Home > COMUNICATI STAMPA > CronacaComune – La newsletter del 23 ottobre 2018

CronacaComune – La newsletter del 23 ottobre 2018

Da: Ufficio Stampa del Comune di Ferrara

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Mercoledì 24 ottobre alle 17 presentazione volume in via Scienze

Centocinquant’anni di concerti della Banda di Cona raccontati da Stefania Mazzoli

23-10-2018

Ripercorre un secolo e mezzo di attività de ‘La Banda di Cona’, tra vicende storiche e personali, il libro di Stefania Mazzoli, che sarà presentato mercoledì 24 ottobre 2018 alle 17nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara).
Il volume, a cura di Giuliano Gallerani, con uno scritto introduttivo di Daniele Seragnoli, ha per sottotitolo ‘In concerto da più di 150 anni’. Nel corso dell’incontro Daniele Seragnoli ne parlerà con l’autrice e il curatore, alla presenza e con il commento musicale della Filarmonica G. Verdi di Cona.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

È noto come le bande in generale siano state spesso l’unica via per la divulgazione dello sconfinato e vasto patrimonio della musica italiana, ma le bande hanno sempre avuto anche l’obiettivo di arrivare a formare musicalmente i giovani di qualsiasi classe, condizione, età o professione. In questo contesto si inserisce anche la Banda di Cona. I suoi successi sono frutto di impegno e dedizione, di passione, ma anche di una tradizione che continua ininterrottamente attraverso i secoli e che ha sempre cercato di stimolare le nuove generazioni verso questa forma di arte. Il pregio del lavoro di Stefania Mazzoli, scrive Daniele Seragnoli, è “l’avere saputo ricostruire in rapida sintesi diversi risvolti della Banda di Cona al quale è dedicato: una ricostruzione storica dei suoi percorsi a partire da una documentazione d’archivio di varia natura (debitamente riportata e trascritta, con una bella serie di immagini a corredo); ma una storia soprattutto di persone e di biografie, di aspetti materiali e sociali, di fatti e fatterelli e, perché no, di aneddoti: che nel caso di un complesso bandistico, piccola comunità in una minuscola comunità urbana, non possono né devono mancare, anzi spesso sono proprio il sale che dà sapore e rende gustoso il succedersi delle vicende. (…) In sostanza, l’attenta ricostruzione operata dall’autrice e l’insieme dei vari elementi dimostrano una volta ancora come una banda musicale possa essere il fulcro di una aggregazione sociale non obsoleta e superata, ma che andrebbe valorizzata e irrobustita”.

Il calendario completo degli eventi e delle attività culturali, aperti liberamente a tutti gli interessati, in programma nelle biblioteche e archivi del Comune di Ferrara su: http://archibiblio.comune.fe.it

 

CONFERENZA STAMPA – Mercoledì 24 ottobre alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale

Presentazione di “Collezione Autunno Inverno”, programmazione del teatro Ferrara Off

23-10-2018

Mercoledì 24 ottobre 2018 alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione della programmazione del teatro Ferrara Off “Collezione Autunno Inverno”.
All’incontro con i giornalisti interverranno il vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto e il presidente del Teatro Ferrara Off Marco Sgarbi.

MOBILITA’ SOSTENIBILE – Dal 25 al 27 ottobre 2018 nella sede del Mercato coperto di via Boccacanale di S.Stefano

MoBi, La tre giorni ferrarese sulla mobilità sostenibile

23-10-2018

Si è svolta martedì 23 ottobre nella sede del Mercato coperto di Ferrara una conferenza stampa per illustrare il programma dell’iniziativa “MoBi_la tre giorni ferrarese sulla mobilità sostenibile”, organizzata dalla società cooperativa Città della Cultura/Cultura della Città – su tre eventi (MoBi, Climathon, MEme).

Per illustrare contenuti e programma sono intervenuti Elisa Uccellatori, presidente della società cooperativa Città della Cultura/Cultura della Città, Piergiorgio Cipriano, referente DEDA Group, Chiara Franceschini, referente della Sipro Ferrara, Iosto Chinelli, referente progetto HUB Lantern e Aldo Modonesi, Assessore ai Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Ferrara.

Tre giorni, mille idee. MoBi si aggiorna e si ripresenta alla città di Ferrara come un contenitore per ospitare, all’interno degli spazi non utilizzati del Mercato Coperto di Ferrara, diverse anime: politiche, tecnologie, innovazione per le imprese, ma tutte dedicate al tema della mobilità sostenibile, smart, dolce e integrata con il territorio: MoBi meets MEme meets Climathon.

I temi della mobilità sostenibile saranno, giorno per giorno, declinati su tre tematiche basilari: le politiche, con un focus sulla visione strategica di metropolo di paesaggio; le tecnologie, ospitando per il secondo anno consecutivo il contest internazionale Climathon; le imprese, sviluppando un dialogo proattivo attraverso un workshop sui processi di innovazione.

A partire dalla presenza sul territorio di Ferrara di diverse “buone pratiche” e in virtù del fatto che Cultura della Città è presente come attore attivo nelle attività sopra descritte, abbiamo pensato di lavorare allo sviluppo di un evento integrato (MEme / MoBi / Climathon) che possa toccare diversi aspetti della mobilità sostenibile, non solo assorbendo esperienze da altri luoghi ma anche facendo convergere attori eterogenei sull’implementazione di un ‘modello ferrarese’ replicabile.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) – MoBI La tre-giorni ferrarese sulla mobilità sostenibile

Mercato di Santo Stefano, Ferrara, da giovedì 25 a sabato 27 ottobre, dalle nove e per tutta la giornata

Il Mercato Coperto di Ferrara ospiterà una tre giorni di lavoro sui temi della mobilità sostenibile. Dal 25 al 27 di Ottobre 2018 gli spazi saranno animati da seminari, laboratori, officine per apprendere come riparare la propria bicicletta, apprendere come costruire una bicicletta in bambù, capire come migliorare i tragitti casa lavoro, casa scuola e tanto altro.

25 Ottobre / MoBi Innovazione mobile. Giornata dedicata alle politiche e in particolare alla visione strategica Metropoli di Paesaggio, un sistema territoriale per supportare la mobilità integrata per la provincia di Ferrara. Workshop e seminari saranno gli eventi caratterizzanti della giornata. La serata sarà dedicata dalla proiezione di due cortometraggi a tema sostenibilità ambientale e mobilità: Before the flood, Bike vs cars.

26 Ottobre / Climathon 2018 Ferrara. Giornata dedicata alle tecnologie: Ferrara è riconosciuta in tutto il mondo come la “città delle biciclette”, ma molte persone a Ferrara usano le auto per brevi spostamenti, lo shopping, le attività per il tempo libero, per portare i propri figli a scuola, ecc. Come possiamo innovare la mobilità a Ferrara? Una giornata di progettazione condivisa e aperta per essere artefici della identificazione di soluzioni innovative SPAL / Smart People Act Locally. Workshop e seminari saranno gli eventi caratterizzanti della giornata. Per maggiori informazioni Climathon 2018 Ferrara.

27 Ottobre (mattina) / MEme Marketplace per idee innovative. Giornata dedicata alle imprese: il Mercato Coperto come un Open Innovation Lab in cui guidare le imprese del territorio di Ferrara nella ricerca di ambiti di innovazione nel campo della mobilità sostenibile (green e smart). Workshop e seminari saranno gli eventi caratterizzanti della giornata.

27 Ottobre (pomeriggio) / HUB Lantern – Un progetto di coesione sociale. Primo workshop del progetto HUB Lantern, uno dei progetti selezionati dal contest europeo Social Challenges 2018. L’obiettivo del progetto è sviluppare e realizzare un prototipo di azione sociale, condiviso con gli abitanti del quartiere Giardino della città di Ferrara, affinché si possa rafforzare la coesione sociale all’interno di questo ambito di città.

Le tre giornate saranno accompagnate anche da eventi creativi e pratici: due laboratori operativi, con cui imparare a riparare la propria bicicletta o essere artefici della costruzione di una bicicletta di bambù. In particolare:

Make your bamboo bike workshop organizzato da Bam Cicli e Ocean Traceless con il supporto di Ricicletta. Durante la tre giorni di MoBi ospiteremo un workshop organizzato da Bam Cicli per costruire la propria bicicletta in bambù. Gli organizzatori daranno la possibilità a tutti i partecipanti di vivere un esperienza altamente creativa: forniranno loro le indicazioni e l’attrezzatura per realizzare, sotto la loro supervisione, un telaio di tipo “Urban”.

Ricicletta Ciclo Officina temporanea. Una delle ex botteghe dl Mercato Coperto sarà trasformata in officina per condividere con i partecipanti le informazioni e i trucchi per sistemare la propria bicicletta

>> Pagine informative https://mobi-fe.com/

 

IL PROGRAMMA

 

> Giovedì 25 ottobre

09:00 / 11:00 – Workshop Metropoli di Paesaggio
_ Presentazione di Metropoli di Paesaggio e del Pathfinder Climate-KIC
_ Verso la costruzione di un Business Model partecipato per Metropoli di Paesaggio
_ Presentazione delle attività di gruppo
_ Suddivisione in tavoli tematici

11:00 / 11:15 – Coffee break

11:15 / 13:00 – Workshop Metropoli di Paesaggio
_ Lavoro e discussione tavoli tematici
_ Conclusione e restituzione risultati

13:00 / 14:00 – Pranzo

14:30 / 18:00 – Seminario Metropoli di Paesaggio
Sergio Fortini (Cultura della Città). Introduzione al progetto Metropoli di Paesaggio: un caso davvero unico?
Monica Zanarini (Comune di Ferrara) Iacopo Ognibene. Il PUMS del Comune di Ferrara
Simone d’Antonio (URBACT focal point Italia). Le esperienze URBACT per la mobilità sostenibile e la gestione integrata di città e territori.
Patrizia Marani (Comune di Parma) / URBACT Freight Tails. Fornire approcci personalizzati per soluzioni logistiche innovative.
Krzysztof Weder (Comune di Bydgoszcz / Polonia) / Politiche urbane e mobilità sostenibile. Il caso di Bydgoszcz.
Aldo Modonesi (Assessore Mobilità Comune di Ferrara) / Sintesi finale e chiusura lavori.
_ AOB (Any Other Business)

18:00 / 20:00 – Aperitivo al Mercato Coperto

18:00 / 20:00 – Demo CLIMB – Ferrara Pedibus 2.0
_ Registrazione partecipanti
_ Demo 1 (30 minuti)
_ Demo 2 (30 minuti)
_ Demo 3 (30 minuti)

20:00 / 21:00 PUMS by night
_ Giro notturno in bicicletta per percorrere i luoghi del PUMS di Ferrara

20:00 / 24:00 – Proiezione film (Mercato Coperto)
_ Before the flood
_ Bike vs cars

 

> Venerdì 26 ottobre

08:00 / 10:00 – Colazione al Mercato Coperto
_ Registrazione partecipanti Climathon 2018
_ Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) spiegato ai bambini
_ Scuola 1
_ Scuola 2
_ Scuola 3

10:00 / 11:00 – SPAL / Smart People Act Locally – Introduzione attività
_ Cosa significa essere Smart quando ci si sposta a Ferrara. Presentazione delle attività di gruppo
_ Presentazione temi e suddivisione in gruppi di lavoro
_ G1) Chi ha Baura dell’acqua?
_ G2) Hai bisogno di un passaggio per andare in ufficio?
_ G3) Perché dovrei usare la bici e non l’auto?
_ G4) Quanti piedi ci sono da casa a scuola?

11:00 / 18:00 – SPAL / Smart People Act Locally – Lavoro di gruppo
_ G1) Chi ha Baura dell’acqua? Attività specifiche
_ G2) Hai bisogno di un passaggio per andare in ufficio? Attività specifiche
_ G3) Perché dovrei usare la bici e non l’auto? Attività specifiche
_ G4) Quanti piedi ci sono da casa a scuola? Attività specifiche

18:00 / 20:00 – Presentazione idee SPAL / Smart People Act Locally
_ Gruppo 1
_ Gruppo 2
_ Gruppo 3
_ Gruppo 4

20:00 / 24:00 – Cena e premiazioni idee

 

> Sabato 27 ottobre

09:30 / 10:00 – Introduzione alla giornata di lavoro
_ Introduzione generale al progetto GREEN MIND (Chiara Franceschini / SIPRO Ferrara)
_ Introduzione al meccanismo del workshop (Luca Lanzoni / Città della Cultura)

10:00 / 11:30 – GREEN MIND World Cafè
_ Lavoro di gruppo / 4 tavoli tematici
Tavolo 1 – Big Data, comunicazione e gestione (coordinatore Iosto Chinelli / Plastic Jumper)
Tavolo 2 – Processi di innovazione e sviluppo idee (coordinatore Andrea Martinez / Vice Direttore Generale di Sinloc Sistema Iniziative Locali SpA)
Tavolo 3 – Trasporti, logistica (coordinatore Francesco Guaraldi / Project manager and EU funding expert AESS)
Tavolo 4 – Mobilità e territorio (coordinatore Sergio Fortini / Cultura della Città)

11:30 / 12:00 – Restituzione dei risultati emersi dai tavoli tematici

12:00 / 13:00 – Lavorando con OPERA
_ Progettazione rapida di idee (Luca Lanzoni / Città della Cultura)

14:30 / 15:00 – Introduzione alla giornata di lavoro
_ Introduzione alla sfida Social Challenge (Massimo Marchetto / Consorzio Factory Grisù)
_ Introduzione generale al progetto HUB Lantern (Iosto Chinelli / Plastic Jumper)
_ Introduzione al meccanismo del workshop (Luca Lanzoni / Cultura della Città)

15:00 / 16:30 – HUB Lantern World Cafè
_ Lavoro di gruppo / Tavoli tematici
Tavolo 1 – Gruppi e comunità. Come ti immagini di contribuire alla costruzione di una comunità di quartiere più sicura? (Sergio Fortini / Cultura della Città)
Tavolo 2 – Il tuo quartiere ideale. Quali suggerimenti ti senti in grado di dare per migliorare la vivibilità del tuo quartiere? Sei in grado di descrivere quali sono i fattori negativi e positivi del luogo in cui vivi? (Luca Lanzoni / Cultura della Città)
Tavolo 3 – Comunicando. Cosa vorresti sapere o conoscere del quartiere in cui vivi? Di quali informazioni hai bisogno? Cosa sei in grado di raccontare? (Elisa Uccellatori / Cultura della Città)
Tavolo wild card – Giocando s’impara. Tavolo specifico in cui lavorare per sondare possibili meccanismi di gioco, utili per coinvolgere la comunità urbana del quartiere Giardino (Iosto Chinelli / Plastic Jumper).

16:30 / 17:00 – Restituzione dei risultati emersi dai tavoli tematici

17:00 / 18:00 – Lavorando con OPERA e Processo partecipativo 3D
_ Progettazione rapida di idee (Luca Lanzoni / Cultura della Città)
_ Prototipazione rapida di idee per gli spazi urbani del quartiere Giardino (Elisa Uccellatori, Sergio Fortini / Cultura della Città

 

GIOCO URBANO – Ritrovo mercoledì 31 ottobre alle 21 in via San Romano 24

La Notte degli Invisibili: il gioco urbano per la notte di Halloween di ‘Minime differenze’

23-10-2018

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

Come reagiresti se scoprissi che a Ferrara si nasconde una confraternita di persone selezionatissime, che si muovono nell’ombra per proteggere la città? Supereroi comuni cittadini, che puoi incontrare al bar la mattina, o in bici mentre torni dal lavoro. Questo gruppo di persone si fa chiamare Gli Invisibili, ama rimanere anonimo e ha la missione di proteggere i più deboli e difendere i luoghi abbandonati. Gli Invisibili sono alla ricerca di nuovi membri, di persone onorevoli e scaltre, che possano aiutarli a proseguire il loro compito.

Per scoprire quali sono i candidati meritevoli hanno indetto una gara: La Notte degli Invisibili, che si terrà la notte di Halloween, il 31 ottobre, dalle 21.00 alle 24.00, nelle vie del centro storico. La Notte degli Invisibili è una competizione tra la fazione delle Ombre e quella dei Falchi. Durante la serata bisognerà nascondersi tra le vie della città e stanarsi a vicenda, riuscendo a scoprire il nascondiglio di più giocatori possibile. Ci saranno solo due vincitori, che entreranno con gloria a far parte della confraternita. La Notte degli Invisibili è il nuovo gioco urbano notturno di Minime Differenze con il patrocinio del Comune di Ferrara. Il ritrovo è previsto per le 21 di mercoledì 31 ottobre, in Via San Romano 24. Il costo di partecipazione è di 15 euro la sera stessa e di 10 euro in prevendita.

Regolamento completo e informazioni a www.minimedifferenze.com

Nota su conclusione del processo penale relativo all’ospedale di Cona e prospettive della sanità ferrarese

di Tiziano Tagliani*

23-10-2018

“Senza grande clamore mediatico si è concluso davanti ai giudici della corte d’Appello di Bologna anche l’ultimo dei processi penali relativi all’Ospedale S.Anna di Cona che hanno coinvolto in questi anni tecnici, amministratori, imprenditori.

Dopo anni di grande clamore, dibattiti consiliari, indagini anche questo processo si è concluso, come i precedenti, con la completa assoluzione dell’ultimo degli imputati, con l’accertamento della assenza di condotte penalmente rilevanti, ed anzi con il riscontro del loro agire “nel perseguimento del primario interesse pubblico”.

A fronte di anni di titoli a più colonne questa notizia ha goduto di poche righe a bordo pagina, ma a mio avviso ha più di una ragione per essere valorizzata.

La prima ragione è che i cittadini ferraresi possono a buon diritto magari lamentarsi della dislocazione del “nuovo” ospedale, ragione per la quale quando chi scrive era alla opposizione non votò la delibera, ma devono sapere che questo ospedale, dove pazienti e medici hanno trovato insieme immediato ricovero nei giorni successivi al terremoto, non è stato costruito con cemento impoverito e risponde invece a tutte le prescrizioni tecniche della miglior esperienza specifica diversamente da tante opere pubbliche che in giro per l’Italia stanno cadendo a pezzi, facendo giustizia di tante, troppe, storielle immaginarie .

In secondo luogo sarebbe il caso di ringraziare, e lo faccio pubblicamente, quanti in questi anni hanno contribuito alla realizzazione del nuovo ospedale, pagando di tasca loro il costo di lunghe difese e caricandosi della responsabilità di poter fruire oggi di un ospedale senza il quale dopo il maggio 2012 saremmo tutti costretti a ricorrere ad ospedali assai più lontani. I nomi del Dr. Baldi dell’ing. Melchiorri dell’Ing. Benedetti e Fulvio Rossi ai quali aggiungo Davide Tumiati che ha firmato l’agibilità di Cona, dicono poco al grande pubblico dei lettori, ma a loro assai più che ad altri siamo debitori, fosse stato accertato il contrario, saremmo a caricarli di insulti, essendo risultati tutti innocenti almeno un grazie il Sindaco glielo deve a nome di tutti.

In terzo luogo possiamo finalmente parlare di sanità vera, non più di amenità ed in proposito, siamo seri, non è certo il costo dei parcheggi quello che ci preoccupa quando veniamo ricoverati a Cona, magari ci preoccupa o ci dovrebbe preoccupare che la quota di spesa corrente a carico della sanità ferrarese ricomprende anche e per svariati milioni il costo del suo completamento attraverso il project financing mentre altrove, Cesena o Modena, non grava sui costi.

Vi pongo allora le mie preoccupazioni attuali:

La prima è la mobilità passiva che è un tema principalmente della città di Ferrara, ingenerata sia dalla presenza, tra gli altri, di privati intraprendenti appena oltre il ponte di Pontelagoscuro a poche centinaia di metri dal confine regionale, sia dalla possibilità dei privati di avvalersi della collaborazione di valenti professionisti neo pensionati che nel pubblico non possono fare quello che la legge consente loro di fare nel privato.

Una situazione ingenerata anche dalla pluriennale assenza di iniziativa della sanità regionale diretta ad aggredire il problema specifico per creare collaborazioni forte con il privato per arginare un fenomeno che sottrae alla sanità nostra circa 40 milioni di euro all’anno, oppure, magari, mediante accordi fra le due regioni.

E’ ora che la Regione e le direzioni sanitarie realizzino un progetto di collaborazione pubblico e privato diretto a porre un limite a questa situazione e la circostanza che altre realtà emiliane beneficino a loro volta di mobilità attive di importi rilevanti a danno di territori extra regionali non legittima certo una inerzia sotto questo profilo.

In secondo luogo la logistica sanitaria della città che, dopo la apertura di Cona, non ha trovato ancora un approccio strategico, abbiamo due mezze strutture della azienda sanitaria locale: il vecchio S.Anna (oggi San Rocco) e la sede di via Cassoli dove lavorano suddivise a metà strutture sanitarie che ben potrebbero operare in una soltanto, la cittadella S.Rocco, che va servita di quegli strumenti di diagnosi anche banali che eviterebbero a qualche migliaio di cittadini ferraresi di sobbarcarsi trasferte, con risparmi consistenti per spese logistiche e significativi recuperi di efficienza, ivi compresa la attuale possibilità di locare via Cassoli a fruitori pubblici che oggi pagano a privati canoni salati.

Se servono risorse di investimento per sgravare di costi non sanitari i bilanci dei prossimi anni si devono trovare con sollecitudine, pari a quella indirizzata ad altri investimenti assai meno urgenti.

In terzo luogo mi pare che vada posta sotto esame la attuazione dei dipartimenti interaziendali, fulcro della progettazione di integrazione fra azienda ospedaliera-universitaria ed azienda sanitaria locale, avevano due obiettivi: evitare la colonizzazione professionale della prima sulla seconda e la rimozione di enclave della seconda rispetto ad un disegno di governo clinico unico che avrebbe dovuto ottimizzare risorse, plessi ospedalieri, professionalità: mi pare che sotto questi profili ci siano viversi punti da discutere sia in un senso che nell’altro.

Ci aspettano anni difficili considerando il numero chiuso a medicina ci priva già oggi delle professionalità necessarie, e sarà peggio con la fuga che si determinerà con la “quota cento”, e non basta togliere i tetti, bisogna aiutare le università a dotarsi di laboratori, aule e soprattutto di scuole di specialità

Lascio queste riflessioni a chi deve redigere un programma per la prossima legislatura, con un occhio alla sanità territoriale, alla medicina di base, alla prevenzione che in questi anni sono state forse colpevolmente coperte da polemiche inutili sul cemento di Cona , sui parcheggi o sulle dispute di campanile, noi abbiamo aperto e fatto funzionare Cona, ma da lavorare ce ne ancora e tanto”

*Sindaco del Comune di Ferrara

 

(Comunicazione diffusa a cura della Portavoce del Sindaco)

ASSESSORATO ALLO SPORT – Giovedì 25 ottobre alle 16, nella sala degli Arazzi della residenza municipale

Riconoscimento del Comune ad atleti del Canoa club Ferrara ASD

23-10-2018

Giovedì 25 ottobre alle 16, nella sala degli Arazzi della residenza municipale di Ferrara, l’assessore comunale allo Sport Simone Merli consegnerà una targa di riconoscimento, a nome dell’Amministrazione comunale, ad atleti del Canoa club Ferrara ASD per gli importanti risultati conseguiti nella recente stagione agonistica.

Alla cerimonia di premiazione interverranno, oltre all’assessore Simone Merli, gli atleti Marta Bertoncelli, Elena Borghi, Francesca Malaguti e Marcello Semenza, il presidente del Canoa club Ferrara Luca Bertoncelli, il vice presidente e l’allenatore del Canoa club Ferrara Mauro Borghi e Paolo Borghi, il presidente Fick RER Claudio Camporesi e la delegata Coni Point Ferrara Luciana Pareschi.

 

Giornalisti, fotografi e operatori video sono invitati.

FESTA DELLA LEGALITA’ E RESPONSABILITA’ – Sabato 24 novembre 2018 alle 10 nella Sala del Consiglio comunale di Ferrara [Crediti deontologici – Sigef]

“Le buone pratiche del giornalismo contro l’illegalità e i bavagli all’informazione”: un incontro per capire l’importanza di informare ed essere informati

23-10-2018

Sabato 24 novembre 2018 alle 10 nella Sala del Consiglio comunale (piazza Municipio 2 – Ferrara), nell’ambito dell’edizione 2018 della Festa della Legaità e della Responsabilità organizzata dal Comune di Ferrara in collaborazione con Libera Ferrara e Unife, avrà luogo un incontro pubblico dal titolo “Le buone pratiche del giornalismo contro l’illegalità e i bavagli all’informazione”. L’iniziativa, realizzata dall’Ufficio Stampa del Comune insieme all’Ordine Giornalisti e la Fondazione Giornalisti dell’Emilia-Romagna, prevede una serie di interventi con giornalisti che si occupano di criminalità organizzata e ha l’obiettivo di approfondire le difficoltà che la professione giornalistica incontra nel raccontare le illegalità di ogni specie e livello, a partire dal corretto uso delle fonti fino alle possibili minacce. Verrà proposta inoltre una riflessione sui fondamenti deontologici relativi ai doveri dei giornalisti nel contrasto all’illegalità e a beneficio della collettività. Per questo incontro sono stati richiesti i crediti formativi deontologici per i giornalisti che parteciparanno (iscrizione attiva su piattaforma Sigef).

Questo in dettaglio il programma dell’incontro di sabato 24 novembre 2018 in residenza municipale

Dalle 10 alle 13,30 Introduzione e relazioni:

– “Il giornalismo contro mafie e corruzione, tra etica deontologica e impegno civile”.

Lorenzo Frigerio, giornalista, responsabile Libera Informazione

– Le piccole e grandi battaglie quotidiane per la legalità, la giustizia e la libertà di pensiero

Giulio Francese, giornalista, presidente Ordine dei Giornalisti della Sicilia, figlio di Mario Francese, cronista de “Il Giornale di Sicilia” ucciso dalla mafia nel 1979

– “L’illegalità in cronaca: il punto di vista dei cronisti impegnati nel raccontare i fatti del territorio locale”

Nicola Bianchi (Il Resto del Carlino) e Daniele Predieri (La Nuova Ferrara), giornalisti, cronisti di cronaca giudiziaria

Organizza e coordina gli interventi Alessandro Zangara, responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Ferrara e della redazione di “Cronacacomune.it”

SCHEDE DEI RELATORI

LORENZO FRIGERIO – Giornalista e autore di studi sulle mafie italiane, è il coordinatore della Fondazione “Libera Informazione”. Oggi è nella segreteria nazionale di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, dopo esserne stato il referente in Lombardia per oltre dieci anni. Ha lavorato all’Ufficio Stampa del Comune di Palermo e per un’agenzia di PR e comunicazione a Milano. Ha iniziato ad occuparsi di mafie e sicurezza, prima con il Gruppo Abele e successivamente con Libera. Ha scritto articoli e libri e molti di più ne ha fatto scrivere ad altri, trovando compagni di strada eccezionali, come Roberto Morrione e Santo Della Volpe, con i quali ha costruito Libera Informazione. È una delle firme del “Dizionario Enciclopedico delle mafie in Italia” (Castelvecchi, 2013).

GIULIO FRANCESE – Giornalista, ha lavorato come redattore al Giornale di Sicilia e come direttore responsabile nella televisione locale di Bagheria, Tvotto alla fine degli anni 80. Francese è figlio di Mario, cronista di giudiziaria de “Il Giornale di Sicilia”, ucciso dalla mafia nel gennaio 1979 e fratello di Giuseppe, che ha dedicato gli utimi anni della sua vita alla ricerca della verità e della giustizia sulla morte del padre. Giulio Francese è attualmente il presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia.

NICOLA BIANCHI – Giornalista, vice caposervizio del quotidiano Il Resto del Carlino edizione di Ferrara, ha contribuito con le sue inchieste a fare riaprire le indagini sul caso irrisolto dell’omicidio del gorese Willy Branchi”. Un intenso lavoro giornalistico divenuto, poi, anche il libro, “Storia di Willy e di Valeriano Forzati presunto colpevole”.

DANIELE PREDIERI – Giornalista, si occupa di cronaca giudiziaria e scrive sul quotidiano La Nuova Ferrara. E’ corrispondente da Ferrara per l’agenzia nazionale giornalistica ANSA.

LAVORI PUBBLICI E VIABILITA’ – In conclusione la riasfaltatura di via Barlaam

Al via la ripavimentazione di via Mulinetto, con chiusura al transito

23-10-2018

Prenderanno il via domani, mercoledì 24 ottobre 2018, i lavori programmati dal Comune di Ferrara per la riasfaltatura di via Mulinetto a Ferrara, nel tratto da via Ippolito d’Este a via Bologna, con chiusura al transito e divieto di sosta, per una durata prevista di tre-quattro giorni lavorativi.

Sempre domani si concluderanno anche i lavori di ripavimentazione di via Barlaam, iniziati l’8 ottobre scorso, con chiusura al traffico di tutta la via.

ASSESSORATO ALLO SPORT – Inizio dei match alle 21. Alle 20.10 scoprimento della targa ‘WBC – World Boxing Council’ assegnata alla Pugilistica Padana

“Wbc Day”, serata d’incontri dilettantistici di pugilato al Palapalestre

23-10-2018

Appuntamento per gli appassionati di pugilato sabato 27 ottobre alle 21 al palapalestre ‘Caneparo‘ (via Tumiati 5 a Ferrara)alla serata d’incontri dilettantistici intitolata “Wbc Day“, organizzata dalla società sportiva dilettantistica L’Accademia in collaborazione con Pugilistica Padana, Asi, Coni e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Ferrara.

La manifestazione è stata illustrata in mattinata (martedì 23 ottobre) nella residenza municipale. Erano presenti il responsabile dell’Unità organizzativa Sport e Tempo libero del Comune di Ferrara Fausto Molinari, l’amministratore delegato e la responsabile amministrativa della società L’Accademia S.S.D. Massimiliano Duran e Soili Schiavi e il presidente di Asi Ferrara Romano Becchetti.

In programma sette incontri dilettantistici fra atleti della Palestra Pugilistica Padana e di Ferrara Boxe contro avversari provenienti da palestre del Nord Italia. Nell’occasione (alle 20.10), alla presenza dell’assessore comunale allo Sport Simone Merli, all’interno del centro sportivo sarà scoperta la targa della WBC – World Boxing Council, che ha attribuito alla Palestra Pugilistica Padana il ruolo di centro di allenamento professionistico. Rarissimo non solo in Europa, ma anche a livello mondiale, questo riconoscimento premia l’annoso impegno della scuola pugilistica ferrarese legata alla famiglia Duran. L’attribuzione va a sommarsi alla nomina di Massimiliano Duran, da parte del Comitato regionale della Federazione Pugilistica, di responsabile emiliano per l’attività professionistica.

Inizio vendita biglietti al Palapalestre dalle 19 (posto unico 10 euro).

ASSESSORATO ALL’URBANISTICA – Giovedì 25 ottobre 2018 alle 11, nella sala di Giunta della residenza municipale

Nuovi servizi on line: presentazione della ‘scheda urbanistica’

23-10-2018

Giovedì 25 ottobre 2018 alle 11, nella sala di Giunta della residenza municipale, verrà presentato il nuovo servizio on line attivato dal Comune di Ferrara che consente di ottenere una scheda urbanistica dettagliata comprensiva delle regole e dei vincoli che i vari piani urbanistici prevedono per terreni e abitazioni. Si tratta di un servizio fondamentale per tecnici e professionisti, ma anche per i cittadini che vogliono conoscere tutte le informazioni di pianificazione urbana relative ai propri immobili.

Per illustrare contenuti e modalità operative del nuovio servizio interverranno: Roberta Fusari (ass. Urbanistica Comune di Ferrara), Antonio Barillari e Cristiano Rinaldo (Ufficio di Piano Comune di Ferrara), Andrea Ansaloni (Uff. Urbanistica Comune di Ferrara), Fabio De Luigi  e Franco Beneventi (Servizio Sistemi Informativi Comune di Ferrara), Paolo Orsatti (SIPRO Ferrara).

Giornalisti, fotografi e video operatori sono invitati

CULTURA – Venerdì 26 ottobre alle 18 al Centro Quadrifoglio di Pontelagoscuro (viale Savonuzzi 54, Ferrara)

Curiosità anche ferraresi su Don Camillo e Peppone con cena letteraria finale

23-10-2018

Venerdì 26 ottobre 2018 a partire dalle 18 al Centro sociale Quadrifoglio (viale Savonuzzi 54) a Pontelagoscuro di Ferrara sarà lo spirito di Don Camillo e Peppone ad aleggiare tra le portate povere della cena “letteraria” che Pro loco e Centro Sociale Quadrifoglio di Pontelagoscuro propongono con il patrocinio del Comune di Ferrara.
Un vero e proprio matrimonio di interessi tra la letteratura e la cucina, il cui Masterchef è Donato Ungaro, eclettico e intraprendente scrittore (ma pure vigile urbano, conduttore di bus, giornalista…) di Brescello il quale ha pensato bene di scandagliare la vita di Giovannino Guareschi per trovare inediti episodi, aneddoti, curiosità intorno alla genesi della saga politico sociale più amata dagli italiani, quella di Don Camillo e Peppone. Anzi, “Mio Zio Don Camillo e mio Nonno Peppone” (Faust edizioni), come sottolinea Donato Ungaro nel titolo del suo libro a metà tra il saggio, il romanzo, il giallo e anche lo humor.
copertina libro ungaro peppone don camilloTra le righe si trova un episodio che potrebbe gonfiare il petto degli abitanti del borgo ferrarese. Pontelagoscuro inizialmente fu designato da Guareschi ad essere il paese di Don Camillo e Peppone e tale intuizione gli venne in mente nel 1941 pedalando da Ferrara a Pontelagoscuro diretto oltre il Po. Il nome era in principio Ponteratto, anni dopo fu scelta Brescello.
E’ curioso il fatto che, dopo 70 anni dall’uscita del primo Don Camillo, sia un editore di Barco, Faust Edizioni, a proporre una nuova serie di racconti legati dal filo conduttore della saga guareschiana. Non di meno la ferraresità di Ungaro si manifesta nella sua laurea conseguita proprio nell’ateneo estense che contribuisce a contornare una sorta di cittadinanza ferrarese di fatto, suggellata dal grande successo dello spettacolo di prosa “Va Pensiero” messo in scena nella primavera di quest’anno al teatro Abbado dalla compagnia dell’Albe incentrato sulla vicenda umana di Donato Ungaro. Lo scrittore infatti era vigile urbano a Brescello, integerrimo, tutto d’un pezzo e pagò la sua inflessibilità morale con il licenziamento, poi uscito vincitore nella causa durata 13 anni. L’incontro di Pontelagoscuro sarà un’ottima occasione per conoscere anche la storia personale di Ungaro, simbolo di un modo di servire lo Stato e denunciare malaffare e affari sporchi riconosciuto anche nel premio Ambrosoli conferitogli quale riconoscimento per l’impegno civile.
Sarà dunque una serata molto intensa, con la conclusione di una cena che proporrà i piatti popolari degli anni ’50, quelli, per intenderci, che gustavano Peppone e Don Camillo, magari a Ponteratto. Quota di partecipazione 12€ a testa
Per info e prenotazioni: sito web www.prolocopontelagoscuro.it, pagina fb https://www.facebook.com/prolocopontelagoscuro.it, tel. 0532 464350, cell. 370 3318378.
(Comunicazione a cura degli organizzatori)

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Allestita fino al 31 ottobre nella sala Ariosto di Palazzo Paradiso (via Scienze 17)

Ancora pochi giorni per visitare la mostra “Anatomia, anatomisti e l’arte medica a Ferrara. Dall’antica documentazione della biblioteca Comunale Ariostea”

23-10-2018

Ultimi giorni per visitare la bella mostra “Anatomia, anatomisti e l’arte medica a Ferrara. Dall’antica documentazione della biblioteca Comunale Ariostea”, allestita nella sala Ariosto di Palazzo Paradiso (via Scienze 17) dal 13 ottobre scorso, in occasione dell’Open Daydelle Istituzioni Culturali organizzato dalla Regione Emilia-Romagna.

L’esposizione, visitabile gratuitamente fino al prossimo 31 ottobre negli orari di apertura della Biblioteca Ariostea, è stata curata da Mirna Bonazza, responsabile della Sezione Manoscritti e Rari dell’Ariostea e dell’Archivio Storico. Nelle teche di sala Ariosto sono esposti pregiati e rari esemplari, manoscritti e a stampa, che abbracciano un esteso arco cronologico, dal secolo XV al XVIII.

Il percorso espositivo si apre con Johannes Ketham (1415-1470), medico e anatomista tedesco, con il Fasciculo de medicina, Venezia, Giovanni e Gregorio de Gregori, 5 II 1493. L’opera, che è corredata da dieci xilografie a piena pagina, esplicative dei testi, contiene anche di Pietro Curialti da Tossignano (m. 1401), Consiglio per la peste e di Mondino dei Liucci (ca. 1270-1326), Anathomia overo diffectione del corpo humano (ed. Pietro Andrea Morsiano). Nelle vetrine sono presenti rare edizioni del Quattrocento e del Cinque-Seicento, codici e documenti manoscritti dei secoli XV-XVIII che mostrano come Ferrara assuma nel campo medico una posizione di prestigio nel panorama internazionale dell’epoca. Dal padovano Michele Savonarola, illustre medico al servizio degli Estensi, ai ferraresi Giovanni Manardo, medico, astrologo e naturalista che fu allievo di Niccolò Leoniceno e gli successe, nel 1524, nella cattedra di Medicina dello Studio ferrarese, ad Antonio Maria Canani e Giovanni Battista Canani. Non potevano mancare, altresì, l’Opera omnia medico-chemico-chirurgica di Paracelso (1493-1541) nell’edizione Ginevra, Jean Antoine e Samuel de Tournes, 1658, il De humani corporis fabrica di AndreaVesalio, Basilea, Johann Oporinus, giugno 1543, di Charles Estienne (1504-1564), De dissectione partium corporis humani, Parigi, Simon De Colines, 1545, di Giulio Casseri (1552-1616), De vocis auditusque organis historia anatomica, Ferrara, Vittorio Baldini, 1600. Un pezzo singolare, esposto per la prima volta, è rappresentato dal diploma con cui l’imperatore Massimiliano II d’Asburgo nominò Cavaliere il nobile ferrarese, dottore in Medicina e Filosofia, Pio Enea Caprili (Vienna, 9 marzo 1573) di cui è stata esposta l’opera, dedicata al duca di Ferrara Alfonso II d’Este, Libri duo, quorum primus est de Febribus putridis in genere, alter in Spetie, Ferrara, Benedetto Mammarello, 1591. Fra i pezzi più importanti non si può non menzionare gli Statuta Collegij Medicorum Civitatis Ferrariae sub Alphonso II Ferrariae Duce aedita et ab Urbano VIII P. O. M. confirmata anno 1644. E per concludere una serie di documenti del secolo XVIII riguardanti il ferrarese Niccolò Zaffarini medico, chirurgo e professore di Anatomia presso lo Studio di Ferrara.

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella seduta del 23 ottobre 2018

Un nuovo tratto di ciclabile a San Martino, Ferrara sperimenta il ‘Pedibus 2.0’, sostegno del Comune a iniziative culturali e sociali

23-10-2018

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 23 ottobre:

Assessorato ai Lavori Pubblici e Mobilità, Sicurezza Urbana, Protezione civile, assessore Aldo Modonesi:

In via Chiesa a San Martino un nuovo tratto di ciclabile fino a via Frascona
Consentirà di prolungare il percorso ciclabile di via Chiesa a San Martino fino alla via Frascona il progetto esecutivo che è stato illustrato stamani dall’assessore Aldo Modonesi con una informativa alla Giunta, per una spesa complessiva di 200mila euro (Iva compresa). L’intervento è in via di approvazione e assegnazione da parte dell’Amministrazione comunale, con determine dirigenziali.
LA SCHEDA
 a cura dei tecnici del Settore Opere Pubbliche e Mobilità:
Con questo intervento l’Amministrazione Comunale intende prolungare il percorso ciclabile di via Chiesa in direzione est fino ai margini del centro abitato, ossia fino all’intersezione con via Frascona, per uno sviluppo di circa 300 metri lineari, sfruttando il sedime del piccolo canale di scolo recentemente tombinato da parte del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara che ha rilasciato apposita concessione d’uso dell’area.
Il nuovo percorso sarà in sede propria, con una larghezza di 2,5 m., con pavimentazione in conglomerato bituminoso. Sarà separato dalla sede stradale da un bauletto di 50 cm di larghezza, costituito da cordoli in cls. e mattonelle autobloccanti. Verranno  realizzate  le reti di scarico necessarie allo smaltimento delle acque meteoriche e si provvederà al rifacimento della pubblica illuminazione.

 

Assessorato all’Ambiente, Lavoro, Attività Produttive, Sviluppo Territoriale, Personale, assessore Caterina Ferri:

Ferrara tra le città pilota del progetto Climb per una mobilità casa-scuola sostenibile e sicura
Anche Ferrara sperimenterà il progetto CLIMB (Children’s Indipendent Mobility) per la mobilità sostenibile e autonoma dei bambini negli spostamenti casa-scuola. Climate KIC (il più grande partenariato pubblico-privato in Europa per la greentech e la cleantech) ha infatti scelto Ferrara come una delle città pilota per il progetto e finanzierà la sperimentazione anche nella nostra città delle soluzioni ‘Pedibus 2.0’ e ‘Kids Go Green’ già testate in Trentino.
Il progetto CLIMB, sviluppato dalla Fondazione Bruno Kessler, ambisce a rendere la mobilità dei bambini sicura, sociale e divertente sfruttando al meglio le risorse della comunità (famiglia, volontari, scuola) e le tecnologie informatiche. Prevede infatti l’utilizzo di un’applicazione mobile dedicata ai volontari del pedibus per semplificare la gestione del servizio: anagrafica dei volontari e degli alunni, gestione itinerari e fermate effettuate, presenze e diario di bordo, contatti con i genitori. CLIMB utilizza e integra tecnologie e soluzioni informatiche avanzate (Internet of Things, Internet of Services, Gamification) e le mette a servizio della comunità per una gestione più partecipata, efficace e dinamica della mobilità dei bambini.
La sperimentazione a Ferrara sarà realizzata grazie alla collaborazione tra vari Servizi del Comune di Ferrara: il Servizio Mobilità e Traffico, il Centro Idea e il Servizio sistemi informativi.

 

Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:

Supporto a un progetto di accoglienza per famiglie con gravi difficoltà
E’ di 8mila euro il contributo destinato al  Comitato Alba Nuova di Ferrara per il progetto ‘Accoglienza e condivisione per famiglie in gravi difficoltà socio-abitative, igienico-sanitarie ed economiche’, svolto in collaborazione con altre associazioni di volontariato ed i servizi sociali nell’anno 2018.
L’erogazione sarà finanziata con una quota delle risorse regionali assegnate per il 2018 al Fondo sociale locale del distretto Centro nord con capofila Ferrara.

Il Comune di Ferrara partner di un progetto per il contrasto alla violenza di genere
Anche il Comune di Ferrara sarà tra i partner del progetto ‘Rompiamo il silenzio: percorsi educativi e formativi di prevenzione alla violenza sulle donne’ per il quale il Centro Donna Giustizia di Ferrara ha ottenuto un finanziamento regionale per il contrasto alla violenza di genere. Il progetto, che vede la partecipazione di altri Comuni e enti del territorio provinciale di Ferrara, prevede incontri nelle scuole, campagne di sensibilizzazione, interventi di formazione per operatori e interventi rivolti alle donne.

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani, Cooperazione Internazionale – Politiche per la pace, vicesindaco Massimo Maisto:

Sostegno a manifestazioni culturali ed artistiche
Ammontano complessivamente a 14.190 euro i contributi comunali destinati a sette associazioni e organismi del territorio a sostegno di manifestazioni culturali e artistiche organizzate nei mesi scorsi. Le erogazioni andranno in particolare a: Associazione Bal’danza (2.000 euro), Associazione Aspettando Godot (2.000 euro), Associazione Auser Volontariato di Ferrara (400 euro), Associazione Avis Comunale di Ferrara (2.000 euro), Associazione Federico Aldrovandi Onlus (6.000 euro), Associazione Rrose Selavy (1.000 euro), Azione Cattolica Diocesi Ferrara – Comacchio (790 euro).

Sostegno a iniziative per i giovani
E’ di 3mila euro la somma dei contributi destinati dal Comune di Ferrara a tre associazioni del territorio che collaborano al progetto ‘Moving Areagiovani’ finanziato con fondi regionali. Le erogazioni andranno in particolare alle associazioni culturali ‘Un bel dì’ (mille euro) e ‘Cargo’ (1.500 euro) e alla Ssd ‘Format Ferrara’.

All’Anpi un contributo per progetti di diffusione dei valori della Resistenza
Sarà utilizzato per la realizzazione di tre  progetti mirati alla diffusione della conoscenza dei valori della Resistenza il contributo comunale di 2mila euro destinato all’Anpi – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Ferrara. I progetti saranno attuati in collaborazione con il personale del Museo civico del Risorgimento e della Resistenza, all’interno del Museo stesso con l’intento di valorizzarne gli spazi e le collezioni. In programma laboratori teatrali sul tema dell’eccidio del Castello e un progetto multimediale che mira alla creazione di un e-book basato sulla ricerca di fonti orali sulla Resistenza.

Le tariffe dei servizi museali comunali per il 2019
Ha ottenuto il via libera della Giunta l’elenco delle tariffe dei servizi museali del Comune di Ferrara per l’anno 2019 (v. immagini scaricabili delle tabelle a fondo pagina). Con un successivo atto del Consiglio Comunale saranno poi approvate anche le esenzioni e le agevolazioni per la fruizione dei servizi museali.

 

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Pronto il bando di gara per l’affidamento in concessione della palestra nell’ex scuola di Viconovo
Avrà una durata di dieci anni l’affidamento in uso della palestra, di proprietà comunale, nell’ex scuola elementare di Viconovo (in via Bertolda, 103) oggetto di un bando di gara approvato oggi dalla Giunta.
La procedura a evidenza pubblica è finalizzata a garantire al Comune la migliore offerta in relazione alla qualità sia dell’intervento di installazione di un nuovo impianto di riscaldamento, necessario per l’utilizzo delle strutture, sia del progetto sportivo, oltre che dell’offerta economica (ossia il rialzo sul canone concessorio annuo a base d’asta fissato in 645 euro oltre Iva).

 

Assessorato al Commercio, Semplificazione Amministrativa, Servizi Informatici, Patrimonio, assessore Roberto Serra

Il mercato coperto a disposizione per il ‘mercatino solidale della fantasia’
Sarà il mercato coperto di via Boccacanale di Santo Stefano a ospitare quest’anno il consueto ‘Mercatino della fantasia’ organizzato da don Roberto Sibani per reperire fondi da destinare alle iniziative di solidarietà con le comunità brasiliane della Regione di Parauapebas. Il Comune concederà infatti gratuitamente l’uso degli spazi del mercato dall’1 novembre al 5 dicembre 2018, essendo il complesso di S. Paolo, sede delle passate edizioni del mercatino oggetto di lavori di restauro e pertanto non disponibile.

Contributo per le spese di organizzazione della manifestazione ‘Tramonto diVino’
E’ di 2.300 euro il contributo comunale destinato all’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia di Ferrara a parziale sostegno delle spese per l’organizzazione, il 29 agosto scorso della manifestazione ‘Tramonto diVino 2018’.

 

Assessorato agli Affari Generali, Affari Legali, Relazioni Istituzionali, sindaco Tiziano Tagliani:

Supporto alla ‘Giornata sociale con i disabili’ di Anteas onlus Ferrara
E’ di 500 euro il contributo comunale a favore dall’Associazione Nazionale Tutte le Età per la Solidarietà – Anteas onlus di Ferrara a parziale sostegno delle spese per la realizzazione della ‘Giornata sociale con i disabili’, che si è tenuta il 27 settembre scorso.

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell’Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818 

 

INTERPELLANZE – Presentate dai gruppi GOL e FI in Consiglio comunale

Richieste in merito al ponte Bailey e agli screening di prevenzione

23-10-2018

Queste le interpellanze pervenuta agli uffici comunali:

– il consigliere Rendine (gruppo Giustizia Onore Libertà in Consiglio comunale) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessore alla Mobilità Aldo Modonesi in merito ai danni al ponte Bailey di via Golena;
– la consigliera Peruffo (gruppo Forza Italia in Consiglio comunale) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessora alla Sanità Chiara Sapigni in merito alle forme di coinvolgimento dei cittadini e delle strutture sanitarie in ordine all’adesione allo screening del colon.
>> Pagina riservata alle interpellanze/interrogazioni presentate dai Consiglieri comunali e relative risposte (a cura del Settori Affari Generali/Assistenza agli organi del Comune di Ferrara) all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=5216.

FESTIVAL DEI DIRITTI 2018 – Giovedì 25 ottobre alle 17 con un documentario a Palazzo Tassoni Estense (via Ghiara 36)

“Memorie dal Reparto n. 6” in scena per celebrare i 40 anni della Legge Basaglia

23-10-2018

(Comunicato a cura degli organizzatori)
La Legge Basaglia compie 40 anni e Ferrara celebra questa conquista di civiltàgiovedì 25 ottobre 2018 alle 17 nel salone d’Onore di Palazzo Tassoni Estense (via Ghiara 36, Ferrara) con un doppio appuntamento: lo spettacolo teatrale “Memorie dal Reparto n. 6” di Teatro Nucleo e la proiezione del documentario L’attore in manicomio. L’evento, proposto nell’ambito del Festival dei Diritti – organizzato da Comune di Ferrara, Dipartimento di Architettura, Festival dei Diritti e Teatro Nucleo per celebrare i 40 anni della Legge Basaglia – è anche l’occasione per ricordare il lavoro di Antonio Slavich, già direttore dell’Ospedale Psichiatrico di Ferrara e collega di Franco Basaglia.

Filmato Teatro NucleoProprio Antonio Slavich, negli anni ’70, chiamò a Ferrara Horacio Czertok eCora Herrendorf, fondatori di Teatro Nucleo, che assunsero un ruolo importante nel processo di trasformazione dell’Ospedale Psichiatrico della città estense, da lager a luogo di cultura e ricerca.
Il video “L’attore in manicomio racconta questa esperienza”, registra le attività di Teatro Nucleo nei reparti e nei cortili dell’istituzione psichiatrica nel 1977, un anno prima che la Legge 180, nota come Legge Basaglia, entrasse in vigore: il documentario, girato col video 1/2 pollice a nastro aperto, è un raro reperto che fa conoscere le condizioni manicomiali precedenti alla riforma e mostra come il teatro ne modificasse gli equilibri, dando la possibilità ai degenti di mescolarsi, misurarsi, confrontarsi con infermieri, medici e volontari in quegli stessi spazi dove avverrà la proiezione: Palazzo Tassoni Estense, che ospita il Dipartimento di Architettura, è stato infatti la sede dell’Ospedale Psichiatrico e – successivamente alla sua chiusura – ha accolto per dieci anni le attività di Teatro Nucleo.
La presentazione del documentario sarà preceduta dallo spettacolo “Memorie dal Reparto n. 6”, diretto da Cora Herrendorf e interpretato da Daniele Giuliani, che si ispira liberamente all’omonimo racconto di Anton Čechov delle segregazioni e delle brutalità a cui venivano sottoposti i degenti psichiatrici nella Russia zarista dell’Ottocento. «I protagonisti (lo psichiatra Andrèj Efimjc e il folle Ivan Dmitric Gromov) sono entrambi, con i loro elevati principi di umanità e di giustizia, piegati dalla vita e dalla storia – spiega la regista argentina Cora Herrendorf – e pagano il prezzo di un modo di essere empatico e idealistico che urta contro una realtà sociale impregnata a tutti i livelli di meschinità, opportunismo, corruzione, spietatezza, cattiveria».
La poetica universale dello scrittore russo è quanto mai attuale in un momento storico in cui si vuole mettere in discussione la Legge Basaglia – «una conquista di civiltà che rischiamo di perdere», come dichiara Cora Herrendorf – e sulla quale Ferrara accende i riflettori il 25 ottobre, in questo evento, che nasce dalla collaborazione tra il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, il Comune di Ferrara, il Festival dei Diritti e Teatro Nucleo.
Un appuntamento imperdibile per chi c’era, per non dimenticare. E per chi non c’era ancora, per conoscere. Ingresso a offerta libera.
Per info: https://www.facebook.com/FestivalDeiDirittiDiFerrara/ e la pagina di Cronacacomune del 22 ottobre 2018 per approfondire le iniziative del Festival dei diritti 2018.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi