COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > CRONACA COMUNE – La newsletter del 9 novembre 2018

CRONACA COMUNE – La newsletter del 9 novembre 2018

Da: Ufficio Stampa del Comune di Ferrara

SERVIZIO GIOVANI – Da lunedì 12 novembre il centro per le attività sarà operativo in via Mario Poledrelli 21

Area Giovani si trasferisce nella sede di Factory Grisù

09-11-2018

Cambio di sede per “Area Giovani”, il centro riservato dal Comune di Ferrara alle attività dei ragazzi: da lunedì 12 novembre 2018 le attività, i laboratori e i corsi si svolgeranno infatti in via Mario Poledrelli 21, a Ferrara nella sede di Factory Grisù, e non più nell’edificio di via Labriola dietro a via Krasnodar dove era finora. La nuova sede di “Area Giovani” sarà aperta da lunedì al venerdì ore 15-18.30 ma sarà disponibile anche come spazio per realizzare dei progetti particolari che possono essere proposti e concordati con il Servizio dell’amministrazione comunale.

LA SCHEDA a cura del Servizio Giovani del Comune – “Moving Area Giovani” è il progetto finanziato dalla Legge Regionale 14/08 che prevede il cambio di sede per Area Giovani, centro di partecipazione giovanile del Comune di Ferrara. Dalla storica sede di via Labriola 11 si sposterà in via Mario Poledrelli 21 all’interno del Consorzio Factory Grisù, entrando così a far parte della famiglia di imprese già insediatesi nell’ex Caserma dei Vigili del Fuoco.
Area Giovani prende quindi posto all’interno di una realtà imprenditoriale giovane, dinamica e ad alto tasso di tecnologie innovative.
Da lunedì 12 novembre 2018 il centro riprenderà le proprie attività pomeridiane con il consueto orario di apertura da lunedì al venerdì dalle 15 alle 18.30. Offrirà spazi di progettazione per tutti i ragazzi che abbiano proposte da condividere e l’avvio dei nuovi laboratori “Sapere e Fare”. Sono diverse le attività già in programma: il cineforum “About Us” organizzato da Aidél Sentieri Multimediali, i corsi di cucina sana e tradizionale presso Ial Ferrara, il workshop di web radio, il laboratorio di riparazione cicli con Cicli Minelli, i corsi di fotografia con lo smartphone, slackline, cucito e Photoshop. Nei prossimi giorni sarà inoltre disponibile online un sondaggio dove poter indicare l’interesse per nuove tipologie di corsi e workshop.
Inoltre, grazie al contesto specifico offerto da Consorzio Factory Grisù, Area Giovani e le giovani aziende del Consorzio si incontrano per attivare nuove esperienze di alternanza scuola-lavoro. In collaborazione con TryeCo, Giacomo Brini, Seltzlab, Alpaca, Dorotea e Unbeldì Design, sono stati avviati – e alcuni sono già in corso – nuovi percorsi in diversi ambiti tecnico-multimediale, informatico, comunicazione e marketing, fotografia. Tre sono gli istituti scolastici superiori ferraresi coinvolti nel progetto: Liceo Artistico “Dosso Dossi”, I.I.S. “Luigi Einaudi” e l’Istituto di Istruzione superiore “Giosuè Carducci”.
Tutto questo significa offrire ai giovani della città un nuovo contesto di aggregazione che riesca a coniugare l’aspetto ludico tradizionale con l’acquisizione di conoscenze e competenze necessarie sia per la loro affermazione personale che per un primo contatto con il mondo del lavoro. Favorire l’uso professionalizzante delle nuove tecnologie e dei nuovi media di loro uso, e infine, favorire una più consapevole e attenta fruizione degli spazi comunali da parte degli utenti.

Per info: Unità operativa Servizio Giovani, via Giuoco del Pallone 15, Ferrara, tel. 0532 247717 o 208047, fax 0532 200640, areagiovani@edu.comune.fe.it.

FERRARA ARTE E GALLERIE D’ARTE MODERNA – Martedì 13 novembre alle 17 alla sala Estense. In occasione della mostra ‘Courbet e la natura’ di palazzo dei Diamanti

“La battaglia della verità. La questione del realismo” in una conferenza di Franco Rella

09-11-2018

Ultimo appuntamento per il ciclo di conferenze dedicato alla mostra Courbet e la natura (a Palazzo dei Diamanti 22 settembre 2018 – 6 gennaio 2019): martedì 13 novembre, alle ore 17, la sala Estense ospiterà uno dei maggiori filosofi italiani contemporanei, Franco Rella, già professore ordinario di Estetica alla Facoltà di Design e Arti dello IUAV Venezia e autore di saggi che hanno dato un contributo significativo al pensiero della contemporaneità.

La battaglia della verità. La questione del realismo è il titolo della conferenza che affronterà un nodo cruciale per le poetiche dell’Ottocento: partendo dal celebre episodio del Padiglione del Realismo allestito da Courbet nel 1855, Franco Rella metterà in dialogo arte critica e letteratura, attraverso le parole di un recensore d’eccezione quale Charles Baudelaire, gli scritti di un paladino del realismo come Emile Zola e le nuove prospettive aperte dalla poesia del secondo Ottocento.

Entrata libera fino ad esaurimento posti

Info: www.palazzodiamanti.it, 0532 244949

 

(Comunicazione a cura di Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea e Fondazione Ferrara Arte)

LEGALITA’ E RESPONSABILITA’ – Lunedì 12 novembre alle 11 all’Università di Ferrara e alle 21 a Cento

Migranti e gioco d’azzardo: due incontri per la ‘Festa della Legalità e Responsabilità’

09-11-2018

Lunedì 12 novembre 2018 alle 11 nella sede del Dipartimento di Giurisprudenza (corso Ercole I d’Este 37, Ferrara) si terrà l’incontro  sul contrabbando di migranti “Smuggling of migrants. Analysis of the phenomenon and evidence based policies”(intervento in lingua inglese) con Fabrizio Sarrica di UNODC (Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine) a cura di MaCro, il Laboratorio interdisciplinare di studi sulla mafia e le altre forme di criminalità organizzata del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara.

Sempre lunedì 12 novembre 2018 alle 21 a Cento (Ferrara) nella Sala Zarri del Palazzo del Governatore (piazza Guercino, Cento), verrà presentato lo spettacolo teatrale sul gioco d’azzardo “All’alba vincerò” di e con Maria Antonietta Centoducati e Gianni Binelli. Musiche a cura di Ovidio Bigi, con la partecipazione di Matteo Iori. L’appuntamento è a cura del Comune di Cento, partner dell’iniziativa Festa della Legalità e Responsabilità. L’ingresso è gratuito.

I due appuntamenti si inseriscono all’interno dell’edizione 2018 della “Festa della legalità e della responsabilità”, organizzata dall’assessorato Servizi alla Persona del Comune di Ferrara e da Libera Ferrara-Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.
Tutto il programma su Cronacacomune del 26 ottobre 2018 e sulla pagina del sito web del Comune all’indirizzo servizi.comune.fe.it/7618/festa-della-legalita-e-della-responsabilita.

Per info: Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara, tel. 0532 770504, email centro.mediazione@comune.fe.it, Pagine Fb dedicate
Festa della Legalità e della Responsabilità/Centro Mediazione

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Lunedì 12 novembre alle 17 presentazione in via Scienze

I manoscritti datati di Ferrara descritti in un volume di Gilda P. Mantovani e Silvia Rizzi

09-11-2018

Contiene la descrizione di 63 documenti storici conservati a Ferrara il volume ‘I manoscritti datati di Ferrara’ curato da Gilda P. Mantovani e Silvia Rizzi, con il contributo di Elena Bonatti e Mirna Bonazza, che lunedì 12 novembre 2018 alle 17 sarà presentato nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara). Nel corso dell’incontro, organizzato dall’Associazione Italiana Manoscritti Datati, dall’Università di Padova, dall’Università di Ferrara e dal Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara, interverranno Angelo Andreotti (Biblioteca Comunale Ariostea), Nicoletta Giovè (Università degli Studi di Padova – AIMD. Associazione Italiana Manoscritti Datati), Fabrizio Lollini (Università degli Studi di Bologna),e Carlo Federici (Università Ca’ Foscari Venezia). Coordinerà Sandro Bertelli (Università degli Studi di Ferrara – AIMD Associazione Italiana Manoscritti Datati).
Il volume contiene la descrizione di 63 manoscritti datati conservati a Ferrara tra la biblioteca comunale Ariostea, i Musei civici di Arte Antica e il Museo della Cattedrale. Il catalogo è introdotto dalla storia delle biblioteche e dei fondi ed è corredato dagli indici, dalla bibliografia e da 64 tavole in bianco e nero.

Il calendario completo degli eventi e delle attività culturali, aperti liberamente a tutti gli interessati, in programma nelle biblioteche e archivi del Comune di Ferrara su: http://archibiblio.comune.fe.it

 

PALAZZO MUNICIPALE – Venerdì 9 novembre 2018 dalle 14.30 alle 17.30, nella sala del Consiglio comunale di Ferrara (piazza Municipio 2)

Un convegno per approfondire e discutere le nuove “Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità” (Decreto Pillon)

09-11-2018

Venerdì 9 novembre 2018 dalle 14.30 alle 17.30, nella sala del Consiglio comunale di Ferrara (piazza Municipio 2), avrà luogo un convegno organizzato dall’associazione Padri Separati dedicato al Ddl n. 735/2018 cosiddetto Decreto Pillon, dal titolo‘Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità – Luci e ombre del DDL n. 735/2018. Commento e Dibattito con coloro che hanno partecipato alla stesura’.

L’obiettivo dell’associazione Padri Separati è quello di approfondire e discutere questa delicata materia, ricreando un tavolo di lavoro tecnico costruttivo di confronto e riflessione su tutte le tematiche che colpiscono profondamente i soggetti che ne sono coinvolti, genitori e figli.

PROGRAMMA del 9 novembre 2018 – sala del Consiglio comunale di Ferrara
ore 14.30 Introduce e modera Avv. Angela Natati, coordinatrice per l’Emilia Romagna APS
Intervengono 

Dr.ssa Sara Pezzuolo psicologa giuridica e psicodiagnosta forense, esperta in Scienze Criminologiche Parere tecnico sul ddl 735/2018: contributi psicologici – giuridici.
Dr. Giovanni Camerini, neuropsichiatra infantile. Separazioni e tempi di frequentazione dei genitori: verso una normativa standard?
Avv. Stefano Cera, consigliere nazionale APS Mantenimento diretto. Riflessioni finali.

L’evento è aperto anche alla cittadinanza. Per gli avvocati iscritti all’associazione Padri Separati e alla Camera Minorile, l’evento sarà gratuito, mentre per coloro che non rientreranno in queste categorie è previsto un contributo. (Comunicazione a cura degli organizzatori)

>> DOCUMENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina (a cura dell’Ufficio Stampa Comune Ferrara)

allegati:
– D.D.L. Pillon, ripartizione egualitaria dei tempi e interesse del minore, questo sconosciuto (G. Cesaro, Il Sole 24 ore Diritto, 23.10.2018)
– Genitori, figli La via di Pillon non funziona, 12.10.2018, Corriere della Sera
– Comunicato DdL Pillon del CISMAI
– ADMI Donne Magistrato – Sul Disegno di Legge S.735 _2018
– ddl Pillon, adultocentrismo e conflitti tra generi e generazioni (S. Celentano, giudice Trib. Napoli, QG 8.11.2018)
– commento ddl Pillon, controcorrente (F. Prodromo, 28.10.2019)

LINK CONVEGNO 9-11-2018 (audio-video) >> http://youtu.be/yCeV3GxrfU8

PROTEZIONE CIVILE REGIONALE: ALLERTA N. 108/2018

ALLERTA ARANCIONE PER CRITICITA’ IDRAULICA PIENA FIUME PO per la GIORNATA del 10/11/18

09-11-2018

L’Agenzia Regionale di Protezione Civile dell’Emilia Romagna ha emesso l’allerta n. 108/2018.

Livello di criticità ARANCIONE per criticità IDRAULICA dovuta al passaggio della piena del fiume Po dalle ore 0.00 del giorno 10/11/2018 alle ore 0.00 del giorno 11/11/2018 nel territorio ferrarese.

La piena transiterà nel reggiano e nel ferrarese nella giornata di sabato 10 novembre con livello di colmo superiore alla soglia 2 che a Pontelagoscuro è pari a 1,30 m sullo zero idrometrico.

 

Gli avvisi e le allerta dell’Agenzia di Protezione Civile dell’Emilia Romagna

 

Si invita la popolazione ad adottare le misure di autoprotezione consigliate visionabili nei links sotto riportati.

PANE E INTERNET – Mercoledì 28 novembre e martedì 4 dicembre alle 17 alla Biblioteca G. Bassani (via Grosoli 42)

Con ‘Pane e Internet Terre Estensi’ e Agenzia delle Entrate due incontri di avvicinamento al fisco digitale sul tema della casa

09-11-2018

Per promuovere la conoscenza e l’uso da parte dei cittadini dei servizi online della pubblica amministrazione, Punto Pane e internet Terre Estensi e Agenzia delle Entrate propongono, per il ciclo “Entrate in Internet”, due incontri pubblici dedicati ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate sul tema della casa. Gli appuntamenti sono in programma mercoledì 28 novembre e martedì 4 dicembre dalle 17 alle 18.30 all’auditorium della biblioteca comunale Giorgio Bassani (via Grosoli 42 a Barco).

Nell’incontro dI mercoledì 28 novembre verranno presentati i servizi ipotecari e catastali e l’Osservatorio del Mercato Immobiliare. Si affronterà anche il tema della registrazione online dei contratti di affitto. Nel secondo incontro, che si terrà martedì 4 dicembre, si parlerà di agevolazioni fiscali per l’acquisto e la vendita degli immobili, per le ristrutturazioni edilizie e per il risparmio energetico.

È possibile partecipare a uno o ad entrambi gli incontri. La partecipazione è aperta a tutti e gratuita. L’iscrizione è gradita e può essere effettuata attraverso il modulo online oppure telefonando direttamente alla Biblioteca G. Bassani di Ferrara al n. 0532 797414. Le iscrizioni sono già aperte.

——————————————————-

Entrate in Internet – “Entrate in Internet” è un’iniziativa dell’Agenzia delle Entrate che, in collaborazione con il progetto Pane e Internet della Regione Emilia-Romagna e con il Comune di Ferrara, ha proposto una serie di incontri in tutti i Punti Pane e Internet del territorio regionale.
Si tratta di incontri pubblici di alfabetizzazione informatica e fiscale con l’obiettivo di favorire l’inclusione, la conoscenza e l’utilizzo dei servizi online dell’Agenzia delle Entrate, in completa sintonia con la filosofia di Pane e Internet.

Corsi Pane e Internet sull’uso del computer e della rete – Sono aperte le iscrizioni ai corsi sull’uso del computer e della rete che si tengono presso la sala multimediale della Biblioteca comunale G. Bassani. I corsi di primo livello, per coloro che non hanno mai usato un pc, sono completamente gratuiti mentre i corsi di secondo livello prevedono un contributo di 50 euro a partecipante.

 

Per Info: Punto Pane e Internet Terre Estensi Biblioteca G. Bassani – via G. Grosoli, 42 – 44122 Ferrara,  0532797414 – paneeinternet.terreestensi@edu.comune.fe.it www.comune.fe.it/paneeinternet  

http://bit.ly/PEIspecialecasa;  www.agenziaentrate.gov.it

 

 

 

GIOVANI E FORMAZIONE – Presentate le attività didattiche, iniziative aperte alla città e interventi di ristrutturazione

Conservatorio: al via il nuovo anno accademico

09-11-2018

Il nuovo anno accademico del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara è stato presentato giovedì 8 novembre nella sede di largo Antonioni. All’incontro sono intervenuti il vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto, il direttore e il presidente del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara Fernando Scafati e Francesco Colaiacovo.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori – Prende avvio il nuovo anno accademico del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara e già tante iniziative sono in programma. Lo scorso anno accademico si è chiuso con 205 eventi prodotti nell’anno accademico 2017/18 dall’istituto di alta formazione con sede in largo Antonioni. Oggi saranno presentati i primi eventi della produzione artistica pensati per arricchire il panorama culturale della città, coinvolgendo prestigiose realtà già ampiamente radicate sul territorio. Saranno inoltre esposti gli interventi volti a migliorare la qualità dell’edificio e verranno resi noti i nuovi bandi, i progetti e le collaborazioni che coinvolgeranno nei prossimi mesi il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara.

GLI INTERVENTI. Durante l’anno il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara ha avviato diversi interventi sull’edificio per migliorarne le prestazioni e per adeguarsi alle esigenze di studenti e docenti. L’intervento di correzione acustica, con interventi d’insonorizzazione nelle aule della sede, è stato pari a circa 90mila euro (compresa la progettazione, la sicurezza, le indagini effettuate da Unife, i lavori edili, il condizionamento degli ambienti e la direzione dei lavori). La volontà, inoltre, è stata quella di procedere per il superamento delle barriere architettoniche e per migliorare la condizione climatica del pianoterra. A tali fini verrà realizzata una bussola all’ingresso principale del Conservatorio, per la quale sono stati impegnati 32.000 euro.

I NUOVI BANDI.
 Il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara parteciperà a due diversi bandi ministeriali che, se vincenti, daranno la possibilità di realizzare due importanti interventi che riguardano l’ascensore e l’Auditorium. Questo è possibile secondo la normativa del decreto legge n. 104 del 2013, convertito in legge n. 128/2013 e modificato dalla legge 107 del 2015, in tema di interventi per l’edilizia delle Istituzioni AFAM, l’Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica che raggruppa tutte le istituzioni della formazione superiore italiana il cui scopo è la formazione nei settori dell’arte della musica, della danza e del teatro. Il bando è stato emanato in aprile dal precedente Governo sulla base della legge del 2015 che prevedeva un intervento straordinario per la ristrutturazione, il miglioramento, la messa in sicurezza e la migliore efficienza energetica, quindi la manutenzione, degli immobili delle Istituzioni AFAM.
Le linee di finanziamento rientrano in due tipologie: quelle dei finanziamenti diretti per i piani economici inferiori al milione di euro (dove rientra nel caso del Conservatorio l’ascensore) e quelli dei finanziamenti con mutuo per piani economici superiori al milione di euro (valevole per l’Auditorium). Il Conservatorio Frescobaldi parteciperà a entrambe le possibilità di finanziamento. Se accolto il finanziamento per l’ascensore è previsto nel 2019, mentre il mutuo di 26 anni per l’Auditorium sarà erogato nel 2020.
Per quanto riguarda la richiesta di finanziamento per l’ascensore e le opere connesse a questa tipologia d’intervento, inviata proprio in questi giorni, il Conservatorio ha già sostenuto la spesa per il progetto definitivo, costato 22.348,14 euro. Il costo complessivo dell’intervento, se finanziato, sarà pari a 679.656 euro. Sulla richiesta di finanziamento tramite mutuo per la ristrutturazione dell’Auditorium, del valore di 2 milioni di euro, il Conservatorio di Ferrara ha già approvato il progetto esecutivo, per il quale ha speso oltre 100.000 euro.

SEDE E SUCCURSALE.
 Tra le delibere d’indirizzo della Giunta Comunale, inoltre, c’è anche la questione della sede della succursale del Conservatorio, dopo la mancanza della sede all’ex convento dei Teatini (via Bersaglieri del Po). “L’impegno della Giunta – specifica il Presidente del Conservatorio Francesco Colaiacovo – è per noi fondamentale: quest’anno finirà ancora in emergenza, si spera che presto si possa operare per dare nuova sede alla succursale a Palazzo dei Bagni Ducali” in viale Alfonso I d’Este.

TRA NOVITÀ E CONFERME.
 Il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara continua a puntare sulla valorizzazione della musica antica e del jazz, oltre che sulla formazione continua con diverse masterclass, invitando come docenti ospiti e musicisti di fama nazionale e internazionale. Continuano inoltre le attività diffuse sul territorio e le preziose collaborazioni con le istituzioni cittadine: il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, Ferrara Musica e Teatro Comunale ‘Claudio Abbado’ di Ferrara, Museo di Casa Romei, Palazzo Bonacossi e i Musei Civici di Arte Antica, l’Università di Ferrara, Spazio Crema, Spazio Grisù e Factory Grisù, Pinacoteca Nazionale e Gallerie Estensi, Castello Estense, Musijam, Sonika, Casa Cini, l’Azienda Ospedaliera AouFe, in particolare per la collaborazione con il reparto del Prof. Basaglia per i corsi di Musicoterapia.
Le novità quest’anno riguardano anche le docenze, in seguito alle numerose richieste: la cattedra di Canto Jazz entra in organico (e non più a contratto) così come quella di Musica da Camera.

LE PRODUZIONI.
 L’anno accademico appena trascorso si è chiuso con più di 200 produzioni artistiche, la gran parte destinate alla città. Il nuovo anno in musica inaugura con una serie di importanti appuntamenti.
Il primo in calendario sarà venerdì 9 novembre alle 18.30 a Palazzo Bonacossi con l’Ensemble di Musica antica del Conservatorio Frescobaldi, nell’ambito del Convegno internazionale di musicologia Modes, Church Tones, Tonality promosso dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara. Con ‘C’è modo e modo! E moderiamo i toni… Percorso musicale alla ricerca della Tonalità’, il Conservatorio Frescobaldi propone composizioni contrappuntistiche del primo 1600 fino ai brani con basso continuo del 1700, dando suono a parte di quel processo evolutivo, iniziato nella seconda metà del Cinquecento, che ha prodotto una parte significativa dei grandi capolavori musicali noti ancora oggi.
Sabato 10 novembre due saranno gli appuntamenti. Nel pomeriggio è previsto l’ultimo evento di Ferrara PianoDuo Festival, rassegna in collaborazione con Ferrara Musica, con il concerto a ingresso gratuito degli allievi del Conservatorio Frescobaldi alle 17 al Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara. Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart (Concerto in la maggiore K. 414) e Felix Mendelssohn (Concerto n. 1 in sol minore op. 25).
Sempre sabato 10 novembre alle 20.30 al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara andrà in scena ‘Il Pastor Fido’ di Giovan Battista Guarini, allestimento scenico con intermezzi musicali a cura dell’Ensemble rinascimentale del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. La serata è inserita all’interno delle iniziative di SOGNO O SON DESTE, progetto di cultura figurativa realizzato con il sostegno di Fondazione di Modena, Fondazione Carife, Fondazione di Vignola e Bper Banca. Il Pastor Fido è l’esito di Feudoarmonico, progetto teatrale e musicale a cura del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio, che quest’anno ha deciso di realizzare l’allestimento dell’opera guarinesca secondo la prassi rappresentativa cinquecentesca, con madrigali su testi desunti dall’opera stessa di Monteverdi, D’India e Luzzaschi. Studiando la gestualità teatrale antica, attraverso gli insegnamenti del docente e direttore artistico Alberto Allegrezza e della docente di canto rinascimentale Gloria Banditelli, Feudoarmonico ripropone testi e prassi sceniche della fine del Cinquecento di area ferrarese.
Il “Pastor Fido” (Venezia 1602) è un dramma pastorale, divenuto famoso all’epoca per la bellezza di alcune sue pagine di altissima poesia. L’opera di Giovan Battista Guarini, infatti, definirà gli stilemi di un genere nuovo, definito tragicommedia o pastorale. Gli esiti di questa innovazione furono clamorosi: non soltanto il genere si diffuse da Ferrara in tutta Europa, ma l’ambientazione mitologica divenne il pretesto di un preciso programma estetico che esigeva la cornice di una favola pastorale per poter proporre una recitazione interamente cantata, dando così l’impulso alla nascita del dramma per musica.
Infine una bella anticipazione di dicembre: torna in città In Corde, festival della chitarra giunto alla XII edizione e che quest’anno viaggerà in Regione dal 5 al 9 dicembre guidato dal suono delle sue cento chitarre. L’edizione 2018 si intitola ‘Stille Nacht 1818-2018′ e intende omaggiare la celebre composizione natalizia di Franz Xaver Gruber (1787-1863) di cui ricorre quest’anno il bicentenario della prima esecuzione. Venerdì 7 dicembre alle 17 l’appuntamento a Ferrara è al Ridotto del Teatro Comunale, in collaborazione con Ferrara Musica, dove brani popolari come Happy Xmas (War Is Over) di John Lennon, alcuni spirituals e il popolare canto natalizio Los peces en el rio per voci bianche e strumenti verranno liberamente accostati a un classico del repertorio colto quale il Concerto op.8 n.6 ‘Fatto per la notte di Natale’ di Arcangelo Corelli e al famosissimo ‘Quanno nascette ninno’, versione originale in napoletano di Tu scendi dalle stelle composto da Alfonso Maria de’ Liguori nel 1754. Infine Stille Nacht nella versione originale per voci e chitarra. Tra gli interpreti il coro gospel e l’ensemble di archi del Conservatorio di Ferrara, Ocarine Ensemble Budrio e il Coro di voci bianche Leopold Mozart dell’Accademia musicale Venezze di Rovigo.

Nella foto – scaricabile in fondo alla pagina – il direttore del Conservatorio Scafati con il presidente Colaiacovo e il vicesindaco Massimo Maisto alla presentazione del nuovo anno accademico del Conservatorio di Ferrara

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Dal 10 al 17 novembre in Sala Ariosto

In mostra ‘Torquato Tasso. Manoscritti, edizioni e musica’

09-11-2018

In occasione del Tasso Music Festival 2018, la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara che ospita nelle giornate del 9 e 10 novembre 2018 il ‘Festival diffuso per la valorizzazione del Tasso in Music Project’, dedica una mostra a ‘Torquato Tasso. Manoscritti, edizioni e musica. Dall’antica documentazione della Biblioteca Comunale Ariostea’ che verrà inaugurata sabato 10 novembre alle 11 nella Sala Ariosto della Biblioteca (via delle Scienze 17, Ferrara).

La curatrice della mostra, Mirna Bonazza, responsabile della Sezione Manoscritti e Rari dell’Ariostea e dell’Archivio Storico, ha selezionato dalle raccolte della Biblioteca Ariostea rari e preziosi esemplari. Nelle vetrine sono infatti presenti manoscritti, alcuni dei quali autografi del poeta, ed edizioni che coprono un arco cronologico che va dal Cinquecento al Novecento. La musica è presente con edizioni di madrigali di Luzzasco Luzzaschi (ca. 1545-1607), di Girolamo Belli (1552-ca. 1620), di Giulio Eremita (ca. 1550-ca. 1600) tratti dalle Rime del Tasso a testimonianza della fortuna musicale dei suoi componimenti poetici. Inaugura l’esposizione una splendida edizione illustrata da venti tavole calcografiche, una per ogni canto, della Gerusalemme liberata, stampata a Venezia nel 1745 da Giovanni Battista Albrizzi. Dedicata a Maria Teresa d’Austria, regina d’Ungheria e di Boemia, presenta un apparato iconografico disegnato da Giovanni Battista Piazzetta (1683-1754), pittore veneziano, con incisioni realizzate da Felice Polanzani (1712-1780). A seguire codici manoscritti del celebre poema, di grande importanza, quali: il cosiddetto Codice Lanzoni, con correzioni e note autografe del poeta e il codice autografo di Orazio Ariosti (1555-1593), che scrisse gli argomenti sopra ogni canto e ne fu possessore, corredato da venti disegni a penna ed acquerello monocromo del pittore Domenico Mona (1550-1602) che precedono ogni canto del poema. Ma anche tre edizioni della Gerusalemme liberata stampate, da diversi editori e curatori, nel 1581, pressoché coeve; nonché l’editio princeps della Gerusalemme conquistata Roma, Guglielmo Facciotti, 1593. Affianca un’edizione dell’Aminta – favola pastorale in cinque atti scritta da Tasso nel 1573 – stampata a Ferrara da Vittorio Baldini nel 1581, un disegno del sec. XVII dell’Isola di Belvedere sul Po, che fu teatro della prima rappresentazione il 31 luglio 1573. Sono inoltre state messe in risalto alcune delle donne celebrate da Torquato Tasso nei suoi componimenti poetici: Marfisa d’Este (ca. 1554-1608), Livia Pica dama della corte di Francia, la cantatrice Laura Peperara (1563-1600), la poetessa Tarquinia Molza (1542-1617).

La mostra, a ingresso libero, è visitabile, sino al 17 novembre, negli orari di apertura della Biblioteca Comunale Ariostea: dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 19, sabato dalle 9 alle 13.

(Comunicato a cura del Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara)

 

LAVORI PUBBLICI E VIABILITA’ – Aggiornamenti su alcuni interventi previsti in città dal 12 al 18 novembre 2018

Proseguono gli interventi su strade, beni monumentali, reti di servizi, illuminazione e verde. Modifiche alla circolazione in varie zone della città

09-11-2018

Di seguito alcuni aggiornamenti relativi a lavori pubblici in corso dal 12 al 18 novembre 2018 nel territorio comunale di Ferrara, condotti sotto la supervisione dei tecnici e degli operatori del Settore Opere pubbliche e Mobilità del Comune di Ferrara.
Maggiori informazioni sugli interventi più significativi in fase di esecuzione in città sono disponibili sul sito http://mappaopere.comune.fe.it

Nella foto a sinistra i lavori eseguiti in via Diamantina (v. anche foto scaricabili a fondo pagina)

INTERVENTI STRADALI

– Nuova pavimentazione in via Isola Bianca
Sono iniziati il 7 novembre 2018
 i lavori, a cura del Comune di Ferrara, per il rifacimento del manto stradale in via Isola Biancanel tratto da via Mestre a via Ricostruzione. Durante la fase di abbattimento delle alberature esistenti il traffico sarà regolato a senso unico alternato, per i successivi lavori di ripavimentazione sarà invece inibito il transito veicolare.

– Terminati i lavori per la nuova piazza di Malborghetto di Boara. Procede la realizzazione della pista ciclabile in via Conca
AGGIORNAMENTO del 9 novembre 2018 

Sono terminati i lavori partiti il 4 aprile scorso, a cura della ditta Geocostruzioni S.r.l. di Formignana, per la riqualificazione dell’area antistante la chiesa di Malborghetto di Boara, tra via Conca e via Santa Margherita, con la realizzazione della nuova piazza della frazione, che sarà intitolata a Mons. Alessandro Denti. Gli spazi sono già aperti al pubblico.L’intervento ha consentito la realizzazione di un sistema interrelato di spazi con aree pavimentate e aree verdi, oltre a una nuova rete di raccolta delle acque meteoriche. Completati anche gli interventi di installazione della nuova illuminazione (v. sotto al paragrafo ‘Illuminazione pubblica’). Importo complessivo dell’opera: 400.000 euro. La piazza riqualificata sarà inaugurata sabato 10 novembre 2018 alle 16 (v. CronacaComune dell’8 novembre 2018)
L’opera è accompagnata dalla realizzazione di una nuova pista ciclabile di circa 830 metri di lunghezza in via Conca, tra via Calzolai e via Santa Margherita.
Pista ciclabile: i lavori di realizzazione del percorso ciclopedonale stanno proseguendo nel tratto antistante il campo sportivo, con la realizzazione del pacchetto stradale e la posa di cordoli e autobloccanti.Sono stati predisposti, provvisoriamente, dei percorsi ciclopedonali protetti in corrispondenza dei restringimenti della carreggiata: all’incrocio tra via Conca e via Calzolai e nel tratto antistante il campo sportivo, dove è stato inoltre predisposto appositamente un impianto semaforico per la regolazione del senso unico alternato lungo l’intero tratto. Per tutti i dettagli del progetto v.CronacaComune del 4 aprile 2018

– In corso la realizzazione del nuovo ponte Bailey a Cocomaro di Cona
Sono iniziati l’1 ottobre i lavori per la realizzazione di un nuovo ponte Bailey sul Po di Volano in via Golena nella frazione di Cocomaro di Cona. I lavori prevedono la rimozione e lo smaltimento delle strutture del ponte metallico esistente, non più idoneo a garantire un adeguato livello di sicurezza in rapporto alle reali condizioni ambientali e di esercizio, la realizzazione di due nuove spalle su fondazioni profonde e la posa di un nuovo impalcato metallico.
La larghezza della carreggiata del nuovo ponte sarà di 3,676 m. Sul nuovo ponte sarà consentito il traffico per mezzi pesanti fino a 20 t, prescrivendo una distanza minima di 20 metri tra i mezzi con massa superiore alle 7 t. Il nuovo ponte verrà rimontato nella medesima posizione di quello esistente, ma sarà leggermente rialzato rispetto al livello attuale.
La durata prevista dei lavori è di 60 giorni. Importo complessivo dell’opera: 297.980 euro.
AGGIORNAMENTO del 9 novembre 2018:
Il 17 ottobre scorso il ponte è stato rimosso e nei giorni successivi si è provveduto allo smontaggio delle sue strutture per lo smaltimento.
Attualmente l’impresa ha interrotto i lavori, che non potranno proseguire finchè non sarà portata a termine la procedura di bonifica bellica, necessaria dal momento che le spalle del ponte di progetto sono fondate su pali lunghi 20 m.
L’istanza di BST (Bonifica Sistematica Terrestre) dovrà essere approvata dall’Amministrazione Difesa – 5° Reparto Infrastrutture – Ufficio B.C.M. di Padova per il rilascio del parere vincolante relativo all’esecuzione del Servizio di Bonifica Bellica Sistematica Terrestre.
I lavori di bonifica non potranno cominciare fino al rilascio, con esito positivo, di tale parere.

– Interventi di sistemazione del parcheggio di piazzale San Giovanni con chiusura al transito
Sono in corso dal 18 settembre
 2018 i lavori di sistemazione dell’area adibita a parcheggio, in via Porta Mare lato farmacia comunale, in adiacenza alla rotatoria di piazzale San Giovanni.
Durante i lavori sarà interdetto il traffico veicolare nel parcheggio.

– In corso opere edili per l’installazione di varchi elettronici e dispositivi di lettura e controllo di accessi in ZTL
Si avvia alla conclusione il programma 
di lavori di scavo per la posa di tubazioni ed esecuzione delle fondazioni, propedeutiche all’installazione di nuove telecamere per il sistema MUSA, nonchè di nuovi dispositivi per un controllo avanzato della mobilità urbana in corrispondenza delle uscite dalla ZTL Duomo (per controllare il rispetto dell’uscita dalla ZTL Duomo entro la fascia oraria autorizzata).
Gli interventi seguiranno il seguente ordine: corso Giovecca (ULTIMATI), corso Martiri della Libertà (ULTIMATI) corso Ercole Primo d’Este (intersezione Largo Castello – ULTIMATI), via Voltapaletto (angolo via Suore – ULTIMATI), via Contrari (poco prima di via Suore – ULTIMATI), corso Porta Reno (all’interno della Torre dell’Orologio e del Palazzo Podestà – solo opere elettriche – IN CONCLUSIONE), via Scienze (intersezione Carlo Mayr – ULTIMATI).
Durante questi interventi sulle strade interessate saranno possibili rallentamenti, dovuti al senso unico alternato controllato a vista da movieri; sarà comunque garantito il transito veicolare e non ci saranno nè deviazioni e nè chiusure.

————

VIABILITA’

– Dal 12 novembre modifiche alla circolazione in via Porta Catena per lavori
Per consentire lo svolgimento di lavoria cura della Società INRETE – Distribuzione Energia del Gruppo Hera Spa, per il rifacimento di condotte gas obsolete, da lunedì 12 novembre 2018 per una  durata presunta di cinque giorni (salvo avverse condizioni meteo), sarà chiusa al transito la semicarreggiata di via Porta Catena con direzione verso Tumiati, nel tratto compreso tra viale Po e il numero civico 14.
I veicoli che circolano su viale Po dovranno obbligatoriamente utilizzare le alternative via Oroboni oppure corso Porta Po – viale Belvedere.
Le modifiche alla viabilità saranno indicate sul posto da segnaletica di preavviso e deviazione.

– Via Contrada di Borgoricco chiusa al transito per lavori per tre mesi
Per consentire l’esecuzione di lavori di riqualificazione (rifacimento dei sottoservizi e della pavimentazione) della via Contrada di Borgoricco, tutto il tratto della via compreso tra via Boccacanale di Santo Stefano e via Cortevecchia resterà chiuso al traffico (ammessi i soli mezzi di cantiere e i pedoni residenti nello stesso tratto) per una durata presunta di 3 mesi. Pertanto, l’accesso e l’uscita dal parcheggio di Ferrara Tua di via Cortevecchia avverranno da via Cortevecchia stessa, regolati da impianti semaforici.
La via risulta al momento già chiusa per via di precedenti provvedimenti di interruzione del traffico legati ad interventi per la realizzazione del parcheggio multipiano, ai quali seguirà, senza interruzioni, l’avvio dei lavori di riqualificazione della strada.
Queste, nel dettaglio, le modifiche alla viabilità previste nei prossimi tre mesi (presumibilmente fino alla metà di febbraio 2019):
– In via Contrada di Borgoricco divieto di transito in tutto il tratto (eccetto i soli mezzi di cantiere e pedoni residenti nel medesimo tratto); sarà istituito il doppio senso di marcia per i veicoli autorizzati che fuoriescono dal tratto inibito al transito; edivieto di sosta 0-24 con rimozione coatta per tutti i veicoli eccetto quelli necessari per effettuare i lavori nel tratto inibito al transito in entrambi i lati;
– In via Cortevecchia revoca del senso unico di marcia e ripristino del doppio senso di circolazione a transito alternato;revoca degli stalli di sosta a pagamento lato civici dispari dal numero civico 67 fino all’81 compresi e conseguente divieto di sosta 0-24 con rimozione coatta; il tratto a transito alternato sarà regolato a mezzo semafori con fasi semaforiche abbastanza brevi (un semaforo posizionato fronte numero civico 67 per chi proviene da via Boccacanale Santo Stefano e l’altro all’altezza dell’intersezione (esclusa) di via del Turco per i veicoli con provenienza dal tratto di via Cortevecchia ove sono presenti le aree di carico e scarico merci);
– Nel Parcheggio di Ferrara Tua di via Cortevecchia saranno revocati i 4 stalli di sosta a pagamento più prossimi al numero civico 34 con conseguente divieto di sosta 0-24 con rimozione coatta, al fine di creare il nuovo accesso al parcheggio a pagamento e per i veicoli diretti verso le aree di carico e scarico merci; 
– Via del Turco 
nel tratto compreso tra via Cortevecchia e via del Podestà senso unico di circolazione con direzione da via Cortevecchia verso via del Podestà.
I veicoli al servizio di persone disabili
 (sia per aree personalizzate sia per aree generiche) potranno accedere sia dall’area di parcheggio sia dal tratto di via Cortevecchia tra via Contrada di Borgoricco e l’accesso pedonale a via Garibaldi, per il quale sarà ripristinato il doppio senso di circolazione.
Le modifiche alla viabilità saranno indicate da segnaletica di preavviso e deviazione, in prossimità dei tratti interessati (v. immagini scaricabili a fondo pagina)

– Nell’area di via Ferrariola modifiche alla circolazione per la sostituzione di una condotta gas
Sono in corso dal 7 novembre 2018 i lavori a cura di Inrete Distribuzione Energia (Società del Gruppo Hera Spa), per la sostituzione della condotta gas obsoleta nell’area di via Ferrariola, a Ferrara.  
Gli interventi saranno eseguiti in tre fasi successive per una durata totale, salvo avversità meteo, di 7 giorni lavorativi, con modifiche alla viabilità:
– PRIMA FASE: il cantiere interesserà la porzione della carreggiata di via Ferrariola-lato via Ravenna. In avvicinamento all’area di cantiere, con provenienza da via Don Giovanni Verità e dalla rotatoria con via Ravenna, sarà predisposta segnaletica per indirizzare il transito veicolare all’utilizzo della sola porzione libera della corsia di marcia con direzione verso via San Maurelio;
– SECONDA FASE: 
il cantiere interesserà la porzione centrale della carreggiata di via Ferrariola; In avvicinamento all’area di cantiere, con provenienza da via Don Giovanni Verità e dalla rotatoria con via Ravenna, sarà predisposta segnaletica per indirizzare il transito veicolare all’utilizzo della sola porzione libera della corsia di marcia con direzione verso via San Maurelio; non sarà consentito l’accesso alla via Putinati con provenienza dall’intersezione a rotatoria con via Ravenna. Il transito veicolare dovrà quindi procedere verso via San Maurelio e utilizzare le alternative vie Volano o il percorso viale Alfonso I d’Este-via Porta Romana-via San Maurelio per poter procedere verso via Putinati.
– TERZA FASE: 
il cantiere interesserà porzione della carreggiata di via Ferrariola lato di via O. Putinati; il transito veicolare proveniente dall’intersezione a rotatoria con via Ravenna dovrà utilizzare la sola corsia di marcia verso via San Maurelio direzione centro cittadino- via Ravenna (tratto a senso unico); in questa fase sarà vietato inoltre l’accesso alla via O. Putinati, dalla via Ferrariola.
Seguirà una fase ulteriore sulla sola via Putinati per la quale sarà inibito l’accesso alla via stessa dalla via San Maurelio/via Ferrariola, da entrambe le provenienze. Tali lavori avranno una durata presunta di circa 5 giorni lavorativi.
Le modifiche alla viabilità saranno segnalate da apposita segnaletica di preavviso e deviazione, in prossimità dei tratti interessati.

– Riaperta la circolazione in via Diamantina dopo la conclusione dei lavori di messa in sicurezza
Sono terminati lo scorso 6 novembre 2018
 i lavori sulla via Diamantina a cura del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara che hanno interessato un tratto di 100 metri di rilevato stradale a partire dall’intersezione con la via Pontisette.La strada è stata riaperta alla circolazione.
I lavori si sono resi necessari a seguito di un pericoloso sfondo che si era creato a causa del sifonamento tra i due canali consorziali che costeggiano la strada. Durante i lavori, inoltre, è stata trovata una tana di nutrie che aveva danneggiato il rilevato stradale incrementando il fenomeno del sifonamento.
Si è provveduto a compattare il terreno argilloso di cui è composto il rilevato stradale, è stato rifatto il manto superficiale della strada e sono state riposizionate le barriere stradali.
Inoltre, sul lato di sinistra in direzione Diamantina, è stata realizzata una palancolata a protezione del tratto di canale in cemento armato, al fine di evitare ulteriori infiltrazioni d’acqua e animali.
(A fondo pagina alcune immagini scaricabili dei lavori eseguiti)

– Ponte sul fiume Po: dal 12 al 30 novembre senso unico alternato per i lavori di assestamento
(Comunicazione a cura di Anas)
A partire da lunedì 12 novembre 2018 sarà avviata l’ultima fase dei lavori di ripristino del ponte sul Po, lungo la statale 16 “Adriatica”, in località Pontelagoscuro in provincia di Ferrara.
Come previsto dal crono-programma, a seguito della conclusione dei lavori principali di manutenzione straordinaria e la riapertura al traffico del ponte, avvenuta il 9 ottobre scorso, occorre procedere alla posa in opera dei giunti di dilatazione. Per consentire gli interventi sarà istituito il senso unico alternato regolato da semaforo. La conclusione dei lavori è prevista per il 30 novembre 2018, compatibilmente con le condizioni meteo.
La Polizia Municipale Terre Estensi sarà presente in prossimità del cantiere Anas per collaborare alla regolamentazione del flusso veicolare.

– Chiuso al traffico un tratto di via Imperiale
A causa di un movimento franoso del rilevato stradale causato dal sifonamento tra i due canali consortili che costeggiano buona parte della via Imperiale, dall’1 ottobre 2018 è chiuso in entrambe le direzioni di marcia un tratto di circa 100 metri di via Imperiale all’altezza del civico numero 97. La strada resterà chiusa fino a quando il Consorzio di Bonifica non realizzerà i lavori di messa in sicurezza.
La strada è interrotta al transito veicolare nel tratto compreso tra SP8 (via Poggio Renatico) e SP25. Sono ammessi al transito i residenti sino al civico 97 per la provenienza da via Poggio Renatico (SP8) e sino alla via Torniano (Comune di Poggio Renatico) per la provenienza dalla SP25. Le modifiche alla viabilità saranno segnalate da apposita segnaletica di preavviso e deviazione, in prossimità dei tratti interessati.

– Via Foro Boario a senso unico per lavori
Sono in corso da lunedì 23 luglio 2018 in via Foro Boario lavori di ripristino della rete idrica, a cura di Hera, con istituzione, nel tratto tra l’intersezione con via Barlaam e via Bologna, del senso unico di marcia, con circolazione consentita al traffico diretto verso via Bologna.
Il provvedimento sarà applicato secondo tre fasi di lavoro:
FASE 1: tratto da via Barlaam/Recchi a via Fratelli Aventi: senso unico di marcia direzione via Bologna
FASE 2: tratto da via Fratelli Aventi a via Camilla Ravera: senso unico di marcia direzione via Bologna
FASE 3: tratto da via Camilla Ravera a via Bologna: senso unico di marcia direzione via Bologna
Sarà sempre garantito l’accesso con immissione dalla via Bologna ai mezzi Tper.

– Transito interrotto per lavori in via Romiti e via Chiodaiuoli
Per consentire l’esecuzione di lavori di realizzazione di nuove tratte di teleriscaldamento da lunedì 16 luglio 2018, in via Romiti a Ferrara, nel tratto compreso tra via delle Scienze e via del Paradiso, è in vigore il divieto di transito, eccetto autorizzati, nei tratti non interessati dai lavori, compatibilmente con le esigenze di cantiere. Il divieto di transito è in vigore anche in via dei Chiodaiuoli, nel tratto compreso tra via delle Volte e via Romiti, eccetto autorizzati, compatibilmente con le esigenze di cantiere.

———–

LAVORI A CURA DI HERA – Aggiornamento del 9 novembre 2018

Prenderanno il via il 15 novembre 2018 i lavori, a cura di Hera, per il ripristino del manto stradale, a seguito di interventi ai sottoservizi, in vicolo del Giglio, in piazza Sacrati (nel tratto interessato dai lavori per la posa della condotta idrica) e in corso Porta Mare (tratti deteriorati).

Proseguono inoltre i lavori a cura di Hera per la posa di una nuova condotta fognaria in via Turchi, di nuove condotte idriche in via Vigne e in via Foro Boario (v. sopra per provvedimenti viabilità e di una nuova condotta del teleriscaldamento all’angolo tra via Spronello e via C. Mayr, in via Romiti (v. sopra per provvedimenti viabilità) e in via C. Mayr da via Spronello a via Giuoco del PalloneIn corso, infine, in via Montesanto (località Montesanto) la riparazione di un tratto delle condotte di fognatura e idrica e in viale Alfonso I d’Este, nel tratto a fondo chiuso, la posa di una nuova condotta idrica.

————

INTERVENTI DI POSA IMPIANTI IN FIBRA OTTICA
Proseguono i lavori, a cura della Società TIM – Telecom Italia SpA e della Società Open Fiber (in accordo con il Comune di Ferrara), per l’esecuzione di opere civili e interventi di scavo in varie strade del Comune di Ferrara, per permettere la posa di impianti in fibra ottica. In allegato scaricabile a fondo pagina l’elenco delle vie interessate dai lavori di Open Fiber spa dall’8 novembre 2018

————

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

– Pronta la nuova illuminazione per la piazza di Malborghetto di Boara
Il nuovo impianto di pubblica illuminazione della piazza antistante la chiesa di Malborghetto sarà acceso nella serata di sabato 10 novembre, in concomitanza con l’inaugurazione della piazza stessa a conclusione delle riqualificazione. La prossima settimana proseguiranno i lavori di completamento dell’impianto nelle strade limitrofe alla piazza.
LA SCHEDAIl nuovo impianto di illuminazione della piazza di Malborghetto è stato realizzato con moderni apparecchi illuminanti a Led, posizionati su pali in acciaio zincato verniciato dell’altezza di 8 metri fuori terra.
Gli apparecchi illuminanti di progetto sono rispondenti a quanto prescritto dal nuovo DGR 1688 del 18/11/2013 e dai nuovi CAM sulla pubblica illuminazione; con indici IPEA corrispondente alla classe “A3+”; l’impianto, nelle varie zone, avrà indici IPEI corrispondenti alla classe “A” o superiori. Le sorgenti luminose hanno temperatura di colore bianco-calda a 3000°K, particolarmente adatta a zone residenziali e centri di aggregazione. Tutti gli apparecchi sono dotati di auto-dimmerazione per la riduzione notturna del flusso luminoso, al fine di ottimizzare il risparmio energetico.
Il nuovo impianto comprende la realizzazione di un nuovo quadro elettrico di alimentazione, nuove linee di alimentazione e rimozione dei vecchi punti luce sulle strade adiacenti la piazza che saranno sostituti da quelli previsti nell’intervento. Il progetto ha previsto la realizzazione di 13 nuovi punti luce e il rifacimento di 4 punti luce esistenti.
Le opere, progettate dai tecnici dell’Ufficio Pubblica illuminazione del Servizio Infrastrutture del Comune di Ferrara, hanno un costo di 48.000 euro, e sono state realizzate dalla ditta Gamie S.r.l. di Lugo (RA).

– Rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione di via Beethoven
Proseguiranno anche la prossima settimana i lavori iniziati il 22 ottobre per il  rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione di via Beethoven a Ferrara. I lavori prevedono il totale rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione esistenti con il passaggio dal tipo di alimentazione in “serie” al tipo in “derivazione”; i punti luce interessati sono 43. Le opere, di importo previsto pari a 153.000 euro, sono realizzate da Hera Luce, nell’ambito dei lavori straordinari previsti nel contratto di servizi della pubblica illuminazione. I lavori potranno comportare qualche rallentamento al traffico nelle zone interessate.

– Rifacimento dell’illuminazione di via Boschetto nel tratto da via Marvelli alla ferrovia
Proseguiranno anche la prossima settimana i lavori iniziati il 22 ottobre per il rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione di via Boschetto nel tratto da via Marvelli alla ferrovia.
I lavori prevedono il totale rifacimento di 6 punti luce esistenti.Le opere, di importo previsto pari a 18.500 euro, saranno realizzate da Hera Luce, nell’ambito dei lavori straordinari previsti nel contratto di servizi della pubblica illuminazione. I lavori non dovrebbero comportare disagi al traffico.

————

BENI MONUMENTALI
AGGIORNAMENTO DEL 9 NOVEMBRE 2018 SUGLI INTERVENTI IN CORSO SUI BENI MONUMENTALI (Schede a cura del Servizio Beni monumentali del Comune di Ferrara)

– Recupero post sisma del Teatro Comunale di Ferrara
Sono in corso da giugno 2017 i lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma del Teatro Comunale di Ferrara. Gli interventi sono stati pianificati in modo da non interferire con la programmazione teatrale.

Opere completamente eseguite:
– restauro pittorico degli elementi decorativi della platea compresa la volta e i palchetti
– sono state effettuate tutte le riprese e le riparazioni delle lesioni mediante scuci-cuci
– nei sottotetti è stato realizzato il consolidamento delle capriate e degli elementi lignei di copertura mediante carpenteria metallica, fissaggi dei nodi, collegamenti degli elementi secondari mediante piastraggi e viteria
– ultimato il consolidamento dell’arellato della zona del Ridotto e della platea
– conclusa la fase di pulizia della facciata e di ripristino dei cotti esterni
– effettuati indagini e saggi, comprensive di prove di colore, la cui scelta è già stata concordata con la Soprintendenza
– concluso il consolidamento delle passerelle mediante lavorazioni di falegnameria
– terminati gli interventi di consolidamento previsti presso “Casa Borsari”
– restauro delle finiture interne della zona del Ridotto;
– completamento dei rafforzamenti locali nelle zone interne del teatro compatibilmente con le attività teatrali
– interventi di consolidamento della Sala Colle
Opere in corso:
– lavorazioni impiantistiche e finiture della Sala Colle,
– ultimazione delle lavorazioni a Casa Borsari
– velature dei cotti esterni e tinteggiature esterne a base calce e ingresso da Corso Giovecca, androne ingresso sale prova);
Opere da realizzare:
I consolidamenti strutturali e di restauro nel portico sul prospetto di Corso Martiri quali inserimenti di catene, consolidamento dei pilastri, finiture, tinteggiature verranno realizzate dopo aver ottenuto l’approvazione della perizia di variante e suppletiva da parte degli uffici competenti della Regione Emilia Romagna.

– Recupero post sisma dell’Ex Monastero di San Paolo
Il 2 aprile 2018 sono stati consegnati i lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma dell’Ex Monastero di San Paolo all’impresa aggiudicataria composta dall’Ati Costruzione Orizzonte S.r.l. (RO) e MEI S.r.l. (BO). La qualità e la diffusione di tali interventi sono stati concepiti al fine di portare risorse aggiuntive al fabbricato in termini di risposta sismica e di restituire l’aspetto originario all’architettura, possibilmente migliorandone il grado di conservazione immediato e futuro, non solo dal punto di vista puramente estetico, ma anche di quello di conservazione delle caratteristiche strutturali degli elementi costruttivi. Gli interventi sono stati inoltre concepiti e programmati al fine di garantire il corretto funzionamento degli uffici comunali attualmente presenti.
Nella prima fase del cantiere i lavori sono concentrati nel chiostro grande (Piazzetta Schiatti), nel cortile dei carri e nell’Ex Refettorio.
Ad oggi sono terminate le demolizioni all’interno del primo chiostro e sono in corso gli interventi di consolidamento quali inserimento di controventi metallici di piani e consolidamento delle volte in muratura.
Al piano terra, terminata la fase di scavo e di rilievo archeolgicio, si procede con la realizzazione delle fondazioni necessarie alla posa di nuova scala metallica ed ascensore per il nuovo accesso al primo chiostro.
Per quanto riguarda il cortile dei carri, è terminata la fase di scavi e di rilievi archeologici.

– Recupero post sisma di Palazzo dei Diamanti
Il cantiere è in via di conclusione.
Rispetto l’ultimo aggiornamento i lavori sono concentrati sui coperti del Museo del Risorgimento. Tempo permettendo a breve dovrebbero finire.
Successivamente si provvederà all’inserimento di qualche catena sempre nel Museo del Risorgimento. I lavori dovrebbero finire a gennaio 2019.

– Restauro post sisma della Certosa monumentale di Ferrara
I lavori sono conclusi.

– Restauro post sisma della Chiesa di San Cristoforo
Da settembre a novembre 2017 è stata portata a termine la fase preliminare di protezione delle opere d’arte da parte dell’impresa di Restauro Ottorino Nonfarmale e Ceruolo Ponteggi. Tutte le opere sono ispezionabili per monitorare lo stato di conservazione.
E’ stato realizzato un ponteggio sui tre lati della chiesa per accedere ai sottotetti delle navate laterali.
Le due imprese E.T. Costruzioni di Emanuele Tuffanelli e Sangiorgi Costruzioni srl hanno portato a termine il lavoro di rinforzo e riparazione delle volte delle navate laterali. Sono stati inoltre realizzati tutti i lavori di scuci e cuci nelle pareti laterali nei sottotetti delle navate, le pareti sono state ammorsate alla parete longitudinale della navata centrale. Sono stati regolarizzati i varchi tra le cappelle delle navate laterali con architravi in legno.
Sono conclusi i lavori di pulizia dell’estradosso delle volte a vela della navata centrale e del transetto. Sono conclusi i lavori sulle cupole della navata centrale del transetto. In particolare le stuccature le iniezioni e tutte le finiture compresa la tinteggiatura. Sono concluse le lavorazioni sui coperti della navata laterale nord.
In questa fase sono in corso gli interventi di realizzazione dei cordoli strutturali di collegamento sui coperti alti. Durante queste fasi di lavoro avverrà anche il rifacimento del coperto con la realizzazione di uno strato impermeabilizzante e inserimento dei ganci ferma coppi.

– Restauro post sisma di Porta Reno ex Porta Paola
A tutt’oggi i lavori eseguiti, presso l’immobile di Porta Reno ex Porta Paola, riguardano i rinforzi strutturali sismici su tutto l’edificio, tra cui:
– controventi e tiranti dei solai;
– il risanamento delle travi lignee di copertura, comprensivo di rifacimento degli appoggi ammalorati con protesi;
– il rifacimento della copertura
– scuci-cuci interno per la chiusura delle canne fumarie rinvenute
– pali di fondazione
– iniezioni
Restano da eseguire:
– impianti
– realizzazione scala interna di collegamento
– infissi
– finiture

– Recupero strutturale e restauro del Baluardo di San Lorenzo
I lavori di recupero strutturale del Baluardo di San Lorenzo, avviati l’11 settembre 2018, hanno interessato, fino ad oggi, il paramento interno.
Come da progetto si è intervenuto su due fronti distinti: consolidamento della muratura esistente attraverso interventi locali di demolizione o di “cuci-scuci” e consolidamento delle pareti esterne del Baluardo attraverso un sistema di controventi in c.a. solidarizzati alla muratura esistente ed alle fondazioni profonde, grazie alla realizzazione di un reticolo di travi orizzontali e verticali in c.a.
Tali setti e travi trasferiscono i carichi a fondazioni profonde, costituite da 14 micropali armati del diametro di 0.25m e dalla lunghezza di 16m; le teste dei micropali sono state collegate tra loro grazie ad un reticolo di travi di fondazione in c.a.
Verrà effettuato a breve il riempimento mediante terreno del vecchio sfondamento e si procederà successivamente con le opere che interesseranno la totalità del baluardo fra cui il manto stradale e le opere di pubblica illuminazione.

– Recupero del Baluardo dell’Amore II Lotto – II Stralcio – Parco Archeologico
I lavori presso il Baluardo dell’Amore hanno avuto inizio il 22 ottobre 2018. La ditta incaricata è in fase di accantieramento e si stanno predisponendo gli allacci di cantiere.

– Restauro post sisma di Torre dell’Orologio
Sono in fase di aggiudicazione i lavori da eseguire alla Torre dell’Orologio.

– Restauro post sisma Corpus Domini
l lavori sono cominciati il 17 settembre 2018. Attualmente si stanno svolgendo le demolizioni del solaio del piano primo del convento, nella zona prospiciente via Pergolato.

– Restauro post sisma Palazzo Massari
Si stanno concludendo gli interventi di restauro specialistico interni ed esterni. Il cantiere è in via di conclusione e presumibilmente i lavorai termineranno entro un mese.

– Restauro post sisma Casa Niccolini
Il cantiere è in via di conclusione. Rimangono le opere di finitura dell’impianto elettrico gli allacciamenti ai pubblici servizi. La fine lavori è prevista entro il mese di novembre.

– Restauro post sisma Sant’Antonio in Polesine
I lavori sono cominciati il 24 settembre 2018. L’impresa ha effettuato l’accantieramento e sono in corso gli interventi di consolidamento strutturale presso la zona del campanile e l’ala del Noviziato.

– Cantiere per la Rigenerazione dell’ex Teatro Verdi
È prevista entro il 31 dicembre 2018 la fine dei lavori della sola parte di edificio denominata Palazzina, ai fini della consegna al futuro gestore. Sono in corso appunto i lavori di finitura, quali la realizzazione dei pavimenti industriali in calcestruzzo, l’isolamento interno delle pareti perimetrali, i controsoffitti in cartongesso, l’installazione dell’impianto di illuminazione e di riscaldamento. In parallelo sono già in corso alcune lavorazioni sull’altra parte di edificio, ex platea e torre scenica, per la quale è prevista la fine dei lavori a giugno 2019. È quasi terminata la sabbiatura delle strutture metalliche di copertura, ai fini della futura stesura di vernice intumescente.

– Restauro post sisma di Palazzo Schifanoia
Sono iniziati ad aprile 2018 i lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma di Palazzo Schifanoia. Gli interventi previsti nell’ala trecentesca, meno imponenti di quelli previsti nell’ala quattrocentesca sono in fase di ultimazione.
Le lavorazioni sull’ala quattrocentesca sono già in corso: le demolizioni dei solai del piano ammezzato sono terminate, è in corso la realizzazione dei nuovi impianti elettrici, idraulici e meccanici.

————

EDILIZIA PUBBLICA
Lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma dell’immobile “Ex Linificio e Canapificio Nazionale Ex Toselli

Sono iniziati il 5 settembre i lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma dell’immobile “Ex Linificio e Canapificio Nazionale Ex Toselli – riparazione con rafforzamento locale del magazzino della Protezione Civile – Edificio L”. In programma il ripristino di calcestruzzi ammalorati mediante ricostruzione dei copriferri carbonatati sia nei pilastri che nelle travi di compluvio, e passivazione delle armature ossidate. Contestuali interventi di rinforzo locale delle estremità delle travi e dei pilastri.
Importo totale: 476.826,26 euro – Durata dei lavori: 100 giorni.

————

VERDE PUBBLICO
– Sfalci, potature e abbattimenti 

Sono in corso le attività di manutenzione del verde pubblico comunale, a cura di Ferrara Tua spa in accordo con l’Ufficio Verde pubblico del Comune di Ferrara, con potature di piante e sfalci dell’erba nei parchi pubblici e nei giardini scolastici.

 

Manifestazione pubblica sul Ddl 735/2018 (cosiddetto Decreto Pillon) in piazza Savonarola

09-11-2018

Sabato 10 novembre 2018 dalle 15.30 in piazza Savonarola è in programma una manifestazione pubblica sul Decreto legislativo n. 735/2018 (cosiddetto Pillon) promossa da Udi, Cdg, Cgil, Arcilesbica, Arcigay, Cam, Arci, Uil, Cittadini del Mondo, Agedo, Auser e organizzazioni politiche.

Interverranno Milli Virgilio (presidente associazione nazionale Giuriste d’Italia) e Alessandro Nascosi (docente di Diritto processuale di Unife). In programma anche letture, performance creative e testimonianze. 

 

>> DOCUMENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina (a cura dell’Ufficio Stampa Comune Ferrara)

allegati:
– D.D.L. Pillon, ripartizione egualitaria dei tempi e interesse del minore, questo sconosciuto (G. Cesaro, Il Sole 24 ore Diritto, 23.10.2018)
– Genitori, figli La via di Pillon non funziona, 12.10.2018, Corriere della Sera
– Comunicato DdL Pillon del CISMAI
– ADMI Donne Magistrato – Sul Disegno di Legge S.735 _2018
– ddl Pillon, adultocentrismo e conflitti tra generi e generazioni (S. Celentano, giudice Trib. Napoli, QG 8.11.2018)
– commento ddl Pillon, controcorrente (F. Prodromo, 28.10.2019)

PIENA DEL FIUME PO – A partire dal 9 novembre 2018 su richiesta dell’AIPo (Agenzia Interregionale per il Fiume Po)

Chiusa precauzionalmente la ciclabile Destra Po dalla Canottieri al Ponte Ro-Polesella

09-11-2018

Su richiesta dell’AIPo (Agenzia Interregionale per il Fiume Po), l’Amministrazione comunale di Ferrara sta provvedendo – a partire da oggi 9 novembre 2018 e fino a nuova comunicazione sul passaggio della piena del Fiume Po – alla chiusura precauzionale della pista ciclabile nel tratto dalla Società Canottieri (Pontelagoscuro) fino al ponte Ro-Polesella. L’utilizzo della ciclabile è quindi vietato ad ogni tipo di mezzo ad esclusione di quelli autorizzati di AIPo e Protezione Civile, fatti salvi i tratti di viabilità promiscua e i diritti di frontisti e concessionari.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi