Giorno: 7 Marzo 2018

Hera: domani possibili disservizi causa sciopero

Da ufficio stampa HERA

Hera ricorda che domani, giovedì 8 marzo, potrebbero verificarsi disagi nello svolgimento di tutti i servizi, anche presso gli sportelli commerciali, in seguito a uno sciopero generale proclamato da tre organizzazioni sindacali e articolato su tutta la giornata.

Hera ricorda che saranno garantite le prestazioni minime, assicurate per legge, e che al termine dello sciopero i servizi torneranno alla normale operatività.

La newsletter del 7 marzo 2018

Da ufficio stampa Cronaca Comune

 

SERVIZI ALLA PERSONA – Firmato da Sindaci del territorio provinciale, Tribunale, Ordine Avvocati, Ausl Ferrara

Un Protocollo provinciale per tutelare e sostenere le famiglie con figli minorenni coinvolte in vicende separative giudiziali

07-03-2018

E’ stato sottoscritto questa mattina, mercoledì 7 marzo nella sala di Consiglio provinciale del Castello Estense, il “Protocollo provinciale in materia di interventi di accompagnamento a famiglie con figli minorenni coinvolte in vicende separative giudiziali”. un progetto che coinvolge i Comuni e le Unioni dei Comuni della provincia di Ferrara, il Tribunale Ordinario di Ferrara, l’Ordine degli Avvocati di Ferrara e l’Azienda Usl di Ferrara.

In occasione della firma del protocollo sono intervenuti il presidente della Provincia Tiziano Tagliani  l’assessora alla Sanità/Servizi alla Persona del Comune di Ferrara Chiara Sapigni, i Sindaci della provincia di Ferrara, la presidente del Tribunale di Ferrara Rosaria Savastano, il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Ferrara Piero Giubelli, l’amministratore unico di Asp Ferrara Angela Alvisi.

“Questo protocollo operativo costituisce un importante risultato per tutta la collettività – ha affermato la presidente del Tribunale Savastano -; dobbiamo fare in modo che i figli, i bambini, i giovani possano vivere in modo sereno ed equilibrato le vicende separative giudiziali dei genitori”

“Obiettivo del protocollo è fornire strumenti utili ed efficaci a tutti i soggetti coinvolti nei processi separativi – hanno aggiunto il presidente della Provincia Tagliani e l’assessora comunale Sapigni – per sostenere comunque le famiglie in difficoltà ed evitare traumi inutili e dannosi, in particolare ai figli”.

“Ringrazio tutti i soggetti coinvolti nella definizione di questo documento – ha sottolineato il presidente dell’Ordine Giubelli – per il risultato ottenuto. Mettiamo in campo buone prassi comuni definendo in modo chiaro, nero su bianco, che gli avvocati sono parte integrante dei processi separativi a tutela degli assistiti e dei figli comunque coinvolti”.

LA SCHEDA – SOTTOSCRIZIONE PROTOCOLLO IN MATERIA DI SEPARAZIONI GIUDIZIALI – Ferrara 7 marzo 2018 (DOCUMENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina – file .PDF)

Mercoledì 7 marzo 2018, nella sala di Consiglio provinciale del Castello Estense, sottoscrizione del “Protocollo in materia di interventi di accompagnamento a famiglie con figli minorenni coinvolte in vicende separative giudiziali”.
Sottoscrittori: il Tribunale ordinario di Ferrara, i Comuni e le Unioni dei Comuni della provincia di Ferrara, l’Ordine degli avvocati e l’Azienda Usl di Ferrara
Il Protocollo rappresenta il risultato di un percorso di conoscenza e confronto, promosso dalla Presidente del tribunale, tra i Magistrati del Tribunale ordinario, l’Avvocatura, le Asp/Assp, i Servizi Sociali e Sanitari pubblici del territorio provinciale ed è nato dall’esigenza di sviluppare una cultura integrata tra le diverse discipline sui temi della responsabilità genitoriale, della gestione delle relazioni altamente conflittuali, della formulazione degli accordi relativi all’affidamento dei figli; di individuare modalità utili ed efficaci di comunicazione e collaborazione tra i professionisti coinvolti; di implementare l’utilizzo di prassi condivise affinché ciascun professionista, nel rispetto del proprio mandato, possa contribuire alla composizione del conflitto e alla costruzione di nuovi equilibri relazionali.
Da questa esperienza anche formativa si è venuto delineando un documento che si propone come strumento per valorizzare l’approccio integrato a problematiche complesse che investono gli apparati giudiziari, amministrativi e socio-sanitari.
Il Protocollo nella sua articolazione definisce i ruoli dei Comuni, dell’Azienda USL di Ferrara e dell’Avvocatura, regolamenta i rapporti tra il Tribunale ordinario e i Servizi Sociali e Sanitari, tra i Servizi Sociali e Sanitari e le Parti assistite dai propri difensori, i rapporti tra i soggetti coinvolti nelle vicende separative e si applica a tutti i procedimenti giudiziali nei quali l’autorità giudiziaria ravvisi la necessità di avvalersi della collaborazione dei servizi pubblici. In modo particolare, a tutte quelle situazioni caratterizzate dall’impossibilità per i genitori di raggiungere autonomamente una condizione di equilibrio tale da assicurare, nell’ambito delle reciproche responsabilità genitoriali, un livello accettabile di sicurezza rispetto al benessere dei figli.
E’ infatti da rilevare come negli anni si sia assistito ad un progressivo aumento delle vicende separative familiari e all’aumento delle situazioni di conflittualità, spesso connesse a fragilità personali, relazionali, sociali ed economiche.
Aiutare le coppie genitoriali a contenere l’evoluzione conflittuale e a contrastare le conseguenze che derivano da scelte di contrapposizione è interesse complessivo della collettività. L’evoluzione conflittuale di una vicenda separativa può, infatti, compromettere severamente le potenzialità della rete familiare di contribuire in modo efficace allo sviluppo dei suoi membri in età evolutiva e può trasformarsi in fattore di rischio per l’evoluzione personale dei soggetti coinvolti.
Si tratta, inoltre, di un percorso non definito una volta per tutte; infatti i sottoscrittori condividono anche la finalità di continuare il percorso di confronto e verifica relativamente agli ambiti di collaborazione, attraverso momenti di formazione congiunta su tematiche di interesse comune.

Testo del PROTOCOLLO scaricabile in fondo alla pagina (file .PDF)

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Venerdì 9 marzo alle 17 presentazione libro in via Scienze

Il coraggio di Irma Bandiera raccontato da Roberto Dall’Olio

07-03-2018

Racconta le vicende di Irma Bandiera e della sua ‘esistenza da partigiana in rivolta’ il libro di Roberto Dall’Olio dal titolo ‘Irma’ che venerdì 9 marzo 2018 alle 17 sarà presentato nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara). Nel corso dell’incontro dialogherà con l’autore Edoardo Penoncini.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Irma Bandiera è come un eroe greco moderno, ha dovuto combattere non contro il Fato e la sua invincibile forza ma contro il Male Assoluto che dettava legge nella storia. Irma scelse la libertà convertendo la sua vita borghese in un’esistenza da partigiana in rivolta, quasi uscisse da un saggio di Camus con il suo slancio in lotta titanica e segreta contro il male politico e metafisico. Inoltre Irma Bandiera racchiude in sé nella sua breve vicenda terrena i semi del tempo a venire: la dignità dell’uomo e della donna, il tema della violenza contro le donne, la violazione del corpo femminile, la battaglia per la parità delle donne, il permanere della brutalità della tortura di cui è divenuta simbolo, contro gli abusi di ogni genere dell’uomo sull’uomo.

Roberto Dall’Olio (Medicina 1965), docente di Filosofia e Storia al Liceo Ariosto di Ferrara, pare essere essenzialmente un poeta. Ha pubblicato Tutto brucia tranne i fiori (Moretti e Vitali 2015, primo al Premio Va’ pensiero 2016). Ha vinto il premio Andronico con la raccolta Poesie d’amore (Minerva 20142) e con la poesia Portami via il Premio Joppolo. Vive a Bentivoglio.

 

 

Il calendario completo degli eventi e delle attività culturali, aperti liberamente a tutti gli interessati, in programma nelle biblioteche e archivi del Comune di Ferrara su: http://archibiblio.comune.fe.it

 

MUSEO STORIA NATURALE – Il 10 e 11 marzo alle 15,30 attività didattiche per bambini e ragazzi

Apprendisti scienziati alla scoperta dei record del mondo animale

07-03-2018

Due pomeriggi per scoprire gli animali che battono tutti i record per dimensioni, velocità e altre abilità e caratteristiche. L’appuntamento è per sabato 10 marzo, alle 15.30, per i bambini dai 5 ai 7 anni e domenica 11, sempre alle 15.30, per i ragazzi dagli 8 ai 12 anni, che potranno partecipare alle attività didattiche, dal titolo ‘Animali da record’ in programma nelle sale del Museo civico di Storia Naturale di Ferrara (via de Pisis 24). I partecipanti potranno esplorare le sale del museo alla scoperta di tante curiosità sul mondo degli animali.
I laboratori rientrano nel calendario di attività didattiche ‘Apprendisti scienziati inverno 2018’, organizzate dal Museo civico di Storia Naturale in collaborazione con l’Associazione Didò, che conduce le attività. Per partecipare è necessaria la prenotazione, da effettuare contattando la sezione didattica del Museo al numero 0532 203381 (lunedì, mercoledì, venerdì – dalle 9 alle 12.30) o all’indirizzo dido.storianaturale@gmail.com. Potranno partecipare 20 persone per pomeriggio al costo previsto di 6 euro per bambino e 2 euro per adulto. E’ necessaria la presenza di un adulto accompagnatore pagante.

Ulteriori informazioni alla pagina: http://storianaturale.comune.fe.it

CONCORSO ‘ROFFI’ – Termini per la consegna degli elaborati 2018: venerdì 6 aprile e giovedì 12 aprile (solo per le scuole)

Aperto il 21° Concorso letterario ‘Mario Roffi’ in dialetto ferrarese e vernacoli provinciali

07-03-2018

(Comunicato a cura degli organizzatori)

Dopo la breve sospensione dello scorso anno, il Comune di Ferrara rilancia in questi giorni il 21° Concorso Letterario ‘Mario Roffi’ in dialetto ferrarese e vernacoli provinciali, finalizzato a promuovere e valorizzare la conoscenza e la cultura della tradizione dialettale locale.
La gara, intitolata al senatore scomparso nel 1995, appassionato studioso di vernacolo ferrarese, è indetta con la collaborazione del Cenacolo Dialettale Treb dal Tridel e del Centro di Promozione Sociale Rivana Garden e con il sostegno Coferasta S.p.A.., Centro Commerciale “Il Castello”, Contrada San Luca, Librerie Feltrinelli.
Anche questa edizione si articola nelle consuete tre sezioni: poesia o prosa a tema libero, zirudèla a tema libero e sezione riservata agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo livello; gli elaborati, per essere ammessi alla gara, devono essere corredati di relativa traduzione italiana, non devono essere stati premiati nell’ambito di altre iniziative né precedentemente pubblicati su giornali, libri o riviste.
Le opere dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Ferrara, piazza del Municipio, 2: entro e non oltre le ore 12 del 6 aprile  2018, per le sezioni P (poesia) e Z (zirudéle); entro e non oltre le ore 12 del 12 aprile 2018 per la sezione S (scuole).

I premi in palio sono i seguenti:

Sezione Scuole: 1° 2° e 3° premio ciascuno con un buono spesa per libri offerti da Coferasta;
Una poesia premiata dal Treb dal Tridel con libri e pubblicazioni varie;
Due premi alle Scuole per il maggior numero di elaborati con due buoni spesa offerti da Contrada San Luca, e da Librerie Feltrinelli.
Sezione Zirudela: 1° 2° 3° premiate ciascuna con un buono spesa per libri offerti da Coferasta.
Sezione Poesia: 1° Premio: 14° Trofeo offerto dal Centro Commerciale “Il Castello”
2° e 3° premio: ciascuno con un buono spesa per libri offerti da Coferasta
Una poesia premiata dal Treb dal Tridel con libri e pubblicazioni varie
La giuria è composta da Gianni Cerioli, Marco Chiarini, Floriana Guidetti, Guido Sproccati, Gian Paolo Borghi.

La premiazione delle opere ritenute meritevoli dalla Giuria, è prevista per giovedì 31 maggio alle ore 21 come di consueto presso il Teatro del Centro di Promozione Sociale Rivana Garden (via G. Pesci 181).
Il Bando del concorso è scaricabile in:
www.comune.fe.it
www.dialettoferrarese.it

Per informazioni: Ivana Cambi i.cambi@comune.fe.it, Marina Giannini m.giannini@comune.fe.it

URBANISTICA – Giovedì 29 marzo alle 9.15 nel Castello Estense

Convegno su “La sicurezza nel condominio e nelle proprietà private”

07-03-2018

Giovedì 29 marzo 2018 alle 9.15 nel Castello Estense – sala imbarcadero 2 (largo Castello 1, Ferrara) – si terrà un convegno sul tema “La sicurezza nel condominio e nelle proprietà private”, terza edizione a cura di Anaci provinciale di Ferrara (Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari), Asppi provinciale di Ferrara (Associazione sindacale piccoli proprietari immobiliari) e ditta Zenith Sicurezza con il patrocinio del Comune di Ferrara.

Per iscriversi mandare una mail di adesione all’indirizzo anaci.ferrara@anaci.it e verrà inviata una mail di conferma.

 

 

 

 

MUSEO DI STORIA NATURALE – Giovedì 8 marzo alle 21 (via De Pisis 24) conferenza di Lisa Carrera. Ingresso gratuito

“Avifaune e uomini nella preistoria” protagonisti del quarto incontro del Darwin Day Ferrara 2018

07-03-2018

Sarà Lisa Carrera del Dipartimento di Studi umanistici – Sezione Scienze preistoriche dell’Università di Ferrara la relatrice della conferenza in programma giovedì 8 marzo alle 21 al Museo civico di Storia Naturale di Ferrara (via De Pisis 24), al posto del previsto Giorgio Vallortigara, che non potrà essere presente.
Tema dell’incontro sarà ‘Avifaune e uomini nella preistoria. Studio delle avifaune fossili ed aspetti evolutivi ed interpretativi dell’antica relazione tra gli uomini e gli uccelli’.
L’appuntamento è il quarto del ciclo ‘Darwin Day Ferrara 2018′, quest’anno all’undicesima edizione, organizzato da Museo di Storia Naturale del Comune di Ferrara e Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE). In tutto sei conferenze dedicate alla storia dell’uomo, dalle origini al presente dell’umanità, dal 15 febbraio al 22 marzo 2018. Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)
Questi gli argomenti che saranno trattati nel corso della serata da Lisa Carrera:
– Introduzione: lo studio dell’avifauna fossile e le sue potenzialità
– Quadro evolutivo delle avifaune durante il Pleistocene e principali adattamenti alle oscillazioni climatiche
– Come avviene lo studio dei resti? le analisi effettuate
– Uccelli come indicatori paleoambientali e paleoclimatici
– Uomini e uccelli: un rapporto antico. Sapiens: caccia all’avifauna e.. molto altro. Neanderthal e uccelli
– Casi studio: Nuovi dati forniti dall’avifauna fossile di due siti del Nordest Italia all’approssimarsi dell’Ultimo Massimo Glaciale.

————————————————————-

Da CronacaComune del 12 febbraio 2018

Si è svolta in mattinata (lunedì 12 febbraio) al Museo civico di Storia Naturale di Ferrara, la conferenza stampa di presentazione di “Humus Homo Humanitas”, ciclo di conferenze organizzato per l’undicesima edizione del Darwin Day Ferrara. In tutto sei conferenze dedicate alla storia dell’uomo, dalle origini al presente dell’umanità, da giovedì 15 febbraio al 22 marzo. Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

Alla presentazione erano presenti il vice-sindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto , il direttore del Museo civico di Storia Naturale Stefano Mazzotti, Emiliano Trucchi del Dipartimento di Scienze della vita e biotecnologie, Ursula Thun-Hohenstein Dipartimento di Studi Umanistici – Sezione di Scienze preistoriche e antropologiche e referenti dell’Associazione Didò che si occupa di didattica ricerca e comunicazione.

 

 “Humus, Homo, Humanitas” Darwin Day Ferrara 2018 

(Testo a cura di Stefano Mazzotti – direttore del Museo di Storia Naturale di Ferrara)

Il Museo di Storia Naturale di Ferrara e il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE), presentano l’undicesima edizione del Darwin Day Ferrara.
Il tema conduttore di quest’anno è la nostra storia dalle origini al presente dell’umanità sintetizzato dal titolo: Humus, Homo, Humanitas. Perché questo titolo? Se focalizziamo l’attenzione sull’origine etimologica della parola “uomo” scopriamo che deriva dal latino “homo” la quale a sua volta è legata al vocabolo “humus” ovvero “terra”, con la quale condivide la stessa radice linguistica. L’humus è quella sostanza chimica che rende fertile il suolo ed è il frutto della degradazione e rielaborazione della sostanza organica presente nel terreno. Per definizione, quindi, l’uomo è riconoscibile anche come “terrestre”. Il profondo legame del nostro essere con la terra è del resto qualcosa che appartiene al sapere ancestrale dell’umanità: i cacciatori-raccoglitori e i primi agricoltori della storia vivevano questa dipendenza ogni giorno sulla propria pelle. E da allora questa relazione non si è allentata: il terreno continua a svolgere funzioni indispensabili alla sopravvivenza dell’uomo e della natura, che nessuna tecnologia potrà mai sostituire. Infine, il termine “humanitas”, da cui deriva l’attuale termine “umanità”, che racchiude i concetti di genere umano, di natura umana e dell’essere uomo; ed ancora, della condizione umana, soprattutto con riferimento ai caratteri, alle qualità, ai vantaggi e ai limiti.
Il ciclo di conferenze del Darwin Day Ferrara 2018, in collaborazione con il Sistema Museale di Ateneo (SMA) dell’Università di Ferrara, ci darà la possibilità di approfondire molti aspetti di questi affascinanti temi della nostra breve ma complessa e ancora misteriosa storia.
Si inizia con la proiezione del documentario “Olduvai. La culla dell’umanità”. Sono pochi i luoghi del Pianeta capaci di offrirci uno spaccato, ben leggibile e completo, della nostra storia evolutiva. Molti di essi si trovano in Africa Orientale, e la Gola di Olduvai in Tanzania, che ha restituito utensili di pietra e resti fossili (Paranthropus boisei e Homo habilis) fondamentali per la paleoantropologia, è certamente uno di questi. Il documentario, prodotto dalla Scuola di Paleoantropologia dell’Università di Perugia, è un omaggio a questo luogo meraviglioso.
Nel secondo incontro Telmo Pievani e Guido Barbujani evidenzieranno come la paleontologia, l’antropologia e la genetica ci hanno mostrato come la nostra specie, a lungo sull’orlo dell’estinzione, sia riuscita a diffondersi su tutto il pianeta. A partire dalla prima migrazione, che ci ha portato a scendere dai rami degli alberi, si è messa in moto una serie straordinaria di trasformazioni anatomiche, fisiologiche e psicologiche.
Con Stefano Bocchi si inizierà il viaggio figurato dell’evoluzione umana partendo dalla fase cruciale del passaggio da cacciatore-raccoglitore ad agricoltore. Saranno poi descritte le rivoluzioni dell’agricoltura che hanno segnato le epoche dei grandi cambiamenti di carattere agro-alimentare dell’Uomo e che hanno mutato la nostra vita individuale e sociale. Dalla domesticazione delle piante alla coltivazione intensiva; dalla moderna rivoluzione verde all’attuale sfida agro-ecologica per una sopravvivenza, sempre più problematica, dell’intera umanità.
Con Giorgio Vallortigara rifletteremo su come osservando gli altri animali diamo per scontato che abbiano esperienze, percezioni, emozioni, pensieri come i nostri. Spesso però le nostre intuizioni non corrispondono a quello che scoprono gli etologi e i neuroscienziati che studiano il comportamento animale. I frequenti piccoli equivoci in cui cadiamo sono indizi utili per scoprire i meccanismi che la nostra mente usa per dare un senso a ciò che ci circonda. Studiando gli animali, possiamo conoscere meglio loro e anche noi stessi e la nostra storia evolutiva.
Marco Peresani ci racconterà della scomparsa dell’Uomo di Neanderthal, uno tra i temi più discussi in Paleoantropologia e in Archeologia. Dopo avere tracciato un breve profilo di questo nostro “cugino”, la conferenza offrirà al pubblico un sunto delle scoperte più recenti proponendo percorsi interpretativi e nuove prospettive.
Il Darwin Day Ferrara 2018 chiuderà con una serata di animazioni, musiche e istallazioni a tema curata dalla Associazione Didattica DIDO’ in collaborazione con l’Associazione culturale Gruppo del Tasso. L’artista Giorgia Severi presenterà il progetto COUNTRY, una collaborazione con artisti Aborigeni in diverse parti dell’Australia ed esposto nel 2015 alla 56° Biennale di Venezia. Saranno esposti anche manufatti e opere contemporanee aborigene. Il musicista Francesco Gibaldi racconterà, attraverso suoni e parole, tradizioni musicali di paesi vicini e lontani, storie di popoli e culture passati e contemporanei tra Sicilia, Australia, Siberia e Mongolia, India e Venezia.
L’attore Alessandro Tagliati narrerà di esploratori e dei loro incontri con i popoli nativi e delle loro culture.

 

Questo il calendario 

>> Giovedi 15 febbraio, ore 21 – Museo di Storia Naturale

“Buon compleanno Charles !” Presentazione del programma del Darwin Day Ferrara 2018 “Humus, Homo, Humanitas” Proiezione ” OLDUVAI. La culla dell’umanità” Documentario realizzato dalla Scuola di Paleoantropologia dell’Università di Perugia e LeFucine Art&Media. Presentazione di Marco Cherin (Università di Perugia) e Mirko Lombardi (Brescia) È un omaggio alla Gola di Olduvai (Tanzania) che ha restituito utensili di pietra e resti fossili (Paranthropus boisei e Homo habilis) fondamentali per la paleoantropologia. Si racconta la storia del sito, dalla scoperta nei primi del ‘900 al lavoro di Louis e Mary Leakey e la vicenda geopolitica: due guerre mondiali, il passaggio da colonia tedesca a inglese, fino alla nascita della Tanzania con Nyerere. Vi sono interviste esclusive a ricercatori che lì hanno lavorato: Donald Johanson, scopritore di Lucy, Jonathan Kingdon zoologo, Fidelis Masao della University of Dar es Salaam, Jane Goodall che vi lavorò prima delle ricerche sugli scimpanzé, e contributi degli italiani Giorgio Manzi, Jacopo Moggi Cecchi, Olga Rickards, Telmo Pievani e Giacomo Corti. Il documentario è stato presentato anche al Museo di Arusha e alla Ngorongoro Conservation Area con il plauso delle autorità scientifiche e politiche tanzaniane e delle comunità maasai.

 Conferenze:

>> Mercoledì 21 febbraio, ore 21- Museo di Storia Naturale
“Homo sapiens: Il passato, l’evoluzione dell’uomo; Il presente, la diversità umana”
Con Telmo Pievani (Università di Padova) e Guido Barbujani (Università di Ferrara)
La domanda è poco originale: da dove veniamo e dove stiamo al momento (dire dove stiamo andando è molto più difficile). La paleontologia, l’antropologia e, adesso anche la genetica, stanno mostrandoci, poco alla volta, come una specie a lungo sull’orlo dell’estinzione, la nostra, sia riuscita a diffondersi su tutto il pianeta. A partire dalla prima migrazione, che ci ha portato a scendere dai rami degli alberi, si è messa in moto una serie straordinaria di trasformazioni anatomiche, fisiologiche e, alla fine, psicologiche. L’uomo è una creatura migrante, senza dubbio. A cosa abbia portato l’umanissima tendenza a spostarsi lo si può capire studiando le nostre differenze. Ma conviene soffermarsi anche a riflettere su come ci abbiano portato in un vicolo cieco scientifico i tentativi di descrivere l’umanità come costituita da razze diverse. E ricordarsi anche che se il concetto di razza biologica è stato abbandonato dalla scienza, non per questo sono cessate le discriminazioni basate su sesso, razza, lingua, religione e opinioni politiche, contro cui ci mette in guardia l’articolo 3 della nostra Costituzione.

 

>> Giovedì 1 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale – ANNULLATA causa maltempo

“Dall’epoca della raccolta a quella della produzione di cibo. Uno sguardo sui grandi cambiamenti agro-alimentari dell’Uomo” Con Stefano Bocchi (Università di Milano) Nel corso dell’intervento si inizierà il viaggio figurato dell’evoluzione umana partendo dalla fase cruciale del passaggio da cacciatore-raccoglitore ad agricoltore. Saranno poi descritte le rivoluzioni dell’agricoltura che hanno segnato le epoche dei grandi cambiamenti di carattere agro-alimentare dell’Uomo e che hanno mutato la nostra vita individuale e sociale. Dalla domesticazione delle piante alla coltivazione intensiva; dalla moderna rivoluzione verde all’attuale sfida agro-ecologica per una sopravvivenza, sempre più problematica, dell’intera umanità.

>> Giovedì 8 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale

Conferenza a cura di Lisa Carrera su: ‘Avifaune e uomini nella preistoria. Studio delle avifaune fossili ed aspetti evolutivi ed interpretativi dell’antica relazione tra gli uomini e gli uccelli’

 

>> Giovedì 15 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale

“Neanderthal e noi: un percorso attraverso le più recenti scoperte e le loro implicazioni per l’evoluzione umana” Con Marco Peresani (Università di Ferrara) La scomparsa dell’Uomo di Neanderthal è uno tra i temi più discussi in Paleoantropologia e in Archeologia. Attorno a questo passaggio-chiave della nostra storia evolutiva si attivano studi e ricerche di portata internazionale che aprono prospettive inimmaginabili fino a pochi anni fa. Dopo avere tracciato un breve profilo di questo nostro “cugino”, la conferenza offrirà al pubblico un sunto delle scoperte più recenti proponendo percorsi interpretativi e nuove prospettive. L’ambito geografico è principalmente quello europeo, culla del Neanderthal, e si focalizzerà sulle regioni del Nord Italia.

 

>> Giovedì 22 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale

“Etno arti. Storie di popoli e di culture” Serata con animazioni, musiche e istallazioni a tema curata dalla Associazione Didattica DIDO’ in collaborazione con l’Ass. culturale Gruppo del Tasso. L’artista Giorgia Severi presenta il progetto COUNTRY, una collaborazione con artisti Aborigeni in diverse parti dell’Australia ed esposto nel 2015 alla 56° Biennale di Venezia. Saranno esposti anche manufatti e opere contemporanee aborigene. Il musicista Francesco Gibaldi racconta, attraverso suoni e parole, tradizioni musicali di paesi vicini e lontani, storie di popoli e culture passati e contemporanei tra Sicilia, Australia, Siberia e Mongolia, India e Venezia. L’attore Alessandro Tagliati narra di esploratori e dei loro incontri con i popoli nativi e delle loro culture. Noblelene Mackenzie-Stuart, Warratyie Vippi (uovo di emu inciso) Università di Ferrara Associazione culturale GRUPPO DEL TASSO Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito

 

CONFERENZA STAMPA – Venerdì 9 marzo alle 10 nella sala dell’Arengo della residenza municipale

Presentazione dell’evento “Ado e Ferrara 20 anni insieme”

07-03-2018

Venerdì 9 marzo 2018 alle 10 nella sala dell’Arengo della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’evento “Ado e Ferrara 20 anni insieme” in programma per il 15 marzo alle 21 al Teatro Comunale Abbado di Ferrara.
All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessora a Sanità e Servizi alla persona Chiara Sapigni, la presidente di Ado (Associazione per l’assistenza domiciliare oncologica) Daniela Furiani, rappresentanti del Consiglio di amministrazione Ado, il direttore d’orchestra Marco Balderi, il presidente dell’Orchestra città di Ferrara, il presidente della Corale Veneziani, Nicola Borsetti e gli sponsor dell’evento.

CONFERENZA STAMPA – Venerdì 9 marzo alle 10.30 nella sala dell’Arengo della residenza municipale

Presentazione della serata di beneficenza e spettacolo “Un angelo di nome Giulia”

07-03-2018

Venerdì 9 marzo 2018 alle 10.30 nella sala dell’Arengo della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione della 12° edizione della serata di beneficenza e spettacolo “Un angelo di nome Giulia”, in programma per venerdì 16 marzo alle 21 al Palazzetto dello sport di Ferrara organizzata dall’associazione di volontariato Giulia onlus.

All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessora a Sanità e Servizi alla persona Chiara Sapigni, i rappresentanti dell’associazione Giulia onlus Roberta Girotto e Michele Grassi, i musicista Andrea Poltronieri e Ludovico Creti, il presentatore Nicola Franceschini.

ASSESSORATO ALLO SPORT – Venerdì 9 marzo alle 13.30 nella sala dell’Arengo della residenza municipale

Riconoscimento dell’Amministrazione comunale a Eleonora Goldoni, neo convocata della Nazionale di calcio

07-03-2018

Venerdì 9 marzo alle 13.30, nella sala dell’Arengo della residenza municipale, l’assessore comunale allo Sport Simone Merli consegnerà una targa di riconoscimento alla calciatrice ferrarese Eleonora Goldoni, in occasione della sua convocazione nella squadra Nazionale di calcio femminile.

Alla premiazione interverranno, oltre all’assessore Merli e alla giocatrice GoldoniPatrizia Recandio (responsabile sviluppo calcio femminile FGCI nazionale), Fausto Musiari e Michele Bertoli (Delegazione Emilia Romagna Settore Giovanile e Scolastico FIGC), Giuliano Bolognesi (delegato provinciale scuole Figc) e Maria Grazia Marangoni (coordinatrice ufficio scolastico provinciale Educazione Fisica).

 

Giornalisti, fotografi e operatori video sono invitati.

ASSESSORATO PARI OPPORTUNITA’ – Conferenze, incontri, proiezioni, spettacoli teatrali, inaugurazioni di mostre, momenti sportivi. PROGRAMMA

Giovedì 8 marzo, Giornata internazionale della donna. Le iniziative del territorio provinciale

07-03-2018

Hanno preso il via già in questi giorni le iniziative promosse sul territorio provinciale per celebrare l’8 marzo, Giornata internazionale della donna. Diversi i momenti in calendario (stilato nella sua forma complessiva dagli uffici dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Ferrara), come conferenze, incontri d’informazione e sensibilizzazione, proiezioni, spettacoli teatrali, inaugurazioni di mostre, iniziative sportive fino alle tradizionali distribuzioni di mimosa.

A fondo pagina in allegato il PROGRAMMA EVENTI con le modalità per partecipare alle diverse proposte messe in campo, tra gli altri, da UDI, Centro Donna Giustizia, Centro Documentazione Donna, biblioteca Bassani, Università degli studi, Azienda Ospedaliero universitaria, Comuni e scuole del territorio.

MUSEI CIVICI – Domenica 11 marzo alle 16 attività per bambini e ragazzi alla Palazzina Marfisa

Un gioco di ruolo alla scoperta del mondo astrologico estense

07-03-2018

E’ dedicato a bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni l’appuntamento di domenica 11 marzo alle 16 alla Palazzina di Marfisa d’Este (corso Giovecca 170 a Ferrara) alla scoperta di miti e divinità appartenenti alla cultura e all’immaginario della corte estense.
Nel corso del pomeriggio, organizzato dai Musei civici d’Arte antica di Ferrara in collaborazione con l’associazione culturale Artena, nell’ambito della rassegna ‘Giocando si impara’, i partecipanti potranno cimentarsi in un gioco di ruolo vestendo i panni delle divinità che popolavano il mondo astrologico estense.
Le attività per bambini e ragazzi accompagnati da un adulto avranno una durata di un’ora e trenta minuti, con un costo di 6 euro per i bambini e 2 euro per gli adulti. E’ richiesta la prenotazione all’associazione culturale Arte.Na da effettuare telefonando al n. 328 4909350 oppure scrivendo a: ferrara@associazioneartena.it (www.associazioneartena.it – FB: Arte-Na Associazione culturale)

In allegato il calendario completo degli appuntamenti di ‘Giocando s’impara’ previsti per l’inverno 2018

8 marzo ‘Giornata internazionale della donna’, per riflettere sulle pari dignità delle persone

di Massimo Maisto *

07-03-2018

La Giornata che ci stiamo preparando ad onorare e rispettare ci deve far riflettere; nella consuetudine oramai consumistica e stereotipata l’8 marzo rischia di assumere i connotati di una “festa di genere” omaggiata da splendide mimose, che di per sé non è sbagliato, ma non vanno dimenticati gli aspetti sociali e politici che sottendono alla mobilitazione che avviene ogni anno e che ci hanno condotto fino a qui.

La Giornata dell’8 marzo deve necessariamente ricordare, soprattutto alle giovani generazioni, le battaglie che sono state fatte per il riconoscimento dei diritti umani imprescindibili per ogni essere umano, cittadino o cittadina, allo scopo di respingere ogni tentativo di svilire le pari dignità di ogni persona.

A partire dalle Donne Resistenti fino alle Associazioni femminili storiche costituitesi per affrontare con spirito progressista la condizione sociale e politica delle donne, molto è stato fatto ma ancora tanto c’è da fare. Oggi più che mai.
I diritti una volta acquisiti, non si devono mai dare per scontati.

La pari dignità delle persone e la parità, come concetto assoluto, devono diventare, in qualche modo, la consuetudine consolidata dell’azione politica, dei comportamenti e degli atteggiamenti quotidiani di ognuno di noi.

Buona Giornata della Donna.

* assessore alle Pari Opportunità del Comune di Ferrara

PROTEZIONE CIVILE REGIONALE: ALLERTA N. 37/2018

ALLERTA COLORE GIALLO PER : CRITICITA’ IDRAULICA

07-03-2018

L’Agenzia Regionale di Protezione Civile dell’Emilia Romagna ha emesso l’allerta n. 37/2018

 

livello di criticità colore GIALLO per CRITICITA’ IDRAULICA

dalle ore 12.00 del giorno 07/03/2018 alle ore 00.00 del giorno 09/03/2018 nel territorio ferrarese

Nel corso della giornata odierna 07/03/2018 sono previste precipitazioni anche a carattere di rovescio con attenuazione dei fenomeni e precipitazioni deboli. Per la giornata di domani 08/03/2018, sono previste generali condizioni di tempo stabile.

Gli avvisi e le allerta dell’Agenzia di Protezione Civile dell’Emilia Romagna

 

Si invita la popolazione ad adottare le misure di autoprotezione consigliate visionabili nei links sotto riportati.

Venerdì 9/3 con “Il salotto di Clara”, il Torrione rievoca le atmosfere di casa Schumann. In collaborazione con Teatro Off

Da ufficio stampa Jazz Club Ferrara

Venerdì 09 marzo, ore 21.30
In collaborazione con Teatro Off e Progetto LAUTER
Il salotto di Clara
Elisabeth Brauß, pianoforte
Selezione dei testi a cura di Monica Pavani

Robert Schumann – Kinderszenen
Nr. 1 (Von fremden Ländern und Menschen)
Nr. 2 (Hasche-Mann)
Nr. 7 (Träumerei)

Clara Schumann
Romanze op. 21 nr .1

Franz Liszt – Trois Études De Concert
La Leggerezza

Johannes Brahms
Dai “3 Intermezzi” op. 117, nr.1
Dai 4 Klavierstücken op. 119, nr. 4

Venerdì 9 marzo al Jazz Club Ferrara si rinnova la collaborazione con Teatro Off con una serata che fonde musica classica e letture alla scoperta della raccolta atmosfera del salotto di casa Schumann. Il programma, a cura di Progetto LAUTER, sarà eseguito dalla talentuosa Elisabeth Brauß al pianoforte.

Da sempre, con Somethin’Else, il Jazz Club Ferrara propone incursioni al di fuori della consueta programmazione jazzistica per esplorare altri linguaggi espressivi. Venerdì 9 marzo (inizio ore 21.30) vede rinnovarsi la collaborazione con Teatro Off con una serata che fonde musica classica e letture alla scoperta della raccolta atmosfera del salotto di casa Schumann. Il programma, a cura di Progetto LAUTER, che prevede musiche di Robert e Clara Schumann, Franz Liszt e Johannes Brahms, sarà eseguito dalla talentuosa Elisabeth Brauß al pianoforte.
Ancora lontana dalle allora rare sale da concerto, la musica classica e specialmente quella romantica preferiva l’atmosfera familiare, amichevole e quasi casalinga del salotto, luogo per antonomasia e d’elezione per il proprio sviluppo. Lume guida di questo periodo fu Robert Schumann, geniale compositore, letterato e critico che animò la scena musicale del suo tempo e attorno al quale tutti i più grandi si riunirono.
Clara Schumann, proprio come il marito e collega Robert, fu una figura di spicco nell’Europa romantica. Pianista di fama internazionale, compositrice e musa di altri grandi musicisti rese i brani del marito noti al suo vasto pubblico. Il suo giudizio influenzava non solo il marito, ma tra gli altri anche Brahms, Dietrich e Joachim. Il salotto di Robert e Clara Schumann era sicuramente un luogo speciale, dove musica e poesia non sono mai state così vicine.
La cena alla carta anticipa il concerto. È consigliata la prenotazione allo 0532 1716739 dalle ore 12:30 alle ore 19:30. Info su www.jazzclubferrara.com

INFORMAZIONI
www.jazzclubferrara.com
jazzclub@jazzclubferrara.com

Per informazioni e prenotazione cena 0532 1716739 dalle ore 12:30 alle ore 19:30.

Il Jazz Club Ferrara è affiliato Endas, l’ingresso è riservato ai soci.

DOVE
Torrione San Giovanni via Rampari di Belfiore, 167 – 44121 Ferrara. Con dispositivi GPS è preferibile impostare l’indirizzo Corso Porta Mare, 112 Ferrara.

COSTI E ORARI
Ingresso a offerta libera riservato ai soci Endas

Costo tessera Endas: 15 euro

NB Non si accettano pagamenti POS

Apertura biglietteria: 19.30
Cena a partire dalle ore 20.00
Concerto: 21.30

DIREZIONE ARTISTICA
Francesco Bettini

UFFICIO STAMPA
Eleonora Sole Travagli
e-mail: solejazzclubferrara@gmail.com ; press@jazzclubferrara.com
cell. + 39 339 6116217

SipariOstellato: la grande musica sul palco del Teatro Barattoni

Da organizzatori

Venerdì 9 marzo alle ore 21 al Teatro Barattoni è in programma il prossimo appuntamento con la rassegna SipariOstellato: protagonista la grande musica, con lo spettacolo Modernamente Lirica: un viaggio in musica lungo 250 anni. Il progetto nasce dall’incontro sul palcoscenico della voce della soprano Mara Paci con le note del pianoforte di Paolo Lazzarini, che a partire dalle intramontabili pagine della lirica, accompagnano lo spettatore verso le arie più familiari dell’Operetta, del primo jazz di Gershwin e Cole Porter, del sound latino-americano fino alla musica napoletana ed alle composizioni degli attualissimi Morricone, Dalla, Bocelli e Piovani.
Un viaggio musicale dove la rara e raffinata versatilità della voce di Mara Paci riesce ad adattarsi sapientemente ad ogni brano. L’accompagna e la sostiene il tocco sensibile del pianoforte di Paolo Lazzarini, che non mancherà di contenderle la scena ripercorrendo con emozione le atmosfere sognanti di pagine pianistiche indimenticabili, da Chopin a Ludovico Einaudi, modulate da trascrizioni proprie che testimoniano l’eleganza del compositore.
Il costi del biglietto è di 10 €, under 18 8 €. E’ possibile sottoscrivere il mini-abbonamento carnet 3 ingressi a scelta libera (25 €; dedicato ai soci Ass. Ragno d’Oro, Arci e Soci Coop Alleanza 3.0). La prevendita per tutti gli appuntamenti in cartellone prosegue fino a fine stagione ogni mercoledì in Teatro, dalle ore 16 alle ore 19 (disponibile anche il martedì ore 15-18 in Biblioteca a Comacchio), ed on line sul sito www.sipariostellato.it. Aggiornamenti in tempo reale sulle pagine Facebook ‘Comacchio a Teatro’ e ‘Sipariostellato’.
Biglietteria aperta nei giorni di spettacolo a partire dalle ore 20:00. La programmazione proseguirà venerdì 16 marzo a Comacchio, con la comicità di Maria Pia Timo. Si tornerà ad Ostellato venerdì 23 marzo con G&G: omaggio a Giorgio Gaber, a cura di Formazione Minima e Sergio Gerasi. Infoline al 349 0807587.

StoriaNaturaleNews

Da ufficio stampa Comune di Ferrara

 

DARWIN DAY 2018: cambio di programma

Domani sera, giovedì 8 marzo, alle ore 21.00 presso il nostro Museo si terrà la conferenza:

“Avifaune e uomini nella preistoria. Studio delle avifaune fossili ed aspetti evolutivi ed interpretativi dell’antica relazione tra gli uomini e gli uccelli”.

Sarà relatrice la Dott.ssa Lisa Carrera, del Dipartimento di Studi Umanistici, Sezione di Scienze preistoriche e antropologiche dell’Università di Ferrara.

Introduzione: lo studio dell’a fauna fossile e le sue potenzialità. Quadro evolutivo delle avifaune durante il Pleistocene e principali adattamenti alle oscillazioni climatiche. Come avviene lo studio dei resti? le analisi effettuate. Uccelli come indicatori paleoambientali e paleoclimatici. Uomini e uccelli: un rapporto antico. Sapiens: caccia all’avifauna e… molto altro. Neanderthal e uccelli. Casi studio: Nuovi dati forniti dall’avifauna fossile di due siti del Nordest Italia all’approssimarsi dell’Ultimo Massimo Glaciale.

N.B.: questa conferenza sostituisce la prevista relazione di Giorgio Vallortigara.

I prossimi incontri:

Giovedì 15 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale
“Neanderthal e noi: un percorso attraverso le più recenti scoperte e le loro implicazioni per l’evoluzione umana”.
Con Marco Peresani (Università di Ferrara).

Giovedì 22 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale
“Etno arti. Storie di popoli e di culture” .
Serata con animazioni, musiche e installazioni a tema curata dalla Associazione Didattica DIDO’ in collaborazione con l’Ass. culturale Gruppo del Tasso.

Organizzato da Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara e Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE).

Per maggiori informazioni clicca qui.

programma-darwin-day-2018.pdf
locandina-darwin-day-2018.pdf

 APPRENDISTI SCENZIATI INVERNO 2018

PROGRAMMA

MARZO
Animali da record
Sabato 10 ore 15.30 per bambini dai 5 ai 7 anni
Domenica 11 ore 15.30 per bambini dagli 8 ai 12 anni

Caccia alle uova
Sabato 24 ore 15.30 per bambini dai 5 ai 7 anni
Domenica 25 ore 15.30 per bambini dagli 8 ai 12 anni

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’ Associazione Didò, che condurrà le attività, è rivolta alle famiglie con bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni.

Tutti gli incontri si terranno presso il Museo – via De Pisis 24, Ferrara.

Potranno partecipare 20 persone per pomeriggio, al costo previsto di € 6,00 per bambino e di € 2,00 per adulto.E’necessaria la presenza di un adulto accompagnatore pagante.

La prenotazione è obbligatoria. E’ possibile prenotare dal giorno 20 del mese in corso per le attività del mese successivo.

Tutti i dettagli degli appuntamenti sono disponibili nel seguente file:
dido-inverno2018programma.pdf

Informazioni e prenotazioni presso
Sezione Didattica del Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara, via De Pisis, 24;
telefono: 0532-203381 / 206297; dal lunedì, mercoledì e venerdì in orario 9,00-12,30;
e-mail: dido.storianaturale@gmail.com
sito web: www.associazionedido.it

Provincia al lavoro per riprendere le buche dopo neve e sale

Da Ufficio Stampa Provincia di Ferrara

Per il 2018 la Provincia investe 2,2 milioni di euro per la manutenzione complessiva della viabilità di competenza, circa 850 chilometri di lunghezza che si sviluppano su 76 Strade provinciali fra Alto e Basso Ferrarese.
Attività manutentiva che comprende nuovi asfalti, ripresa frane, ponti, guard rail, segnaletica, potature e abbattimento piante pericolanti e sfalci erba ai bordi strada.

ASFALTI PONTI E GUARD RAIL
Saranno quasi 29 i chilometri di nuovi manti stradali che si potranno realizzare con la disponibilità di circa 1.640.000, che serviranno anche per la messa in sicurezza del ponte Marighella a Copparo (300mila) e del cavalcavia a Gualdo sulla Superstrada (320mila), oltre alla posa di nuovo guard rail sulla Sp 69 Virgiliana (220mila).
Nuovi asfalti che potranno essere posati dalla stagione primaverile (che presenta le condizioni climatiche adatte alla presa dei materiali) sulle strade provinciali (Sp) giudicate più urgenti in base ai criteri approvati lo scorso 19 luglio dal Consiglio provinciale.
Queste le Sp che saranno interessate dai cantieri: 29 Portomaggiore-Raffanello in comune di Portomaggiore, 47 Ponte Nero-Ponte Accursi in Comune Argenta, 69 Virgiliana in Comune Bondeno e Ferrara, 25 Poggiorenatico-S.M. Codifiume in comune Ferrara, 22 Bivio Passo Segni-Correggio in comune Ferrara, 20 Ferrara-Formignana in comune Ferrara, 67 di Correggio in comune Bondeno, 6 Cento-Finale Emilia in comune Cento, 66 S. Matteo della Decima nei comuni di Ferrara e Vigarano, 7 Zenzalino in comune Argenta, 48 Portomaggiore-Argenta in comune Argenta, 29 Portomaggiore-Raffanello in comune Ferrara, 70 Cispadana in comune Terre del Reno, 62 Pontemaodino-Massenzatica in comune Codigoro, 27 Cristina in comune Mesola, 32 Luigia in comune Ostellato, 1 Via Comacchio nei pressi abitato San Giovanni di Ostellato, 14 Vallalbana in comune Ferrara, 1 Via Comacchio in comune Ostellato, 68 di Codigoro su diversi tratti in comune Fiscaglia e 16 Copparo-Codigoro in comune Copparo.
Proseguirà inoltre il procedimento di ripresa e chiusura delle fessurazioni lungo le carreggiate per effetto del cedimento di alcuni fondi stradali, i cui primi interventi sperimentali stanno dando risposte positive. Visto che le risorse a disposizione del bilancio provinciale sono insufficienti per procedere a lavori di risanamento in profondità, saranno sigillate le crepe lungo una decina di chilometri di carreggiate con un costo di 54mila euro.

FRANE
Saranno 124mila gli euro spesi per la ripresa frane lungo le Sp 2 Via Copparo (intervento già in corso), 16 Copparo-Codigoro (località Brazzolo), 48 Portomaggiore-Argenta in comune Portomaggiore e 45 Bondeno-Finale Emilia in comune di Bondeno.
Lavori finanziati al 50 per cento dalla Provincia, per effetto di un accordo con i Consorzi di Bonifica Pianura di Ferrara e Burana che coprono, secondo le rispettive competenze, la restante metà dei costi.

POTATURE E SFALCI ERBA
Costerà circa 320mila euro la potatura e il taglio alberi pericolanti o malati che a bordo strada possono causare problemi di sicurezza alla viabilità. Per tutelare invece la visibilità lungo le carreggiate e nelle intersezioni, l’amministrazione che ha sede in Castello Estense spenderà 55mila euro per i tre sfalci programmati. Cifra che si traduce in circa 150 chilometri di bordi strada da mettere in sicurezza, ai quali se ne aggiungeranno altri circa 700 garantiti dai cantonieri interni alla Provincia.

SEGNALETICA
Nel 2018 si potrà rifare la segnaletica orizzontale sulle Sp 18 Bondeno-Ficarolo, 69 Virgiliana, 3 Via delle Anime, 68 di Codigoro, 62 Ponte Maodino-Massenzatica e 12 Bivio Pampano-Ariano, con un costo complessivo di 120mila euro.

“Siamo naturalmente consapevoli – conclude il presidente della Provincia Tiziano Tagliani – che le necessità complessive di manutenzione sarebbero di ben altra dimensione, ma queste sono le risorse che la situazione attuale ci consente di destinare al capitolo viabilità e sicurezza stradale”.

Solidarietà: IL 10 E L’11/3 nelle principali piazze di Ferrara la XVII giornata nazionale dell”UNITALSI per sostenere malati e disabili

Da ufficio stampa UNITALSI

Sabato 10 e domenica 11 marzo 2018 si terrà in tutta Italia, e in particolare a Ferrara, la XVII GIORNATA NAZIONALE dell’UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali). Quest’anno questo importante appuntamento, che ha come slogan “L’UNITALSI SCENDE IN PIAZZA”, assume un significato speciale perché l’Associazione festeggia i 115 anni dalla sua fondazione.

Nelle principali piazze di Ferrara e della provincia, dunque, verrà proposta una “piantina d’ulivo”, simbolo di pace e di solidarietà. Il ricavato delle offerte verrà utilizzato dall’UNITALSI per sostenere i suoi numerosi progetti di solidarietà al servizio delle fasce sociali più deboli. Tutto questo grazie al costante e generoso impegno degli oltre 52 mila soci unitalsiani.
Per conoscere le piazze italiane dove trovare le piantine d’ulivo dell’Unitalsi è possibile consultare il sito internet www.unitalsi.it oppure contattare il numero verde 800.062.026.
In particolare le donazioni raccolte serviranno a sostenere: le attività a supporto dei Pellegrinaggi, l’assistenza domiciliare agli anziani, le case famiglia per le persone disabili, le case accoglienza per i genitori dei bambini ricoverati nei centri ospedalieri, i soggiorni estivi e gli interventi d’emergenza sociali. Sono questi solo alcuni progetti portati avanti dall’UNITALSI su tutto il territorio nazionale. Aderendo alla Giornata Nazionale sarà possibile sostenere tutte quelle iniziative benefiche a favore dei bambini, degli anziani, dei più bisognosi e di chi è solo e ammalato.

“La Giornata Nazionale rappresenta un appuntamento fondamentale per quanti scelgono di vivere e appartenere all’Associazione – dichiara Antonio Diella, Presidente Nazionale UNITALSI – ma lo è ancora di più per quelle persone che ancora non ci conosco, è il momento per dire eccoci, e lo faremo nella maniera più semplice, con il carisma e lo spirito unitalsiano, con migliaia di volontari, che sin dal mattino scenderanno in piazza con il loro sorriso, chiedendo un aiuto per continuare ad essere al fianco di chi è in difficoltà”.

‘Voi che sapete che cosa è amor…’ concerto lirico a Vigarano Pieve (Ferrara)

Da ufficio stampa Conservatorio Ferrara Press

Per omaggiare la Festa della Donna attraverso la musica, nella Sala Polivalente della Chiesa Parrocchiale di Vigarano Pieve (Ferrara) per la rassegna Concerti di Primavera, il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara propone giovedì 8 marzo alle 20.30 ‘Voi che sapete che cosa è amor…’ concerto lirico vocale dall’aria di Cherubino nelle Nozze di Figaro di Mozart.
Il Concerto lirico vocale vede la partecipazione delle classi di canto, accompagnate da Andrea Ambrosini al pianoforte. I cantanti protagonisti della serata, con musiche di Donizetti da Elisir d’Amore, Rossini, Bellini, Rachmaninoff e Verdi, saranno Claudia Muschio, Martyna Gesella e Irene Fernadez Montanez, soprano, e Matteo Roma, tenore.
La rassegna di Concerti di Primavera – che proseguirà il 17 marzo a Vigarano Mainarda con un concerto del Complesso giovanile del Conservatorio a cura del Dipartimento Archi con musiche di Corelli, Vivaldi e Telemann – è organizzata dal Comune di Vigarano Mainarda e Conservatorio Frescobaldi di Ferrara, felice collaborazione iniziata lo scorso anno per far scoprire i diversi talenti che animano l’istituto ferrarese. L’ ingresso al concerto è gratuito.

Settimana del Cervello in Emilia Romagna

Da organizzatori

Dal 12 al 18 marzo 2018 si tiene la “Settimana del Cervello” (“Brain Awareness Week”), campagna mondiale che diffonde le nuove scoperte neuro-scientifiche al fine di arricchire il patrimonio di informazioni sui progressi e benefici della ricerca sul cervello.
Istituita nel 1996 dalla Dana Alliance for Brain Initiatives, ogni anno nel mese di marzo la campagna vede coinvolti,in numerosi Paesi, migliaia di professionisti del settore (psicologi, neuropsicologi, psicoterapeuti, medici, biologi, neuroscienziati)in una celebrazione del cervello creativa e innovativa rivolta ai cultori e ai cittadini di tutte le età.
La campagna in Italia (“Settimana del Cervello”, terza edizione,www.settimanadelcervello.it ) è organizzata e coordinata da Hafricah.NET, portale di divulgazione neuro scientifica partner della Dana Foundation che, dal 2007, funge da anello di congiunzione tra il mondo accademico e il pubblico interessato all’argomento.
Quest’anno in Emilia-Romagna sono previsti 53 eventi: sarà possibile, in varie città della regione, sottoporsi a visite e screening gratuiti della memoria e delle funzioni cognitive e a screening per disturbi specifici dell’apprendimento; partecipare a incontri informativi su temi quali genitorialità, cervello e tecnologia, alimentazione, ansia, demenza. Sarà possibile, inoltre, prenotare delle consulenze individuali su temi specifici, come per esempio attacchi di panico e caregiving.
Il calendario locale completo è consultabile sul sito www.settimanadelcervello.it

Settimana del Cervello anche online
La terza edizione della Settimana del Cervello si svolge anche online, attraverso una serie di post dal contenuto “più cervellotico che mai” che si possono seguire sulla pagina Facebook Settimana del Cervello. Le attività locali si possono invece seguire sulla pagina regionale Settimana del cervello – Emilia Romagna

Per ulteriori informazioni:
Sito italiano: www.settimanadelcervello.it

Sito manifestazione mondiale: www.dana.org
Sito promotore e partner Dana Foundation: www.hafricah.net
Pagina Facebook nazionale: Settimana del Cervello
Pagina Facebook regionale: Settimana del Cervello – Emilia Romagna

Uomini e donne che odiano le donne.L’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna su stereotipi e misoginia interiorizzata

Da Ufficio Stampa Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna

L’8 marzo è un’occasione per puntare i riflettori sul tema della condizione della donna, in Italia e nel mondo. Una condizione spesso scomoda e attaccata. Dalle violenze che subisce, dalle ingiustizie nella retribuzione, dalle ineguali opportunità che le vengono offerte, quelle che più spesso le vengono negate. Per le psicologhe e gli psicologi – di cui l’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna è portavoce – il tema è di scottante attualità. È l’intero apparato sociale e culturale a costringere la popolazione femminile nello stereotipo di madre e angelo del focolare domestico o in quello – solo apparentemente opposto – di una donna “con gli attributi”, seguendo un modello di machismo tipico dello stereotipo maschile. Il primo è il più classico degli stereotipi che la donna si trova stampato addosso. Il secondo è quello che spesso viene affibbiato alla donna che, emancipandosi, vuole affermarsi o dimostrare libertà, coraggio e intraprendenza.
Ma sono vari e violenti gli stereotipi: non si riducono a questi e spesso vengono inculcati nei giovani sin dalla più tenera età, quando i modelli che vengono proposti ai bimbi e alle bimbe sono rigidamente preordinati. Basti pensare allo stupore che ancora causa nella maggior parte delle persone l’idea di un maschietto che gioca con una bambola o di una ragazzina che voglia darsi al rugby. Queste resistenze preconcette su cosa una donna possa fare o non fare contribuiscono a formare stereotipi di genere anche più gravi, e questo è uno dei motivi per cui una corretta educazione è così importante.
Ecco che l’8 marzo, come nel resto dell’anno, valorizzare il femminile significa rifiutare le abitudini che bloccano le donne in una condizione di inferiorità. Si può iniziare combattendo quei giudizi e quei pregiudizi, spesso inconsci, che sono introiettati nelle persone che meno credono di essere misogine. La battuta sessista, il linguaggio violento rivolto contro le donne, l’accondiscendenza, sono esibiti, talvolta, da persone che mai si direbbero misogine. Tra queste anche molte donne, che riconoscono all’atteggiamento patriarcale un ingiustificato potere, motivato, evidentemente, da una sorta di misoginia interiorizzata.
Nel corso dell’ultimo anno, ad esempio, si è fatto un gran parlare dei ricatti sessuali e delle violenze subite dalle donne nel mondo dello spettacolo e non solo. Questo atto di potere dell’uomo contro la donna ha richiamato l’attenzione su una forma di sopraffazione: il ricatto sessuale sul lavoro è una forma di violenza devastante per la donna, ma purtroppo assai diffusa e, ultimamente, accentuata a causa della crisi economica. L’uomo sfrutta la sua posizione di vantaggio per ottenere prestazioni sessuali da donne in difficoltà o che vogliono progredire nella carriera. Il caso Weinstein è stato criticato e sciaguratamente normalizzato da molte persone, anche da donne, che non hanno sostenuto le vittime.
La battaglia più dura da affrontare e vincere riguarda la psicologia delle donne stesse che devono riconoscere e superare gli stereotipi e i pregiudizi propri della cultura paternalistica. Il senso di colpa che la donna prova quando è vittima di molestie è dovuto all’assimilazione psichica degli stereotipi sul proprio genere, compreso quello che la valuta, sul piano lavorativo, in base alla sessualità. Infatti, questo valore discriminante, che la riduce a oggetto sessuale, può venire fatto proprio non solo dagli uomini ma anche dalle stesse donne che lo applicano nei giudizi verso se stesse, le colleghe o le altre donne. Sembrerebbe quindi che ci si trovi davanti a una moltitudine di uomini e donne che odiano le donne, odio che per essere rimosso richiede un’ottima dose di volontà e coraggio, qualità necessarie soprattutto alle donne per emanciparsi da errati preconcetti che non permettono loro di essere libere nel pensiero e solidali con le vittime.

Cinema Boldini – giovedì 8 marzo ore 21.00 torna in sala Tre manifesti a Ebbing, Missouri in versione originale sottitolata

Da organizzatori

Cinema Boldini

Giovedì 8 marzo ore 21.00

TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI

regia di Martin McDonagh

versione originale con sottotitoli in italiano

Giovedì 8 marzo alle 21.00 al Cinema Boldini sarà proiettato TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri), regia di Martin McDonagh, in versione originale con sottotitoli italiani. Dopo il successo agli Oscar dell’attrice Frances McDormand e di Sam Rockwell si è deciso di riproporre in sala uno dei film di maggiore successo di questa stagione cinematografica.

Tre Manifesti a Ebbing, Missouri ha ricevuto molteplici riconoscimenti: presentato in concorso alla settantaquattresima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, si è aggiudicato il premio per la Migliore Sceneggiatura. La protagonista, Frances McDormand ha vinto l’Oscar come Miglior Attrice, e Sam Rockwell ha ricevuto l’Oscar come Miglior Attore non protagonista. La pellicola è stata premiata anche ai Golden Globes 2018 come Miglior Film Drammatico e Migliore Sceneggiatura, la McDormand come Migliore Attrice in un Film Drammatico, e Rockwell ha ottenuto il premio come Miglior Attore non Protagonista.

La pellicola segue le tragicomiche vicende di una madre in cerca di giustizia per la figlia, che ingaggia una lotta contro un disordinato branco di poliziotti pigri e incompetenti. Dopo mesi trascorsi senza passi in avanti nelle indagini sull’omicidio di sua figlia, Mildred Hayes (Frances McDormand) decide di prendere in mano la situazione e “rimbeccare” le indolenti forze dell’ordine. Sulla strada che porta in città, la madre furente noleggia tre grandi cartelloni pubblicitari sui quali piazza una serie di messaggi polemici e controversi, rivolti al capo della polizia William Willoughby (Woody Harrelson). Lo stimato sceriffo di Ebbing prova a far ragionare la donna, ma quando viene coinvolto anche il vice Dixon (Sam Rockwell), uomo immaturo dal temperamento violento e aggressivo, la campagna personale di Mildred si trasforma in una battaglia senza esclusione di colpi, calci, schiaffi, morsi, insulti e frasi scurrili.

L’atto della protagonista Mildred può essere interpretato in tanti modi, come una denuncia, ma anche come un disperato grido di aiuto da parte di una donna che non si dà pace. Non si può dire che sia un film ottimista, ma forse suggerisce che dovremmo cominciare a guardarci intorno, a interessarci a quello che succede alla porta accanto, al piano di sotto, nella strada di casa eccetera. E McDonagh suggerisce questo anche attraverso dei personaggi eccezionali, interpretati da attori eccezionali.

«La storia che ho voluto raccontare – ha spiegato il regista – è quella di una guerra tra due persone che sono entrambe, in una certa misura, nella parte giusta»: è infatti il dramma di non riuscire a scegliere da che parte emotivamente che segna più di ogni altro elemento il coinvolgimento dello spettatore.

INFO – www.cinemaboldini.it

www.arciferrara.org

0532.247050

BORDO PAGINA
Intervista a Marco Nava, pittore ferrarese protagonista del Festival del Nuovo Rinascimento a Trento

Da questo mese di marzo, il ferrarese giovane pittore Marco Nava è protagonista a Trento, nell’ambito del terzo Festival del Nuovo Rinascimento a cura di Davide Foschi, curatore e fondatore del movimento culturale artistico milanese (in precedenza il Festival a Milano – 2016 – e Lucca – 2017).

Nava, un approfondimento su questa tua importante partecipazione?
Sono contento e onorato di partecipare al festival del nuovo rinascimento; ringrazio Davide Foschi che ha accettato di esporre le mie opere e di far parte del nuovo rinascimento. La cosa più importante è regalare emozioni alle persone che si soffermano a osservarle,Oltre alla mia soddisfazione personale è dare il contributo per tutto il lavoro e l’impegno che il nuovo rinascimento ci sta mettendo per far conoscere l’arte moderna.

Marco, secondo te che tipo di pittura stai attraversando?
Il mio percorso artistico è legato alla mia esperienza.
Il colore e il segno talvolta materico creano le forme del mio spazio interiore che mi permettono di rappresentare le pulsioni emotive in maniera spontanea senza pregiudizi: si visualizza così la comprensione e la lucidità della mia presenza.
L’espressione astratta elabora visioni che rimandano a frammenti e immagini di vita quotidiana, all’esigenza remota di tornare a giocare con il colore quasi a voler incontrare i pennarelli della mia infanzia.

Marco Nava, l’arte contemporanea oggi, come la vedi?
La libertà di “poter fare” nell’arte è alla base di tutto; è stata una conquista lunga ma straordinaria e lo sappiamo.
L’artista ha guadagnato un privilegio fondamentale, cioè la possibilità di raccontare e raccontarsi talvolta anche in modo sfacciato o provocatorio senza timore di esprimersi.
Personalmente condivido qualsiasi forma di arte, mi piace ricercarne la chiave di lettura che l’artista vuole raccontare o esprimere. Certo, i tempi sono cambiati, oggi l’arte contemporanea usa supporti tecnologici: si è arte anche questo, il mio dubbio è se i supporti tecnologici che stiamo usando ora possano essere usati a distanza di secoli, mi faccio una domanda potranno vedere un art video fra 200 anni? Non saprei, il futuro è futuro.

info
http://www.festivaldelnuovorinascimento.it/

De Micheli Danza Festival

Da Ufficio Comunicazione Comune di Copparo

Giovedì 8 marzo, alle ore 21:00, appuntamento al Teatro Comunale De Micheli con “Tempi duri richiedono danze furiose”, a cura dell’associazione Cantieri Culturali Creativi, nell’ambito della rassegna De Micheli Danza Festival, con la direzione di Romina Zangirolami, di e con Simona Argentieri, Marta Gi Tabacco, Romina Zangirolami.
Danzano: Marta Tabacco, Simona Argentieri, Romina Zangirolami; coreografia e regia di Romina Zangirolami, costumi disegnati da Romina Zangirolami, realizzati da Giulia Zuolo e Isabella Ferrari “Creazioni Isafer”; musiche Autori vari, scenografie di Romina Zangirolami e installazioni artistiche di Luigi Gioli.
In scena tre diversi corpi, tre anime, tre vite bloccate ad un bivio, confuse, che non si sentono mai abbastanza brave, preparate o creative e questo le rende assolutamente uguali a tutte le donne di questo periodo storico, in cui la collera femminile diventa preziosa, “forza potente”, grazie alla quale è possibile reagire a torti, arginare soprusi, evitare sofferenze, affermare la propria personalità, difendere le proprie idee, esplorare percorsi creativi.
In Tempi duri richiedono danze furiose, in primo piano sono alcuni archetipi femminili, che rappresentano le numerose sfumature che ogni donna contiene in sé e che devono essere riscoperte per giungere a riappropriarsi dell’essenza e del valore femminile.
Per informazioni e biglietteria: 0532 864580, www.teatrodemicheli.it

L’associazione politecnica italiana visita i laboratori di ingegneria del tecnopolo

Da Ripartizione Marketing e Comunicazione Unife

Nei giorni scorsi una delegazione dell’Associazione Politecnica Italiana, guidata dal Presidente Peter Di Gianantonio e composta da ingegneri e tecnici impegnati in diversi settori industriali ha fatto visita ai laboratori del Tecnopolo di Ferrara e gli altri laboratori del Dipartimento di Ingegneria per conoscere servizi e attrezzature a disposizione per la ricerca industriale e stabilire sinergie e collaborazioni, al fine della creazione di opportunità di business.

Il prof. Giorgio Dalpiaz, Responsabile Scientifico del Laboratorio MechLav del Tecnopolo, dopo aver fatto un quadro generale del nostro Ateneo e del Dipartimento, ha illustrato le competenze e le attrezzature presenti presso le strutture, le collaborazioni in corso, il volume di attività in progetti di ricerca e contratti con Imprese, presentando best practice in vari ambiti: progettazione meccanica e termo-fluidodinamica, vibro-acustica, materiali e corrosione, informatica, elettronica, compatibilità elettromagnetica, eccetera. A seguire una visita alle insfratture: Laboratorio SEM, Laboratorio LUCE (Camera Anecoica di Compatibilità Elettromagnetica), Laboratorio di Vibrazioni (Tavola Vibrante Triassiale) e di Ingegneria Industriale, alla Camera Anecoica Acustica e alla Camera Riverberante, per concludere con il Centro Studi sulla Corrosione e Metallurgia Aldo Daccò.

Aderiscono all’Associazione Politecnica Italiana tecnici, liberi professionisti, dipendenti di Enti pubblici e Imprese private, nonché ricercatori e studenti universitari ad indirizzo tecnico scientifico. L’Associazione svolge attività per l’aggiornamento professionale con riguardo ai settori della Ricerca scientifica fondamentale ed applicata, dell’Aerospazio, della Meccanica e dell’Automotive, della Produzione di energia, delle Infrastrutture, delle grandi opere e delle Telecomunicazioni.

“Denominazione di origine inventata ”

Da ufficio stampa EVENTI FERRARA

Venerdì 9 marzo alle 18.00

Presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino

Libreria Ibs+Libraccio di Ferrara

Alberto Grandi presenta il libro

“Denominazione di origine inventata ”

Dialoga con l’autore Il Direttore de “La Nuova Ferrara” Luca Traini

Il Parmigiano Reggiano più simile a quello creato tanti secoli fa dalla sapienza dei monaci emiliani? È il Parmesan prodotto nel Wisconsin, in USA.

E quella meraviglia dolce e succosa, coccolata dal sole e dall’aria della Sicilia, che si chiama pomodoro di Pachino? È un ibrido prodotto in laboratorio da una multinazionale israeliana delle sementi.

Per non dire del Marsala: fu inventato, commercializzato e prodotto su larga scala da un commerciante inglese che aggiunse alcool al vino al solo scopo di conservarlo meglio durante il trasporto verso la madrepatria.

E tutto quel gran sbattersi per definire il vino DOC, DOP o IPG in base a presunte e millenarie tradizioni dei vigneti? Un nobile intento che però finge di non sapere che nella seconda metà del 1800 un parassita distrusse tutte le vigne presenti sul territorio italiano ed europeo. Dovendo ripartire da zero, i nostri viticoltori usarono obbligatoriamente viti non autoctone e innesti vari.

Alberto Grandi, professore dell’Università di Parma, svela quanto marketing ci sia dietro lo strepitoso successo dell’industria gastronomica italiana.

I tantissimi prodotti tipici italiani, gran parte dei piatti e la stessa dieta mediterranea sono buonissimi, ma le leggende di storia e sapienza che li accompagnano sono invenzioni molto più recenti, scaturite dalla crisi industriale degli anni Settanta: è in quel momento che imprenditori e coltivatori italiani si alleano per inventare una presunta tradizione millenaria del nostro cibo e il conseguente storytelling per sostenerla.

Alberto Grandi (Mantova, 1967) è professore associato all’Università di Parma. Insegna Storia delle imprese, Storia dell’integrazione europea e ha insegnato Storia economica e Storia dell’alimentazione. È autore di circa una quarantina di saggi e monografie in Italia e all’estero.

ore 20:00

Presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino

Libreria Ibs+Libraccio di Ferrara

Gruppo di lettura “Due pagine prima di dormire”

Presentazione di Edizioni Leima

LOGO EDIZIONI LEIMA

Saranno presenti gli autori Maurizio Agnello, Antonella Capalbi, Fabio Ceraulo e I.M.D.

Il rinfresco è offerto da

Este Bar, Via Scienze 13/A Ferrara

Libro in lettura condivisa:

“Le assaggiatrici” di Rosella Postorino

Non è obbligatorio aver letto il libro per partecipare alla serata

Anima di polvere copertinaCopertina CapalbiCopertina Strateghi_DEFCopertinasoldatini ribelli copertina

La casa editrice affonda le proprie radici nella storica legatoria di famiglia, la LE.I.MA, nata nel 1990. Fondata nel 2013 e divenuta ufficialmente nel 2016 una realtà editoriale nazionale, Edizioni Leima aspira a diventare un nuovo punto di riferimento all’interno del panorama letterario.

Tutta la progettualità della casa editrice si basa sull’amore per la lettura, che ha spinto l’Editore a lanciarsi in una eccitante avventura culturale, prima ancora che aziendale. L’antica passione per la manifattura dell’«oggetto libro» è stata quindi trasferita all’intero processo di creazione, dalla selezione dei manoscritti all’editing del testo, dalla promozione alla distribuzione del volume, con attenzione particolare alle esigenze degli autori, dei librai e dei lettori, ovvero di tutte quelle categorie fondamentali per la sopravvivenza e la valorizzazione della cultura del leggere.

Al De Micheli è di scena Paolo Cevoli e la sua Bibbia

Da ufficio stampa Teatro De Micheli

Venerdì 9 marzo alle ore 21 al Teatro Comunale De Micheli va in scena “La Bibbia”, di e con Paolo Cevoli, per la regia Daniele Sala.

La Bibbia. Il Libro dei Libri. Il Best Seller dei best sellers.
Da tutti conosciuto anche se forse non da tutti letto.
Ma sicuramente, anche quelli che non l’hanno mai sfogliato, hanno qualche nozione di Adamo ed Eva, Caino e Abele, Noè e l’arca ecc…

Paolo Cevoli vuole rileggere quelle storie come una grande rappresentazione teatrale dove Dio è il “capocomico” che si vuole rappresentare e far conoscere sul palcoscenico dell’universo.

Dio è il “Primo Attore” che convoca come interpreti i grandi personaggi della Bibbia.

E forse anche ognuno di noi è protagonista e attore e può scoprire l’ironia e la comicità di quella Grande Storia.

Sul palcoscenico con Cevoli tre cantanti, Daniela Galli, Silvia Donati e Cristina Montanari.

Per informazioni biglietteria del teatro 0532 864580.

8 marzo, Festa della Donna

Da Ufficio Comunicazione Comune di Copparo

La Biblioteca Comunale e la Commissione Consiliare Pari Opportunità del Comune di Copparo invitano alla proiezione del film “Suffragette, le donne che hanno cambiato il mondo”, di Sarah Gavron (UK, 2015), giovedì 8 marzo 2018, alle ore 17.30, presso la Galleria Civica Alda Costa (Copparo, via Roma 36). Piccolo buffet al termine. Ingresso libero.

Nonni-festa-scrittura-nipoti-generazioni-Aldo-Gessi

La generazione del “nonostante tutto”

Da Pietro

Voglio leggervi una lettera. Una lettera che parla della mia generazione, tutte quelle persone che sono nate tra la metà degli anni ’70 e la fine degli anni ’90, quelli che oggi hanno grossomodo tra i 20 e i 40 anni, ed è indirizzata a tutti quelli che ci guardano perchè noi siamo il futuro del Paese, ma che ancora non si fidano del tutto di noi.
Noi siamo stati chiamati in tanti modi. Generazione y, millennials, tanti nomi perchè in fondo chi ci guardava da fuori non ci ha mai capito. La realtà è che siamo la generazione del “nonostante tutto”.

Perché noi siamo quelli che nonostante tutto ce la stanno facendo.
All’inizio sembrava tutto perfetto. I nostri genitori avevano un lavoro e il futuro sembrava assicurato. Poi mentre crescevamo tutto è cambiato all’improvviso e lì per lì non ce ne accorgemmo. Il muro di Berlino che cadeva in diretta Tv. Tangentopoli e Mani Pulite. Il rumore del modem 56k che si diffondeva in casa. L’11 settembre del 2001. Un ordine che era lo stesso da 50 anni si stava sgretolando.

Poi siamo cresciuti e abbiamo fatto l’università perchè ci avevano raccontato che bastava prendere una laurea per avere un posto fisso, guadagnare dei soldi, fare un mutuo e mettere su famiglia. Invece no, non è stato così. Ci siamo trovati ad affrontare un mondo che non eravamo stati preparati ad affrontare. Non è stato facile, anche perchè mentre ci attrezzavamo per prendergli le misure dovevamo sorbirci pure quelli che ci dicevano che era colpa nostra se non riuscivamo ad avere “successo”, se non compravamo la casa, se non ci sposavamo. Ci davano dei bamboccioni.

Non ci siamo abbattuti. Ci siamo evoluti. Abbiamo cambiato mentalità. Ci avevano detto che dovevamo seguire dei binari prestabiliti, ma poi ci siamo accorti che era un binario morto. E allora abbiamo spiccato il volo. Abbiamo mollato i vecchi metodi e abbiamo cominciato a cercare nuove informazioni su internet e le abbiamo trovate. Abbiamo fatto i camerieri per pagarci gli studi. Abbiamo speso un sacco di soldi in affitto, mezzi pubblici e cellulari. Ci siamo inventati nuove professioni. Abbiamo creato startup. Abbiamo fallito innumerevoli volte. Abbiamo viaggiato come mai nessuna generazione prima di noi. Abbiamo imparato le lingue. Siamo andati all’estero a fare esperienza perchè qui le porte erano aperte solo per i “figli di” o per quelli che avevano il doppio dei nostri anni e non avevano nessuna intenzione di mollare il loro posto.

Il mondo è cambiato e allora noi siamo cambiati assieme al mondo, adattandoci ai nuovi contesti. E ora siamo diventati grandi. E vogliamo rivendicare il diritto a guidare il cambiamento di cui il Paese ha bisogno.
Perchè il mondo è cambiato, noi siamo cambiati, ma l’Italia è sempre la stessa. Quelli che comandano, quelli che si candidano a governare sono sempre gli stessi da 20 anni. La mobilità sociale non esiste, i più ricchi di oggi sono gli stessi del secolo scorso. E questo succede solo in Italia. Questo Paese non cambia e non si adatta al mondo perchè chi comanda non vuole cambiare e ci sta portando sempre più giù. Per una evoluzione della specie devono cedere il passo. Non è una minaccia, è una legge biologica, ed è la storia a dircelo.

Noi abbiamo il dovere di cambiare questo Paese, abbiamo la responsabilità di dotarlo delle nostre competenze per farlo entrare dalla porta principale nel mondo che è cambiato. Perché così com’è non si va da nessuna parte. Chiedete a un burocrate di scrivere una poesia. Non ci riuscirà mai.

Il mondo di oggi è caratterizzato dall’incertezza, ma quello che lo rovina è l’assenza di solidarietà. L’orologio dell’apocalisse oggi segna 2 minuti. Vuol dire che ci vogliono 2 minuti per distruggere tutto il mondo. Noi viviamo in quest’epoca di precarietà estrema. Ci siamo adattati, sappiamo cavalcare questa tigre e vogliamo farlo con due obiettivi fondamentali: la massima qualità della vita e il massimo senso della comunità. Vogliamo un lavoro, vogliamo una famiglia, vogliamo una casa. Ma con il Sistema che c’è adesso non lo avremo

Riflessione sull’antifascismo

Da Giulia Bassi

“Mi chiedo, caro Alberto, se questo antifascismo rabbioso che viene sfogato nelle piazze oggi a fascismo finito, non sia in fondo un’arma di distrazione che la classe dominante usa su studenti e lavoratori per vincolare il dissenso. Spingere le masse a combattere un nemico inesistente mentre il consumismo moderno striscia, si insinua e logora la società già moribonda”. Un’arma di distrazione di massa, scriveva Pier Paolo Pasolini nel 1973 in una lettera ad Alberto Moravia.

«Basta con questa storia del fascismo e dell’antifascimo, non se ne può più. È un dibattito di una inconcludenza totale, fondato sul nulla. Pensiamo piuttosto al fatto che i nostri ragazzi escono da scuola senza sapere bene chi erano Hitler e Mussolini». A parlare così non è un intellettuale di destra, ma uno dei più rinomati maitres à penser della cultura di sinistra: Massimo Cacciari, filosofo, scrittore, ex deputato del Pci, ex sindaco di Venezia al tempo dell’Ulivo.

E a Macerata le manifestazioni antifasciste avvenute dopo l’arresto di Luca Traini hanno prodotto un boom di voti per la Lega.
Lega che, con mossa davvero intelligente, ha portato a Palazzo Madama il primo senatore nero.
Credo che ci sia da riflettere sulle profetiche parole di Pasolini e sulle attualissime considerazioni di Cacciari.
Forse l “antifascismo rabbioso” di cui parlava Pasolini ha fatto il suo tempo ed è divenuto controproducente.
Forse è il caso di ripensare un modo nuovo di essere antifascisti, più consono ai nostri tempi e maggiormente in grado di essere compreso dalle nuove generazioni, che non vedono un nuovo Mussolini all’orizzonte nè le squadre d’azione all’opera.

A meno di voler scambiare per squadrismo il gesto fanatico di qualche imbecille isolato, com’è capitato a Firenze.
I tempi nuovi richiedono strumenti nuovi e un linguaggio nuovo. Se non si capisce questa lezione e si organizzano le manifestzioni antifasciste come mezzo secolo fa ( con vecchi slogan e i pensionati in prima fila) si scompare dai radar degli “under 50”.

E’ questo che si vuole?

Concerto per Festa della donna: 8 marzo 2018 alla Sala della Musica – Circolo Frescobaldi

Da ufficio stampa Gli Amici Della Musica Uncalm

Festa della donna con musica e storia della letteratura russa umiliata dal regime stalinista: questo il tema che il Circolo Frescobaldi propone giovedì 8 marzo 2018 alle ore 17 nella Sala della musica di Via Boccaleone 19, Ferrara.
Saranno infatti due donne, represse dalla censura del comunismo sovietico, le due figure simbolo della conferenza-concerto: l’iniziativa ha lo scopo di illustrare le peculiarità letterarie di due poetesse, la Marina Cvetaeva e la Anna Achmatova, e ridefinire, con un profilo critico, le loro problematiche esistenziali sotto il pugno di Stalin.
Gli intermezzi musicali (con brani di J.S. Bach, D. Scarlatti, N. Paganini) sono affidati alla flautista Paola Girella e al chitarrista Roberto Berveglieri, mentre le due poetese russe troveranno voce ed anima negli interventi di Vittoria Benetti, Claudia Chierici ed Elvira Tanzilli.
Ingresso a prezzi popolari: 5 euro interi, 3 euro ridotti. Dopo lo spettacolo, l’iniziativa per la Festa della donna proseguirà a tavola, con cena in una pizzeria attigua.

ferrara

Compermesso – Il gioco urbano che ti fa sbirciare le case di Ferrara

Da organizzatori

Il pomeriggio di sabato 24 marzo nel centro storico di Ferrara si terrà “Compermesso”, il
gioco urbano per riscoprire la città a partire dai suoi abitanti e dalle loro case. I partecipanti
completeranno delle missioni in luoghi privati, dallo sfilare come su una passerella in un
corridoio di un condominio, al cucinare la ricetta più veloce del mondo, e sta a loro trovare i
luoghi per svolgere le attività. Le missioni saranno documentate con foto o brevi video e il
tutto verrà caricato in tempo reale sui social.
Organizzato da Minime Differenze, un progetto di giochi urbani nato in territorio ferrarese
con lo scopo di stimolare la curiosità verso la città, Compermesso è un invito a sfruttare la
creatività per dialogare tra cittadini. <>
L’evento è a numero limitato, per informazioni e iscrizioni visitare il sito
www.minimedifferenze.com o scrivere a minimedifferenze@gmail.com

La newsletter del 6 marzo 2018

Da ufficio stampa Cronaca Comune

 

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Giovedì 8 marzo alle 17 presentazione libro di Monica Longobardi

‘Il sogno della Rosa. Il Roman de la Rose nella versione poetica di Franco Scataglini’

06-03-2018

E’ dedicato alla versione del Roman de la Rose firmata da Franco Scataglini il libro di Monica Longobardi ‘Il sogno della Rosa’ che giovedì 8 marzo 2018 alle 17 sarà presentato nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara). L’incontro è a cura dell’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
La più bella versione poetica del Roman de la Rose ha la sua fucina ad Ancona, dove Franco Scataglini visse la sua parabola umana e poetica, guardando alle origini romanze come al suo riscatto. La sua incantevole lingua letteraria muove dal dialetto agontano, ma include e rimodella la lezione dei trovatori e dei siciliani. La Rosa è anche un ennesimo omaggio cortese alla donna amata: Rosellina, sua moglie e Musa.

Il calendario completo degli eventi e delle attività culturali, aperti liberamente a tutti gli interessati, in programma nelle biblioteche e archivi del Comune di Ferrara su: http://archibiblio.comune.fe.it

 

SPORT/TURISMO – Domenica 11 marzo start alle 9. Da sabato appuntamenti anche con le iniziative “Baby Granfondo” e “La Furiosa”

Al via la 4.a ‘Granfondo del Po’, manifestazione dei circuiti Unesco Cycling Tour e Romagna Challenge

06-03-2018

Si è svolta in mattinata (martedì 6 marzo) nella residenza municipale la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione della ‘Granfondo del Po di Ferrara 2018’, in programma domenica 11 marzo con partenza alle 9 (da via Largo Castello). La manifestazione ciclistica organizzata dell’associazione Po River asd con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Ferrara, è inserita nei circuiti Unesco Cycling Tour e  Romagna Challenge 2018. Fra le molte iniziative che faranno da cornice all’appuntamento principale, da ricordare sabato 10 marzo in piazza Trento Trieste la partenza della terza edizione della ciclostorica di Ferrara ‘La Furiosa’ (alle 11), e della ‘Babygranfondo’ di beneficenza di 5 km, in collaborazione con l’Onlus IBO Italia (alle 15.30).

All’incontro con i giornalisti erano presenti il vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto, l’assessore allo Sport del Comune di Ferrara Simone Merli, il presidente di Po River asd Simone Zannini e il responsabile del circuito Unesco Cycling Tour Alessandro Gualazzi.

 

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

Tutto è pronto per la quarta edizione della GRANFONDO DEL PO DI FERRARA in programma Domenica 11 marzo 2018 alle ore 9.00. Dopo il successo della edizione del 2017 che ha visto la partecipazione di oltre 1.200 iscritti, la manifestazione è già diventata un “evento” e quest’anno è più che mai pronta, nonostante la giovane età, a consolidarsi nel panorama delle granfondo italiane. Inserita come tappa all’interno dei circuiti Unesco Cycling Tour e Romagna Challenge, la gara ferrarese vedrà ancora una volta lo start all’ombra delle torri del Castello Estense per poi svilupparsi sui due collaudati percorsi di diversa distanza: il lungo di 134 km e il corto di 81 km.

Anche se mancano le caratteristiche salite della specialità, la Granfondo del Po risulta essere ugualmente una gara impegnativa e tecnica capace di testare la “prima” preparazione stagionale dei ciclisti in gara. Usciti dalla città i concorrenti percorreranno la suggestiva sinistra Po in direzione Delta e dopo aver attraversato una quindicina di Comuni tra le province di Ferrara e Rovigo, rientreranno per tagliare il traguardo in Via Bacchelli. La base logistica della manifestazione sarà il Palapalestre di via Tumiati che ospiterà segreteria, pasta party e premiazioni. Per quanto riguarda i partecipanti ad oggi sono confermate le iscrizioni sia dei tre vincitori che delle squadre protagoniste delle passate edizioni.

A precedere la Granfondo del Po, per suggellare un week-end interamente dedicato al ciclismo sabato 10 marzo ci sarà la terza edizione de LA FURIOSA, ciclostorica di Ferrara. Iniziata con un anno di ritardo rispetto alla Granfondo del Po, in poche edizioni è riuscita ad entrare, grazie ad organizzazione, itinerario e gradimento nel Giro d’Italia d’Epoca come unica tappa dell’Emilia Romagna. Novità di questa edizione sarà la rievocazione della prima cronometro inserita nel Giro d’Italia del 1933 che vide Ferrara come arrivo. Tale rievocazione prenderà il via alle ore 10.15 dal Castello Estense mentre La Furiosa partirà da piazza Trento e Trieste alle ore 11.00. I ciclisti d’epoca dopo essere passati sotto le antiche mura cittadine, si dirigeranno nella campagna estense per raggiungere il punto ristoro allestito alla Delizia del Belriguardo, una breve pausa e rientro a Ferrara per il pranzo negli Imbarcaderi del Castello.

Sabato saranno protagonisti anche i bambini che in Piazza Trento e Trieste potranno visitare il Pullman Azzurro, cimentarsi in una Gimkana e partecipare alle ore 15.30 alla BABYGRANFONDO di beneficenza di 5 km in collaborazione con l’Onlus IBO Italia. Questo ricco programma, supportato da una massiccia campagna promozionale a livello nazionale e non, ha portato numerosi pernottamenti nelle strutture ricettive della città ed ha anche richiamato numerose testate del settore sia italiane che straniere. Tra queste è confermata la presenza dell’ex pro Tim Harris che realizzerà un documentario per la BBC e di Sky Sport per una puntata di Icarus.

 

Per info: PO RIVER Associazione Sportiva Dilettantistica -Via Garibaldi, 103 – 44121Ferrara Tel. +39 0532 201365 – Fax +39 0532 247602 – www.granfondodelpo.it – email: info@granfondodelpo.it

MUSEO DI STORIA NATURALE – Giovedì 8 marzo alle 21 (via De Pisis 24) conferenza di Giorgio Vallortigara. Ingresso gratuito

“Piccoli equivoci tra noi animali”, quarto incontro del Darwin Day Ferrara 2018

06-03-2018

Si intitola “Piccoli equivoci tra noi animali” la conferenza di Giorgio Vallortigara (Università di Trento) in programma giovedì 8 marzo alle 21 al Museo di Storia Naturale (via De Pisis 24).

L’appuntamento è il quarto del ciclo ‘Darwin Day Ferrara 2018′, quest’anno all’undicesima edizione, organizzato da Museo di Storia Naturale del Comune di Ferrara e Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE). In tutto sei conferenze dedicate alla storia dell’uomo, dalle origini al presente dell’umanità, dal 15 febbraio al 22 marzo. Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

LA SCHEDA  (a cura degli organizzatori) – Osservando gli altri animali diamo per scontato che abbiano esperienze, percezioni, emozioni, pensieri come i nostri. A volte l’intuito e l’eco di un’evoluzione condivisa ci portano nella giusta direzione. Spesso però non ci azzecchiamo e le nostre intuizioni non corrispondono a quello che scoprono gli etologi e i neuroscienziati che studiano il comportamento animale. I frequenti piccoli equivoci in cui cadiamo sono indizi utili per scoprire i meccanismi che la nostra mente usa per dare un senso a ciò che ci circonda. Studiando gli animali, possiamo conoscere meglio loro e anche noi stessi e la nostra storia evolutiva.

————————————————————-

Da CronacaComune del 28 febbraio 2018

E’ STATA ANNULLATA, CAUSA MALEMPO, la conferenza in programma oggi, giovedì 1 marzo alle 21 al Museo civico di Storia Naturale di Ferrara (via De Pisis 24) dal tema “Dall’epoca della raccolta a quella della produzione di cibo. Uno sguardo sui grandi cambiamenti agro-alimentari dell’Uomo”, a cura di Stefano Bocchi dell’Università di Milano.

L’appuntamento è il terzo del ciclo ‘Darwin Day Ferrara 2018’, quest’anno all’undicesima edizione, organizzato da Museo di Storia Naturale del Comune di Ferrara e Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE). In tutto sei conferenze dedicate alla storia dell’uomo, dalle origini al presente dell’umanità, dal 15 febbraio al 22 marzo. Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)Nel corso dell’intervento si inizierà il viaggio figurato dell’evoluzione umana partendo dalla fase cruciale del passaggio da cacciatore-raccoglitore ad agricoltore. Saranno poi descritte le rivoluzioni dell’agricoltura che hanno segnato le epoche dei grandi cambiamenti di carattere agro-alimentare dell’Uomo e che hanno mutato la nostra vita individuale e sociale. Dalla domesticazione delle piante alla coltivazione intensiva; dalla moderna rivoluzione verde all’attuale sfida agro-ecologica per una sopravvivenza, sempre più problematica, dell’intera umanità.

———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Da CronacaComune del 19 febbraio 2018

Si intitola “Homo sapiens: Il passato, l’evoluzione dell’uomo; Il presente, la diversità umana” e sarà a cura di Telmo Pievani (Università di Padova) e Guido Barbujani (Università di Ferrara)  la conferenza in programma mercoledì 21 febbraio (alle 21) al  Museo civico di Storia Naturale di Ferrara (via De Pisis 24).

L’appuntamento è il secondo del ciclo ‘Darwin Day Ferrara 2018′, quest’anno all’undicesima edizione, organizzato da Museo di Storia Naturale del Comune di Ferrara e Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE). In tutto sei conferenze dedicate alla storia dell’uomo, dalle origini al presente dell’umanità, dal 15 febbraio al 22 marzo. Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) – La domanda è poco originale: da dove veniamo e dove stiamo al momento (dire dove stiamo andando è molto più difficile). La paleontologia, l’antropologia e, adesso anche la genetica, stanno mostrandoci, poco alla volta, come una specie a lungo sull’orlo dell’estinzione, la nostra, sia riuscita a diffondersi su tutto il pianeta. A partire dalla prima migrazione, che ci ha portato a scendere dai rami degli alberi, si è messa in moto una serie straordinaria di trasformazioni anatomiche, fisiologiche e, alla fine, psicologiche. L’uomo è una creatura migrante, senza dubbio. A cosa abbia portato l’umanissima tendenza a spostarsi lo si può capire studiando le nostre differenze. Ma conviene soffermarsi anche a riflettere su come ci abbiano portato in un vicolo cieco scientifico i tentativi di descrivere l’umanità come costituita da razze diverse. E ricordarsi anche che se il concetto di razza biologica è stato abbandonato dalla scienza, non per questo sono cessate le discriminazioni basate su sesso, razza, lingua, religione e opinioni politiche, contro cui ci mette in guardia l’articolo 3 della nostra Costituzione.

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————

Da Cronacacomune del 12 febbraio 2018

Si è svolta in mattinata (lunedì 12 febbraio) al Museo civico di Storia Naturale di Ferrara, la conferenza stampa di presentazione di “Humus Homo Humanitas”, ciclo di conferenze organizzato per l’undicesima edizione del Darwin Day Ferrara. In tutto sei conferenze dedicate alla storia dell’uomo, dalle origini al presente dell’umanità, da giovedì 15 febbraio al 22 marzo. Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

Alla presentazione erano presenti il vice-sindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto , il direttore del Museo civico di Storia Naturale Stefano Mazzotti, Emiliano Trucchi del Dipartimento di Scienze della vita e biotecnologie, Ursula Thun-Hohenstein Dipartimento di Studi Umanistici – Sezione di Scienze preistoriche e antropologiche e referenti dell’Associazione Didò che si occupa di didattica ricerca e comunicazione.

——————————————————————–

 “Humus, Homo, Humanitas” Darwin Day Ferrara 2018 

(Testo a cura di Stefano Mazzotti – direttore del Museo di Storia Naturale di Ferrara)

Il Museo di Storia Naturale di Ferrara e il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE), presentano l’undicesima edizione del Darwin Day Ferrara.
Il tema conduttore di quest’anno è la nostra storia dalle origini al presente dell’umanità sintetizzato dal titolo: Humus, Homo, Humanitas. Perché questo titolo? Se focalizziamo l’attenzione sull’origine etimologica della parola “uomo” scopriamo che deriva dal latino “homo” la quale a sua volta è legata al vocabolo “humus” ovvero “terra”, con la quale condivide la stessa radice linguistica. L’humus è quella sostanza chimica che rende fertile il suolo ed è il frutto della degradazione e rielaborazione della sostanza organica presente nel terreno. Per definizione, quindi, l’uomo è riconoscibile anche come “terrestre”. Il profondo legame del nostro essere con la terra è del resto qualcosa che appartiene al sapere ancestrale dell’umanità: i cacciatori-raccoglitori e i primi agricoltori della storia vivevano questa dipendenza ogni giorno sulla propria pelle. E da allora questa relazione non si è allentata: il terreno continua a svolgere funzioni indispensabili alla sopravvivenza dell’uomo e della natura, che nessuna tecnologia potrà mai sostituire. Infine, il termine “humanitas”, da cui deriva l’attuale termine “umanità”, che racchiude i concetti di genere umano, di natura umana e dell’essere uomo; ed ancora, della condizione umana, soprattutto con riferimento ai caratteri, alle qualità, ai vantaggi e ai limiti.
Il ciclo di conferenze del Darwin Day Ferrara 2018, in collaborazione con il Sistema Museale di Ateneo (SMA) dell’Università di Ferrara, ci darà la possibilità di approfondire molti aspetti di questi affascinanti temi della nostra breve ma complessa e ancora misteriosa storia.
Si inizia con la proiezione del documentario “Olduvai. La culla dell’umanità”. Sono pochi i luoghi del Pianeta capaci di offrirci uno spaccato, ben leggibile e completo, della nostra storia evolutiva. Molti di essi si trovano in Africa Orientale, e la Gola di Olduvai in Tanzania, che ha restituito utensili di pietra e resti fossili (Paranthropus boisei e Homo habilis) fondamentali per la paleoantropologia, è certamente uno di questi. Il documentario, prodotto dalla Scuola di Paleoantropologia dell’Università di Perugia, è un omaggio a questo luogo meraviglioso.
Nel secondo incontro Telmo Pievani e Guido Barbujani evidenzieranno come la paleontologia, l’antropologia e la genetica ci hanno mostrato come la nostra specie, a lungo sull’orlo dell’estinzione, sia riuscita a diffondersi su tutto il pianeta. A partire dalla prima migrazione, che ci ha portato a scendere dai rami degli alberi, si è messa in moto una serie straordinaria di trasformazioni anatomiche, fisiologiche e psicologiche.
Con Stefano Bocchi si inizierà il viaggio figurato dell’evoluzione umana partendo dalla fase cruciale del passaggio da cacciatore-raccoglitore ad agricoltore. Saranno poi descritte le rivoluzioni dell’agricoltura che hanno segnato le epoche dei grandi cambiamenti di carattere agro-alimentare dell’Uomo e che hanno mutato la nostra vita individuale e sociale. Dalla domesticazione delle piante alla coltivazione intensiva; dalla moderna rivoluzione verde all’attuale sfida agro-ecologica per una sopravvivenza, sempre più problematica, dell’intera umanità.
Con Giorgio Vallortigara rifletteremo su come osservando gli altri animali diamo per scontato che abbiano esperienze, percezioni, emozioni, pensieri come i nostri. Spesso però le nostre intuizioni non corrispondono a quello che scoprono gli etologi e i neuroscienziati che studiano il comportamento animale. I frequenti piccoli equivoci in cui cadiamo sono indizi utili per scoprire i meccanismi che la nostra mente usa per dare un senso a ciò che ci circonda. Studiando gli animali, possiamo conoscere meglio loro e anche noi stessi e la nostra storia evolutiva.
Marco Peresani ci racconterà della scomparsa dell’Uomo di Neanderthal, uno tra i temi più discussi in Paleoantropologia e in Archeologia. Dopo avere tracciato un breve profilo di questo nostro “cugino”, la conferenza offrirà al pubblico un sunto delle scoperte più recenti proponendo percorsi interpretativi e nuove prospettive.
Il Darwin Day Ferrara 2018 chiuderà con una serata di animazioni, musiche e istallazioni a tema curata dalla Associazione Didattica DIDO’ in collaborazione con l’Associazione culturale Gruppo del Tasso. L’artista Giorgia Severi presenterà il progetto COUNTRY, una collaborazione con artisti Aborigeni in diverse parti dell’Australia ed esposto nel 2015 alla 56° Biennale di Venezia. Saranno esposti anche manufatti e opere contemporanee aborigene. Il musicista Francesco Gibaldi racconterà, attraverso suoni e parole, tradizioni musicali di paesi vicini e lontani, storie di popoli e culture passati e contemporanei tra Sicilia, Australia, Siberia e Mongolia, India e Venezia.
L’attore Alessandro Tagliati narrerà di esploratori e dei loro incontri con i popoli nativi e delle loro culture.

 

Questo il calendario 

>> Giovedi 15 febbraio, ore 21 – Museo di Storia Naturale

“Buon compleanno Charles !” Presentazione del programma del Darwin Day Ferrara 2018 “Humus, Homo, Humanitas” Proiezione ” OLDUVAI. La culla dell’umanità” Documentario realizzato dalla Scuola di Paleoantropologia dell’Università di Perugia e LeFucine Art&Media. Presentazione di Marco Cherin (Università di Perugia) e Mirko Lombardi (Brescia) È un omaggio alla Gola di Olduvai (Tanzania) che ha restituito utensili di pietra e resti fossili (Paranthropus boisei e Homo habilis) fondamentali per la paleoantropologia. Si racconta la storia del sito, dalla scoperta nei primi del ‘900 al lavoro di Louis e Mary Leakey e la vicenda geopolitica: due guerre mondiali, il passaggio da colonia tedesca a inglese, fino alla nascita della Tanzania con Nyerere. Vi sono interviste esclusive a ricercatori che lì hanno lavorato: Donald Johanson, scopritore di Lucy, Jonathan Kingdon zoologo, Fidelis Masao della University of Dar es Salaam, Jane Goodall che vi lavorò prima delle ricerche sugli scimpanzé, e contributi degli italiani Giorgio Manzi, Jacopo Moggi Cecchi, Olga Rickards, Telmo Pievani e Giacomo Corti. Il documentario è stato presentato anche al Museo di Arusha e alla Ngorongoro Conservation Area con il plauso delle autorità scientifiche e politiche tanzaniane e delle comunità maasai.

 Conferenze:

>> Mercoledì 21 febbraio, ore 21- Museo di Storia Naturale
“Homo sapiens: Il passato, l’evoluzione dell’uomo; Il presente, la diversità umana”
Con Telmo Pievani (Università di Padova) e Guido Barbujani (Università di Ferrara)
La domanda è poco originale: da dove veniamo e dove stiamo al momento (dire dove stiamo andando è molto più difficile). La paleontologia, l’antropologia e, adesso anche la genetica, stanno mostrandoci, poco alla volta, come una specie a lungo sull’orlo dell’estinzione, la nostra, sia riuscita a diffondersi su tutto il pianeta. A partire dalla prima migrazione, che ci ha portato a scendere dai rami degli alberi, si è messa in moto una serie straordinaria di trasformazioni anatomiche, fisiologiche e, alla fine, psicologiche. L’uomo è una creatura migrante, senza dubbio. A cosa abbia portato l’umanissima tendenza a spostarsi lo si può capire studiando le nostre differenze. Ma conviene soffermarsi anche a riflettere su come ci abbiano portato in un vicolo cieco scientifico i tentativi di descrivere l’umanità come costituita da razze diverse. E ricordarsi anche che se il concetto di razza biologica è stato abbandonato dalla scienza, non per questo sono cessate le discriminazioni basate su sesso, razza, lingua, religione e opinioni politiche, contro cui ci mette in guardia l’articolo 3 della nostra Costituzione.

 

>> Giovedì 1 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale

“Dall’epoca della raccolta a quella della produzione di cibo. Uno sguardo sui grandi cambiamenti agro-alimentari dell’Uomo” Con Stefano Bocchi (Università di Milano) Nel corso dell’intervento si inizierà il viaggio figurato dell’evoluzione umana partendo dalla fase cruciale del passaggio da cacciatore-raccoglitore ad agricoltore. Saranno poi descritte le rivoluzioni dell’agricoltura che hanno segnato le epoche dei grandi cambiamenti di carattere agro-alimentare dell’Uomo e che hanno mutato la nostra vita individuale e sociale. Dalla domesticazione delle piante alla coltivazione intensiva; dalla moderna rivoluzione verde all’attuale sfida agro-ecologica per una sopravvivenza, sempre più problematica, dell’intera umanità.

>> Giovedì 8 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale

“Piccoli equivoci tra noi animali” Con Giorgio Vallortigara (Università di Trento) Osservando gli altri animali diamo per scontato che abbiano esperienze, percezioni, emozioni, pensieri come i nostri. A volte l’intuito e l’eco di un’evoluzione condivisa ci portano nella giusta direzione. Spesso però non ci azzecchiamo e le nostre intuizioni non corrispondono a quello che scoprono gli etologi e i neuroscienziati che studiano il comportamento animale. I frequenti piccoli equivoci in cui cadiamo sono indizi utili per scoprire i meccanismi che la nostra mente usa per dare un senso a ciò che ci circonda. Studiando gli animali, possiamo conoscere meglio loro e anche noi stessi e la nostra storia evolutiva.

 

>> Giovedì 15 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale

“Neanderthal e noi: un percorso attraverso le più recenti scoperte e le loro implicazioni per l’evoluzione umana” Con Marco Peresani (Università di Ferrara) La scomparsa dell’Uomo di Neanderthal è uno tra i temi più discussi in Paleoantropologia e in Archeologia. Attorno a questo passaggio-chiave della nostra storia evolutiva si attivano studi e ricerche di portata internazionale che aprono prospettive inimmaginabili fino a pochi anni fa. Dopo avere tracciato un breve profilo di questo nostro “cugino”, la conferenza offrirà al pubblico un sunto delle scoperte più recenti proponendo percorsi interpretativi e nuove prospettive. L’ambito geografico è principalmente quello europeo, culla del Neanderthal, e si focalizzerà sulle regioni del Nord Italia.

 

>> Giovedì 22 marzo, ore 21 – Museo di Storia Naturale

“Etno arti. Storie di popoli e di culture” Serata con animazioni, musiche e istallazioni a tema curata dalla Associazione Didattica DIDO’ in collaborazione con l’Ass. culturale Gruppo del Tasso. L’artista Giorgia Severi presenta il progetto COUNTRY, una collaborazione con artisti Aborigeni in diverse parti dell’Australia ed esposto nel 2015 alla 56° Biennale di Venezia. Saranno esposti anche manufatti e opere contemporanee aborigene. Il musicista Francesco Gibaldi racconta, attraverso suoni e parole, tradizioni musicali di paesi vicini e lontani, storie di popoli e culture passati e contemporanei tra Sicilia, Australia, Siberia e Mongolia, India e Venezia. L’attore Alessandro Tagliati narra di esploratori e dei loro incontri con i popoli nativi e delle loro culture. Noblelene Mackenzie-Stuart, Warratyie Vippi (uovo di emu inciso) Università di Ferrara Associazione culturale GRUPPO DEL TASSO Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito

 

BIBLIOTECA RODARI – Giovedì 8 marzo alle 17.15 nella sala di viale Krasnodar

Storie di bambini e genitori tra le pagine per i più piccoli

06-03-2018

Giovedì 8 marzo 2018 alle 17.15 alla Biblioteca Rodari (viale Krasnodar 102 a Ferrara) si terrà il tradizionale appuntamento con le “Belle Storie” del giovedì pomeriggio, pensato per bambini dai 3 ai 7 anni. Questa volta l’iniziativa è dedicata a “Belle storie per non preoccuparti (Storie di bambini e genitori coraggiosi e a volte… dispettosi)”. A condurre l’incontro saranno Anna Venturoli e Irene Catani, che leggeranno “Non è una buona idea” di Mo Willems (Il Castoro, 2015), “La mamma più bella del mondo” di Marianne Barcilon (Il Castoro, 2011) e “Papà” di Philippe Corentin (Babalibri, 1999). La partecipazione è gratuita e non c’è bisogno di prenotazione.

Per info: biblioteca Rodari, viale Krasnodar 102, Ferrara, tel. 0532 904220, email bibl.rodari@comune.fe.it

 

 

 

BIBLIOTECA BASSANI – Giovedì 8 marzo alle 17 nell’auditorium di via Grosoli

“Violenza contro le donne”: i risultati di una ricerca

06-03-2018

Giovedì 8 marzo 2018 alle 17 nell’auditorium della Biblioteca Bassani (Via G. Grosoli 42 a Ferrara) si terrà l’incontro dedicato a “Violenza contro le donne: il femminicidio in Italia”. Ne parleranno l’autrice della ricerca sulla violenza di genere Eleonora Graziani insieme con Alessandra Frenza dell’Associazione Uomini Maltrattanti (sezione di Ferrara) e una socia del Centro Donna Giustizia di Ferrara. Introdurrà e coordinerà gli interventi la responsabile della Biblioteca Bassani Angela Poli. L’ingresso è libero.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Riflessioni sulla Legge 119 del 15 ottobre 2013
Un’ombra continua ad offuscare la Festa Internazionale della donna: il femminicidio, che in Italia, nonostante la legge 119 del 2013, continua ad essere una presenza troppo costante. A partire da una ricerca sulla violenza di genere di Eleonora Graziani, svolto nell’ambito del dottorato in studi femministi dell’università di Coimbra e già presentato a Lisbona nell’ambito di un congresso sugli studi di genere, ci si interrogherà sulle ricadute di questa legge: sta contribuendo a far diminuire il fenomeno? Ma limitare il dibattito agli aspetti legislativi sarebbe sicuramente riduttivo, resta il problema di fondo delle motivazioni che spingono gli uomini all’uso della violenza fisica. A suo tempo, lo psichiatra e filosofo francese Lacan aveva previsto il pericolo di una “epidemia psicotica” maschile, in concomitanza con l’affermazione del femminismo. Per ampliare i temi della discussione, interverranno quindi, oltre all’autrice Eleonora Graziani, anche Alessandra Frenza dell’Associazione Uomini Maltrattanti-sez. di Ferrara e una socia del Centro Donna Giustizia di Ferrara.

Per info: Biblioteca Giorgio Bassani, via Grosoli 42, Ferrara, info.bassani@comune.fe.it, tel. 0532 797414.

PALAZZO DEI DIAMANTI – Giovedì 8 marzo ore 9-18.30 (corso Ercole d’Este) e alle 17 conferenza in sala Estense (piazza Municipio 14)

Per l’8 marzo ingresso 2X1 alla mostra “Stati d’animo”

06-03-2018

Giovedì 8 marzo 2018 a Palazzo dei Diamanti (corso Ercole I d’Este 21, Ferrara) si terrà l’iniziativa “2×1” con biglietto d’ingresso ridotto della metà per ogni coppia di visitatori della mostra “Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni”. Sempre giovedì 8 marzo alle 17 si terrà la conferenza di presentazione della mostra da parte dei curatori aperta a tutti nella Sala Estense (piazza Municipio 14).

“Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni” è Palazzo dei Diamanti, corso Ercole I d’Este 21, Ferrara, 3 marzo-10 giugno 2018, tutti i giorni ore 9-19. Ultimo ingresso consentito 30 minuti prima della chiusura. Aperto anche domenica di Pasqua 1 aprile, lunedì 2 aprile, 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno.

SCHEDA a cura di Gallerie d’arte moderna e contemporanea e Fondazione Ferrara Arte
Giovedì 8 marzo Palazzo dei Diamanti offre una giornata con tariffa di ingresso agevolata alla mostra “Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni”.
Tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento la rappresentazione della donna appariva vincolata a figure stereotipate che coincidevano con il ruolo di madre o all’opposto con l’iconografia della femme fatale. Le conquiste sociali e politiche delle donne da allora sono state molte. Per continuare a combattere le discriminazioni e le violenze di ogni genere Palazzo dei Diamanti festeggia l’8 marzo. A tutti i visitatori che acquisteranno un ingresso intero, ne verrà rilasciato uno in omaggio. Il biglietto non è acquistabile online e la promozione è valida unicamente in biglietteria il giorno stesso.
Si ricorda inoltre che giovedì 8 marzo alle 17 nella Sala Estense, Chiara Vorrasi, Fernando Mazzocca e Maria Grazia Messina, terranno la conferenza “Stati d’animo. La mostra raccontata dai curatori”. I tre curatori accompagneranno il pubblico in un affascinante viaggio nei territori dell’anima tra Otto e Novecento e spiegheranno come alcuni artisti italiani – da Gaetano Previati a Giovanni Segantini e Giuseppe Pellizza da Volpedo, da Giacomo Balla a Umberto Boccioni – abbiano realizzato opere capaci di esprimere l’immaginario inquieto e multiforme della modernità.
Informazioni e prenotazioni: tel. 0532 244949, www.palazzodiamanti.it, pagina Fb
facebook.com/PalazzoDiamanti, twitter @PalazzoDiamanti, su Instagram @PalazzoDiamanti #StatiDAnimo

Nelle foto scaricabili in fondo alla pagina visitatori davanti al quadro “Ricordo di un dolore” (1889) di Giuseppe Pellizza da Volpedo e il dipinto “Profumo” (1910) di Luigi Russolo

1.a COMMISSIONE CONSILIARE – Mercoledì 7 marzo alle 15.30 sala Zanotti della Residenza municipale

Esame della delibera ‘Approvazione variazioni al Piano Triennale OO.PP.’

06-03-2018

La 1.a Commissione consiliare – presieduta dal consigliere Fornasini – si riunirà mercoledì 7 marzo 2018 alle 15.30 nella sala Zanotti della Residenza municipale. All’esame del gruppo di lavoro la delibera “Approvazione variazioni al Piano Triennale OO.PP. e del DUP 2018-2020. Variazioni al Bilancio di Previsione 2018-2020. Applicazione all’esercizio 2018 del Bilancio di Previsione 2018-2020 di parte dell’Avanzo di Amministrazione presunto 2017″ (assessore relatore  Luca Vaccari).

GIORNO DEL RICORDO – Incontro in residenza municipale

I complimenti del sindaco alle studentesse ospiti in Senato per la Giornata del Ricordo

06-03-2018

Il Sindaco Tiziano Tagliani ha incontrato le studentesse Arianna Travagli e Caterina Gottardi della classe 5EF del Liceo artistico “Dosso Dossi” accompagnate dalla loro docente di Filosofia Nicoletta Guerzoni che, il  9 febbraio 2018, sono state ospitate in Senato in occasione della celebrazione della Giornata del Ricordo.
Il liceo artistico Dosso Dossi è l’unica scuola superiore ad essere stata prescelta su scala nazionale per presentare in Senato il progetto relativo al concorso nazionale “10 febbraio” indetto dal Miur in occasione del Giorno del Ricordo.
Il concorso – indetto dal ministero dell’istruzione in collaborazione con l’associazione degli esuli istriani, fiumani e dalmati – nella sua ottava edizione è stato dedicato a “La fine della Grande Guerra e il Confine orientale”, con un focus specifico per gli istituti di istruzione superiori su “Da Caporetto a Vittorio Veneto: tracce, memorie, personaggi e luoghi significativi”.

Incontro del sindaco Tiziano Tagliani con le le studentesse Arianna Travagli e Caterina Gottardi (5 EF del liceo artistico Dosso Dossi)Siamo fiere di aver rappresentato il nostro liceo a Roma” hanno spiegato al Sindaco le giovani Gottardi e Travagli che hanno raccontato come  “l’impegno e la fatica e le serate passate a lavorare fino a tardi, con una complessa ricerca di testi e video, sono stati un sacrificio ripagato dalla selezione del progetto. La nostra soddisfazione è immensa e tanta è stata l’emozione provata e la commozione vissuta“.

Il Sindaco, complimentandosi con le studentesse e l’insegnante ha dichiarato: “E’ un onore vedere rappresentata la nostra città che per la terza volta, grazie alla Professoressa Guerzoni, è invitata a Roma: ricordo che nel 2015 il Liceo Scientifico di Argenta ha ricevuto un  premio dato direttamente agli studenti dal Presidente della Repubblica Mattarella e nel 2016 il Dosso Dossi  ha ricevuto una menzione speciale in Senato . Quest’anno  avete affrontato con creatività e competenza   gli avvenimenti dal ’15 al ’18. Con il vostro intervento siete riuscite ad entrare in una vicenda che molti hanno rimosso cercando di comprendere una storia per voi lontana. La vostra capacità di cogliere la sofferenza di quelle persone sconvolte dalla fame e dalla perdita della propria identità,  dimostrano una grande sensibilità”. Il primo cittadino elogiando l’intervento tenuto davanti al Presidente della Repubblica e al Presidente del Senato ha aggiunto “Avete fatto vostre le parole di Renato Serra (che perse la vita in trincea sul monte Podgora) sviluppando una riflessione di grande consapevolezza, dimostrando, anche, la qualità del vostro Istituto scolastico che vi offre l’opportunità di comprendere la storia in modo attivo e coinvolgente”.

(Comunicazione a cura della Portavoce del Sindaco)

CASTELLO ESTENSE – Giovedì 8 marzo alle 15.30. Necessaria la prenotazione. Tea break finale in Caffetteria.

Speciale 8 marzo alla ricerca delle “Donne nel tempo”. Visita guidata alla mostra Cavallini-Sgarbi

06-03-2018

Il Castello Estense di Ferrara rinnova il suo tradizionale “Speciale 8 Marzo” con una visita guidata a tema e una deliziosa sosta nella Caffetteria del monumento. L’appuntamento è per giovedì 8 marzo alle 15.30, con ritrovo alle 15.15 presso la biglietteria del Castello Estense.

DONNE NEL TEMPO è il titolo dell’iniziativa, che si svolge all’interno delle sale del Castello, per un pomeriggio tra arte e bellezza visitando la Mostra “La Collezione Cavallini Sgarbi. Da Niccolò dell’Arca a Gaetano Previati. Tesori per Ferrara” inaugurata ai primi di febbraio.
Il percorso, accompagnato da una guida specializzata, si snoda tra affascinati opere che hanno come protagoniste donne ieratiche, tenere Vergini col bambino, sante come l’assorta Maddalena di Matteo Loves, eroine bibliche come Giuditta e Salomè, o figure storiche come l’intensa Cleopatra di Artemisia Gentileschi accanto alla sensuale allegoria di Guido Cagnacci, vero inno alla bellezza muliebre e tante altre icone femminili, per concludere con la commovente maiolica di Andrea Parini dedicata alla figlia bambina.

Al termine della visita guidata, il programma prevede un tè con pasticcini nell’elegante sala affrescata della Caffetteria al piano nobile, dalla quale si gode una bellissima vista sulla città rinascimentale.

Si partecipa su prenotazione fino ad esaurimento posti.
Il costo è di € 17, che comprende i biglietti d’ingresso al Castello e alla mostra, la visita guidata e il tea break finale. A cura di Itinerando – Ferrara.

Per informazioni e prenotazioni: Biglietteria Castello Estense, tel. 0532 299233, email castelloestense@comune.fe.it, www.castelloestense.it

(A cura dell’Unità organizzativa Castello Estense)

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 8 marzo alle 10.30 nella sala Zanotti della residenza municipale

Presentazione e programmazione interventi alle aree verdi pubbliche e scolastiche comunali – anno 2018

06-03-2018

Giovedì 8 marzo alle 10.30, nella sala Zanotti della residenza municipale di Ferrara, si terrà la conferenza stampa per la “Presentazione e programmazione interventi alle aree verdi pubbliche e scolastiche comunali – anno 2018“.

All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Ferrara Aldo Modonesi, l’Ingegnere capo Luca Capozzi, il dirigente del Settore Tecnico di Ferrara TUA srl Giovanni Casadio, la U.O. comunale Interventi Ordinari Strade Antonio Parenti.

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella seduta del 6 marzo 2018

Interventi strutturali alla scuola Leopardi, collaborazione tra Comune ed Ente Palio, sostegno a progetti e iniziative sociali, culturali e sportive

06-03-2018

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 6 marzo:

Assessorato ai Lavori Pubblici e Mobilità, Sicurezza Urbana, Protezione civile, assessore Aldo Modonesi:

Alla scuola Leopardi di Ferrara interventi di adeguamento sismico e antincendio
Ammonta a 350mila euro la spesa complessivamente prevista per gli interventi strutturali programmati dal Comune di Ferrara per l’adeguamento sismico e l’adeguamento alla prevenzione incendi della scuola primaria Leopardi in via Boccaccio a Ferrara. Il progetto è stato illustrato stamani dall’assessore Aldo Modonesi con una informativa alla Giunta ed è in via di approvazione e assegnazione da parte dell’Amministrazione comunale, con determine dirigenziali.
LA SCHEDA
a cura dei tecnici del Settore Opere Pubbliche e Mobilità:
Il progetto per la scuola Leopardi prevede una serie di interventi strutturali ed edili mirati ad eliminare alcune criticità sul piano sismico in tutti i fabbricati che compongono il plesso scolastico. Sono previsti, fra l’altro, nell’edificio delle aule scolastiche: l’eliminazione della fodera di mattoni presente nella parete dell’atrio; la rimozione della canna fumaria pesante in calcestruzzo e la sua sostituzione con canale inox leggero; e la manutenzione degli intonaci esterni esposti agli agenti atmosferici. Nei due edifici della palestra e del refettorio sono invece previsti l’eliminazione delle vasche di espansione dai sottotetti e interventi di raddoppio dei maschi murari interni, mediante raddoppio di muratura. In tutti i fabbricati saranno inoltre eseguiti lavori per l’adeguamento alle normative antincendio delle uscite di emergenza e delle vetrate, oltre che di alcune pavimentazioni e di altri elementi.

Confermata la collaborazione per la promozione delle manifestazioni del Palio 2018
Prosegue anche per il 2018 tra Comune ed Ente Palio di Ferrara la stretta collaborazione per la valorizzazione delle manifestazioni del Palio e delle attività delle contrade. A confermare ufficialmente l’intesa sarà la firma di una nuova convenzione, approvata stamani dalla Giunta, che prevede tra l’altro l’erogazione da parte dell’Amministrazione comunale di un contributo a favore dell’Ente Palio di 140mila euro per lo svolgimento delle attività in programma nell’anno in corso, tra cui gli Omaggi al Duca, le gare degli sbandieratori e il corteo storico, oltre alle corse storiche in piazza Ariostea, ai Campionati nazionali degli sbandieratori di giugno e alle iniziative per il 50° anniversario dell’edizione moderna del Palio.
La prosecuzione della collaborazione si fonda sulla volontà dei due partner di continuare a promuovere le attività delle contrade, che in questi ultimi anni hanno visto un crescente interesse e coinvolgimento del pubblico non solo ferrarese e che rientrano a pieno titolo tra gli eventi culturali e turistici di punta della città.
L’Amministrazione comunale garantirà inoltre una serie di agevolazioni e collaborazioni logistiche e organizzative per l’allestimento e la realizzazione delle diverse manifestazioni in programma nel corso dell’anno.

 

Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:

Risorse del Fondo sociale locale a sostegno di tre progetti attivi sul territorio 
Sono destinate a tre diversi progetti sociali a beneficio del territorio le erogazioni approvate oggi dalla Giunta che saranno finanziate con una quota delle risorse regionali assegnate per l’anno 2017 al Fondo sociale locale – Area Inclusione sociale – del distretto Centro nord con capofila Ferrara.
Al Centro di Solidarietà Carità di Ferrara andranno 15mila euro per sostenere le attività dei volontari che ogni giorno prestano (gratuitamente) la loro opera per garantire la distribuzione sul territorio di prodotti alimentari di primaria necessità a persone bisognose.
Nato nel 1999, dall’esperienza del Banco Alimentare, il Centro di Solidarietà Carità si occupa in particolare dell’individuazione delle fonti di “eccedenze” di prodotti alimentari, tra industrie, grande distribuzione e mercati ortofrutticoli; e della distribuzione diretta alle famiglie bisognose; oltre che dell’organizzazione della “Giornata Nazionale della Colletta Alimentare”, ogni anno l’ultimo sabato di novembre; dell’adesione al “progetto povertà” nel Comune di Ferrara promosso dal CSV; e dell’adesione all’iniziativa di raccolta di cibo nelle scuole “Donacibi”.
Destinatari delle attività del Centro di Solidarietà sono in particolare famiglie, giovani ed anziani in gravi ristrettezze economiche: circa 12.000 bisognosi, di cui 550 assistiti direttamente dal Centro e i rimanenti aiutati tramite il sostegno e l’approvvigionamento di 75 enti caritatevoli della provincia di Ferrara (Caritas, Croce Rossa , Parrocchie, Associazioni, Comunità etc…).
Al Centro di Ricerca Jonas Onlus, con sede a Milano, andrà invece un contributo di 10mila euro a sollievo delle spese per il “Progetto benessere sul luogo di lavoro per il personale operante nella Casa Circondariale di Ferrara – Anno 2018″. Il progetto è mirato al miglioramento delle condizioni di vita di coloro che operano a vario titolo nel carcere cittadino, chiamati spesso a fronteggiare situazioni complesse e delicate ed esposti ad alto tasso di sofferenza e conflittualità. L’attività progettuale è articolata in tre fasi successive: incontri a tema, confronto guidato ed eventuale ascolto su temi e problematiche connesse all’ambiente di lavoro. La quota comunale sarà integrata da ulteriori 2mila euro erogati dall’Ufficio del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive o limitative della libertà personale della Regione Emilia Romagna e da 3mila euro a carico dello stesso Centro di Ricerca Jonas.
All’Associazione Anche Loro, con sede a Ferrara, andrà infine un contributo di 8mila euro a sollievo delle spese per il progetto “Sostegno a famiglie e giovani adulti in difficoltà”, che in collaborazione con le Istituzioni, l’Asp Centro Servizi alla Persona e la scuola si propone di sostenere e aiutare famiglie e singoli in difficoltà a raggiungere autonomia sociale e lavorativa. In particolare il progetto si prefigge di: promuovere la formazione del minore nel percorso scolastico; promuovere l’inserimento nell’attività lavorativa, in collaborazione con le istituzioni, con attivazione di borse lavoro; sostenere la quotidianità nella sua globalità; e offrire aiuti economici (pagamento utenze, contributo spese alimentari, acquisto libri scolastici, materiale didattico e altro).

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani, Cooperazione Internazionale – Politiche per la pace, vicesindaco Massimo Maisto:

Rinnovato l’accordo con la Pinacoteca di Ferrara per la ‘MyFe card’
Sarà valido dal 13 marzo al 31 dicembre 2018 il rinnovo, approvato oggi dalla Giunta comunale,  dell’accordo tra Comune di Ferrara e Gallerie Estensi per l’adesione della Pinacoteca Nazionale di Ferrara al circuito ‘MyFe Card’. L’accordo prevede l’ingresso gratuito alla Pinacoteca Nazionale per i possessori della carta ‘MyFe’, in vendita nelle biglietterie dei musei pubblici di Ferrara e online, e il versamento alle Gallerie Estensi di 0,90 euro per ogni ‘MyFe Card’ venduta.

Il Salone d’Onore di Palazzo Bonacossi a disposizione del Conservatorio per iniziative musicali
Per un nuovo anno il Salone d’Onore di Palazzo Bonacossi resterà a disposizione, gratuitamente, per le iniziative musicali e culturali del Conservatorio di Musica Frescobaldi di Ferrara. La concessione sarà formalizzata dalla firma di una convenzione, che è stata approvata stamani dalla Giunta e che consentirà agli insegnanti e studenti del Conservatorio cittadino di continuare a utilizzare, a titolo gratuito, la sala di via Cisterna del Follo per le proprie iniziative musicali, sulla base di una programmazione accademica annuale che sarà concordata tra la direzione del Conservatorio e quella del Museo di Palazzo Bonacossi.

Iniziative culturali a Casa Ariosto e alla palazzina Marfisa
Sono in programma tra marzo e maggio 2018 gli eventi organizzati dall’Associazione Olimpia Morata negli spazi di Casa Ariosto e della Palazzina di Marfisa d’Este per i quali il Comune di Ferrara garantirà la concessione degli spazi e la propria collaborazione organizzativa e logistica.
Il calendario prevede:

  • Palazzina di Marfisa d’Este e Loggiato

– Incontri di Slow Reading sulla “Ferrara, tra parole e musica” all’interno della Palazzina di Marfisa d’Este nei giorni: 20 marzo, 17 aprile, 22 maggio dalle 16,30 alle 18,00;
– Serata di chiusura del “Festival delle Arti 2017/2018″, con omaggio a Giorgio Bassani tra arte, musica e teatro nel Loggiato della Palazzina di Marfisa d’Este e con apertura della Palazzina il 20 aprile 2018 dalle 18,00 alle 21,00;
– Serata per la “Festa di Primavera” all’insegna della creatività con musica, performance artistiche e teatrali nel Loggiato della Palazzina di Marfisa d’Este e con apertura della Palazzina il 16 maggio dalle 19,00 alle 22,00.
(nei giorni e orari indicati il Comune concederà l’ingresso gratuito alla Palazzina e al suo Loggiato)

  • Casa Ariosto (museo ad ingresso gratuito):

– dal 5 al 31 maggio 2018 progetto “Arte, Poesia della Vita”.

Per i visitatori del Salone del Restauro agevolazioni per la visita ai Musei civici e al Castello
Per tre giornate, dal 21 al 23 marzo prossimi, i visitatori del ‘Salone del Restauro’ avranno la possibilità di accedere gratuitamente ai musei civici ferraresi, esibendo il contrassegno che sarà appositamente rilasciato loro. Coinvolti nell’iniziativa saranno in particolare: la Palazzina di Marfisa d’Este, il Museo di Storia naturale, il Museo del Risorgimento e della Resistenza e il Museo della Cattedrale. Con lo stesso contrassegno sarà inoltre possibile accedere a tariffa ridotta al Castello Estense.
La rassegna, giunta alla sua XXV edizione e ospitata a Ferrara Fiere, sarà dedicata al restauro, alla conservazione e alla tutela del patrimonio storico, artistico, architettonico e paesaggistico e proporrà, nelle tre giornate del suo programma, una serie di eventi e approfondimenti sul tema, che porteranno a Ferrara un notevole numero di visitatori ai quali il Comune vuole offrire, come per le passate edizioni, la possibilità di ammirare le proprie ricchezze storiche e artistiche con le agevolazioni approvate oggi dalla Giunta.

Dal Comune collaborazione per una serie di eventi in città nei prossimi mesi
Numerose sono le iniziative già programmate per i prossimi mesi del 2018 da associazioni e altri soggetti cittadini per le quali il Comune di Ferrara garantirà la propria collaborazione logistica e organizzativa:
– il 23 e 24 marzo in piazza Verdi a Ferrara si terrà “Feriae Matricolarum Ferrariae 1945+73″, manifestazione organizzata dall’associazione “AFU de li 4S”, che prevede momenti ludici e di condivisione da parte degli studenti universitari, corredati da concerti di musica live.
– promossi dall’esercizio commerciale “IL MOLO” di via Contrari sono gli eventi:
1) “Record store day” che si terrà domenica 15 aprile in via Contrari (tratto tra via Suore e Via De Romei) dove verrà allestita un’area espositiva di dischi e un’area in cui avranno luogo alcuni intrattenimenti musicali.
2) “Via Contrari on the Street” alla sua prima edizione, che si terrà in via Contrari (tratto tra
via Suore e via De Romei) come momento di animazione e aggregazione in cui verranno presentati al pubblico diversi birrifici e avranno luogo piccoli intrattenimenti, nei giorni: venerdì 25 maggio 2018 (e in caso di maltempo venerdì 1 giugno 2018), venerdì 29 giugno 2018 (in caso di maltempo venerdì 6 luglio 2018), venerdì 27 luglio 2018 (in caso di maltempo venerdì 3 agosto 2018), mercoledì 15 agosto 2018 dalle 19:00 alle 24:00.
3) “Acido Acida” che si terrà al Chiostro di Santa Maria della Consolazione, dal 22 al 25 aprile 2018; l’evento è ormai diventato un appuntamento atteso in città, nato per far conoscere le produzioni “estreme” di birrifici britannici, con particolare attenzione a produzioni acide Italiane e straniere, che saranno curate da ospiti nazionali ed internazionali.
– promossi da Circo Massimo Arcigay e Arcilesbica sono gli eventi “I have a rainbow dream” e “Stone wall memory vol.III”, che si terranno in via Ripagrande a Ferrara, rispettivamente il 17 maggio (in caso di maltempo posticipato al 24 maggio 2018) e il 28 giugno (in caso di maltempo il 29 giugno 2018), gli eventi saranno caratterizzati da letture tratte da libri/saggi/pieces teatrali il cui filo conduttore sarà l’omofobia, con la collaborazione di attori attivi sul territorio ferrarese, aperitivo con dj set, musica dal vivo e stand di vario tipo.
– il 25 aprile 2018 si terrà in piazza Trento Trieste a Ferrara l’iniziativa “LiberAzione” a cura dell’Associazione Anpi, con una rappresentazione teatrale che ripercorre il ritorno dei partigiani alle proprie case e l’ingresso delle truppe alleate in città alla fine della Seconda guerra mondiale. L’azione teatrale, interpretata anche in questa edizione dal Teatro Comunitario di Pontelagoscuro, sarà inserita nel calendario delle celebrazioni dell’anniversario della Liberazione d’Italia organizzate a Ferrara.

 

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Un avviso esplorativo per la riqualificazione e gestione del campo di calcio comunale di Marrara
E’ mirato all’acquisizione di manifestazioni di interesse per la riqualificazione e la successiva gestione per dieci anni del campo di calcio di Marrara (in via Rocca, 15) l’avviso esplorativo approvato oggi dalla Giunta. Intento dell’operazione è quello di garantire al Comune la migliore offerta in termini di qualità del progetto di riqualificazione e/o riconversione ad altri sport su prato, del progetto sportivo e dell’offerta economica. L’Amministrazione esaminerà e comparerà le manifestazioni di interesse pervenute, ammettendo poi alla fase di gara i soggetti ritenuti più idonei a soddisfare le richieste; l’invito a presentare offerta avverrà anche in presenza di una sola proposta ritenuta valida. In considerazione degli interventi di riqualificazione/riconversione previsti, il Comune ha deciso un abbattimento del canone annuo, ponendo a base d’asta (soggetto a rialzo) l’importo 956,36 euro (oltre Iva di legge).

Rinnovata la concessione in uso al Comune del Palapalestre
Sarà rinnovata ancora fino al 31 dicembre 2018 la convenzione con cui il Coni concede al Comune di Ferrara l’uso e la gestione dell’impianto sportivo del “Palapalestre”, con canone annuo di 36.600 euro.
Da sempre il Palapalestre rappresenta per la città un importante contenitore sportivo accogliendo al suo interno attività sportive di rilievo, tra cui lezioni di educazione fisica per alcune scuole della città, campionati di basket e pallavolo, attività giovanile di basket, pallavolo, boxe e arti marziali, attività di fitness ed eventi pugilistici anche di alto livello.

Supporto all’organizzazione del raduno di auto storiche ‘Valli e Nebbie’
E’ in programma per le giornate di venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 marzo prossimi la 29a edizione di ‘Valli e Nebbie’,  l’annuale raduno in città di auto storiche organizzato dal Club Officina Ferrarese a cui l’Amministrazione comunale non farà mancare, come di consueto, il proprio supporto logistico e organizzativo. Alle vetture d’epoca sarà tra l’altro garantita la possibilità di accedere e sostare in piazza Castello, largo Castello e piazza Repubblica dove potranno essere ammirate da ferraresi e turisti.

Sostegno per iniziative sportive e ricreative in programma in primavera
Sono in programma in città tra marzo e aprile 2018 le tre iniziative sportive e ricreative alle quali la Giunta comunale ha assicurato il supporto logistico e organizzativo degli uffici e servizi comunali:
– “120° Anniversario Fondazione FIGC” evento ludico sportivo per i piccoli calciatori e le loro famiglie, che si terrà in piazza Ariostea a Ferrara domenica 18 marzo 2018;
– “Vivicittà“, corsa podistica internazionale in contemporanea che si terrà a Ferrara il 15 Aprile 2018, con partenza da piazza XXIV Maggio a Ferrara;
– 39a edizione della festa degli Aquiloni “Vulandra” che si terrà al Parco Urbano “G. Bassani” di  Ferrara dal 21 al 23 aprile 2018.

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell’Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818 

 

 

LAVORI PUBBLICI E MOBILITA’ – Dopo l’ondata di neve e ghiaccio buche e avvallamenti

Squadre di tecnici al lavoro per ripristinare il manto stradale in diversi punti del territorio

06-03-2018

Come da previsione, dopo l’ondata di maltempo di questi giorni con neve, ghiaccio e piogge insistenti, la viabilità sulla rete viaria comunale e provinciale è messa a dura prova a seguito della formazione di buche e avvallamenti.

Gli operatori addetti alla manutenzione ordinaria delle strade del Servizio Infrastrutture Mobilità e Traffico, si sono messi da subito all’opera per intervenire in base alle varie segnalazioni, mettendo in campo il massimo impegno possibile per risolvere le criticità.
Sono già operative quattro squadre del Servizio strade in modo continuativo ogni giorno, anche in caso di pioggia, per eliminare gli stati di potenziale pericolo, ricordando che l’intera rete stradale da controllare e manutenere è di circa 1100 km. Pertanto gli operatori interverranno nel territorio sulla base dei tempi tecnici necessari ad effettuare i lavori.
Si invitano pertanto i cittadini utenti delle strade – ciclisti, motociclisti e automobilisti – a usare la massima prudenza, visto l’attuale deterioramento del manto stradale, nonostante gli interventi di emergenza regolarmente effettuati. L’Amministrazione Comunale ringrazia i cittadini per la collaborazione, la pazienza e la comprensione.

Comunicazione a cura del Servizio Infrastrutture Mobilità e Traffico

CULTURA E SOLIDARIETA’ – Domenica 11 marzo alle 17 in sala Estense (piazza Municipio 14) a favore dell’Emporio solidale

“Insieme per la legalità”: spettacolo di beneficenza organizzato dall’Agenzia delle Entrate

06-03-2018

(Comunicato a cura degli organizzatori)
Domenica 11 marzo 2018 alle 17 nella sala Estense
(piazza Municipio 14, Ferrara) è in programma “Insieme per la legalità”, uno spettacolo di beneficenza organizzato dall’Agenzia delle Entrate Emilia-Romagna con il patrocinio del Comune di Ferrara. Una ventina di dipendenti dell’Agenzia si esibiranno in canti, musiche, rappresentazioni teatrali e danze, in forma corale o singolarmente.
L’iniziativa si inserisce all’interno delle attività che l’Agenzia delle Entrate sta realizzando in Emilia Romagna per aprirsi il più possibile alle comunità locali, sia nello svolgimento dei compiti istituzionali, sia, come in questo caso, attraverso la creazione di momenti di socialità al di fuori dal contesto istituzionale.
L’ingresso è libero, con un’offerta su base volontaria. Il ricavato della serata, al netto delle spese per l’organizzazione dell’evento, sarà interamente destinato all’Emporio solidale “Il Mantello” di Ferrara luogo dove le famiglie in difficoltà economica temporanea possono usufruire di una spesa gratuita e di servizi di ascolto e orientamento alla formazione e al lavoro per rimettersi in gioco.

 

 

CONSIGLIO COMUNALE – Convocato alle 15.15 nella residenza municipale. Diretta ConsiglioWeb. DOCUMENTAZIONE SCARICABILE

L’esito del Consiglio comunale di martedì 6 marzo

06-03-2018

Il Consiglio comunale di Ferrara si è riunito martedì 6 marzo alle 15.15 nella residenza municipale. La seduta – con modalità definite nel corso della Conferenza dei presidenti dei Gruppi consiliari convocata dal presidente del Consiglio comunale Girolamo Calò – è stata dedicata alla trattazione di quattro Delibere (illustrate dagli assessori alla Sanità/Servizi alla Persona Chiara Sapigni, al Commercio, Fiere/Mercati Roberto Serra e alla Contabilità/Bilancio Luca Vaccari).

 

>> Come di consueto prevista la diretta audio video dell’intera seduta di Consiglio comunale sulla pagina internet del servizio ConsiglioWeb all’indirizzo  http://www.comune.fe.it/472/consiglioweb-il-consiglio-comunale-in-diretta

DOCUMENTAZIONE (Delibere – file scaricabili in fondo alla pagina]

Queste l’ordine del giorno dei lavori:

Assessora alla Sanità/Servizi alla Persona Chiara Sapigni

>> PG 149691/17 – Modifiche del Regolamento Comunale per la tutela degli animali di cui alla delibera C.C. del 24/11/2008 n. 11/66255 mediante: 1) aggiornamento della normativa regionale di riferimento; 2) modifica e riformulazione degli artt. 10 comma 18 – 20 – 21- 22 – 25 – 32 e inserimento nuovo art. 20 bis

La delibera è stata illustrata dall’assessora Chiara Sapigni. Per dichiarazioni di voto è intervenuto il consigliere Fiorentini (SI).

La delibera è stata approvata con 20 voti a favore (PD, SI, FdI/AN, M5S, Misto, consiglieri Peruffo e Zardi -FI), 2 voti di astensione (consiglieri Anselmi e Fornasini -FI).

—————————————————————

>> PG 155642/17 – Regolamento per il funzionamento e la vigilanza delle strutture residenziali per anziani con una ricettività massima di n. 6 ospiti. Strutture denominate Casa Famiglia, Appartamenti protetti per Anziani 

La delibera è stata illustrata dall’assessora Chiara Sapigni.

Nel corso del dibattito sono itervenuti i consiglieri Guzzinati-PD (che ha presentato un Emendamento-accolto), Rendine (GOL), Facchini (PD), Bova (FC), Anselmi (FI), Maresca (PD), Morghen (M5S), Cavicchi (Lega), Marescotti (Misto), Peruffo (FI), assessora Chiara Sapigni, consigliere Fornasini (FI), sindaco Tiziano Tagliani.

La delibera è stata approvata con 16 voti a favre (gruppi PD, SI, Misto), 9 voti contrari (gruppi FI, GOL, M5S), 2 voti si astensione (gruppi Lega, FdI/AN).

—————————————————————-

Assessore al Commercio, Fiere/Mercati Roberto Serra 

>> PG 159363/17 – Acquisizione, nell’ambito dell’Attuazione del Federalismo Demaniale ai sensi del D.Lgs. 28/5/2010, n. 85 e dell’art. 56 bis della legge n. 98 del 9/8/2013, di tre immobili di proprietà demaniale: -Nuda proprietà di un appartamento sito a Ferrara in via Ravenna n. 49, piano II interno 4; -Area adiacente la Chiesa di Montalbano (FE) già facente parte del mappale strade; -Immobile comprendente due lavoratori, aree scoperte e aree di accesso sito a Ferrara in via Comacchio n. 358

La delibera è stata illustrata dall’assessore Roberto Serra.

La delibera è stata approvata con 16 voti a favore (PD, FC, Misto), 11 astesnsioni (GOL, M5S, FdI/AN, Lega, FI).

———————————————

Assessore alla Contabilità e Bilancio Luca Vaccari

>> PG 23658/18 – Variazione al Bilancio di Previsione 2018-2020 e applicazione all’esercizio 2018 del Bilancio di Previsione 2018-2020 di parte dell’avanzo di amministrazione presunto 2017 a seguito della transazione per il contenzioso pendente tra Comune di Ferrara e Dexia Crediop S.p.A. avanti alla High Courts of London in relazione a contratti derivati (SWAP) 

La delibera è stata illustrata dall’assessore Luca Vaccari. Nel corso del dibattito sono intervenuti i consiglieri Fochi (M5S), Fornasini (FI), Talmelli (PD), Anselmi (FI), Bova (FC), sindaco Tiziano Tagliani, consiglieri A. Balboni (FdI/AN), Guzzinati (PD), Cavicchi (Lega), Maresca (PD), Fiorentini (SI)

La delibera è stata approvata con 19 voti a favore (gruppi PD, FC, SI, Misto).

 

La seduta si è conclusa alle 19.50

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi