Home > INCHIESTE & ANALISI > ALTRI SGUARDI > Dalla parte della libera informazione

Dalla parte della libera informazione

Prima 50.000, poi 100.000 euro… Anche la Lega ferrarese di Naomo & C mostra la propria vocazione muscolare e, all’esercizio del diritto di informazione, replica con un atto di natura intimidatoria. In questo caso facendo leva sul denaro. La vicenda è relativa a un articolo pubblicato dai colleghi di Estense.com che scaturisce dalle dichiarazioni di due testimoni, riferite a comportamenti in pubblico del segretario comunale del Carroccio. Nel resoconto giornalistico il legale di Lodi intravvede gli estremi della diffamazione e chiede, a titolo di indennizzo, dapprima 50.000 euro (in forma di bonaria conciliazione!) e – immediatamente dopo – addirittura 100.000. I colleghi, basiti, rifiutano ovviamente ogni transazione, e il sostituto procuratore Stefano Longhi – reputando infondata la richiesta – la respinge. Lodi, però, non demorde e si rivolge a questo punto al Gip, rinnovando la propria pretesa…
“L’uso della querela a scopo intimidatorio è purtroppo una pratica molto conosciuta dai giornalisti”, affermano, al riguardo, in una nota congiunta, Giovanni Rossi, presidente del consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna ed Emilia Vitulano, responsabile dell’Osservatorio regionale sulla professione.

A margine, nell’esprimere la nostra piena solidarietà ai colleghi di Estense, osserviamo come ancora una volta si cerchi, forzando sul contrappasso pecuniario, di mettere il bavaglio alla libera informazione. (Sergio Gessi)​

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Cristofori a Baratelli: “L’autoreferenzialità del Pd? Aspettiamo contributi da tutti…”
TACCUINO POLITICO
“Aprire porte e finestre”… Qualche domanda a Massimo Maisto e al Pd ferrarese
Facciamoci del male
Chi di panchina ferisce…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi