Giorno: 6 Aprile 2019

Delibera approvata con il protocollo d’intesa con l’Ausl. Un protocollo necessario all’acquisto di una apparecchiatura radiologica.

Da: Ufficio Stampa
BONDENO (FERRARA), 06-04-2019.
La radiologia tornerà a Bondeno, all’interno della Casa della Salute che verrà inaugurata il prossimo 4 maggio. L’ultimo “ostacolo” superato per arrivare a questo obiettivo è stato l’approvazione (avvenuta nella riunione di Giunta di giovedì mattina) necessaria a sancire un protocollo di intesa con l’Azienda Usl, propedeutico alla compartecipazione all’acquisto (da parte del Comune di Bondeno) di un’apparecchiatura radiologica. La quale consentirà di poter effettuare radiologie in struttura, per quanto riguarda la diagnostica, ed anche a domicilio (su richiesta) per i pazienti con difficoltà motoria. «L’investimento che abbiamo voluto sostenere, come Amministrazione – dice il sindaco Fabio Bergamini – è teso a riportare un servizio di fondamentale importante, all’interno della futura Casa della Salute. Crediamo che con l’Ausl si stia lavorando in sinergia, per cercare di riempire di contenuti, professionisti qualificati e servizi utili alle problematiche della popolazione la nuova struttura antisismica del “Borselli”, che verrà inaugurata tra meno di un mese». Il protocollo d’intesa passato nella riunione Giunta autorizza il Comune ad impegnare 60mila euro per l’acquisto (in compartecipazione con l’Azienda sanitaria) della sofisticata apparecchiatura necessaria, nell’ottica di una collaborazione attiva con l’Ausl, la quale consenta di avere una strumentazione in grado di essere all’occorrenza anche trasportata al domicilio del cosiddetto paziente “fragile”. «Ovvero – sottolinea l’assessore alle Politiche sociali, Cristina Coletti – chi si trova in condizioni di difficoltà motorie, a causa delle patologie cui è affetto o dell’età avanzata. Spesso, queste persone risiedono distanti dalla Casa dalla Salute: nelle frazioni per esempio, e non sempre è presente un parente o un amico che possa portare il paziente ai controlli radiologici». Ecco, quindi, che la dotazione di un’apparecchiatura radiologica “mobile” potrebbe portare benefici evidenti. Evitando difficoltosi spostamenti al paziente in condizioni di difficoltà e consentendo ai professionisti sanitari di arrivare al domicilio per garantire il servizio. Utile, ad esempio, per controlli come quelli legati ad un sospetto “focolaio” al polmone e per l’rx toracico. La delibera approvata dalla Giunta permetterà ora di svolgere tutti gli adempimenti necessari all’acquisizione dell’apparecchiatura radiologica, necessaria al completamento della dotazione della nuova Casa della Salute “Fratelli Borselli”.

Treni Ferrara – Codigoro

Da: PD Stampa

Treni Ferrara-Codigoro. Dalla Regione investiti milioni per elettrificare la linea
Calvano (PD): I 5 Sstelle ora che sono al Governo, invece di cercare problemi ci aiutino a risolverli.

La smetta il M5S di fare “terrorismo psicologico” e provi a dare una mano reale per il rafforzamento delle linee ferroviarie regionali, a partire dalla Ferrara-Codigoro. Il modo c’è ed è nelle mani del Ministro Toninelli. A dirlo è il consigliere regionale Paolo Calvano da tempo impegnato sul tema.
Il DL 50 del 2017 prevede che il Governo finanzi nuovi interventi infrastrutturali sulle linee regionali di interesse nazionale. Oggi su due di quelle linee, riconosciute tali dal Ministero stesso, la Reggio-Sassuolo e la Reggio- Guastalla, la Regione tramite FER sta investendo milioni di euro per l’elettrificazione. Se il Governo facesse quanto gli spetta, cioè finanziasse lui quell’elettrificazione, ecco che si libererebbero immediatamente le risorse regionali da investire sulla Codigoro-Ferrara per elettrificarla e renderla ancor più funzionale. Basta poco, serve solo la volontà politica del Ministro Toninelli e del Governo, per passare dalle parole e dalle tante promesse sulla mobilità sostenibile ai fatti.
E poi mi domando, ma dov’era il M5S quando il PD era in prima fila per sostituire i mezzi obsoleti con mezzi più moderni, cosa poi avvenuta l’anno scorso? Dov’era quando abbiamo chiesto, e ottenuto, di cambiare gli orari per favorire il riutilizzo del treno da parte degli studenti che oggi hanno ridato importanza e vitalità a quella linea? Di problemi su quella linea ce ne sono ancora, ma anziché gridare “al lupo al lupo” e cercare colpevoli o evidenziare solo i problemi, il M5S ora che è al Governo ci aiuti a risolverli.

Aldo Modonesi presenta la sua “Gente Amodo”

Da: Aldo Modonesi Sindaco
Il candidato sindaco Aldo Modonesi presenterà nella mattinata di oggi, sabato 6 aprile, le tre liste civiche a sostegno della sua candidatura.
I diamanti del palazzo omonimo, su campo azzurro e bianco definiscono il simbolo della lista “Gente Amodo”.

ANANIA Gabriele – 56 anni, chirurgo Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara e docente alla Facoltà di Medicina
ANDRIULLI Pierandrea – 53 anni, ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana
ANTOLINI Clelia – 31 anni, organizzatrice di concerti ed eventi culturali per Arci Contrarock, Officina Meca e responsabile ospitalità per Ferrara Sotto le Stelle
BENVENUTI Chiara – 63 anni medico pediatra, pensionata da un anno, precedentemente direttore di distretto e direttore delle Cure Primarie Ausl Ferrara, volontaria Caritas
BOARI Francesca – 52 anni, docente di filosofia e storia e scrittrice
BONIFAZZI Canzio – 64 anni, neopensionato, ex direttore Ipercoop il Castello ed ex dirigente Coop Alleanza3.0
CANELLA Alessandro – 50 anni, imprenditore e consulente informatico, formatore sulla sicurezza informatica degli adolescenti, informatico forense
CELATI Barbara – 62 anni, dirigente Agenzia regionale lavoro Emilia-Romagna per le province di Ferrara, Reggio Emilia e Piacenza
CHIORBOLI Paola – 48 anni, insegnante
DE VIVO Andrea – dirigente sportivo e tecnico educatore laureato in scienze motorie, promotore dei sani stili di vita
GABANELLA Giulia – 29 anni, archeologa e insegnante
GOVONI Filippo – 33 anni, architetto
JANNOTTA Laura – 63 anni, avvocato
LODI Gianluca – 61 anni medico Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara
MANTELLINI Maria Elena – 46 anni, architetto
MARESCA Dario – 38 anni, ingegnere clinico, consigliere comunale uscente
MATTEOTTI Monia – 48 anni, architetto, libero professionista
MERLANTE Giorgio – 57 anni, imprenditore e presidente Federmanager Ferrara
MONTI Roberta – Dirigente scolastica dell’Istituto alberghiero agrario Vergani Navarra
PAGANINI Luca – 47 anni, infermiere Ausl Ferrara
PAVANI Paolo – 57 anni, avvocato della Uil di Ferrara, vicepresidente Adoc (Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori) di Ferrara
PICO Sonia Mireya – 51 anni, cantante, insegnante di musica e docente di sostegno presso l’I.C. Alda Costa di Vigarano Mainarda e M° direttore del coro femminile SonArte
POCATERRA Caterina – 32 anni, storica dell’arte, curatore indipendente, educatore museale e ricercatrice alla cattedra di storia dell’arte contemporanea dell’Università di Ferrara
SANTINI Mirco – 54 anni, chirurgo attualmente in staff alla Direzione Sanitaria Ausl Ferrara
SASSO Giorgio Scalabrino – 62 anni, tecnico sanitario
SCAPOLI Ilaria – 25 anni, tecnico educatore laureata in scienze motorie
STANZANI Valentina – 37 anni, igienista dentale, libero professionista
TROMBETTA Davide – 48 anni, impiegato Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara
TUMIATI Raffaele – 44 anni, ingegnere, libero professionista
ZANIBONI Giorgio – 54 anni, sales manager FMC Italia

Fare di più “Insieme”, Modonesi presenta la civica del sociale, della cultura e delle professioni

Da: Aldo Modonesi Sindaco
Il candidato sindaco Aldo Modonesi nella mattinata di oggi, 6 aprile, presenterà la lista a suo sostegno “Insieme”. Persone impegnate nel mondo delle professioni, del sociale, del volontariato e della cultura che corrono sotto un simbolo verde, come il colore della serenità su cui campeggiano due mani strette come momento di incontro.

BARAVELLI Stefano – 31 anni, geometra
BUCCHI Cinzia – 44 anni, restauratore di Beni Culturali, libera professionista
CAROLI Monica – 54 anni, insegnante scuola secondaria I grado
DALL’ACQUA Maria – 28 anni, avvocato
FAROLFI Matteo – 46 anni, grafico commerciale
FESTI Jessica – 25 anni, studentessa di Giurisprudenza a Ferrara
FIORBELLI Donato – dipendente del Ministero della Difesa, consigliere comunale dal 2009 al 2014
FURLATI Simone – 48 anni, funzionario commerciale telecomunicazioni
GALLERANI Tomas – 43 anni, pedagogista, responsabile area educativa infanzia Cooperativa Serena, coordinatore pedagogico servizi educativi 0/6 anni
GALLO Ruggero – 31 anni, ristoratore
GUSELLA Vasilij – 29 anni, conservatore delle Gallerie d’arte moderna e contemporanea di Ferrara e curatore della Fondazione Ferrara Arte
LOMBARDI Alessia – 21 anni, studentessa di mediazione linguistica e volontaria AIESEC
MELONCELLI Giovanni – 41 anni, educatore professionale e operatore del servizio Promeco, volontario per bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico
MINELLI Nicola – 22 anni, dipartimento comunicazione e promozione Teatro Comunale/Ferrara Musica
MISSANELLI Giovanni – 22 anni, studente di Economia agraria
MONALDI Francesco – avvocato e docente universitario di diritto amministrativo in quiescenza
NARDELLA Luca – 43 anni, ingegnere, libero professionista
NARDONE Daniele – 52 anni, lavoratore al polo chimico di Ferrara, componente direttivo Filctem Cgil
NEGRI Maria – 42 anni, docente (precaria) secondaria I grado
OCCHI Cinzia – 58 anni, insegnante scuola secondaria I grado
PANCALDI Massimo – 61 anni, tassista
PELLIZZARI Alberto – dipendente gruppo Hera, contradaiolo
PROTO Nicola – 30 anni, avvocato
RAIMONDI Andrea – 31 anni, web marketer, libero professionista
SAMID Hassan – 32 anni, istruttore sportivo nelle scuole elementari e allenatore di calcio
SARSON Erika – 37 anni, organizzatrice di eventi e presidente Ass. Puedes, istruttrice di nuoto per diversamente abili e specializzanda in Storia dell’arte all’università La Sapienza di Roma
SCANAVINI Laura – insegnante di scuola d’infanzia per il Comune di Copparo
ZIOSI Roberta – 56 anni, Presidente Fondazione Teatro comunale di Ferrara

Aldo Modonesi presenta la lista dei candidati delle “FrAzioni”

Da: Aldo Modonesi Sindaco
Il candidato sindaco Aldo Modonesi presenterà nella mattinata di oggi, sabato 6 aprile, le tre liste civiche a sostegno della sua candidatura.
Una è caratterizzata dalla forte connotazione territoriale dei candidati e delle candidate: “FrAzioni e Quartieri”. Il richiamo è a uno dei punti più sentiti nel programma di Modonesi, quello della riduzione della distanza tra centro e periferie, di ricucitura con tutto il vastissimo territorio comunale (che conta ben 50 frazioni) attraverso la rappresentatività di figure di riferimento attive nei propri quartieri e nelle proprie frazioni.
Il simbolo richiama questo tema, con il cittadino al centro di una rete che dal centro va alle periferie, con il colore arancione del movimento di comunità.

AMADESI Maria – 65 anni,pensionata, precedentemente scuola magistrale e RSU a Bologna
ARNOFFI Dania – 41 anni, assistente di studio odontoiatrico e consigliere uscente della Cooperativa Castello (2016-2018)
BIONDI Andrea – 63 anni, agente agricolo Fondazione Navarra oggi in pensione e volontario
BOSELLI Laura – 61 anni, insegnante neopensionata, coadiuvante presso Apicoltura Croce, volontaria in parrocchia
CAMPA Monica – 45 anni, tutor BES e DSA
CARAVITA Livio – 64 anni, pensionato, precedentemente responsabile area lavoro e relazioni industriali di Legacoop
CELEGHINI Marcello – 27 anni, impiegato amministrativo, freelance presso quotidiano locale e ricercatore presso istituto storico-culturale di Ferrara
CHIARILLO Anna Maria – 67 anni, pensionata precedentemente impiegata e insegnante
CINO Annamaria – 54 anni, insegnante
COMINATO Damiano – 41 anni, libero professionista nel settore edile
CULCASI Martina – 23 anni, studentessa laurea magistrale in Molecular and Medical Biotechnology
FARINA Carla detta Paola – pensionata, presidente Centro Sociale Ricreativo Culturale Rivana Garden
GHERARDI Martina – 52 anni, dipendente di Poste Italiane commerciale
GHIRARDELLI Alberto – 64 anni, architetto libero professionista
GIBERTI Gian Paolo – 71, insegnante in pensione e volontario
GIUDICE Rosalba – 49 anni, avvocato e volontaria per la scuola e la parrocchia di Quartesana
GRASSO Gianni – pensionato
GRECHI Lorenza – 51 anni, casalinga
MANTOVANI Elettra – 45 anni, impiegata amministrativa e studentessa in Scienze della comunicazione a Ferrara
MARTELLI Rita – 51 anni, chimica presso il centro ricerche G. Natta del polo chimico di Ferrara
PERCOCO Giovanni Franco – 68 anni, medico cardiologo in pensione e volontario ACTI (Associazione Cardio Trapiantati) a Ferrara
RANDOLI Luigi – pensionato, presidente Centro Sociale Ricreativo Culturale Curulus
RAVANI Giulia – 32 anni, tecnico dei servizi sociali e impiegata commerciale
RIVAROLI Pietro – 26 anni, impiegato commerciale
RONDELLI Nicola – 51 anni, impiegato in una società informatica di Bologna
SICILIANO Mauro – 57 anni, sottufficiale dei Carabinieri in congedo
TAGLIAFERRI Eleonora – 53 anni, impiegata amministrativa
VENIER Francesco – 35 anni, vigile del fuoco al polo chimico di Ferrara, volontario in protezione civile
VINCENZI Enrico – 46 anni, agente della Polizia di Stato in servizio alla Questura di Ferrara, segretario provinciale uscente (febbraio 2019) del Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia (Silp)
VISSOLI Massimiliano – avvocato

Lunedì 8/4 alle 18:00 Anna Chiara Venturini presenta il romanzo “Qin Shi Huang Di Imperatore per sempre” presso libreria Ibs+Libraccio Ferrara

Da: Eventi Ferrara
Dialoga con l’autrice Roberto Pazzi

Cina. Un uomo con mani vecchie millenni, immobile dove il buio è sovrano. Qin Shi Huang Di, primo imperatore cinese, personaggio storico divenuto famoso nel mondo per la sua straordinaria sepoltura, con migliaia e migliaia di statue in terracotta riproducenti aurighi e cavalli, arcieri, fanti, cavalieri e ufficiali che ancora lo vegliano, tutti diversi. Gli scavi archeologici, iniziati nel 1974 vicino al Monte Li nella Cina Orientale e tuttora in corso, segnano l’incommensurabile distanza da un passato che occhieggia somiglianze con il presente vissuto da Kristin, l’archeologa americana che nel romanzo coordina i lavori dello scavo in un’area che è più grande della Valle dei Re in Egitto. Perché nessuno mai potesse svelare il segreto di quel luogo, furono bloccate tutte le uscite del sepolcro.
“Ogni mattino sono stato imperatore”. Qin Shi Huang Di: ancora non camminava e già giocava con i serpenti; non parlava, ma aveva un lupo per compagno e istruttori di spada per maestri; ancora adolescente, comandava una delle più formidabili macchine da guerra della storia. Mentre il fedele eunuco racconta, riaffiorano alla mente dell’imperatore ricordi di guerre, violenze, terre conquistate, le alluvioni nelle grandi campagne cinesi, le grandi strade e le imponenti dighe.
Figura enigmatica, è ricordato come truce guerriero che regnò dal 221 al 210 a.C., facendo del piccolo stato di Qin l’attuale Cina. Cancellò tremila anni di storia ordinando un rogo di migliaia di libri, amò una concubina cui regalò una libellula nera, imbarcò duecento giovani per un viaggio verso l’isola dell’immortalità, ma nessuno di loro fece più ritorno. Nell’aria si ode ancora l’eco dei suoi tamburi da guerra.
Un romanzo avvincente, un’idea tragica e splendida, scritta con registro stilistico nuovo, una lingua tagliente, incalzante, dura, a volte epica.
Un impero tace sottoterra: il tributo più grande per strappare ammirazione al mondo intero.

Anna Chiara Venturini è nata a Ferrara dove vive. È’ autrice e coautrice di pubblicazioni sul patrimonio artistico ferrarese e lavora da anni nella pubblica amministrazione. Coltiva una profonda passione per la scrittura e ha frequentato i corsi presso la “Scuola di scrittura creativa Itaca” di Roberto Pazzi. Suoi scritti sono: Il Professore, pubblicato nel Periodico di informazione culturale “Cultura e dintorni”(ed. Luca Carbonara, Roma 2015), nell’antologia “Verso Itaca” (L’aquila ed il suo cigno, 2015) e “Oltre Itaca” (Le stagioni dello scrivere, 2015). Ha esordito con il primo romanzo Sottovoce (Europa Edizioni, 2015) e pubblicato nel 2017 il secondo intitolato Morbide impronte (Giovane Holden Edizioni), un inno alla famiglia ricco di ricordi, luoghi ed emozioni, che ha ricevuto nel dicembre 2017 la menzione di merito

Il Pronto Lavoro di Ascom Confcommercio – presentazione all’ Hotel Plaza al Lido degli Estensi – Venerdì 12/04 alle ore 15

Da: Ufficio Stampa Ascom Ferrara
Ascom si fa in due e presenta il nuovo servizio tutto dedicato al mondo dell’impiego: “Pronto Lavoro” sarà illustrato venerdì prossimo (12 aprile) a partire dalle ore 15.00 all’ Hotel Plaza (Lido degli Estensi in v.le dei Lecci , 41) . Lo sportello sarà operativo – con la presenza del personale dell’Ufficio Lavoro e Paghe di Ascom – la mattina del mercoledì dalle ore 9 alle 12.30 in via Anita 26/C a Porto Garibaldi negli spazi messi a disposizione da “Lorecasa”.
“Attiviamo da subito e con cadenza settimanale – anticipa Davide Urban, direttore generale di Ascom Ferrara – uno specifico sede tecnica per le imprese allo scopo di fornire agli imprenditori della costa tutte le informazioni necessarie per gestire le opportunità riguardanti il mondo delle lavoro: dove trovare assistenza e consulenza qualificate e tempestive. Un servizio importante se consideriamo la densità delle imprese, dal ricettivo al balneare, dislocate sull’intero litorale di Comacchio e dei suoi sette Lidi.”
E torniamo al pomeriggio di lavori: dopo i saluti introduttivi di Urban, poi gli interventi tecnici di Roberta Mori, responsabile dell’Ufficio Lavoro e Paghe (Gestione e Formule dei rapporti contrattuali) e di Barbara Gumieri, direttrice di Iscom Ferrara (Apprendistato professionalizzante).
L’occasione servirà inoltre per illustrare a cura di Rita Cavicchi (Ufficio Credito) le opportunità in termini di contributi per le aziende che fanno riferimento a tre filoni: i bandi camerali relativi all’alternanza scuola lavoro e sulla digitalizzazione delle imprese. Saranno inoltre fornite alcune anticipazioni sulle linee guida dei fondi regionali (prossimo l’avviso pubblico) sulla riqualificazione del ricettivo turistico (per un valore complessivo messo a disposizione di 25 milioni di euro).

Domenica 7 aprile ore 10,30 Nero su Bianco presenta i libri di Aldo Pedron (Il Mucchio Selvaggio, L’Ultimo Buscadero) Ry Cooder il – viaggiatore dei suoni (Arcana) La mia guida jazz (Edizioni Applausi)

Da: Associazione Musicisti di Ferrara
Domenica 7 aprile alle ore 10,30 nell’aula magna Stefano Tassinari della Scuola di Musica Moderna di Ferrara in via Darsena 57 verrano presentati due libri di Aldo Pedron e rispettivamente Ry Cooder il – viaggiatore dei suoni (Arcana) e La mia guida jazz (Edizioni Applausi),
Il pubblico verrà accolto con una tazza di caffè e un pasticcino per poi passare alla presentazione dei libri, che vedrà l’autore raccontarli e rispondere alle domande dei responsabili della redazione di Wah Wah Magazine (Raffaele Cirillo, Paolo Concato, Simone Guidi, Badi Assaf e Vittorio Formignani) e di Mario Pantaleoni ormai noto relatore di guide all’ascolto della Scuola di Musica Moderna. l’ingresso sarà libero.
L’incontro fa parte di un mini ciclo di presentazioni letterario musicali organizzato da AMF dal titolo Nero su Bianco.

PHOTOFESTIVAL Riaperture riapre con 17 mostre tra caserma e luoghi abbandonati di Ferrara

Ficcare il naso oltre i muri, oltre i portoni sbarrati e chiusi da chiavistelli arrugginiti, scendere in taverna o salire in cima a scaloni e trovarci dentro delle mostre di fotografie con immagini incorniciate alle pareti, appese con funi all’aperto o con le catenelle che scendono dal soffitto. È un’esperienza di scoperta, una caccia al tesoro di spazi e contenuti quella che offre ai suoi partecipanti ‘Riaperture photofestival Ferrara’, organizzato per il terzo anno dall’associazione Riaperture con la direzione artistica di Giacomo Brini. “Sono millecinquecento i visitatori che hanno percorso la città nel primo weekend per le mostre e gli incontri”, spiega Fabio Zecchi che si occupa della comunicazione dell’evento. E ora – da venerdì 5 a domenica 7 aprile 2019 – si potranno tornare a vedere le diciassette esposizioni d’autore in sette spazi diversi di Ferrara (visitabili dalle 10 alle 19), si potrà andare ad ascoltare altri incontri con fotografi o giornalisti, partecipare a laboratori e anche agli appuntamenti mattutini di caffè-fotografici.

La Cavallerizza dentro all’area della caserma Pozzuolo del Friuli, a Ferrara, con una delle mostre di ‘Riaperture photofestival’ (foto Claudia Baldassarra)

Un’occasione per vedere, ascoltare, pensare, camminare. Ci sono cose particolarmente imperdibili, tipo il fatto di potere entrare dentro a una caserma chiusa da oltre vent’anni e sconosciuta alla gran parte degli stessi ferraresi, visto che comunque era un luogo accessibile solo da militari o ragazzi in partenza per la leva. Lo spazio è quello della Caserma Pozzuolo del Friuli, dove si entra sia dall’ingresso di rappresentanza che portava all’area di residenza degli ufficiali (via Cisterna del Follo 10, Ferrara) sia dal portellone per i mezzi militari che per questi pochi giorni resta spalancato (via Scandiana 35).

Ingresso di via Cisterna del Follo
Via Scandiana 35
La Cavallerizza in via Scandiana 18

Di fronte c’è la Cavallerizza, spettacolare edificio tutto aperto, per il ricovero di camionette e strumentazioni varie (via Scandiana 18). Dentro la caserma il percorso espositivo è ambientato attraverso stanze che alternano la visione di autori ospiti con quella della memoria di cosa c’era prima: le targhette ancora inchiodate alle pareti ricordano che un posto era biblioteca; un biliardo impolverato e i dadi segna-punti corrosi fanno immaginare partite giocate fra commilitoni, il bancone evoca la presenza di un bar di cui resta uno specchio per i selfie-souvenir di chi ci passa davanti.

Un’altra immagine di ‘Riaperture photofestival’ a Ferrara, 29 marzo-7 aprile 2019 (foto Claudia Baldassarra)

“È solo un festival di fotografia – si legge nella presentazione postata su Fb degli organizzatori –  ma si porta con sé storie di edicole di Perugia trasformate in centri di produzione culturale (Edicola 518, domenica 7 aprile, alle 10 all’Hotel Astra, ndr), lezioni sulla fotografia con giornalisti di Repubblica (Michele Smargiassi, sabato 6 aprile, alle 16.30 a Factory Grisù, ndr), riviste online dove si mastica cultura (FrizziFrizzi, domenica 7 aprile, alle 16.30 a Factory Grisù, ndr), fotografi premiati che vengono a dirci come hanno fatto, a trovare le storie, a fare pace col futuro”.

Gianni Berengo Gardin con Giacomo Brini sabato 30 marzo 2019 nello spazio di Factory Grisù di Ferrara (foto Luca Pasqualini)

Il tema di questa terza edizione è infatti dedicato al ‘Futuro’. E, come sempre quando si guarda avanti, pensare al domani vuol dire anche fare il punto su quello che è il presente e il passato: la lunga palizzata in cemento che separa Israele e i territori palestinesi (Francesco Cito nell’ex Caserma di via Scandiana), gli effetti dell’elettrosmog (Claudia Gori nella Cavallerizza dell’ex Caserma), le navi grandi come interi condomini che invadono la fragile laguna di Venezia (Gianni Berengo Gardin a Factory Grisù) o i sex robots (Tania Franco Klein nella vecchia salumaia dell’Hotel Duchessa Isabella).

Tutte le info, il programma dettagliato e gli aggiornamenti sul sito di Riaperture all’indirizzo riaperture.com/festival/programma/.

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi