dell’assestamento di bilancio, che fra le uscite prevede un plafond economico urgente di 100mila euro.

Tali risorse saranno destinate a sostenere le famiglie con figli studenti appartenenti alla fascia 14-26 anni, attraverso contributi a parziale ristoro dei costi connessi alla frequenza scolastica quali, tra gli altri, il pagamento del titolo di viaggio annuale del trasporto dal Comune di Copparo alla sede della scuola/istituto/Università, nonché al pagamento degli oneri economici derivanti da contratti di acquisizione traffico dati.

Si tratta di una misura rivolta alle famiglie nell’ottica di proseguire l’intervento di aiuto e appoggio già garantito alle famiglie di bambini frequentanti le scuole dell’infanzia, guardando stavolta ai ragazzi frequentanti le scuole secondarie superiori e l’Università.

Il contributo, per un massimo di 500 euro per singolo studente presente nella famiglia, sarà riconosciuto a100% per i nuclei familiari aventi reddito lordo dichiarato compreso tra euro 0 e 60mila euro e al 50% per i nuclei familiari aventi reddito lordo dichiarato superiore a 60mila euro.

«Come avevamo supposto, l’emergenza sanitaria avrà una coda lunga – spiega il sindaco Fabrizio Pagnoni -, per questo abbiamo pensato a un piano di misure continuo nel tempo e coerente con le situazioni via via da affrontare. Con la riapertura dell’anno scolastico e accademico intendiamo sostenere il diritto allo studio in un frangente difficile quale la pandemia e vogliamo essere concretamente vicini alle famiglie su cui hanno gravato e graveranno spese considerevoli, di cui sono parte consistente i costi per il trasporto e il traffico dati connesso principalmente alla didattica a distanza».

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi