Giorno: 15 Agosto 2016

Olimpiadi. L’oro di Gregorio Paltrinieri nei 1500, Bonaccini: “La conferma di un campione straordinario”

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia Romagna

Dopo l’entusiasmante prestazione nei 1500 stile libero, il Presidente della Regione Emilia-Romagna si complimenta con il campione di Carpi

Bologna – “Un’altra fantastica prestazione di un campione straordinario. L’oro olimpico a coronamento di tanti sacrifici, sempre col sorriso sulle labbra”.
E’ il commento di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, alla vittoria del carpigiano Gregorio Paltrinieri nella finale olimpica dei 1500 metri stile libero.
“L’oro olimpico – prosegue Bonaccini – ha un valore particolare. Anche per chi, come Paltrinieri, ha mietuto straordinari successi in tante competizioni a livello mondiale. Ed è il giusto coronamento ai tanti sacrifici che una disciplina come i 1500 metri impone”.
“Complimenti a Greg – conclude il presidente – e un grandissimo abbraccio a lui ed alla sua famiglia, che gli è sempre stata così vicina, da parte di tutti gli emiliano-romagnoli”

Sotto le mura musica anche a Ferragosto

da: AssociazionePuedes Puedes

Al Puedes Summer Nigth torna la voce esotica e profonda di Sagi Rei


Il fiume di persone che ha costeggiato le mura di Ferrara grazie alla Color Vibe 5km Run ha fatto solo da spartiacque nel ricco palinsesto del Puedes Summer Night. Da Ferragosto, infatti, riprendono i concerti sul palco del sottomura di via Baluardi, per il più grande evento gratuito di musica dal vivo nell’estate della città. Lunedì 15, alle 21.30, sarà il sound inconfondibile di Sagi Rei a smuovere la notte ferrarese.

Sagi Reitan nasce a Tel Aviv nel 1972. Coinvolto sin dall’infanzia nelle molteplici suggestioni musicali della sua terra, esprime una grande sensibilità artistica ed è sua madre Nili, anch’essa musicista, ad intuire per prima questo suo talento. Voce e chitarra sono i suoi strumenti, via via più plasmati dalla scoperta della black music e del soul targato Motown, generi che segneranno in maniera indelebile la sua formazione musicale. Tra i suoi riferimenti di sempre: Marvin Gaye e Stevie Wonder. Dopo una pausa di riflessione in seguito alla popolarità ottenuta, Sagi intraprende un progetto che lo vede impegnato in studio di registrazione per rendere un personale omaggio a un artista-icona: nel giugno 2010, a un anno esatto dalla scomparsa, vede la luce Sagi sings Michael Jackson (Universal), reinterpretazione di alcuni tra i più significativi brani dell’indiscusso e compianto “Re del Pop”. Il progetto è realizzato con il produttore e arrangiatore Enrico Caruso, conosciuto all’epoca del periodo “gospel” di Sagi, e decostruisce le canzoni a partire dagli arrangiamenti che le hanno rese note, restituendone emozionanti ritratti che esaltano testo e melodia e confermando Sagi come uno degli interpreti d’autore più intensi degli ultimi tempi.

Dopo il concerto di Rei, seguiranno senza sosta i Moka Club (martedì 16), AmbraMarie (mercoledì 17), i Rumatera (giovedì 18) e i Mau Mau insieme ai londinesi Itchy Teeth (venerdì 19). Con l’inizio del Ferrara Buskers Festival, da sabato 20 a domenica 28, il Puedes Summer Night sarà interamente dedicato all’atmosfera degli artisti di strada, al trasporto e al senso di leggerezza che regalano da 29 anni alla città. L’unico prato alle porte del centro storico estense darà vita alla BuskersNight, ogni notte, a partire dalle 24 – www.puedesfestival.it

castello-estense-ferrara

Fantasma in Castello Estenese

da: organizzatori

Mercoledì 17 Agosto 2016 a Ferrara, alle ore 12,30 al Caffè Leon D’Oro, sito in P.zza Cattedrale n. 8,una squadra della National Ghost Uncover guidata dal suo Presidente Massimo Merendi, con Gianfranco Morgagni,suo stretto collaboratore e altri, sarà in Ferrara a raccontare gli eventi e a recarsi poi sul luogo con gli abituali strumenti dell’associazione.Dal 2012 c’erano giunte segnalazioni, prima sporadiche, poi più numerose su questa supposta particolare presenza che soprattutto tra l’inverno 2015 e questa stessa estate si è fatta addirittura più “consistente”, apparendo anche in figura piena e addirittura come nei primi giorni di luglio proferendo alcune frasi.Si tratterebbe niente meno di un notissimo personaggio storico!
Nelle scorse settimane grazie ad amici provenienti da Padova e Bologna sono stati contattati più di 12 testimoni che hanno raccontato questa loro esperienza.National Ghost Uncover nasce il 30 gennaio 2010. Ha sede ufficiale in Riccione, in Viale Gramsci e organizzativa in Forlì. Dagli iniziali 32 soci, soprattutto romagnoli ed emiliani, si è passati agli attuali 94 sparsi in 21 gruppi in tutta Italia (Bologna, Parma, Padova, Cortina D’Ampezzo,Milano, Firenze, Roma, Napoli, Porto Cervo, Portofino, ecc. ecc.).
Dal 2010 a tutt’oggi abbiamo ricevuto oltre 1950 segnalazioni di ogni natura e credibilità!Oltre la metà riguardano presunte presenze fantasmatiche, poltergeist, addirittura vampiri e licantropi
(ne abbiamo 4 in Italia) e vari animali fantasmi.Circa la metà degli associati non crede a fenomeni paranormali, i restanti amiche e amici hanno una visione molto più articolata dei fenomeni paranormali, dalle manifestazioni più classiche ad altre più complesse; nostro obbiettivo è censire, catalogare, studiare e possibilmente dare risposte a queste segnalazioni.

Il 16 e 19 agosto ai Lidi di Spina e degli Estensi gli ultimi atelier de “Le Vie dell’Arte”

da: organizzatori

Gli atelier di Sara e Ugo chiudono ‘Le Vie dell’Arte’

E’ una ‘aficionados’ fra gli espositori dei mercatini serali sulla nostra costa, la protagonista dell’ultimo laboratorio con “Le Vie dell’Arte” al Lido di Spina. Martedì 16 agosto, a partire dalle 21 in piazzale Caravaggio, a ‘raccontarsi’ dipingendo sotto gli occhi del pubblico sarà Sara Frezzati, poliedrica artista di origini milanesi ma da anni stabilitasi nel Comacchiese che spazia dall’arte tradizionale a quella digitale, dal disegno ‘vero’ a quello con tavoletta grafica, da ritratti e caricature alla modellazione di pasta polimerica, dalla pirografia alla ‘doodle art’, l’arte del ghirigoro. Dopo quest’appuntamento al Lido di Spina, gli atelier ‘en plein air’ – da quest’anno affiancati al tradizionale expo itinerante di pittura dell’estate comacchiese ed inseriti nel palinsesto di “Aspettando la Sagra dell’Anguilla”, cartellone-contenitore di eventi itineranti fra i sette Lidi che anticipano e promuovono la grande kermesse dedicata alla ‘regina delle valli’ – si concluderanno venerdì 19 agosto in viale Carducci (zona Porta Venezia) al Lido degli Estensi. Con il laboratorio che avrà quale protagonista Ugo Vistosi, artista rodigino approdato da alcune anni alla pittura, dopo le prime esperienze come disegnatore di fumetti, con particolare predilezione per l’olio su tela e l’acquerello.

I racconti del Lido/6
Al cospetto della stupidità il “Laido” riconquista la dignità

E finalmente di fronte alla stupidità criminale nazionale il Laido degli Estensi può riconquistare il suo vero nome: Lido.

Il mio binocolo non è più puntato sui vicini d’ombrellone – quelli che abbiamo ora sono veramente speciali – ma sulla maleodorante situazione italiana e anche ‘ferarese’. Le storie legate alla protesta di Gaibanella: l’intero paese che si schiera contro la possibilità d’ospitare i migranti presso villa Modoni Ravalli, attualmente sotto procedura fallimentare. Il centurione ‘Naomo’ Lodi e il capo col codino Alan Fabbri guidano la protesta che l’immaginifica prosa di Matteo Langone del Resto del Carlino così racconta: “Partito dalla villa incriminata, il serpentone d’anime protestanti ha percorso via Ravenna. Gaibanella vista dall’alto è, in buona sostanza, un pugno di case tagliate da una croce d’asfalto. La stessa croce che i residenti hanno messo sopra il sindaco e l’assessore. «Tagliani a casa, Sapigni a casa» hanno intonato lungo il tragitto uomini e donne, grandi e piccini. «Dimissioni, dimissioni» hanno proseguito. E c’è di più: c’è la volontà di creare una class action ad hoc contro l’amministrazione comunale «per danno d’immagine». Proteste e proposte, in un pomeriggio in cui Gaibanella ha ascoltato ma anche urlato: un urlo che, complice l’eco dell’aperta campagna, è tornato indietro, come per gioco, ancor più amplificato.

Ma ancor più il turbinio volgare, che ha il fiato corto di ciò che l’amministrazione intende fare e a volte disfare. E cosa sono allora gli orrendi marciapiedi del Lido, coperti da strati di aghi, cacche canine e rifiuti di plastica, che producono un piacevole effetto d’imminente fine estate ancor prima che il clou delle ferie abbia inizio?

Anche i gabbiani tacciono. Solo qualcuno insiste a uccidere colombi e tortore per mangiucchiarli distrattamente sul tetto e sulle terrazze delle ville.

In questo clima da ‘finis mundi’, un meraviglioso articolo di Salvatore Settis, apparso su Repubblica del dieci agosto, difende il latino, la lingua più parlata al mondo (e chi volesse saperne il perché si cerchi l’articolo), e invoca che non venga cancellato dai Licei come possibilità di redenzione europea.

E nel mondo, ormai villaggio unico, si parla di zar, di sultano e di pazzo, intendendo le figure di Putin, di Erdogan e di Trump.

Allora, meglio rifugiarci nella tranquilla banalità del Lido che, per dimostrare la sua originalità, organizza al bagno una festa di Natale, con tanto di renne, neve, ghiaccio e seggiolone di Babbo Natale. Le stagioni, come scriveva il poeta ‘la presente e viva e il suon di lei’ non bastano più: occorre precederle, divorarle, annullarle.

L’inverno a Ferragosto.

Perciò accettiamo il Lido e la sua rassicurante banalità.

Naturalmente il Sindaco di Comacchio continua a non rispondere…

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi