Giorno: 19 Settembre 2018

RemTech Expo 2018 – Giornata di Apertura

Da: RemTech Expo 2018

E’ partita la XII edizione di RemTech Expo!
Una veste rinnovata ed ampliata, nove segmenti tematici di cui tre inediti, un’articolata esposizione di servizi qualificati, una sessione di conferenze di alto profilo tecnico e scientifico, un’intensa attività di networking nazionale e internazionale, scuole, academy, hub internazionali e poli di innovazione, è questa la rappresentazione che è andata in scena oggi a Ferrara.
All’inaugurazione di RemTech Expo, il 19 Settembre, alle 12.30 è intervenuto il Sottosegretario Salvatore Micillo, fortemente impegnato negli ultimi anni sul fronte della terra dei fuochi, i Commissari di Governo, Giuseppe Vadalà per la bonifica delle discariche abusive, il Direttore Generale dell’Ispra, Alessandro Bratti e naturalmente Filippo Parisini, Presidente di Ferrara Fiere Congressi, Tiziano Tagliani, Sindaco della Città di Ferrara, Paolo Calvano, Consiglio della Regione Emilia Romagna, e Silvia Paparella, General Manager di RemTech Expo.
“Quest’anno RemTech Expo segna un +10% con 300 imprese presenti in fiera, dimostrando ancora una volta di saper traguardare orizzonti ancora inesplorati e dagli ampi margini di azione per quanto riguarda il campo della tutela del territorio e della sostenibilità” ha aperto così Filippo Parisini.
Tra le novità di questa edizione, sono state riprese subito da Silvia Paparella, l’introduzione dei tre nuovi segmenti tematici – Rigeneracity, Climetech e Chemtech – l’istituzione dei quattro tavoli permanenti di confronto pubblico-privati voluti da Snpa, Ispra e RemTech Expo – 1.Bonifiche e sedimenti, 2.Rischi naturali e clima, 3.Economia circolare e gestione rifiuti, 4.Industria e innovazione – l’avvio di RemBook, uno strumento innovativo e interattivo di studio del mercato delle bonifiche e degli impatti sull’economia, la sessione Live Demonstration sulle tecnologie innovative di bonifica, inoltre Smart Port, il premio dei porti sostenibili assegnato questa mattina a Ugo Patroni Griffi, Presidente AdSP del Mare Adriatico Meridionale.
L’agenda è stata subito ricca e articolata e ha previsto momenti congressuali focali tra i quali gli Stati Generali delle Bonifiche, la conferenza sugli Smart Ports, il convegno sul dissesto idrogeologico e sui cambiamenti climatici, il seminario sulla conoscenza del territorio e la mitigazione del rischio sismico, la conferenza sulla rigenerazione urbana e il workshop dell’industria sul Responsible Care.
Da cornice alla cerimonia, è stato il prestigioso panel espositivo, che vede la partecipazione di Syndial, Sogin, Versalis, Enel e delle imprese più qualificate, nonché le due “isole” speciali messe a disposizione dalla Camera dei Commissari di Governo Vadalà e Corbelli, ma anche Snpa, Ispra, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Regione Emilia Romagna, Anci, Ance, Acer.

Una parte dell’esposizione è stata poi riservata all’accoglienza delle Delegazioni Straniere, invitate nell’ambito del progetto di internazionalizzazione, sviluppato grazie al contributo della Regione Emilia Romagna che vede la partecipazione di delegazioni provenienti da Cina, India, Sud Africa, Tunisia, Algeria e Marocco.
Agli studenti delle scuole è stato riservato un programma di laboratori dedicato, mentre alcuni dei ragazzi è stato impegnato tutta la giornata nella realizzazione di riprese e interviste ai protagonisti, che diventeranno parte integrante del primo cortometraggio di RemTech Expo.
L’inaugurazione di RemTech Expo, il 19 Settembre, ha coinciso con la riapertura del nuovo quartiere fieristico, completamente rigenerato dopo l’importante intervento di adeguamento per la sicurezza e la riqualificazione della struttura.
Questa sera, sarà poi l’occasione per ritrovarsi nel centro storico della Città per l’inaugurazione della mostra fotografica “Sulle strade del mondo” dedicata al tema della rigenerazione urbana.
Da domani torneranno le conferenze a tema dedicate anche a reti e infrastrutture con riflettori puntati su argomenti di massima attualità, alcuni key note lecturer tra i quali Francois Grether, Architetto francese e padre della rigenerazione urbana mondiale, Fabiano Ventura, esploratore e fotografo dei cambiamenti climatici e volti noti della televisione tra i quali Andrea Giuliacci del Centro Epson Meteo.
Arrivederci a domani per la seconda giornata di RemTech Expo che vi aspetta fino al 21 Settembre a Ferrara!

Venerdì 21 settembre ore 9 | Convegno a Ferrara per la Giornata Mondiale dell’Alzheimer

Da: Ufficio Stampa Associazione Malattia Alzheimer

Giornata mondiale dell’Alzheimer
Salute e benessere nell’anziano: invecchiamento di successo e demenza
Le esperienze di A.M.A. Ferrara con i progetti Riabilitango e Laboratorio Benessere

Ferrara, 21 settembre 2018
Sala Estense ore 9-14
Piazzetta Municipale – Ferrara
Ingresso gratuito

In occasione della Giornata Mondiale dell’Alzheimer, venerdì 21 settembre alle ore 9 in Sala Estense (piazza Municipale, Ferrara) A.M.A. Ferrara (Associazione Malattia Alzheimer), in collaborazione con l’Azienda ospedaliero-universitaria di Ferrara, l’Azienda unità sanitaria locale di Ferrara e l’Università di Ferrara, propone il convegno dal titolo ‘Salute e benessere nell’anziano: invecchiamento di successo e demenza’, momento di formazione e aggiornamento sulla prevenzione della demenza, con particolare riferimento allo stile di vita e al controllo di alcuni fattori di rischio.

Il convegno, però, oltre a essere un momento di incontro e di diffusione degli esiti avuti durante l’anno, durante la Giornata Mondiale dell’Alzheimer vuole promuovere la diffusione di una cultura che punti al benessere, anche nei pazienti già affetti da demenza, attraverso l’esposizione di alcune attività a favore di questi pazienti e dei loro familiari.

In particolare verrà affrontato l’aspettodell’invecchiamento cerebrale e quelle che possono essere anche le strategiecomportamentali più adeguate per garantire un “invecchiamento di successo”. Ad affrontare questo tema (nella seconda parte del convegno), tra i moderatori, sarà presente Paola Rossi, presidente di A.M.A. Ferrara, che renderà note le valutazioni aggiornate del gruppo di pazienti e famigliari che ha partecipato nel 2017 al progetto pilota Riabilitango, proseguito anche nel 2018. L’intervento sarà seguito da un video esplicativo.

Un altro progetto di A.M.A. Ferrara, che verrà portato al centro del dibattito del convegno, è quello del Laboratorio Benessere, illustrato da Marcella Liporace, psicologa dell’Associazione A.M.A. Ferrara e referente del progetto. Verranno spiegati gli esiti delle attività sviluppate con i pazienti nel Ferrarese, volte alla stimolazione cognitiva, alla stimolazione linguistica e alla musicoterapia, a sostegno e integrazione della terapia farmacologica dei malati di Alzheimer e per sollevare il caregiver dal carico assistenziale quotidiano. A seguire, la proiezione di un video che raccoglie le iniziative svolte ogni martedì mattina (dalle 9.30 alle 12.30).

***
Il corso è rivolto ai medici di medicina generale, agli specialisti neurologi egeriatri, a tutti i professionisti sanitari, a psicologici, ad assistenti sociali ed operatorisocio-assistenziali che nella loro quotidianità si confrontano su tali tematiche, ma anche a singoli cittadini. La partecipazione al seminario è gratuita. Sono stati richiesti i seguenti crediti: ECM per tutte le figure di ruolo sanitario e crediti per le assistenti sociali. Per informazioni: http://www.ospfe.it/per-la-formazione/edicola-formazione.
Modalità d’iscrizione. Per i professionisti Aziende Sanitarie della Regione Emilia Romagna le iscrizioni si effettuano sul Portale dipendente GRU –> Menu: Formazione –> corsi prenotabili. Per gli altri professionisti le iscrizioni si effettuano attraverso il Portale Esterni GRU all’indirizzo: https://portale-ext-gru.progetto-sole.it.

***
Il programma della giornata

8:30-8:45 Registrazione partecipanti
9:00-9:30 Saluto delle autorità:
Chiara Sapigni, Assessore comunale alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari di Ferrara, Eugenio di Ruscio, Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria diFerrara, Angela Alvisi, Presidente ASP Ferrara, Claudio Vagnini, Direttore Generale AUSL Ferrara
9:45-11:00 – I Sessione: Invecchiamento e Prevenzione
Moderatori: Valeria Tugnoli (Direttore U.O. Neurologia Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara) –Franco Romagnoni (Direttore U.O. Assistenza Anziani Responsabile Progetto
Demenze – Azienda USL di Ferrara)
– Le nuove frontiere dell’invecchiamento – Amedeo Zurlo, Direttore U.O. Geriatria Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara / Gianluca Guerra Dir. Medico- U.O. Geriatria Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara
– L’alimentazione e lo stile di vita per prevenire la demenza -Giovanni Zuliani (Direttore U.O. Medicina Interna Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara)
– Prevenzione primaria per le demenze: una sfida per il MMG – Lucia Benini (MMG Ferrara)/ Andrea Pattaro(MMG Ferrara)
11-11:30 Coffe break
11:30-13 – II Sessione: Invecchiamento e benessere
Moderatori: Daniela Gragnaniello (Dir. Medico – U.O. Neurologia Azienda Ospedaliero-
Universitaria di Ferrara) –Paola Rossi (Presidente A.M.A. Ferrara)
– I Meeting Center (Centri d’Incontro) di Rimini e Riccione,un’esperienza a sostegno delle persone con difficoltà di memoria e loro familiari – Manuela Graziani (Coordinatore Responsabile – IPAB ‘Opere Pie Istituto Valloni eCasa dei Tigli’ Rimini)
– Invecchiamento cerebrale e riserva cognitiva – Paola Milani (Psicologa U.O. Neurologia Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara)
– Il Benessere psicologico nell’anziano normale e con demenza L’esperienza de “Il laboratorio benessere” – Marcella Liporace(Psicologa Associazione A.M.A. Ferrara)
13-13:30: discussione e chiusura dei lavori

CronacaComune- La newsletter del 19 settembre 2018

Da: Ufficio Stampa del Comune di Ferrara

 

CRONACACOMUNE – La newsletter del 19 settembre 2018

CRONACACOMUNE

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Giovedì 20 settembre alle 17 incontro in via Scienze

‘Fotoromanzi senza lacrime, fra arte ed eroine mascherate’

19-09-2018

Sarà dedicata ai fotoromanzi non sentimentali degli anni ’60 e ’70 del Novecento la conversazione del ciclo ‘Il presente remoto’ in programma giovedì 20 settembre 2018 alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara). Nel corso dell’incontro, dialogheranno con il pubblico Angelo Andreotti, critico d’arte, Emiliano Rinaldi e Roberto Roda del Centro Etnografico Ferrarese.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
La conversazione ricostruisce la nascita e lo sviluppo dei fotoromanzi non sentimentali e sperimentali negli anni Sessanta e Settanta del Novecento, i sorprendenti scambi linguistici e anche i corto circuiti che si produssero fra le ricerche verbo-visive di alcuni artisti contemporanei e alcune produzioni popolari di quegli anni. La conversazione fornisce le premesse per la presentazione di due volumi del Centro Etnografico di fresca stampa per i tipi dell’Editore Sometti di Mantova.
“Le ali di ipnos” di Bruno Vidoni (1930-2001). Riemerge dagli archivi di Casa Vidoni, con la cura filologica di E. Rinaldi e R. Roda, un fotoromanzo inedito che l’artista centese realizzò nel corso degli anni settanta: nel racconto vidoniano si assiste  ad un gioco onirico dove nel sogno si materializzano personaggi che a loro volta sognano…
“Ofidia Nera. Insidia fatale!” di Emiliano Rinaldi e Roberto Roda. Gli autori, studiosi di cultura popolare ma qui in veste di sceneggiatori e fotografi, realizzano un divertente e divertito omaggio alle eroine mascherate dei fotoromanzi anni ’70,  parodiando, con partecipato affetto,  i luoghi comuni della letteratura di genere.
Incontro a cura del Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara

 

SETTIMANA DELLA MOBILITA’ – Illustrati da ass. Modonesi e amministratore Ami Ruzziconi

Progetti “Pedibus” e “Car Pooling”, opportunità per una mobilità sostenibile

19-09-2018

Nell’ambito del calendario di iniziative della “Settimana Europea della mobilità anno 2018″ si è svolto questa mattina, mercoledì 19 settembre nella sala dell’Arengo della residenza municipale di Ferrara, l’incontro di presentazione dei progetti “Pedibus” e “Car Pooling” a cura dell’assessorato Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Ferrara.

Per illustrare i contenuti dei progetti sono intervenuti l’assessore comunale ai Lavori Pubblici e Mobilità Aldo Modonesi, l’amministratore unico di AMI Ferrara Giuseppe Ruzziconi, la responsabile comunale dell’Unità organizzativa Mobilità Monica Zanarini e il tecnico di AMI Ferrara srl Oscar Formaggi.

“Con questi progetti finanziati con 1,8 milioni di euro da risorse ministeriali e di partner istituzionali insieme al Comune – ha affermato l’ass. Modonesi – mettiamo in campo azioni concrete e strumenti fruibili da parte di cittadini, enti e aziende con l’obiettivo di rendere la mobilità urbana più sostenibile in tutti i suoi aspetti”.

“Grazie alla collaborazione con esperti e università – ha sottolineato Ruzziconi di Ami – stiamo sviluppando piattaforme e applicazioni che consentiranno di favorire la condivisione dei mezzi di trasporto privati nei percorsi casa-lavoro. E’ il frutto di sperimentazioni condotte negli anni che oggi arrivano a un punto avanzato di applicabilità nelle realtà aziendali pubbliche e private del nostro territorio”.

LA SCHEDA (a cura dell’Unità organizzativa Mobilità del Comune di Ferrara)

DOCUMENTAZIONE >> presentazione dei progetti scaricabile in fondo alla pagina

POLI->S Poli sostenibili – Progetti del Comune di Ferrara con i seguenti partner: AMI, Arpae, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, Ferrara Tua s.r.l., Istituto Comprensivo Statale “Dante Alighieri”, Politecnico di Milano – Dip. Elettronica, Informazione e Bioingegneria, Università degli Studi di Ferrara – Dipartimento di Ingegneria

>> Mobilità casa – scuola
Obiettivi: decongestionare il traffico, migliorare la qualità dell’aria in prossimità delle scuole, educare a una mobilità sostenibile

Interventi: potenziamento del servizio di pedibus “istituzionale”; creazione di un servizio “uber pedibus” e bici bus

>> Mobilità casa – lavoro

Piattaforma web per i Mobility Manager dell’Area di Ferrara “carpooling.fe.it”

>> Campagne di monitoraggio ambientale

Arpae ha effettuato rilievi con campionatori passivi (tipo Radielli) per la determinazione di BTX (Benzene, Toluene, Xilene)
Contemporaneamente il Comune di Ferrara ha effettuato dei rilievi di traffico negli stessi punti.

Quando le linee di pedibus saranno operative verranno fatti gli stessi rilievi negli stessi punti
(post-operam)

 

 

 

 

 

 

 

 

A proposito della Mozione PD per ripristinare i fondi assegnati al Comune dal Bando Periferie

A cura del Gruppo consiliare PD Comune di Ferrara

19-09-2018

La maggioranza di centrosinistra con il sostegno anche di Forza Italia e della Cons. Marescotti del Gruppo Misto, ha approvato in consiglio comunale la Mozione presentata dal Gruppo consiliare del PD, per ripristinare i fondi assegnati al nostro Comune attraverso il cosiddetto Bando Periferie, proposto e finanziato dai precedenti Governi.

Infatti le Camere la scorsa settimana, approvando il Decreto Milleproroghe, hanno di fatto sottratto al nostro Comune 18 milioni di euro, una sorta di furto con destrezza dal momento che, i senatori di tutti i partiti, non si erano accorti del trabocchetto ai danni di 326 comuni e a 23 milioni di cittadini.
La cosa ancora più assurda è che queste risorse erano già state assegnate al nostro Comune grazie alla bontà del progetto candidato e alla capacità di rispondere in tempi ristrettissimi alle modalità previste dal bando statale; successivamente fu sottoscritta un un’apposita convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che sanciva i reciproci obblighi.
La condizione delle periferie dovrebbe essere al centro delle politiche sociali, ambientali, energetiche, sulla sicurezza e per lo sviluppo economico: non c’è formazione politica che non l’abbia affermato in campagna elettorale.

Eppure, dev’essere chiaro alla città che tutto ciò non interessa al Movimento 5 stelle e Lega Nord di Ferrara: i primi tutti latitanti al momento del voto e i secondi hanno serenamente votato contro all’impegno della nostra mozione di mantenere la promessa fatta dallo stesso Presidente del Consiglio Conte, al fine di ripristinare i fondi già stanziati.

Le risorse erano state assegnate per il progetto approvato in Consiglio Comunale il 31/7/2017 anche con il voto della Lega, con il quale si sarebbe riqualificata l’area della darsena di San Paolo, ex MOF, gli accessi al MEIS, i percorsi ciclopedonali per raggiungere la stazione e il centro; le progettazioni definitive ed esecutive sono in gran parte state assegnati attraverso procedura aperta nazionale ed europea.
Se il Governo non dovesse mantenere la parola data, questa opportunità si trasformerebbe in un grave danno per la nostra città in termini di lavoro, occupazione, sicurezza, turismo, ambiente; temi peraltro sui quali ogni giorno il Governo ci promette di intervenire, salvo poi vedere i propri rappresentanti locali remare nella direzione opposta.
Riteniamo infatti prioritario che vengano destinati nuovi finanziamenti per rigenerazione delle città, con progetti innovativi e compatibili con l’ambiente, con selezioni che premino la qualità, ma soprattutto favorendo quelle iniziative capaci di incidere in modo efficace sul tessuto urbano delle zone periferiche, migliorando la qualità della vita di chi ci abita.
Al recupero delle periferie è dunque necessario dare massima priorità, superando contrapposizioni di bandiera che rischiano di far perdere di vista l’obiettivo principale: il benessere della collettività, obiettivo che anche questa volta non si è potuto condividere con tutto il Consiglio Comunale.
Abbiamo a cuore il futuro della città, abbiamo a cuore la sicurezza dei nostri cittadini. Siamo stanchi di chiacchiere. Noi rivogliamo i nostri 18 milioni.

INTERNAZIONALE A FERRARA – Incontro pubblico sabato 6 ottobre alle 9.30 nella sala del Consiglio comunale (piazza Municipio 2 – FE)

“Prostituzione e tratta umana: l’informazione giornalistica tra ideologie politiche e pregiudizi di genere” [Formazione giornalisti – deontologia]

19-09-2018

Sabato 6 ottobre 2018 nella nella Sala del Consiglio comunale (piazza Municipio, 2 – FERRARA) avrà luogo nell’ambito del programma collaterale del Festiva di Internazionale a Ferrara un incontro pubblico sul tema “Prostituzione e tratta umana: l’informazione giornalistica tra ideologie politiche e pregiudizi di genere”.

L’iniziativa, organizzata da Comune di Ferrara e Centro Donna Giustizia di Ferrara insieme all’Ordine dei Giornalisti e della Fondazione Giornalisti dell’Emilia-Romagna, è valida come formazione continua e obbligatoria per i giornalisti (crediti deontologici – iscrizioni su piattaforma Sigef). La partecipazione è gratuita e aperta ai cittadini (per i cittadini interessati accesso alla sala fino ad esaurimento posti; sono previsti posti riservati per i giornalisti registrati sulla piattaforma Sigef entro i termini previsti). 

Attraverso l’analisi delle modalità di trattazione nella cronaca giornalistica delle tematiche della prostituzione e della tratta degli esseri umani correlate al genere, si propone un approfondimento sociologica dei fenomeni e dell’impatto nel contesto italiano (cliente, organizzazioni criminali, donne migranti e vittime di tratta), passando poi in rassegna agli strumenti e alle azioni per fronteggiarli con specifiche azioni e politiche di intervento attuate in Italia e in altri stati europei. Sarà anche l’occasione per un approfondimento e aggiornamento deontologico sul fronte del linguaggio di genere in ambito giornalistico “Manifesto di Venezia”.

Questo il programma dettagliato degli interventi   

9,00 – 9,30 Registrazione dei partecipanti

9,30 – 9,45 Introduzione e saluto organizzatori e autorità

9,30 – 13,30 Relazioni, interventi, domande partecipanti

  • Le parole sono importanti. Appunti per una nuova grammatica delle donne e spunti per nuovi aspetti di deontologia giornalistica dal Manifesto di Venezia per la cronaca e la violenza di genere

Mara Cinquepalmi, giornalista, segretaria nazionale di Gi.U.Li.A

  • Politiche e welfare in Europa sul tema prostituzione: l’impatto sociale del fenomeno e le scelte politiche messe in campo in altri paesi

Giulia Garofalo Geymonat, ricercatrice all’Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali

  • Il fenomeno prostituzione in ambito nazionale: politiche e strumenti

Andrea Morniroli, si occupa di politiche e azioni di welfare a livello locale. È socio della cooperativa sociale Dedalus

>> ore 11,30 – 11,45 pausa lavori

  • Prostituzione, tratta umana e clienti: analisi sociologica del fenomeno e utilizzo del linguaggio nel contesto italiano

Giorgia Serughetti, ricercatrice al Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Milano-Bicocca

  • Raccontare la violenza di genere: le scelte e i confini operativi del giornalismo d’inchiesta

Floriana Bulfon, scrive per l’Espresso e Repubblica, è inviata per RaiUno e collabora con RaiTre. È autrice di Grande Raccordo Criminale(Imprimatur) sul sistema di Mafia Capitale. Ha realizzato inoltre i documentari ‘Invisibili’ e ‘Vite sospese’ promossi da Unicef. [intervento in diretta streaming audio e video]

>> ore 13.30 Conclusioni Paola Castagnotto, presidente Centro Donna Giustizia Ferrara

Coordinano i lavori: Alessandro Zangara (responsabile Ufficio Stampa Comune di Ferrara), Eleonora Telloli (Luna Blu – Invisibile del Centro Donna Giustizia) con la collaborazione dell’equipe Luna Blu, Chiara Arena Chartroux e Valeria Ruggeri

SCHEDE RELATRICI, RELATORI

Mara Cinquepalmi, giornalista freelance (Vita.it, Economy, Agenzia Italpress, Treccani.it), da giugno 2017 segretaria nazionale dell’associazione GiULiA Giornaliste. Autrice dell’ebook Dispari. Storie di sport, media e discriminazioni di genere con la prefazione di Josefa Idem (Informant, 2016) e di Donne di carta. Il Poligrafico nei documenti dell’Archivio di Stato di Foggia e nei ricordi delle lavoratrici con la prefazione di Linda Giuva (Il Castello edizioni, 2017). Dal 2014 ha esperienze di formazione nell’ambito dei corsi rivolti ai giornalisti con lezioni sul linguaggio di genere e sul datajournalism.

Giulia Garofalo Geymonat, ricercatrice all’Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali. I suoi lavori si estendo all’ambito degli studi di genere, della sessualità e del lavoro. Fa parte del  DomEqual Project, collabora con l’Università di Venezia dopo aver lavorato presso l’Università di Lund. Le sue ricerche si focalizzano sui movimenti sociali e sul lavoro, con particolare attenzione alle tematiche relative alla prostituzione, lavoro domestico, migrazioni e tratta e disabilità.

Andrea Morniroli, si occupa di politiche e azioni di welfare a livello locale. È socio della cooperativa sociale Dedalus, dove coordina gli interventi di contrasto al traffico di esseri umani e segue gli interventi rivolti alle marginalità urbane e al fenomeno della tratta. Collabora con l’Assessorato alla Scuola e Istruzione del Comune di Napoli, con responsabilità sui temi della dispersione scolastica e sul sostegno all’inclusione degli alunni con background migratorio e di seconda generazione. Collabora anche con gli enti locali, a livello regionale e nazionale, per la definizione delle politiche sociali e socio-sanitarie, con particolare riferimento ai temi dell’immigrazione, del contrasto alla povertà e della mediazione sociale e dei conflitti.

Giorgia Serughetti, ricercatrice al Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Milano-Bicocca. Scrive di donne, migrazioni, asilo. È autrice di “Uomini che pagano le donne. Dalla strada al web, i clienti nel mercato del sesso contemporaneo” (Ediesse 2013). Studiosa di processi culturali, ha pubblicato inoltre “Chiedo Asilo: essere rifugiato in Italia” (Università Bocconi Editore, 2012), con Marina Calloni e Stefano Marras e ha scritto numerosi contributi e articoli su fenomeni connessi a migrazioni, asilo, tratta e prostituzione. E’ redattrice all’interno della redazione giornalistica di “parlare civile” un’opera di servizio, di documentazione e formazione giornalistica.  Il progetto Parlare civile è volto a fornire un aiuto pratico a giornalisti e comunicatori per trattare con linguaggio corretto temi sensibili e a rischio di discriminazione.

Floriana Bulfon, giornalista d’inchiesta freelance scrive per l’Espresso e Repubblica, è inviata per RaiUno e collabora con I dieci comandamenti RaiTre. È autrice di Grande Raccordo Criminale(Imprimatur) il libro che ha descritto in anticipo il sistema di Mafia Capitale. Ha realizzato inoltre i documentari ‘Invisibili’ e ‘Vite sospese’ promossi da Unicef. Si occupa di criminalità organizzata, terrorismo internazionale, pedofilia e cyber security. Ha vinto importanti riconoscimenti quali il Premio Carlo Azeglio Ciampi Schiena dritta, il premio Internazionale Luchetta e il Premio Pietro di Donato. Laureata in filosofia e scienze giuridiche, ha conseguito un MBA con borsa di studio al merito.

 

VIABILITA’ – Provvedimenti in vigore dalle 15 del 20 settembre alle 6 del 24

Modifiche alla circolazione per la manifestazione ‘L’Europa a Ferrara’

19-09-2018

Per permettere lo svolgimento della manifestazione ‘L’Europa a Ferrara’, dalle 15 di giovedì 20 settembre 2018 alle 6 di lunedì 24 settembre 2018 in viale Alfonso I d’Este a Ferrara, tratto da via Cisterna del Follo all’intersezione con Porta Romana-via San Maurelio, sarà in vigore il divieto di circolazione per tutti i veicoli (ammessi i residenti ed autorizzati fino all’intersezione con via Coperta per chi proviene da p.le Medaglie d’Oro, e i veicoli al seguito degli operatori ambulanti autorizzati) e il divieto di fermata su ambo i lati (comprese le aree di parcheggio).
Divieto di circolazione (ammessi i residenti) anche in via Carlo Mayr, tratto da via Formignana a viale Alfonso I d’Este.
Saranno inoltre in vigore i seguenti provvedimenti di viabilità:
– Porta Romana,
tratto dal c.n. 82 a via Bartoli: divieto di fermata;
– Viale Alfonso I d’Este,
nel tratto di pertinenza stradale in rialzo tra il c.n. 12/a della stessa via e l’intersezione con la via C.Mayr, tra il c.n. 6 ed il c.n. 8 e dal c.n. 30 al 36 di Alfonso  I d’Este: divieto di fermata  per garantire l’accesso ai carrai;
– Via Formignana
, lato cc.nn. dispari e tratto da via Carlo Mayr a via S. Andrea: divieto di fermata.
Via XX Settembre, tratto compreso tra via Formignana e v.le Alfonso I d’Este: divieto di fermata ambo i lati.

Dall’una alle 6 del mattino seguente è ammesso il transito in viale Alfonso I d’Este ai residenti, al solo scopo di ricovero dei veicoli in area privata

In allegato scaricabile l’ordinanza di viabilità completa

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 20 settembre alle 11.30 nella sala prove del Teatro Comunale (ingresso corso Giovecca 22)

Presentazione della nuova attività dell’Orchestra giovanile europea Euyo

19-09-2018

Giovedì 20 settembre 2018 alle 11.30 nella Sala Prove 3 del Teatro Comunale (ingresso da Rotonda Foschini, corso Giovecca 22) Ferrara Musica organizza una conferenza stampa di presentazione dell’Accademia di Formazione Cameristica che vede protagonista l’orchestra residente EUYO – European Union Youth Orchestra (Orchestra giovanile europea) con l’esecuzione di una breve sessione di prove.

All’incontro con i giornalisti  interverranno il vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto, il direttore artistico di Ferrara Musica Dario Favretti, il chief executive officer EUYO Marshall Marcus. Saranno inoltre presenti gli allievi dell’Accademia e i loro tutor.

ASSESSORATO ALLA CULTURA – Domenica 23 settembre dalle 9 alle 18 nel Sottomura di Porta Catena (angolo via Tumiati). A cura dell’associazione di promozione sociale PluralCosmos

‘Ferrara Doggy Day-luce dei miei occhi’, occasione per tutti per conoscere i cani a 360 gradi

19-09-2018

Seminari informativi, esibizioni, mercatino, laboratori grafici per i bambini, premiazione del concorso letterario “Cave canem anime pelose”, la prima camminata Family dog Run: sono questi solo alcuni dei momenti predisposti per i visitatori di “Ferrara Doggy Day/luce dei miei occhi” la manifestazione in programma domenica 23 settembre dalle 9 alle 18 nella cornice del Sottomura di Porta Catena (angolo via Tumiati). L’iniziativa, ad ingresso gratuito, è organizzata dall’associazione di promozione sociale PluralCosmos che ha trovato ampia collaborazione dal mondo dell’associazionismo, animalista e no.

Scopo della giornata sarà quello di fornire informazioni a 360 gradi sul cane, rivolte non solo a chi già gode della sua compagnia, ma anche a chi lo incontra per la prima volta o avrebbe intenzione di adottarne uno. Per tutti sarà poi occasione per approfondire la conoscenza del lavoro dei cani da allerta diabete, dei cani guida, quelli da soccorso o delle forze dell’ordine. In caso di maltempo si apriranno le porte del palapalestre Caneparo.

L’appuntamento di domenica è stato illustrato oggi nella residenza municipale. All’incontro con i giornalisti erano presenti il vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto e, tra gli altri, Roberto Bazzani presidente PluralCosmos aps, Antonio di Bartolomeo referente Pluriversum Edizioni, Ilaria Marzola presidente Mondo Animali associazione culturale, Anna Ronzulli Vicepresidente PluralCosmos, Daniele villani e Albertina Orlandi di Estense Dog, la veterinaria Annalisa Veronese e Selena Asteggiano del Progetto Serena di Cerea onlus.

“La manifestazione analoga realizzata nel 2017 (dall’Unione Ciechi e Ipovedenti Italiani sezione di Ferrara con la collaborazione dell’associazione PluralCosmos, ora promotrice ndr) – ha affermato il vicesindaco Massimo Maisto – aveva registrato molto successo ed entusiasmo da parte del pubblico e delle associazioni partecipanti, dimostrandosi una bella occasione per frequentare il Sottomura e per vivere la città all’aria aperta. Sono proprio questi infatti, alcuni degli aspetti rilevanti di questa iniziativa – ha aggiunto il Vicesindaco –  la capacità di utilizzare e di valorizzare uno spazio di verde importante della nostra città, fatta non solo di piazze o monumenti, e la sua forza inclusiva, esempio di cittadinanza attiva dove la rete dell’associazionismo si impegna concretamente a partecipare e a proporre”.

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

Perché Ferrara Doggy Day. Sarebbe riduttivo associare mentalmente la Ferrara Doggy Day solo a un evento “dei cani”.  Vorrebbe dire aver fallito l’obiettivo che ci siamo preposti. PluralCosmos è una associazione di promozione sociale e dallo statuto stesso si evince la motivazione che ci ha spinto: diffondere i valori e la sensibilità proprie delle belle arti, promuove contatti tra persone, enti, associazioni e proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente, lo spirito e la filosofia della pluralità.
La manifestazione è il frutto nato da questi semi. Perciò vi chiediamo di individuare e di mettere in risalto il vero tema di questa giornata ricca e articolata, ovvero fornire
INFORMAZIONE A 360 GRADI
sul cane, ovviamente, ma non rivolta solo a chi gode della sua compagnia in quanto anche l’incontro con un cane che sia o meno da lavoro deve avvenire nel modo corretto e con il giusto rispetto reciproco.
Informare è amare.
Quindi la nostra mission si riassume in: fornire informazioni: per chi ha un cane: per chi lo incontra.
Ribadiamo che è aperta a tutti ed è per tutti.
Precisiamo che ai partecipanti all’evento è stato chiesto di esplicitare l’apporto alla tematica sin dai primi contatti e hanno confezionato il proprio intervento ricercandone l’aspetto culturale. Persino la selezione dei banchi del mercatino si è mossa in questa direzione. Portiamo a conoscenza che l’attività informativa non si concluderà in questa sede. Dal laboratorio di disegno promosso da Mondo Animali e Vola nel Cuore è nato un progetto teatrale che continuerà durante l’anno nelle scuole, vivaio per eccellenza del primo apprendimento.
Il 23 settembre è un appuntamento da non perdere perché pensato per le famiglie con la prima Family Dog Run, per i bambini con i laboratori grafici, per gli amanti della scrittura con la presentazione dei racconti finalisti del concorso “Cave Canem: anime pelose”, per i curiosi che vogliono approfondire la conoscenza del lavoro dei cani da allerta diabete, dei cani guida, quelli da soccorso o delle forze dell’ordine.
CHI HA CANI VENGA, CHI NON HA CANI VENGA LO STESSO. IL DIVERTIMENTO E’ ASSICURATO

—————————————————————————–

Presentazione di Blindsight Project Onlus – Blindsight Project: chi siamo

La BLINDSIGHT PROJECT – ONLUS PER PERSONE DISABILI SENSORIALI – con sede legale a Roma e iscritta al Registro Volontariato Regione Lazio, è una onlus laica ed apartitica che nasce a Roma a marzo 2006, fondata da Laura Raffaeli, vittima della strada e rimasta disabile sensoriale (cieca del tutto e ipoudente in seguito ad un incidente di moto del 2002). Attraverso informatica ed internet, numerose iniziative e progetti abbatte già da subito tante barriere sensoriali, le più sconosciute e invisibili, nonché costi e spese inutili, per essere presente ovunque nella rete ed accessibile a tutti, poiché l’informatica rappresenta il principale ausilio usato dalle persone disabili sensoriali per leggere, scrivere, comunicare, lavorare, studiare, ecc..
Blindsight Project persegue esclusivamente finalità di solidarietà nei settori dell’assistenza sociale, la beneficenza, l’istruzione, la formazione, la tutela dei diritti civili e dello sport, le ricerche nei settori tecnologici che si prestano ad incrementare l’autonomia e l’integrazione sociale, la conoscenza degli ausili informatici e di accessibilità ad internet con progetti riabilitativi anche personalizzati, la sicurezza e l’autonomia nella mobilità nonché l’impiego del tempo libero e l’integrazione totale nel mondo “normodotato” (spettacolo e cultura compresi).
I progetti di Blindsight Project favoriscono, oltre la diffusione dell’informazione sulle disabilità sensoriali e dell’accessibilità ovunque per tutti, anche l’inserimento nel mondo del lavoro delle persone disabili sensoriali, con particolare attenzione alla loro formazione professionale, senza smettere una continua ricerca per individuare nuove possibili professioni. Promuove l’integrazione delle persone disabili nella società creando per loro nuove opportunità di lavoro, di cultura e divertimento per far breccia nel muro che divide i “normodotati” dai disabili “invisibili”, cioè quelli sensoriali (disabili visivi e disabili uditivi) attraverso la diffusione della cultura, della convivenza e delle pari dignità.

Blindsight Project: chi siamo


Poi può introdurre la nostra campagna sul cane guida:
CANE GUIDA
Responsabile del settore Cane Guida
Simona Zanella
caneguida@blindsight.eu
La nostra campagna nazionale sul cane guida intende informare tutti:
• della legge (n.37 del 14 Febbraio 1974) che garantisce, in ogni luogo o mezzo aperto al pubblico, l’INGRESSO GRATUITO al cane guida che accompagna persona disabile visiva, anche dove i cani non sono ammessi (es.: taxi, trasporti pubblici, ambulanze, ospedali e studi medici, chiese, hotel, scuole e università, scale mobili e tapis roulant, cinema e teatri, ristoranti e bar, parrucchieri ed estetisti, ed ogni altro esercizio aperto al pubblico presente sul territorio nazionale);
• della legge N. 67 del 1 marzo 2006, che tutela le persone disabili dalle discriminazioni. Questa legge si accompagna necessariamente a quella del cane guida, in quanto quest’ultimo è considerato ausilio nel momento in cui conduce la persona disabile, che a sua volta è tutelata da altre leggi dello Stato italiano, questa è tra le più importanti del caso.
Ricordiamo anche che:
• il cane guida è un cane da lavoro, pertanto oltre alla legge citata, è tutelato anche in base all’ordinanza del 23/03/2009, ed è quindi esonerato dall’uso della museruola;
• non deve essere disturbato bensì va rispettato;
• il cane guida rappresenta gli occhi di chi non vede, è da considerarsi quindi “ausilio” per persona con disabilità e per legge non può essere allontanato da chi conduce, né può essere soggetto a tasse aggiuntive, se entra ad esempio in un hotel. Segnalateci chi chiede di questo, e considerate che, essendo ausilio, nessuno ha mai fatto pagare una tassa aggiuntiva a chi sta in carrozzina per le ruote;
• il cane guida è un cane addestrato, pulito, legalmente super vaccinato, controllato, curato e addestrato anche a non sporcare https://www.blindsight.eu/cane-guida/. https://www.blindsight.eu/wp-content/uploads/2016/01/LineeGuida-Cane-Guida.pdf

Relazioni Stampa (Massimiliano Bellini) E-mail: stampa@blindsight.eu Tel.: (+39) 333.32.08.178

 

————————————————————————————

PROGRAMMA

Apertura area ore 07.30 per gli allestimenti.
– 09,00: Accoglienza dei partecipanti nell’area del Sottomura presso i gazebo predisposti;
– 09,15: solenne saluto alla Bandiera con l’Inno di Mameli
– inizio ufficiale della manifestazione con il saluto dei presidenti delle associazioni organizzatrici, del referente dell’Ospedale degli Animali e della Pluriversum Edizioni e delle altre Autorità invitate (Sindaco di Ferrara, Prefetto, Questore, Comandante Forze dell’Ordine ecc.);

ARENA
Mostra fotografica Pet Photography
10,30 – Pluriversum Edizioni – presentazione autori dell’antologia Cave Canem e letture di brani
11.30 – SoS veterinario risponde con il dott. David Giraldi
12.15 – premiazione della Ferrara Family Dog Run
13 – 15,00 pausa
15,30 – 17,30 Laboratorio di disegno sugli animali con il fumettista Donald Soffritti che prende spunto dal libro “Piccole storie della foresta” di Frederic Bremaud e Federico Bertolucci (ReNoir Comics). A cura di Vola nel Cuore laboratorio di zooantropologia didattica per la creazione di un decalogo del buon proprietario. Nell’area “Giovani Cuori” le associazioni Mondo Animali, Vola nel Cuore, il Teatro Minore e Pierfrancesco il poeta dei bambini intratterranno i più giovani coinvolgendoli in un percorso ludico emozionale molto articolato
17,30 – Primo pronto soccorso con il personale dell’Ospedale degli animali

AREA CORSA
Mura:
ore 10,00: partenza della Ferrara Family Dog Run corsa/camminata di km.3 o km 5 non competitiva previo controllo dallo staff di veterinari dell’Ospedale degli animali accompagnati da alcuni degli educatori della scuola Itinera Agility Dog di Ferrara e dai loro allievi. Seguendo il sottomura, si dirigerà verso la Porta degli Angeli per km 1,5, e ritorno per la stessa via; chi volesse continuare correndo può proseguire sino al torrione di Porta San Giovanni e ritorno.
Ore 11.30 – arrivo

AREA VERDE ATTIGUA PALAPALESTRE/GIARDINO DELLE CAPINERE
09,30 – Primo pronto soccorso con il personale dell’Ospedale degli animali
10,00 – 11,00 dimostrazione unità cinofile delle forze dell’ordine
12 – 13 /
15,00 – esibizione di Estense Dog
15,30 – presentazione Blindsight Project cani guida
16,00 – il mago dei carrellini Alessandro Ortolan e le sue opere dell’ingegno
16,30 – presentazione Progetto Serena Cani da allerta diabete di Cerea
17,30 – i finalisti del concorso letterario a cura di Pluriversum Edizioni
18,00 – Saluti

In caso di pioggia la manifestazione si terrà ugualmente. Le esibizioni e i laboratori si svolgeranno all’interno del Pala Palestre.

Tutte le dimostrazioni e le attività si concluderanno circa alle ore 18,00. Seguiranno i saluti e i ringraziamenti alle autorità e tutti i partecipanti, organizzatori e sponsor.
Il Presidente PluralCosmos
Roberto Bazzani

E 09,15 – Saluto alla Bandiera

E 09,30 – Primo pronto soccorso con il personale dell’Ospedale degli animali

M 10,00 – Corsa a cura di Ospedale degli animali e sorvegliata da Itinera Agility Dog
E 10,00 – dimostrazioni di unità cinofile delle forze dell’ordine

A 10,30 – presentazione autori dell’antologia a cura di Pluriversum Edizioni

A 11,30 – Sos Veterinario risponde

E 12,15 – premiazione della prima Ferrara Family Dog Run

Pausa

E 15,00 – esibizione di Estense Dog

E 15,30 – presentazione di Blindsight Project cani guida

A 15,30 – Laboratorio con fumettista/poeta/attori/Vola nel cuore e i pet photography di Mondo Animali

E 16,00 – il mago dei carrellini Ortolan Alessandro parla delle sue opere dell’ingegno

E 16,30 – presentazione del Progetto Serena cani allerta diabete di Cerea

E 17,30 – premiazione del concorso letterario a cura di Pluriversum Edizioni

A 17,30 – primo pronto soccorso con il personale dell’Ospedale degli Animali

E 18,00 – Saluti

A= arena
M= mura
E= Esterno

 

In caso di pioggia la manifestazione si terrà ugualmente. Le esibizioni e i laboratori si svolgeranno all’interno del Pala Palestre.

 

PALAZZO DEI DIAMANTI – Dal 22 settembre 2018 al 6 gennaio 2019 Dopo 50 anni, in esposizione 50 opere provenienti dai musei del mondo

L’arte di Courbet torna in Italia, con una retrospettiva che celebra la natura. Giovedì 20 settembre 2018 alle 17 presentazione pubblica

19-09-2018

La presentazione pubblica della mostra “Courbet e la natura” avrà luogo giovedì 20 settembre 2018 alle 17, nella sede del Salone d’Onore della Pinacoteca Nazionale (Palazzo dei Diamanti – Ferrara).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Fiumi impetuosi, vallate lussureggianti, rocce e coste mediterranee, laghi e scogliere, paesaggi naturali vivi. Le opere di Gustave Courbet, tra i più apprezzati artisti dell’Ottocento, arrivano a Palazzo dei Diamanti di Ferrara con una grande esposizione, che celebra l’artista in Italia per la prima volta dopo 50 anni. Splendidi capolavori ispirati alla più cara protagonista dei dipinti di Courbet: la natura. La mostra “Courbet e la Natura”, dal 22 settembre 2018 al 6 gennaio 2019, organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, è un percorso tra 50 tele, provenienti dai più importanti musei del mondo, che racconta i luoghi e i temi dell’appassionante rappresentazione dell’universo naturale da parte dell’artista francese. Un’esposizione preziosa e spettacolare, da scoprire grazie alle proposte di soggiorno e ai vantaggi del Consorzio Visit Ferrara, che unisce circa 90 operatori turistici della Provincia ferrarese all’insegna della promo-commercializzazione turistica del territorio. Tra le più belle opere di Courbet in esposizione: “Buongiorno signor Courbet”, l’autoritratto “L’uomo ferito” e le celebri “Fanciulle sulle rive della Senna”. I dipinti sono rappresentazioni dei luoghi vissuti dall’artista – maestro degli impressionisti e considerato il padre del realismo – tra Parigi, la natia Ornans e i suoi dintorni, le coste della Normandia e del Mediterraneo, la Germania e la Svizzera, fra cieli immensi, sottoboschi e ruscelli, cascate e grotte. Ma ci sono anche i dipinti che hanno per tema i nudi e gli animali nel paesaggio. Opere che esprimono il rapporto autentico e rivoluzionario dell’artista con l’ambiente naturale.

Per visitare la mostra, prenotando direttamente sul sito di Visit Ferrara ed inserendo il codice sconto COURBET2018, c’è lo sconto del 10% sul pernottamento.

Sono inoltre previste visite guidate alla mostra per individuali dal titolo “Raccontare l’Arte” tutti i sabati, domeniche e festivi. Visit Ferrara propone anche pacchetti per il soggiorno: la proposta di 2 giorni “Arte a Ferrara” in formula light comprende una notte in hotel con prima colazione, il biglietto d’ingresso alla mostra, lo sconto del 10% sul catalogo, una visita guidata della città di 2 ore. Il prezzo è a partire da 85 euro a persona.

La proposta “Arte a Ferrara” in formula top di 3 giorni, prevede 2 notti in hotel con colazione, una cena tipica a Ferrara e un pranzo in ristorante, un aperitivo alla caffetteria del Castello Estense, una visita guidata della città, l’ingresso alla mostra e il 10% di sconto sul catalogo. Il prezzo è a partire da 230 euro a persona.

Per scaricare immagini in alta risoluzione:

http://ellastudio.it/comunicato-stampa/larte-di-courbet-torna-in-italia-con-una-retrospettiva-che-celebra-la-natura/ (password: ellastudio)

Per informazioni e prenotazioni: Consorzio Visit Ferrara

Via Borgo dei Leoni 11, Ferrara (FE)
Tel. 0532 783944, 340 7423984
E – mail: assistenza@visitferrara.eu
Sito web: www.visitferrara.eu

 

CONFERENZA STAMPA – Venerdì 21 settembre alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale

Presentazione della squadra Ferrara Basket 2018

19-09-2018

Venerdì 21 settembre 2018 alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione della squadra Ferrara Basket 2018.
All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessore allo Sport Simone Merli, il responsabile dell’Unità organizzativa Sport e Tempo libero Fausto Molinari, il presidente del Ferrara Basket Daniele Schincaglia, il consigliere Daniel Nugnes, il coach Adriano Furlani e il vice coach Mattia Campi, l’addetto agli arbitri Sandro Tamisari, l’accompagnatore Maurizio Menatti, il medico Mauro Capozza, gli sponsor Giuseppe Cattani della 2G, Vassalli e Dario Cervellati di Gfc Chimica. Sarà presente la squadra (Ignacio Davico, Aco Mandic, Massimo Farioli, Matteo Ghirelli, Alessandro Petronio, Matteo Cattani, Marco Vigna, Antonio Chemello).

VIABILITA’ – Provvedimenti in vigore fino al 10 ottobre

In via Anita sosta vietata in concomitanza con le operazioni di verniciatura del ponte sul Po

19-09-2018

In concomitanza con i lavori, a cura della Società Anas spa, per la verniciatura delle strutture metalliche del ponte sul fiume Po tra Pontelagoscuro e Santa Maria Maddalena-Occhiobello, per evitare che con il vento o le correnti ascensionali vengano trasportate particelle di vernice in aria, con possibili danni per le vetture parcheggiate in via Anita a Pontelagoscuro, in quest’ultima strada è stato istituito il divieto di sosta 0-24, con rimozione coatta di tutti i veicoli inadempienti, su ambo i lati della carreggiata stradale, per un tratto di 300 metri di lunghezza, a partire dall’intersezione con la S.S. n. 16 “Adriatica” verso la chiusa idraulica.

Il provvedimento è in vigore dal 18 settembre 2018 fino al termine dei lavori, al momento fissato per mercoledì 10 ottobre 2018.

Le modifiche saranno indicate sul posto da segnaletica di preavviso (tutta la segnaletica verticale necessaria è a carico della ditta che sta eseguendo i lavori per conto della Società Anas spa).

 

SANITA’ E FAMIGLIA – Venerdì 21 settembre alle 9 in sala Estense e alle 17 alla libreria di piazza Trento Trieste

Giornata mondiale dell’ Alzheimer: convegno e presentazione di un libro

19-09-2018

Venerdì 21 settembre 2018 si terrà la celebrazione della Giornata mondiale dell’ Alzheimer. Per l’occasione a Ferrara in mattinata (ore 9-13.30) è organizzato un convegno in sala Estense (piazza Municipio) intitolato “Salute e benessere nell’anziano – Invecchiamento di successo e demenza”, mentre alle 17 alla libreria Ibs (piazza Trento Trieste) verrà presentato un libro con un’introduzione al tema che sarà fatta dall’assessora a Sanità/Servizi alla persona/Politiche familiari Chiara Sapigni, dal responsabile del Progetto Demenze Azienda dell’USL di Ferrara Franco Romagnoni e dalla vice presidente AMA- Associazione Malattia Alzheimer di Ferrara Silvana Righetti. Sarà quindi l’autore Giorgio Soffiantini a presentare il libro intitolato “Alois Alzheimer e Chiara la nonna che non c’è”.

UFFICI COMUNALI – Giovedì 20 settembre lavori dalle 10 alle 12.30 tra via Santo Stefano, piazza Spadari e via Centoversuri (Mercato coperto)

Servizi alla Persona, Sanità e Anagrafe: possibili temporanee interruzioni del servizio a causa di lavori alla rete elettrica

19-09-2018

Giovedì 20 settembre 2018 dalle 10 alle 12.30 gli uffici comunali dell’Assessorato alla Sanità e Servizi alla Persona (sede primo piano sopra al Mercato Coperto), potrebbero subire una temporanea interruzione del servizio a causa di lavori alla rete elettrica programmati da E-distribuzione in alcune vie del centro storico di Ferrara.
Temporanee interruzioni nell’erogazione del servizio elettrico potrebbero verificarsi anche in altri uffici comunali ubicati nella zona, come lo Sca-Sportello centrale Anagrafe di via Fausto Beretta e Urp-Ufficio relazioni con il pubblico di via Spadari.

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 20 settembre alle 9.30, nella Sala Consiliare del Rettorato in via Ariosto 35 (Ferrara)

Presentazione avvio delle lezioni di Biotecnologie nel nuovo Polo didattico in via della Fiera

19-09-2018

Giovedì 20 settembre alle 9,30, nella Sala Consiliare del Rettorato in via Ariosto 35 (Ferrara), si terrà la conferenza stampa a cura di Unife in occasione dell’avvio delle lezioni del corso di laurea in Biotecnologie che si terranno presso il nuovo Polo didattico di Biotecnologie in via della Fiera 11 a Ferrara.

Nel corso della conferenza stampa saranno illustrate nel dettaglio le modalità operative e i servizi appositamente organizzati per gli studenti e per favorire l’attività didattica nella nuova sede delle lezioni. 

All’incontro con i giornalisti interverranno:

– per Unife Enrico Deidda Gagliardo, Prorettore vicario,

– per il Comune Tiziano Tagliani, Sindaco, Aldo Modonesi, Assessore ai Lavori Pubblici, Mobilità

– per Ferrara Fiere Congressi, Filippo Parisini, Presidente.

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 20 settembre alle 2018 alle 12, nella sala Arazzi della residenza municipale

Presentazione programma della “Festa In Pace”, la due giorni di incontri, dibattiti, laboratori, musica e spettacoli nelle piazze del centro storico

19-09-2018

Giovedì 20 settembre alle 2018 alle 12, nella sala Arazzi della residenza municipale, verrà illustrato nel dettaglio il programma della “Festa In Pace”, la due giorni di incontri, dibattiti, laboratori, musica, danze e spettacoli nelle piazze del centro storico cittadino (21 e 22 settembre 2018).

All’incontro con i giornalisti interverranno gli assessori comunali Chiara Sapigni (Sanità e Servizi alla Persona) e Massimo Maisto (Cultura, Turismo, Giovani, Politiche per la Pace, Pari opportunità), insieme ai rappresentanti delle associazioni organizzatrici che compongono la “Rete per la Pace” e “Ferrara che Accoglie”.

Arti, mestieri e professioni. L’arte della ceramica a Ferrara

Da: Archivio di Stato di Ferrara

Archivio di Stato di Ferrara
Corso della Giovecca 146
Giornate Europee del Patrimonio 2018

Domenica 23 settembre, ore 15.30-19.00

Arti, mestieri e professioni.
L’arte della ceramica a Ferrara
– conferenza ed esposizione –

“Arti, mestieri e professioni” è il progetto di un contenitore tematico online dedicato alla vita e all’attività di artigiani, lavoratori e professionisti attivi in città nelle epoche passate, finalizzato a stimolare riflessioni e creare spunti a partire dalla ricca documentazione che l’Archivio di Stato conserva.
La prima tappa di questo progetto prende le mosse da un’investitura feudale a favore di un boccalaro, ed è l’occasione per offrire una conferenza attorno all’arte della ceramica a Ferrara, dalle prime testimonianze documentarie e archeologiche, fino all’interesse collezionistico dalla stessa suscitato nei secoli successivi.
Gli interventi dei professori Varese e Gelichi, rispettivamente docenti presso l’Università degli studi di Ferrara e l’Università Ca’ Foscari di Venezia, illustreranno in particolare quanto è già stato fatto e quanto ancora rimane da fare nello studio della ceramica ferrarese, mentre il dott. Faoro evidenzierà quali tipi di testimonianza offrono i documenti d’archivio per lo studio delle botteghe dei ceramisti. La dott.ssa Bonazzi infine parlerà della trasmissione degli oggetti nel corso dei secoli, nel loro lungo viaggio tra mecenati e collezionisti.
A completamento della giornata, si esporranno l’investitura feudale e una selezione di suggerimenti bibliografici per lo studio della materia.

Programma della giornata
Arch. Cristina Sanguineti – Saluti istituzionali
Prof. Ranieri Varese – La ceramica ferrarese: un progetto di ricerca
Prof. Sauro Gelichi – Gli studi sulla ceramica medievale e rinascimentale a Ferrara: quale futuro?
Dott. Andrea Faoro – Ceramisti nelle carte d’archivio
Dott.ssa Lucia Bonazzi – La ceramica rinascimentale a Ferrara, dal mecenatismo al collezionismo
Illustrazione dell’investitura feudale a cura della dott.ssa Irene Volpin

Ultimo ingresso all’esposizione: ore 18.30

Andrea Amaducci espone gli autoritratti in cerca d’autore: la mostra “Selfie Esteem” inaugura al Teatro De Micheli di Copparo, venerdì 21 settembre alle 18:30.

Da: Organizzatori

Andrea Amaducci espone gli autoritratti in cerca d’autore: la mostra “Selfie Esteem” inaugura al Teatro De Micheli di Copparo, venerdì 21 settembre alle 18:30.

Si tratta di alcune opere a tecnica mista su cartoncino realizzate site specific da Amaducci, pensate per creare un cortocircuito tra il concetto di ‘selfie’, l’accezione più classica di ritratto e il lavoro tipicamente teatrale di ricerca sulla caratterizzazione dei personaggi.

Il ritratto è un genere che in arte non ha mai smesso di far parlare di sé. Il dibattito sull’autoritratto, che ne è una sotto-categoria, è più che mai attuale. Oggi, così come in passato, entrambi sono soggetti molto esplorati dagli artisti, il cui ruolo sociale è, anch’esso, costantemente messo in discussione.

Dal testo critico di Elena Bertelli che accompagna la mostra:
“Se la società di oggi ci ha abituati a mostrare un’immagine del sè che passa soprattutto attraverso autoscatti fotografici, se non ci piace più essere rappresentati, interpretati, inventare mondi da narrare, ai pittori, agli scultori, ai fotografi cosa rimane? E se noi spettatori non abbiamo più la capacità, il tempo, l’occhio di cogliere la profondità, la complessità e i significati che, strato dopo strato, si annidano dentro a un volto, a un corpo a un movimento e a un’espressione ritratta, che fine fa l’arte? Chi salirà sul palco in cerca di un autore?
È così che nascono i Selfie Esteem, ritratti di autoritratti, esposti dentro il Teatro De Micheli di Copparo. Forse iniziati con uno spirito di derisione e involontariamente trasformati in personaggi in cerca di un capocomico che possa far emergere le loro storie. L’autore, nel rappresentarli, dona loro il carattere, salvandoli dallo stadio di morte da cui sono stati risvegliati. E tutto questo spessore è dato dall’impasto del colore a olio, dalla vivacità cromatica e dal segno deciso, pur sempre imperfetto.
John Lee Ludwig, Calogero Perpetua, Lucifero Valencia, Melissa Clarendon, Alonzo Reyes, Richard Hudson, la Sig.ra Crema e Mr. Willow… sono i personaggi di Amaducci: inventati, bidimensionali e truccatissimi, ma non per questo in-credibili.
Hanno le loro storie e le loro peculiarità ma anche qualcosa che li accomuna: il volto ritratto di 3/4, né di profilo, né di fronte: come vuole la tradizione pittorica di questo genere, a partire dal Rinascimento. Non hanno la bocca. È stata tolta loro la possibilità di esprimersi, di sorridere e, soprattutto, di posare. Chi conosce Andrea Amaducci si sarà accorto di questo dettaglio, non di poco conto. Avete mai visto un suo alieno senza la bocca? Qui qualcosa è successo, per far scegliere all’autore di eliminare quel cerchietto rosso, al centro di ogni suo volto, almeno fino a oggi.”

Selfie Esteem è in mostra da venerdì 21 a domenica 23 all’interno del Teatro De Micheli di Copparo, in occasione del Settembre Copparese. Gli orari di visita corrispondono agli orari di apertura del teatro. Per info: tel 0532 864580, Email biglietteria@teatrodemicheli.it

BIO
Andrea Amaducci nasce a Forlì nel 1978. Nel 1998 inizia una collaborazione decennale con il Teatro Nucleo di Ferrara lavorando con il metodo Stanislavskij, viaggiando e portando spettacoli in molte piazze in tutto il mondo. Dal 2007 è collaboratore e performer della compagnia di danza Collettivo Cinetico. Da alcuni anni è il responsabile artistico dell’etichetta discografica Hell Yeah Recordings, lavorando alla realizzazione di copertine di vinili di album e remix di Dj e musicisti di fama internazionale. Ha lavorato per dieci anni (2005-2016) come formatore teatrale all’interno della Casa circondariale di Ferrara. Dal 2007, anno della fondazione, è illustratore per la casa editrice digitale Koi Press.

Cna Balneatori: Assemblea e problemi categoria

Da: CNA Ferrara

Il 27 settembre l’assemblea di Cna Balneatori sulla Bolkestein.
Nicola Ghedini portavoce dei Balneatori Cna: puntare su qualità e riqualificazione di strade, arredo urbano e servizi
Per la stagione balneare numeri in rosso
ma c’è un ritorno ai Lidi che lascia sperare

Il 27 settembre Cna ha convocato a Lido di Spina l’Assemblea di tutti i balneatori dei sette Lidi con il coordinatore nazionale di categoria Cristiano Tomei. Si riparlerà certamente di Bolkestein, tema ancora sul tappeto in mancanza di una legge nazionale. Della quale le imprese balneari hanno assoluto bisogno per dare un futuro alla loro attività.
“In questi anni gli stabilimenti balneari dei nostri Lidi – spiega Nicola Ghedini, portavoce provinciale di Cna Balneatori e titolare del Bagno Kursaal di Lido di Spina – hanno realizzato investimenti importanti per offrire più qualità e servizi ai propri clienti. In assenza di norme chiare che ne riconoscano il ruolo fondamentale nel sistema turistico e balneare italiano, è però chiaro come non sia loro possibile programmare a lungo termine”.
All’Assemblea del 27 si farà anche il punto sull’andamento della stagione turistica che si sta concludendo. I dati della Regione mostrano un quadro non positivo: a fine luglio un – 4,7% di presenze complessive rispetto al 2017, manca però ancora il mese di agosto. “Il calo – osserva Ghedini – tocca principalmente i campeggi (-8,5%) e, in parte, le strutture alberghiere, mentre c’è un dato lievemente positivo per gli appartamenti gestiti dalle agenzie (+1,8%). I problemi esistono e vanno affrontati, ma ci sono anche aspetti positivi, che dobbiamo comprendere meglio per individuare soluzioni nuove e migliorare la nostra offerta turistica. E’ necessario prendere atto che la crisi, insieme ad altri fattori, ha contribuito a cambiare il volto del turismo balneare, che le modalità di fruizione del prodotto balneare sono oggi diversificate. Da una parte è aumentato il fenomeno de pendolarismo dei week end, ma nel contempo assistiamo ad un ritorno dei proprietari delle seconde case, che scelgono il nostro mare come destinazione principale della loro vacanza”.
Cosa comporta questo per le imprese balneari? “In questi ultimi anni – sostiene il portavoce dei balneatori Cna – la maggior parte delle nostre attività ha incrementato fortemente la propria offerta migliorandone la competitività anche nei prezzi, soprattutto per andare incontro alle richieste dei turisti che guardano con attenzione al tutto compreso e alla convenienza. Dall’altra, abbiamo dovuto cercare di soddisfare una domanda di attività sociali e ricreative che, obiettivamente, negli ultimi anni sono venute nettamente calando. Ormai anche il cosiddetto dopo spiaggia è parte della nostra attività, che comincia alla mattina, al sorgere del sole, per finire a tarda sera. Per altro, si coglie sempre di più, in molti turisti che avevano abbandonato i nostri lidi, il piacere di godersi il mare con pienezza”.
In sostanza, clima e perdurare della scarsa domanda interna sembrano aver contribuito a riavvicinare molti al nostro mare, seppure con limiti legati alle permanenze e ai pernottamenti. Indubbiamente esistono problemi più strutturali, che rendono meno attrattivi i Lidi comacchiesi rispetto ad altre località balneari. “Siamo giunti ad un punto tale da non poter più essere ignorato. La pessima manutenzione delle strade, il degrado e le cattive condizioni dell’arredo urbano, soprattutto di una parte dei Lidi come Spina, sono un fattore che allontana anziché avvicinare turisti. E’ assolutamente necessario arrestare questo declino, perché veramente il turismo balneare è una delle carte più importanti che abbiamo da giocare per l’economia del nostro territorio”.

Contagio: La Maratona Fotografica di Coppia. Domenica 23 settembre 2018 ore 10

Da: Comune di Ferrara

 

Contagio: La Maratona Fotografica di Coppia. Domenica 23 settembre 2018 ore 10

Dimenticate le classiche maratone fotografiche, CONTAGIO è prima di tutto un caccia al tesoro che si gioca in coppia e solo con lo smartphone!

40 obiettivi per scoprire Ferrara con occhi (o meglio smartphone) diversi!
Contagio – Maratona Fotografica vi aprirà le porte anche del Castello Estense, del Teatro Comunale di Ferrara, del Museo Civico di Storia Naturale e del Museo del risorgimento e della resistenza

COME SI GIOCA
Contagio è una maratona fotografica a premi, organizzata dall’Associazione Netsity Italia, che si gioca in coppia. Lo scopo è trovare e fotografare in 6 ore 40 obiettivi​ collocati in luoghi culturali o commerciali, pubblici o privati, della città di Ferrara.
Si svolgerà domenica 23 settembre 2018 con partenza prevista presso il Consorzio Factory Grisù​, situato in via Mario Poledrelli 21, alle ore 10.00.

Per partecipare è obbligatorio avere uno smartphone​ dotato di connessione Internet e possedere l’applicazione Whatsapp, Facebook Messenger​ o una casella di posta elettronica. Non è consentito gareggiare con macchine fotografiche, action cam, tablet e qualunque altro dispositivo diverso dal cellulare; non sono accettati scatti scaricati da internet.
Regolamento completo

Al momento della partenza verrà consegnato a ciascun partecipante il kit di gara che comprende: due braccialetti identificativi necessari per accedere gratuitamente ai luoghi privati/pubblici solitamente a pagamento e inseriti fra gli obiettivi, una mappa della città, l’elenco degli obiettivi e un buono ristoro spendibile presso i punti convenzionati con l’evento.

COSA SI VINCE
– 1 Voucher da 100€ per un volo aereo
– 2 Buoni Coop da 100€ (per qualsiasi reparto)
– 1 Voucher da 50€ pe Netflix
– 6 biglietti per spettacoli di prosa, danza e stagione concertistica al Teatro Comunale di Ferrara
– Voucher da 25€ per Trenitalia (riservato ai possessori della YoungerCard)

COME ISCRIVERSI
Sarà possibile iscriversi​ a Contagio online a partire dal 20/07/2018 fino al 22/09/2018 ​compilando l’apposito form sul sito o il giorno stesso dell’evento unicamente dalle ore 9.00 alle 10.00. Si gioca in coppia, senza limiti di genere, di età e di specie. Il costo dell’iscrizione a Contagio è di €15 per coppia, fino al 20/09/2018, e 20€ dal 21/09/2018 al 23/09/2018.​
Sono previste riduzioni (10€) per soci Coop Alleanza 3.0, YoungerCard e Studenti UniFe.

Tutti i partecipanti minorenni potranno iscriversi online, ma saranno tenuti a presentare il giorno dell’evento la delega fatta da un genitore (o di chi ne fa le veci) e copia di un documento di identità del genitore e del minore.

L’evento si svolgerà anche in caso di maltempo, purché non vi siano pericoli o problemi di ordine pubblico.
Per dubbi o maggiori informazioni scrivi a info@netsity.it

**********

La Notte dei Ricercatori 2018 – Dietro le Quinte della Ricerca in Museo.
Venerdì 28 settembre 2018, apertura gratuita serale dalle 21.00 alle 23.45!

La Notte dei Ricercatori è un’iniziativa promossa e cofinanziata dalla Commissione Europea all’interno del Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione HORIZON 2020, che sin dal 2015 coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei.
L’obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante.


Venerdì 28 settembre 2018, apertura gratuita serale dalle 21.00 alle 23.45!

Viaggio nel mondo della Ricerca:
Percorso tra le sale espositive con piccole postazioni alla scoperta delle attività portate avanti dal Museo

Elenco delle postazioni tematiche:

Customer Satisfaction: presentazione dei risultati preliminari dell’indagine sugli utenti del museo
Citizen Science: presentazione dei progetti e dei dati raccolti finora con l’aiuto dei cittadini
CoSMoS: presentazione delle collezioni e delle attività di monitoraggio di chiocciole terrestri e d’acqua dolce. In collaborazione con l’Università degli Studi di Siena e l’Associazione Naturalisti Ferraresi
Il Deposito e le Collezioni: presentazioni dei materiali provenienti da donazioni o da attività di campionamento, non esposti in museo
Zoologia dei Vertebrati: presentazione degli studi e delle ricerche su testuggini, anfibi e micro mammiferi
Didattica e Divulgazione scientifica, a cura dell’Associazione Didò
Ecologia del Territorio: presentazione delle ricerche ecologiche svolte sul territorio Ferrarese
Entomologia: presentazione delle collezioni e delle attività di monitoraggio sugli insetti impollinatori

**********

Servizio Civile Nazionale: è uscito il bando 2018

Anche quest’anno il Museo ospiterà 2 volontari/e per partecipare al progetto La Scienza dei cittadini per la tutela della biodiversità – anno 3°.

La scadenza per la presentazione della domanda è venerdì 28 settembre 2018 – Ore 23:59.

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile ha pubblicato lunedì 22 agosto il nuovo Bando di Servizio Civile per la selezione di 53.363 volontari da impiegare in uno dei 5.408 progetti che si realizzeranno tra il 2018 e il 2019 su tutto il territorio nazionale e all’estero.

Il Servizio Civile è un’importante occasione di crescita personale e professionale, un’opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare la comunità, contribuendo allo sviluppo sociale e culturale del nostro paese.

Possono accedere al Servizio Civile tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni (non superati). È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto, da scegliere tra quelli inseriti nel Bando.
La domanda di partecipazione redatta attraverso l’apposita modulistica (Allegato 3, Allegato 4 e Allegato 5 scaricabili dal sito del CO.PR.E.S.C. di Ferrara) deve essere indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, con le seguenti modalità: a mezzo raccomandata A/R, Posta Elettronica Certificata (PEC) di cui è titolare l’interessato o consegnata a mano.

I giovani che hanno presentato regolare domanda saranno convocati dall’Ente per un colloquio di selezione finalizzato ad individuare i candidati più idonei allo svolgimento delle attività previste dal progetto. Al termine di tutti i colloqui le graduatorie saranno pubblicate sul sito dell’ente titolare del progetto scelto.

Progetto “La Scienza dei cittadini per la tutela della biodiversità – anno 3°”

ENTE PROPONENTE:Comune di Ferrara
TITOLO DEL PROGETTO: La scienza dei cittadini per la tutela della biodiversità – anno 3°
SETTORE E AREA DI INTERVENTO: Ambiente/Salvaguardia e tutela di Parchi e oasi naturalistiche

OBIETTIVI DEL PROGETTO:Supportare il monitoraggio e la ricerca scientifica su flora, fauna ed habitat del Ferrarese per la realizzazione di mappe di distribuzione finalizzate alla gestione sostenibile del territorio, coinvolgendo il pubblico nella raccolta di informazioni ecologiche ed aumentando così la consapevolezza generale del ruolo della biodiversità per il benessere dei cittadini.

ATTIVITÁ D’IMPIEGO DEI VOLONTARI:
I volontari saranno coinvolti in tutte le attività previste dal progetto, auspicando una crescita progressiva della loro autonomia di gestione, anche se non verrà mai a mancare il supporto dell’OLP.
Le principali attività consisteranno nel:
∙ raccogliere e studiare documentazione esistente sulla citizen science e sul fenomeno roadkill;
∙ collaborare alla organizzazione e gestione degli eventi di divulgazione e BioBlitz, con possibile servizio serale e nei fine-settimana;
∙ interagire con il responsabili delle piattaforme online e seguire le segnalazioni che verranno inoltrate;
∙ svolgere attività di promozione capillare del progetto con strumenti informatici e non;
∙ verificare continuamente il feedback alla promozione e migliorarla se necessario;
∙ monitorare sistematicamente alcuni tratti di strada e biotopi per integrare le osservazioni fornite dai cittadini;
∙ curare la validazione scientifica delle osservazioni;
∙ catalogare i reperti museali all’interno delle collezioni di riferimento, controllando lo stato di conservazione dei reperti;
∙ interagire con altri uffici per scambio di informazioni ed eventuali autorizzazioni;
∙ interagire con altri soggetti impegnati in progetti di scienza dei cittadini sulla biodiversità per scambio esperienze e informazioni;

SEDI DI SVOLGIMENTO E POSTI DISPONIBILI:
– Numero di volontari da impiegare: 2
– Numero ore di servizio settimanali dei volontari: 30
– Giorni di servizio a settimana dei volontari : 5
La sede di servizio sarà il Museo di Storia Naturale di Ferrara situato in Via Filippo de’ Pisis, 24.

Il progetto ha una durata di 12 mesi (365 giorni effettivi) e prevede un compenso mensile di 433,80 euro corrisposti dal Dipartimento della Gioventù e del SC.

Sono previste n. 45 ore di FORMAZIONE GENERALE obbligatoria sui valori del servizio civile insieme ai volontari di altri enti e n. 78 ore di FORMAZIONE SPECIFICA, articolata in vari moduli e da svolgersi presso il museo.

CRITERI DI SELEZIONE:
La selezione delle candidature sarà effettuata attraverso la valutazione del curriculum vitae e del colloquio di selezione con l’attribuzione di un punteggio finale, secondo i criteri indicati dettagliatamente nella scheda di progetto. L’assenza al colloquio di selezione comporterà l’esclusione dalla graduatoria, come previsto dal Bando Nazionale.

DOVE CONSEGNARE LA DOMANDA:
COMUNE DI FERRARA – Servizio Giovani – Via Giuoco del Pallone n.15 Ferrara
Indirizzo PEC: serviziogiovani@cert.comune.fe.it

Nominativo: Sabrina Di Tommaso
Indirizzo: Via Giuoco del Pallone n. 15
Recapito telefonico: 0532 247717 – 211551
E-mail: s.ditommaso@comune.fe.it

Scarica la scheda informativa del progetto sintesilascienzadeicittadini3.pdf

Per restare sempre aggiornati e per avere tutte le informazioni necessarie per la partecipazione al bando è possibile consultare i seguenti siti:

SITO DEL COMUNE DI FERRARA – www.servizi.comune.fe.it/156/servizio-civile-volontario

SITO DEL CO.PR.E.S.C. – www.coprescferrara.it
Sul sito del Coordinamento Provinciale degli Enti di Servizio Civile (Co.Pr.E.S.C.) di Ferrara, si possono trovare tutti link agli enti che nel territorio ferrarese attivano progetti di Servizio Civile Volontario e la descrizione dettagliata delle modalità di partecipazione al bando e di tutta la documentazione da consegnare.

SITO UFFICIALE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE- www.serviziocivile.gov.it
Qui è possibile trovare tutte le informazioni sul Servizio Civile Volontario e sull’obiezione di coscienza, le modalità di impiego e tutti i progetti presentati a livello nazionale e internazionale.

SITO REGIONE EMILIA ROMAGNA- sociale.regione.emilia-romagna.it/servizio-civile

**********

ANIMALI SPARITI SPARUTI: In mostra dal 5 al 7 ottobre 2018 nell’ambito del Festival di Internazionale

Dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Animale al racconto dello Stato di Conservazione delle principali specie a rischio!
Anteprima del progetto in concorso per il bando regionale “Io Amo i Beni Culturali”

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA
Venerdì 5 Ottobre
La mostra sarà visitabile dal 5 al 7 Ottobre negli orari di apertura del Museo: dalle 9 alle 18

Dalle 10:00 alle 12:00
STORIE DI ANIMALI
Racconti a cura degli studenti del Liceo Artistico Dosso Dossi
Introduce Stefano Mazzotti​​​ Direttore Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara

Dalle 16:00 alle 18:00
PIANETA ANIMALE
Mia Canestrini​ Zoologo tecnico faunistco del Wolf Apennine Center del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano
Elisa Monterastelli​​ Referente WWF YOUng

Museo Civico di Storia
Naturale di Ferrara
via Filippo De Pisis, 24
Tel. 0532.203381/206297

**********

Percorso formativo “Conoscere le ricchezze del Parco”.
Ciclo di 10 incontri di formazione in aree del Delta del Po di particolare pregio naturalistico

L’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Delta del Po con il progetto “CONOSCERE LE RICCHEZZE DEL PARCO”, vuole offrire una panoramica del territorio puntando su aree parzialmente ancora sconosciute, che rappresentano zone di particolare pregio dal punto di vista naturalistico e della conservazione.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di migliorare la conoscenza del territorio, per condividere valori e far emergere nuove potenzialità, individuando strategie e prospettive di crescita future.
Gli incontri sono rivolti a operatori turistici, dell’ospitalità e della ristorazione, guide turistiche e ambientali, associazioni culturali e del tempo libero, portatori di interessi che operano nel territorio dell’ Ente Parco Delta del Po.

ARTICOLAZIONE DEL CORSO
Il corso prevede 10 incontri il mercoledì mattina nel periodo compreso tra settembre e novembre 2018, con la seguente articolazione:
• incontro con esperti (1/1.30 ore ca): illustrazione di un tema scientifico relativo alla biodiversità nelle aree protette e della tutela e conservazione di habitat e specie; illustrazione della storia e dell’identità culturale locale; informazioni sulle produzioni tipiche della pesca, dell’agricoltura, dell’enogastronomia come valore per il recupero delle attività tradizionali e del paesaggio;
• escursione (2 ore ca): esperienza pratica sul territorio
• degustazione di piatti tipici della cucina tradizionale

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Corso a numero chiuso e a pagamento (8 euro a giornata); massimo 20 partecipanti ad escursione.
Prenotazione obbligatoria, possibile l’iscrizione a uno o più giornate.
Rilascio attestato di partecipazione con la partecipazione ad almeno 5 escursioni.

CALENDARIO GIORNATE
5 settembre: LE VALLI DI ARGENTA: LE CASSE DI ESPANSIONE DI CAMPOTTO E VALLESANTA (Argenta- Ferrara);
12 settembre: LE VALLI MERIDIONALI DI COMACCHIO: SANT’ALBERTO E L’ARGINE DEL FIUME RENO (Sant’Alberto – Ravenna);
19 settembre: LE RISERVE NATURALI DI ALFONSINE (Ravenna);
26 settembre: LE ZONE UMIDE DELL’ORTAZZO E DELL’ORTAZZINO E LA FOCE DEL TORRENTE BEVANO (Savio – Ravenna);
3 ottobre: ECOMUSEO DELLE ERBE PALUSTRI (Villanova di Bagnacavallo – Ravenna);
10 ottobre: LA SALINA DI COMACCHIO (Comacchio – Ferrara);
17 ottobre: LE VALLETTE DI OSTELLATO (Ostellato – Ferrara);
24 ottobre: LA RISERVA NATURALE ORIENTATA DUNE FOSSILI DI MASSENZATICA (Loc. Massenzatica di Mesola – Ferrara);
31 ottobre: DOVE IL FIUME INCONTRA IL MARE: LA SACCA DI GORO (Goro- Ferrara);
7 novembre: DAL BOSCO DI SANTA GIUSTINA A TORRE ABATE (Mesola – Ferrara)

Gli incontri del 24 ottobre e del 7 novembre saranno a cura del Museo di Storia Naturale di Ferrara, rispettivamente con i relatori Carla Corazza e Stefano Mazzotti.

PRENOTAZIONI E PAGAMENTO QUOTA
Informazioni e prenotazioni: Servizio Informativo del Parco del Delta del Po
Tel: + 39 346 8015015
E-mail: servizioinformativo@parcodeltapo.it

Il pagamento della quota di iscrizione deve essere effettuato attraverso una delle seguenti modalità:
– Bonifico Bancario a favore di: Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Delta del Po IBAN IT02 T 0538723501 000003200015
– Versamento con Bollettino su C.C. P. n° 1005746126 intestato a: Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Delta del Po con la causale: “Percorso formativo: CONOSCERE LE RICCHEZZE DEL PARCO”

Clicca qui per scaricare la locandina dell’evento conoscere-ricchezze-del-parco.pdf

*********

Indagine sugli utenti del Museo

Lavoro al pc

Il Museo di Storia Naturale è un istituto antico. Molte sono le vicende che ha attraversato nella sua storia e molti sono stati i cambiamenti avvenuti nelle conoscenze scientifiche e nel modo di comunicare la scienza.

Stiamo realizzando una ricerca per valutare l’indice di gradimento e le esigenze del pubblico del Museo Civico di Storia naturale.

Le saremmo pertanto grati se volesse dedicare pochi minuti del suo tempo per rispondere al seguente questionario online.

Le informazioni che ci fornirete ci saranno d’aiuto, in vista dei prossimi aggiornamenti del percorso espositivo e del nostro sito web.

Ferrara città della bellezza e una politica chiusa alla partecipazione

Immagino che le discussioni sulle prossime elezioni amministrative siano già cominciate in altre sedi, nei ristretti cerchi della politica, e immagino che l’attenzione primaria di questa discussione, per i partiti del centrosinistra – Pd in primo luogo – sia centrata sulla preoccupazione di sopravvivere all’onda montante del populismo e della destra. Obiettivo non facile perché la politica vive una crisi di reputazione che va ben oltre i contenuti dei programmi.
Il centrosinistra vive una crisi di credibilità che per essere recuperata richiederebbe alcune condizioni. La prima è quella di mettere in campo figure non identificate con gli interessi “di casta” e che sappiano parlare – con competenza – dei temi e delle preoccupazioni delle persone. La seconda è quella di esprimere idee, configurare obiettivi e traguardi, dare il senso di avere capito la domanda di “nuovo” che viene dai cittadini. E questa condizione è già più difficile. Occorre uno sguardo sulle emergenze del presente che sia nel contempo capace di cogliere le traiettorie future.
La comunicazione è importante, ma non è tutto. Ascoltare non basta, bisogna proporre: questo è uno dei tratti distintivi di una politica seria capace di assumersi la responsabilità di indicare una strada. L’incontro svolto lunedì alla sala dell’Arengo, su iniziativa di Mario Zamorani (Radicali Ferrara), aveva questo obiettivo: offrire alla politica e soprattutto al Pd (riferimento cardine del centrosinistra) alcune riflessioni sulle questioni che riguardano la città. Tutto ciò per cominciare a discutere delle elezioni amministrative, lontani da qualunque intenzione di negoziare posti. Ma un’offerta (di competenze) senza una domanda (di politica) cade nel vuoto.
Provo, comunque, a riassumere alcune riflessioni che ritengo utile proporre all’attenzione. Due parole mi sembrano imprescindibili per costruire programmi per il futuro della città: sicurezza e innovazione.
La sicurezza è una condizione di base della vita delle persone, dobbiamo smettere di pensare che è una parola di destra. La sicurezza travalica la questione dell’ordine pubblico e riguarda la qualità della vita di ogni giorno. La sicurezza è la condizione che fa di una città un luogo senza confini interni mentre la paura alimenta la domanda di recinti ed enfatizza le distanze sociali. Garantire sicurezza è l’unico modo per evitare che si producano luoghi di vita separati per i ricchi e per i poveri: giardini separati, quartieri separati, scuole separate. La sicurezza migliora la qualità dei luoghi pubblici e la qualità della vita. La vivibilità di una città è fatta di tante cose: la qualità dei negozi, gli arredi urbani che comprendono i luoghi di sosta, l’estetica diffusa, i parchetti attrezzati per i bambini e gli attrezzi per la ginnastica degli adulti, le sedi in cui si fa cultura.
Il secondo punto riguarda l’innovazione. Ferrara ha coltivato il mito di città d’arte e su questa cifra ha costruito la sua identità. Ma non ha saputo giocare su questa carta le sue opportunità di crescita. Ha gestito il tema con un approccio intellettualistico, organizzando per lo più eventi di prestigio culturale, importanti, ma che non hanno inciso nelle rotte del turismo. La qualità delle iniziative artistiche del Palazzo dei Diamanti non basta a produrre vantaggi per l’economia della città, per migliorare la vita per i residenti, né per attrarre visitatori.
Per attrarre turisti e migliorare la vita dei cittadini Ferrara deve proporre un’immagine nuova. Può fare questo a tre condizioni: offrire esperienze diversificate, puntare ad una città bella e ricca di opportunità per chi la abita, comunicare meglio. “Ferrara città della bellezza” è un concetto molto più ampio di quello di città d’arte. La bellezza può essere fruita quotidianamente, ha a che fare con la qualità della vita di tutti, riguarda anche spazi pubblici adatti a fare incontrare le persone. Innovare vuol dire guardare fuori dalle mura, ma anche sollecitare il dialogo tra diversi attori pubblici e privati, ma soprattutto presuppone che alla pigrizia (carattere spesso attribuito a Ferrara) si sostituisca una tensione diffusa verso il miglioramento continuo.
Credo che sia necessario innescare un processo di imitazione creativa, fatto della capacità di guardare cosa hanno fatto gli altri, di adattare esperienze che hanno introdotto piccole o grandi innovazioni. Studiare cosa hanno fatto gli altri fa risparmiare tempo e denaro ed evita sprechi di denaro e figuracce, come è accaduto per la raccolta differenziata, una pagina non brillante che poteva essere evitata guardando oltre il cortile.
Non si possono imbalsamare le idee con la scusa che non ci sono soldi per fare progetti. Occorre creare un clima in grado di sviluppare energie diffuse. Le idee non costano, ma vanno coltivate, messe in circolo, anche copiate se serve. Molte idee potrebbero essere raccolte. Ma la condizione perché ciò accada è che la politica colga la domanda e non si limiti ad accordi interni per costruire la lista di candidati.

orna il Mercato Europeo – VIII ed. – dal 21 al 23 settembre a FERRARA

Da: Ufficio Stampa – Ascom Ferrara

L’EUROPAFERRARA” da venerdì 21 a domenica 23 settembre – dalle ore 9,30 alle 01,30

Montagnone di San Giorgio (viale Alfonso I d’Este – Bagni Ducali) – ottava edizione –

Il taglio del nastro sarà venerdì 21/09 alle ore 13 con l’assessore Serra all’altezza dei Bagni Ducali.
Torna il Mercato Europeo – promosso da Ascom e Fiva Confcommercio – a raccontare profumi, sapori ed eccellenze artistiche dall’Europa e non solo: nell’edizione 2018 saranno presenti oltre 120 banchi (da Israele all’Olanda dal Messico al Tibet, passando per l’Italia e l’Europa) a rappresentare il meglio dell’oggettistica di qualità internazionale nonché l’attesa e gustosa ristorazione in puro stile street food.

Presente anche una pattuglia di gourmet estensi nella tappa di casa: la Piadina romagnola, il Bus hamburgheria in versione “british” (premiato recentemente a Cervia per l’originalità), la birreria Hangar, L’Officina dei Piaceri con il pesce. Ma non solo gastronomia : ci saranno i Gonfiabili per la gioa dei più piccoli ed i punti delle associazioni Dulcis in Fundo ed ANT.

Secondo anno consecutivo per la nuova location: stiamo parlando del “Montagnone” di San Giorgio che già l’anno scorso aveva raccolto il gradimento delle migliaia di visitatori che avevano trovato ottimale la collocazione in centro…ma non troppo e facilmente raggiungibile anche da fuori città.

Alla conferenza stampa odierna (19 settembre, in viale Alfonso I d’Este al chiosco Paradiso Verde) è intervenuto il Comune con Roberto Serra, assessore al Commercio: “Un evento che si rinnova e di fortissimo richiamo in un’ area ben individuata poiché seppur non centrale ha delle ottime potenzialità. Un ringraziamento ad Ascom e buon lavoro a tutti gli operatori “.
Ad illustrare poi l’iniziativa Massimo Ravaioli di Ascom. Il direttore generale di Ascom Confcommercio Ferrara Davide Urban, ha spiegato: “Ed otto: il Mercato Europeo è stabilmente entrato negli eventi Top di richiamo a Ferrara. Un appuntamento per le famiglie che ha nella sua semplicità ed originalità la ricetta autentica di un successo che si riconferma anno dopo anno dal 2011 con il primo Mercato allora in piazza Ariostea. Una politica di eventi che valorizza e rigenera il territorio della città attirando energie e persone, in un parola fornendo ulteriori elementi di vitalità commerciale e sociale”
Dal canto suo Laura Mazzotta (titolare di Aesthe Medica e nuovo main sponsor) conclude: “Da sempre ho creduto nelle potenzialità della mia città, come generatore di energia e contenitore di eventi e scambi socio-culturali. Credo nelle sinergie che si instaurano tra ambiti differenti, infatti ho creato un Poliambulatorio proprio nell’ottica della condivisione delle competenze tra discipline differenti; mi è nata spontanea l’idea di affiancarmi ad Ascom per sostenere la realizzazione dell’edizione 2018 e per testimoniare quanto il tessuto imprenditoriale locale tenga allo sviluppo socio-culturale della nostra città”.
A dare supporto e sostegno logistico alla manifestazione, la contrada del luogo, in questo caso Santa Maria in Vado.

Impresa: rischio e libertà

Da: Confcooperative Ferrara

«Impresa: rischio e libertà» è il titolo dell’incontro che si terrà il 21 settembre presso Casa Cini, organizzato dall’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, in collaborazione con il Festival della Dottrina Sociale e l’Associazione “Ferrara bene comune”.

Introdurrà i lavori l’Arcivescovo di Ferrara-Comacchio S.E. mons. Gian Carlo Perego.

A Ferrara, come in altre città italiane, si è voluto aderire al progetto del Festival della Dottrina Sociale della Chiesa, in programma dal 22 al 25 novembre 2018 a Verona, incentrato sul tema della libertà, organizzando incontri che potessero declinare in ambito locale la tematica scelta. Essere liberi è una condizione da promuovere e da salvaguardare soprattutto quando la paura tende a deformarne o nel peggiore dei casi ad annullarne il significato profondo.

“La libertà educa le persone a mettersi in gioco, a rischiare, a non temere l’incontro con l’altro, a non lasciarsi condizionare dalle logiche del denaro, della carriera, del successo”.

Le persone libere sono coloro che camminano responsabilmente, attraverso scelte orientate al vero bene. È quanto afferma la Dottrina Sociale della Chiesa che troverà un luogo di riflessione e diffusione proprio nel Centro culturale diocesano Casa Cini. Il Progetto verrà illustrato da don Francesco Viali, Direttore dell’Ufficio di Pastorale Sociale, del Lavoro, Giustizia, Pace e Salvaguardia del creato che, nella medesima circostanza, illustrerà le modalità operative e le finalità dell’ufficio diocesano.

Come la libertà possa esprimersi in ambito imprenditoriale e dirigenziale lo testimonierà Daniele Ravaglia, direttore di EmilBanca, alla luce della sua esperienza lavorativa.

A moderare l’incontro sarà presente mons. Adriano Vincenzi, coordinatore del Festival della Dottrina Sociale; parteciperanno il Presidente di Confcooperative Ferrara Roberto Crosara, il Presidente della Piccola Industria Confindustria Emilia area centro Gian Luigi Zaina e il rappresentante di Confartigianato Ferrara Riccardo Mantovani.

Visita agli scavi archeologici in occasione del Settembre Copparese

Da: Comune di Copparo

Tra gli appuntamenti del prossimo Settembre Copparese, ricordiamo quello del Gruppo Archeologico Ferrarese. Nell’atrio della Residenza Municipale verrà allestita una mostra con pannelli che illustreranno l’attività di scavo nei siti archeologici del territorio ed esposizione di alcuni reperti particolarmente significativi. Inoltre, per chi volesse sapere di più, il consueto punto informativo sulle attività della associazione. Il Gruppo Archeologico ricorda che come di consueto ci saranno, per tutti i bambini che vorranno cimentarsi nel fare i “piccoli archeologi” laboratori didattici in tema archeologico, divertenti e creativi, per tutta la durata del Settembre Copparese.
Sabato 22 settembre, sono previste visite guidate libere e continuate allo scavo della Villa Romana di Alberone di Ro, sita in Via Copparo n. 16, dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18.
Lunedì 24 settembre, alle ore 21, si parla di archeologia presso la Sala Civica “Alda Costa”, dove gli archeologi Mario Cesarano, Marco Bruni e Flavia Amato parleranno di “ARCHEOLOGIA NEL TERRITORIO DELL’UNIONE TERRE E FIUMI” con aggiornamento sull’attività di scavo ancora in corso; l’incontro sarà l’occasione per presentare il volume “ANTICHI ROMANI E ROMANITA’ NELLE TERRE DEL DELTA DEL PO”, recentemente pubblicato a cura del Gruppo Archeologico Ferrarese, il libro raccoglie gli atti del convegno tenutosi a Copparo, al Teatro Comunale De Micheli, in occasione del Settembre Copparese del 2015.

Progetti a 360 gradi per le scuole del territorio con risorse e sostegno dell’Amministrazione Comunale

Da: Ufficio Comunicazione Istituzionale e Trasparenza

Ha preso il via sotto i migliori auspici il nuovo anno scolastico, dopo intensi e proficui lavori preparatori avviati grazie a numerosi tavoli, che hanno coinvolto dirigenti scolastici, insegnanti ed Amministrazione Comunale. Tante le novità in arrivo, a partire dal nuovo servizio di refezione scolastica, gestito da Camst, che comporterà una graduale eliminazione delle vettovaglie in plastica.

Rispetto dell’ambiente dunque in cima alla lista delle priorità delle scuole che, a stretto fianco con l’Amministrazione Comunale, intendono promuovere un messaggio forte e chiaro per la tutela del territorio. “E’ una rivoluzione importante – interviene l’Assessore alla Pubblica Istruzione Maria Chiara Cavalieri -, che ci consente di ridurre progressivamente dalle mense scolastiche la plastica, per lasciare il posto a piatti, bicchieri e vettovaglie in ceramica e in materiali che possono essere riutilizzati.”

Educazione ambientale a stretto fianco con quella alimentare, perchè anche quest’anno saranno rivolte attenzioni particolari all’attività motoria e a percorsi di educazione alimentare, abbinati al movimento, attraverso il progetto “Una comunità che si muove.” L’obiettivo, ancora una volta, è quello di promuovere, tra i bimbi e gli adulti, sani stili di vita. I grossi risultati ottenuti in passato stimolano a proseguire il percorso di continuità dei servizi pre-scuola per gli alunni delle scuole primarie. Per andare incontro ai genitori che lavorano, sarà possibile fruire del servizio di pre-scuola presso tutti i plessi di scuola primaria del territorio comunale a partire dalle ore 7,30.

La piena inclusione degli alunni è un’altra priorità condivisa tra le scuole del territorio e l’Amministrazione Comunale, per assicurare ai bimbi con disabilità la garanzia del trasporto scolastico gratuito, nonchè il servizio di sostegno educativo ed assistenziale, a partire dai servizi dell’infanzia fino a comprendere le scuole superiori sia di Comacchio che quelle al di fuori del territorio comunale, in cui gli alunni si sono iscritti.

Per qualificare il Piano dell’Offerta Formativa, il Comune di Comacchio erogherà anche quest’anno risorse sotto forma di contributi ai tre istituti scolastici del territorio comunale a fronte di presentazione di progetti nei vari ambiti: inclusione, cittadinanza attiva, attività espressive, innovazione tecnologica. A tale proposito l’Amministrazione Comunale invita le scuole a destinare il 40% delle risorse al potenziamento e alla qualificazione dei laboratori presenti nelle scuole e a rinnovare le proprie attrezzature, con particolare riferimento ai laboratori linguistici ed informatici.

Non solo progetti educativi, ambientali e motori, ma anche di promozione della cultura della legalità. La quarta edizione del progetto “Libera dalle Mafie”, co-finanziata dalla Regione Emilia Romagna, vedrà anche quest’anno la collaborazione dell’Associazione di promozione sociale Caracò, con il regista Alessandro Gallo.

“Affiancherà – prosegue l’Assessore alla Pubblica istruzione Maria Chiara Cavalieri al servizio del nido comunale Il Giglio un nuovo servizio educativo 1/3 anni, un micro-nido part time (dalle ore 7,30 alle ore 14) che prenderà il posto del centro La Gabbianella. Si tratta di un servizio che inizialmente avrà carattere di sperimentalità, per accogliere quei bambini che sono in lista di attesa del nido Il Giglio e che a differenza dello Spazio Bambini La Gabbianella prevede la somministrazione del pasto. Gli uffici comunali stanno preparando tutti gli atti per far si che il servizio possa essere attivato a partire dal mese di gennaio 2019.”

Il Comune di Comacchio ha inoltre rinnovato la convenzione con le quattro scuole paritarie d’infanzia, incrementando il contributo a sostegno di ciascuna di esse (65 mila euro all’anno complessivi per qualificare l’offerta formativa). “L’amministrazione crede in un sistema integrato – rimarca l’Assessore Cavalieri -, pubblico/privato, dedicato ai bimbi della fascia di età compresa tra zero e sei anni, al fine di offrire a tutti i bambini le medesime opportunità educative e formative.

Il Centro comunale Infanzia “L’Albero delle Meraviglie” riaprirà i battenti, dal primo ottobre prossimo a partire dalle ore 16,30 fino alle ore 19,30 e prevederà aperture differenziate, per fasce di età da zero a 10 anni. Anche il servizio dopo-scuola “Non solo compiti”, presso il Centro Adolescenti “CircaUnCentro” sarà aperto tutti i giorni, dalle ore 15 alle ore 17. Nei giorni del lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 17 alle ore 19. gli adolescenti potranno fruire del centro ricreativo con bellissime opportunità di gioco, teatro e uscite nel territorio.

Inclusione ed integrazione sono i capisaldi di una convivenza pacifica tra i popoli, per la piena estrinsecazione dei quali la cultura ricopre un ruolo di primo piano. Al Centro culturale “Laguna” di via Spina prenderanno il via presto i corsi di italiano per stranieri, curati dal Centro Provinciale di Istruzione per gli Adulti (CPIA), struttura statale, per la quale l’Amministrazione Comunale metterà a disposizione gli spazi, come previsto dalla normativa vigente in materia.

In linea con progettualità già ben avviate, presto partiranno i corsi di promozione alla lettura e alla narrazione a voce alta, dedicati alla prima prima infanzia. L’Amministrazione Comunale inoltre, doterà di libri nuovi ciascun servizio rivolto a bambini comrpesi nella fascia di età 0/6 anni. All’interno di ogni scuola opererà l’esperto Alfonso Cuccurullo con il progetto “Narrare a fil di voce”, per promuovere momenti di info-formazione per genitori ed insegnanti, teso all’apprendimento delle tecniche narrative. La promozione della lettura a voce alta sarà incentivata anche nella Pediatria di gruppo della Casa della Salute “San Camillo”.

Special Events Apollo Cinepark

Da: Apollo Cinepark

L’Apollo scalda i motori con due appuntamenti imperdibili già prima del.weekend.

Giovedì ore 20.30 si terrà nelle sale di via del Carbone la presentazione del film “Saremo giovani e bellissimi”, girato tra Ferrara e Comacchio lo scorso inverno.
Saranno presenti in sala la regista Letizia Lamartire e la protagonista Barbara Bobulova, accolte dal vice sindaco di Ferrara e Assessore alla Cultura Massimo Maisto. Ingresso a prezzo ridotto.

Venerdì ore 21.30 saranno gli acchiappa fantasmi di Ferrara a salire sul palco,.per la.presentazione di “Ghostbusters Italia”, fan film realizzato dall’associazione Ghostbusters Italia di Simone Scopa, per la regia di Federico Anzini Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Comunicato stampa del Gruppo consiliare PD del Comune di Ferrara

Da: Gruppo consiliare PD del Comune di Ferrara

RIVOGLIAMO I NOSTRI 18 MILIONI!!!

La maggioranza di centrosinistra con il sostegno anche di Forza Italia e della Cons. Marescotti del Gruppo Misto, ha approvato in consiglio comunale la mozione presentata dal Gruppo consiliare del PD, per ripristinare i fondi assegnati al nostro comune attraverso il cosiddetto Bando Periferie, proposto e finanziato dai precedenti Governi.
Infatti le Camere la scorsa settimana, approvando il Decreto Milleproroghe, hanno di fatto sottratto al nostro Comune 18 milioni di euro, una sorta di furto con destrezza dal momento che, i senatori di tutti i partiti, non si erano accorti del trabocchetto ai danni di 326 comuni e a 23 milioni di cittadini.
La cosa ancora più assurda è che queste risorse erano già state assegnate al nostro Comune grazie alla bontà del progetto candidato e alla capacità di rispondere in tempi ristrettissimi alle modalità previste dal bando statale; successivamente fu sottoscritta un un’apposita convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che sanciva i reciproci obblighi.
La condizione delle periferie dovrebbe essere al centro delle politiche sociali, ambientali, energetiche, sulla sicurezza e per lo sviluppo economico: non c’è formazione politica che non l’abbia affermato in campagna elettorale.

Eppure, dev’essere chiaro alla città che tutto ciò non interessa al Movimento 5 stelle e Lega Nord di Ferrara: i primi tutti latitanti al momento del voto e i secondi hanno serenamente votato contro all’impegno della nostra mozione di mantenere la promessa fatta dallo stesso Presidente del Consiglio Conte, al fine di ripristinare i fondi già stanziati.

Le risorse erano state assegnate per il progetto approvato in Consiglio Comunale il 31/7/2017 anche con il voto della Lega, con il quale si sarebbe riqualificata l’area della darsena di San Paolo, ex MOF, gli accessi al MEIS, i percorsi ciclopedonali per raggiungere la stazione e il centro; le progettazioni definitive ed esecutive sono in gran parte state assegnati attraverso procedura aperta nazionale ed europea.
Se il Governo non dovesse mantenere la parola data, questa opportunità si trasformerebbe in un grave danno per la nostra città in termini di lavoro, occupazione, sicurezza, turismo, ambiente; temi peraltro sui quali ogni giorno il Governo ci promette di intervenire, salvo poi vedere i propri rappresentanti locali remare nella direzione opposta.
Riteniamo infatti prioritario che vengano destinati nuovi finanziamenti per rigenerazione delle città, con progetti innovativi e compatibili con l’ambiente, con selezioni che premino la qualità, ma soprattutto favorendo quelle iniziative capaci di incidere in modo efficace sul tessuto urbano delle zone periferiche, migliorando la qualità della vita di chi ci abita.
Al recupero delle periferie è dunque necessario dare massima priorità, superando contrapposizioni di bandiera che rischiano di far perdere di vista l’obiettivo principale: il benessere della collettività, obiettivo che anche questa volta non si è potuto condividere con tutto il Consiglio Comunale.
ABBIAMO A CUORE IL FUTURO DELLA CITTA’, ABBIAMO A CUORE LA SICUREZZA DEI NOSTRI CITTADINI. SIAMO STANCHI DI CHIACCHIERE, NOI RIVOGLIAMO I
NOSTRI 18 MILIONI.

Sanità. West Nile, Venturi incontra i sindaci dei Comuni capoluogo e i presidenti di Provincia: “Quest’anno ci siamo mossi nei tempi giusti, ma si è trattato di un anno davvero particolare, che potrebbe ripetersi. Quindi, dobbiamo serrare le fila”

Da: Regione Emilia Romagna

Sanità. West Nile, Venturi incontra i sindaci dei Comuni capoluogo e i presidenti di Provincia: “Quest’anno ci siamo mossi nei tempi giusti, ma si è trattato di un anno davvero particolare, che potrebbe ripetersi. Quindi, dobbiamo serrare le fila”

L’assessore ha annunciato, per il 7 novembre, una giornata di formazione in Regione per i tecnici dei Comuni e operatori e, entro la fine dell’anno, un convegno con specialisti. Verrà ampliato il gruppo di lavoro regionale per la sorveglianza sulle arbovirosi. Ad oggi 96 le forme neuroinvasive, ma è dal 12 di settembre che non è stato segnalato nessun nuovo caso

Bologna – Potenziamento del gruppo di lavoro regionale sulle malattie trasmesse dalle zanzare, istituito dopo l’epidemia di Chikungunya del 2007, per semplificare e rendere omogenei gli interventi su tutto il territorio, da Piacenza a Rimini. Una giornata di formazione per i tecnici, già in calendario per il 7 novembre, e un convegno con specialisti, entro la fine dell’anno. In parallelo, l’individuazione di strategie innovative per coinvolgere maggiormente i privati nell’opera di disinfestazione.
Sono i punti condivisi durante l’incontro, oggi in Regione, tra l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, e i rappresentanti dei sindaci dei Comuni capoluogo e dei presidenti di Provincia per fare il punto sulle infezioni del virus West Nile in Emilia-Romagna.
“Quest’anno ci siamo mossi nei tempi giusti, ma si è trattato di un anno davvero particolare, che potrebbe ripetersi. Quindi, dobbiamo serrare le fila. Intanto rinnoviamo questo gruppo di lavoro, che è un gruppo tecnico- ha spiegato Venturi-:è la sede idonea in cui possono trovare risposta le specifiche esigenze territoriali, e attraverso cui vengono fornite informazioni tempestive sui lavori e gli eventi in corso”. L’obiettivo del gruppo sarà dunque studiare buone pratiche, definire modalità informative più efficaci ed elaborare strategie per supportare e facilitare le attività dei Comuni.
L’assessore ha annunciato poi la giornata di formazione del 7 novembre in Regione, a Bologna, rivolta ai tecnici comunali e agli operatori delle aziende sanitarie coinvolti nelle attività di sorveglianza e lotta alle zanzare, “un’opportunità di aggiornamento e confronto sui diversi aspetti legati a questo tema”; e il convegno che verrà fatto entro la fine dell’anno, per fare un bilancio del 2018 e condividere, con degli esperti, le misure più efficaci per il futuro.
Nel corso dell’incontro si è discusso del tema dei privati, e della necessità di mettere a punto strategie innovative per sensibilizzarli sull’importanza di attuare puntualmente la disinfestazione: si stima, infatti, che il 75-80% dei focolai sia in aree private. Per quanto riguarda, invece, gli interventi di disinfestazione effettuati dal pubblico, l’assessore ha ribadito come non ci sia un problema economico, anzi: la Regione, infatti, contribuisce da sempre con un finanziamento consistente, “ed è sempre disponibile ad incrementarlo” ha concluso Venturi.
West Nile: il bollettino ad oggi, 18 settembre
Novantasei le forme neuro-invasive, con 18 decessi (1 a Piacenza, 3 a Modena, 3 a Bologna, 8 a Ferrara, 3 a Ravenna); 66 casi di forme febbrili e 26 infezioni asintomatiche.
L’età delle persone decedute varia da un minimo di 63 anni a un massimo di 87. Dal 12 settembre non è stato segnalato nessun nuovo caso. /CV

bandiera-pace

FEsta in Pace: 21 e 22 settembre

Da: Rete per la Pace Ferrara – Ferrara che Accoglie

La “Rete per la Pace di Ferrara” e “Ferrara che Accoglie”, organizzano l’evento “FEsta in pace” che si terrà in Piazza Municipale e Sala Estense nelle giornate di venerdì 21 (in orario 16-24) e sabato 22 settembre (in orario 9,30-24), sui temi della pace, dell’accoglienza e dei diritti. Oltre una cinquantina tra associazioni, sindacati, cooperative, organizzazioni e singoli cittadini, impegnati nel promuovere una nuova convivenza a livello territoriale, hanno sentito l’esigenza di contrastare il clima di intolleranza e la conseguente deriva verso la violenza che si sta perpetrando nel mondo e a riverbero nel nostro Paese. Lo vogliamo fare attraverso la promozione della cultura della pace e della conoscenza e del rispetto verso ogni diversità, proponendo una due giorni di dibattiti, incontri, musica, letture, danze e spettacoli come forme di interscambio tra cittadini e cittadine per ricostruire legami sociali forti all’ interno della nostra Comunità. Vogliamo sconfiggere la paura, la diffidenza ed il terrore fomentato sui canali d’informazione e sui social, vogliamo contrapporre all’odio la cultura del dialogo e dell’ascolto reciproco, vogliamo integrare e non escludere. Vogliamo allo stesso tempo che venga alimentata la cultura della legalità in ogni sua forma e declinazione, rivendichiamo l’etica del lavoro e dell’uguaglianza nei diritti fondamentali. Non vogliamo i muri ed un mondo di macerie: siamo per la pace e la solidarietà per il bene comune e la convivenza tra popoli.
La Rete per la Pace di Ferrara e Ferrara che Accoglie aderiscono alla prossima Marcia per la Pace Perugia Assisi perché occorre disarmare il pensiero, disarmare le parole, disarmare le azioni con l’invito alla massima partecipazione.

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi