Home > COMUNICATI STAMPA > Crisi Open.Co e Lavoranti in legno, passo in avanti dopo l’incontro di oggi in Regione

Crisi Open.Co e Lavoranti in legno, passo in avanti dopo l’incontro di oggi in Regione

logo-regione-emilia-romagna
Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna

Prossimo incontro entro il 30 novembre dove si parlerà del nuovo piano industriale. L’assessore Costi: “impegnati a sostenere l’operazione dl rilancio delle attività di produzione ma soprattutto vigili affinché siano utilizzati tutti gli strumenti di protezione del reddito più adeguati alla salvaguardia dei lavoratori”

Continuità produttiva dei tre stabilimenti e creazione di una nuova società Serramenti Core Srl quale solo riferimento unico per le politiche commerciali e di approvvigionamento delle aziende interessate.
È questo l’esito del tavolo di confronto che si è tenuto oggi in Regione sulla per la crisi di Open.Co (Modena e Reggio Emilia) e Lavoranti in legno (Ferrara), imprese cooperative del settore degli infissi e dei serramenti.
Al confronto erano presenti l’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi, gli amministratori dei Comuni di Castelvetro, San Martino in Rio, delle Province di Modena, Reggio Emilia, Ferrara, i rappresentanti sindacali Fillea-Cgil e Filca- Cisl, la Lega Coop regionale e i rappresentanti di Open Co e Lavoranti in legno.
Durante il confronto sono state confermate le strategie industriali in attesa del piano industriale (che sarà al centro del prossimo incontro che si terrà entro il prossimo 30 novembre) e la necessità di intraprendere un percorso di specializzazione e di complementarietà che coinvolga tutti gli stabilimenti (Ferrara, San Martinio in Rio, Castelvetro).
«Credo che oggi si sia fatto un passo in avanti anche se il cammino è ancora molto lungo. La Regione – ha sottolineato l’assessore Costi – conferma che metterà in campo tutte le opportunità di cui dispone per sostenere l’operazione dl rilancio delle attività di produzione e al contempo vigilerà affinché siano utilizzati tutti gli strumenti di protezione del reddito più adeguati alla salvaguardia dei lavoratori».

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi