Giorno: 25 Ottobre 2016

Paola Peruffo (FI): Gorino, facile bollare tutti come razzisti

Da: Organizzatori

Credo che nessuno auspicasse la ribalta nazionale sul caso di Gorino.
E ora, naturalmente, è scattata la lotta mediatica tra chi è schierato da una parte e chi dall’altra, con accuse sempre più gravi. Credo che uno dei risvolti più negativi dell’intera vicenda (donne e bambini fortunatamente hanno già trovato sistemazione in altro luogo nda) sia proprio quello di enfatizzare la caccia ai mostri, quella dei buoni contro i cattivi. Ma è troppo semplice additare come "razzisti" gli abitanti di Gorino. Quello che è accaduto è frutto dell’esasperazione a cui tutta l'Italia è sottoposta, in una situazione in continuo peggioramento. Il Governo si sta mostrando lento, incoerente e distaccato dalle realtà sociali in cui i cittadini vivono. Solo ultimamente Renzi sta alzando la voce in Europa, quando i centri di accoglienza sono ormai al collasso da tempo. Non solo la pazienza, anche la macchina burocratica ha evidenti limiti: non si spiegherebbe altrimenti che il sindaco di un comune non sia a conoscenza dell’arrivo di un certo numero di profughi sul territorio che è tenuto ad amministrare. Così come è assurdo che il proprietario di una struttura privata sia soggetto all’ordine di rinunciare a svolgere liberamente la propria attività. Se l’Europa continua a ignorare questi problemi non so che senso abbia fare parte di un’Unione che pretende miliardi senza offrire contropartite credibili e la condivisione delle emergenze. Siamo di fronte a una crisi umanitaria che di certo non si risolverà a breve. Spiace dirlo ma di questo passo il rischio più concreto è quello di trovarsi a fronteggiare proteste ben più gravi di alcuni blocchi stradali.

Cgil Ferrara e Cgil Emilia Romagna sui fatti di Gorino

Da: Cgil

Visti i pesanti e negativi fatti di Gorino la CGIL di Ferrara e la CGIL Emilia Romagna intendono esprimere quanto segue:

Solidarietà ai profughi: bambini, donne, uomini e nuclei familiari che provengono da Paesi in guerra o in condizioni di povertà e di totale deprivazione materiale, in cui non è più possibile vivere. Sostegno alle Istituzioni quando, nel rispetto delle leggi italiane ed europee, lavorano per garantire sia la legalità nei diversi ambiti del vivere quotidiano, che la sicurezza di tutte le persone e i cittadini che, soprattutto in questa fase, sono impegnate a garantire un adeguato, dignitoso e civile livello di accoglienza. Condanna verso ogni forma di violenza, razzismo, xenofobia o strumentalizzazione della paura
per fini politici, che puntano allo scontro sociale, con il mero scopo di incrementare il divario tra poveri. Solidarietà ai Comuni che credono sia importante accogliere in modo non emergenziale ma strutturale, attraverso un’organizzazione seria e di sistema, in grado di affrontare e gestire i diversi ambiti che caratterizzano la convivenza tra persone con culture diverse. Ciò che serve, crediamo, è una progettualità di medio e lungo termine, che preveda, ad esempio, l’ampliamento dei posti SPRAR o l’attivazione di percorsi formativi e di inserimento socio-lavorativo per i migranti, al pari dei cittadini autoctoni disoccupati. Ma è evidente che alimentare l’intolleranza evita anche di poter ragionare con le popolazioni locali così da non affrontare il tema fondamentale che sta nella redistribuzione della ricchezza e nella necessità di garantire giustizia sociale e solidarietà. Azioni o idee diverse, di propaganda o di esclusione dei migranti dal processo di sviluppo economico, sociale e culturale di questo paese, non solo sono anacronistiche ma non porteranno nulla di buono in un mondo che è diventato più povero, meno sicuro, con meno diritti per tutti e più privilegi per pochi. Siamo consapevoli che non esiste una soluzione unica e facile per una società vivibile e sicura e che è sempre più necessario conoscere, informarsi, capire essere capaci di coltivare relazioni e soprattutto mettere in campo percorsi di confronto e condivisione con tutte le parti sociali. Anche per queste ragioni ci appelliamo alla società civile, alle Istituzioni affinché si recuperi lo spirito di solidarietà dimostrato il 24 settembre con la manifestazione “Insieme contro il razzismo’.
Le Segreteria della Camera del Lavoro di Ferrara e la Segreteria CGIL dell' Emilia Romagna

Halloween Sgarabusen a Comacchio per due giorni di divertimento mostruoso

Da: Comune di Ferrara

Il centro storico di Comacchio si accinge a trasformarsi nel regno del divertimento più bizzarro e fantasioso, per rendere omaggio ad un personaggio leggendario, il folletto magico Sgarabusen, che irromperà sulla scena domenica 30 e lunedì 31 ottobre, in occasione della Festa di Halloween.
Questa mattina sotto la Loggia del Grano è stata presentata l’edizione 2016 della Festa Halloween-Sgarabusen, che beneficia del contributo e del patrocinio comunale. Paola Abile (New Star Productions), dal 2013 alla guida dell’evento più originale e di maggior successo tra quelli della programmazione invernale, dopo aver ringraziato tutti i partners che collaborano alla riuscita della manifestazione, ha aperto un focus sul programma, articolato quest’anno su due giornate, quella di domenica 30 ottobre e quella di lunedì 31 ottobre prossimi. ‘Da sempre riponiamo massima attenzione alle famiglie con bambini, ma anche ai giovani – ha esordito la Abile -, ai quali affideremo il gran finale. Quest’anno interverrà un gruppo di musicisti di ispirazione celtica, ‘Futhark M.W.M. Firm’, di fama europea, per proporre una musica di ispirazione medievale, con cornamuse, tamburi ed altri strumenti. Tornerà la compagnia teatrale – ha aggiunto l’organizzatrice -, Accademia Creativa con uno spettacolo piroteatrale realizzato da trampolieri e ballerine, che danzeranno sulle note del mistero del gruppo celtico.” La serata di apertura della festa di Halloween troverà il suo apogeo nello spettacolo serale a Palazzo Bellini con l’attesa cascata di palloni, all’interno dei quali saranno inseriti otto soggiorni-premio sulle nevi di Marilleva (per quattro persone). Durante la conferenza stampa è intervenuto anche Sandro Pozzati (Delta Input), che da anni collabora con Paola Abile, per citare alcune della novità in arrivo. Quest’anno l’accesso dei camper nelle aree riservate non prevede alcuna prenotazione, come invece avveniva in passato. ‘Molti arrivavano nei giorni precedenti la festa per visitare la città – ha commentato Pozzati – comportando disguidi rispetto alle prenotazioni dei camper nei giorni di svolgimento della festa. Per cui l’accesso sarà libero prima, durante e dopo l’evento.’ Grande suspense per scenografie, spettacoli itineranti, creature mostruose pronte ad interagire con i visitatori, con tanto di location da brivido in alcuni punti del centro storico, per fissare i ricordi con suggestivi selfies. Numerosi i premi messi in palio dalle attività commerciali del territorio, che hanno messo a disposizione lettini ed ombrelloni, soggiorni in case vacanze, trattamenti termali. Il “Trucca bimbi Horror”, la Casa delle zucche con la simpatica gara di intaglio “Crea la tua zucca”, a cura di Mariella e Gianna e poi ancora la “Caccia al tesoro maledetto”, a cura dell’associazione H20 e Bar Etrusca arricchiscono il programma della festa, animata anche dalla “ZumbaHorror”, a cura dell’ASD El Movimiento di Beatrice Cavallari e ASD New Dance di Mad Dani. Imperdibile la coreografia dei “Fantasmi volanti”, che dalle ore 19 di lunedì 31 ottobre prenderà il sopravvento in centro storico con 2500 palloni gonfiabili, che saranno distribuiti ai visitatori dai trampolieri. I palloni si gonfieranno correndo. Il gruppo di lettori volontari itineranti “A stile libro”, come ha spiegato Giuseppe Gardellini, offrirà il proprio contributo con letture di racconti a voce alta in tema. Non può mancare la Zombie walking, legata anche quest’anno al contest fotografico, che sino a gennaio consentirà di pubblicare e votare lo scatto più “orrendo”. Come nelle edizioni precedenti, è prevista la premiazione della vetrina che più si è messa in vista con allestimenti horror. I mostri della barca fantasma, allestita dalla compagnia dialettale ‘Al batal’, assicurano anche quest’anno sorprese con esibizioni…da paura. Sarà l’assessore al turismo Sergio Provasi a premiare i vincitori nell’arena di Palazzo Bellini, durante lo spettacolo serale di domenica 30 ottobre. Analoga premiazione per il miglior intaglio di zucca. Il programma della due giorni di Halloween-Sgarabusen è in continuo aggiornamento sul sito www.comacchio.it
Come ha sottolineato l’Assessore al Turismo Sergio Provasi, dopo aver ringraziato Paola Abile, Sandro Pozzati, le associazioni culturali, il Volania Calcio ed i commercianti che con impegno stanno adoperandosi per la miglior riuscita dell’evento, ‘si è voluta concentrare la festa su due giorni per far vivere intensamente al centro storico di Comacchio una straordinaria opportunità di richiamo turistico. Eventi di questo tipo – ha aggiunto l’assessore – fanno conoscere e riscoprire Comacchio. Contiamo che il tempo ci dia una mano.’

La newsletter del 25 ottobre 2016

Da: Comune di Ferrara

SERVIZIO COMMERCIO – Provvedimenti in vigore nelle serate da venerdì 28 a lunedì 31 ottobre 2016
Per il ‘ponte’ di Ognissanti aperture notturne prolungabili per bar e ristoranti
25-10-2016

Per favorire l’ampliamento dei servizi offerti ai cittadini e ai turisti, durante le serate dal 28 al 31 ottobre 2016 l’Amministrazione comunale di Ferrara consente ai pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (bar e ristoranti) del territorio deroghe ai consueti orari di chiusura.
A prevederlo è un’ordinanza del Sindaco (P.G. 0118761/16) in base alla quale sarà consentita la protrazione dell’attività serale e notturna dei locali fino alle 3 del giorno successivo nelle serate dal venerdì 28 al lunedì 31 ottobre 2016.

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Mercoledì 26 ottobre alle 17 conferenza di Pietro Fallica
Con la “Gita Bodh” un’introduzione allo studio della Bhagavad Gita
25-10-2016

Sarà dedicato al libro di Swami Bidyananda Giri dal titolo ‘Gita Bodh – Luce sulla Bhagavad Gita’ il nuovo incontro di approfondimento sulle filosofie e i testi della spiritualità indiana, a cura del traduttore ed editore Pietro Fallica, che si svolgerà mercoledì 26 ottobre alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. L’incontro, aperto a tutti gli interessati, sarà introdotto da Marcello Girone Daloli.

“Gita Bodh” è un’ottima introduzione allo studio della Bhagavad Gita – la sacra scrittura più importante dell’India. Lo scopo principale è l’elevazione dell’uomo dallo stato umano a quello divino, promuovendo la realizzazione della propria natura divina.
Il libro è arricchito dai commenti spirituali di Lahiri Mahasaya la cui profonda interpretazione yogica, alla luce del Kriya Yoga, illumina incommensurabili profondità.
Pietro Fallica è un attento conoscitore della cultura e della tradizione spirituale indiana. Laureato presso l’Istituto Orientale della Sapienza di Roma, ha trascorso anni di studio e ricerca spirituale in India. Vive e lavora ad Assisi e da circa quarant’anni – con le Edizioni Vidyananda – traduce, pubblica e diffonde testi della tradizione spirituale indiana. (www.vidyananda.it)

DECENTRAMENTO E BENI MONUMENTALI – Domenica 30 ottobre e domenica 6 novembre in compagnia di Francesco Scafuri dell’Ufficio comunale Ricerche Storiche
‘Alla scoperta del nostro territorio’ con passeggiate culturali nelle frazioni di San Bartolomeo in Bosco e Mizzana
25-10-2016

Appuntamento domenica 30 ottobre (alle 11.30) a San Bartolomeo in Bosco e domenica 6 novembre (alle 11) a Mizzana alle prime passeggiate culturali nelle frazioni ferraresi “alla scoperta del nostro territorio”. L’iniziativa, coordinata e organizzata dell’Ufficio comunale Ricerche Storiche/Sevizio Beni Monumentali-Centro Storico, è promossa da Assessorato ai Lavori Pubblici/Beni Monumentali in collaborazione con Assessorato al Decentramento/Sport, parrocchie di San Bartolomeo in Bosco e di Mizzana e associazione De Humanitate Sanctae Annae.

Modalità e caratteristiche dei percorsi sono stati presentati in mattinata (martedì 25 ottobre) nella residenza municipale dagli assessori ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi e a Sport/Decentramento Simone Merli e dal responsabile dell’Ufficio Ricerche Storiche del Comune di Ferrara Francesco Scafuri. Erano inoltre presenti il capo settore Opere Pubbliche e Mobilità Luca Capozzi, i relatori Carlo D’Onofrio, Paolo Sturla Avogadri e Gianluca Lodi, don Alessio Grossi e don Paolo Cavallari.

‘Voluto da Sindaco e Assessorati ai Lavori Pubblici/Beni Monumentali e al Decentramento/Sport, – ha affermato Francesco Scafuri – questo nuovo ciclo, che speriamo di proseguire in primavera, vuole offrire la possibilità anche alle frazioni di partecipare a vere e proprie passeggiate culturali, incentrate sulla storia e sulle vicende curiose, alla scoperta di chiese e monumenti di pregio. Alle iniziative sono ovviamente invitati tutti i ferraresi e insieme a loro anche i turisti’.
‘In questi anni – ha ricordato l’assessore Aldo Modonesi – abbiamo messo in campo appuntamenti importanti, grazie anche alla collaborazione con Francesco Scafuri e con l’associazionismo, che ci hanno consentito di conoscere le eccellenze storiche e artistiche della nostra città. Un progetto di grande efficacia, – ha poi aggiunto – che abbiamo ora deciso di estendere anche al territorio comunale, formato da molteplici frazioni, ciascuna delle quali portatrice di identità e storia importanti e spesso sconosciute’.
‘Chi nasce e cresce in una frazione – ha aggiunto Simone Merli – conserva poi negli anni un forte senso di identità e un profondo amore per la propria terra. Il nostro è un territorio in evoluzione che non può trascurare la conoscenza delle sue molte realtà. Spero sia anche la gente di città a partecipare a questi itinerari culturali, approfittando dell’occasione per apprezzare ambienti ed emergenze artistiche a volte solo sfiorati in un passaggio o nella visita ad una sagra’.

‘Alla scoperta del nostro territorio’ – Passeggiate culturali nelle frazioni di – San Bartolomeo in Bosco e Mizzan

– San Bartolomeo in Bosco
Domenica 30 ottobre 2016 ore 11,30
Luogo di ritrovo: sagrato della chiesa, via Masi 174
Itinerario storico-artistico in compagnia di Carlo D’Onofrio e Francesco Scafuri

– Mizzana
Domenica 6 novembre 2016 ore 11
Luogo di ritrovo: chiesa di Santa Maria Annunziata di Betlemme, via Modena 208
Escursione culturale tra la chiesa e l’antica magione, sulle tracce dei Templari,
con Paolo Sturla Avogadri, Gianluca Lodi, Carlo Magri e Francesco Scafuri

Il Comune di Ferrara già da tempo promuove e organizza, tra l’altro, inedite escursioni storico-artistiche quasi sempre in città, che vedono spesso la partecipazione di un pubblico numerosissimo.
Con questa iniziativa si vuole offrire la possibilità anche agli abitanti delle frazioni attorno a Ferrara di partecipare a percorsi storico-artistici, cominciando da San Bartolomeo in Bosco e Mizzana: si tratta di vere e proprie passeggiate culturali, alla ricerca delle nostre radici, durante le quali gli esperti porranno al centro dei loro interventi la storia, le vicende più curiose e interessanti riguardanti le due località. Ma agli incontri potrà prendere parte chiunque sia interessato a scoprire aspetti poco noti del territorio ferrarese, perciò l’intento è quello di coinvolgere tutti i residenti del Comune e quei turisti interessati ai singoli temi trattati di volta in volta. Lo scopo, altresì, è quello di far conoscere e valorizzare i principali beni monumentali, le chiese e gli edifici di pregio che nobilitano le strade e le piazze dei piccoli paesi, cui molti dei loro abitanti sono legati fin dalla nascita.
Se le due escursioni incontreranno il favore del pubblico, come auspicato, potranno essere considerate come le prime di una serie di analoghe manifestazioni, che l’Amministrazione Comunale ha in animo di promuovere in altre frazioni del Comune anche per il prossimo anno.
Durante la breve passeggiata a San Bartolomeo in Bosco i relatori ricorderanno le vicende storiche riguardanti il paese; richiameranno, inoltre, l’attenzione dei partecipanti su alcuni tra gli edifici più significati della frazione, come le scuole elementari (1911-12) e la chiesa attuale (consacrata nel 1959), sorta in parte sul sedime di quella settecentesca, quest’ultima purtroppo distrutta dai bombardamenti del 22 aprile del 1945, che risparmiarono il campanile del 1786. Sarà anche l’occasione per illustrare la storia di alcuni edifici di matrice razionalista, a partire dall’ex Casa del Fascio (1939), caratterizzata dall’interessante torre “Littoria” e oggi destinata a Caserma dei Carabinieri, mentre ci sarà la possibilità di vedere da vicino la “Nike”, un pregevole monumento ai caduti della Grande Guerra inaugurato nel 1927, che si staglia nel giardino adiacente alle scuole del paese.
Per quanto riguarda Mizzana, l’attenzione dei relatori si focalizzerà, oltre che sulla storia della frazione e delle vie di comunicazione che anticamente rendevano il luogo particolarmente importante, soprattutto sulla chiesa di Santa Maria Annunziata di Betlemme. L’edificio di culto, di origine templare, risale al XII secolo e conserva ancora parte dell’antica struttura medievale di forma circolare, utilizzata parzialmente come abside durante la trasformazione barocca della chiesa, avvenuta nella prima metà del XVII secolo. Si potrà vedere da vicino anche il campanile, ricostruito ex novo nel 1621 (con alcune modifiche successive) utilizzando alla base una campata di un antico portico adelardiano. I relatori ci riporteranno indietro nel tempo, quando cioè nelle immediate adiacenze della chiesa insisteva una magione templare (trasformata nei secoli in civile abitazione ma tuttora esistente), cioè una di quelle case per accogliere i pellegrini, adibita anche a ospedale per malati. La breve passeggia sarà preceduta da un suggestivo video sui Cavalieri Templari realizzato da Carlo Magri, che introdurrà il pubblico ai temi oggetto della visita.

Iniziativa promossa da: Comune di Ferrara – Assessorato ai LL.PP. e Beni Monumentali, in collaborazione con Assessorato al Decentramento e Sport, Parrocchie di San Bartolomeo in Bosco e di Mizzana, Associazione De Humanitate Sanctae Annae.
Coordinamento, organizzazione e testi: Ufficio Ricerche Storiche, Sevizio Beni Monumentali-Centro Storico, Comune di Ferrara.

1.a COMMISSIONE CONSILIARE – Mercoledì 26 ottobre alle 15.30 nella sala Zanotti del Municipio
Esame di delibere di Contabilità e Bilancio

La 1.a Commissione consiliare – presieduta dal consigliere Fornasini – si riunirà mercoledì 26 ottobre 2016 alle 15.30 nella sala Zanotti della residenza municipale. Con relatore l’assessore a Contabilità e Bilancio Luca Vaccari verranno esaminate tre delibere: – Riconoscimento di legittimità di debito fuori bilancio (art. 194 del D.Lgs. n. 267/2000) a seguito della sentenza n. 459/02/16 della Commissione Tributaria provinciale di Ferrara – controversia Comune di Ferrara/Ascom srl; – Variazioni al Bilancio di Previsione 2016-2018. Applicazione all’Esercizio 2016 del Bilancio di previsione 2016-2018 di parte dell’avanzo di amministrazione 2015; – Variazione al Programma Triennale dei Lavori pubblici 2016-2018, al Documento Unico di Programmazione – DUP 2016-2019 e conseguente variazione di Bilancio di Previsione 2016-2018.

TEMPO LIBERO – Sabato 29 e domenica 30 ottobre nel palazzo della Racchetta in via Vaspergolo 4-6
Due giorni dedicati a “Oasi benessere” con conferenze e laboratori
25-10-2016

Sabato 29 e domenica 30 ottobre 2016 nel palazzo della Racchetta in via Vaspergolo 4-6 si svolgerà l’11° edizione della manifestazione olistica “Oasi benessere” che da Gambulaga si sposta nel cuore del centro medievale di Ferrara.
L’ingresso per il pubblico è gratuito e il programma molto vario può soddisfare qualsiasi esigenza e curiosità. Nelle due giornate vengono proposte 8 conferenze, 20 workshop, 17 operatori con massaggi di tutti i tipi , un mercato legato al mondo olistico e un angolo ristoro tutto vegetariano e vegano.
L’inaugurazione del’iniziativa, patrocinata dal Comune di Ferrara, avverrà sabato mattina alle 9,30 con la meditazione “Alla ricerca della felicità” con Alak Rinpoche accompagnato dai suoni delle campane tibetane di Roberto Piscitelli.

Gli organizzatori Antonella Giorgio e Roberto dell’associazione Ajna asd ringraziano tutti i partecipanti e il pubblico che hanno creduto nella loro manifestazione.
Per vedere il programma si può visitare il sito oasibenessere.biz – la pagina Facebook o chiamare il numero 339 3077544.

Giovedì 27 ottobre alle 11 nella sede della Cittadella San Rocco (corso Giovecca 203)
Presentazione dell’attività di segretariato socio sanitario nell’ex ospedale
25-10-2016

Giovedì 27 ottobre 2016 alle 11 nella sede della Cittadella San Rocco Ferrara, in corso Giovecca 203 (sala riunioni di Distretto e di cure primarie, settore 4 scala A, 1° piano), si terrà la conferenza stampa congiunta di Ausl (Azienda Unità sanitaria locale) e ASP-Centro servizi alla persona di Ferrara per presentare l’avvio dell’attività di segretariato socio sanitario nella Casa della salute-Cittadella di San Rocco.

All’incontro parteciperanno il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, il direttore generale dell’Azienda Usl Ferrara Claudio Vagnini, la presidente ASP Ferrara Angela Alvisi, la direttrice generale ASP Ferrara Federica Rolli, la direttrice del Distretto Centro Nord AUSL Ferrara Chiara Benvenuti.

RACCOLTA DIFFERENZIATA – Tappa ferrarese in piazza Castello della campagna CircOLIamo
Ferrara, raccolte 1280 tonnellate di oli lubrificanti usati
25-10-2016

Si è svolta questa mattina, martedì 25 ottobre in piazza Castello (all’interno del villaggio CircOLIamo) la conferenza stampa convocata in occasione dell’arrivo a Ferrara di ‘CircOLIamo’, campagna educativa itinerante del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati. All’incontro con i giornalisti – incentrato sui temi: Oli lubrificanti usati, rischi per l’ambiente e opportunità per l’economia nazionale e locale – erano presenti, tra gli altri, Franco Barbetti, direttore tecnico operativo del COOU, Alessio Stabellini, dirigente del Servizio Ambiente del Comune di Ferrara, in rappresentanza dell’assessora Caterina Ferri.

Il COOU: isole ecologiche soluzione al problema dei fai da te

Ferrara, 25 OTTOBRE 2016 – Oltre 1280 tonnellate di oli lubrificanti usati raccolte a Ferrara nel 2015, su un totale di 16350 tonnellate recuperate nella Regione Emilia Romagna. Sono i dati resi noti dal Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati nella conferenza stampa che si è tenuta nell’ambito di CircOLIamo, la campagna educativa itinerante che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni locali sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati. Questa mattina i ragazzi delle scuole hanno visitato il villaggio CircOLIamo partecipando agli educational loro dedicati e sfidandosi a “Green League”, il progetto che prevede un sistema di giochi online finalizzati all’educazione ambientale.

‘Siamo molto soddisfatti di questa tappa a Ferrara del tour di COOU – ha dichiarato in merito all’iniziativa CircOLIamo l’Assessore all’Ambiente del Comune di Ferrara, Caterina Ferri – ; recentemente di concerto con il gestore Hera sono state potenziate le postazioni di raccolta degli oli usati in città, passando da 8 a 23, e la campagna educativa va nella direzione che ci poniamo, quella di recuperare al meglio ogni frazione di rifiuto, per migliorare l’ambiente e creare una cultura della sostenibilità sempre più diffusa’.

Nel 2015 il Consorzio – che coordina l’attività di 73 aziende private di raccolta e di 4 impianti di rigenerazione – ha raccolto in tutta Italia 167.000 tonnellate di olio lubrificante usato, un dato vicino al 100% del potenziale raccoglibile. “I risultati sono soddisfacenti – ha spiegato Franco Barbetti, direttore tecnico operativo del COOU – ma il nostro obiettivo resta quello di raccoglierne il 100%”. Per questo motivo il Consorzio ha ideato la campagna educativa itinerante CircOLIamo, che in due anni toccherà tutti i capoluoghi di provincia italiani; una campagna a zero emissioni, perché la quantità di CO2 generata sarà compensata attraverso interventi di forestazione in grado di assorbire la CO2 immessa in atmosfera.

‘La piccola parte che sfugge ancora alla raccolta – ha continuato Barbetti – si concentra soprattutto nel ‘fai da te’: per intercettarla abbiamo bisogno del supporto delle amministrazioni locali per una sempre maggiore diffusione di centri di raccolta adibiti anche al conferimento degli oli lubrificanti usati’. Attivo dal 1984, il COOU ha contribuito con il proprio lavoro a ridurre in misura significativa non solo l’inquinamento ambientale, ma anche i consumi di acqua, materia e suolo. L’effetto positivo sul consumo di acqua (water footprint) ha portato a un risparmio netto cumulato di 2,3 miliardi di m3 di oro blu; trent’anni di recupero degli oli usati hanno consentito inoltre di evitare il consumo di 6,4 milioni di tonnellate di materia prima vergine (material footprint), mentre dall’analisi di carbon footprint del sistema emerge un risparmio netto cumulato di emissioni climalteranti di 1,1 milioni di tonnellate di CO2 equivalente; grazie al riciclo degli oli come basi lubrificanti rigenerate sostitutive di basi lubrificanti vergini, è stato risparmiato il consumo di 7.306 ettari di suolo (land footprint).

Telefonando al numero verde del Consorzio, 800 863 048 o collegandosi al sito www.coou.it, è possibile avere informazioni su come smaltire correttamente il proprio olio usato e il recapito del raccoglitore più vicino. L’olio usato può essere estremamente dannoso per l’ambiente e per la salute umana: 4 kg d’olio – il cambio di un’auto – se versati in acqua inquinano una superficie grande quanto un campo di calcio. Ma questo rifiuto costituisce al contempo una importante risorsa economica per il nostro Paese, perché può essere rigenerato e tornare a nuova vita con le stesse caratteristiche del lubrificante da cui deriva; dal 1984 ad oggi la rigenerazione dell’olio lubrificante ha consentito un risparmio complessivo di 3 miliardi di euro sulle importazioni di petrolio del nostro Paese.

CONSERVATORIO – Giovedì 27 ottobre appuntamento conclusivo nella Casa dell’Ariosto
Ultima giornata dedicata al flauto antico e moderno
25-10-2016

Giovedì 27 ottobre alle 16 alla Casa di Ludovico Ariosto (via Ariosto 67) appuntamento conclusivo dell’edizione 2016 di “Le giornate del flauto antico e moderno”, un ciclo di conferenze e concerti dedicato al flauto, alla sua evoluzione nei secoli e al suo ruolo nella storia della musica occidentale.
In apertura alle 16 la conferenza dedicata alla scuola flautistica di Nicolas Dothel a Firenze a fine Settecento a cura di Luisa Curinga, flautista e musicologa, titolare della cattedra di flauto al Conservatorio “G. B. Pergolesi” di Fermo e docente di educazione musicale al dipartimento di scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo dell’Università di Macerata.
Seguirà alle 17 un concerto con musiche per flauto di autori legati alla scuola flautistica fiorentina di fine Settecento, a coronamento del seminario tenuto da Giovanni Lazzari, docente di flauto al Conservatorio di Ferrara. In programma pagine di Dothel, Lidarti, Campioni, Nardini e Tartini.

Comunicato pubblicato su Cronacacomune del 6 ottobre 2016
Da sabato 15 a giovedì 27 ottobre 2016 al via “Le giornate del flauto antico e moderno”, una serie di conferenze e concerti per la seconda edizione della rassegna in programma. Conferenze alle 16, concerti alle 17.

1) Sabato 15 ottobre 2016, Palazzo Bonacossi – Conferenza: Francesco Aldi, Gianni Lazzari e Riccardo Rinaldi (conservatorio di Rovigo) “I recenti metodi italiani per flauto”. Concerto di quartetti di flauti: musiche del Rinascimento, del Novecento e Jazz. Febo Ensemble: Eloisa Ferrari, Hou Mingyi, Giulia Pareschi, Laura Trapani – Flit Flutes: Francesco Aldi, Naima Sorrenti, Laura Castro e Alessia Oliva – Fresco Flutes: Stefano Pederzani, Beatrice Sisana, Emmanuela Susca, Sandro Tognazzo
2) Giovedì 20 ottobre, Casa dell’Ariosto – Conferenza Gianni Lazzari ‘A orecchio e a mente: contributi settecenteschi alla didattica flautistica”. Concerto: “Il flauto alla Corelli’, musiche di A. Corelli, F. Couperin, J. Hotteterre, G. Sammartini, G. Ph. Telemann. Gianni Lazzari, Federico Corrado, Pia Naider, Pedro Alcàcer
3) Sabato 22 ottobre, Palazzo Bonacossi – Conferenza: incontro con Giulia Biffi “Nuove tecniche per nuove musiche per flauto”. Concerto per flauto solo di Giulia Biffi: musiche del Novecento tra tradizione e avanguardia. Giornata dedicata ad Annamaria Morini
4) Giovedì 27 ottobre, Casa dell’Ariosto – Conferenza: Luisa Curinga (conservatorio di Fermo) “La scuola flautistica di Nicolas Dothel a Firenze a fine Settecento” Concerto: Saggio di musiche per flauto di autori che legati alla scuola di flauto fiorentina di fine Settecento, a termine del seminario condotto da Gianni Lazzari: musiche di Dothel, Lidarti, Campioni, Nardini, Tartini.

SERVIZIO GIOVANI – Giovedì 27 ottobre si apre il bando per la 4.a edizione del progetto. Scade il 25 novembre.
Torna “Futuro possibile” rivolto ai giovani disoccupati
25-10-2016

Parte la IV edizione del progetto ‘Futuro possibile’, rivolto ai giovani disoccupati. Il bando verrà aperto giovedì 27 ottobre e sarà possibile presentare la proopria candidatura fino al 25 novembre 2016.

Il Servizio Giovani del Comune di Ferrara indice una selezione pubblica per la partecipazione al progetto “Futuro possibile” finalizzato alla creazione di laboratori di ricerca attiva di lavoro e rivolto a 16 giovani, articolato in due fasi: la prima prevede la creazione di 2 laboratori per l’orientamento e l’attivazione alla ricerca di lavoro (job club) e la seconda l’attivazione di percorsi di formazione in azienda della durata di 2 mesi che facilitino l’approccio al mercato del lavoro.

FASE 1 – JOB CLUB
La prima fase si articola in 5 incontri che mirano a costruire un percorso sia motivazionale che informativo che porti all’auto attivazione dei ragazzi nella ricerca del lavoro. Ogni incontro settimanale della durata di 3 ore svilupperà tematiche diverse, complessivamente tese alla definizione di sé, alla costruzione di una propria possibile identità lavorativa ed alla acquisizione delle informazioni di base necessarie per attivarsi nella ricerca di lavoro. I temi che tratteremo sono: motivazione e orientamento alla ricerca del lavoro, acquisizione della consapevolezza di abilità e potenzialità personali, miglioramento della risoluzione dei problemi e del senso critico, percezione di sé nel mondo del lavoro, ricerca attiva e conoscenza del sistema lavorativo e formativo; curriculum, lettera di presentazione e colloquio di lavoro.

FASE 2 – PERCORSI FORMATIVI IN AZIENDA
Ai partecipanti che porteranno a termine il percorso orientativo (vedi fase 1), verranno proposte delle esperienze di formazione in azienda di 2 mesi, dal lunedì al venerdì per un totale di 30 ore settimanali, presso associazioni, enti e aziende partner. Le mansioni varieranno a seconda della realtà ospitante e verranno attentamente illustrate ai giovani partecipanti.
Ai partecipanti verrà corrisposto un compenso totale di 800 euro.
La partecipazione è riservata a 16 giovani disoccupati di età compresa tra i 20 ed i 25 anni residenti nei comuni di Ferrara, Voghiera e Masi Torello.
I laboratori verranno svolti presso l’Informagiovani di Ferrara.
La scadenza per la presentazione delle domande è il 25 novembre 2016.
Il progetto è promosso dal Servizio Giovani del Comune di Ferrara in collaborazione con i Servizi per l’Impiego ed il Centro Studi Opera don Calabria “Città del ragazzo” di Ferrara ed è finanziato dal Fondo Sociale Locale del Piano del Benessere Sociale e Sanitario del Distretto Centro Nord.

Il bando ed il modulo per la domanda sono scaricabili nei seguenti siti:
– www.informagiovani.fe.it
– www.occhiaperti.net
– www.comune.fe.it

o ritirabili presso l’Agenzia Informagiovani di Ferrara (piazza Municipale, 23) a cui ci si può rivolgere anche per ulteriori informazioni: informagiovani@comune.fe.it

INTERROGAZIONI E INTERPELLANZE – Presentate dai gruppi M5S e FdI/AN in Consiglio comunale
Richieste in merito a manufatti pericolosi in piazza Ariostea e alla presenza di profughi in via Lega Lombarda
25-10-2016

Queste l’interrogazione e l’interpellanza pervenute:

– la consigliera Morghen (gruppo M5S in Consiglio comunale) ha interrogato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi in merito a manufatti pericolosi in piazza Ariostea.

– il consigliere Spath (gruppo FdI/AN in Consiglio comunale) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessora alla Sanità Chiara Sapigni in merito alla presenza di profughi in via Lega Lombarda.

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella seduta del 25 ottobre 2016
Il manoscritto de ‘Il Giardino dei Finzi Contini’ in esposizione a Tel Aviv, approvato prelevamento dal Fondo di Riserva ed elenco di organizzatori di eventi in città
25-10-2016

Con la riunione odierna, che si è svolta nella sede del nido ‘Le Girandole’ in via Colagrande a Ferrara, ha preso il via la serie di incontri mensili della Giunta del Comune di Ferrara programmati all’interno degli istituti educativi comunali per la prima infanzia. Obiettivo dell’iniziativa, come spiegato dal sindaco Tiziano Tagliani è quello di “avvicinare sempre più gli organi istituzionali alla vita dei servizi e dei cittadini. […] Con questi incontri di Giunta, avremo anche l’occasione per confrontarci direttamente con gli operatori e riflettere sullo stato dei servizi educativi ferraresi che in questi ultimi anni hanno subito profonde trasformazioni, mantenendo un’alta qualità dell’offerta formativa, e sulle sfide per il futuro in chiave innovativa”.
Nel corso della mattinata, al termine della trattazione degli argomenti all’ordine del giorno, i componenti della Giunta hanno incontrato il personale e i piccoli allievi del nido che li ha ospitati.

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 25 ottobre:

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani e Personale, vicesindaco Massimo Maisto:
Il manoscritto de ‘Il Giardino dei Finzi Contini’ in esposizione a Tel Aviv per la visita del Presidente Mattarella
Il manoscritto autografo di Giorgio Bassani de ‘Il Giardino dei Finzi Contini’, di proprietà del Comune di Ferrara, sarà esposto all”Eretz Israel Museum’ di Tel Aviv in occasione della visita di Stato del Presidente della Repubblica italiana prevista dal 29 ottobre al 2 novembre prossimi. L’opera, donata al Comune di Ferrara nel maggio scorso da Ferigo Foscari, e conservata nella sede della biblioteca comunale Ariostea, sarà infatti concessa in prestito al museo israeliano per la sua esposizione nell’ambito delle iniziative culturali in programma per l’imminente visita di Sergio Mattarella.

Assessorato alla Contabilità e Bilancio, Partecipazioni, assessore Luca Vaccari
(note a cura dell’Assessorato):
Prelevamento dal Fondo di Riserva
La Giunta ha deliberato un ulteriore prelevamento dal Fondo di Riserva pari a 120.121,40 euro. Tale somma viene trasferita all’Asp Centro Servizi alla Persona, per fare fronte alla perdita che il Consiglio di Amministrazione della stessa ASP ha stimato per l’esercizio 2016 e che è dovuta a costi sostenuti e anticipati per la gestione dei richiedenti asilo (stante il ritardo dei pagamenti da parte della Prefettura), oltre che ad alcune riduzioni di entrate.

Accensione anticipazione di Tesoreria
La Giunta ha inoltre approvato un adempimento ordinario propedeutico all’attivazione di anticipazioni di Tesoreria, che si dovessero rendere necessarie nel 2017 per sopperire a eventuali, temporanei sfasamenti nei flussi in entrata e in uscita. Da evidenziare che, fino ad oggi, non è mai stato necessario fare ricorso a tali anticipazioni.

Assessorato al Commercio, Semplificazione Amministrativa, Servizi Informatici, Patrimonio, assessore Roberto Serra
Approvato l’elenco degli organizzatori di eventi nel territorio comunale
Sono una cinquantina i soggetti privati, organizzatori di eventi e manifestazioni nel territorio comunale con particolare interesse pubblico, che sono stati inseriti nell’apposito elenco approvato stamani dalla Giunta e previsto dal Regolamento comunale di occupazione del suolo pubblico. In base a una recente modifica di quest’ultimo Regolamento, i soggetti inseriti nell’elenco, qualora, nell’ambito delle proprie manifestazioni, intendano adibire aree allo svolgimento di attività commerciali, potranno usufruire di un canone scontato dell’80%. L’elenco potrà essere aggiornato o modificato, anche ad intervalli quadrimestrali.

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:
Prorogata la convenzione con il Tennis Club Giardino per l’uso del Centro Sportivo di via Ortigara
Sarà prorogata fino al 30 giugno prossimo la convenzione fra il Comune di Ferrara e l’Asd Tennis Club Giardino per l’uso e la gestione, da parte di quest’ultimo, del Centro Sportivo di via Ortigara 10, per consentire la conclusione dei corsi di avviamento al tennis dei bambini iscritti alla scuola dell’Asd stessa.
Il Centro sportivo, inserito nel complesso immobiliare fra via Ortigara e viale IV Novembre, di proprietà regionale e affidato in gestione al Comune, è oggetto di una procedura, curata dal Comune stesso e attualmente in corso, per il suo nuovo affidamento in concessione.

Assessorato alla Pubblica Istruzione, Pari Opportunità, Cooperazione Internazionale, assessore Annalisa Felletti:
Sostegno al progetto ‘Promemoria Auschwitz 2016′
E’ di 3mila euro il contributo comunale che sarà erogato all’associazione di promozione sociale Deina a sostegno delle spese per la realizzazione del progetto ‘Promemoria Auschwitz 2016′ giunto alla sua terza edizione. Il progetto ha visto la partecipazione di 17 giovani ferraresi che nel febbraio scorso hanno compiuto una visita al campo di Auschwitz-Birkenau, con incontri e laboratori durante il viaggio e in fase successiva con la restituzione alla cittadinanza dell’esperienza realizzata.

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell’Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818

FORMAZIONE E LAVORO – Da giovedì 3 novembre al 14 dicembre i laboratori gratuiti per under 35 a Wunderkammer (via Darsena 57)
Come comunicare efficacemente nel mondo del lavoro
25-10-2016

Sono stati presentati lunedì 24 ottobre nella sede del consorzio Wunderkammer i laboratori di comunicazione gratuiti “Comunicare efficacemente nel mondo del lavoro”. Gli incontri formativi sono rivolti ai giovani fino a 35 anni e si terranno dal 3 novembre al 14 dicembre 2016 nei locali di Wunderkammer (via Darsena 57). L’iniziativa è promossa e organizzata dall’ente formativo Centoform (centoform.it) in collaborazione con lo stesso consorzio.

Come comunicare efficacemente nel mondo del lavoro? Quale ruolo ha la comunicazione in una società dove le informazioni costituiscono un grande mare nel quale è spesso impegnativo navigare? E più concretamente come affrontare la comunicazione nelle imprese, alla ricerca di un lavoro dando il meglio di sè? Centoform (ente formativo centese www.centoform.it) in collaborazione con il consorzio Wunderkammer hanno promosso 5 incontri gratuiti pomeridiani tra novembre (il 3, il 9 ed il 23) e dicembre (il 1 ed il 14) – sempre negli spazi di via Darsena 57 a Ferrara – per fornire gli strumenti per rispondere a queste domande e alle “Esigenze scaturite dal tavolo comunale sull’emergenza Lavoro di contribuire in modo concreto e funzionale per dotare i giovani di strumenti di comunicazione – spiegano all’unisono Stefania Casalini e Simona Casalini di Centoform responsabili del progetto – una serie di laboratori sui quali Centoform si è impegnata concretamente a dare copertura immediata, secondo un format il più possibile smart e di uso immediato. La prima di una serie di future iniziative dedicate all’emergenza Lavoro”.

Cinque i pomeriggi dome si diceva che affronteranno elementi della comunicazione personale ed interpersonale (Presentare se stessi o Gruppi di lavoro, lavori di gruppo) o ancora la Gestione dei conflitti. In dicembre poi due temi di particolare attualità: come parlare in pubblico e gestire l’ansia: taglio concreto su elementi che si riscontrano nella quotidianità.

A chiudere la presentazione l’intervento dell’assessora Caterina Ferri: “Il tavolo per il Lavoro a Ferrara è la declinazione locale del Patto del Lavoro regionale. Si tratta di un progetto, ancora in corso, che ha coinvolto Enti, Istituzioni, Associazioni ed Enti di Formazione che ha trovato importanti punti di confronto per affrontare l’emergenza lavoro sopratutto sul versante giovanile. Il mio plauso va a Centoform – conclude l’assessore – che ha saputo dare e gambe e testa ad un prima azione concreta in questa direzione’.

Per info o per iscriversi (i posti sono limitati) basta inviare una mail a simona.mantovani@centoform.it oppure a stefania.casalini@centoform.it o telefonare allo 051 6830470.

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 27 ottobre alle 11 nella sala dell’Arengo della residenza municipale
Presentazione di ‘Inizio cantiere ‘Adotta una colonna’ – Restauro del colonnato di piazza Municipale con il contributo ART BONUS’
25-10-2016

Giovedì 27 ottobre 2016 alle 11, nella sala dell’Arengo della residenza municipale, si terrà una conferenza stampa per la presentazione di “Inizio cantiere ‘Adotta una colonna’ – Restauro del colonnato di piazza Municipale (lato ovest) e del portale su via Garibaldi realizzato grazie al contributo ART BONUS’.

All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi, il capo settore Opere Pubbliche e Mobilità Luca Capozzi, la dirigente del Servizio Beni Monumentali Natascia Frasson, la presidente della Fondazione dei Geometri Daniela Ferraresi Goldoni e la consigliera Daniele Bregoli, il direttore di Ascom Confcommercio Ferrara Davide Urban, l’amministratore delegato Gruppo di Comunicazione Dinamica Media srl Raffaele Maragno con gli sponsor e i privati che hanno sostenuto l’iniziativa.

ARCI e le barricate di Goro e Gorino

Da: Arci Ferrara

Questa notte a Goro e Gorino, in Provincia di Ferrara, sono state allestite barricate per impedire l’arrivo, per decisione prefettizia, di un pullman che portava ben 12 (dodici) donne migranti (una di queste in cinta) in un ostello. Donne traumatizzate da viaggi pericolosi e povertà assoluta condannate nuovamente ‘alla deriva’, nonostante l’impegno di volontari e militari impiegati nei soccorsi di cui si ha quotidianamente cronaca. Donne costrette a vivere una notte in una caserma, dopo un viaggio e violenze terribili, bloccate da cittadini irrispettosi dell’interesse pubblico che ragionano solo secondo la difesa di interessi particolari per diffidenza pregiudiziale. Non può l’esasperazione dei cittadini trasformarsi in un gesto di simile intolleranza. l’accoglienza è un servizio pubblico, previsto per legge, che non può essere impedita. La decisione prefettizia non è la modalità che come Arci auspichiamo, ma nello stesso tempo non possiamo tollerare reazioni così tremende come quelle che si sono verificate questa notte. Serve un maggior ruolo di programmazione e regia che dovrebbe essere sempre guidato dagli enti locali nel loro complesso, con la fattiva collaborazione delle reti sociali sul territorio, il Terzo Settore in primis. Come Arci lo diciamo da sempre, in quanto solo con una valutazione dell’impatto sociale e la promozione della mediazione sociale di soggetti competenti nella comunità che accoglie è possibile non alimentare derive profondamente razziste. C’è bisogno di uno sforzo da parte di tutti perché all’accoglienza materiale, imprescindibile per le persone, si accompagni una intensa, decisa e irrinunciabile azione di ripristino della cultura dell’accoglienza. C’è bisogno di dire con forza che a questo spettacolo senza cuore e senza testa, non vogliamo più assistere. Non possiamo essere soli a sostenere questo, ma al di là delle ripercussioni elettorali che questi temi alimentano, restiamo umani e chiediamo alla politica di ogni livello territoriale che si pronunci e si attivi per mantenere la rete sociale dove ancora esiste e ricostruirla dove appare distrutta.

Nota Urgente del Coordinamento di SEL Ferrara

Da: Organizzatori

Dodici donne, di cui una all’ottavo mese di gravidanza, e sei bambini richiedenti asilo, indirizzati dalla Prefettura a Gorino, sono stati respinti dai locali al grido «se li prendano in casa Renzi e la Boldrini». Una pagina triste ed allarmante di un territorio che in passato ha sperimentato l’accoglienza. Ma non può certo destare stupore che la continua esposizione a messaggi politici spietati, razzisti, che insistono sapientemente sulla contrapposizione brutale tra esseri umani che in realtà potrebbero rivendicare e condividere gli stessi diritti senza reciproche esclusioni, produca simili derive. Che anche i protagonisti evidentemente più fragili delle tragedie umanitarie che si consumano ormai ovunque, vengano percepiti come minacce da espellere, senza suscitare alcuna forma di empatica solidarietà, ci dice quanto radicato sia l’odio nei confronti dei migranti e il risentimento che lo alimenta, più probabilmente generato da condizioni di vita difficili che nulla hanno a che vedere con i fenomeni migratori ai quali stiamo assistendo. Chi fomenta l’odio e semina la paura ha avuto in questi anni nel nostro paese la strada spianata, anche da parte di chi dovrebbe governare un fenomeno ed invece manco è in grado di programmare gli arrivi nei comuni. D’altra parte il razzismo di massa, che da sempre garantisce ampi consensi alla destra più retriva e pericolosa, altro non è che livore inconsapevole che trova sfogo immediato nell’individuazione di falsi colpevoli più semplici destinatari di pregiudizi e violenze. Questa penosa vicenda deve indurci il sentimento costante del rischio che incombe sul nostro paese. Senza indulgere a paragoni drammatici, ci limitiamo a segnalare che la storia, anche recente, deve essere monito perenne, impegniamoci dunque per riscrivere insieme quel patto sociale che consente ai cittadini di sentirsi senza timori parte di una comunità inclusiva.

Il Coordinamento Provinciale
di Sinistra Ecologia Libertà
Federazione di Ferrara

Gorino: la dichiarazione di Marcella Zappaterra

Da: Regione Emilia- Romagna

Zappaterra (PD): ‘La richiesta di dimissioni al Prefetto è assurda. Fatto grave, ma serve dialogo tra Istituzioni per la gestione dei richiedenti asilo’
“Le richieste di dimissioni al Prefetto di Ferrara dott. Tortora non fanno più notizia ormai. – risponde ai consiglieri regionali di Lega Nord e Forza Italia Marcella Zappaterra, consigliera PD – Sono infatti all’ordine del giorno da parte dei gruppi di opposizione da quando si è aperto il confronto sulla gestione dei profughi. Sono richieste semplicemente assurde’.

‘L’approccio alla gestione dei richiedenti asilo dovrebbe essere quello della responsabilità e non certo quello delle barricate. Quanto successo a Gorino è grave considerato che erano coinvolte dodici giovani donne, di cui una incinta. – prosegue Zappaterra – ma se si continua a seminare odio e paura, non devono stupire reazioni irrazionali come quelle di Gorino. Va ristabilito un clima di dialogo, anzitutto tra le istituzioni, poi con i cittadini. Prendersela col Prefetto, che comunque cerca di risolvere un problema, significa non aver compreso nulla e buttare tutto in caciara’.

‘Può essere che qualcuno sia contento per quanto accaduto, io non lo sono. Non lo sono perché il problema non è risolto, perché Ferrara è apparsa a tutti per quello che non è, perché le donne che erano sul pullman sono state respinte come fossero delinquenti e non dei poveri esseri umani disperati e in cerca di aiuto” conclude la consigliera regionale.

Psicologi in aiuto di chi viene da un percorso di accoglienza

Da: L’Ordine degli Psicologi dell’Emilia Romagna

L’Ordine Psicologi Emilia-Romagna ha stipulato una convenzione con Agevolando

L’Ordine degli Psicologi dell’Emilia Romagna ha recentemente stipulato con l’Associazione Agevolando una convenzione che prevede la creazione di un elenco di psicologi-psicoterapeuti disponibili a svolgere prestazioni professionali a favore di giovani di età compresa tra i 15 e i 26 anni che hanno o hanno avuto esperienza di accoglienza in un contesto differente dalla famiglia di origine (comunità per minori, affido familiare o adozione) ad un prezzo agevolato.
Come ricorda Anna Ancona, Presidente dell’Ordine: ‘L’iniziativa rientra nel nostro impegno di aumentare e migliorare i rapporti degli psicologi con le altre istituzioni, per favorire l’accesso alle prestazioni psicologiche e psicoterapeutiche ai soggetti più fragili e, al contempo, facilitare i colleghi nel reperire occasioni lavorative qualificate. In questi anni abbiamo stipulato una convenzione simile con la Fondazione Emiliano Romagnola per le Vittime dei Reati e prosegue la collaborazione con la Guardia di Finanza nell’ambito delle attività di formazione definite dal protocollo d’intesa stipulato dal Consiglio dell’Ordine Nazionale degli Psicologi.’
La convenzione con Agevolando è stata presentata lunedì 24 ottobre presso la sede dell’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna, a Bologna, dal dott. Federico Zullo, Presidente di Agevolando, alla presenza di  rappresentanti di associazioni, comunità e case famiglia. La Presidente dell’Ordine ha sottolineato l’importanza della psicoterapia come momento di elaborazione dei traumi vissuti e come costituzione di un sé stabile mentre le dott.sse Anna Bolognesi e Michela Cicerone di Agevolando hanno illustrato come si sviluppa operativamente la convenzione.

Vivisezione e resurrezione nell’anatomia dell’età moderna’

Da: Università di Ferrara

Prosegue il ciclo di conferenze correlate alla Mostra ‘Il Corpo Svelato. Arte, Anatomia e Ostetricia nella ceroplastica del ‘700′, organizzata dal Sistema Museale di Ateneo e curata dai Professori Silvano Capitani e Marco Bresadola dell’Università di Ferrara, aperta fino all’11 novembre.
Il quarto appuntamento si terrà giovedì 27 ottobre alle ore 17 nell’Aula 1A di Palazzo Turchi di Bagno (c. so Ercole I d’Este, 32), con la conferenza di Andrea Carlino, docente di storia della medicina all’Università di Ginevra, sul tema “Vivisezione e resurrezione nell’anatomia dell’età moderna’.
‘I testi anatomici dell’età moderna – spiega il Prof. Carlino – rivelano sovente una nostalgia per un tempo mitico in cui medici e filosofi avevano la possibilità di osservare i corpi sulla frontiera tra la vita e la morte grazie alla pratica della vivisezione. Pratica efferata per ovvi motivi e inaccettabile nell’età moderna, essa costituisce comunque un orizzonte ideale nelle pratiche autoptiche dei grandi anatomisti di questo periodo. D’altro canto, questa frontiera e il desiderio indicibile di osservare l’interno del corpo umano nel momento stesso in cui la vita sfugge, sono recuperate nelle illustrazioni anatomiche tra Cinque e Settecento’.

Nota politica di alternativa democratica, rifondazione e sel

Da: Organizzatori

Siamo soddisfatti della pronta risposta del sostenitore dell’ idea di portare ad unità le attività dei diversi consorzi turistici di Comacchio: ‘non vogliamo sostituirci al Comune. I grandi eventi non sono di nostra competenza’. Bene. Si cominci allora dal trovare alla missione che il consorzio unitario vorrebbe assolvere una denominazione diversa da ‘Comacchio Eventi’, che proprio alla luce di questa precisazione può ingenerare solo incomprensioni. Per eradicare il pericolo di ulteriori fraintendimenti, vanno invece ricercate nuove e più sapienti sinergie – siamo d’accordo su questo con il Presidente di ‘Visit Ferrara’ – tra pubblico e privato in un tempo di ‘vacche magre’ come l’ attuale. Tali sinergie vanno opportunamente inquadrate e precisate in un urgente piano di sviluppo turistico sostenibile del Comune di Comacchio, che tenga conto, tra l’ altro, dei gravosi impegni istituzionali e finanziari che questo andrà ad assumere con l’ imminente apertura del Museo del Delta Antico e la realizzazione di un ambizioso piano di esposizioni che contribuisca a pubblicizzarne in Italia e all’ estero l’ attività. Per la Giunta, al contrario di quanto sensatamente pensano i più, non solo saremmo in tempo di ‘vacche grasse’, ma ci sarebbe addirittura anche ‘trippa per gatti’. Al punto di non avere mai mosso un dito per evitare che la gestione dell’ istituendo museo, diversamente da Ferrara, Adria, Aquileia e Classe, gravi interamente sulle gracili spalle finanziarie del Comune. Da Barabba a Babbo Natale.
Alternativa Democratica
Rifondazione Comunista
Sinistra Ecologia Libertà

‘Disco di Platino’, nuovo album per i Dance With the bear

Da: Organizzatori

La band Ferrarese che 3 anni fà sbancò Rock Tv, torna con il nuovo album.

Dopo il primo disco ‘I love You, bears’, completamente in lingua inglese che ha riscosso molto successo lungo lo stivale, arriva ‘Disco di Platino’.
Il disco è il primo lavoro dei Dance with the bear completamente in lingua italiana, ed è stato anticipato dai singoli ‘Sputare sulla Gente’ e ‘Non Cadere sulle Spine’, che hanno già riscosso buoni consensi dal pubblico e dalla critica.
Sul nome dell’ album la band scherza : ‘all’inizio volevamo chiamarlo disco di Platano, dato che il nostro Guba ci si è schiantato addosso più volte, poi però abbiamo cambiato in disco di Platino. Motivo? Almeno quando la gente ci chiederà cosa abbiamo fatto nella nostra carriera, gli possiamo rispondere che abbiamo fatto un disco di Platino.’
Il disco è distribuito da Alka record label.

Due ‘special event’ in programmazione per i prossimi giorni all’ Apollo Cinepark

Da: Apollo Cinepark

Sarà il Don Giovanni di Mozart – in programma all’ Apollo Cinepark martedì 25 ottobre alle ore 20.00 – ad aprire la programmazione degli spettacoli dal Metropolitan Opera House di Manhattan nella sala di via del Carbone per questa stagione.

Proiettata in near live e in alta definizione, con la distribuzione da Qmi/Stardust nell’ ambito di Stardust Classic, l’ opera vede la partecipazione del baritono inglese Simon Keenlyside, che debutta nel ruolo del seduttore impenitente in questa versione del capolavoro settecentesco che debuttò a Praga nel 1787.
Aiutato dall’ ingegnoso libretto di Lorenzo Da Ponte, Mozart rielaborò il mito di Don Giovanni da un punto di vista inedito e ironico, in bilico tra comico e tragico. Il pubblico segue il protagonista e il suo servitore, Leporello, in una serie di avventure che iniziano con un duello fatale, oscillano tra l’ umoristico e il sentimentale e terminano con un’ irreversibile condanna all’ inferno. Ad affiancare Keenlyside un grande cast: Paul Appleby (nel ruolo di Don Ottavio), Hibla Gerzmava (Donna Anna), Malin Byström (Donna Elvira), Serena Malfi (Zerlina), Adam Plachetka (Leporello), Matthew Rose (Masetto) e Kwangchul Youn (il Commendatore).

Mercoledì 26, alle ore 21.00, per la rassegna de ‘Il cinema ritrovato’ in collaborazione con la cineteca di Bologna, l’ Apollo propone Freaks di Tod Browning.

Freaks è uno dei più famosi cult movie della storia del cinema (terzo nella classifica dei cult di tutti i tempi stilata da Entertainment Weekly), un film controverso che ai tempi della sua uscita, nel 1932, scatenò aspri dibattiti e che ancora oggi non manca di far riflettere lo spettatore. 
Più che di un horror canonico si tratta infatti di un vero e proprio atto d’ accusa rivolto dai cosiddetti ‘mostri’ (freaks, appunto) ad una società che si vorrebbe normale ma che è fin nel profondo imbevuta di discriminazione.

Solidarietà e consumo consapevole: arriva anche a Ferrara ‘Un pasto al giorno’, iniziativa solidale della Apg23

Da: Organizzatori

Arriva anche a Ferrara e provincia l’ iniziativa ‘Un pasto al giorno’. Il 29 e 30 ottobre, i volontari della Apg23 saranno in 100 piazze italiane e, in cambio di un’ offerta libera, consegneranno un pacco di pasta da poco più di 100 grammi – una vera e propria porzione, il pasto di un giorno. Una donazione grazie alla quale la Apg23 potrà continuare a garantire il proprio aiuto agli oltre 41mila fratelli in difficoltà, gli ultimi, che ogni giorno mette a tavola nelle oltre 600 realtà di accoglienza (case famiglia, case di accoglienza per senza fissa dimora, centri nutrizionali) dislocate in 38 paesi del mondo. In cambio di un’offerta libera verrà anche consegnato un piccolo ‘ricettario antispreco’, con piatti sfiziosi da realizzare utilizzando ingredienti che, solitamente, vengono scartati. Coldiretti ha recentemente calcolato che il valore monetario degli sprechi alimentari ammonta a 12,5 miliardi, di cui il 54% proveniente proprio dal consumo, il 15% dalla ristorazione, l’ 8% dall’ agricoltura e il 2% dalla trasformazione. Educare al consumo responsabile partendo dalle nostre abitudini in cucina, anche con un ‘tocco gourmet’, è la chiave per creare una nuova cultura.
Solidarietà, responsabilità e dignità, dunque, sono le chiavi per riequilibrare questo sbilanciamento, creando da un lato una nuova cultura del riutilizzo e attribuendo dall’altro una dignità nuova sia a chi ha bisogno di aiuto sia a chi lo sostiene attestando un protagonismo attivo di entrambi e stabilendo tra loro una forte connessione: la fraternità.
‘Anche attraverso il cibo si realizza la dignità dell’ uomo’, afferma Giovanni Ramonda, responsabile generale della Apg23 ‘perché significa affermare e rispettare il diritto al cibo: uno dei diritti umani fondamentali. E ritroviamo questo messaggio anche nel Pontificato di Papa Francesco, che più volte ha individuato nello spreco anche una chiave di lettura metaforica della nostra società. L’ eccedenza, la facilità di ‘buttar via’ infatti, è sinonimo di indifferenze ed insensibilità, gli stessi atteggiamenti che portano all’ emarginazione di tanti nostri concittadini, lasciati soli ad affrontare i problemi e le difficoltà della vita. Il nostro ‘pacco di pasta’, dunque, vuol essere il simbolo di un nuovo patto sociale, che consente di accrescere se stessi aiutando gli altri, per affermare il concetto di diritto al cibo’.
I volontari della Apg23 saranno a Ferrara e provincia con oltre 10 postazioni (per maggiori informazioni e per conoscere le piazze in cui saranno presenti i volontari consultare il sito www.unpastoalgiorno.org)
Chi volesse partecipare all’ iniziativa collaterale per la divulgazione sul web potrà scattare una fotografia e postarla su Facebook o Instagram utilizzando l’hashtag ufficiale dell’evento: #unpastoalgiorno2016: un ulteriore strumento per fare passaparola in rete e raccogliere fondi per i progetti portati avanti dalla Comunità.

Si chiude la seconda edizione dell’ evento promosso da Associazione Streetfood e Feshion Eventi Streetfood Ferrara: Il successo dei 40 mila presenti

Da: Organizzatori

Piazza Travaglio in tre giorni ha sfiorato le 40 mila presenze tra musica e cibo originale e di qualità. Ricciarini (presidente Streetfood): «Una collaborazione con Confesercenti e Comune di Ferrara ha contribuito molto al successo»

Con oltre 40 mila presenze in due giorni e mezzo, si chiude a Ferrara battendo il successo dello scorso anno la seconda edizione dello Streetfood Village, l’ evento che per tre giorni ha animato piazza Travaglio. «Non potevamo chiedere di meglio per la tappa conclusiva del nostro tour nazionale – spiega il presidente di Streetfood, Massimiliano Ricciarini – e solo la sinergia con il gruppo Feshion Eventi, Confesercenti Ferrara e Amministrazione Comunale, nella figura dell’ assessore al commercio, Roberto Serra, potevano garantire questo successo che nonostante il rischio inflazione del settore eguaglia il successo delle passate edizioni».
In tre giorni molti degli stand hanno registrato il tutto esaurito. Solo qualche esempio. 500 litri di impasto per il cibo di strada rivelazione di questo evento: il borlengo; per non tralasciare i 300 litri di farinata, 2 quintali di pesce fritto, 2,5 quintali di bombette pugliesi. Oltre 200 kurtos ungheresi, per non parlare degli oltre 2 mila cannoli siciliani, 1,5 quintali di gyros greco e oltre 2 quintali di fritto ascolano. Ancora 700 pucce salentine, oltre mille dolci della pasticceria napoletana e quasi mille hamburger. Dalla Toscana 2 quintali di lampredotto, dall’ Abruzzo oltre 10 mila arrosticini di pecora. Tutto esaurito nello stand argentino.
Lo Streetfood Tour. Con oltre trenta appuntamenti quello di Ferrara fa da chiusura al tour promosso dall’ Associazione nazionale Streetfood in tutta Italia. Obiettivo è quello di far divertire il maggior numero di appassionati attraverso la cultura del cibo di strada. Solo nel 2015 sono stati raggiunti in tutta Italia quasi due milioni di persone. Un format di successo non solo per gli organizzatori degli eventi, ma da condividere con gli operatori economici del settore e le realtà territoriali che hanno creduto in questo progetto. Anche decine di eventi collaterali, momenti di confronto e convegni, un concorso dedicato alla stampa nazionale e decine di concerti che hanno fatto da sfondo alle varie tappe.
L’ Associazione Streetfood. Nata ad Arezzo nel 2004, è stato il primo progetto in Italia a promuovere il cibo come cultura e il cibo di strada come format vincente in quanto ‘riassume in un cartoccio’ storia e tradizioni di ogni regione d’ Italia da gustare con le mani. Nel 2015 sono stati 28 gli eventi in tutta Italia toccando quasi due milioni di persone che hanno consumato cibi di strada in quantità record.

Lucerne con scene erotiche da necropoli di età romana: tra ritualità della morte e piaceri della vita

Da: Organizzatori

Sala proiezioni del Palazzo SS. Salvatore Piazza Garibaldi n. 7
San Giovanni in Persiceto (BO)

ingresso libero
info Biblioteca ‘G.C.Croce’ 051 6812961 bibliocroce@comunepersiceto.it

C’ è niente di più vitale e gioioso di due amanti uniti nell’ estasi sessuale? Perché allora dovremmo stupirci di trovare nelle tombe romane lucerne con scene erotiche di tale potenza da far impallidire il kamasutra? Qui non si tratta di oscenità o lussuria: per i Romani il sesso era un aspetto della vita alla pari del gioco o del cibo, ed era quindi normale che i congiunti deponessero questi oggetti nelle tombe femminili a imperitura memoria dei momenti felici vissuti insieme.
Seguire la conferenza dell’ archeologo della Soprintendenza, Donato Labate, significa viaggiare nella letizia, passando in rassegna alcune espressioni di un immaginario erotico che per i romani non si arrestava certo con la morte.
L’ incontro proposto dal Comune di San Giovanni in Persiceto vuole illustrare la produzione e circolazione nel mondo romano di lucerne con scene erotiche rinvenute in contesti funerari di tutta Italia ma particolarmente frequenti in quelli regionali.
Sotto la guida di Labate il pubblico potrà conoscere usi, costumi e credenze legati alla sessualità nel mondo romano e ammirare alcuni esemplari di queste lucerne, simbolo del legame tra vita e morte, trovate nei corredi funebri che accompagnavano il defunto nel suo viaggio nell’ aldilà.
Tra le più audaci e spettacolari, quella rinvenuta in una tomba di I sec. d.C. che raffigura un amplesso sul dorso di un asino (Modena, NoviSad) e quella con scena di sesso plurimo acrobatico, con iscrizione ironica, trovata a Cittanova.
info su http://www.archeobologna.beniculturali.it/mostre/lucerne_2016_sgp.htm
Comune di San Giovanni in Persiceto in collaborazione con Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara

Hera: dal 2013 ad oggi sono stati conferiti 32.440 kg di oli lubrificanti nelle tre stazioni ecologiche del Comune di Ferrara

Da: Gruppo Hera

A fronte di 854 conferimenti, è di circa 32.440 kg la quantità di oli minerali esausti che dal 2013 ad oggi i cittadini hanno conferito presso le 3 stazioni ecologiche del comune di Ferrara messe a disposizione dal Gruppo Hera. In particolare sono stati conferiti 4.468 kg nella Stazione di Via Diana, 17.721 kg in quella di Via Ferraresi e 10.851 kg in quella di via Caretti. Il conferimento di oli minerali alle stazioni ecologiche è un gesto responsabile che fa del bene all’ambiente e che comporta anche un vantaggio economico. Infatti per ogni conferimento è prevista l’erogazione di uno sconto sulla TARI di € 0,20 al kg. ‘La raccolta degli oli minerali rientra fra le azioni messe in campo per sostenere e potenziare la raccolta differenziata dei rifiuti – commenta Andrea Bazzi Responsabile Centri di Raccolta del Gruppo Hera – presso le stazioni ecologiche di Hera, dal 2013 ad oggi sono stati conferiti, sul territorio servito da Hera, circa 700.000 Kg. di oli esausti, a fronte di circa 48.000 conferimenti in continua crescita. Le utenze domestiche possono conferire l’olio direttamente nelle cisterne presenti in stazione ecologica che vengono svuotate da ditte specializzate per l’avvio a recupero ‘. Ecomobile Hera, inoltre,svolge un servizio itinerante con un automezzo appositamente attrezzato per la raccolta di rifiuti pericolosi di origine domestica, come gli oli di motore di auto. Possono essere conferiti anche altri rifiuti come batterie di auto, farmaci scaduti, pile, detergenti, igienizzanti, insetticidi, smalti e vernici. Il servizio si svolge il venerdì non festivo di ogni settimana nei seguenti punti della città e nei seguenti orari:
Pontelagoscuro: Piazza Buozzi angolo via Savonuzzi 7.30 / 7.50
Barco. via Bentivoglio 160 a lato della Farmacia Comunale 8 / 8.10
Piazzale Coop Doro: via Modena 17 vicino all'isola ecologica 8.15 / 8.45
Piazza XXIV Maggio: via Fortezza vicino all'isola ecologica 9.00 / 9.30
Ipercoop Il Castello: parcheggio vicino all'isola ecologica 9.45 / 10.30
Piazzale San Giovanni: retro della Farmacia Comunale 10.45 / 11.15
Ipercoop Le mura: parcheggio vicino all’isola ecologica 11.30 / 12.15

Circoliamo Ferrara

Da: Organizzatori

Ferrara, raccolte 1280 tonnellate di oli lubrificanti usati
Il COOU: isole ecologiche soluzione al problema dei fai da te

Oltre 1280 tonnellate di oli lubrificanti usati raccolte a Ferrara nel 2015, su un totale di 16350 tonnellate recuperate nella Regione Emilia Romagna. Sono i dati resi noti dal Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati nella conferenza stampa che si è tenuta nell’ambito di CircOLIamo, la campagna educativa itinerante che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni locali sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati. Questa mattina i ragazzi delle scuole hanno visitato il villaggio CircOLIamo partecipando agli educational loro dedicati e sfidandosi a ‘Green League’, il progetto che prevede un sistema di giochi online finalizzati all’educazione ambientale.

‘Siamo molto soddisfatti di questa tappa nella nostra città del tour di COOU – dichiara l’Assessore all’Ambiente del Comune di Ferrara, Caterina Ferri – di recente di concerto con il gestore Hera sono state potenziate le postazioni di raccolta degli oli usati in città, passando da 8 a 23, e la campagna educativa va nella direzione che ci poniamo, quella di recuperare al meglio ogni frazione di rifiuto, per migliorare l’ambiente e creare una cultura della sostenibilità sempre più diffusa.’

Nel 2015 il Consorzio – che coordina l’attività di 73 aziende private di raccolta e di 4 impianti di rigenerazione – ha raccolto in tutta Italia 167.000 tonnellate di olio lubrificante usato, un dato vicino al 100% del potenziale raccoglibile. “I risultati sono soddisfacenti – ha spiegato Franco Barbetti, direttore tecnico operativo del COOU – ma il nostro obiettivo resta quello di raccoglierne il 100%”. Per questo motivo il Consorzio ha ideato la campagna educativa itinerante CircOLIamo, che in due anni toccherà tutti i capoluoghi di provincia italiani; una campagna a zero emissioni, perché la quantità di CO2 generata sarà compensata attraverso interventi di forestazione in grado di assorbire la CO2 immessa in atmosfera.

‘La piccola parte che sfugge ancora alla raccolta – ha continuato Barbetti – si concentra soprattutto nel ‘fai da te’: per intercettarla abbiamo bisogno del supporto delle amministrazioni locali per una sempre maggiore diffusione di centri di raccolta adibiti anche al conferimento degli oli lubrificanti usati’. Attivo dal 1984, il COOU ha contribuito con il proprio lavoro a ridurre in misura significativa non solo l’inquinamento ambientale, ma anche i consumi di acqua, materia e suolo. L’effetto positivo sul consumo di acqua (water footprint) ha portato a un risparmio netto cumulato di 2,3 miliardi di m3 di oro blu; trent’anni di recupero degli oli usati hanno consentito inoltre di evitare il consumo di 6,4 milioni di tonnellate di materia prima vergine (material footprint), mentre dall’analisi di carbon footprint del sistema emerge un risparmio netto cumulato di emissioni climalteranti di 1,1 milioni di tonnellate di CO2 equivalente; grazie al riciclo degli oli come basi lubrificanti rigenerate sostitutive di basi lubrificanti vergini, è stato risparmiato il consumo di 7.306 ettari di suolo (land footprint).

Telefonando al numero verde del Consorzio, 800 863 048 o collegandosi al sito www.coou.it, è possibile avere informazioni su come smaltire correttamente il proprio olio usato e il recapito del raccoglitore più vicino. L’olio usato può essere estremamente dannoso per l’ambiente e per la salute umana: 4 kg d’olio – il cambio di un’auto – se versati in acqua inquinano una superficie grande quanto un campo di calcio. Ma questo rifiuto costituisce al contempo una importante risorsa economica per il nostro Paese, perché può essere rigenerato e tornare a nuova vita con le stesse caratteristiche del lubrificante da cui deriva; dal 1984 ad oggi la rigenerazione dell’olio lubrificante ha consentito un risparmio complessivo di 3 miliardi di euro sulle importazioni di petrolio del nostro Paese

Energy Day 2016: laboratori d’arte e iniziative sulla sostenibilità energetica

Da: Organizzaotori

Il risparmio parte dal consorzio Wunderkammer
Domani, mercoledì 26 ottobre, Basso Profilo e AltroSguardo aprono le porte alla sostenibilità
con il laboratorio di design Re-fake: falso d’autore e altre numerose iniziative

Nuova energia scorre anche a Ferrara. Domani, mercoledì 26 ottobre dalle 17, il Consorzio Wunderkammer (via Darsena 57) ospita il giorno dedicato alla sostenibilità: l’Energy Day 2016, nell’ambito della campagna regionale ‘Sostenibilità mai più senza’.

Con utili consigli per migliorare l’efficienza energetica, l’associazione di promozione sociale Basso Profilo e Centro Idea, organizzano ‘Re-fake: falso d’autore’, un ‘ActivEcolab’ per costruire lampade di design con materiale di recupero. Il laboratorio, gratuito, sarà realizzato in collaborazione con Mattia Menegatti e Mara Melloncelli, fondatori dello studio creativo AltroSguardo ed è aperto a 20 partecipanti. AltroSguardo design è un progetto nato dalla convinzione che le cose che ci circondano non sempre sono ciò che sembrano. Basta guardarle con occhi diversi, osservandole appunto con un altro sguardo. Così, oggetti apparentemente ormai inutili o inutilizzabili vengono trasformati, diventando splendidi e divertenti oggetti di design.

Non solo laboratori, ma anche maggiore consapevolezza sul risparmio energetico. Il pomeriggio al Wunderkammer, infatti, prevede anche un Albero delle Idee, con gadget regionali, interessanti consigli e video in pillole su come sprecare meno energia. Un’area degli ex Magazzini Generali della Darsena sarà allestita da Sipro, che durante una merenda/aperitivo, verranno date informazioni sul progetto CityEnGov. In questo contesto verrà data la possibilità, per circa trenta famiglie interessate, di farsi fare una diagnosi energetica gratuita della propria abitazione, oltre a scoprire come ottimizzare l’utilizzo del riscaldamento, come e quanto arieggiare casa senza consumare, come asciugare la biancheria evitando la formazione di muffe e che investimenti fare per ottimizzare il risparmio.

movimento5stelle

Sportello Anticrisi

Da: Movimento 5 Stelle

Giovedì 27 ottobre dalle ore 16, presso la sede consiliare del M5S nel palazzo municipale, consueto appuntamento mensile con lo Sportello Anticrisi. I consiglieri del Movimento 5 Stelle di Ferrara, affiancati da professionisti esperti, come sempre riceveranno i cittadini in difficoltà o che abbiamo casi particolari da presentare, di comune interesse per la città o il territorio. Inoltre, per dare continuità allo Sportello straordinario molto partecipato del 14 ottobre scorso, dedicato alle numerose problematiche legate alle mense scolastiche, anche in questa occasione si invitano tutti i genitori interessati a partecipare, per portare particolari esigenze o contributi in base alla personale esperienza nelle scuole dei propri figli e per comprendere come esercitare il diritto al pasto da casa.

A Unife una tavola rotonda sul tema delle misure patrimoniali di contrasto alla criminalità organizzata

Da: Università di Ferrara

A Unife una tavola rotonda sul tema delle misure patrimoniali di contrasto
alla criminalità organizzata

Giovedì 27 ottobre alle ore 15 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara, (c.so Ercole I D’Este, 37), si terrà una tavola rotonda sul tema delle misure patrimoniali di contrasto alla criminalità organizzata.

Parteciperanno Antonio Balsamo della Procura Generale presso la Corte di Cassazione, Roberto Chenal della Corte europea dei diritti umani e Alberto Ziroldi, Giudice presso il Tribunale di Bologna.

L’evento, organizzato dal Laboratorio di Studi interdisciplinari sulla mafia e le altre forme di criminalità organizzata (MaCrO), istituito presso il Dipartimento di Giurisprudenza, si inserisce nell’ambito della Festa della Legalità e della Responsabilità 2016, realizzata dal Comune di Ferrara, con il contributo della Regione Emilia Romagna, Libera e di altre associazioni del territorio.

L’evento è gratuito ed accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Ferrara con il riconoscimento di 2 crediti formativi.

Gli avvocati possono iscriversi inviando una email all’indirizzo laura.salvadego@unife.it

Florenz Wild Bike Marathon

Da: Organizzatori

È tutto pronto per l’ormai classico appuntamento di martedì 1 Novembre con il 3° Trofeo Florenz Wild Bike Marathon.
Il percorso di oltre 50 km parte da Lido degli Scacchi e, attraversando le suggestive aree naturali dei lidi comacchiesi, arriva fino a Lido di Volano. La gara si divide in una parte agonistica, aperta a molteplici categorie, e una parte amatoriale aperta a tutti gli amanti delle escursioni.
Nel pomeriggio inoltre da non perdere la Kids Marathon, un mini tracciato adatto a tutti i bambini che vogliono avvicinarsi al bellissimo mondo delle mountain bike. La partecipazione dei bimbi è gratuita (per informazioni e iscrizioni 329 2230311)
Quest’anno inoltre per la prima volta si affiancherà alla classica gara di mountain bike, un percorso interamente dedicato al ciclocross, che vedrà, oltre agli adulti anche la partecipazione dei giovani campioni under 19 che si sfideranno in una tappa del circuito regionale.
​Tutti i ciclisti potranno approfittare dell’assistenza tecnica e meccanica pre e post gara e di una bellissima festa con famigliari a amici a conclusione dell’evento. Per informazioni e iscrizioni info@holidayvillageflorenz.com tel 0533 380193​

Claudia Ravaldi presenta il libro ‘Piccoli principi. Perdere un bimbo in gravidanza e dopo la nascita’

Da: Ibs+Libraccio

Dialoga con l’autrice il dott. Stefano Ravaioli

Piccoli Principi
Questo libro, la cui prima edizione risale al 2007, si rinnova e si arricchisce per offrire informazioni attendibili sul lutto, sui vissuti più comuni delle persone in lutto e per facilitare la riflessione su come sia possibile trovare strategie personali per affrontare una nuova, dolorosa e irreale realtà della perdita di un figlio durante la gravidanza o dopo la nascita. Pensare a una gravidanza avvia il percorso della ‘genitorialità’, durante il quale la coppia sviluppa e prova emozioni e pensieri specifici sul nuovo bambino. Questo percorso chiamato processo di attaccamento è intrinseco ad ogni gravidanza, è transculturale. Quando la gravidanza si interrompe con la morte del bambino questo percorso viene bruscamente meno, lasciando alla donna e spesso alla coppia il compito di riorganizzare la realtà e il futuro diversamente da quanto atteso e sperato. I genitori costretti a confrontarsi con questo evento sono molti. È molto importante che chi subisce un lutto possa disporre fin dall’inizio di tempo sufficiente e di un luogo protetto, affinché possa riconoscere i suoi bisogni più importanti, ottenere un appropriato supporto su tutti i livelli assistenziali.

Claudia Ravaldi, è medico psichiatra e psicoterapeuta e vive a Prato. Madre di tre figli, nel 2006 ha perduto Lapo e l’ha ritrovato, in parte, fondando con il marito l’Associazione CiaoLapo Onlus (www.ciaolapo.it). Claudia si occupa di ricerca, formazione degli operatori sanitari e assistenza ai genitori colpiti dal lutto perinatale.

Il forno ‘Perdonati’ segnalato tra le miglior botteghe d’Italia

Da: Ascom Ferrara

Un’altra prestigiosa medaglia per lo storico Forno Perdonati di Ferrara (nella centralissima via San Romano): infatti Romano Perdonati, titolare e presidente provinciale dei Panificatori Ascom Confcommercio, vedrà la sua attività segnalata come una delle migliori botteghe artigianali d’Italia.
La cerimonia sarà il 6 novembre a Milano nell’ambito dell’undicesima edizione di Golosaria – Salone delle Eccellenze del Gusto presso il Centro Milano Congressi – che ha come tema nel 2016 ‘Dal cibo, le civiltà’: un evento organizzato da due autentici guru dell’enogastronomia tricolore come Paolo Massobrio e Marco Gatti.
‘E’ una grande soddisfazione – commenta lo stesso Perdonati – perché con questa segnalazione si da voce e prestigio al lavoro di tanti miei colleghi che fanno della cura e dell’attenzione alla tradizione dell’Arte Bianca, un motivo di autentica promozione di Ferrara attraverso il nostro pane, la Coppia’.
Un pane ‘lento’ visto i suo tempi di lievitazione e preparazione (in pratica il doppio rispetto alle diverse qualità di pane nel resto del Belpaese): per fare un esempio a Ferrara la produzione media per un addetto che lavora otto ore è intorno ai 55 kg; nel resto della regione siamo invece dell’ordine degli 80/100 kg.
‘E questo spiega perché la Ciupeta è forse più caro rispetto a tante imitazioni o prodotti della panificazione industriale (ma privi di… personalità). La nostra Coppia è il pane più buono d’Italia ed è un eccellente ambasciatore di Ferrara sulle tavole internazionali’ dichiara con entusiasmo Perdonati che auspica: ‘Mi auguro davvero che tale alimento ritorni forte e centrale nei consumi delle nostre famiglie anche qui a Ferrara e sopratutto di quelle più giovani. Un crostino della nostra Ciupeta è inimitabile per sapore e salubrità e non c’è snack che regga il confronto’ conclude Perdonati.

Presentato in anteprima il libro Paolo Micalizzi

Da: Organizzatori

Sarà presentato in anteprima il giorno 27 ottobre alle ore 21,00, presso la Sala 2000 di Via Matteotti 10 a Bondeno, il nuovo libro del giornalista Paolo Micalizzi L’Orlando Furioso e il suo mondo nel cinema italiano Edizioni La Carmelina. La serata rientra nella manifestazione Festival Ariostesco organizzato dalla associazione Bondeno Cultura con il Patrocinio del Comune di Bondeno. Il volume di Micalizzi amplia con nuovi film e arricchisce con nuovi documenti una ricerca da lui effettuata in occasione della Mostra “Sulle orme di Orlando. Leggende e luoghi carolingi in Italia’ allestita nel Castello Estense di Ferrara nel 1987 e pubblicata nel catalogo a cura di Anna Imelde Galletti e Roberto Roda edito dal Centro Etnografico Ferrarese e Interbooks. Una ricerca che rientrava nei più ampi studi su ‘Ferrara nel cinema’. L’universo e i personaggi fantastici dell’Ariosto ed in particolare dell’Orlando Furioso offrirono al cinema tanti motivi d’interesse da farne scaturire una ricca filmografia, sapientemente evidenziata nel lavoro dell’autore. Quasi un secolo di opere cinematografiche che ricalcano in pellicola l’opera dell’Ariosto con diverse sfaccettature ed innumerevoli variazioni sul tema principale dell’opera, amore e follia. Sentimenti che si confrontano con interpreti e registi più o meno noti della storia cinematografica italiana. La serata sarà completata e magnificata dalla proiezione di spezzoni tratti da svariati film che creano l’ossatura principale del volume di Micalizzi.

  • 1
  • 2
L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi