COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Crossfit: grande successo per l’Italian Box Battle, il CrossFit Redwall Cus Ferrara tra i primi 15

Crossfit: grande successo per l’Italian Box Battle, il CrossFit Redwall Cus Ferrara tra i primi 15

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Cus Ferrara

“E’ stata una gara molto importante dove i nostri due team di sì sono misurati con l’elite degli atleti nazionali – dice Carla Parolini, direttrice del Cus Ferrara -, come da previsioni l’evento ha ottenuto un successo enorme. La location dei nostri impianti di via Gramicia, apprezzatissima, e il tempo splendido hanno contribuito a rendere la giornata indimenticabile. Sono molto
soddisfatta del lavoro dei coaches, che hanno organizzato tutto e di quello dei numerosissimi volontari che hanno collaborato con noi per la buona riuscita della prima edizione dell’Italian Box Battle”. Si tratta dell’evento di Crossfit che si è tenuto sabato 30 aprile al Cus 1 a cui hanno aderito, tra atleti in gara e appassionati sportivi, circa un migliaio di persone. “L’entusiasmo
generale che ne è derivato ci porta naturalmente a fare progetti ambizioni per la prossima edizione. ringrazio i nostri sponsor Gjav, Lacertosus, Fuoriporta, Massimo Borghi, Prs, Cuore Dolce, College, Pcm e il dipartimento di Giurisprudenza Unife”. Il Cus Ferrara ha gareggiato con 12 atleti divisi in due team più un altro partecipante, Stefano Squarzoni, che ha sopperito alla
defezione dell’atleta di un altro box. del Cus più 13 che un nostro atleta ha sopperito all’assenza di un componento di un altro box. 53 Team in competizione tra loro in rappresentanza di una quarantina di box da tutta Italia (due box a testa nella categoria open e uno nella categoria master per team): totale 300 partecipanti. Ha vinto Seven Stars Crossfit dalla Lombardia, grazie alle
migliori posizioni nelle sezioni di workout. 13esimo posto per il Team 1 della Redwall (box del Cus Ferrara) che si è comportato benissimo arrivando in semifinale. Bene anche Team 35 (secondo box del Cus) che è arrivato 32imo sfiorando appunto i primi 30. Il team 1 ha pagato un errore nel work 1, visto che dopo i primi tre workout era addirittura quinti e ad un passo dal podio.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi