Giorno: 1 Novembre 2017

Cronacacomune: La newsletter del 31 ottobre 2017

Da Ufficio stampa del comune di Ferrara

 

SANITA’/CULTURA – Venerdì 3 novembre alle 21 al Teatro Comunale conferenza-spettacolo di Marco Baliani

Secondo appuntamento con la “La Società a Teatro” per riflettere sui temi sociali attraverso i linguaggi delle arti

31-10-2017

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

Dopo l’apertura della sezione teatrale con Rumore di acque, disturbante e crudo testo del Teatro delle Albe sul tema della tragedia dei profughi che perdono la vita in mare (andato in scena il 15 ottobre), sta per arrivare il secondo appuntamento con un ospite speciale: Marco Baliani.

Il prossimo venerdì 3 novembre al Teatro Comunale Claudio Abbado di Ferrara si svolgerà la V.a Giornata che La Società a Teatro dedicata alla conoscenza di esperienze di arte nel sociale. L’evento al pubblico si terrà alle ore 21, con una conferenza-spettacolo a cui Baliani ha dato il titolo Pinocchio africano, una narrazione-reading appositamente creata per Ferrara nel corso della quale Baliani condividerà con il pubblico l’esperienza del suo “Pinocchio nero”, descrivendo la costruzione di uno spettacolo in terra africana con i ragazzi di strada dello slum di Nairobi.

Racconterà di come sia stato possibile realizzare questo non facile esperimento e al tempo stesso del suo incontro, umano ed artistico, con modi di pensare e vedere il mondo lontanissimi dal suo. Sarà così che Baliani intenderà anche parlare di cosa immaginiamo noi occidentali quando parliamo di Africa, e di come sia arduo ma nutriente riuscire in qualche modo a “pensare il pensiero dell’altro”. Prospettive di riflessione che arricchiscono il percorso proposto da LST, che dedica la programmazione 2017 alla diversità culturale, esprimendo nel titolo di questa sua decima edizione il suo messaggio per i cittadini: SOCIETÀ- IDENTITÀ- DIRITTI. Persone uguali | culture differenti.

——————————————-

Da Cronacacomune – 13 ottobre 2017

Si è svolta in mattinata (venerdì 13 ottobre) nella residenza municipale la conferenza stampa di presentazione della decima edizione della rassegna “La Società a Teatro”, iniziativa a cura di Agire Sociale, assessorati alla Sanità Servizi alla Persona e alla Cultura del Comune di Ferrara, Azienda Usl, Università di Ferrara e Teatro Comunale Claudio Abbado.

All’incontro con i giornalisti erano presenti gli assessori comunali Chiara Sapigni e Massimo Maisto, la presidente di Agire Sociale Laura Roncagli, il direttore della Fondazione Teatro comunale Marino Pedroni, Daniele Seragnoli docente Unife, Massimo Forlani di Ausl Ferrara, e l’organizzatrice Agnese di Martino.

“E’ con vera soddisfazione che saluto il decimo anniversario della manifestazione, – ha affermato l’assessora Chiara Sapigni – una longevità che conferma il forte rapporto di condivisione di progetti, azioni e iniziative di promozione culturale che si è affermato in questi anni e che vede coinvolti in sinergia enti territoriali e associazioni, e insieme a loro tanti cittadini. Una rassegna che di anno in anno si è specializzata e che quest’anno con il titolo ‘Società- Identità- Diritti. Persone uguali | culture differenti’ dedica i suoi percorsi teatrali, di danza, di formazione, cinematografici in particolare al tema della diversità culturale”.

“Proprio dieci anni fa – ha aggiunto l’assessore Maisto – uno dei nostri primi obiettivi politici è stato quello di lavorare non solo sull’agio, su chi sta bene. Ho chiesto infatti di lavorare sul sociale, che non è un altro percorso, ma percorsi che si fanno ogni giorno e sui quali continueremo ad impegnarci.”

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

La Società a Teatro (LST) compie il suo decimo anno. Con un calendario di iniziative che si svolgono nei mesi dell’autunno, da dieci anni presenta alla città un programma di eventi volto alla riflessione su temi sociali attraverso i linguaggi delle arti. L’edizione 2017, in particolare, prende forma e ispirazione da Focus Africa, iniziativa del Teatro Comunale C.Abbado, partner della rete istituzionale di programmazione, coordinamento e realizzazione delle iniziative LST, della quale fanno parte anche: Agire Sociale, Assessorati al Sociale e alla Cultura del Comune di Ferrara, Az.Usl e Università degli Studi di Ferrara.

Partendo da Focus Africa, il programma LST 2017 dedica la sua programmazione al tema della diversità culturale, con il titolo SOCIETÀ- IDENTITÀ- DIRITTI. Persone uguali | culture differenti. Ad aprire la sezione teatrale del programma (fatto anche di danza, approfondimenti, eventi formativi e proiezioni di film) sarà lo spettacolo Rumore di acque (15 ottobre ore 21 in Sala Estense), lavoro che il regista Marco Martinelli ha scritto dopo gli anni trascorsi in Sicilia, ispirato dal primo racconto di traversata ascoltato dalla voce di una donna tunisina. Questa sarà l’unica storia, tra quelle evocate dal personaggio del ‘Generale’ protagonista di questo spettacolo, a riguardare non un annegato ma una vita che si è salvata. Rumore di acque è uno di quegli esempi di come il teatro sia luogo e strumento per riflette e forse affrontare i nodi capitali della nostra epoca. E, tra questi, la tragedia dei migranti e dei profughi. La domanda a cui ci chiama questo lavoro, nelle parole del regista, è: “In relazione a questi sacrifici umani, a questa ecatombe senza fine, cosa può fare il nostro Vecchio Continente?”. La rassegna teatrale proseguirà con: Pinocchio africano, conferenza-spettacolo con Marco Baliani (3 novembre, ore 21); Questo è il mio nome, di Teatro dell’Orsa (15 novembre, ore 21); Il mio vicino, di Teatro Nucleo (28 novembre, ore 21); F_rankenstein, di Officina A_ctuar (15 dicembre, ore 11); Dilucolo, di Teatro Cosquillas (16 dicembre, ore 11).

Nella foto: Alessandro Renda (Teatro delle Albe)

MUSEI CIVICI – Domenica 5 novembre alle 16 attività per bambini e ragazzi

Atmosfere preistoriche per piccoli ‘sapiens’ alla Palazzina Marfisa

31-10-2017

Pomeriggio ‘preistorico’ per i bambini e i ragazzi dai 7 ai 12 anni che domenica 5 novembre alle 16, alla Palazzina di Marfisa d’Este (corso Giovecca 170, Ferrara), vorranno partecipare al nuovo appuntamento con ‘Giocando si impara’, organizzato dai Musei civici d’Arte antica di Ferrara in collaborazione con l’associazione culturale Arte.na.
I partecipanti potranno fare un salto a ritroso nel tempo di migliaia di anni, osservando e toccando reperti originali e riproduzioni di utensili preistorici, per poi mettersi all’opera per creare un pendaglio in osso da portare a casa.
Le attività per bambini e ragazzi accompagnati da un adulto avranno una durata di un’ora e trenta minuti, con un costo di 6 euro per bambini + 2 euro per gli adulti. E’ richiesta la prenotazione all’associazione culturale Arte.Na da effettuare telefonando al n. 328 4909350 oppure scrivendo a: ferrara@associazioneartena.it (www.associazioneartena.it)

NATALE E CAPODANNO – Calendario iniziative presentate da ass. Maisto e Serra insieme agli organizzatori e partner

Festività natalizie 2017 e Capodanno 2018, tutti gli appuntamenti e le iniziative

31-10-2017

Si è svolta martedì 31 ottobre nella sala degli Arazzi della residenza municipale, la conferenza stampa di presentazione degli eventi a Ferrara per Natale e Capodanno 2017/2018.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il vicesindaco e assessore alla Cultura e Turismo Massimo Maisto, l’assessore al Commercio Roberto Serra, il direttore generale Delphi International Riccardo Cavicchi, il direttore artistico Made Eventi Alessandro Pasetti, Mauro Spadoni di Sapori Da Mare, Fabio Landi responsabile commerciale area Emilia Romagna e Veneto Fideuram Private Bank, Daniele Ceccotto direttore CMV Energia & Impianti e Mauro Baroni presidente CDA Vayra 1905.

>> SITO UFFICIALE: http://capodannoferrara.com/

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori – Ufficio comunicazione Made Eventi Ferrara) – DOCUMENTAZIONE SCARICABILE anche in fondo alla pagina.

 

>> Gli spettacoli del weekend

Sabato 18 novembre (accensione luminarie) – Alle ore 17 in piazza Trento Trieste il concerto dei Blu Time. Il gruppo nasce nel 1989 come quartetto. Dal 1989 al 1992 svolge un’intensa attività concertistica e realizza il primo disco.

Perso un componente, nel 2000 il gruppo si riforma e ai precedenti si aggiungono due nuovi elementi, dando vita al quintetto attuale. Questa nuova formazione si propone di interpretare, ricercare e creare musica dalle tipiche sonorità smooth, nel tentativo di regalare al pubblico che ascolta, l’emozione di un sound unico, suggestivo e di classe. I Blu Time sono Ambra Bianchi, flauto e voce, Roberto Poltronieri, chitarra, Nicola Morali alle tastiere, Enrico Trevisani, basso, Stefano Peretto batteria.

Alle 18 accensione delle luminarie con l’intervento degli allievi della scuola San Vincenzo con la collaborazione dei docenti della scuola secondaria di primo grado coordinati dalla preside Chiara Malisardi e l’intervento di Ambra Bianchi e del baritono Domenico Barbieri.

Sabato 25 novembre – In piazza Trento e Trieste alle ore 17 spettacolo musicale “Sabbia sulle note”. Alle tastiere e voce narrante e cantante Nazario Borghi, alle “sabbie” il sand artist Mauro Masi. Quando la sabbia si posa sulle note, la musica diventa immagine. E’ la fusione magica tra un musicista ed il disegnatore, che dà vita ad un’emozione unica e coinvolgente.  Lucio Dalla, Fabrizio De Andrè, Giorgio Gaber, Renato Zero, Michele Zarrillo, Edoardo Bennato, Domenico Modugno, Roberto Vecchioni, Adriano Celentano, Gianni Morandi, questi sono alcuni degli autori delle canzoni che saranno presentate.

Da sabato 25 novembre 2017 a domenica 7 gennaio 2018 in piazza Municipio – Il Paese di Babbo Natale (programma completo scaricabile in fondo alla pagina)

Sabato 2 dicembre (accensione albero di Natale) – Alle ore 17 davanti alla Cattedrale si esibiranno i Tnt. I TNT sono un trio di giovanissimi interpreti Ludovico Creti, 19 anni, basso, Alberto Urso 20 anni tenore e Benedetta Carretta, 21 anni, soprano. Il loro genere è il pop lirico. Presenteranno il concerto tratto dal loro nuovo disco “What Else?” dieci brani, cover internazionali famose e amate in tutto il mondo, arrangiate e interpretate in modo nuovo e coinvolgente per tutte le generazioni. In Italia i TNT sono stati consacrati dalla trasmissione di Fiorello, Edicola Fiore e sono stati ospiti a Domenica In. Hanno riscosso grande successo la scorsa estate in una tournée Canada e per la prima volta si esibiscono a Ferrara.

Sabato 9 dicembre – Alle ore 18 con replica alle ore 19.30 “Water in time” lo spettacolo delle fontane danzanti che quest’anno sarà proposto dalla compagnia internazionale Viorica Fontane. Un  unconventional  show dove, su un mix di colonne sonore cinematografiche famose e soundtracks che variano dalla lirica al rock, si scatenano a ritmo di musica getti d’acqua e fasci di luce. Si potrà godere dell’esclusivo effetto tsunami, getti d’acqua che raggiungono i 30 metri di altezza e le immagini proiettate da un grande schermo, che completa un incredibile ed emozionante alternarsi di acqua e fuoco. Si sono esibiti fra gli altri ad una convention mondiale dell’azienda  Rolex.

Sabato 16 dicembre (I bambini cantano il Natale) – Il weekend dedicato ai bambini si apre con il concerto, che si terrà alle ore 17 in piazza Trento e Trieste, nel quale si esibirà il coro degli allievi delle scuole San Vincenzo e Sant’Antonio di Ferrara. “I bambini cantano il Natale” è questo il tema del concerto. Sul palco saliranno ben 200 bambini delle scuole elementari e medie coordinati dalle insegnanti di musica Laura Perlini e Carla Cenacchi.

Sabato 23 dicembre – Sempre in piazza Trento e Trieste alle ore 17 il concerto natalizio “A Christmas song” proposto dal gruppo Only Friends. E’ un gruppo di musicisti professionisti, che dal 2009 danno vita in questo progetto ad un repertorio di brani storici ed intramontabili in un mix evocativo, a volte ironico e spesso irriverente. Il nome stesso del quintetto la dice lunga sullo spirito del gruppo Only Friends: “solo amici”, per suonare, condividere, emozionare, ascoltare. Ecco allora che i generi e gli stili si mescolano, creando una serata originale, fatta di tante storie che solo le belle canzoni e la buona musica sanno raccontare. Nasce da qui il progetto “A Christmas Song – Viaggio musicale alla scoperta delle canzoni di Natale”. Gli Only Friends sono Ambra Bianchi: voce e flauto traverso. Enrico Trevisani:  basso elettrico. Roberto Poltronieri: chitarra. Stefano Guarisco: batteria. Ricky “Doc” Scandiani: voce e pianoforte

Gli spettacoli di Capodanno – Sarà davvero un palco super quello del Capodanno 2017. Cinquanta artisti si alterneranno sul palco, a partire dalle ore 22, quando si accenderanno le telecamere di Telestense per la tradizionale diretta televisiva. Sarà uno spettacolo emozionante, travolgente, esplosivo ma soprattutto di grande qualità condotto come è tradizione da Laura Sottili e Nicola Franceschini.

Protagonista dello show sarà il Summertine Choir, un coro di 35 voci, dirette dal maestro Walter Ferrulli. Il Summertine Choir quest’anno ha aperto la prima puntata di Italia’s Got Talent. Proporranno una serie di grandi successi del rock/pop internazionale. Saranno accompagnati da una band che suonerà dal vivo, la band rock Acrobat, con una voce solista d’eccezione quella di Aldo Marzoli. Nel repertorio figurano anche prezzi del grande repertorio del gospel moderno, tipo Somebody to love di Freddy Mercury. Ci sarà poi un momento del tutto particolare ma di assoluto valore artistico, con due brani eseguiti a cappella dai Venice Vocal Jam, brani molto movimentati, con l’utilizzo di beat vox vocale, gradito dal pubblico, perché molto trascinante. Poi cambio di scena e di ritmo. Sul palco saliranno i Keller, un’altra band formata da 4 elementi più il cantante solista che presenterà un medley di grandi successi internazionali, senza interruzioni, di brani dance dagli anni Sessanta agli anni Novanta. Come tradizione poi alle 23.50 fino alle 23.59 verrà proposto al pubblico un medley di tre o quattro canzoni, popolarissime, che saranno cantate da tutta la piazza.

L’incendio del Castello –  Naturalmente a mezzanotte tutti gli occhi saranno puntati sul Castello Estense per il tradizionale incendio del Castello, anche quest’anno affidato a Parente Fireworks per la regia di Giuliano Sardella. Colori e fuochi innovativi, per un grande ed emozionante spettacolo che si aprirà con un omaggio al Meis, il Museo della Cultura Ebraica e della Shoah che aprirà a Ferrara il 13 dicembre, proseguendo la tradizione di legare la colonna sonora dello spettacolo alla vita ed agli eventi della città. Dopo i fuochi la serata proseguirà con un dj set affidato a Giulia Regain, che è stata inserita da una rivista specializzata americana fra le 100 dj più importanti al mondo.

Torna anche l’appuntamento al Teatro Nuovo – Quest’anno andremo tutti al teatro Nuovo in…Ferrari. Sarà infatti ancora una volta Roberto Ferrari a condurre e a organizzare insieme a noi lo show di fine anno al Teatro Nuovo. Lo abbiamo riconfermato a furor di popolo in quanto lo scorso anno – solo alla seconda edizione – lo spettacolo ha fatto registrare il tutto esaurito. Ma sul palco i Ferrari saranno due. Oltre a Roberto, ci sarà infatti Andrea Ferrari, comico e attore di grande spessore, diplomato all’Accademia di arte drammatica e alla scuola del grande Vittorio Gassman. Ferrari proporrà i personaggi più comici e divertenti del suo repertorio.

Il cast dello spettacolo, davvero originale e vario, è completato dal duo comico Torri, due delle figure più note del mondo cabarettistico bolognese, protagonisti di una comicità surreale e popolare. Quindi Lilyth, trasformista e fantasista. E’ una delle poche illusioniste donna in Italia ma soprattutto è considerata la migliore come trasformista. Completa il cast Leonardo Fanelli, protagonista a Italia’s Got Talent, che ci proporrà il suo magico mondo di bolle di sapone.

 

>> VAYRA CHRISTMAS TREE

L’Albero di Natale (Christmas Tree) impersona il simbolo di questa festività universale e la sua realizzazione è attesa con grande attenzione.

Negli ultimi 2 anni, gli Alberi di Natale di Ferrara hanno rappresentato un’eccellenza nazionale attirando l’interesse dei Media ed i commenti di centinaia di migliaia di persone. Lo scorso anno, ad esempio, l’Albero di Natale di Ferrara è stato protagonista di un intero servizio su Striscia la Notizia con il Mago Casanova.

Ogni anno la sua accensione è seguita da migliaia di persone e sono centinaia le foto ed i selfie che ne scandiscono la presenza ogni giorno per tutti i 40 di esposizione.

L’Albero di Natale 2017 si caratterizzerà per 2 grandi novità.

La prima quella di avere un proprio nome. Sabato 2 dicembre alle ore 18.00 verrà acceso, con un grande Spettacolo, il VAYRA CHRISTMAS TREE. Lo storico marchio ferrarese Vayra 1905, recentemente rinnovato nel management e nella visione aziendale, evidenzia la propria attenzione alla tradizione ed all’innovazione legando il proprio nome al simbolo del Natale più amato.

La seconda di essere oggetto di un vero e proprio sondaggio popolare per la scelta del colore dell’allestimento.

Il Vayra Christmas Tree sarà infatti un abete di oltre 12 metri di altezza, gentilmente offerto dall’Unione dei Comuni dell’Alto Reno, completamente addobbato di luci intermittenti, ramo per ramo, e luci colorate con continui cambi colore, allestito con 30 STELLE luminose e 70 STELLE colorate. Il pubblico, attraverso l’APP Capodanno a Ferrara, potrà sceglierne il colore (Oro, Argento o Rosso Natale).

>> CENONI E APERITIVI DI SAN SILVESTRO

I menu di ogni cenone e aperitivi includeranno piatti della tradizione ebraica in omaggio all’apertura del MEIS – Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah.

Una vasta scelta per soddisfare i diversi target di pubblico:

GRAN CENONE A PALAZZO DUCALE – Palazzo Municipale

Per la prima volta un cenone di Capodanno nella esclusiva location del Palazzo Municipale, residenza ducale degli Este fino al XVI secolo. Alle ore 19.00, con ingresso dallo Scalone in Piazza Municipale, gli ospiti saranno accolti da un ricco buffet ed un accompagnamento musicale a cui seguirà una cena affinata accompagnata da vini di gran pregio ed animazioni a tema.

Il menù sarà integrato con portate per vegetariani e celiaci.

Alle ore 23.00 gli ospiti potranno seguire all’esterno lo spettacolo in Piazza ed ammirare l’Incendio del Castello Estense festeggiando il nuovo anno in un clima di grande festa. Finito lo spettacolare show, potranno tornare nella sede del Gran Cenone con musica fino alle ore 2 del mattino.

A TAVOLA… CON CARLO BONONI – Imbarcaderi del Castello Estense

Cenone di Capodanno in stile rinascimentale caratterizzato da prodotti e specialità tipiche del territorio. Alle ore 19.00 gli ospiti saranno accolti negli Imbarcaderi del Castello Estense con un aperitivo accompagnato da musica rinascimentale. A seguire animazione a tema che introdurrà il Cenone con un menù basato sulle ricette più famose tramandateci dal Messisbugo e rivisitate da importanti Chef della Provincia.

Il menù sarà integrato con portate per vegetariani e celiaci.

Alle ore 23.00 gli ospiti verranno accompagnati in uscita dove potranno seguire lo spettacolo in Piazza ed ammirare l’Incendio del Castello Estense festeggiando il nuovo anno in un clima di grande festa.

GRAN CENONE IN CASTELLO – Caffettiera Piano Nobile del Castello Estense

La Caffetteria al Piano Nobile del Castello Estense ospiterà dalle ore 19.00 questo Cenone classico con menù servito ed accompagnamento musicale.

Il menù sarà integrato con portate per vegetariani e celiaci.

Alle ore 23.00 gli ospiti saranno accompagnati all’uscita per seguire lo spettacolo in Piazza ed ammirare l’Incendio del Castello Estense festeggiando il nuovo anno in un clima di grande festa.

PRIMA DELLA SCENA – Palazzo Crema

Le magnifiche sale affrescate di Palazzo Crema, prestigioso edificio d’epoca a due passi dal Castello Estense, ospiteranno dalle ore 18.00 alle ore 20.00 un Apericena pre spettacolo teatrale MAKKERONI A CAPODANNO MAKKERONI TUTTO L’ANNO (presso il Teatro Nuovo in Piazza Trento Trieste) con aperitivo rinforzato per quanti vogliano trascorrere questo momento in un luogo affascinante prima di assistere agli spettacoli ed in attesa dell’Incendio del Castello Estense. Animazione con musica

L’Apericena è acquistabile assieme allo Spettacolo MAKKERONI ad un prezzo agevolato

GRAN BUFFET – Palazzo Crema

Le sale di Palazzo Crema, prestigioso edificio di epoca duecentesca nel cuore del Centro Storico, ospiteranno dalle ore 21.00 questo Cenone classico con menù a buffet ed animazione in musica.

Il menù sarà integrato con portate per vegetariani e celiaci.

Alle ore 23.00 gli ospiti potranno raggiungere Piazza Castello per seguire lo spettacolo in Piazza ed ammirare l’Incendio del Castello Estense festeggiando il nuovo anno in un clima di grande festa.

1 GENNAIO 2018 – IL PRIMO PRANZO

Quale modo migliore per cominciare l’Anno Nuovo se non pranzare nelle splendide sale del Castello Estense. Dalle 12.00 alle 14.30 la Caffetteria al Piano Nobile ospiterà quanti, in visita a Ferrara, vorranno arricchire la loro permanenza con questa splendida esperienza.

Un lunch a buffet e servito, con menù tipico e piatti della tradizione natalizia.

Al termine, gli ospiti potranno visitare le Sale affrescate del Castello Estense (a pagamento).

>> SITO UFFICIALE: http://capodannoferrara.com/

Info media: Cecilia Roversi – Eventi e ufficio stampa
Tel. diretto 0532-094641

— —
MADE EVENTI – Via Francesco del Cossa, 27
44121 Ferrara
Tel. 0532-094644 Fax 0532-094643

 

MUSEO STORIA NATURALE/CENTRO IDEA – Domenica 5 novembre alle 14 con ritrovo al Centro visite di Porporana – ex scuole elementari – via Martelli 300

Una giornata di scoperte e ricerche al Bosco di Porporana

31-10-2017

Appuntamento domenica 5 novembre alle 14 al Bosco di Porporana con l’iniziativa “BIOblitz: cittadini alla scoperta del bosco” promossa da Museo di Storia Naturale ed il Centro IDEA del Comune di Ferrara (ritrovo al Centro visite di Porporana – ex scuole elementari – via Martelli 300).

La giornata prevede un laboratorio di ricerca partecipata e per scoprire il bosco, osservando la sua flora e la sua fauna sotto la guida dei ricercatori del Museo di Storia Naturale Carla Corazza e Nicola Baraldi.

Nella stessa giornata (alle 8) i soci del Gruppo Micologico di Bondeno, insieme ad altri appassionati e micologi del territorio, effettueranno ricerche e studi delle specie fungine del bosco.

Alle 17 al Centro Visite di Porporana si concluderà il pomeriggio di scoperte e osservazioni, con la visita dell’esposizione finale delle specie fungine studiate e determinate dai partecipanti alla giornata di studio e ricerca a cura del Gruppo Micologico di Bondeno.

MEGLIO LO CONOSCIAMO, MEGLIO POSSIAMO PROTEGGERLO – Il Museo di Storia Naturale ed il Centro IDEA del Comune di Ferrara hanno avviato la raccolta di osservazioni fotografiche di animali e piante nel Bosco di Porporana (https://www.inaturalist.org/places/il-bosco-di-porporana) Tutti possono contribuire alla conoscenza di questo gioiello del territorio ferrarese, caricando su iNaturalist le foto delle piante e degli animali che lo abitano.

 

Per info: http://servizi.comune.fe.it/8614/attach/idea/docs/domenica5gruppo_micologico.pdf

http://servizi.comune.fe.it/8614/attach/idea/docs/bioblitz.pdf

INTERROGAZIONI – Presentate dal gruppo M5S in Consiglio comunale

Richieste in merito al parcheggio Baluardo San Lorenzo e alle tariffe del Campeggio Comunale

31-10-2017

Ecco le interrogazioni pervenute:

– la consigliera Morghen (gruppo M5S in Consiglio comunale) ha interrogato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi in merito al parcheggio Baluardo San Lorenzo

– la consigliera Morghen (gruppo M5S in Consiglio comunale) ha interrogato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessore ai alla Cultura/Turismo Massimo Maisto in merito alle tariffe del Campeggio Comunale.

 

>> Pagina riservata alle interpellanze/interrogazioni presentate dai Consiglieri comunali e relative risposte (a cura del Settori Affari Generali/Assistenza agli organi del Comune di Ferrara)

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella seduta del 31 ottobre 2017

Iniziative e contributi per le scuole del territorio, premi alle imprese che assumono persone svantaggiate, macchinari sportivi alla Casa Circondariale

31-10-2017

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì  31 ottobre:

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani, Cooperazione Internazionale – Politiche per la pace, vicesindaco Massimo Maisto:

Nuovi interventi negli istituti scolastici superiori per la promozione di stili di vita sani tra i ragazzi
Coinvolgerà cinque diversi istituti formativi e scolastici superiori del territorio ferrarese il nuovo progetto per la prevenzione dell’uso di sostanze da parte dei ragazzi e la promozione di stili di vita sani che il Comune di Ferrara sosterrà con contributi economici e attraverso il coordinamento di Promeco. La somma di 15mila euro complessivamente destinata all’intervento sarà, in particolare, suddivisa fra gli istituti ITI Copernico-Carpeggiani e IPSIA (6mila euro), Città del Ragazzo (3mila euro), IAL Ferrara (3mila euro) e Cesta di Copparo (3mila euro).
Il progetto prevede l’introduzione della figura dell’educatore di “corridoio”, che avrà la funzione di supportare costantemente le attività educativo-formative della scuola, utilizzando situazioni informali per tradurre comportamenti disfunzionali e provocatori in comportamenti di relazione più condivisibili.
L’impegno dell’operatore, che una volta alla settimana per cinque ore sarà presente in ciascun istituto, sarà inserito all’interno di azioni già in essere nelle scuole. L’obiettivo è quello di incoraggiare e interrompere un circolo vizioso negativo e costruire, attraverso colloqui personalizzati, ma anche e sopratutto grazie alla presenza durante le attività e la “quotidianità”, nuovi circuiti relazionali che dovranno sostituire quelli cristallizzati e disfunzionali. L’operatore, supervisionato da Promeco e in accordo costante con i referenti dell’istituto, predisporrà e pianificherà alcune attività specifiche dopo un periodo di osservazione.

Selezionate le scuole vincitrici del bando ‘I musei per i giovani’
Andranno al liceo Ariosto e all’istituto tecnico Copernico i contributi-premio di 2mila euro ciascuno previsti dal Comune di Ferrara per le scuole vincitrici del bando ‘I musei per i giovani’, che potranno utilizzarli per l’attuazione dei progetti presentati.
Il bando, lanciato all’inizio del 2017, ha visto la partecipazione di diverse scuole secondarie di secondo grado di Ferrara con progetti mirati alla valorizzazione del sistema museale cittadino, per una sua maggiore attrattività fra i giovani.

Restano affidate alle cure degli studenti del ‘Vergani – Navarra’ le piante del Castello estense
Saranno ancora gli studenti dell’istituto ‘Vergani – Navarra’ a prendersi cura delle piante che adornano il giardino pensile e il cortile interno del Castello estense. Proseguirà infatti per altri tre anni la proficua e consolidata collaborazione tra il Comune di Ferrara e l’Istituto scolastico  operante nel settore florovivaistico, per quanto riguarda il monitoraggio relativo ai dosaggi di annaffiatura, le potature, la scelta dei tempi di movimentazione stagionale e le concimazioni delle piante del Castello. Il proseguimento della collaborazione, che mira a coniugare le necessità relative alla cura del verde all’interno del monumento simbolo di Ferrara con le opportunità di formazione sul campo degli studenti, è in particolare oggetto di una convenzione, con scadenza a fine 2020, che è stata approvata stamani dalla Giunta e che prevede una partecipazione economica del Comune di 3mila euro annui.

Mille Miglia 2017: per le iniziative ferraresi un contributo allo Studio Borsetti
E’ di 20mila euro il contributo che sarà erogato dall’Amministrazione comunale allo Studio Borsetti per l’organizzazione degli eventi ‘Ferrara Tribute to Mille Miglia’, ‘Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge’ e ‘Mille Miglia Ferrara Memorial Cesare Borsetti’ edizione 2017 – che si sono svolti in città il 18 e 19 maggio scorsi.

‘Oltre gli stereotipi di genere’: per il convegno del 16 novembre a Ferrara chiesta la collaborazione dell’Azienda Usl
E’ in programma a Ferrara per il 16 novembre prossimo il convegno ‘Oltre il binario: orizzonti contemporanei di identità sesso/genere’ per l’organizzazione del quale il Comune si avvarrà della collaborazione dell’Azienda Usl di Ferrara, a cui erogherà un contributo di 3mila a parziale sollievo delle spese previste. Il convegno, che si svolgerà nella Sala della Musica, nel Chiostro di San Paolo, avrà l’obiettivo di diffondere conoscenze scientifiche e comportamenti relazionali ed etici corretti sui diritti delle persone LGBTQI nell’ambito delle professioni di cura e di accoglienza. L’iniziativa rientra nel progetto ‘Oltre gli stereotipi di genere’ volto alla promozione delle pari opportunità ed al contrasto delle discriminazioni e della violenza di genere. Progetto per il quale il Comune di Ferrara ha ottenuto un contributo regionale di 9mila euro per gli anni 2016 e 2017.

Approvate le tariffe 2018 per l’affitto delle sale comunali
Resteranno invariate anche per il 2018 le tariffe previste dall’Amministrazione comunale per i privati cittadini, gli enti e le associazioni che intendono affittare, per intere giornate o frazioni di giornata, la sala Estense, la sala Boldini, la sala della Musica o la sala mostre Grotte del Boldini.

 

Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:

‘Patto per Ferrara’: premi alle imprese che assumono persone svantaggiate
Ammonta a 6mila euro la somma dei premi di riconoscimento che sarà equamente divisa dal Comune di Ferrara fra le tre aziende del territorio che nel 2016 hanno effettuato interventi di formazione, avviamento e inserimento al lavoro di persone svantaggiate, nell’ambito del progetto ‘Patto per Ferrara: dall’accoglienza all’autonomia’. Si tratta delle attività: Residenza Caterina s.r.l. (di Ferrara) che opera nel settore servizi di assistenza sociale e residenziale e che, dopo un periodo di sperimentazione di 3 mesi con tirocinio finanziato da ASP, ha assunto dal luglio 2016 una persona con contratto a tempo determinato, tuttora in essere; La Bottega snc (di Renazzo di Cento) che opera nel settore produttivo supermercati e che, dopo un periodo di sperimentazione complessiva di un anno tra tirocinio finanziato da ASP e tirocinio oneroso per l’azienda, ha assunto una persona dal febbraio 2016 con due contratti a tempo determinato di un anno ciascuno, tuttora in essere; e Bricoman Italia srl (di Ferrara) che opera nel settore del commercio al dettaglio di ferramenta, materiale elettrico e termoidraulico, e che, dopo un periodo sperimentale di 4 mesi di tirocinio, ha assunto una persona con contratto a tempo determinato tuttora in essere.
Il ‘Patto per Ferrara’, nato nel 2006, prevede un accordo tra Comune di Ferrara, enti locali, Camera di Commercio, associazioni datoriali e sindacali, e Terzo settore per sensibilizzare le imprese e sostenere con servizi e incentivi quelle che accolgono e assumono persone svantaggiate. Alle imprese beneficiarie dei servizi spetta il compito di inserire sul luogo di lavoro le persone svantaggiate e di favorirne la stabilità occupazionale realizzando così un modello di “cittadinanza sociale d’impresa”, attraverso un sistema di inclusione socio-lavorativo integrato e coordinato.
I contributi provengono dal Fondo sociale locale del Distretto Centro Nord (di cui il Comune di Ferrara è capofila), finanziato da fondi regionali. Le tre aziende destinatarie dei contributi hanno, tra l’altro ricevuto anche il premio “Cittadinanza sociale d’impresa” nel corso di una cerimonia che si è svolta lo scorso 22 settembre nella sede della Camera di Commercio di Ferrara (v. CronacaComune del 22 settembre 2017).

 

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Donati alla Casa Circondariale macchinari sportivi di proprietà comunale
Saranno rese disponibili per i progetti sportivi rivolti ai detenuti presenti a Ferrara le macchine per la muscolazione che l’Amministrazione comunale donerà alla Casa circondariale cittadina. Le strumentazioni, di proprietà del Comune e provenienti dalla palestra del Centro Spal di via Copparo, erano state collocate, nel 2014, al Palasport di Ferrara per gli allenamenti della società ASD Kaos Futsal. Quest’ultima ha però di recente trasferito la propria attività in un’altra città e la Società Kleb Basket Ferrara ha chiesto di rimuoverle per poter poi allestire la sala in maniera più funzionale alle proprie attività. Il trasferimento dei macchinari sarà a totale onere e cura della Casa Circondariale.

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell’Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818 

MUSEOMIX A FERRARA – Venerdì 3 novembre alle 17.30 l’inaugurazione con l’ass. Serra della mostra diffusa fino al 15 novembre

Le vie Carlo Mayr e Ripagrande mettono in vetrina creature fantastiche. Dal 10 al 12 novembre attività anche al Museo di Storia Naturale

31-10-2017

Da venerdì 10 a domenica 12 novembre 3 equipe di professionisti (creativi, artigiani, designer, esperti delle collezioni) vivranno dentro il Museo Civico di Storia Naturale e, grazie a un fablab e a tante tecnologie, lo renderanno un’officina creativa. Obiettivo: realizzare un prototipo per migliorare la fruizione degli spazi e delle collezioni, da far testare al pubblico il terzo giorno, domenica 12 novembre dalle 16 in poi. Museomix è un’iniziativa che nasce per cambiare il modo di vivere il museo: più aperto, più collaborativo, più innovativo. Le persone che rendono possibile questo evento, dai professionisti del settore culturale ai semprili creativi, dagli innovatori ai tecnici informatici, lavorano al progetto a titolo volontario e sono la sua vera ricchezza, in quanto dimostrano che il museo è un luogo aperto alla sperimentazione e ai nuovi apporti di competenze dall’esterno.

 

Museomix a Ferrara ha raccolto grande partecipazione a tutti i livelli e la città si è dimostrata interessata e attiva. Una delle partnership più consolidate è quella con gli esercizi commerciali di via Carlo Mayr e Ripagrande: l’Associazione Mayr+Verdi si occuperà di fornire colazioni, pranzi e cene alle squadre che si metteranno al lavoro nel museo per 72ore. Proprio per consacrare questa partnership si è deciso di ‘animare’ via Carlo Mayr e Ripagrande scatenando la creatività in puro stile Museomix: le vetrine si animeranno di creature fantastiche, realizzate dagli allievi della classe II E della Scuola Media Cosmè Tura di Barco. Scegliendo i loro animali preferiti tra quelli ospitati dal Museo di Storia Naturale, i ragazzi, con l’aiuto delle insegnanti Silvia Meneghini e Sara Toso nonché della graphic designer Silvia Franzoni, hanno mixato le specie e dato vita a disegni che saranno esposti presso gli esercenti che hanno aderito al progetto, a partire dall’inaugurazione della mostra, prevista per il 3 novembre alle 17.30, fino a mercoledì 15 novembre. Il percorso espositivo – già allestito – comincia da alcuni negozi di via Ripagrande, mentre il brindisi inaugurale di venerdì 3 sarà a “La Maison” (via Carlo Mayr70/b) e vedrà la partecipazione dell’assessore comunale al Commercio Roberto Serra.

Alcionti, Lestofori, Serpentotteri, Pescigallina, e chi più ne ha più ne metta… Remixare è un gioco da ragazzi, parola di Alma Emily, Antonciuc Cristian, Barboni Nicolò, Bidese Erik, Boalini Simone, Boldrini Annamaria, Bussolari Sofia, Casetti Diego, Daja Franz, Dehdouh Ihab, Dondolini Lucrezia, Eghebi Sheila, El Sayed Jinan, Faggiana Emma, Giovanardi Francesco, Giramma Mario, Gjoni Kristel, Luppi Brian, Massari Sabrina, Munteanu Adelina, Musacchi Chiara, Nwogbo Freedom, Pavani Filippo e Rossetti Alessandro. 

(Comunicato a cura dell’Ufficio stampa di MuseoMix Italia)

Nota del Comune di Ferrara e AVEDEV sulla gestione di un cane ospitato al Canile municipale

31-10-2017

Il Comune di Ferrara e l’Associazione AVEDEV, gestore convenzionato del canile comunale di Ferrara, ritengono necessario informare i cittadini e i mezzi di informazione sulla realtà di una vicenda relativa ad un cane ricoverato presso il canile comunale, vicenda purtroppo rappresentata su alcune pagine internet (‘social network’) e in maniera distorta e fuorviante tanto da assumere contorni non corretti, non veri e in alcuni casi diffamatori, che vanno rettificati per ristabilire la verità dei fatti. Dall’inizio 2013 era ricoverato al canile un cane di grande taglia (75 kg), diffidente, aggressivo con estranei, non socializzato con altri cani, che ha faticato molto a lungo ad adattarsi alla vita del canile.

Dal suo ingresso e fino ad alcuni mesi fa nessuno l’aveva mai richiesto in adozione, ma non appena il cane si è gravemente ammalato (osteosarcoma non operabile e non curabile) si sono presentate richieste di adozione, che hanno fatto sorgere forti dubbi sull’opportunità per il cane di essere dato in adozione con tale patologia e caratteristiche comportamentali. Per i pochissimi mesi che le rimanevano da vivere, non avrebbe avuto il tempo per affrontare e adattarsi ad un nuovo inserimento ambientale e famigliare, come valutato anche dal veterinario comportamentalista e confermato dal Servizio Veterinario AUSL.
La scelta non facile che si poneva è stata quella fra il proteggere e tutelare il cane prima di tutto, oppure accontentare le persone che, anche se involontariamente, non avrebbero potuto evitare al cane stress e disorientamento. E’ stata compiuta la prima scelta e le ragioni sono state motivate ad entrambi i richiedenti.
Il cane, pochi giorni fa, è giunto alla fase terminale e il fine vita è stato effettuato con eutanasia dal veterinario, con la consulenza di un altro veterinario, per mettere fine a inutili sofferenze. Un atto di amore e non di egoismo, condivisibile da chiunque abbia rispetto del dolore del cane.
Purtroppo il seppur motivato diniego dell’adozione ha messo in moto richieste, controlli e ispezioni, con pesanti insinuazioni sulle intenzioni e riportando fatti che non si sono mai verificati. Anzi, dalle ispezioni è emerso che gli esami e le cure a cui è stato sottoposto il cane erano appropriate e rispettose della sua sofferenza e dignità, che è stato accudito dagli operatori di cui si fidava, che hanno potuto assisterlo durante l’inappellabile e dolorosa malattia.
Nonostante le motivazioni espresse, sono continuate accuse e diffamazioni, anche tramite facebook: come spesso accade, è parso non importare tanto la realtà dei fatti e le ragioni delle scelte, quanto piuttosto la possibilità di screditare e denigrare, aderendo acriticamente alla versione di chi ha suggerito o postato questo tipo di testo.
Le accuse vengono rivolte in primis all’Associazione AVEDEV che gestisce il canile, operatori compresi, tacciando chi la rappresenta e il veterinario, di “maltrattamento, crudeltà, assassinio”, ecc. ecc., invocando addirittura la giustizia divina e la radiazione dei veterinari: sarebbe forse opportuno chiedersi quali siano le reali motivazioni di chi ha dato il via a questa campagna denigratoria.
La trasparenza con cui è stato seguito il cane è stata totale e dimostrata alle numerose associazioni, guardie zoofile, avvocati, enti, istituzioni e forze dell’ordine che queste persone hanno coinvolto.
Il Comune di Ferrara, proprietario della struttura affidata dallo stesso alla gestione all’Associazione A.V.E.D.E.V., effettua regolarmente il controllo del canile e delle attività che vi vengono svolte, avvalendosi anche dell’attenta e qualificata sorveglianza dell’Unità Operativa Attività Veterinarie dell’Ausl, senza aver dovuto mai riscontrare alcuna mancanza nella professionalità e dedizione con cui il gestore ha condotto sempre i servizi affidatigli.
Va quindi affermata con fermezza l’infondatezza delle insinuazioni e dei giudizi espressi nei confronti della gestione del Canile municipale e dell’attività svolta dall’Associazione nei confronti di tutti i cani ospitati, invitando ancora una volta i ferraresi a recarsi al Canile comunale per visitare la struttura e constatare quanto sia lontana dalla realtà la rappresentazione che ne è stata data.

Chiara Sapigni, assessora Sanità e Servizi alla Persona Comune di Ferrara

Paola Cardinali, Associazione AVEDEV, gestore convenzionato del Canile comunale

“La conoscenza dialogo tra società civile, scienza, medicina, politica, etica e musica”

Da Ferrara Libero Pensiero

 

Il 05 novembre 2017 alle ore 15:00 presso il Teatro Nuovo di Ferrara in Piazza Trento Trieste n.52, si terrà la PRIMA CONFERENZA in Italia che vuole creare un ponte di dialogo tra società civile, scienza, medicina, politica, etica e musica.

I relatori che parteciperanno al convegno daranno spunti, indicazioni ed assistenza per supportare le future scelte dei cittadini, sempre più attenti alla salute collettiva.

In quest’ambito sarà evidente quanto sia d’importanza fondamentale una comunicazione senza preconcetti tra istituzioni e famiglie, per una scelta consapevole ed informata.

Alla serata parteciperanno e interverranno nella qualità di relatori:

· Prof. Mauro Bologna (SIPNEI), che terrà una breve lezione sul sistema immunitario con alcuni accenni alla particolarità del sistema immunitario nei primi 12 mesi di vita dopodiché seguirà una intervista avente per tema le vaccinazioni.
· Avvocato Roberto Mastalia (AURET), esporrà alcune delle motivazioni di chi ha riserve sulle vaccinazioni e poi illustrerà le contrarietà verso la costrizione vaccinale.
· Senatori Vincenzo D’Anna e Paolo Arrigoni, racconteranno gli aneddoti, i retroscena, le posizioni politiche ed i risvolti che hanno accompagnato e poi prodotto l’attuale legge dell’obbligo vaccinale.
· Filosofo Diego Fusaro, proporrà osservazioni, ragionamenti e pensieri inerenti la conoscenza, la libertà terapeutica, la salute individuale in relazione a molteplici interessi di varia natura.
· Cantautore Giuseppe Povia, introdurrà di volta in volta i vari relatori, proporrà musiche per dare positive energie con parole utili ed inerenti alle successive esposizioni.

Siamo quindi lieti di poterVi avere come nostri ospiti in questa speciale occasione.

Per informazioni e/o conferma cell.: 348 0580532 incaricato addetti stampa

Assemblea annuale pubblica

Giovedì 16 Novembre 2017 presso la sala conferenze Cna Ferrara via Caldirolo n.84 44123 Ferrara
Politiche e strumenti per lo sviluppo di Ferrara: verso un nuovo patto territoriale.

Tel. 0532/749111 – fax 0532/749236
info@cnafe.it

Mostra Flight System Man presso la galleria Fabula Fineart

Da Fabula Fineart

Inaugurazione sabato 4 novembre 2017 ore 18.30
4 novembre – 9 dicembre 2017

Sabato 4 novembre 2017 la Galleria FabulaFineArt di Ferrara presenta Flight System Man, personale di Andrea Bianconi a cura di Vittoria Coen. La mostra si snoda fra volo e identità, quella dell’artista che ritrae se stesso in mille differenti modi, che fugge e al tempo stesso cerca se stesso, provando le proprie forze fino al limite. La performance fa parte del complesso e multiforme universo creativo di Bianconi, che mette in scena una vera e propria sinfonia di suoni, gesti, segni, oggetti ed elementi vari che accompagnano la sua continua ricerca concettuale. In I Wing l’artista traduce metaforicamente il tentativo di volo in una performance inquietante che diventa un video. L’aspirazione a librarsi nell’aria che da sempre accompagna la storia del pensiero umano, dal Mito di Icaro e dalle ricerche di Leonardo fino ad oggi, mette in relazione il rapporto tra la vita e la morte. Andrea Bianconi dà voce al desiderio inconscio di abbracciare l’universo e di liberare lo spirito, e nello stesso tempo, mette a fuoco le nostre paure più profonde. Ci costringe a guardarci allo specchio con le nostre incapacità e con i nostri limiti, ma nello stesso tempo ci sprona a non adagiarci sulle nostre illusioni e a riconsiderare lo sforzo del tentare il volo come qualcosa, comunque, di vitale in sé e per sé. Il percorso espositivo continua con Drawing, disegni che studiano il volo attraversato da piccole frecce, quelle stesse frecce che coprono i muri. Piccoli segnali del movimento, che suggeriscono l’uscita e che, poi, creano delle silenziose esplosioni. Il lavoro di Andrea Bianconi si caratterizza per l’incessante moto perpetuo di forme, segni e segnali di identità, una “topografia della conoscenza”, una enciclopedia di parole, suoni, respiri che fanno parte del suo mondo più profondo. Bianconi è un nomade delle idee, dove il suo corpo, il suo io, sono il canovaccio della sua ricerca. La sua vita si divide tra l’Italia e gli Stati Uniti, dove a periodi vive e lavora. Noi siamo spettatori, ma riusciamo a interagire mentalmente, a entrare in sintonia col suo lavoro. Perché così come lui vuole vivere tutte le vite, anche noi siamo sensibilmente colpiti dalla sua vita d’artista.

Via del Podestà 11-44121 Ferrara (FE)
www.fabulafineart.com

StoriaNaturaleNews n.202, Novembre 2017

Da Museo Civico di Storia Naturale
TEENMUSEOMIX: DAL MUSEO ALLA CITTA’!

Mostra, dal 3 al 15 novembre 2017, via Carlo Mayr, FerraraLogo Teen Museomix

Museomix è una maratona creativa di 3 giorni che avviene dal 10 al 12 novembre 2017 in diversi musei del mondo. Per il secondo anno consecutivo Museomix si svolge anche a Ferrara dove il museo a essere ‘remixato’ è il Museo Civico di Storia Naturale.

Museomix è un’iniziativa che nasce per cambiare il modo di vivere il museo: più aperto, più collaborativo, più innovativo. Le persone che rendono possibile questo evento (professionisti del settore culturale, creativi, innovatori, tecnici informatici, e molto altro) lavorano al progetto a titolo volontario e sono la sua vera ricchezza, in quanto dimostrano che il museo è un luogo aperto alla sperimentazione e ai nuovi apporti di competenze dall’esterno. Museomix a Ferrara ha raccolto grande partecipazione a tutti i livelli e la città si è dimostrata interessata e attiva. Una delle partnership più consolidate è quella con gli esercizi commerciali di Via Carlo Mayr, rappresentati dall’associazione Mayr+Verdi che si occupano di fornire colazioni, pranzi e cene alle squadre al lavoro nel museo dal venerdì alla domenica.

Quest’anno, proprio per consacrare questa partnership si è deciso di ‘animare’ via Carlo Mayr scatenando la creatività in puro stile museomix: le vetrine si animano di creature fantastiche, realizzate dagli allievi della classe II E della Scuola Media Cosmè Tura di Barco. Scegliendo i loro animali preferiti tra quelli ospitati dal Museo Civico di Storia Naturale, i ragazzi, con l’aiuto delle insegnanti Silvia Meneghini e Sara Toso e della graphic designer Silvia Franzoni, hanno mixato le specie e dato vita a disegni che potrete vedere esposti presso gli esercenti che hanno aderito al progetto, a partire dall’inaugurazione della mostra, prevista per il 3 novembre alle 18, fino al 15 novembre.

Alcionti, Lestofori, Serpentotteri, Pescigallina, e chi più ne ha più ne metta… Remixare è un gioco da ragazzi, parola di Alma Emily, Antonciuc Cristian, Barboni Nicolò, Bidese Erik, Boalini Simone, Boldrini Annamaria, Bussolari Sofia, Casetti Diego, Daja Franz, Dehdouh Ihab, Dondolini Lucrezia, Eghebi Sheila, El Sayed Jinan, Faggiana Emma, Giovanardi Francesco, Giramma Mario, Gjoni Kristel, Luppi Brian, Massari Sabrina, Munteanu Adelina, Musacchi Chiara, Nwogbo Freedom, Pavani Filippo e Rossetti Alessandro.

Volete saperne di più?

Vi aspettiamo in via Carlo Mayr e, dal 10 al 12 novembre, al Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara. Domenica 12 dalle ore 16 l’ingresso al museo è gratuito e tutti i visitatori sono invitati a scoprire i prototipi!
http://www.museomix.it/museomix-ferrara-dal-museo-alla-citta/

*********

FUNGHI ED ALTRE MERAVIGLIE DELLA NATURA: BIOBLITZ AL BOSCO DI PORPORANA
Domenica 5 novembre 2017

bioblitzboscoporporana

Il Museo di Storia Naturale ed il Centro IDEA del Comune di Ferrara hanno avviato la raccolta di osservazioni fotografiche di animali e piante nel Bosco (Il-bosco-di-porporana).

Tutti possono contribuire alla conoscenza di questo gioiello del territorio ferrarese, caricando su iNaturalist le foto delle piante e degli animali che lo abitano.

In collaborazione con il Gruppo Micologico di Bondeno è stata organizzata una giornata di ricerca e studio aperta alla cittadinanza,alla scoperta della veste autunnale del bosco: una migliore conoscenza, raggiunta con la collaborazione dei cittadini, consentirà di proteggere e gestire meglio il Bosco.
Nella stessa giornata il Gruppo Micologico di Bondeno, insieme ad altri appassionati e micologi del territorio, effettueranno ricerche e studi delle specie fungine del bosco.

Programma

ORE 14.00: ritrovo al Centro Visite di Porporana (ex scuole elementari – via Martelli 300)

ORE 14.30: escursione nel bosco con la guida della Dr.ssa Carla Corazza e del Dr. Nicola Baraldi, ricercatori del Museo di Storia Naturale.

ORE 17.00: ritorno al centro visite, visita alla mostra sui funghi del bosco a cura dei gruppi micologici del territorio.

CHIEDIAMO GENTILMENTE DI SCARICARE L’APP INATURALIST PRIMA DELL’ INIZIO DEL LABORATORIO (da Google o Apple stores)

locandina-bioblitz.pdf

loghiporporana

Ultime segnalazioni da Bosco di Porporana:

********

APPRENDISTI SCIENZIATI AUTUNNO 2017


Programma 

OTTOBRE

Martedì 31 ore 15.00
Halloween
Per bambini dagli 8 ai 12 anni

NOVEMBRE

Sabato 25 – Domenica 26 ore 15.30
Alla scoperta dei semi
Sabato per bambini dai 5 ai 7 anni
Domenica per bambini dagli 8 ai 12 anni

DICEMBRE

Sabato 2 – Domenica 3 ore 15.30
Esploriamo il corpo umano
Sabato per bambini dai 5 ai 7 anni
Domenica per bambini dagli 8 ai 12 anni

Sabato 16 – Domenica 17 ore 15.30
Natale al Museo di Storia Naturale
Sabato per bambini dai 5 ai 7 anni
Domenica per bambini dagli 8 ai 12 anni

L’ iniziativa, organizzata in collaborazione con l’ Associazione Didò, che condurrà le attività, è rivolta alle famiglie con bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni.

Tutti gli incontri si terranno presso il Museo in via De Pisis, 24 Ferrara

Potranno partecipare 20 persone per pomeriggio, al costo previsto di 6,00 per bambino e di 2,00 per adulto. E’ necessaria la presenza di un adulto accompagnatore pagante.

La prenotazione è obbligatoria. E’ possibile prenotare dal giorno 20 del mese in corso per le attività del mese successivo.

Tutti i dettagli degli appuntamenti sono disponibili nel seguente file:

apprendistiautunno2017programma.pdf

Informazioni e prenotazioni presso
Sezione Didattica del Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara, via De Pisis, 24;
telefono: 0532-203381 / 206297; dal lunedì, mercoledì e venerdì in orario 9,00-12,30;
e-mail: dido.storianaturale@gmail.com
sito web: www.associazionedido.it

La Newsletter del 31 Ottobre 2017

Logo Comune di Ferrara, Città Patrimonio dell'Umanità
COMUNE DI FERRARA
Statistica
Newsletter
INFORMANUMERI 31 ottobre 2017

Le notizie di oggi: 

Banner prezzi piccoloANTICIPAZIONE DEI PREZZI – Ottobre 2017
A Ferrara, nel mese di ottobre 2017, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) con tabacchi diminuisce di 0,2% rispetto al mese precedente ed aumenta di 0,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente…..
anticipazione_ottobre_2017.pdf

genteBILANCIO MENSILE DELLA POPOLAZIONE
Pubblichiamo l’ammontare dei flussi registrati nell’Anagrafe Comunale (nati, deceduti, iscrizioni confermate e cancellazioni), rilevati mensilmente con il modello Istat D7B, e il numero degli atti stato civile registrati a Ferrara nel mese, nati, deceduti e matrimoni nella popolazione presente, cioè il modello Istat D7A. Secondo i dati rilevati con il modello Istat D7B, la popolazione residente al 30 settembre 2017 ammonta a 132.497 abitanti.
res2017settembre.xls
pres2017settembre.xls

Al fine di favorire la diffusione e l’utilizzazione dei dati e delle informazioni è consentita la riproduzione parziale o totale del contenuto delle presenti pubblicazioni, con citazione della fonte: Sistan, Comune di Ferrara, Statistica

REDAZIONE
Statistica
email: statistica@comune.fe.it

Proiezione de “Oltre il confine-La storia di Ettore Castiglioni”

Da Club Alpino italiano

Inseguendo i profili: proiezione di Oltre il confine-La storia di Ettore Castiglioni
Mercoledi’ 1 novembre alle 21 presso il cinema Boldini, la seconda serata di Inseguendo i profili, la consueta rassegna autunnale del Cai Ferrara, propone la proiezione del film Oltre il confine-La storia di Ettore Castiglioni, alla presenza dei registi Andrea Azzetti e Federico Massa.
La vicenda dell’alpinista Ettore Castiglioni (1908-1944) rivive attraverso le parole del suo diario.
Da giovane dandy di buona famiglia, inquieto e solitario, amante dell’arte e della musica, a soldato e poi partigiano che si adoperò per portare in salvo sul confine svizzero profughi ed ebrei. Un viaggio sospeso tra passato e presente in cui lo scrittore Marco Albino Ferrari (curatore dell’edizione critica dei Diario di Castiglioni) raccoglie testimonianze e documenti, e cerca di far luce sulla misteriosa morte dell’alpinista. Il diario si ferma al marzo del 1944. Degli avvenimenti successivi Castiglioni non ha voluto lasciare traccia. Il film ha vinto il Premio Citta’ di Imola al TrentoFilmFestival 2017 dedicato al miglior film, documentario o fiction di autore italiano e prodotto in Italia.
L’ultimo appuntamento della rassegna sara’ mercoledi’ 8 novembre sempre alle 21 alla Sala Estense con una selezione di filmati dell’ultimo TrentoFilmFestival: Dhaulagiri-Ascenso a la montana blanca, premiato con la Genziana d’Oro come migliore film di alpinismo, e Kangchenjunga.
Inseguendo i profili gode del Patrocinio del Comune di Ferrara, della collaborazione di TrentoFilmFestival e del contributo degli sponsor Alpmania, Ottica Bonora e Pixel3Studio; tutte le serate sono ad ingresso libero.

“Concessionarie Unesco” parte seconda

Da Lorenzo Lazzari, M5s Ferrara

“CONCESSIONARIE UNESCO” PARTE SECONDA
A quanto pare, per questa Amministrazione e i suoi assessori ora anche gli atti ufficiali pubblici come le
Interrogazioni hanno perso di valore. Sì perché, quando rispondono nel merito, siamo arrivati al punto che
non è detto che affermino propriamente la realtà dei fatti.
Più precisamente, facciamo riferimento alla risposta raffazzonata dell’assessore Maisto all’interrogazione
del M5S (del 19/06/17 http://www.comune.fe.it/5216/attach/presidente_cons/docs/72091-2017-m5ssimeone.pdf)
in merito alla manifestazione ‘Concessionarie in vetrina’, esposizione privata di automobili
“stile autosalone”, particolarmente invasiva nei confronti dei turisti vista la location scelta di piazza Castello
e soprattutto a scopo unicamente commerciale. Non volendo entrare adesso nel merito di come non venga
giustificata la gratuità per l’occupazione di suolo pubblico per un evento a scopo di lucro, ci vogliamo invece
soffermare sulle parole dell’assessore che, solo il 28 settembre scorso, concordando con noi sull’effettiva
invasività, affermava che la manifestazione non sarebbe più stata realizzata nella medesima location
(http://www.comune.fe.it/5216/attach/presidente_cons/docs/72091-2017-maisto.pdf). E invece? Invece dal 25 al
29 ottobre appena passati le auto delle concessionarie erano “bruttamente” parcheggiate ancora davanti
l’ingresso del Castello Estense, alla faccia dei tanti turisti presenti in Città in questo periodo.
A questo punto ci chiediamo: a cosa serve interpellare l’Amministrazione, aspettare in questo caso circa 3
mesi, per una risposta che non corrisponde alla verità? Ci piacerebbe avere chiarimenti, magari questa
volta entro Natale.

I fiori di adesso

di Carla Sautto Malfatto

Sono sempre con me, i miei morti, più vivi che mai. Un esercito che mi protegge, mi sostiene. Con alcuni, i più vicini, parlo. Loro rispondono nella mia testa. Qualche volta mi bacchettano. Di solito, mi fanno compagnia. Li immagino nella loro veste umana migliore. Li sogno, ancora più belli. Non li tocco più, ma loro hanno grandi mani e ali per muovere l’asta della sorte a mio favore. Anche quando cado in disgrazia, so che potrebbe andare peggio. Quando tocco il fondo, loro mi assicurano che riuscirò ad alzarmi. Spero siano con me – conto almeno su tre o quattro – quando dovrò varcare quella porta, che tanto mi spaura. Mi spaura tanto – anche se loro sorridono. Loro sorridono sempre, e mi fa ben pensare.

I fiori di adesso

Mi hanno detto che dovrò morire,
prima o poi, e non sono contenta.
Ogni tanto, un dolore
una discrepanza
uno strappo
a sentinella
a monito
del meno tempo rimasto.
Prendo il foglio e detto le ultime volontà:
non mi interessa, giuro, non mi interessa
come spartirete le mie sostanze
e, credo, neppure i malumori
per quel chilo in più
assegnato a qualcun altro,
di cui si approprierà,
che cederete.
Vi chiedo la cortesia, intanto che sono,
di agire come agireste poi
quando il rimpianto del non compiuto
sarà prepotente.
Non mi serve a niente
se mi sarà decretato, dopo,
il bacio, la carezza, l’affetto,
lo stupore davanti al mio creato.
Parlatemi, come parlereste al mio ricordo,
fatemi, come fareste nel rimorso,
oppure depennatevi da soli
se nel pensiero non avrò lasciato nulla
o mi avrete già saccheggiato:
siete nulla anche per me,
non illudete il mio ultimo passo.
E i fiori, portatemeli adesso.

(Carla Sautto Malfatto – tutti i diritti riservati)

omicidio-mattei

PERSONAGGI
L’omicidio di Mattei, un colpo di Stato ignorato?

Una vita passata a scrutare nei fatti e nel cervello della gente – gente per lo più sconosciuta, personaggi che mai avrei incontrato se avessi fatto un mestiere diverso, non il giornalista voglio dire – insegna quantomeno a rispettare gli altri, non tutti gli altri, ma tanti che sarebbero rimasti fantasmi se avessi fatto un lavoro vero, che so visibile, mica il cacciatore di farfalle o, peggio, di ombre.
Ecco, le ombre che il giornalismo mi ha lasciato dentro si muovono sconsideratamente come i burattini. Ricordo che una volta andai a intervistare un famoso burattinaio, aveva comprato un cascinale con annesso fienile nelle campagne reggiane, dove ricoverare finite le recite i suoi attori dalle teste di legno. Era un giorno ventoso di primavera, cielo terso, poche nubi veloci sul mio capo, i burattini, centinaia, erano appesi alle pareti e a robuste corde tese da parete a parete e danzavano nel vento che spazzava il camerone, assurdi, inquietanti attori della nostra vita, visi stralunati, occhi fissi sul nulla, si muovevano tutti insieme a un ritmo preciso dettato dalle folate. Per me sono diventati un simbolo, quei pupazzi struggenti, di un’umanità smarrita, nella mia testa continuano a danzare silenziosi e hanno nomi di persone scomparse, morte, ma sempre vive nella mia mente, confesso, un po’ sconvolta: sono il re, la regina, il diavolo, la guardia, la maga, la fata, Fagiolino, Sandrone, immancabili personaggi delle commedie dei teatrini, i nanetti, Biancaneve… la mia vita.
Ma le fiabe che raccontavano sono cambiate, sono rimaste, dicevo, le ombre e quasi tutte narrano storie drammatiche, quando non tragiche: una di queste si riferisce alla strage di Bascapè. Fu la fine del sogno italiano di sedersi al tavolo esclusivo dei padroni del mondo, la fine di Enrico Mattei.

Era un giorno freddo di pioggia, il 27 ottobre del 1962, mi ero vestito da festa, camicia bianca, cravatta, e soprattutto scarpe all’inglese, di pellame rosso con i bucherelli, le avevo comprate da poco e mi erano costate un occhio della testa, una spesa fuori dalle mie possibilità economiche come sempre scarse. Insomma, mi ero messo elegante, dovevo andare per la prima volta alla Scala di Milano, ma non ricordo se era un’opera che mi aspettava, oppure un balletto di Nureiev. Ero già pronto e profumato. Suonò il telefono. Non poteva che essere una maledizione.
Lavoravo all’Agenzia Giornalistica Italia, Agi, voluta da Enrico Mattei, concorrente diretta dell’Ansa, ma per certi versi più importante, soprattutto all’estero, nel terzo mondo, specie in Africa dove l’Eni aveva molti interessi e molti altri aveva da concludere, sempre sostenuta dai giornali e, appunto, dall’Agenzia. Quello costruito da Mattei era un colosso dell’informazione, a Milano aveva fondato un quotidiano: si chiamava ‘Stasera’ e doveva essere il vero concorrente del ‘Corriere d’Informazione’, de ‘La Notte’ e del ‘Corriere Lombardo’. Questi ultimi due quotidiani del pomeriggio del cementiere Pesenti: allora si leggeva, la televisione faceva fatica a mettere in onda un telegiornale, o due, al giorno. La direzione di ‘Stasera’ fu affidata a un giornalista famoso, Mario Melloni, il più noto corsivista italiano con il nome di Fortebraccio: era stato democristiano, poi si era ravveduto, si era iscritto al Partito comunista, diventando il più acerrimo nemico della Destra. Le sue feroci battute erano in grado di ridicolizzare un politico, come quella volta che disse del segretario di una forza politica di centro, elegante, distinto ma con pochi capelli, “un uomo dalla fronte inutilmente alta”. Insomma, nel cielo italiano era spuntata una nuova e più lucente stella, troppo lucente, feriva gli occhi ai politicanti abituati a guardare il pavimento. Il governo allora era retto da tre figuri, chiamati anche la Santissima trinità: Amintore Fanfani, il piccoletto presidente del Consiglio, Giulio Andreotti, ministro della Difesa, Emilio Taviani agli Interni. Sotto di loro passò la storia più tragica dell’Italia.

MATTEI
Enrico Mattei

Al telefono la voce affannata del mio capo mi informò che l’aereo dell’Eni su cui viaggiava Mattei con un giornalista americano, era scomparso, stava per atterrare a Linate, proveniente dalla Sicilia, ma d’improvviso la voce della radio di bordo aveva taciuto. “Pare che sia caduto vicino a Bascapè, corri a vedere”. “Ma dov’è Bascapè?”, chiesi. Risposta: “Vicino all’aeroporto”. In redazione non sapevano altro.
Così partii con la mia Cinquecento alla ricerca di Bascapè, dell’aereo e del mio presidente Enrico Mattei. Era notte, La marcita di Bascapè era veramente una marcita, i campi erano coperti da mezzo metro e più d’acqua, quando finalmente vidi davanti a me la notte squarciata dalle luci di fari. Mi avvicinai ancor più, trovai da posteggiare sotto un albero, mi infilai nell’acqua, che mi sembrò calda e ci restai per alcune ore. Raggiunsi il luogo dov’erano radunati i mezzi di soccorso e mi si presentò davanti una scena indimenticabile: in piedi sul predellino dell’auto del Corrierone un collega alto due metri arringava la notte, con quanta voce aveva in corpo, ed era tanta, “e dì in redazione che voglio la mia firma in prima pagina… digli a quello stronzo che voglio la firma in prima pagina. Capito?” Il collega, a cui era indirizzato l’appello, parve non ascoltare e si dileguò nella notte. Lo seguii e raggiungemmo i primi mezzi dei pompieri. Si faceva fatica a stare in piedi e camminare, ogni tanto si precipitava e l’acqua arrivava al petto, addio vestito, addio scarpe con i bucherelli, addio tutto. A un certo punto, risalendo dal fosso, sentii il mio piede destro scivolare, guardai a terra e mi accorsi che avevo appena pestato un cervello. Chiamai i vigili del fuoco. Credo che non fosse mai successo a una persona di calpestare impunemente il cervello di un uomo così potente. Successivamente pensai che quella notte forse era stato il momento nel quale si era compiuto un golpe e si chiudeva per un paese la possibilità di cambiare e diventare una nazione moderna.

Non si è mai cercato il colpevole, ma parlare di colpo di stato non è azzardato. Morto Enrico Mattei, l’Eni fu rapidamente ridimensionata: chiusi gli uffici all’estero, licenziamenti in serie, chiusi agenzie giornalistiche e quotidiani. Il sogno del vecchio partigiano Mattei fu rimesso in un cassetto, dove fu chiuso a chiave, l’Italia è questa.

Programma del Jazz Club Ferrara Novembre Dicembre 2017-2018

Ferrara in Jazz 2017 – 2018

XIX Edizione
06 ottobre 2017 – 30 aprile 2018

MAIN CONCERTS
Venerdì 3 novembre, ore 21.30
In collaborazione con Bologna Jazz Festival
TIM BERNE SNAKEOIL
Tim Berne, sax alto
Oscar Noriega, clarinetti
Matt Mitchell, pianoforte
Ches Smith, batteria e percussioni

Venerdì 10 novembre, ore 21.30
In collaborazione con Bologna Jazz Festival
SMALLS LIVE ON TOUR
Ryan Kisor, tromba
Joel Frahm, sax tenore
Spike Wilner, pianoforte
Tyler Mitchell, contrabbasso
Anthony Pinciotti, batteria

Sabato 11 novembre, ore 21.30
In collaborazione con Bologna Jazz Festival
RALPH TOWNER SOLO
Ralph Towner, chitarra

Venerdì 17 novembre, ore 21.30
THE WIRE QUARTET FEAT. CHRIS CHEEK
Chris Cheek, sax tenore
Luca Mannutza, pianoforte
Lorenzo Conte, contrabbasso
Anthony Pinciotti, batteria

Sabato 18 novembre, ore 21.30
In collaborazione con Bologna Jazz Festival
MIGUEL ZENON QUARTET
Miguel Zenon, sax alto
Louis Perdomo, pianoforte
Hans Glawischnig, contrabbasso
Henry Cole, batteria

One More
Giovedì 23 novembre, ore 21.30
Realizzato dal Conservatorio “G. Frescobaldi” nell’ambito del Festival In Corde
In collaborazione con Jazz Club Ferrara
STEFANO CARDI – ENRICO PIERANUNZI
Enrico Pieranunzi, pianoforte
Stefano Cardi, chitarra

Venerdì 24 novembre alle ore 21.15 al Centro Pandurera, Cento (Fe)
Realizzato dalla Fondazione Teatro Borgatti in collaborazione con Jazz Club Ferrara
KENNY WERNER TRIO
Kenny Werner, pianoforte
Johannes Weidenmueller, contrabbasso
Ari Hoenig, batteria

Sabato 25 novembre, ore 21.30
HUMAN FEEL
Andrew D’Angelo, sax alto
Chris Speed, sax tenore e clarinetto
Kurt Rosenwinkel, chitarra
Jim Black, batteria

Venerdì 01 dicembre, ore 21.30
DANIELE SANTIMONE QUARTET
FEAT. PIETRO TONOLO e ARES TAVOLAZZI
Pietro Tonolo, sax tenore e soprano
Daniele Santimone, chitarra
Ares Tavolazzi, contrabbasso
Riccardo Paio, batteria

Sabato 2 dicembre, ore 21.30
DON BYRON – ARUÁN ORTIZ DUO
Don Byron, sax tenore e clarinetto
Aruán Ortiz, pianoforte

Sabato 9 dicembre, ore 21.30
JEN SHYU SONG OF SILVER GEESE
Jen Shyu, voce, pianoforte, moon liute, gayageum e violino
Chris Dingman, vibrafono
Mat Maneri, viola
Dan Weiss, batteria e percussioni

Sabato 16 dicembre, ore 21.30
ADA MONTELLANICO ABBEY’S ROAD
Ada Montellanico, voce
Giovanni Falzone, tromba
Filippo Vignato, trombone
Matteo Bortone, contrabbasso
Ermanno Baron, batteria

Sabato 23 dicembre, ore 21.30
JOHNNY O’NEAL TRIO CHRISTMAS CONCERT
Johnny O’Neal, pianoforte e voce
Charles Goold, contrabbasso
Luke Sellick, batteria

MONDAY NIGHT RAW

Sotto la sigla Monday Night Raw, mutuata dal colorito vocabolario del wrestling americano, i lunedì sera del Torrione si trasformano in un autentico ring sul quale si sfideranno, fino all’ultimo match, giovani protagonisti della scena jazzistica contemporanea nazionale ed internazionale, seguiti, come di consueto, da infuocate jam sessions. In apertura di serata l’accattivante selezione musicale di Willygroove, France, Andreino e Gil Dj farà da sfondo al goloso aperitivo a buffet del wine-bar del Torrione.

Lunedì 6 novembre, ore 21.30
XY QUARTET
Nicola Fazzini, sax alto
Saverio Tasca, vibrafono
Alessandro Fedrigo, basso acustico
Luca Colussi, batteria

Lunedì 13 novembre, ore 21.30
MANISCALCO-BIGONI-SOLBORG
Francesco Bigoni, sax tenore e clarinetto
Emanuele Maniscalco, pianoforte
Mark Solborg, chitarra

Lunedì 20 novembre, ore 21.30
BIG MOUNTAIN, SMALL PATH
Alessandro Presti, tromba
Piero Bittolo Bon, sax alto
Enrico Zanisi, pianoforte
Stefano Carbonelli, chitarra
Francesco Ponticelli, contrabbasso ed elettronica
Enrico Morello, batteria

Lunedì 27 novembre, ore 21.30
RICHARD SEARS QUARTET FEATURING ROMAN FILIU
Roman Filiu, sax alto
Richard Sears, pianoforte
Matteo Bortone, contrabbasso
Guilhem Flouzat, batteria

Lunedì 4 dicembre, ore 21.30
WILL BERNARD ORGAN TRIO
Will Bernard, chitarra
Giulio Campagnolo, organo
Gioele Pagliaccia, batteria

Lunedì 11 dicembre, ore 21.30
GIOVANNI GUIDI SOLO
Giovanni Guidi, pianoforte

Lunedì 18 dicembre, ore 21.30
In collaborazione con la Fondazione Siena Jazz
SIENA JAZZ GIOSI QUARTET
Andrea Del Vescovo, tromba
Luca Sguera, pianoforte
Alessandro Mazzieri, basso
Simone Brilli, batteria

SOUND ROUTES

Il Jazz Club – in collaborazione con Bologna Jazz Festival – ospita Sound Routes, progetto cofinanziato dal programma “Europa Creativa” dell’Unione Europea e da 8 X 1000 – Tavola Valdese, che permette ad artisti costretti ad abbandonare i propri paesi di origine di continuare ad esprimere e a condividere la loro passione, la musica. Grazie a Sound Routes, quindi, il pubblico del Jazz Club godrà della rara occasione di ascoltare artisti provenienti dal Medio Oriente e oltre. Le serate saranno anticipate da una cena a tema. È consigliata la prenotazione.

Venerdì 22 dicembre, ore 21.30
In collaborazione con Bologna Jazz Festival e Medici Senza Frontiere
KIMIA GHORBANI & TARIFA
Kimia Ghorbani, voce e daf;
Federico Caruso, clarinetto;
Marco Fiorini, Riccardo Morandini, chitarra;
David Sarnelli, fisarmonica;
Kim Baiunco, contrabbasso

SOMETHIN’ELSE

Una “rassegna nella rassegna” dedicata alle sperimentazioni elettroniche e realizzata dall’Associazione Reverb in collaborazione con Jazz Club Ferrara. Improvvisazione, tecnologia e un autentico spettacolo di suoni e luci, connoteranno le performances di artisti di fama internazionale. Queste prime date autunnali sono state definite grazie alla consulenza di Raffaele Costantino, producer, dj e conduttore di RAI Radio2 Musical Box.
Giovedì 30 novembre, ore 22.00
Realizzata da Associazione Reverb in collaborazione con Jazz Club Ferrara
Live Set
JAMESZOO
+
DJ Set
DJ HENDRIX
Venerdì 15 dicembre, ore 22.00
Realizzata da Associazione Reverb in collaborazione con Jazz Club Ferrara
Live Set
MARK DE CLIVE-LOWE+DJ Set
DJ HENDRIX

THE TOWER JAZZ COMPOSERS ORCHESTRA

La Tower Jazz Composers Orchestra nasce come naturale reazione a catena ed evoluzione di due progetti pilota che hanno preso forma durante le scorse stagioni (The Tower Jazz Workshop Orchestra e The Unreal Book), ne consegue che il progetto rappresenti una sintesi dei precedenti, ma con una formazione e un repertorio più definiti. Sotto la direzione di Piero Bittolo Bon e Alfonso Santimone, il progetto mira alla realizzazione di una big band “elastica” che permetta ai singoli musicisti di sperimentare collettivamente la propria vena compositiva e le proprie idee musicali.

Sabato 04 novembre, Venerdì 08 dicembre, ore 21.30
THE TOWER JAZZ COMPOSERS ORCHESTRA
Marta Raviglia, voce;
Alfonso Santimone, direzione, pianoforte ed elettronica;
Piero Bittolo Bon, direzione, sax alto, clarinetto basso e flauti;
Sandro Tognazzo, flauto;
Glauco Benedetti, tuba;
Mirko Cisilino, Pasquale Paterra, Gabriele Cancelli, trombe;
Filippo Vignato, Federico Pierantoni, Lorenzo Manfredini, tromboni;
Gianluca Fortini, clarinetti e sax alto;
Tobia Bondesan, sax tenore;
Filippo Orefice, sax tenore, clarinetto e flauto;
Beppe Scardino, sax baritono, sax alto e flauto;
Luca Chiari, Riccardo Morandini, chitarra;
Federico Rubin, piano elettrico;
Alessandro Garino, pianoforte;
Stefano Dallaporta, contrabbasso e basso elettrico;
Andrea Grillini, Simone Sferruzza, batteria;
William Simone, percussioni

GIALLO FERRARA

Giovedì 09 novembre, ore 21.30
Realizzato da Giallo Ferrara Festival in collaborazione con Teatro Off e Jazz Club Ferrara
GIALLO FERRARA @ JAZZ CLUB

Atmosfere “noir” al Jazz Club con l’appuntamento in programma per giovedì 09 novembre che apre le porte al Festival Giallo Ferrara. Letture tratte da “Cari Mostri” di Stefano Benni, a cura di Teatro Off, si alterneranno alle sonorità folk dei Terza Classe.

INFORMAZIONI
www.jazzclubferrara.com
jazzclub@jazzclubferrara.com
Infoline e prenotazione cena 0532 1716739 (dalle 15.30)

Tranne ove diversamente specificato, tutti i concerti si svolgono al Torrione San Giovanni via Rampari di Belfiore, 167 – 44121 Ferrara.

Il Jazz Club Ferrara è affiliato a Endas, l’ingresso è riservato ai soci.

Coraggio, cuore e persone: le parole chiave al Premio Cambiamenti

Riconoscimento alle 20 Start up che hanno partecipato al contest nazionale e premiate le 3 imprese più innovative.

20 Start up ferraresi che rappresentano il “pensiero innovativo”, un modo diverso di fare impresa. Ognuno di loro ha raccontato cosa li contraddistingue, le scelte su cui si sono orientati, quali sono stati i fattori di cambiamento motore della loro imprenditorialità e le parole chiave ricorrenti sono state “coraggio”, “cuore” e “persone” necessari ad affrontare con passione le sfide del mercato, mettendosi in gioco. L’importanza delle risorse umane, la valorizzazione dei collaboratori, la loro motivazione e il rispetto, il renderli partecipi di un progetto complessivo è emerso fortemente come un fattore determinante per il successo dell’impresa. Un passaggio culturale importante, considerando che le imprese premiate sono comunque realtà di piccole dimensioni, in un periodo storico in cui la tecnologia è al centro dell’innovazione. Di fatto l’innovazione tecnologica è stata comunque protagonista come fattore di cambiamento per molte delle start up presenti nella serata di lunedì 30 ottobre presso la CNA di Ferrara alla finale territoriale del Premio Cambiamenti.
Sono state quindi selezionate e premiate le tre imprese vincitrici che continueranno la corsa verso il Premio nazionale, tutte accomunate dal fatto di sviluppare attività e ricerca orientate alla sostenibilità ed al bene comune, oltre che all’originalità e alla capacità di introdurre un reale cambiamento nel settore. Si tratta di 4e consulting srl di Ferrara, tecnologie nel settore motoristico industriale, Renovatio Italia srls di Cento, sistemi tecnologici per la governance dei rifiuti e Scent srl di Ferrara, tecnologia diagnostica tumorale.
Sono state inoltre attribuite tre Menzioni speciali rispettivamente per “Commercio” a Carp Lab di Bertoni Mattia di Masi Torello, vendita di articoli di pesca, “Impresa donna” a Green Apple Scarl di Ferrara, servizi socio-educativi ed infine “Ferrara nel mondo” a MMW srl di Ferrara, abbigliamento e accessori di lusso.
Alla Cerimonia di Premiazione erano presenti anche Matteo Fabbri, Vice-presidente di CNA Ferrara che ha sottolineato il fondamentale ruolo di integrazione economica e sociale della piccola e media impresa nel territorio, mentre Bruno Faccini Presidente dei Giovani Imprenditori di CNA Ferrara ha ribadito il valore di iniziative come Premio Cambiamenti, nel dare risalto alle imprese, alla loro energia propulsiva e al loro coraggio.
Importante anche il contributo di Mauro Giannattasio, Segretario generale della Camera di Commercio di Ferrara e il suo plauso alle imprese presenti come leader in ambiti settoriali in cui la crisi ha lasciato dei segni importanti, testimonianza della loro capacità di sapersi evolvere con una vision gestionale.
L’Assessore comunale Caterina Ferri ha sottolineato l’impegno dell’Amministrazione nel sostenere le imprese, ricordando gli ultimi 3 bandi appena usciti, di cui uno rivolto agli investimenti 4.0 e in particolare la detassazione nei primi 5 anni per le Start up, più volte sollecitata da CNA.
Le tre imprese vincitrici saranno segnalate per concorrere al Premio Nazionale che verrà assegnato il 30 novembre a Roma.

Le altre start up che hanno concorso nella provincia di Ferrara:
A+Store Srl, Aicon Industry Srl, Aidél Società Cooperativa, Ali’ Baba Kebab, Avéva Di Michele Bottoni, B&P Web Srl, Datapplied, Deltainbarca M/N Dalì, Dieffe Natura, Fzpro, Logikamente Srl, Marinati Cavalieri, Progetto Canapa Ferrara Srl, Venti2esimo Srls.

Iniziativa pubblica sulla nuova legge elettorale

Da Organizzatori

Venerdì 3 novembre alle ore 15 nella Sala Verde della Camera del Lavoro di Ferrara (Piazza Verdi, 5) si terrà un’iniziativa pubblica sui temi della nuova legge elettorale e dell’art. 116 della Costituzione Italiana.

La nuova legge elettorale e la partecipazione alla vita democratica del Paese: espressione della volontà dell’elettore o dei partiti?

Inoltre, art. 116 della Costituzione e federalismo: indipendentismo o pericolo di tenuta del Paese? Un confronto delle scelte fatte da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

Ne parleranno Alfiero Grandi del Coordinamento nazionale Democrazia e Costituzione e Antonella Raspadori della Segreteria Cgil Emilia Romagna.

Susanna Garuti
Ufficio comunicazione, formazione e informazione
Tel. 0532 783233 – 347 3507194
susanna.garuti@mail.cgilfe.it
CdLT-Cgil
P.zza Verdi, 5 – 44121 Ferrara
Tel. 0532 783111

Fondi per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese

A partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018 le piccole e medie imprese (anche ferraresi) di tutti i settori economici potranno presentare domanda al Ministero dello Sviluppo economico per ottenere un contributo, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

Il Voucher – ricorda la Camera di commercio – sarà utilizzabile per l’acquisto, in particolare, di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di migliorare l’efficienza aziendale, modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro, sviluppare soluzioni di e-commerce, fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Ciascuna impresa, dunque, potrà beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili. Entro 30 giorni dalla chiusura del bando, il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata. Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili, il Ministero guidato da Calenda procederà al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorreranno al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

E al fine di consentire alle imprese ferraresi una maggiore possibilità di utilizzo delle misure adottate, è stata messa a punto da Camera di commercio ed associazioni di categoria una speciale Task force di comunicazione, con l’obiettivo di agevolare il più possibile le aziende nell’ottenimento dei finanziamenti necessari.

Per maggiori informazioni: ufficio Marketing del territorio della Camera di Commercio (tel.
0532/783813-820; e-mail: promozione@fe.camcom.it), che invita le imprese anche a consultare con attenzione il sito www.fe.camcom.it.
Riferimento per i Media:
Camera di Commercio di Ferrara Ufficio Stampa
E-mail: stampa@fe.camcom.it Tel: 0532 783.921 – 914 – 802

Hans Tuzzi presenta “Come scrivere un romanzo giallo o di altro colore” alla libreria Ibs

Venerdì 3 novembre

alle 18.00

Presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino

Libreria Ibs+Libraccio di Ferrara

Hans Tuzzi

presenta

“Come scrivere un romanzo giallo o di altro colore”, “La belva nel labirinto” e “Al vento dell’oceano”

 Bollati Boringhieri

Dialoga con l’autore Gianni Venturi

Hans Tuzzi è l’apprezzato autore – oltre che di saggi sulla storia del libro e sul suo mercato antiquario, e del romanzo Vanagloria (2012) – dei celebri gialli ambientati a Milano che hanno come protagonista il commissario Melis: Il maestro della Testa sfondata (2002 e 2016), Perché Yellow non correrà (2005 e 2016), Il principe dei gigli (2005 e 2012), Casta Diva (2005 e 2013),Fuorché l’onore (2005 e 2017), La morte segue i magi (2009 e 2017), L’ora incerta fra il cane e il lupo(2010 e 2017), Un posto sbagliato per morire (2011), Un enigma del passato (2013 e 2017), La figlia più bella (2015), La belva nel labirinto (2017). È autore anche della trilogia dedicata all’agente segreto Neron Vukcic: Il Trio dell’arciduca (2014), Il sesto Faraone (2016) e Al vento dell’Oceano(2017). Tutti i suoi libri sono pubblicati da Bollati Boringhieri.

Tuzzi_Al vento dell'Oceano piattoAl vento dell’oceano

Aprile 1926. Sul transatlantico Pamphylia Neron Vukcic onora una promessa fatta a sé stesso nel 1914: andare a vivere a New York, la Mela d’Oro del XX secolo. Ma è mai possibile che il delitto non lo segua mentre teso e diffidente naviga verso il Nuovo Mondo? Naturalmente no. E quando in una suite di prima classe Elizabeth Hillman, bella moglie del senatore James R. Hillman, viene sorpresa con la mano sul pugnale piantato nel cuore del banchiere, politico e collezionista Clifford M. Marshall, acerrimo avversario del marito all’interno del Grand Old Party, il capitano della nave deve procedere a un arresto che desta scalpore e scandalo. A Hillman e al fratello dell’accusata non resta che chiedere a Neron Vukcic di smascherare il vero assassino prima che il transatlantico giunga a New York. Pigro e fedele alla propria pigrizia, Vukcic rifiuta. Ma un senatore e un miliardario americani posseggono argomenti sufficienti a vincere la più ostinata resistenza di un apolide immigrato. Così, con la prospettiva di un pronto rilascio della cittadinanza, di un pingue conto in banca e di una brownstone house affacciata su Gramercy Park, Neron Vukcic si mette al lavoro chiudendo il caso e, nello stesso tempo, la trilogia a lui dedicata.

 

Proiezione speciale al Cinema Boldini “Gatta Cenerentola”

Da Alice Bolognesi

Mercoledì 1 Novembre ore 21.00
GATTA CENERENTOLA di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone

Ingresso 5 euro

Mercoledì 1 Novembre, alle 21.00, sarà proiettato al Cinema Boldini GATTA CENERENTOLA, il film d’animazione a firma di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, che quest’anno è stato presentato nella sezione Orizzonti del 74° Festival di Venezia. La pellicola è una rilettura post-moderna in versione noir della celebre fiaba, trascritta per la prima volta nel XVII secolo da Giambattista Basile.

Cenerentola è cresciuta all’interno della Megaride, un’enorme nave ferma nel porto di Napoli da più di 15 anni. Suo padre, ricco armatore della nave e scienziato, è morto portando con sé nella tomba i segreti tecnologici della nave e il sogno di una rinascita del porto. La piccola vive da allora all’ombra della temibile matrigna e delle sue perfide sei figlie. La città versa ora nel degrado e affida le sue residue speranze a Salvatore Lo Giusto, detto ‘O Re, un ambizioso trafficante di droga che, d’accordo con la matrigna, sfrutta l’eredità dell’ignara Cenerentola per fare del porto di Napoli una capitale del riciclaggio. La nave, infestata dai fantasmi-ologrammi di una tecnologia e di una storia dimenticata, sarà il teatro dell’intera vicenda e metterà in scena lo scontro epocale tra la miseria delle ambizioni del presente e la nobiltà degli ideali del passato. Il futuro della piccola Cenerentola e della povera città di Napoli sono legati ad uno stesso, sottilissimo, filo.

Mescolando il registro fiabesco e quello della tradizione musicale partenopea, gli autori hanno costruito un prodotto di forte suggestione, ricco di metafore riuscite e in grado di lasciare diversi spunti di riflessione nello spettatore.

Gatta Cenerentola è un racconto d’animazione anticonvenzionale, dove il presente dialoga col passato, e le origini letterarie ritrovano nuova vita attraverso il linguaggio digitale: è la fantasia la chiave che permette di rileggere questa moderna Cenerentola, co-protagonista assieme alla città di Napoli, sempre presente seppur non venga quasi mai inquadrata.

”Da napoletani quali siamo – hanno spiegato i registi – abbiamo cercato solo di non proporre un concetto stereotipato della nostra città, non sentirci né vittime né carnefici, ma raccontarla con la giusta autoironia. Napoli è una città barbara e nobilissima, cenere e luce proprio come la si vede nel film”.

Per informazioni:
Sala Boldini, via Previati 18 – Ferrara
www.cinemaboldini.itwww.arciferrara.org
Tel. Cinema (sera) – 0532.247050
Arci Ferrara – 0532.241419


Alice Bolognesi
Arci Ferrara
Via della Cittadella 18/A
44121 Ferrara
T. +39 0532.241419 – INTERNO 6
F. +39 0532.249921

Esposizione “Il passato presente” sabato 4 Novembre in Via Terranuova 30

Da Accademia-Gal Carbone

Allo Studio Terranuova di via Terranuova, 30/a inaugura Sabato 4 Novembre alle ore 18.00 la mostra “il passato presente” di Paolo Volta per la presentazione di Lucio Scardino. L’esposizione presenta un ciclo di piccoli lavori ad olio come appunti di “viaggio”.
Scardino nel testo in catalogo scrive: “ a Paolo interessano le associazioni le idee, poter saldare l’antico col moderno, l’autobiografia alla buona pittura, far vedere Ferrara
con occhio disincantato e attento…”. La mostra rimarrà in parete fino al 12 Novembre con i seguenti orari : tutti giorni dalle 17.00 alle 20.00.

Coldiretti Ferrara: Mercoledì 1 Novembre L’Agrimercato Grisù rimarrà chiuso

Chiusura per la festività di Ognissanti. Si ritorna mercoledì 8 novembre con il meglio dei prodotti di stagione della nostra filiera agricola.

In occasione della festività di Ognissanti l’Agrimercato di Grisù, che si tiene ogni settimana presso l’ex caserma dei vigili del fuoco in Via Poledrelli a Ferrrara, rimarrà chiuso.
Il consueto appuntamento con i prodotti di stagione, offerti direttamente dalle aziende agricole di Campagna Amica del nostro territorio, quali frutta e verdura fresca, miele, confetture, formaggi, salumi, carne, conserve, vino, tornerà dalla settimana successiva, mercoledì 8 novembre dalle 8 alle 13.

COLDIRETTI FERRARA – ufficio stampa: 0532/979723 – 335 5978493
fax 0532 978458 riccardo.casotti@coldiretti.itrelazioniesterne.fe@coldiretti.itwww.coldiretti.it

Jazz Club Ferrara in vetta ai Jazzit Awards 2016

Ferrara in Jazz 2017 – 2018

 

XIX Edizione

06 ottobre 2017 – 30 aprile 2018

Jazz Club Ferrara in vetta ai Jazzit Awards 2016. Il sindaco Tiziano Tagliani incontra Andrea Firrincieli ed Emanuele Rossi, rispettivamente Presidente e Vicepresidente dell’Associazione Culturale Jazz Club Ferrara.

 

Nei giorni scorsi, con un breve incontro informale, il sindaco Tiziano Tagliani ha voluto congratularsi personalmente con Andrea Firrincieli ed Emanuele Rossi (rispettivamente Presidente e Vicepresidente dell’Associazione Culturale Jazz Club Ferrara) per il traguardo raggiunto al Jazzit Awards 2016, che vede nuovamente svettare in cima alla categoria “Jazz club Italia” il Jazz Club Ferrara.

Quest’anno il Jazzit Awards – referendum dei lettori della prestigiosa rivista di settore Jazzit – è giunto alla settima edizione con una partecipazione di oltre 15.000 lettori in Italia e all’estero, offrendo una panoramica non solo dell’attività concertistica e discografica dei musicisti, ma anche del lavoro di tutti coloro che fanno impresa in questo settore.

Il prestigioso jazz club estense è stato dichiarato “Miglior jazz club d’Italia” nelle edizioni 2010, 2011, 2013, 2014, 2015 e 2016; mentre Francesco Bettini – direttore artistico “Ferrara in Jazz” – si è aggiudicato il titolo di “Miglior direttore artistico Italia” nelle edizioni 2014 e 2015.

 

INFORMAZIONI

www.jazzclubferrara.com

jazzclub@jazzclubferrara.com

 

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi