Home > COMUNICATI STAMPA > Cronacacomune: la newsletter dell’11 febbraio 2016

Cronacacomune: la newsletter dell’11 febbraio 2016

Tempo di lettura: 19 minuti

da: ufficio stampa del Comune di Ferrara

BIBLIOTECA ARIOSTEA – ‘Il Presente remoto’: incontro venerdì 12 febbraio alle 17
Alla scoperta delle ‘Leggende furiose’ nella cultura popolare italiana
11-02-2016

Proporrà un viaggio nella topofilia e nella tradizione orale della Penisola, alla scoperta di come i paladini dell’Ariosto hanno segnato alcuni paesaggi italiani, il nuovo appuntamento con le conversazioni etno-antropologiche del ciclo ‘Il presente remoto’, in programma venerdì 12 febbraio alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. L’incontro, aperto a tutti gli interessati, vedrà in veste di relatore Roberto Roda, studioso di etnografia e antropologia culturale del Centro Etnografico Ferrarese.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Giunto alla VII edizione, questo apprezzato ciclo di conversazioni etno-antropologiche ‘Il presente remoto’ pensate da Roberto Roda del Centro Etnografico Ferrarese, sarà quest’anno tutto dedicato alla fortuna popolare dell’Orlando Furioso di cui si celebrano i 500 anni (1516-2016). In attesa del programma definitivo che verrà licenziato a breve ecco una anticipazione con la prima conversazione.
Quando Ariosto pubblicò il Furioso nel 1516, Orlando e i Paladini di Francia erano già da lungo tempo eroi di straordinaria popolarità: nei secoli precedenti, l’epica carolingia aveva segnato la letteratura; nelle piazze e nei mercati i guerrieri di Carlo, capeggiati da Orlando, erano assoluti protagonisti delle narrazioni orali dei contastorie. Varie località italiane si nobilitavano, nel Medioevo, vantando il passaggio di Carlo Magno, Orlando e compagni e mostravano i segni che le loro mirabolanti, quanto fantasiose, imprese avevano impresso nel paesaggio. Attraverso le vie di circolazione della stampa, il “Furioso” entrò poi, prepotentemente, a far parte della cultura folklorica della Penisola: le vicende ariostesche interagirono con i racconti leggendari preesistenti, modificandoli o dando la stura a nuove affabulazioni che, pure, hanno trovato proiezione nell’oralità e nei paesaggi della Penisola. La conversazione di Roberto Roda guiderà i presenti in un’escursione fra luoghi, incantevoli e poco conosciuti dove Orlando, nelle fantasie popolari, ha cavalcato cavalli alati e ippogrifi, combattuto mostri, manifestato le sue furie e la sua follia.

CONFERENZA STAMPA – Venerdì 12 febbraio alle 12, nella “Sala Arazzi” della residenza municipale
Il rilancio di una azienda ferrarese all’interno del Polo chimico
11-02-2016

Venerdì 12 febbraio alle 12, nella “Sala Arazzi” della residenza municipale, avrà luogo una conferenza stampa di presentazione per progetto imprenditoriale di Ilip a Ferrara, dal subentro nel fallimento di Amprika alla ricostruzione di Petra Polimeri, azienda bondenese finita sotto le macerie del sisma, a Ferrara.

All’incontro con i giornalisti interverranno il sindaco Tiziano Tagliani, l’ass. Caterina Ferri e Riccardo Pianesani (Amministratore ILIP SpA).

ISTITUZIONE SCUOLA – Grande partecipazione ed entusiasmo di bambine, bambini e famiglie nel quartiere di via Bologna
Sfilata di Carnevale della scuola d’infanzia comunale ‘Satellite’ e della Contrada San Luca
11-02-2016

(Comunicato a cura dell’Istituzione Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie)

Nel pomeriggio di martedì (9 febbraio), in piazzetta Bononi nel quartiere di via Bologna, si è svolta la tradizionale festa di Carnevale con la partecipazione dei bambine, dei bambini e della famiglie della scuola d’infanzia Comunale “Satellite”, allietata quest’anno dallo spettacolo di sbandieratori e figuranti del Palio della Contrada di San Luca. L’iniziativa è stata promossa dall’Istituzione Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie del Comune di Ferrara in collaborazione con la Contrada San Luca.

Tutto il quartiere, al suono dei tamburi, è sceso in strada per festeggiare e accogliere con entusiasmo la comunità colorata fatte di maschere e figuranti.
Un esempio di come feste e iniziative che partono dalle scuole e dalle contrade possano essere aggreganti e festose, oltre che del significato più profondo, in merito all’educazione alla cittadinanza per le nuove generazioni.
Un grazie speciale alla Polizia Municipale, per l’impegno profuso a garantire ordine e sicurezza, in occasione dell’evento.

LAVORI PUBBLICI E VIABILITA’ – La prossima settimana interventi di rimozione dei vecchi apparecchi
In funzione il nuovo impianto di pubblica illuminazione di viale Po
11-02-2016

Entrerà in funzione nella serata di oggi, giovedì 11 febbraio, il nuovo impianto di pubblica illuminazione installato all’incrocio fra viale Cavour, viale della Costituzione e viale Po, e nel tratto di viale Po compreso tra viale IV Novembre e via Porta Catena.
La realizzazione dell’impianto, terminata nei giorni scorsi, è stata curata da Hera Luce, nell’ambito degli interventi previsti dal contratto di servizi con l’Amministrazione comunale, ed è stata eseguita a completamento dei lavori di rifacimento della pubblica illuminazione nella zona cittadina della stazione ferroviaria, effettuati nei mesi scorsi.
La prossima settimana l’intervento proseguirà con la rimozione dell’impianto di illuminazione preesistente. I lavori comporteranno variazioni per la circolazione automobilistica nella giornata di giovedì 18 febbraio, per la necessità di rimuovere gli apparecchi illuminanti su tesata all’incrocio fra viale Cavour, via della Costituzione, viale Po e viale IV Novembre (i dettagli dell’intervento saranno comunicati nei prossimi giorni).

CONCORSO ‘ROFFI’ – Scadrà giovedì 31 marzo il termine per la consegna degli elaborati alla Delegazione di Via Bologna
Al via il 20° Concorso ‘Mario Roffi’ in dialetto ferrarese e vernacoli provinciali
11-02-2016

(Comunicato a cura degli organizzatori)

Scadrà il prossimo giovedì 31 marzo il termine per partecipare al 20° Concorso Letterario Mario Roffi in dialetto ferrarese e vernacoli provinciali indetto dall’Amministrazione Comunale di Ferrara/Assessorati alla Cultura e al Decentramento.

Il percorso è organizzato dalla Delegazione Via Bologna in collaborazione con Cenacolo Dialettale Treb dal Tridel, Centro di Promozione Sociale Rivana Garden e con i partner Coferasta S.p.A.., Centro Commerciale “Il Castello”, Contrada San Luca, Elettrica Estense s.n.c. e Pasticceria “La Bussola”.

Gli elaborati dovranno pervenire entro giovedì 31 marzo 2016 presso la sede della Delegazione di Via Bologna – via Putinati 165/E (tel. 0532/763020). I premi in palio sono i seguenti:
Sezione Scuole: 1° 2° e 3° premio ciascuno con un buono spesa per libri offerti da Coferasta;
Una poesia premiata dal Treb dal Tridel con libri e pubblicazioni varie;
Due premi alle Scuole per il maggior numero di elaborati con due buoni spesa offerti da Contrada San Luca, da Elettrica Estense e dalla Pasticceria La Bussola.
Sezione Zirudela: 1° 2° 3° premiate ciascuna con un buono spesa per libri offerti da Coferasta.
Sezione Poesia: 1° Premio: 13° Trofeo offerto dal Centro Commerciale “Il Castello”
2° e 3° premio: ciascuno con un buono spesa per libri offerti da Coferasta
Una poesia premiata dal Treb dal Tridel con libri e pubblicazioni varie

La giuria è composta da Gianni Cerioli, Marco Chiarini, Floriana Guidetti, Luciano Basaglia, Guido Sproccati, Elisabetta Vincenzi, Antonio Faccioli

Il Comitato d’Onore comprende Tiziano Tagliani sindaco dell’Amministrazione Comunale, Anna Maria Quarzi Direttrice Istituto Storia Contemporanea, Gian Paolo Borghi già Responsabile Centro Etnografico Ferrarese e Franco Farina critico d’arte.

La Premiazione delle opere ritenute meritevoli dalla Giuria, è prevista per giovedì 26 maggio alle ore 21 come di consueto presso il Teatro del Centro di Promozione Sociale Rivana Garden (via G. Pesci 181).

Siti web di riferimento:
www.dialettoferrarese.it
http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=4530
Referente organizzativo: Carmen Musacci Delegazione Via Bologna – tel 0532- 763020

aggiornamento – SPORT E DECENTRAMENTO – Giovedì 11 febbraio alle 16, nella sala degli Arazzi della residenza municipale
Giuramento di nuove Guardie Giurate Volontarie Ittiche
11-02-2016

AGGIORNAMENTO – A fianco dell’Assessore comunale allo Sport e Decentramento Simone Merli, delegato dal sindaco Tiziano Tagliani, era presente il comandante del Corpo di Polizia Provinciale di Ferrara Claudio Castagnoli.

Queste le Guardie Giurate Volontarie Ittiche che hanno prestato giuramento: Nicola Benini, Luca Fogato, Nicola Boldrini, Manuela Ferrante, Sergio Guietti, Andrea Bottazzi, Marco Falciano, Alberto Bianchi, Alessandro Benini.

——————————————————-

Giovedì 11 febbraio alle 16, nella sala degli Arazzi della residenza municipale, avrà luogo la cerimonia relativa al giuramento delle nove Guardie Giurate Volontarie Ittiche alla presenza dell’Assessore comunale allo Sport e Decentramento Simone Merli, delegato dal sindaco Tiziano Tagliani. Le nove guardie residenti nel Comune di Ferrara sono state nominate sulla base del Decreto del Dirigente della Provincia di Ferrara del 03/12/2015.

E’ sulla base dell’articolo 250 del Regolamento attuativo del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza che le guardie, per poter espletare le funzioni attribuite dalle normative vigenti, devono prestare giuramento davanti al Sindaco (o suo delegato) del Comune di residenza.

Da sottolineare l’importanza sociale dell’attività che verrà svolta in forma volontaria e gratuita dalle nuove Guardie Volontarie Ittiche, sotto stretto coordinamento del Corpo di Polizia Provinciale di Ferrara.

CONSIGLIO COMUNALE – Le modalità definite dalla Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari. Diretta audio-video su ConsiglioWeb
Il Consiglio comunale si riunirà lunedì 15 febbraio alle 15.30
11-02-2016

Nuovo appuntamento del Consiglio comunale di Ferrara che si riunirà lunedì 15 febbraio alle 15.30 nella residenza municipale. La seduta – con modalità definite dalla Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari convocata dal presidente del Consiglio comunale Girolamo Calò – sarà aperta dalla trattazione di due Delibere dell’assessore Luca Vaccari (ancora in attesa del via libera della Commissione consiliare competente). La seduta proseguirà poi con il dibattito e il voto su tre Mozioni e due Ordini del giorno.

>> Come di consueto è prevista la diretta audio video dell’intera seduta di Consiglio comunale sulla pagina internet del servizio ConsiglioWeb.

Questi gli argomenti della seduta:

>> DELIBERE

Assessore alla Contabilità/Bilancio Luca Vaccari

(PG 109582/15) – Approvazione del nuovo “Regolamento per la disciplina delle missioni e del rimborso delle spese sostenute dagli amministratori del Comune”

( PG 11631/16) – Convenzione tra i Comuni di Ferrara, Masi Torello e Voghiera, per la gestione dell’attività statistica per lo svolgimento dei censimenti, nell’ambito dell’Associazione Intercomunale “Terre Estensi”.

>> ORDINI DEL GIORNO / MOZIONI

– (PG 99623 01/10/2015) – Mozione sul regolamento per la disciplina, la valorizzazione e la qualificazione delle “Case famiglia per anziani” e per l’esercizio delle attività di vigilanza e controllo del Gruppo Ferrara Concreta (assessora Chiara Sapigni)

– (PG 101916 07/10/2015) – “Mozione per l’istituzione del premio per la Giornata della Memoria” del Gruppo Ferrara Concreta (assessore Massimo Maisto)

– (PG 102261 08/10/2015) – “Ordine del giorno – neonati fantasma – a sostegno del progetto di Legge 740/2013 in materia di obbligo di esibizione dei documenti di soggiorno” del gruppo PD / consigliere Talmelli (assessore Simone Merli)

– (PG 106367 19/10/2015) – “Mozione a sostegno delle politiche sanitarie di immunizzazione tramite vaccinazione” del gruppo Fratelli d’Italia / consigliere Paolo Spath (assessore Chiara Sapigni e Annalisa Felletti)

– (PG 17396 10/02/2016) – Ordine del giorno su “Iintervento di riqualificazione del fabbricato ‘ex direzionale pubblico in via Beethoven’ denominato ‘palazzo degli specchi'” dei gruppi consiliari PD / SEL / Ferrara Concreta (sindaco Tiziano Tagliani).

ASSESSORATO CULTURA – Convegno lunedì 15 febbraio al Ridotto del Teatro Comunale
Studi internazionali svelano le tante forme della ‘resistenza’ ebraica in Europa
11-02-2016

Dalla Francia alla Germania, dalla Polonia all’Italia, passando per Ferrara. Sono diverse le aree geografiche esaminate dagli studi storici al centro del Convegno internazionale che si terrà lunedì 15 febbraio, dalle 9,30 alle 19, al Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara sul tema della ‘Resistenza ebraica in Europa’.
L’incontro è stato organizzato dall’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, dal Mémorial de la Shoah di Parigi e dal Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (Meis) di Ferrara, con il patrocinio del Comune di Ferrara, della Regione Emilia Romagna, dell’Università di Ferrara e della Comunità Ebraica di Ferrara, e la collaborazione del CDEC e dell’INSMLI di Milano.
La sessione mattutina del convegno vedrà la partecipazione di studiose di rilievo internazionale che esamineranno le varie forme assunte, nei diversi Paesi europei, dalla ‘resistenza’ degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale. Mentre nella sessione pomeridiana il tema sarà analizzato nella sua dimensione italiana e infine in quella locale con un approfondimento della responsabile Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara Antonella Guarnieri su ‘La partecipazione degli ebrei ferraresi alla Resistenza’.
Il programma dell’iniziativa è stato presentato stamani alla stampa dal vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto, dalla direttrice dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara Anna Quarzi e dal presidente della Comunità Ebraica di Ferrara Andrea Pesaro.
“L’importante rimane la qualità dell’iniziativa – ha esordito Massimo Maisto, in veste sia di vicesindaco sia di Consigliere del Meis – che sarà rivolta a storici, studenti e insegnanti accreditati. Il livello dei contenuti viene prima di tutto, anche dell’affluenza. Il convegno è un altro prezioso passo nel percorso di avvicinamento all’apertura del Meis; percorso che deve essere compiuto insieme alla città. E oggi il merito di questo passo è dell’Istituto di Storia Contemporanea. Il Meis si affaccerà presto al resto del mondo e se si è scelta Ferrara come sua culla lo si deve al patrimonio storico che la nostra Comunità Ebraica alimenta”.
“Il fine del convegno – ha illustrato Anna Quarzi – è di portare alla luce un tipo di resistenza sommersa. A tal proposito, le relazioni delle studiose internazionali che caratterizzeranno la mattinata del prossimo lunedì, indagheranno le reazioni dei nuclei ebraici in Francia, Germania e Polonia. Nel pomeriggio, invece, l’Italia tornerà al centro del discorso con la relazione portante di Alberto Cavaglion, docente dell’Università di Firenze, membro anche del Comitato scientifico. Seguiranno gli interventi del giovane Matteo Stefanori dell’Università della Tuscia, e di Antonella Guarnieri, che si occuperà di Ferrara nello specifico. Inoltre l’aiuto di Laura Fontana, direttrice del Memorial de la Shoah italiano, è stato fondamentale per impostare un sodalizio con la sede di Parigi”.
“Dal Cinquecento la Comunità Ebraica di Ferrara è stata un punto di forza per lo sviluppo della città – ha concluso il presidente Pesaro – e data la nostra progressiva riduzione numerica ci siamo dovuti appoggiare al passato, l’unica risorsa per avere un futuro. Spesso in Israele mi domandano perché gli Ebrei in Europa si sono lasciati distruggere così; perciò spero che nel convegno si inizi a rispondere a questo interrogativo e a ricordare i tentativi di opporsi ai carnefici da parte dei reclusi nei campi di concentramento. Tentativi che vennero facilmente soffocati, data la sproporzione di forze. E ci tengo a precisare che l’obiettivo principale dei reclusi non fu la salvezza delle loro vite, bensì la possibilità di tramandare ciò che stava avvenendo”.

Il Convegno ha valore come corso di formazione/aggiornamento per studenti e docenti.

E’ prevista la traduzione simultanea degli interventi.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

RESISTENZA EBRAICA IN EUROPA
Convegno internazionale di studi storici e storiografici
Lunedì 15 febbraio 2016
Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara

Si svolgerà lunedì 15 febbraio, presso il Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara, il convegno internazionale di studi storici e storiografici “Resistenza Ebraica in Europa – Jewish Resistance in Europe”, un evento internazionale nella nostra città.
L’iniziativa è stata promossa e organizzata da Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, Mémorial de la Shoah di Parigi e Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah MEIS di Ferrara. Il Comitato Scientifico – composto da Anna Quarzi (ISCO), Laura Fontana (Memorial de la Shoah) e Alberto Cavaglion (Università di Firenze) – ha inteso porre in evidenza le molte fisionomie che la “resistenza” degli Ebrei ha assunto durante i regimi nazista e fascista: organica partecipazione ai movimenti resistenziali armati dei vari Paesi occupati, le lotte all’interno dei ghetti, la fuga, la consapevole e lucida passività.
La panoramica che i diversi relatori offriranno, prenderà il via dalla dimensione europea – con le tre relazioni del mattino – per poi esaminare la dimensione italiana e quella locale – nel pomeriggio.
Le prime relatrici, studiose di fama internazionale, affronteranno il tema analizzando la Resistenza Ebraica in Francia (Il salvataggio degli ebrei e la Resistenza in Francia: dalla narrazione storica alla storiografia – Rescue of the Jews and the Resistance in France: from History to Historiography, Renée Poznanski, Ben Gurion University of the Negev, Beer Sheva, Israel), in Germania (La Resistenza degli ebrei in Germania e il salvataggio degli ebrei – Resistance of Jews in Germany and the Rescue of Jews, Beate Kosmala, German Resistance Memorial Center, Berlin, Germany) e in Polonia (Combattenti ebrei a Cracovia durante l’occupazione nazista, nel contesto della Resistenza ebraica in Polonia – Jewish Fighters in the nazi-occupied Kracow in the context of the Jewish Resistance in Poland, Edyta Gawron, Krakow Jagellonian University, Poland).
Nel pomeriggio, sarà la storia italiana e ferrarese a fornire elementi per una ricostruzione degli episodi che hanno caratterizzato il binomio Ebrei-Resistenza: Ebrei e Resistenza in Italia: una questione storiografica aperta – Jews and Resistance in Italy: an open historiographical debate, Alberto Cavaglion, Università di Firenze; La Resistenza di fronte alla persecuzione degli ebrei in Italia – The Italian Resistance and the persecution of Jews, Matteo Stefanori, Università della Tuscia, Viterbo; La partecipazione degli ebrei ferraresi alla Resistenza – Contribution of Jews to the Resistance in Ferrara, Antonella Guarnieri, Responsabile Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara.
I lavori avranno inizio alle 9.30 per interrompersi alle 13. Dopo una pausa, riprenderanno alle 15, e si concluderanno con una tavola rotonda, dalle 17.30 alle 19, alla quale parteciperanno Alberto Cavaglion, Edyta Gawron, Beate Kosmala, Renée Poznanski, coordinati da Liliana Picciotto, Responsabile ricerca scientifica CDEC Milano.
L’appuntamento ha ottenuto il patrocinio della Regione Emilia Romagna, del Comune di Ferrara, dell’Università di Ferrara, della Comunità Ebraica di Ferrara, e la collaborazione di CDEC, Milano e INSMLI, Milano.

PROGRAMMA:
RESISTENZA EBRAICA IN EUROPA
JEWISH RESISTANCE IN EUROPE
15 febbraio 2016
ORE 9.30 Saluti delle Autorità
Welcome addresses by Authorities

10.00-13.00 I SESSIONE: EUROPA
I SESSION: EUROPE
Discussant Laura Fontana, Memorial de la Shoah, Parigi

Il salvataggio degli Ebrei e la Resistenza in Francia: dalla narrazione storica alla storiografia
Rescue of the Jews and the Resistance in France: from History to Historiography
Renée Poznanski, Ben Gurion University of the Negev, Beer Sheva, Israel

La Resistenza degli Ebrei in Germania e il salvataggio degli Ebrei
Resistance of Jews in Germany and the Rescue of Jews
Beate Kosmala, German Resistance Memorial Center, Berlin, Germany

Combattenti ebrei a Cracovia durante l’occupazione nazista, nel contesto della Resistenza ebraica in Polonia
Jewish Fighters in the nazi-occupied Kracow in the context of the Jewish Resistance in Poland
Edyta Gawron, Krakow Jagellonian University, Poland

Dibattito | Debate

13.30-15.00 Pranzo | Lunch

15.00-17.30 II SESSIONE: ITALIA
II SESSION: ITALY
Discussant Luca Alessandrini, Direttore Istituto Parri

Ebrei e Resistenza in Italia: una questione storiografica aperta
Jews and Resistance in Italy: an open historiographical debate
Alberto Cavaglion, Università di Firenze

La Resistenza di fronte alla persecuzione degli Ebrei in Italia
The Resistance and the Persecution of the Jews in Italy
Matteo Stefanori, Università della Tuscia, Viterbo

La partecipazione degli Ebrei ferraresi alla Resistenza
The contribution of Ferrara’s Jews to the Italian Resistance movement Antonella Guarnieri, Responsabile Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara

17.45-19.00 Tavola rotonda conclusiva
Concluding Round table
Partecipano Alberto Cavaglion, Edyta Gawron, Beate Kosmala, Renée Poznanski
Discussant Liliana Picciotto, Responsabile ricerca scientifica CDEC Milano

PALAZZO BONACOSSI – Venerdì 12 febbraio alle 17.30 nella sala conferenze di via Cisterna del Follo
Conferenza dell’archeologo Gelichi su “La sede episcopale di Comacchio, Voghenza e Ferrara nell’alto medioevo”
11-02-2016

(Comunicato a cura degli organizzatori)

Venerdì 12 febbraio alle 17.30 Palazzo Bonacossi (via Cisterna del Follo, 5) ospita il secondo appuntamento del ciclo di conferenze sui marmi antichi di Ferrara, protagonisti della mostra Voci dalle Pietre, visitabile nel salone d’onore del Palazzo ducale di Ferrara, sede del municipio. “La sede episcopale di Comacchio, Voghenza e Ferrara nell’alto medioevo” è il tema scelto dal relatore, l’archeologo Sauro Gelichi, Professore Ordinario di Archeologia medievale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Insigne studioso, è autore di importanti monografie e pubblicazioni, direttore di riviste scientifiche di settore e titolare di insegnamenti di archeologia medievale in università italiane ed europee. Ha diretto scavi e ricerche in Italia (Lombardia, Emilia Romagna, Friuli, Toscana, Abruzzo) e all’estero (Tunisia, Siria, Turchia e Montenegro). Ha partecipato a progetti di ricerca in Sicilia, collaborando con la Scuola normale superiore di Pisa ed è stato responsabile di unità di Ricerca in vari progetti europei, nonché coordinatore nazionale di progetti finanziati dal Ministero dell’Università. Negli ultimi anni il suo impegno di archeologo e ricercatore è rivolto allo studio dell’antico insediamento lagunare veneziano e degli empori alto-medievali dell’Adriatico. Sauro Gelichi ha iniziato la sua carriera nel 1981 come ispettore medievista presso la Soprintendenza Archeologica dell’Emilia Romagna.
Il prossimo appuntamento è in programma per venerdì 26 febbraio alle 16.30 a Palazzo Costabili, detto di Ludovico il Moro, sede del Museo Archeologico Nazionale e sarà dedicato al tema “La cattedrale nella vita della Chiesa universale e particolare. Parteciperà in veste di relatore S.E. Monsignor Luigi Negri, arcivescovo di Ferrara.
Sarcofagi, lapidi funerarie, clipei, capitelli, colonne ed altri manufatti costituiscono un patrimonio cittadino semi sconosciuto ma molto interessante in sé, ricco di spunti inediti e curiosità sui risvolti storici che hanno condotto le “antiche pietre” a raggiungere la loro attuale collocazione. La mostra Voci dalle Pietre che intende far riscoprire proprio questo patrimonio è visitabile fino al 19 febbraio, dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 18,00. Nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì (dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18) i volontari del Gruppo Archeologico Ferrarese sono presenti in mostra per accogliere i visitatori con informazioni e approfondimenti su quanto è esposto.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi