Home > COMUNICATI STAMPA > Cronacacomune: la newsletter del 29 aprile 2016

Cronacacomune: la newsletter del 29 aprile 2016

da: ufficio stampa del Comune di Ferrara

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Conferenza lunedì 2 maggio alle 16,30
‘La cultura, l’Università e le Accademie’ che hanno dato lustro a Ferrara
29-04-2016

Sarà dedicata ai personaggi e alle istituzioni che nei secoli passati hanno dato lustro al mondo della cultura ferrarese la conferenza di Paolo Sturla Avogadri in programma lunedì 2 maggio alle 16,30 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. L’incontro, che ha per titolo ‘Ferrara: la cultura, l’Università, le Accademie’, è a cura dell’Accademia delle Scienze di Ferrara ed è aperto a tutti gli interessati.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Non c’erano soltanto Ariosto, Tasso, Copernico,Tura, Rossetti, Paracelso, ma anche quello straordinario personaggio che fu Leonello d’Este e poi altri ancora, ad esaltare, con la loro Cultura, Scienza, ed Arte, questa nostra città che giustamente è stata eletta dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità”, ma che già nel Rinascimento godeva del titolo prestigiosissimo di “Prima città moderna d’Europa”. Si sono succeduti, infatti, nell’arco dei secoli, tantissimi altri personaggi di prestigio: scienziati, medici, artisti e docenti di chiara fama il cui ricordo si è, purtroppo, affievolito o addirittura perduto nel tempo e fra le nebbie padane. Nel corso della conferenza il relatore si propone di rendere, se possibile, giustizia ad almeno alcuni di questi ultimi, la cui chiara fama ha travalicato i confini, non soltanto estensi, ma italiani. Un legittimo ruolo d’onore viene riservato all’Università che, fin dagli esordi, rappresentò un polo d’attrazione per gli studenti non soltanto provenienti da tutta la Penisola, ma per moltissimi stranieri che già avevano sperimentato gli Atenei di città più importanti quali Bologna, Padova, Parigi, ecc.
E che dire delle Accademie? Ben pochi sanno che ne sono sorte almeno una quarantina, dalla più antica, quella detta “dei Provenzali” (seconda metà sec. XIII) che, a conti fatti, risulterebbe essere anche la più antica fra le italiane, aggiungendo così un altro primato alla nostra Ferrara.

Nel corso dell’incontro saranno proiettati due documentari cinematografici alla cui realizzazione ha collaborato col regista Fabio Medini lo stesso relatore: “Storia dell’Università di Ferrara” e “Ferrara prima città moderna”.

CONFERENZA STAMPA – Martedì 3 maggio alle 12 nella sala degli Arazzi della residenza municipale
Presentazione del ‘Vegan Festival’ organizzato da Feshion Eventi
29-04-2016

Martedì 3 maggio alle 12 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione del “Vegan Festival”, organizzato da Feshion Eventi.

Il programma dell’appuntamento sarà illustrato ai giornalisti dall’assessore comunale al Commercio Roberto Serra, da Alessandra Scotti per Feshion Eventi, da Alessandro Osti per Confesercenti e da Cristian Romanin per Animal Defenders.

UFFICIO VERDE – Le alberature saranno sostituite durante l’autunno e l’inverno
Abbattimento di alberature pericolanti in diverse zone della città
29-04-2016

Per garantire la pubblica incolumità – come informa in una nota l’Ufficio Verde del Comune di Ferrara – nei prossimi giorni, fino al 14 maggio, l’ente gestore Ferrara Tua S.r.l. eseguirà alcuni abbattimenti di alberature. Si precisa che le alberature saranno sostituite durante l’autunno e l’inverno. Questo il dettaglio:

– Scuola media Baura – via Monteuliveto 119: 1 abete secco
– corsoI° Maggio: 1 prunus secco
– via A. Banti, 29: 1 salice secco
– via Longhi – Monestirolo (area a fianco campo calcio): 1 frassino secco
– Bova di Marrara – circolo ACLI: 1 abete secco
– corso Piave civ. 8: 1 celtis fatto morire da ignoti
– Magazzino comunale Palazzetto dello Sport: 2 cipressi leylandii compromessi che stanno danneggiando gravemente la struttura.

CONFERENZA STAMPA – Martedì 3 maggio alle 11, sala degli Arazzi del Municipio
Presentazione dell’Asta benefica per l’associazione ‘Dalla Terra alla Luna Onlus Autismo’
29-04-2016

Martedì 3 maggio alle 11 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’asta benefica a favore dell’associazione ‘Dalla Terra alla Luna Onlus Ferrara Autismo’.
All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessore comunale Simone Merli, la presidente e la vice presidente dell’associazione Dalla Terra alla Luna Onlus Ferrara Autismo Laura Pezzini e Mariella Ferri, la presidente Panathlon Club Ferrara e delegata CONI provinciale Luciana Boschetti Pareschi, il sindaco di Masi Torello Riccardo Bizzarri e l’organizzatore dell’evento Nicola Magnanini.

3.a COMMISSIONE CONSILIARE – Martedì 3 maggio alle ore 15.30 nella sala Zanotti del Municipio
Esame dell'”Adozione di variante al 1° Piano Operativo Comunale e alla classificazione acustica”
29-04-2016

La terza commissione consiliare – presieduta dal consigliere Fiorentini – si riunirà martedì 3 maggio alle 15.30 nella sala Zanotti della residenza municipale. All’esame del gruppo di lavoro la delibera di “Adozione di variante al 1° Piano Operativo Comunale e alla classificazione acustica* (assessora Roberta Fusari).

CONFERENZA STAMPA – Lunedì 2 maggio alle 11 nella sala degli Arazzi della residenza municipale
Presentazione dell’iniziativa ‘Maggio Estense’ edizione 2016
29-04-2016

Lunedì 2 maggio alle 11 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la presentazione dell’edizione 2016 del “Maggio Estense”.

L’iniziativa è organizzata dagli Assessorati ai Lavori Pubblici/Beni Monumentali e alla Cultura – con il contributo dell’Ufficio Ricerche Storiche – del Comune di Ferrara, in collaborazione con Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, Ferrariae Decus ed Evart-Associazione per l’arte e la cultura.

All’incontro con i giornalisti interverranno il vicesindaco Massimo Maisto, l’assessore comunale Aldo Modonesi, la direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara Paola De Santis, il dirigente comunale del Settore Opere Pubbliche Luca Capozzi, il responsabile dell’Ufficio comunale Ricerche Storiche Francesco Scafuri, il presidente di Ferrariae Decus Michele Pastore e la presidentessa di Evart-Associazione per l’arte e la cultura Erika Scarpante.

VIABILITA’ – Provvedimenti in vigore nella mattinata di domenica 1 maggio
Modifiche al traffico per il ‘44° Giro delle Mura Estensi’
29-04-2016

Per consentire lo svolgimento della corsa podistica ‘44° Giro delle Mura’, nella mattinata di domenica 1 maggio dalle 9 alle 13 nelle strade cittadine inserite nel percorso della manifestazione sarà sospesa la circolazione dei veicoli per il tempo strettamente necessario a consentire il passaggio dei concorrenti.

Questo il percorso interessato dal provvedimento: Ippodromo, via Antolini, via Fabbri, via Bologna, imbocco sottomura, via Bartoli, attraversamento via Marco Polo, imbocco sottomura fino a piazzale San Giovanni, sopramura fino a viale Belvedere, via Barriere, ciclabile di viale IV Novembre, ponte della Pace, ciclabile di via Foro Boario, via F. Aventi, via Bologna, via Ippodromo.

ASSESSORATO ALLA CULTURA – Martedì 3 maggio alle 9 (sala Estense). Alle 11 firma di un accordo di collaborazione con il sistema museale nazionale presente il ministro Franceschini
Ferrara ospita il convegno di ANMS “Educazione e governance dei Musei scientifici del futuro”
29-04-2016

Si è svolta in mattinata (venerdì 29 aprile) nella sede del Museo civico di Storia Naturale di Ferrara la presentazione del programma del Convegno nazionale dell’Anms (Associazione Nazionale Musei Scientifici) sui temi dell’‘Educazione e governance dei musei scientifici nel futuro’ che si terrà a Ferrara (sala Estense) martedì 3 maggio a partire dalle 9 e per l’intera giornata, aperto a tutti gli interessati.

Nel corso del convegno è tra l’altro prevista (alle 11), alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, la cerimonia di sottoscrizione tra MIBACT, MIUR, ANCI e ANMS dell’‘Accordo attuativo dell’Accordo di collaborazione per la valorizzazione e l’integrazione dei musei scientifici nel sistema museale nazionale’, definito a Torino il 12 novembre 2015. L’iniziativa ha il patrocinio del ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Comune di Ferrara.
Alla conferenza stampa erano presenti il vice sindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto (che nell’ambito del convegno rappresenterà l’ANCI) e il direttore del Museo civico di Storia Naturale Stefano Mazzotti.

“I musei scientifici italiani sono unicamente comunali, universitari, regionali o fondazioni. Nessuno di loro ha infatti carattere nazionale nonostante che taluni abbiano valenza e fama a livello internazionale. – ha ricordato il direttore Mazzotti – Per la prima volta in questi anni, con la loro messa in rete grazie all’accordo di collaborazione fra Mibact, Miur, Anci e Anms, ne vengono riconosciuti ruolo e importanza. Il convegno sarà in particolare occasione per fare il punto su eccellenze, criticità, esperienze delle maggiori strutture museali scientifiche del nostro Paese grazie al contributo dei loro direttori, che quotidianamente ne gestiscono il consolidamento e la crescita”.

“Quando parliamo di Ferrara come città d’Arte e Cultura, va intesa anche quella scientifica. – ha affermato l’assessore Massimo Maisto – Nella nostra città abbiamo la disponibilità di un vero tesoro, il Museo di Storia Naturale, che per qualità e quantità delle collezioni è ritenuto uno dei migliori a livello nazionale. Un luogo impegnato assiduamente nella ricerca scientifica in collaborazione con Università, Regione, territorio, con la messa in campo di operazioni delle quali è costante punto di riferimento. E la scelta di svolgere questo convegno nella nostra città è il riconoscimento di questo ruolo”.

Senza dimenticare poi – hanno ricordato i relatori – che il Museo civico di Storia Naturale con i suoi 800mila reperti è una delle collezioni più importanti d’Italia. Un sistema vitale, apprezzato dai molti visitatori e da famiglie coinvolte nelle iniziative del ciclo ‘Apprendisti scienziati’ e nella didattica (sono stati 8 mila quest’anno i ragazzi delle scuole che hanno frequentato il Museo nell’ambito del loro lavoro scolastico).

(Comunicazione a cura del Museo di Storia Naturale del comune di Ferrara)

Martedì 3 maggio alle 11, nell’ambito del convegno “Educazione e governance dei Musei scientifici del futuro” (che si aprirà alle 9) organizzato dal Museo di Storia Naturale di Ferrara e dall’Associazione nazionale dei Musei Scientifici, si terrà, alla presenza del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, la cerimonia di sottoscrizione tra MIBACT, MIUR, ANCI e ANMS dell'”Accordo attuativo dell’Accordo di collaborazione per la valorizzazione e l’integrazione dei musei scientifici nel sistema museale nazionale” definito a Torino il 12 novembre 2015.

L’intesa è finalizzata a promuovere la cultura dei musei scientifici italiani, sostenendone le attività di tutela e valorizzazione dei beni culturali in essi conservati.

Il risultato atteso è l’integrazione della rete dei musei scientifici nel sistema museale nazionale, costituito sia dai musei e dai luoghi della cultura afferenti ai Poli museali regionali, sia da quelli di proprietà di soggetti pubblici e privati.

Le linee programmatiche e strategiche dell’accordo intendono:
a) favorire progetti culturali mirati a promuovere efficaci attività di tutela, conservazione, ricerca, valorizzazione e di ottimizzazione della fruibilità del patrimonio culturale custodito dai musei scientifici;
b) incentivare gli investimenti nel patrimonio culturale scientifico museale come fattore portante dello sviluppo sostenibile del territorio, sensibilizzando i cittadini verso tale patrimonio museale scientifico, anche attraverso progetti di crowdfunding;
c) favorire il processo di valorizzazione del “museo diffuso”, attraverso la realizzazione di un unico museo virtuale;
d) pianificazione delle azioni necessarie a richiamare l’attenzione delle istituzioni cui afferiscono i musei scientifici sulla corretta conservazione delle collezioni, favorendo altresì la ricerca e il ruolo educativo, culturale e sociale di tali musei;
e) porre in essere iniziative tese a mettere a sistema le azioni per la salvaguardia del patrimonio culturale scientifico, per il suo allineamento agli standard internazionali di adeguatezza, attraverso lo studio dei modelli adottati dai vari Paesi europei;
f) favorire le attività di coordinamento tra Musei scientifici, avviate dall’ANMS in collaborazione con altre Istituzioni;
g) dare impulso al progetto CollMap relativo al Censimento e mappatura delle collezioni naturalistiche italiane, avviato dall’ANMS grazie al sostegno economico del MIUR, per riunire virtualmente le collezioni naturalistiche dei Musei di storia naturale, facilitando il reperimento di materiale di studio e sviluppando l’implementazione del database ad oggi già realizzato;
h) favorire lo sviluppo di un piano di comunicazione locale, nazionale e internazionale, atto a promuovere i valori che i musei scientifici esprimono sotto il profilo della didattica, dello studio, della ricerca. Particolare attenzione dovrà essere dedicata ai rapporti con i media locali, nazionali e internazionali;
i) favorire, anche attraverso successivi accordi, la partecipazione del MIUR e di altri Ministeri, nonché di ulteriori soggetti pubblici e privati all’attuazione del presente Accordo, al fine di elaborare un piano di sviluppo culturale che includa questo particolare segmento del sistema museale nazionale, promuovendone altresì l’integrazione nel processo di valorizzazione delle infrastrutture e dei settori produttivi collegati;

L’accordo di collaborazione durerà tre anni ed è rinnovabile per altri tre anni. Il testo integrale dell’accordo è scaricabile qui.

Questo il programma del Convegno

Elica DNA Museo Il Convegno sarà l’occasione per discutere sul futuro dei nostri Musei, con una riflessione sulle vie da percorrere per mantenere vive le tradizioni storico-scientifiche, attualizzando al contempo i contenuti attraverso un costante aggiornamento delle strategie comunicative e dei metodi educativi.

Ore 9 – 13.30 Sessione del mattino

Saluti delle Autorità: Massimo Maisto, Vicesindaco del Comune di Ferrara

Introduce e coordina – Fausto Barbagli (Presidente ANMS)

Nuovi musei delle scienze per nuove opportunità culturali, sociali e urbanistiche Stefano Mazzotti (Museo civico di Storia Naturale, Ferrara)

Non facciamone una questione di numeri Michele Lanzinger (MUSE – Museo della Scienza, Trento)

Il Giardino della Biodiversità di Padova: Un dialogo fecondo tra passato e futuro Telmo Pievani (Università di Padova)

Ore 11: Sottoscrizione dell’Accordo Attuativo tra MIBACT, MIUR, ANCI e ANMS alla presenza del Ministro On. Dario Franceschini.

Musei della Scienza, Science Center, Parchi dell’innovazione: Le “Case” della comunicazione della scienza nella società della conoscenza Luigi Amodio (Città della Scienza, Napoli)

Il Museo civico di Storia Naturale “Giacomo Doria” di Genova: i suoi prossimi 150 anni Giuliano Doria (Museo civico di Storia Naturale, Genova)

Zoom sull’umanità. Il Museo di Antropologia ed Etnologia dell’Università di Firenze tra rinnovamento e tradizione scientifica Guido Chelazzi (Università di Firenze)

Ore 13.30 – pausa pranzo

Ore 15 – 16.30 – Sessione pomeridiana

Le collezioni scientifiche quali strumenti di comprensione e di conservazione della biodiversità: problematiche di conservazione e prospettive di utilizzo per i musei italiani Franco Andreone (Museo regionale di Scienze Naturali, Torino)

Un Museo di Storia Naturale oggi: nuovi linguaggi, collaborazioni, professionalità per nuoviobiettivi. L’esperienza di Venezia Luca Mizzan (Museo di Storia Naturale, Venezia)

Discussione

Ore 16.30 – Assemblea dei Soci ANMS

ARCHIVI E BIBLIOTECHE COMUNALI – Dal 2 all’8 maggio visite guidate, laboratori e conferenze
‘Settimana della didattica in Archivio’, per conoscere il territorio e la sua storia attraverso gli antichi documenti
29-04-2016

E’ in programma dal 2 all’8 maggio prossimi l’edizione 2016 della ‘Settimana della didattica in Archivio – Quante storie nella storia’ con cui, come di consueto, l’Archivio storico del Comune di Ferrara proporrà un ricco calendario di appuntamenti nella propria sede, oltre che alla Biblioteca Ariostea e al Teatro Comunale “Claudio Abbado”, tra incontri, visite guidate e laboratori didattici, rivolti soprattutto al mondo della scuola, ma non solo. Sarà un viaggio tra le fonti documentarie e le antiche testimonianze del nostro passato, alla ricerca delle tracce dirette della storia della nostra città e del nostro territorio. Un percorso che testimonia il felice connubio fra archivi e scuole, tra fonti documentarie e didattica, tra archivisti, insegnanti e studenti che si sono negli anni impegnati nella lettura delle preziose “carte”.

L’iniziativa, giunta alla sua XV edizione, è promossa dalla Soprintendenza archivistica per l’Emilia Romagna, dall’Archivio di Stato di Bologna, da IBC (Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna) e dall’Associazione Nazionale Archivistica Italiana (ANAI) Sezione Emilia-Romagna, con il Patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna.

Alcune delle attività proposte sono il frutto del lavoro realizzato da studenti e archivisti nel corso dell’anno a scuola e in archivio, rielaborando tematiche di vari argomenti fra cui: ‘Memorie di famiglia nella Grande Guerra’, curato dagli studenti del Liceo G.Carducci di Ferrara; ‘Volti e mani parlanti. L’interiorità dell’uomo attraverso i dipinti conservati nella Pinacoteca Nazionale di Ferrara’, curato dagli studenti dell’Istituto Comprensivo A.Costa di Ferrara, ‘Nel volto di una città il cambiamento dell’uomo’ a cura degli studenti del Liceo Artistico Dosso Dossi e dell’I.T.I. N.Copernico-G.Carpeggiani di Ferrara. Entrambi gli ultimi progetti sono, tra l’altro, vincitori del Concorso Regionale ‘Io amo i beni culturali’, edizione 2015.

In occasione della intensa settimana di studio, verrà anche presentato il volume ‘Le carte dell’impresario. Vita musicale dell’Ottocento ferrarese. La scuola all’Opera in Archivio. Quaderno n. 3 dell’Archivio Storico Comunale’ (a cura di P.Chiorboli, D.Favretti, C.Mezzetti, B.Morsiani) prodotto del lavoro di ricerca storica realizzata in archivio dagli studenti dell’Istituto Comprensivo A.Costa e del Liceo Carducci di Ferrara, valorizzando la storia del Teatro Comunale “Claudio Abbado” e delle stagioni liriche nella storia.

Il programma comprende anche appuntamenti che sono frutto della proficua collaborazione con l’Istituto Comprensivo A.Manzoni di Mesola, Sezione di Goro e con il Liceo L.Ariosto di Ferrara.

Sono inoltre previste iniziative che evidenziano il lavoro di ricerca storica presso archivi di recente acquisizione fra cui l’Archivio demo-etno-antropologico e l’Archivio Michelangelo Antonioni.

Il programma dettagliato è disponibile sul sito: http://archibiblio.comune.fe.it

PROGRAMMA

– 2 maggio, ore 10 – Biblioteca Comunale Ariostea (via Scienze, 17)

Didattica

ALLA SCOPERTA DELLA STORIA DEL COMUNE DI GORO, NEI QUOTIDIANI DELLA RACCOLTA DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA DI FERRARA

Gli studenti della classe I F (Ins. B. Luciani, C. Simoni, M. Petrara), Scuola Secondaria di I grado Sez. di Goro, Ist. Comp. A. Manzoni di Mesola (FE), visitano la Biblioteca Comunale Ariostea alla ricerca delle tracce della storia di Goro nei quotidiani della Sezione periodici.

In collaborazione con D. Mangolini (Biblioteca Comunale di Goro)

A cura di A. Poli (Biblioteca Comunale Ariostea).

Per Informazioni: a.poli@edu.comune.fe.it; 0532-418220

– 2 maggio, ore 10 – Archivio Storico Comunale (via Giuoco del pallone, 8)

Didattica

SCRITTURE DEL LIBRO, SCRITTURE DEL DOCUMENTO

Gli studenti della classe I G (Ins. K.Pagliuca, G.Castiglioni), della Scuola Secondaria di I grado Sez. di Goro Ist. Comp. A. Manzoni di Mesola (FE), partecipano al laboratorio in Archivio Storico Comunale per scoprire la storia delle scritture della tradizione libraria e di quella documentaria.

In collaborazione con D. Mangolini (Biblioteca Comunale di Goro)

A cura di: C. Mezzetti (Archivio Storico Comunale)

Per informazioni: 0532-418240; mezzetti.ariostea@edu.comune.fe.it

– 3 maggio, ore 16,30 – Archivio Storico Comunale (via Giuoco del pallone, 8)

Conferenza

1915-1918, LA GUERRA A VAPORE

Le ferrovie militarizzate nella Prima Guerra Mondiale

A cura di E. Trevisani (Archivio Storico Comunale)

Per Informazioni: 0532-418246, enrico.trevisani@edu.comune.fe.it

– 4 maggio, ore 9,30 – Biblioteca Comunale Ariostea (via Scienze, 17)

Didattica

MEMORIE DI FAMIGLIA NELLA GRANDE GUERRA

Racconto della realizzazione del progetto dal titolo Memorie di famiglia nella Grande Guerra, a cura degli studenti delle classi IV E, IV F, V A, V B e V E, Liceo Statale G. Carducci di Ferrara, condotti delle Ins. L. Borghi, S. Baroni, C. Cannelli, S. Salmi e I. Zaniboni, durante l’a.s.2015/2016. La ricerca storica è stata effettuata consultando le fonti documentarie inedite custodite presso l’Archivio Storico Comunale, Fondo Grande Guerra e Gazzetta ferrarese, il Museo del Risorgimento e della Resistenza e documenti provenienti da archivi familiari privati.

Proiezione del filmato di sintesi dell’intera esperienza a cura di R.Bertoncini.

In collaborazione con A. Guarnieri (Museo Civico del Risorgimento e della Resistenza),

D. Civolani (A.N.P.I.), R. Bertoncini (Videomaker),

A cura di: E.Trevisani (Archivio Storico Comunale); C. Mezzetti (Archivio Storico Comunale)

Per Informazioni: tel. 0532-418246 enrico.trevisani@edu.comune.fe.it; tel.0532-418240, mezzetti.ariostea@edu.comune.fe.it

– 4 maggio ore 17 – Ridotto del Teatro Comunale Claudio Abbado (c.so Martiri della Libertà, 5)

Invito alla lettura

LE CARTE DELL’IMPRESARIO. VITA MUSICALE DELL’OTTOCENTO FERRARESE. LA SCUOLA ALL’OPERA IN ARCHIVIO

Presentazione del volume dal titolo Le carte dell’impresario. Vita musicale dell’Ottocento ferrarese. La scuola all’Opera in Archivio. Quaderno n. 3 dell’Archivio Storico Comunale. A cura di P. Chiorboli, D. Favretti, C. Mezzetti e B. Morsiani. Gli studenti della Scuola Primaria A. Costa, della Scuola Secondaria di I grado M.M. Boiardo, Ist. C.A. Costa e del Liceo Statale G. Carducci di Ferrara ricostruiscono le vicende e i protagonisti del Teatro Comunale di Ferrara nell’Ottocento, seguendo le tracce documentarie delle rappresentazioni del passato delle opere in programma nella stagione lirica 2015.

In collaborazione con: Teatro Comunale Claudio Abbado di Ferrara, Università degli Studi di Ferrara – Dipartimento di Studi Umanistici, Amici della Biblioteca Ariostea, L. Santini (cultore della storia cittadina), M.Bonora (Videomaker), LIONS club Ferrara Host.

A cura di C. Mezzetti (Archivio Storico Comunale), B. Morsiani (Servizio Biblioteche e Archivi),P. Chiorboli (Scuola Primaria A. Costa di Ferrara),D. Favretti (Teatro Comunale C. Abbado)

Per Informazioni: tel.0532-418240, mezzetti.ariostea@edu.comune.fe.it; tel 0532-418213b.morsiani@edu.comune.fe.it

– 5 maggio ore 11 – Biblioteca Comunale Ariostea (via Scienze, 17)

Didattica

VOLTI E MANI PARLANTI. L’INTERIORITA’ DELL’UOMO ATTRAVERSO I DIPINTI CONSERVATI NELLA PINACOTECA NAZIONALE DI PALAZZO DEI DIAMANTI

Gli studenti della classe IV T.N. Scuola Primaria A. Costa (Ins. S. Losciale), classe II C (Ins. L. Marchetti) Scuola Secondaria di I grado M.M. Boiardo, Istituto Comprensivo A. Costa, raccontano la storia della Pinacoteca Nazionale di Ferrara e ripercorrono vicende e interventi di alcune opere della collezione permanente, attraverso i documenti conservati presso l’Archivio Storico Comunale. Progetto vincitore della V edizione del concorso “Io Amo i Beni Culturali”, IBC E-R.

In collaborazione con: Pinacoteca nazionale di Ferrara, Biblioteca Comunale Ariostea, Servizio Musei d’Arte antica e storico scientifici, S.Onori di Arch’è – Associazione culturale “Nereo Alfieri” , Liceo Statale L.Ariosto,”M.L.B. Maria Livia Brunelli-Home Gallery”, R. Cariani di “Autori di viaggio” , M Pirazzini, N.Mazza, G.Murgia di “Musicotarapia”.

A cura di: C. Mezzetti (Archivio Storico Comunale)

Per informazioni: 0532-418240; mezzetti.ariostea@edu.comune.fe.it

– 5 maggio ore 21 – Archivio Storico Comunale (via Giuoco del pallone, 8)

Eventi

REPORTAGE DALL’ISOLA DEL PIANTO. UN’ INDAGINE DIDATTICA SULLE RAPPRESENTAZIONI ARTISTICHE DI “RUGGIERO LIBERA ANGELICA”

Spesso gli artisti hanno trattato il tema dell’ Angelica liberata, con nuovi significati. Vengono analizzate alcune opere significative, per guidare i corsisti del workshop Incatenare Angelica (Qualcuno la libererà).Come realizzare un ex-libris fotografico ispirato all’Orlando furioso.

In collaborazione con Fotoclub Ferrara, Associazione Bondeno Cultura

A cura di R. Roda (Archivio Storico Comunale – Centro Etnografico ferrarese)

Per informazioni: 0532-418244; r.roda@edu.comune.fe.it;etnografico@edu.comune.fe.it

– 6 maggio ore 9,30 – Biblioteca Comunale Ariostea (via Scienze, 17)

Didattica

NEL VOLTO DI UNA CITTA’ IL CAMBIAMENTO DELL’UOMO

Gli studenti delle classi II B e III A (Ins. L. Cussolotto, S. D’Arcangelo, S. Rondina, M.L. Zanotti), Liceo Artistico Dosso Dossi , classe IV G ( Ins. G. D’Andria, G. Conoscenti) I.T.I. N. Copernico-G. Carpeggiani di Ferrara, studiano le carte conservate presso Archivio Storico Comunale, Biblioteca Comunale Ariostea e Archivio di Stato per ricostruire l’evoluzione urbanistica di Ferrara tra Medioevo e Rinascimento e i rapporti di scambio tra la città e il suo territorio. Progetto vincitore della V edizione del concorso “Io Amo i Beni Culturali”, IBC E-R.

In collaborazione con la Fondazione Enrico Zanotti – Ferrara, Archivio di Stato di Ferrara, Biblioteca Comunale Ariostea

A cura di: C. Mezzetti (Archivio Storico Comunale)

Per informazioni: 0532-418240; mezzetti.ariostea@edu.comune.fe.it

– 6 maggio ore 17 – Archivio Storico Comunale (via Giuoco del pallone, 8)

Conferenza

PRESENTAZIONE DELL’ARCHIVIO DI MICHELANGELO ANTONIONI

Storia, contenuto, prospettive di un fondo documentario di raro valore.

A cura di Barbara Guidi (Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea e Fondazione Ferrara Arte)

Per informazioni: 0532 241975; b.guidi@comune.fe.it

– 7 maggio ore 9,30 – Archivio Storico Comunale (via Giuoco del pallone, 8)

Didattica

SCRITTURE DEL LIBRO, SCRITTURE DEL DOCUMENTO

Gli studenti della classe I B ( Ins. F. Papaleo), Liceo Statale Ariosto di Ferrara, raccontano la storia della scrittura nel medioevo, ripercorrendo l’evoluzione nei secoli delle forme grafiche della tradizione libraria, nelle sue analogie e differenze con le forme della tradizione documentaria.

A cura di: C. Mezzetti (Archivio Storico Comunale)

Per informazioni: 0532-418240; mezzetti.ariostea@edu.comune.fe.it

– 8 maggio ore 11 – Archivio Storico Comunale (via Giuoco del pallone,8)

Eventi

PERDERSI TRA LE CARTE

Visita guidata all’archivio: un “viaggio” nei locali dell’istituto alla scoperta delle carte che raccontano la storia della città.

A cura di: C. Mezzetti (Archivio Storico Comunale)

Per Informazioni: 0532.418240; mezzetti.ariostea@edu.comune.fe.it

PROMOZIONE TURISTICA – Presentato video promozionale ‘Sense the City’
Anche Ferrara al Festival Europeo del Turismo a Dubrovnik per promuovere le proprie eccellenze
29-04-2016

E’ presente anche Ferrara in questi giorni, assieme alle principali città europee a vocazione turistica, al 2° Festival Europeo del Turismo in programma dal 28 al 30 aprile a Dubrovnik, città candidata a Capitale della Cultura per l’anno 2020.
In rappresentanza del Comune di Ferrara, invitato direttamente da quello di Dubrovnik, sono intervenute all’evento l’assessore, con delega all’Unesco, Roberta Fusari e la dirigente del Servizio Turismo Maria Teresa Pinna.
Il Festival internazionale, che quest’anno è dedicato alle sfide del turismo culturale in Europa, ha visto svolgersi, nella sua prima giornata, una competizione internazionale all’interno della quale, alla presenza degli stakeholder del settore provenienti da tutta Europa, ciascuna città è stata invitata a promuovere le proprie eccellenze attraverso la scelta di una campagna promozionale.
Il Comune di Ferrara ha partecipato con il video “Sense the City” che presenta, attraverso l’utilizzo dei cinque sensi, la città d’arte di Ferrara, come meta turistica suggestiva e ricca di potenzialità.
Una giuria, composta da esperti internazionali del settore turistico, premierà la campagna promozionale più strategica.
Nel programma del Festival è previsto anche un dibattito tra i partecipanti sul tema ˝Living with Heritage, Creating the Future˝, in cui Ferrara è chiamata a raccontarsi come Città Patrimonio Unesco dell’Umanità e a far conoscere le principali attrattività del proprio territorio.
L’evento, supportato da Ferrara Arte, ha offerto anche l’occasione per presentare alla platea croata ed europea la mostra dedicata all’Ariosto “Orlando furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi” in programma a Palazzo dei Diamanti dal 24 settembre all’8 gennaio prossimi.

Nella foto un momento della presentazione, da parte dell’assessore Fusari, del video ‘Sense the city’

DECENTRAMENTO – Presentato il progetto che coinvolge associazioni, enti e cittadini del quartiere Barco
Nasce il comitato “VivaBarcoViva”, per mettere in campo azioni di valorizzazione del territorio
29-04-2016

Si è svolta questa mattina, venerdì 29 aprile nella sede del Centro di promozione sociale “Il Barco” (via Indipendenza 40 a Barco), una conferenza stampa di presentazione del Comitato “VivaBarcoViva”, gruppo di associazioni, enti e cittadini impegnati nella zona del quartiere Barco per la messa in campo di azioni destinate alla valorizzazione del territorio.

Hanno illustrato il progetto l’assessore comunale al Decentramento e Sport Simone Merli, il referente del Comitato “VivaBarcoViva” Paolo Giberti, Anna Lugaresi e Nicola Bogo del Centro di Mediazione del Comune di Ferrara, Diego Carrara (direttore Acer) e rappresentanti delle associazioni, degli enti e dei gruppi informali che compongono il Comitato.

In particolare gli organizzatori hanno sottolineato l’importanza di una rete di soggetti che si coordina per mettere in campo appuntamenti e iniziative rivolte ai residente nel territorio e non solo, come la rassegna estiva “Barco Estate”. Proprio per questa ragione le realtà associative che fanno parte del Comitato si ritroveranno giovedì 5 maggio alle 18, nella sede del Centro Sociale “Il Barco”, con il supporto del Centro di Mediazione, per ideare e costruire insieme ai cittadini interessati, in modo creativo e non convenzionale, la programmazione.

LA SCHEDA (a cura dell’Unità Operativa Decentramento e del Centro di Mediazione)

Una nuova realtà per il quartiere Barco. Un comitato che mette assieme passioni, competenze, responsabilità, risorse per mettere in campo, insieme, tutto ciò che serve per valorizzare un quartiere ricco di risorse, di spazi e di persone che hanno a cuore la propria comunità.

E’ con questo spirito che nasce il Comitato “VivaBarcoViva”, con sede presso il Centro Sociale “Il Barco” Via Indipendenza n.40 che, prendendo spunto dall’ ex comitato “Insieme per la qualità della vita”, raccoglie le realtà dell’associazionismo, formali e informali del quartiere Barco e Doro.

Al Comitato partecipano infatti realtà associative di lunga tradizione, come il Centro Sociale “Il Barco”, la Parrocchia di San Pio X di Barco, il Circolo Buontemponi, l’ Associazione Famiglie contro la droga, l’ANPI di Barco, la Pallacanestro 4 Torri, la Polisportiva Barco, l’Istituto Comprensivo “Cosmè Tura”, i Giovani Musulmani di Ferrara, la Coop. Castello Edificatrice, il Centro Sociale Ricreativo Culturale DORO, la Cooperativa Sociale Camelot Officine Cooperative, il Centro Diurno Sociale “Il Melo”, l’Associazione Free Soul, la Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore, AGESCI scout Ferrara 6, la Cooperativa Sociale “Il Germoglio”, oltre che la biblioteca Bassani e l’ACER che gestisce il Portierato Sociale di via Bentivoglio e gruppi informali più recenti come i residenti di via John Coltrane/Muddy Waters.

Il Comitato, il cui referente è Paolo Giberti, è aperto a tutti i soggetti che condividono lo scopo comune di migliorare la vita delle persone che abitano il territorio.

Il Comitato viene promosso e coordinato dall’U.O.Decentramento del Comune di Ferrara e dal Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara.

Primo passo per il Comitato è quello di presentare la “RUBRICA IN/BARCO”, in lingua italiana, inglese, araba e pakistana (le quattro lingue più parlate nella zona Barco e Doro) con l’obiettivo di diffondere una più profonda conoscenza alla cittadinanza, tra realtà che operano nel territorio, e tra volontari e operatori, della ricchezza di risorse e servizi presenti nella zona di Barco. La rubrica sarà consultabile all’indirizzo email http://www.comune.fe.it/comitatovivabarcoviva, stampata in cartaceo e reperibile presso i diversi soggetti che fanno parte del Comitato.

L’ulteriore progettazione del Comitato riguarderà l’organizzazione di “Barco Estate”, rassegna estiva di animazione e intrattenimento rivolta al Quartiere. I soggetti che fanno parte del Comitato si ritroveranno GIOVEDI’ 5 MAGGIO ALLE 18 nella sede del Centro Sociale “Il Barco”, con il supporto del Centro di Mediazione, per ideare e costruire insieme in modo creativo e non convenzionale (tramite modalità world cafè) la programmazione della rassegna, partendo ognuno dalle proprie specificità e target di riferimento.

DOCUMENTAZIONE (rubrica, testi e foto) scaricabile in fondo alla pagina

Per info:

U.O. Decentramento e URP
p.zza del Municipio, 21 – 44121 Ferrara
tel. 0532 419308
tel. 0532 419314
e-mail:r.tartari@comune.fe.it

Centro di Mediazione Sociale del Comune di Ferrara

Viale Cavour 177- 179 (Grattacielo) e Piazzale Castellina – angolo via Nazario Sauro (Casa della Protezione Civile)

Tel.: 0532/770504

Email: centro.mediazione@comune.fe.it

CASTELLO ESTENSE – Fino alle 19.30, con visite guidate al percorso museale
Domenica 1 maggio apertura prolungata del Castello Estense
29-04-2016

Domenica 1° maggio il Museo del Castello Estense rimarrà aperto fino alle ore 19.30 (ultimo ingresso alle ore 18.45). Previste anche visite guidate al percorso museale e alla mostra “L’arte per l’arte. Il Castello Estense ospita Giovanni Boldini e Filippo De Pisis” che partiranno alle ore 11, 14, 15, 16 e 17.

Per prenotazioni e informazioni sulle tariffe delle visite guidate contattare la biglietteria del Castello Estense: 0532/299233; castelloestense@comune.fe.it.

STATISTICA E SISTEMI INFORMATIVI – On line la nuova indagine sull’uso di pc, smartphone e altri dispositivi elettronici
In crescita anche tra i ferraresi l’uso di internet e delle nuove tecnologie
29-04-2016

In occasione dell’Italian Internet Day che ricorda i trent’anni dal “click” con cui l’Italia si collegò per la prima volta a Internet (era il 30 aprile del 1986), anche il Comune di Ferrara fa il punto sul tema pubblicando una nuova indagine, a cura del proprio Ufficio Statistica, sull’utilizzo di Internet e delle nuove tecnologie in città.
Dai dati raccolti, emerge una crescita vertiginosa del numero delle famiglie collegate a Internet (quelle con due figli lo sono praticamente tutte) dal 17% del 2000 al 71% di oggi, così come quello delle tecnologie mobili (il 64% delle famiglie ha almeno uno smartphone), mentre calano drasticamente i telefoni fissi in città (crollando dal 93% del 2000 al 44% di oggi). Per quanto riguarda invece il “digital divide”, ossia l’impossibilità di connettersi per ragioni tecnologiche o culturali, ne emerge una crescita in funzione dell’età degli utenti, anche se ad esempio nella fascia 75 – 84 anni già il 33% dei ferraresi dispone di una connessione.
“Questi dati – dichiara il dirigente del Servizio Sistemi informativi del Comune Fabio De Luigi – confermano le scelte dell’Amministrazione Comunale che già da un anno sta operando, nell’ambito della propria Agenda Digitale Locale, con una forte enfasi sui temi della formazione di base dei cittadini e in generale della cultura digitale”.
Tutti i dati dell’indagine sull’uso di pc, internet e elettronica da parte delle famiglie ferraresi sono pubblicati sull’Informanumeri, la newsletter curata dall’Ufficio comunale Statistica, del 29 aprile 2016 pubblicato sul sito del Comune (alla pagina: http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=7815) e disponibile in allegato a fondo pagina.

PRESENTAZIONE IN MUNICIPIO – Lunedì 2 maggio alle 10, nella sala di Consiglio
Gli studenti del liceo Carducci svelano i risultati delle loro ricerche storiche su ‘Memorie d’archivio e di famiglia’
29-04-2016

Saranno presentati lunedì 2 maggio alle 10, nella sala di Consiglio della residenza municipale di Ferrara, i risultati del progetto ‘Memorie d’archivio e di famiglia’ svolto durante tutto l’anno scolastico dagli studenti del Liceo Carducci di Ferrara.
Il progetto, che ha coinvolto alunni delle classi quarte e quinte di diversi indirizzi, è nato dal desiderio delle insegnanti di mettere gli studenti a contatto “diretto” con la ricerca d’archivio e con i documenti storici ed ha preso vita da alcuni incontri con i ragazzi tenuti lo scorso anno dalla responsabile del Museo del Risorgimento e della Resistenza Antonella Guarnieri.
Nel corso di numerosi incontri successivi, all’interno del Museo civico, gli studenti hanno poi lavorato con la documentazione d’archivio che spazia dal periodo della dominazione francese sino al periodo resistenziale, analizzando i testi con attenzione e passione assieme alla responsabile e alle docenti, e scoprendo il fascino della ricerca storica.
Una seconda parte del progetto è stata svolta all’interno dell’Archivio Storico Comunale dove, sotto la guida di Enrico Trevisani e di Corinna Mezzetti, gli studenti hanno potuto accostarsi alla documentazione epistolare relativa alla Prima guerra mondiale.
Un ulteriore apporto è stato offerto da Daniele Civolani, presidente dell’ANPI di Ferrara, partner del progetto, che, durante gli incontri, ha messo a disposizione dei ragazzi la propria sensibilità e grande esperienza. Anche la storica Delfina Tromboni ha collaborato al progetto, fornendo agli studenti alcune lettere relative al periodo resistenziale.
L’idea è partita dalla volontà delle insegnanti di trovare un nuovo approccio metodologico, al fine di stimolare la curiosità dei ragazzi nei confronti di una disciplina, la storia, tradizionalmente affrontata in modo poco partecipe, coinvolgendo inoltre le Istituzioni e le risorse umane presenti nel nostro territorio. “Il lavoro – dichiara Antonella Guarnieri – è stato innovativo e qualificante sotto diversi aspetti, perché si è riusciti a far comprendere ai ragazzi che la storia non si trova solamente sui libri di testo, ma la si può ricavare anche dai documenti inediti e dal vissuto delle famiglie. Questo ha fatto acquisire agli studenti la consapevolezza di esserne parte attiva”.
Nel corso dell’incontro di lunedì 2 maggio sarà presentato anche il video ‘Voci e segni del tempo’, a cura della videomaker Rita Bertoncini. All’incontro, che avrà come protagonisti studenti e docenti, sarà presente il vice sindaco Massimo Maisto. E’ prevista anche una lettura nella Lingua dei Segni.
L’iniziativa è inserita nel programma degli appuntamenti proposti dal Comitato ferrarese per le Celebrazioni del 71° anniversario della Liberazione.

LAVORI PUBBLICI E VIABILITA’ – I principali cantieri attivi nella settimana dal 2 all’8 maggio 2016
In partenza la manutenzione dei marciapiedi di via Gaetano Pesci. Procedono i lavori su edifici pubblici, strade e verde
29-04-2016

Questo l’elenco dei principali interventi e cantieri operativi o in fase di attivazione nel territorio comunale nel periodo nella settimana dal 2 all’8 maggio 2016, condotti sotto la supervisione dei tecnici e degli operatori del Settore Opere pubbliche e Mobilità del Comune.

Maggiori informazioni sugli interventi più significativi sono disponibili sul sito http://mappaopere.comune.fe.it

>> AVVIO NUOVI LAVORI

INTERVENTI STRADALI

Nuova pavimentazione per i marciapiedi e la carreggiata di via Armida e per i marciapiedi di via Gaetano Pesci

Si concluderanno entro i primi giorni della prossima settimana i lavori per la manutenzione ordinaria dei marciapiedi e della carreggiata di via Armida. L’intervento prevede il rifacimento della pavimentazione nei tratti maggiormente deteriorati dei marciapiedi su entrambi i lati della via (con divieto di sosta nei tratti interessati, indicato da segnaletica provvisoria presente sul posto) e il rifacimento della pavimentazione della carreggiata stradale (con istituzione di senso unico alternato).

A seguire (mercoledì 4 o giovedì 5 maggio) inizieranno anche i lavori di manutenzione ordinaria di tratti dei marciapiedi di via Gaetano Pesci (con divieto di sosta nei tratti interessati, indicato da segnaletica provvisoria presente sul posto).

INTERVENTI EDILI

Interventi di manutenzione alla palazzina ex Amga in viale Alfonso I d’Este

Sono iniziati in questi giorni i lavori per la manutenzione ordinaria al coperto ed all’interno di alcuni locali al 1° piano della palazzina ex Amga in viale Alfonso I d’Este. Gli interventi, mirati a eliminare le infiltrazioni di acqua piovana, contemplano il rimaneggiamento del coperto, la sostituzione della lattoneria (canali di gronda, scossaline, converse e pluviali), la riparazione dei soffitti in arella e il ripristino di intonaci e tinteggiature. Importo complessivo dell’opera 295.000 euro.

SEGNALETICA

Posa di nuova segnaletica per l’applicazione di ordinanze permanenti

Saranno eseguiti nelle giornate del 5 e 6 maggio prossimi, salvo avverse condizioni meteo, i lavori di posa della segnaletica relativa all’applicazione di ordinanze permanenti in:

Via Praisolo, 7-3/a (divieto di fermata)

Via Mentessi, 13-11 (nuova area riservata alla Polizia Giudiziaria))

Via Ladino, 47 (nuova area invalido)

Per l’esecuzione dei lavori non sono previste variazioni al traffico nelle strade interessate.

>> AGGIORNAMENTI DAI CANTIERI E PROSECUZIONE DEI LAVORI ATTUALMENTE IN CORSO

INTERVENTI STRADALI

Riqualificazione di via Saraceno: in corso i lavori a cura di Hera nel tratto fra via Scienze e via Cammello, con chiusura al transito dei veicoli

Prosegue la prima fase del progetto per la riqualificazione di via Saraceno promosso dall’Amministrazione comunale nell’ambito del Programma Speciale d’area, con il coinvolgimento di Hera spa. I primi interventi, partiti l’11 aprile, riguardano il tratto fra via Scienze/via Terranuova e via Cammello (intersezione compresa), con chiusura al transito veicolare e sono curati da Hera per il rifacimento della fognatura e successivamente dell’impianto idrico.

MODIFICHE ALLA VIABILITA’ ATTUALMENTE IN VIGORE:

Via Saraceno è attualmente chiusa al traffico veicolare da via Scienze/via Terranuova a via Cammello (inclusa l’area dell’intersezione con via Cammello). Via Cammello è a fondo chiuso e nel tratto compreso tra via Carmelino e via Saraceno la circolazione è a doppio senso, accessibile solo agli autorizzati (residenti e mezzi di cantiere).

In via Cavedone il senso unico di marcia è invertito rispetto al consueto, per consentire l’accesso su via Saraceno a chi proviene da via Cammello. Mentre il tratto di via Saraceno compreso tra via Cammello e via Cavedone è a doppio senso e a fondo chiuso, accessibile solo agli autorizzati. (per le modifiche alla circolazione attualmente in vigore v. anche mappa scaricabile in allegato a fondo pagina).

Dopo la conclusione dei lavori di Hera, nel tratto interessato seguirà il rifacimento della pavimentazione stradale e dei marciapiedi a cura dell’Amministrazione comunale. Le stesse modalità di lavoro (dapprima gli interventi a cura di Hera e a seguire quelli a cura del Comune) saranno poi adottate anche per gli altri tre tratti della strada (da via Cammello a via Cavedone; da via Cavedone a via Carmelino; da via Carmelino a via Porta San Pietro).

Man mano che i lavori procederanno in direzione di via Porta San Pietro, si arriverà a chiudere fino ad un massimo di tre tratti di strada contemporaneamente; ogni tratto verrà riaperto solo quando tutti i relativi lavori risulteranno completati.

Tutte le opere saranno realizzate mantenendo sempre accessibile la strada per i pedoni, verrà invece impedito il traffico alle auto nei tratti interessati dai lavori.

Il tempo programmato per la realizzazione dell’opera è di complessivi 240 giorni, con inizio dall’11 aprile e termine previsto a metà dicembre.

(per tutti i dettagli sul progetto e le fasi di realizzazione vedi CronacaComune del 4 aprile 2016)

Riqualificazione di piazza Buozzi: CONCLUSA la seconda fase dei lavori

Gli interventi della seconda fase del progetto per la riqualificazione di piazza Buozzi a Pontelagoscuro sono conclusi, restano da ultimare soltanto i lavori di arredo verde.

(per tutti i dettagli sul progetto di riqualificazione di piazza Buozzi v. CronacaComune del 21 settembre 2015)

In corso il rifacimento dei sottoservizi e delle pavimentazioni di via Ercole de’ Roberti
Proseguono in via Ercole de’ Roberti gli interventi per il rifacimento delle pavimentazioni stradali e dei sottoservizi.

Dopo una prima fase di interventi per la rimozione della pavimentazione in acciottolato, a cura del Comune di Ferrara, Hera ha dato avvio alla seconda fase dei lavori con il rifacimento della rete fognaria, della rete idrica e della rete gas.

Dallo scorso 29 febbraio sono inoltre iniziati, nel tratto di via dal civico 20/22 fino all’incrocio con corso Biagio Rossetti, i lavori della terza fase, a cura del Comune, per il rifacimento del manto bituminoso del marciapiedi e il rifacimento della pavimentazione in acciottolato. Nel restante tratto di via proseguono i lavori della seconda fase a cura di Hera.

Durante tutte le fasi dell’intervento, la strada rimarrà chiusa al traffico, con permesso di sosta per i veicoli dei residenti di via Ercole de’ Roberti, muniti di apposita vetrofania, in via Cosmè Tura e in via Dosso Dossi.

INTERVENTI EDILI

La palestra dell’ex scuola Garibaldi diventa deposito librario

Sono in corso i lavori per la ristrutturazione dei locali della palestra della ex scuola Garibaldi per la sua trasformazione in deposito librario. L’intervento dovrebbe concludersi entro il 3 luglio prossimo. La spesa complessiva è di 200.000 euro.

Il progetto prevede il recupero dell’intero fabbricato per adeguarlo a deposito librario attrezzato con armadi e librerie compattabili. I lavori interesseranno l’intero fabbricato e saranno di natura sia edile che impiantistica. Saranno eseguite opere edili interne ed esterne, con idonee coibentazioni sulle pareti e nei soffitti, sostituzione serramenti, rifacimento impianto elettrico, compartimentazione antincendio ed impianto di climatizzazione con pompa di calore.

Tutta la zona centrale dell’ambiente più grande, pari a circa 110 mq, sarà occupata da librerie compattabili.

Allo stadio Mazza proseguono i lavori di adeguamento alla norme di sicurezza

Sono iniziati lo scorso 26 aprile i lavori allo stadio comunale ‘Paolo Mazza’ l’esecuzione del secondo stralcio di interventi di adeguamento alle nuove prescrizioni di sicurezza, in continuità con gli interventi del primo stralcio già realizzati. In particolare, saranno eseguiti lavori per la riparazione delle lesioni ai paramenti murari della recinzione esterna dell’impianto e interventi per garantire la perfetta funzionalità della tettoia di copertura alla tribuna sud, lato corso Piave. Si provvederà inoltre alla realizzazione delle opere di manutenzione della struttura di copertura della tribuna sud e altre opere secondarie di adeguamento alle prescrizioni di sicurezza. In programma anche l’inversione di alcuni varchi di accesso al terreno di gioco e l’installazione di un nuovo sistema di rete anti lancio lungo la recinzione di separazione tra l’area riservata del settore ospiti ed il piazzale ex curva est. Importo complessivo dell’opera 85.914 euro.

Intervento al campo nomadi di via delle Bonifiche

Nell’ambito degli interventi di ripristino post-sisma di immobili comunali, sono in corso i lavori di ripristino dell’immobile all’interno del campo nomadi di via delle Bonifiche 39 a Ferrara.

L’intervento prevede la demolizione totale del fabbricato (servizi igienici) fuori terra, salvaguardando le strutture di fondazione, con successivo posizionamento di un nuovo prefabbricato. La durata prevista dell’intervento è di 45 giorni e l’importo dei lavori è di 28.897 euro.

Un nuovo spogliatoio per il campo di calcio di Villanova

Sono in fase di ultimazione i lavori per la sostituzione dell’immobile adibito a spogliatoio del campo di calcio di Villanova (via Ponte Assa 22), danneggiato dagli eventi sismici del maggio 2012, con un nuovo edificio prefabbricato da destinare agli stessi usi.

Si tratta di un modulo prefabbricato completo di impianti elettrici, di riscaldamento, idrici e scarichi, con struttura portante realizzata in profilati di acciaio pressopiegati a freddo. La copertura sarà a falde con pannelli costituiti da lamiera grecata zincata.

EDIFICI STORICI E MONUMENTALI

A Palazzo dei Diamanti interventi agli impianti elettrici e di illuminazione

Sono in corso i lavori per l’adeguamento dei quadri elettrici e l’installazione di nuovi elementi illuminanti nelle sale espositive del piano terra di Palazzo dei Diamanti. I lavori avranno una durata di 60 giorni.

Adeguamento dell’impianto elettrico a Santa Maria della Consolazione

Proseguono i lavori di adeguamento dell’impianto elettrico nel complesso di Santa Maria della Consolazione. La conclusione degli interventi è prevista entro il 15 maggio prossimo

Un nuovo impianto di allertamento nel Palazzo Municipale

Sono in corso i lavori all’interno del Palazzo Municipale per l’installazione di un nuovo impianto di allertamento e diffusione sonora per l’evacuazione del personale in caso di allarme. Gli interventi prevedono la stesura di cavi nelle canalizzazioni esistenti e riguarderanno inizialmente il piano nobile, partendo dal salone del Plebiscito, dagli uffici del Protocollo Generale e dal Salone delle Bacheche, per poi interessare tutti i piani dell’ala nord.

I lavori saranno svolti in un periodo di tempo approssimativo di due mesi e coinvolgeranno l’intera struttura del Palazzo Municipale.

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Nuovi impianti di pubblica illuminazione in corso Isonzo, via Monte Nero, via Poledrelli e via Manini

Sono in corso i lavori di rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione in corso Isonzo, via Monte Nero, via Poledrelli e via Manini. I lavori saranno realizzati a cura di Hera Luce, nell’ambito dei lavori di manutenzione straordinaria previsti nel contratto di servizi con il Comune di Ferrara. E’ previsto il totale rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione esistenti con il passaggio dall’alimentazione di tipo “in serie” a quella di tipo “in derivazione”.

La tipologia impiantistica sarà diversa a seconda delle strade interessate dagli interventi.

In corso Isonzo, nel tratto da via Darsena all’incrocio con corso Piave, saranno installati nuovi punti luce stradali a Led, su pali in acciaio verniciato di 6 metri d’altezza fuori terra, disposti ai margini del bauletto stradale e orientati verso la corsia da illuminare. Nel secondo tratto, da corso Piave fino a viale Cavour, saranno installati nuovi punti luce stradali a Led, su pali in acciaio verniciato di 6 metri d’altezza fuori terra, con disposizione a quinconce lungo i bauletti laterali; i punti luce avranno sbraccio doppio in modo da illuminare correttamente sia la carreggiata stradale sia la pista ciclabile.

In via Monte Nero, i punti luce centrali su tesata esistenti saranno sostituiti da proiettori sottogronda.

Nelle vie Poledrelli e Manini, gli apparecchi illuminanti esistenti saranno sostituiti con armature stradali a Led da 60W.

Gli interventi di installazione comprenderanno il totale rifacimento dei quadri elettrici di alimentazione, delle linee di alimentazione e delle tesate, nonché l’esecuzione di tutte le opere civili quali scavi, plinti, pozzetti, ripristini del manto stradale. E’ inoltre prevista la totale rimozione degli impianti esistenti. Complessivamente l’intervento interesserà 124 punti luce.

Impatto sul traffico: i lavori potranno comportare qualche rallentamento nei tratti interessati.

Nuovi impianti di pubblica illuminazione in via Montebello, via Palestro e via De Pisis

Proseguono i lavori di rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione in via Montebello, via Palestro e via De Pisis. Gli interventi saranno realizzati a cura di Hera Luce, nell’ambito dei lavori di manutenzione straordinaria previsti nel contratto di servizi con il Comune di Ferrara.

In programma il totale rifacimento degli impianti esistenti con il passaggio dall’alimentazione di tipo “in serie” a quella di tipo “in derivazione”. La tipologia impiantistica sarà la stessa già adottata in altre strade del centro città, con l’installazione di apparecchi illuminanti su tesata, dotati di lampade a ioduri metallici ad alta efficienza luminosa, mantenendo dove possibile le attuali posizioni. Gli apparecchi illuminanti di progetto saranno rispondenti a quanto prescritto dal nuovo DGR 1688 del 18/11/2013, con indice IPEA corrispondente alla classe “C” o superiore; l’impianto avrà indice IPEI corrispondente alla classe “C” o superiore. Le sorgenti luminose avranno temperatura di colore bianco-calda a 3000°K, particolarmente adatta a zone residenziali del centro storico. Tutti gli apparecchi saranno dotati di auto-dimmerazione per la riduzione notturna del flusso luminoso, in funzione del risparmio energetico.

Gli interventi consentiranno il rifacimento di 102 punti luce e comprenderanno anche il totale rifacimento dei quadri elettrici di alimentazione, delle linee di alimentazione e delle tesate, nonchè tutte le necessarie opere civili e la totale rimozione dei vecchi impianti.

Impatto sul traffico: i lavori potranno comportare qualche rallentamento nei tratti interessati.

MOBILITA’ E SICUREZZA

Nei sottopassi cittadini impianti semaforici e segnaletica per la sicurezza della circolazione in caso di allagamenti

Sono in corso in una serie di sottopassi carrabili di competenza del Comune di Ferrara i lavori per l’installazione di impianti semaforici finalizzati a impedire l’accesso ai sottopassi stessi in caso di allagamento. Gli interventi interesseranno in particolare (in ordine cronologico di esecuzione) i sottopassi di via Ravenna, via Cantù e viale Po per le opere edili ed elettriche; e quelli di via Imperiale e via Coronella per le sole opere elettriche.

Nel periodo di esecuzione degli interventi sulle strade interessate saranno possibili rallentamenti, ma resterà comunque sempre garantito il transito veicolare, senza deviazioni né chiusure.

Inoltre, nei sottopassi ciclopedonali di via Arginone, via Battara, via Verga, via Beethoven, via Boschetto, via dello Zucchero, via Fabbri, via Pontegradella/Caretti, via San Bartolo sono state installate aste metriche graduate e segnaletica di preavviso indicante la “possibilità di allagamenti dei manufatti in caso di piogge intense”.

SEGNALETICA

Posa della segnaletica sui cavalcavia comunali dell’Autostrada A/13 – Bologna-Padova – Superstrada Ferrara-Porto Garibaldi

Sono in corso i lavori di posa della segnaletica stradale orizzontale, verticale e complementare sui cavalcavia comunali dell’Autostrada A/13 – Bologna-Padova – Superstrada Ferrara-Porto Garibaldi. Nei tratti interessati vi potranno essere rallentamenti della circolazione, ma non sono previste deviazioni né chiusure al transito veicolare.

LAVORI ALLE RETI GAS, IDRICA E FOGNARIA E TELERISCALDAMENTO A CURA DI HERA

Proseguono i lavori, a cura di Hera, per la posa di una nuova condotta fognaria in via C. Cattaneo (tratto dal numero civico 87 al 91); in vicolo Santa Croce, sempre per la posa di una nuova condotta fognaria, e in via Saraceno per la posa di nuove condotte fognaria e idrica (v. sopra).

VERDE PUBBLICO

Operazioni di sfalcio dell’erba

Sono in corso nelle aree di verde pubblico cittadino le operazioni di sfalcio dell’erba curate da Ferrara Tua srl, sotto la supervisione dei tecnici dell’Ufficio Verde del Comune di Ferrara.

GRUPPO SICUREZZA FERRARA – Seminario lunedì 2 maggio alla Sala Estense dalle 8,30
Nuovi obblighi e responsabilità relativi alla ‘tutela della sicurezza dei tirocinanti e dei lavoratori non subordinati’
29-04-2016

Ha per tema ‘la tutela della sicurezza dei tirocinanti e dei lavoratori non subordinati. Obblighi e responsabilità alla luce delle recenti riforme del lavoro e della formazione’ il seminario in programma lunedì 2 maggio alla Sala Estense, dalle 8,30 alle 17,30.

L’incontro è promosso dal Gruppo Sicurezza di Ferrara, coordinamento che impegna il TekneHub del Tecnopolo e l’Università stessa, il Comune, la Provincia, il Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro dell’AUSL, la Direzione Territoriale del Lavoro e l’INAIL, e che svolge da diversi anni un’intesa attività di ricerca e di formazione, indirizzata alla tutela e al miglioramento della salute e della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini.
Partecipano inoltre il Servizio Lavoro della regione Emilia-Romagna, l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Ferrara, una rappresentanza locale del settore della pubblica istruzione (Scuola Superiore, ITS e Università) e il Consorzio Futuro in Ricerca.

La partecipazione al Convegno è GRATUITA e prevede il rilascio di un attestato di partecipazione, previa verifica della presenza. Per motivi logistici è obbligatoria l’iscrizione preventiva attraverso il sito: www.cieffeerre.it/lavoro
Per informazioni: arch. Maddalena Coccagna, TekneHub (formazioneth@unife.it)

In allegato a fondo pagina il programma della giornata

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Con l’emanazione del D.Lgs. 81 del 15 giugno 2015, i contratti di lavoro sono stati regolamentati nell’ambito di un’unica disciplina organica che, oltre alla forma comune di contratto di lavoro (ossia il rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato), prevede diverse forme flessibili di prestazione lavorativa, tra le quali anche il lavoro accessorio (voucher), a cui si fa sempre più diffusamente ricorso.
Ognuna di queste forme contrattuali ha proprie regole, specifici limiti applicativi e precise disposizioni cui assolvere in materia di tutela del lavoratore e di sicurezza (attraverso lo stretto legame con il quasi omonimo D.Lgs 81/2008, il Testo Unico per la sicurezza sul lavoro). Inoltre, con la piena operatività del progetto di alternanza scuola-lavoro previsto dalla Legge 107/2015 (la Buona Scuola), dal prossimo settembre circa 500.000 studenti delle scuole superiori troveranno alcune centinaia di ore di stage quale parte integrante del proprio percorso didattico (200 ore nei licei, 400 ore negli istituti professionali). A questi studenti si sommano gli studenti che frequentano gli 86 Istituti Tecnici Superiori (ITS) del nostro Paese, per i quali è già previsto un percorso di formazione in parte svolto in azienda. Oltre alle Scuole Superiori e post-diploma, anche gli studenti universitari hanno obblighi specifici di tirocinio curriculare e la possibilità effettuare stages post laurea (spesso obbligatori e propedeutici all’abilitazione all’esercizio della professione).
Il comparto della scuola è stato certamente il primo a mobilitarsi, cercando di fare fronte ai numerosi obblighi che questi cambiamenti comportano, allacciando rapporti di collaborazione con associazioni di categoria, enti e singole imprese, in quanto indispensabili per supportare la fase di formazione aziendale. Nondimeno, occorre constatare che, nonostante diverse buone pratiche in atto (metalmeccanica, alberghiero, ecc), il mondo del lavoro si orienta ancora con difficoltà tra tutti i contratti di lavoro disponibili e le opportunità di tirocinio, soprattutto nel caso di attività aziendali di piccole dimensioni e meno strutturate.
Tra i diversi soggetti che hanno titolo per assistere le parti e per vigilare sul mercato del lavoro (uffici regionali e locali, consulenti del lavoro, associazioni di categoria, organi di vigilanza, ecc), è quindi fondamentale un continuo coordinamento e scambio di informazioni, così da poter fornire indicazioni dettagliate ed affidabili, che tengano conto sia degli aspetti contrattuali, sia degli obblighi in materia di salute e sicurezza degli addetti.

SPORT – Domenica 1 maggio dalle 9
In piazza Ariostea le sfide su rotelle del Trofeo internazionale del Lavoro di pattinaggio
29-04-2016

(a cura degli organizzatori)

Sono giunti alla soglia dei previsti 600 gli iscritti per le competizioni agonistiche del Trofeo del lavoro di pattinaggio di domenica 1 maggio in piazza Ariostea a Ferrara. Gli atleti provengono da 13 regioni Italiane, oltre che da Slovenia e Spagna; tra questi alcuni grandi Top-Skaters pronti a rendere la manifestazione, che sarà osservata dal Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Massimiliano Presti, di altissimo livello. A questi si andranno ad aggiungere i partecipanti alle prove ludico motorie dedicate ai primi passi e ai “nostalgici dei pattini tradizionali” con la Retro Race.

PROGRAMMA:

Alle 9 la SFILATA di APERTURA e l’inizio delle gare dei Piccoli. Il termine con l’esibizione dei primi passi e le premiazioni è previsto tra le 12 e le 12:30.

Alle 12 (e fino alle 18) aprirà l’ufficio di Poste Italiane con lo speciale annullo per festeggiare “Ferrara 1915 2016 – 100 anni di storie a rotelle” e le speciali cartoline in edizione limitata raffigurante l’opera dell’Artista centese Mario Samaritani.

Il pomeriggio le gare inizieranno alle 14 e in questa fase si alterneranno con le cerimonie di premiazione degli atleti.

Alle 16 è indicativamente prevista la Retro Race e alle 18 la chiusura manifestazione con la consegna del Trofeo del Lavoro

Il magazine dell’evento è sfogliabile online al seguente link: http://www.sfogliami.it/flip.asp?sc=2tys8vfm60gs6pc698orrxdry9z9z29m&ID=131811

SANITA’ E INFORMATICA – Resoconto convegno del 28 aprile in residenza municipale
L’Informatizzazione in Sanità: lo stato dell’arte a Ferrara
29-04-2016

“L’informatizzazione in sanità: lo stato dell’arte a Ferrara” questo il titolo del convegno che si è tenuto ieri (giovedì 28 aprile n.d.r.) nella Sala degli Arazzi del Palazzo Municipale di Ferrara, per presentare ad addetti ai lavori e cittadini, lo stato dell’arte della informatizzazione in sanità e – nello specifico – come si sta trasformando la sanità ferrarese con l’uso sempre più importante e indispensabile delle nuove tecnologie.

“Abbiamo assistito negli ultimi tempi ad un incremento esponenziale dell’utilizzo dei servizi sanitari on line. L’esempio eclatante ce lo hanno offerto le oltre 1000 persone che a fine 2015 hanno privilegiato il percorso on line per scegliere il proprio medico di medicina generale” ha sottolineato Mauro Marabini, direttore sanitario dell’ AUSL di Ferrara e moderatore della giornata. Un incontro, quello di ieri, che vuole divenire appuntamento fisso a cadenza annuale per confrontarsi sul grado di penetrazione delle nuove tecnologie nelle attività delle aziende sanitarie ferraresi.

L’utilizzo delle nuove tecnologie significa anzitutto l’utilizzo di nuovi modelli di elaborazione dei dati, negli ultimi anni si è particolarmente diffuso il Cloud Computing che prevede la fornitura tramite Internet di risorse hardware e software in maniera dinamica e scalabile sulla base delle necessità degli utenti e delle loro applicazioni. La ricaduta sulla sanità elettronica è evidente: innovazione dei servizi clinici offerti ai pazienti e dei servizi di gestione delle strutture sanitarie tramite il governo del patrimonio informativo e il suo utilizzo a servizio dell’utenza.

L’introduzione di una nuova era informatica appare ancora più evidente con i nuovi sistemi di “cognitive computing”, intelligenze artificiali come “Watson”, il primo sistema disponibile nel mercato, in grado di analizzare elevati volumi di dati, di comprendere domande complesse poste in linguaggio naturale e di proporre risposte basate sulle evidenze. Nel prossimo futuro il nuovo sistema contribuirà a migliorare la capacità di innovazione di medici, ricercatori e assicuratori, facendo emergere elementi di conoscenza dall’enorme quantità di dati sanitari personali creati e condivisi ogni giorno.

A fianco di applicazioni tecnologiche ed utilizzi così innovativi, ci sono anche attività già consolidate come l’assistenza sanitaria a distanza, conosciuta come telemedicina:. Il ricorso alla telemedicina a Ferrara è ormai una prassi di lavoro tradizionale, basti pensare al sistema computerizzato di gestione delle immagini radiologiche in provincia (RIS-PACS) che permette di visualizzare immagini paziente indipendentemente da dove queste siano state acquisite (sempre in conformità ai livelli di consenso espressi) e offre la possibilità del teleconsulto.

Allo stesso modo sono pratiche consolidate la spirometria a distanza, il monitoraggio remoto di defibrillatori e pacemaker, ed ultimamente anche la telerefertazione di ecg realizzati in alcune farmacie.

L’utilizzo sempre più diffuso delle nuove tecnologie consente all’interno delle aziende Sanitarie, la creazione di un vero e proprio “patrimonio informativo digitale”, dati ed indicatori che – attraverso “Ferrara Open Sanità” progetto innovativo di Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria – saranno messi a disposizione della comunità, pubblicati in forma aperta, liberamente accessibili e riutilizzabili.

Chiaramente il ricorso alle nuove tecnologie ha alcune delle sue ricadute più evidenti nel rapporto con l’utenza: permette ai cittadini di superare la necessità di ricorrere fisicamente ad uno sportello per eseguire le operazioni di prenotazione, cancellazione, pagamento, ritiro referti e scelta/cambio del medico curante.

Oggi più che mai è sbagliato pensare che la prestazione offerta allo sportello sia migliore di quella fornita grazie alle nuove tecnologie. Non solo la qualità del servizio è la medesima, ma gli utenti che scelgono i percorsi on line godono di risposte più veloci e perdono meno tempo.

E’ già in uso in tutti gli ambulatorio in tutti gli ambulatori di medicina generale e pediatri di libera scelta la ricetta dematerializzata e più dell’80% dei medici specialisti (246) sono in rete.

L’informatizzazione sanitaria sta trasformando l’attività medica in modi neanche immaginabili fino a qualche anno fa: bene lo racconta Andrea Zamboni, medico di medicina generale “la messa a regime della ricetta dematerializzata offre ai medici l’opportunità di diminuire la burocrazia mettendo a disposizione un tempo maggiore per la clinica e la comunicazione con le persone”. La visita in ambulatorio per il semplice ritiro di ricette (soprattutto per patologie croniche) è una pratica sempre più abbandonata e così i professionisti possono dedicare il proprio tempo agli assistiti, creando così nuovi momenti di dialogo tra medico e paziente.

L’utilizzo massiccio di ricette dematerializzate per i farmaci (la percentuale si attesta tra il 70-80%) per FederFarma Ferrara oltre a semplificare la prescrizione fornisce in tempo reale una reportistica approfondita sui farmaci venduti, flussi di dati trasmessi direttamente a Regione e Ministero della Salute in un clic. Sono proprio le farmacie ad essere lo sportello preferito dai ferraresi: 600 mila le prenotazione effettuate nel 2015 su 1 milione e 100 complessive.

Un percorso – quello dell’ICT in ambito sanitario – che procede ad un ritmo di crescita formidabile che per essere dominato va conosciuto e analizzato attraverso momenti di confronto periodici tra tutti gli interlocutori, che tra l’altro costituisce l’occasione per approfondire l’evoluzione dei principi dell’accessibilità totale e della trasparenza.

(A cura dell’Ufficio Stampa Ausl Ferrara)

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi