Giorno: 6 Settembre 2019

logo-regione-emilia-romagna

Territorio. Casse d’espansione, argini, strade: oltre 21 milioni di euro per l’Emilia-Romagna, finanziati 18 interventi da Piacenza a Rimini. Bonaccini-Gazzolo: “Opere immediatamente cantierabili e strategiche per le prevenzione del rischio idrogeologico”

Da: Agenzia Stampa Giunta Regionale Emilia-Romagna

Il ministro Costa firma il decreto che assegna le risorse per l’attuazione dello stralcio 2019 del Piano nazionale, approvato dal CIPE. Appena completata la registrazione da parte della Corte dei Conti, via ai lavori: “Grazie al ministro, noi siamo pronti a partire. Auspichiamo che il nuovo Governo sblocchi i fondi necessari per l’intero Piano regionale, anche attivando i mutui Bei, per il via a tutti gli 89 interventi cantierabili già quest’anno, per un importo complessivo di oltre 100 milioni di euro”

Bologna – Argini, casse d’espansione, aree golenali, strade. Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha firmato il decreto che mette a disposizione dell’Emilia-Romagna 21 milioni e 680mila euro per opere di messa in sicurezza del territorio. Completata la registrazione da parte della Corte dei Conti, le risorse attiveranno 18 interventi immediatamente cantierabili, da Piacenza a Rimini.

“Si tratta di un atto molto atteso dalle nostre comunità locali- affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale all’Ambiente e alla difesa del suolo, Paolo Gazzolo- e consentirà di avviare cantieri strategici per la prevenzione del rischio idrogeologico. Grazie quindi al ministro Costa. Verranno realizzati lavori urgenti e di fondamentale importanza nell’ambito della strategia regionale per la sicurezza territoriale. Noi siamo pronti e non appena le risorse saranno trasferite partiranno le gare con l’obiettivo di fare presto e bene. Di fronte alle conseguenze sempre più evidenti del cambiamento climatico, non è possibile attendere e gli interventi di prevenzione debbono stare in cima alle priorità di investimento. Per questo- sottolineano Bonaccini e Gazzolo- auspichiamo che il nuovo Governo garantisca la piena copertura economica al nostro piano regionale, anche attivando mutui con la Banca europea degli investimenti, per permettere l’avvio di tutti gli 89 interventi cantierabili nell’anno, per un importo complessivo di oltre 100 milioni di euro”.

Gli interventi provincia per provincia
In provincia di Piacenza sono previsti 2 interventi per 700 mila euro: il ripristino della funzionalità idraulica dei Rii Lora, Carona e Boriacco nei comuni di Castel San Giovanni e Borgonovo Val Tidone (400 mila euro) e il consolidamento dei versanti in Val d’Arda e in particolare nei territori di Morfasso, Alseno, Carpaneto Piacentino, Castell’Arquato, Gropparello, Lugagnano Val d’Arda, Vernasca (300 mila euro).

In provincia di Parma il programma comprende 4 cantieri per 7 milioni di euro. Il più rilevante (5 milioni 200 mila euro) riguarda il terzo lotto di interventi a Bocca d’Enza per la sistemazione idraulica del compartimento di Mezzani con l’adeguamento del Collettore Parmetta fra la chiavica “Balano” e la chiavica allo sbocco nel torrente Enza, in seguito all’innalzamento degli argini golenali di difesa.

A Parma mezzo milione di euro servirà per continuare il sistema difensivo tra Sala Baganza e il capoluogo provinciale; 550 mila euro andranno a Felino per opere di difesa dell’abitato e di San Michele Gatti; a Salsomaggiore Terme con oltre 664 mila euro si interverrà per proseguire la messa in sicurezza del torrente Ghiara in viale Berenini.

Tra i territori parmense e reggiano, nei comuni di Montechiarugolo e Montecchio, è previsto un cantiere da 650 mila euro per la manutenzione straordinaria della vegetazione ripariale, con lavori anche nelle Casse di espansione del fiume Enza.

In provincia di Reggio Emilia sono due gli interventi programmati per 600 mila euro: 300 mila serviranno per mettere in sicurezza il dissesto idrogeologico che coinvolge Montecchio e Montecasale; altrettanti saranno utilizzati per completare il consolidamento della frana di Mazzalasino in comune di Scandiano.

Due i cantieri previsti anche nel modenese per 2 milioni e mezzo di euro: 1 milione 280 mila euro per la sicurezza del fiume Panaro, dalla Provinciale 16 all’abitato di Marano sul Panaro, in comune di Vignola, e 1 milione e 250 mila euro a Fanano per opere sulla strada comunale Fanano-Ospitale.

In provincia di Ferrara l’investimento complessivo è di oltre 3 milioni di euro per 2 cantieri: l’adeguamento di alcuni tratti di scogliere del litorale Nord a Comacchio, a difesa dall’ingressione marina, e l’adeguamento delle arginature maestre di Po in comune di Ferrara, da Coronella Scutellari a Froldo Fossadalbero (760 mila euro).

A Forlì-Cesena andranno 2,2 milioni di euro. A Roncofreddo proseguiranno i lavori di consolidamento del versante in località Montecodruzzo (700.000 euro) e a Cesenatico si interverrà con 1 milione e mezzo per gli espropri necessari a costruire una cassa di laminazione arginata a servizio del canale Madonnina.

Importante anche l’intervento previsto nel ravennate, a Castel Bolognese e Solarolo, dove quasi 2 milioni e 800 mila euro sono destinati alla messa in sicurezza del Canale dei Mulini, con la realizzazione di una cassa d’espansione.

In provincia di Rimini, infine, verranno spesi 2 milioni e 250 mila euro per la sicurezza idraulica del centro storico di San Giovanni in Marignano (1 milione e 600 mila euro) e l’adeguamento del tratto urbano del Torrente Uso fra la ex Statale 16 e la foce (650 mila euro).

Regionali. Banchetti Lega nel Week End in Emilia e in Romagna e Domenica arriva Matteo Salvini

Da: Ufficio Stampa Lega Romagna

“Tutta l’Emilia Romagna leghista è allertata e in fermento. Puntiamo alla vittoria alle regionali con la nostra candidata Lucia Borgonzoni, sapendo che la battaglia sarà molto dura. Abbiamo visto che il Pd è capace di tutto, anche di allearsi con il proprio peggior antagonista, parlo del M5s, pur di prevalere. L’attuale governatore, Stefano Bonaccini, sta girando come una trottola promettendo risorse a pioggia a destra e a manca, illudendo i vari interlocutori sul fatto che la Regione realizzerà ogni progetto, quando nella legislatura in scadenza non è stato realizzato nulla di significativo. Poco credibile, quindi, che tutto d’un tratto si aprano cantieri, si sistemino infrastrutture, si realizzino posti di lavoro, si rilanci il turismo, si tuteli l’ambiente. Certamente il sistema di potere del Pd poggia, ormai, su basi d’argilla, ma è esteso e può ancora contare su una rete di amicizie e clientele che lo hanno preservato e sostenuto in questi anni nonostante i tanti scandali, i processi, le inchieste in cui è stato coinvolto. A noi il compito di smascherare il bluff della classe dirigente dem emiliano romagnola. Lo faremo anche attraverso il confronto con la gente, durante la campagna elettorale che si apre con questa due giorni di banchetti in tutta l’ Emilia Romagna, durante i quali nella giornata di domenica 8 settembre presenzierà anche Matteo Salvini (programma in via di definizione).”

Così in una nota, Jacopo Morrone, Segretario Lega Romagna e Gianluca Vinci, Segretario Lega Emilia.

Elenco gazebo ER (1)

Femminicidi, Bernini (FI): “In Emilia Romagna tre in un mese, la Regione si attivi per rendere capillare il sostegno sui territori”

Da: Ufficio stampa Sen. Anna Maria Bernini

I tre femminicidi di cui abbiamo avuto notizia in Emilia Romagna nell’ultimo mese (la giovanissima Hui Zhou a Reggio, Cinzia Fusi nel ferrarese e Atika Gharib a Castello d’Argile) ci lasciano sgomenti, senza parole, per l’efferatezza degli atti e per la tragica frequenza con cui avvengono. Ancor più se ciò avviene in Emilia Romagna, regione tradizionalmente riconosciuta come capace di mettere in campo politiche a tutela delle donne vittime di violenza. Ciò, purtroppo, deve indurre noi tutti, rappresentanti delle Istituzioni, ad aprire serie riflessioni: si possono scrivere leggi bellissime e perfette, ma alle stesse va affiancato il lavoro quotidiano dei territori, della rete di sostegno, il potenziamento della formazione nei luoghi della nostra vita quotidiana. Tutte azioni che devono portare a non sottovalutare nemmeno il minimo campanello d’allarme. La strada per mettere al bando la subcultura della donna-oggetto è tutta in salita. Ma nello sconforto e nella tragedia occorre trovare la forza e la determinazione per operare affinché simili violenze non debbano mai più avvenire: auspico che la Regione Emilia Romagna si ponga in prima linea in questa battaglia, coinvolgendo i servizi sociali, le aziende sanitarie e le associazioni che si occupano di tutela delle donne vittime di violenza, per poter rendere ancor più capillare la rete di sostegno e di aiuto sui territori

Ricominciano i Laboratori Di Ferrara Off : 17 proposte di Teatro, Danza e Movimento per tutte le età

Da: Ferrara Off Teatro

Da ottobre 2019 ripartono le attività di formazione teatrale e performativa dell’Associazione Culturale Ferrara Off, con sede in viale Alfonso I d’Este 13. Dal 2015 a oggi le attività di formazione hanno subito un incremento arrivando ad offrire, per la stagione 2019/2020, 17 proposte laboratoriali adatte a bambini, ragazzi e adulti. Le proposte teatrali di quest’anno spaziano dal corso di teatro tenuto da Roberta Pazi e articolato su quattro livelli di esperienza, al corso teatrale mattutino, sempre tenuto da Roberta Pazi, senza rappresentazione finale; dal corso di teatro percettivo, dedicato a chi ha già esperienza teatrale e tenuto da Andrea Zanforlin, ai due livelli del corso di improvvisazione teatrale con Gianluca Esposito, perfetto per chi ha voglia di inventare e sperimentare. Per chi volesse cimentarsi nella drammaturgia, inoltre, Chiara Tarabotti tiene un laboratorio di scrittura teatrale. Tante anche le proposte teatrali per bambini e ragazzi. Beatrice Pizzardo conduce il laboratorio di avvicinamento al teatro (per bimbe e bimbi dai 3 ai 5 anni) “Am blim blone succo di limone”, il laboratorio teatrale per la fascia 6 – 10 anni “Il bianconiglio e le mele rosse” e una novità di quest’anno, il corso di teatro di figura disegnato, per ragazze e ragazzi dagli 11 ai 14 anni. Per i ragazzi più grandi, Marco Sgarbi, tiene il corso teatrale “Grandi Speranze” dai 15 ai 19 anni.
La danza non manca nelle proposte formative del teatro sul baluardo di San Giorgio, dal corso di danza contemporanea con Caterina Tavolini, alla danza classica per adulti e per bambini e bambine con Alessandra Fabbri e Ruth Zanella, passando per il laboratorio di movimento a cura di Giacomo Sacenti ed Elisa Mucchi, che terrà anche il corso di tango argentino. In ultimo ma non per importanza, due corsi di movimento e benessere, lo yoga con Martina Danieli e un’altra novità, il taiji quan con Orietta Montagnolo e Michele Villotti.
La preiscrizione online è altamente consigliata e comporta diritto di prelazione. Tutte le informazioni e le preiscrizioni sono disponibili sul sito www.ferraraoff.it .
Maggiori dettagli chiamando il 333 6282360 o scrivendo a info@ferraraoff.it

Paola Peruffo

Pari opportunità, Peruffo: “Governo con limitata presenza di donne, auspico impegno contro gli abusi”

Da: Forza Italia Ferrara

A stretto giro dall’omicidio di Cinzia Fusi e dalla fiaccolata di sensibilizzazione sul terribile fatto di Copparo, il nostro territorio registra un caso altrettanto drammatico che ha coinvolto un’altra donna, Atika Gharib, a Castello d’Argile.

Pur con tutta la diffidenza che contraddistingue il neonato governo M5S-PD, partendo da basi politiche tra loro così differenti e storicamente poco coese, mi auguro che quella della violenza sulle donne continui a essere un punto focale su cui mantenere l’attenzione per dar seguito alla Legge sul Codice Rosso approvata definitivamente a luglio scorso. Dar seguito su questi punti a mio avviso significa impegnarsi a tutti i livelli istituzionali tra prevenzione ed educazione dei più giovani, fino al contrasto degli abusi sin dalle prime segnalazioni da parte di soggetti deboli.

Una nota non positiva relativa al presente Esecutivo riguarda il tema delle Pari Opportunità. Alla vigilia della formazione del Governo Caterina Mazzella, presidente nazionale di Fidapa (associazione nazionale delle donne impegnate nelle arti e professioni) aveva scritto al Presidente Giuseppe Conte per chiedere una pari rappresentanza di genere all’interno del Consiglio dei Ministri, anche in ottemperanza all’obiettivo 5 dell’Agenda ONU 2030 sullo sviluppo sostenibile. Nei fatti, ancora una volta, le donne pagano una presenza limitata a 7 donne su 21 componenti.

La strada da percorrere in difesa dell’uguaglianza è ancora lunga, se è vero che, prima ancora delle competenze dei singoli ministri, la maggior parte dei media, a seguito del Giuramento, si è soffermata su forma e taglio del vestito della responsabile del Dicastero dell’Agricoltura e non sulle tematiche che dovranno essere messe in campo. “Sciocchezze”, sarà il commento di tanti, ma se non ci si dissocia da queste forme di giudizio, diventa problematico poi affrontare, a cascata, questioni più rilevanti, dalla parità di retribuzione alla difesa contro abusi e violenze sulle donne.

Sabato 7 Settembre al “Ferrara Balloons Festival”: Inaugurazione, Frecce Tricolori, Mongolfiere e Sport

Da: Organizzatori

A causa del maltempo, l’inaugurazione del Ferrara Balloons Festival 2019 slitta a domani, sabato 7 settembre, alle 15.45. A rendere omaggio alla città di Ferrara e alla manifestazione sulle mongolfiere più importante d’Italia, giunta alla XV edizione, sono le Frecce Tricolori, in sorvolo sul Parco urbano “Giorgio Bassani” alle 16.00.
Lo spettacolare passaggio della Pattuglia Acrobatica Nazionale dell’Aeronautica Militare s’inserisce in un programma di attività molto ricco, che inizia alle 7.00 con il volo libero delle mongolfiere, da quelle classiche a forma di lampadina alle special shapes con le fattezze di pirati, animali, bottiglie di Coca-Cola e altri soggetti. I voli vincolati cominciano alle 10.30 nelle aree di Renault (gold sponsor) e di QN, e riprendono nel pomeriggio accanto ai voli liberi. Pausa alle 15.00, quando i piloti del Festival accolgono il pubblico dentro gli aerostati, per rivelare alcuni dei segreti che li fanno volare (Mongolfiere Aperte).
A partire dalle 10.00, porte aperte a Pompieropoli, dove operatori dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco accompagnano i piccoli in prove di destrezza e simulazioni delle operazioni da compiere in caso di incendio, promuovendoli a “pompieri per un giorno”.
Alla stessa ora inizia il Battesimo della sella, per scoprire il mondo dei cavalli attraverso giochi, laboratori, passeggiate e spettacoli.
Tra le proposte legate allo sport, Gioca col campione!, dedicato dalla Niagara 4 Torri Volley Ferrara a chi vuole provare la pallavolo, il tiro con l’arco, a cura della Compagnia Arcieri e Balestrieri Filippo degli Ariosti, e la pallacanestro, con tornei ed esibizioni insieme alla Scuola Basket Ferrara.
StradAmica, il percorso di sicurezza stradale con mini auto elettriche, attende i più piccoli per insegnare loro il codice stradale facendoli divertire.
Dopo aver fatto atterrare il suo elicottero TH-500, l’Aeronautica Militare – C.O.A. Poggio Renatico e A.A.A. Sezione Ferrara espone nel proprio stand interattivo il cockpit dello storico velivolo F-104, del Tornado e dei mezzi di supporto all’attività e alla difesa aerea, insieme alla tenda meteo. Chi vuole provare l’emozione del volo, può approfittare del simulatore dinamico e di Celestino, per i bambini. L’Arma dei Carabinieri – Comando Provinciale di Ferrara mostra come funziona una stazione di coordinamento delle operazioni militari. Nell’area della Guardia di Finanza – protagonista alle 14.00 anche con le proprie unità cinofile – sono visibili le attrezzature specialistiche del comparto aeronavale e in quella della Polizia Penitenziaria (sempre dalle 14.00) la radiomobile e altre strumentazioni di servizio.
Informazioni sul sistema di raccolta dei rifiuti e laboratori di riciclo creativo nello stand del Gruppo Hera; screening e consulenze gratuite in quello di AFM – Farmacie Comunali Ferrara.
Lungo tutto l’arco della giornata, grande attenzione ai bambini, con i laboratori creativi e il truccabimbi, Winter Wonderland Experience (gonfiabili, tappeti elastici, ponte tibetano, rulli acquatici e pista di quad) e il Circo Artisti Famiglia Rossi, sotto il cui tendone si alternano mangiafuoco, cowboy, show di bolle e contorsionisti.
L’atmosfera si fa rinascimentale alle 16.30, con la rievocazione storica messa in scena dai musici e dagli sbandieratori delle contrade dell’Ente Palio di Ferrara.
Ancora sport nel pomeriggio, tra la caccia al tesoro, l’orienteering e le attività motorie promossi dal Coni Point Ferrara, lo stand up paddle (a cura di Delta Sup), l’uguale ed opposto di Uastamasta e lo zumba (Curves). Alle 17.30 la Niagara 4 Torri Volley Ferrara presenta la prima squadra di serie B e mezz’ora dopo la Scuola Basket Ferrara introduce i campioni nazionali di baskin (la disciplina che unisce disabili e normodotati).
Chiusura in musica con un doppio appuntamento serale: dalle 18.30, nel Villaggio della Musica, primo live dell’Estense Music Academy con il concerto pop-rock del gruppo “On Tour”. E a seguire, il suggestivo Ballooning Rhapsody – A Night Glow at the Opera, con le mongolfiere illuminate sulle immortali note dei Queen.

Domani l’ingresso al Parco è gratuito per i minori di 12 anni e a pagamento (5 euro) per gli over 12.

Per ulteriori informazioni: ferrarafestival.it.

Estate bambini 2019 – Gli appuntamenti del 7 settembre

Da: Cidas Cooperativa Sociale

Dal 3 all’8 settembre si svolge a Ferrara Estate Bambini, la rassegna di laboratori, spettacoli e iniziative per bambini e ragazzi in Piazza XXIV Maggio. 
Ieri, giovedì 5 settembre, l’Assessore Dorota Kusiak Assessore alla Pubblica Istruzione, Formazione e Pari Opportunità ha visitato Estate Bambini accompagnata dagli organizzatori esprimendo apprezzamento e soddisfazione per la riuscita della XVI edizione della manifestazione ferrarese dedicata ai bambini e alle loro famiglie.
In allegato una fotografia dell’Assessore e degli organizzatori.
 
Tutte le iniziative sono gratuite e ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, tranne i casi – specificati nel materiale informativo – in cui è richiesta la prenotazione.  
Il programma di Estate Bambini di sabato 6 settembre, in Piazza XXIV Maggio:
Alle ore 9 Storie Di Fiume progetto di animazione fluviale sulla motonave Nena a cura dell’Associazione Fiumana.
Il fiume Po, via di comunicazione e linea di confine fra territori è sempre stato zona di scambio lecito ed illecito, zona di transito e contrabbando, via prediletta sino agli anni ’50 degli scambi commerciali e con essi quelli delle idee e delle “storie”. Pellegrina, Giovanni e Kapitan Atze, ” zent ad cunfin, o ladar o asasin”, inviteranno i bambini a percorrere un viaggio reale ed immaginario attraverso le storie della gente di fiume. Fondamentale alla buona riuscita della missione sarà il ritrovamento delle ruote della magica macchina inventastorie, smarrita tanto tempo fa, un po’ come la memoria. I bambini protagonisti dell’avventura diverranno inventori di storie da regalare a chi si ama o al fiume, in una sorta di rituale collettivo, facendole galleggiare su barchette di carta spinte dalla corrente.
Programma giornaliero (il tragitto prevede un percorso di andata e ritorno):
ore 9:00 – Partenza dalla Darsena
ore 11:00 – Arrivo a destinazione
Attività di animazione e narrazioni
Ore 12:00 – Pranzo al sacco
Ore 14:00 – Imbarco per rientro
Laboratorio creativo in navigazione
Ore 15:30 – Arrivo
Tragitto: Ferrara-Villa Mensa, Sabbioncello San Vittore. Dai 5 anni Prenotazione presso La redazione dei ragazzi, in Piazza XXIV Maggio. Attività a pagamento: € 5,00 a partecipante
 
Ore 17 – Ricicletta “Senza ruotine. Impariamo ad andare in bicicletta”: Tante attività in bici con gli amici di Ricicletta… Ogni pomeriggio ci sarà un laboratorio legato alla bicicletta. “Senza ruotine. Impariamo ad andare in bicicletta”: attività di affiancamento a genitori e bambini che usano ancora le ruotine, per fare insieme il passaggio. Prenotazione obbligatoria presso lo stand di Ricicletta. 
Alle ore 17,30 Concerto di arpe celtiche e flauti irlandesi presso Spazio Concerti a cura di Musijam. Concerto dai 5 anni durata: 60 min
Alle ore 17.30 Uffa!Proprio Adesso Che…Capricci e Sbuffi Buffi presso Arena Spettacoli Covo dei Ragazzia cura dei ragazzi della Tana delle Storie
Il re che non voleva fare nulla di nulla e il bambino che gli insegnò l’amore, il principe che diceva sempre uffa, la bimba che voleva tanto, ma tanto un animaletto.
Spettacolo. dai 3 anni durata: 40 min
 
Alle ore 17,30 e alle 18.45 presso l’Isola del tesoro : Piccoli Teatri, piccolo Principe A cura di Gianni Franceschini, con Chiara Alberani, Marcello Brondi e Teresa Fregola. L’avventura del Piccolo Principe è raccontata con parole e musica e mostrata in un percorso immaginario in dieci piccoli teatrini. I personaggi dell’avventura appaiono nelle scatole teatro, gli attori raccontano e muovono le figure; di volta in volta un partecipante diviene il Piccolo Principe e rive insieme agli animatori le tappe del viaggio nell’universo. Così gli incontri, i pensieri e le emozioni avvolgono tutti, attori, musicista e spettatori. Prenotazione obbligatoria al punto informazioni di Estate Bambini. Installazione – percorso d’arte, narrazione e animazione dai 5 anni durata: 40 min
Alle ore 18 presso Spazio Cinema dell’Isola del Tesoro Iggity, Ziggity, Zaggity, Zoom! maratona di cortometraggi d’autore. La Strega dell’ovest ha la pelle tutta verde, Strega Rossella ha un grosso nasone ed indossa un cappello a punta ma si dice sia molto gentile, secondo Roald Dahl “le vere streghe sembrano donne qualunque, vivono in case qualunque, indossano abiti qualunque e fanno mestieri qualunque” ma se si fa molta attenzione le si può riconoscere da alcuni piccoli particolari… Una selezione di cortometraggi appartenenti a tutte le epoche della storia del cinema, fin dalle sue origini, per uno speciale omaggio a Strega Rossella e alle altre numerose streghe, tutte diverse, protagoniste di incredibili storie.
L’ingresso è possibile in qualsiasi momento, avendo cura di non disturbare gli altri spettatori. Cinema dai 3 anni durata: 90 min

Alle ore 18,00 l’Arena Spettacoli Festebà Circus ospita Festebà Circus: Il Soffio Magico bubble on circus. Spettacolo che offre un nuovo modo di avvicinarsi al mondo delle bolle di sapone. Trasforma qualunque luogo in un magico teatro a cielo aperto, senza trascurare nessun elemento, né la storia dei personaggi né gli effetti speciali come la pioggia di bolle di sapone. La magia sorprende, la musica coinvolge e le risate sono il miglior ingrediente della vita. Spettacolo per tutti durata: 30 min
Alle ore 18,30 l’Arena Spettacoli Festebà Circus ospita Festebà Circus: Cartoon Toylette teatro nelle foglie. Nel suo spettacolo dal linguaggio universale, il Niño Retrete lascia esprimere il bambino che porta dentro sé, invitando il pubblico a entrare Nel suo universo umoristico.
Così si scopre uno spettacolo pieno di emozioni e di gioco dallo stile insolito, Interpretato da un personaggio delirante. L’umorismo, le acrobazie, I numeri adeguati al ritmo della musica e la partecipazione del pubblico provocano risate a crepapelle. Spettacolo per tutti durata: 40 min
Alle ore 19 presso Spazio Libreria Testaperaria Preziosa Terra a cura di Marta Besantini. Performance finale del laboratorio multidisciplinare di fumetto creativo per ragazzi. Il progetto è un omaggio alla giovane Greta Thunberg, attivista svedese sedicenne sostenitrice dello sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico. Lo spettacolo finale viene concepito allo scopo di creare un percorso visivo e una narrazione completa e risultante da quanto raffigurato sulla propria t-shirt da parte di ogni singolo partecipante come un tableau vivant. Spettacolo dai 5 anni durata: 20 min
Alle ore 21,30 presso l’Arena Spettacoli Festebà Circus Imaginaria teatro nelle foglie. Trascinando un baule gigante, fra nuvole di polvere e carte ingiallite dal tempo, compare Maldimar. In bilico tra cartone animato e bambino di strada, invita lo spettatore ad entrare nel proprio universo, fatto di corde e di nodi, di piccole magie quotidiane, di ingranaggi che non si sa cosa muovano.  Gesti semplici che visti con gli occhi di un bambino si trasformano in spettacolari e spettacolari acrobazie che riportano gli adulti allo stupore dei bambini. Spettacolo per tutti durata: 40 min
Alle ore 22.15 presso l’Arena Spettacoli Festebà Circus ospita Festeba’ Circus: Il soffio Magico by night  spettacolo che offre un nuovo modo di avvicinarsi al mondo delle bolle di sapone. Trasforma qualunque luogo in un magico teatro a cielo aperto, senza trascurare nessun elemento, né la storia dei personaggi né gli effetti speciali come la pioggia di bolle di sapone. La magia sorprende, la musica coinvolge e le risate sono il miglior ingrediente della vita. Spettacolo per tutti durata: 30 min

Tutti i giorni dal 3 al 8 settembre, dalle 16.30 alle 19.30 attorno all’Acquedotto troverete:
La Libreria Testaperaria: presente tutti i giorni con tante proposte editoriali di qualità. Testaperaria è anche un luogo di attività “intorno al libro”: narrazioni, laboratori creativi, incontri con l’autore. Un luogo in cui fermarsi a leggere, osservare e sfogliare senza fretta.
La Biblioteca dell’Isola del Tesoro: una ricca biblioteca per bambini e ragazzi all’interno dell’acquedotto.
Il Mini Ludobus Dell’isola: uno spazio dedicato ai bambini da 0 a 6 anni e ai loro genitori, è suddiviso per spazi di gioco e di incontro, seguendo le diverse età dei piccoli, le loro esigenze e quelle degli adulti che li accompagnano:
Spazio piccoli: per i neo genitori e i bambini che ancora non camminano è a disposizione lo Spazio Piccoli, accogliente e confortevole, dove è possibile allattare in tranquillità e ricevere consigli dalle operatrici del Centro per le Famiglie su allattamento e sulle prime cure da fornire al neonato. Da 0 anni
Spazio giochi e scoperte: per i bambini più grandi le educatrici dei Centri Bambini e Famiglie organizzano spazi per il movimento, giochi con materiali naturali, laboratori di manipolazione, una grande sabbiera, pittura, travestimenti, giochi da tavolo e altro ancora. Dai 3 anni
Ciclotto, Giostra a pedali: un racconto allegorico, un albero che gira a forma di giostra con otto seggiolini, ognuno associato un elemento. Gli otto elementi rappresentano i quattro segni dello zodiaco: terra, acqua, aria e fuoco; che si combinano con le quattro parti dell’albero: la radice, la foglia, il fiore e il frutto. “Il mio gioco è pedalare e far volare i bambini, dinamizzare l’acqua di cui sono fatti ad ogni giro di giostra.” Dai 3 anni
Musica per piccolissimi: laboratorio di Music Together, quest’anno ancora più ricco di canzoni tradizionali, italiane e internazionali, e strumenti LIVE ogni giorno diversi, tutti da scoprire! Da 0 anni
La città laboratorio: una piazza di paese in cui si propongono sfide a due e tornei di abilità con trampolini di legno, lancio degli anelli, tiro ai barattoli, pista dei tappi e delle biglie di vetro, corsa dei sacchi ecc. L’Officina del riuso, invece, è il luogo in cui tutti i bambini possono creare personali opere d’arte e una grande opera collettiva, l’accampamento indiano delle tende di carta. A cura di Coop. Le Pagine Dai 6 anni
Angolo giochi da tavolo: “Il tempo è un gioco, giocato splendidamente dai bambini” (Eraclito) I giochi di società, tombola, forza 4, caccia al tesoro, shangai, assorbono completamente l’attenzione dei bambini, genitori ed educatori: si entra liberamente in un mondo in miniatura in cui è possibile affrontare ostacoli e problemi.
Il gioco è fatto di regole che trasformano gli oggetti inanimati in una realtà in grado di appassionarci. “La vita è più divertente se si gioca” (R. Dahl) 
Per informazioni e programma completo:
www.estatebambini.it | info@estatebambini.it
www.facebook.com/estatebambini/
Per contattare l’Ufficio Comunicazione di Estate Bambini:
Irene Pancaldi irene.pancaldi@cidas.coop | 345 7918452

Sipro a farete con le imprese ferraresi presenta il progetto interreg green mind e investinferrara

Da: Sipro Ferrara

Sipro – Agenzia per lo Sviluppo di Ferrara, ha partecipato a Farete, la Fiera dedicata alle imprese organizzata da Confindustria Emilia, che si è tenuta a Bologna il 4 e 5 settembre scorsi. “Sipro ha partecipato con il Progetto Europeo Green Mind, di cui SIPRO è partner e il Progetto Investinferrara, dedicato all’attrattività imprenditoriale del territorio ferrarese. Per promuovere il pacchetto localizzativo che abbiamo condiviso con Sindaci, Associazioni delle Imprese, Sindacati, UNIFE e Istituti di Credito” – dichiara Paolo Orsatti, Amministratore Unico di SIPRO – “Abbiamo offerto l’opportunità di essere presenti nel nostro stand anche alle imprese del territorio, e ringrazio chi ha deciso di cogliere l’occasione per farsi conoscere in questa importante vetrina: Bondeno che Lavora; Wamo; Allf; Aps Il Turco, 4e-Consulting”. Durante la due giorni è stato presentato il Progetto Europeo Green Mind dedicato a sviluppare azioni per la mobilità green e smart in particolare nei settori del trasporto e della logistica; automotive e componentistica, inclusi i veicoli automatici; carburanti verdi ed infrastrutture collegate, incluse infrastrutture smart e sistemi intelligenti per la mobilità. Non sono mancati i momenti dedicati alle imprese presenti, in particolare un cooking show realizzato dallo chef Michele Raccuia della start-up innovativa Allf – All Italian Food, che ha cucinato presentando un’innovativa tecnica di conservazione dei cibi. Hanno condiviso lo spazio espositivo e illustrato le loro esperienze, 4e-Consulting, APS Il Turco e Bondeno che Lavora, un gruppo di imprese unite per creare una rete di promozione delle attività e delle esigenze del territorio bondenese. In particolare, erano presenti Bregoli group, Officine Barbieri, Stil tende Genius Metalsab Cartotecnica 6, Team Plast. Inoltre, grazie alla collaborazione con Yon – società specializzata in operazioni di M&A per le PMI – era attivo un desk dedicato alla crescita attraverso le aggregazioni ed i capitali.
E’ stata una vivace opportunità di confronto e business per le imprese emiliane.

Hera: manutenzione programmata all’acquedotto di Portomaggiore – possibili cali di pressione nelle frazioni limitrofe

Da: Gruppo Hera

Mercoledì 11 settembre Hera effettuerà un intervento di manutenzione programmata sul serbatoio pensile di via Eppi, a Portomaggiore.

Le opere sono tese a rendere sempre migliore e più performante l’infrastruttura idraulica, e per svolgerle in sicurezza sarà necessario eseguira alcune manovre sulle principali adduttrici a servizio della struttura.

Pertanto, tra le 8.30 e le 12.30 del giorno stesso potranno verificarsi cali di pressione generalizzati sia nel centro abitato di Portomaggiore e Portoverrara, in comune di Portomaggiore, sia nel comune di Argenta, con particolare riferimento alle località di Bando, Filo, Anita e Longastrino.

Copparo – Inaugurazione monumento Marina Militare

Da: Redazione Comune di Copparo

Ritorna in auge il Parco della Marina di Copparo, il monumento dedicato alla Marina Militare. Il monumento, un’ancora tipo Hall appoggiata su un cubo in cemento con la targa “Copparo alla Marina Militare Italiana” venne inaugurato il 24 settembre 1983. Ora, dopo 36 anni il monumento viene ripristinato grazie all’interessamento Dell’amministrazione Comunale e i soci ANMI di Ferrara – Associazione Nazionale Marinai d’Italia.
La cerimonia si svolgerà domenica 8 settembre con il seguente programma

cof

Porotto Insieme festa di sport, musica, dibattiti e gastronomia

Da: Ufficio stampa di Porotto Insieme

A cura del Circolo PD “Lio Rizzieri” e dell’Associazione Sportiva X Martiri di Porotto

Ritorna a settembre come ogni anno la festa di Porotto Insieme a cura del Circolo PD “Lio Rizzieri” e dell’Associazione Sportiva X Martiri di Porotto, presso il campo sportivo di Via Petrucci. La festa si svolgerà nell’arco di tre week-end lunghi: il primo da venerdì 13 a domenica 15 settembre; il secondo da venerdì 20 a domenica 22 settembre; il terzo da venerdì 27 a domenica 29 settembre. Questo il programma dettagliato:
Venerdì 13 settembre: ore 18 torneo di Trionfo a cura di Ibo Italia (info e iscrizioni al 340 2856299); ore 20 Family Circus & Giochi circensi (anteprima del “Progetto Capriola”, partecipazione aperta a tutti); ore 21 dibattito “L’influenza dei social nella formazione del pensiero” coordinano Valentina Bordonaro e Nicola Minelli.
Sabato 14 settembre: ore 18 concerto jazz del Duo Manuzzi/Manzoli; ore 21,30 concerto di Mercanti e Servi cover band dei Nomadi.
Domenica 15 settembre: ore 10-12 pista polivalente, esibizione di Tchoukball, sport emergente non competitivo, a cura dell’omonima associazione locale di Ferrara.
Venerdì 20 settembre: ore 18 conferenza delle Donne PD “Ricominciamo dalle donne, necessarie per il cambiamento” a cura della sen. Paola Boldrini; ore 21 dibattito su “Agenda 2030 obiettivi per lo sviluppo sostenibile”, intervengono Paola Gazzolo (Assessore politiche ambientali Regione Emilia Romagna), sen. Andrea Ferrazzi (rappresentante PD commissione Ambiente e Territorio del Senato), Michele Darsiè (portavoce ferrarese del Movimento Freeday For Future).
Sabato 21 settembre: ore 18 campo sportivo, Camminata Ludico-Motoria con competitiva di 6,5 km aperta a tutti; ore 21 un programma di “Musica per sognare” con Pippi Farina.
Domenica 22 settembre: ore 12 dibattito con Paolo Calvano (segretario regionale PD) e Stefano Bonaccini (presidente della Regione Emilia Romagna).
Venerdì 27 settembre: ore 18,30 dibattito “Giustiza, cittadini e speculazioni politiche”; intervengono avv. Fabio Anselmo, Ilaria Cucchi e Michele Dalai (scrittore), coordina Filippo Vendemmiati (giornalista Rai); ore 21 spettacolo “Il vecchio e il Tour de France” un monologo di e con Michele Dalai sulla figura di Gino Bartali.
Sabato 28 settembre: ore 18 torneo di Calcino a cura di Ibo Italia (info e iscrizioni al 340 2856299); ore 20,30 incontro sul tema “Volontari si diventa” a cura di Dino Montanari; ore 21,15 concerto di musica irlandese con la band Good Night Irene.
Domenica 29 settembre: ore 11 esibizione del Gruppo cinofilo A.S.D. La Diamantina. Nel pomeriggio, chiusura della festa
Il ristorante di Porotto Insieme offre piatti e dolci tipici della cucina ferrarese preparati dalle volontarie; e anche menù di pesce curati dalla locale Pescheria del Buongustaio. Aperto il venerdì e sabato alla sera e la domenica solo a pranzo. Info e prenotazioni al 338 4374175 oppure 348 4301210.

Copparo – Mercato del Forte

Da: Ufficio Comunicazione Comune di Copparo

Appuntamento domenica 8 settembre con il mercato del Consorzio Versilia Forte dei Marmi, che si terrà dalle ore 8 alle ore 20 in piazza del Popolo, a Copparo.

Un grande outlet all’aperto proprio sotto casa:
il Consorzio Versilia Forte dei Marmi nasce come un’organizzazione coordinata e strutturata per promuovere in tour la qualità e la moda del rinomato Mercato di Forte dei Marmi, facendo si che i numerosi clienti che frequentano il mercato nel periodo estivo ne possano usufruire anche negli altri mesi senza dover percorrere svariati chilometri per aggiudicarsi gli affari.

L’alta qualità del Made in Italy:
le varie aziende commerciali consorziate offrono, com’è nella tradizione che ha reso famoso il Mercato di Forte dei Marmi, prodotti di alta qualità a prezzi concorrenziali: dalla maglieria artigianale in cachemire all’abbigliamento firmato in stock, dal pronto moda all’ultimo grido ai capi in pelle, dalle borse più alla moda fino alla bigiotteria più sfiziosa, senza dimenticare la rinomata biancheria per la casa, l’intimo firmato e la pelletteria di qualità.

Generazione Z, uno spettacolo sui giovani degli anni zero, Domenica 8 Settembre

Da: Officina Teatrale A_ctuar Ragazzi

Domenica 8 settembre alle ore 21.15 andrà in scena nella “Sala Macchine” di Consorzio Factory Grisù “Generazione Z”, uno spettacolo di Officina Teatrale A_ctuar di e con i ragazzi nati negli Anni Zero. In un luogo imprecisato, di un futuro non troppo lontano e neanche troppo irreale, un gruppo di adolescenti viene selezionato per un singolare esperimento: su queste note, un gruppo di giovanissimi attori cercherà una maniera alternativa per raccontare la propria generazione, etichettata emblematicamente con l’ultima lettera dell’alfabeto, cresciuta negli anni della grande crisi e costantemente in bilico tra vita digitale e reale. Generazione Z è uno spettacolo fluido, crudele e tenero, che mescola performance, danza contemporanea e musica elettronica, che gioca con le metafore, con Pasolini e con gli stereotipi, che disorienta, chiama in causa e tra le righe nasconde i propri messaggi. Lo spettacolo è la conclusione di un progetto multidisciplinare annuale ideato da Sara Draghi e Massimo Festi di Officina Teatrale A_ctuar e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. In scena oltre 20 ragazzi tra gli 11 e i 16 anni, una parte dei quali reclutati il giorno stesso dello spettacolo. Il progetto ha visto la collaborazione di Alessandra Fabbri, che ha curato il laboratorio di movimento e improvvisazione fisica e Sergio Calzoni, che ha creato le musiche che faranno da sottofondo allo spettacolo. L’ingresso allo spettacolo è libero. Evento patrocinato dal Comune di Ferrara.

Lo Spettacolo è inserito nel progetto “Un Mosaico di opportunità” finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di cui agli artt. 72 e 73 del D. Lgs. n. 117/2017 anno 2018, volto a contrastare la marginalità.

Generazione Z Un progetto di Officina Teatrale A_ctuar Di e con i ragazzi degli Anni Zero Musiche originali di Sergio Calzoni

Domenica 8 Settembre 2019 ore 21.15 Consorzio Factory Grisù Via Poledrelli 21, Ferrara Ingresso libero

Presentazione Edizione 2019 della Sagra dell’Anguilla

Da: Ufficio Stampa Comune di Comacchio

Quando si parla di Comacchio la mente corre inevitabilmente al suo dedalo di viuzze e canali, alle splendide valli del Parco del Delta del Po patrimonio MaB Unesco e ai prelibati piatti a base di anguilla, riconosciuta Presidio Slow Food e la cui lavorazione a Comacchio è tradizione secolare. La regina delle valli verrà celebrata nelle sue varie lavorazioni dal 28 settembre al 13 ottobre 2019 – con anteprima la sera del 27 settembre – per la XXI edizione della Sagra dell’Anguilla, la cui gestione è stata affidata per il secondo anno consecutivo dal Comune di Comacchio all’ACD San Giuseppe, la quale si avvale della preziosa collaborazione di Visit Comacchio e Po Delta Tourism.
Durante l’ultimo fine settimana di settembre e i primi due di ottobre, il suggestivo centro storico della città lagunare farà da sfondo ad invitanti pietanze con il grande stand gastronomico realizzato sull’Argine Fattibello che, dopo l’esperimento positivo dello scorso anno, sarà ancora una volta diviso in due parti: un self-service da 750 coperti, la cui cucina è gestita in collaborazione con i volontari di AMNI Comacchio, e un ristorantino con servizio al tavolo per 100 coperti. Preziosi come sempre dunque i volontari coinvolti, che saranno un centinaio: oltre a quelli di Amni Comacchio in cucina, in sala ci saranno i volontari di ACD San Giuseppe, Basket Delta Comacchio, Volley Comacchio e Canoa Club Comacchio. Si rinnova anche per questa edizione la collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore Remo Brindisi (Lido degli Estensi), sia per quanto riguarda la parte di ristorazione che per quella di servizi ai visitatori.
Altra importante novità per quanto riguarda la parte self-service dello stand è l’adesione all’iniziativa Plastic Free, per ridurre l’uso della plastica usa e getta e di oggetti mono uso come bottiglie, stoviglie, cannucce e sacchetti. Un’iniziativa che denota una grande attenzione per le tematiche ambientali, sempre più attuali al giorno d’oggi, e sicuramente molto sentite per chi organizza eventi in un’area MAB Unesco come è quella del Delta del Po.
I ristoranti del territorio creeranno inoltre un circuito gastronomico che rivisiterà anguilla e altre specialità locali, mentre il centro storico cittadino sarà animato con spettacoli teatrali e d’intrattenimento, con il coinvolgimento di associazioni del territorio. Sarà realizzato un percorso espositivo con prodotti agricoli, tipici e artigianato, con la presenza anche di attori locali quali i Buccaneers, La Comacchiese 2015 e Spazio Marconi. Grande importanza è stata data anche all’aspetto sicurezza, e per la sorveglianza ci sarà una collaborazione con l’Associazione Treponti.
Tornano anche i cooking show della Sagra dell’Anguilla, con alcuni dei volti più celebri della cucina nostrana. Domenica 29 settembre alle ore 15.00, all’ombra dei Trepponti, arriverà la regina delle sfogline Alessandra Spisni, volto storico e amatissimo de La Prova del Cuoco di Rai Uno e presidente dell’associazione delle sfogline VSB Bologna. Ritorno alle origini invece per Igles Corelli, uno dei maestri indiscussi della cucina italiana, arrivato alla ribalta nazionale tra gli anni ’80 e ’90 come chef dell’ormai mitico ristorante “Il Trigabolo” di Argenta. Il “Maestro” Corelli sarà in Piazzetta Trepponti sabato 12 ottobre alle 15.00 insieme alle telecamere di Gambero Rosso TV, che realizzerà uno speciale sulla sagra.
A Comacchio, ormai amico della Sagra, tornerà anche Chef Rubio, ma questa volta in veste di fotografo: il suo reportage del viaggio in Giappone, allestito negli spazi della Manifattura dei Marinati, sarà presentato da lui insieme allo Chef Jin Ogata sabato 5 ottobre alle ore 15.00.
La Sagra dell’Anguilla vuole però essere molto di più di un semplice evento dedicato all’enogastronomia. La secolare tradizione della lavorazione dell’anguilla si deve soprattutto alla particolarità dell’habitat nel quale la città è immersa, quello del Parco del Delta del Po, nominato Riserva di Biosfera MaB UNESCO nel 2015, dove l’anguilla trova il proprio habitat naturale che le permette di vivere e riprodursi. Un territorio che dà la possibilità di partecipare a suggestive escursioni immersi nella spettacolare natura di fine estate, come quella in barca dove si potrà assistere al tradizionale metodo di cattura dell’anguilla, oppure la passeggiata alla scoperta della Salina e dei fenicotteri rosa, che qui ogni anno nidificano e regalano uno spettacolo naturale di rara bellezza. Presso la Manifattura dei Marinati, edificio novecentesco un tempo centro dell’economia di Comacchio, dove fu girata una famosa scena del film “La donna del fiume” con Sophia Loren, si potrà assistere alla spiedatura, all’accensione dei camini nella Sala Fuochi e alla cottura della “Regina delle Valli”. I prodotti cucinati, fra i più rappresentativi della tradizione locale, si potranno gustare nell’area ristorativa allestita all’intero della sala fuochi.  Unica e spettacolare per il pubblico sarà anche la gara dei Mamalucchi, tradizionali imbarcazioni condotte da abili barcaioli comacchiesi che il 29 settembre si sfideranno per conquistare la finale del 13 ottobre.
Gli amanti dei musei potranno invece approfittarne per visitare due piccoli gioielli: il primo è il Museo Delta Antico, inaugurato poco più di due anni fa e che illustra, tramite l’esposizione di reperti davvero unici, l’evoluzione del territorio e degli insediamenti umani che hanno caratterizzato la storia dell’antico delta del Po. Il secondo è la Casa-Museo Remo Brindisi, moderna struttura immersa nel verde della pineta di Lido di Spina e soggiorno estivo del maestro Remo Brindisi fino alla sua morte, che fu realizzata negli anni tra il 1971 ed il 1973 su progetto dell’architetto-designer Nanda Vigo. Un museo di straordinaria importanza nelle cui collezioni spiccano le opere di maestri del Novecento come Medardo Rosso, Giacomo Balla, Filippo De Pisis, Andy Wharol, Lucio Fontana, Bruno Munari.  Sabato 12 ottobre, in occasione della XV Giornata del Contemporaneo, il Museo sarà ad ingresso gratuito con visite guidate gratuite alle ore 11.00 e 16.00

Al via gli interventi per il recupero della Chiesa di San Domenico a Ferrara, di proprietà del F.E.C.

Da: Prefattura di Ferrara

L’annuncio al termine della riunione in Prefettura

Si è tenuto ieri in Prefettura un incontro per fare il punto sulle condizioni strutturali della Chiesa di San Domenico di Ferrara, complesso monumentale di particolare pregio artistico e significato religioso, di recente acquisito alla proprietà del F.E.C. – Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno, ai fini dell’avvio dei lavori di recupero e consolidamento dell’intera struttura.
All’incontro, presieduto dal Prefetto di Ferrara Michele Campanaro, erano presenti Corrado Azzollini, Segretario regionale del MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), Gabriele Pivari, Keoma Ambrogio e Chiara Guarnieri della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio dell’Emilia Romagna, l’Assessore Marco Gulinelli del Comune di Ferrara, don Stefano Zanella, direttore dell’Ufficio tecnico dell’Arcidiocesi di Ferrara e l’avvocato Barbara Grandi, custode giudiziario della Chiesa.
Il Segretario regionale del MiBACT, in apertura dell’incontro, ha comunicato l’avvenuto inserimento della somma di € 2.457.975,00 nel Piano degli interventi per la ricostruzione delle opere pubbliche post-sisma messo a punto dalla Regione Emilia Romagna, finanziamento stanziato per i lavori di recupero e consolidamento della Chiesa di San Domenico, gravemente danneggiata dopo il sisma del 2012.
Il Prefetto, sottolineando come tali interventi rivestano carattere di urgenza anche per il forte deterioramento dell’immobile, ha quindi invitato i vertici regionali del MiBACT ad una decisiva accelerazione degli interventi di messa in sicurezza, quantificati nella Relazione Tecnica depositata dai funzionari della Soprintendenza Archeologica per un importo di € 273.000,00 relativi ai lavori di somma urgenza. Detti lavori consentiranno lo smontaggio e la collocazione in deposito delle opere pittoriche e scultoree mobili presenti nel complesso di san Domenico, le puliture ed i trattamenti del coro, del pulpito e degli arredi lignei, la protezione degli altari di pregio e inamovibili, oltre alle puntellature delle situazioni statiche compromesse.
Aderendo all’invito del Prefetto, il Segretario regionale del MiBACT, quale ente attuatore dell’intervento, ha assicurato l’apertura, a partire dalla prossima settimana, dei cantieri per l’avvio dei lavori di somma urgenza.
“Le sinergie realizzate tra le diverse istituzioni presenti sul tavolo prefettizio – ha sottolineato il Prefetto Campanaro al termine dell’incontro – sono state determinanti nel perseguire un risultato importante ed atteso dalla Città, con l’avvio dei lavori di messa in sicurezza del complesso monumentale di San Domenico. Continueremo a monitorare con attenzione la vicenda nel suo insieme, per assicurare la restituzione alla comunità della Chiesa, con la sua riapertura”.

Idrovia ferrarese, Calvano chiede alla Regione di fare il punto e chiede le risorse per riprogettare il ponte di Final di Rero

Da: Ufficio Stampa Gruppo Partito Democratico Emilia-Romagna

Calvano: “Urgente risolvere il problema del nuovo ponte di Final di Rero e definire tempi e impegni economici per l’Idrovia nella nostra provincia”

A Final di Rero sono partiti i lavori per realizzare, parallelamente alla strada provinciale esistente, la viabilità di servizio e un nuovo ponte provvisori, visto che su quello vecchio, deteriorato, da febbraio 2018 vige il divieto di transito per i mezzi superiori alle 15 tonnellate. Appena saranno completati questi interventi, si potrà intervenire sul vecchio ponte, rifacendolo. È quindi opportuno stringere i tempi sulla sua riprogettazione, per la quale servono risorse specifiche, che ho chiesto alla Regione Emilia-Romagna di rendere disponibili” annuncia il consigliere regionale e segretario Pd dell’Emilia-Romagna Paolo Calvano.

“Le risorse per realizzare il ponte sono invece già finanziate con il budget di uno dei due stralci di cui si compone il secondo lotto dei lavori dell’Idrovia ferrarese, finanziato con 18,6 milioni di euro. Per il territorio di Tresigallo è previsto il risezionamento della curva di Final di Rero oltre alla realizzazione del nuovo ponte” richiama Calvano.

“Più in generale, penso che sia doveroso fare il punto sull’Idrovia” riprende Calvano, richiamando l’ambizioso progetto che corre per 70 km di tracciato nella nostra provincia, attraverso 8 comuni. Dalla Conca di Pontelagoscuro, attraverso Ferrara, la pianura interna e le Valli di Comacchio, fino a Porto Garibaldi e Lido degli Estensi, si prevedono lavori di arginatura, sostegno e rinforzo delle sponde, percorsi pedonali e ciclabili, posti barca, nuovi ponti, nuove darsene fluviali, punti di approdo e di varo dei natanti, aree verdi.

“Sono stati finanziati 145 milioni di euro per l’opera, considerata tra le priorità dalla Regione per le ricadute in termini economici, sociali e ambientali. Ho interrogato l’Assessorato per conoscerne lo stato di avanzamento dei lavori e i prossimi impegni progettuali ed economici a riguardo” conclude il consigliere dem.

Proiezione Speciale – Easy Rider, regia di Dennis Hopper al Cinema Boldini

Da: Ufficio Stampa Arci Ferrara

Al cinema Boldini lunedì 9 e lunedì 16 settembre ore 21.00
versione originale sottotitolata in italiano
Easy rider, regia di Dennis Hopper
(usa/1969, 95 minuti)
Restauro 4k – il cinema ritrovato al cinema
Ingresso 5 euro – vm 18 anni

Lunedì 9 settembre alle ore 21.00 primo appuntamento al Cinema Boldini con la nuova stagione del Cinema ritrovato al Cinema, grazie alla collaborazione e ai restauri della Cineteca di Bologna.
Ad illuminare lo schermo, Easy Rider, un film culto che ha attraversato generazioni e che compie 50 anni: 1969-2019, è passato mezzo secolo da quando le moto di Dennis Hopper – anche regista del film – Peter Fonda e Jack Nicholson attraversavano le strade d’America con il loro inno di libertà. Per festeggiare la ricorrenza, il film è stato restaurato da Sony Pictures Entertainment in collaborazione con Cineteca di Bologna presso i laboratori L’Immagine Ritrovata, Chace Audio e Deluxe Audio e Roundabout Entertainment. Easy rider verrà poi replicato lunedì 16 settembre sempre alle ore 21.00.
Entrambe le proiezioni saranno in versione originale sottotitolata in italiano.
Da ovest a est: Wyatt e Bill (Peter Fonda e Dennis Hopper, entrambi anche sceneggiatori del film), dopo aver trasportato un quantitativo ingente di droga dal Messico, attraversano gli States sui loro chopper nuovi fiammanti diretti al carnevale di New Orleans.
Quintessenza del road movie e psichedelica sintesi della (contro)cultura hippie, western su due ruote dove i fuorilegge sono gli unici eroi possibili, Easy Rider è un viaggio nella decadenza dell’American Dream verso nuovi sogni ribelli.
Indie fino al midollo, costò due lire e incassò milioni diventando il film-bandiera di un’intera generazione. Iconico e vibrante, ambizioso ed anarchico, coraggiosamente pieno di grandi innovazioni; un nuovo modo di produrre, raccontare, girare e montare, intendere la colonna sonora. Dopo questo film la vecchia Hollywood non sarebbe più stata la stessa.
Regia: Dennis Hopper. Soggetto e sceneggiatura: Peter Fonda, Dennis Hopper, Terry Southern. Fotografia: Laszlo Kovacs. Montaggio: Donn Cambern. Scenografia: Jerry Kay. Interpreti: Peter Fonda (Wyatt ‘Capitan America’), Dennis Hopper (Billy), Jack Nicholson (George Hanson), Antonio Mendoza (Jesus), Phil Spector (Connection), Mac Mashourian (guardia del corpo), Luana Anders (Lisa), Sabrina Scharf (Sarah), Luke Askew (hippy sull’autostrada), Warren Finnerty (proprietario del ranch). Produzione: Peter Fonda per Raybert Productions, Inc., The Pando Company, Inc
Per informazioni:
Sala Boldini, via Previati 18 – Ferrara
www.cinemaboldini.it – www.arciferrara.org
Tel. Cinema (sera) – 0532.247050
Arci Ferrara – 0532.241419

La flotta Tper continua a rinnovarsi: 200 nuovi autobus in due anni

Da: Ufficio Stampa Tper

Deliberato ieri l’acquisto di 7 MAN Lyon’s Intercity R60 da 12 metri mentre 17 nuovi Iveco Urbanway snodati da 18 metri stanno entrando in queste settimane in linea nel servizio metropolitano bolognese

Prosegue senza sosta il piano di continuo ammodernamento della flotta Tper: il Consiglio di amministrazione dell’azienda ha deliberato ieri l’acquisto di 7 nuovi bus MAN Lyon’s Intercity R60 da 12 metri Euro 6 il cui ingresso in servizio è previsto entro la fine dell’anno.

Da alcuni giorni intanto sono entrati in linea i primi Iveco Urbanway, parte di una fornitura di 17 complessivi, che sarà completamente operativa entro la metà del mese, destinata in modo prevalente al servizio suburbano bolognese.

Con i nuovi ingressi ed i nuovi acquisti sale a 197 il totale dei mezzi nuovi acquistati negli ultimi 18 mesi e entrati in servizio nel biennio 2018 e 2019.

I Man Lyon’s Intercity R60 sono autobus climatizzati dalle caratteristiche costruttive molto evolute, particolarmente silenziosi e comodi per l’utenza, sia per gli spazi interni che per le dotazioni.

Si tratta di autobus lunghi 12 metri , due porte, capaci di trasportare 53 passeggeri seduti, destinati al servizio interurbano, sia su Bologna che su Ferrara, quasi esclusivamente in area extraurbana.

I mezzi avranno consegna pressoché immediata in modo da essere operativi entro la fine dell’anno.

Gli Iveco Urbanway sono veicoli climatizzati di 18 metri , con configurazione a tre porte, possono trasportare 153 passeggeri, di cui 45 seduti, sono equipaggiati di pianale ribassato per facilitare l’accesso delle persone, di pedana d’accesso e posto per persone in carrozzina e di posto per passeggino, sono provvisti di display a LED anteriori, laterali e posteriori, e dotati di un motore Euro 6 con l’esclusiva tecnologia Hi-eSCR per l’abbattimento delle emissioni di ossidi di azoto.

Questo acquisto è stato effettuato all’interno della gara bandita a livello nazionale dalla Consip, la centrale acquisti ministeriale. L’investimento complessivo per i 17 mezzi ammonta a 6,3 milioni di Euro, per il 50% coperto in autofinanziamento da Tper e per il 50% con fondi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

I nuovi bus andranno a sostituire altrettanti mezzi diesel Euro 2, con un netto beneficio ambientale. Con questo inserimento, infatti – dopo l’eliminazione di Euro 0 ed Euro 1 – anche i mezzi Euro 2 del bacino bolognese continuano a ridursi in modo significativo.

I nuovi mezzi, quanto a Bologna, saranno destinati al servizio in una area prevalentemente metropolitana.

In particolare, le prime linee ad essere interessate direttamente da questi nuovi arrivi saranno le linee 671 (Bologna-Vignola), 94 (Bazzano-Bologna-Castel San Pietro Terme) e 101 (Bologna-Imola). Questi nuovi arrivi saranno comunque preziosi per completare l’ammodernamento complessivo del segmento a 18 metri e compiere così un salto significativo oltre che sul versante ambientale anche sul quello della silenziosità, dato il basso livello di rumorosità e le vibrazioni ridotte che garantiscono.

L’inserimento di questi veicoli, sia degli Iveco che dei Man, fa parte del progetto complessivo di rinnovo attraverso un’articolazione della flotta capace di rispondere ad un’ottica integrata di sistema: uno schema che colloca la modalità di trasporto più adeguata – per capacità di carico, autonomia e sostenibilità economica ed ambientale – per ogni rispettivo contesto del servizio nel rispetto dell’utilizzo di tecnologie affidabili e massimamente ecocompatibili. In funzione della destinazione e delle caratteristiche di utilizzo vengono scelte motorizzazione e caratteristiche tecniche.

Oltre agli effetti positivi sul fronte dell’ambiente, questi investimenti garantiscono un maggiore livello di confort per gli utilizzatori del trasporto pubblico metropolitano, con una attenzione particolare a linee frequentate da un numero significativo di pendolari.

Con questi nuovi mezzi e con gli impegni del piano investimenti già deciso e avviato, è sempre più vicino il raggiungimento, in termini di quota veicolare ecologica coerente agli obiettivi europei, dell’obiettivo previsto per le flotte pubbliche per il 2025, quindi con cinque anni di anticipo rispetto alle direttive sui veicoli puliti e a basso consumo energetico.

Non solo elettronica. Le discipline emergenti sulle dinamiche dei solidi al centro del convegno DyProSo 2019

Da: Comunicazione Istituzionale e Digitale Unife Ufficio Stampa

Dall’8 al 12 settembre approda per la prima volta a Ferrara l’International Symposium on Dynamical Properties of Solids (DyProSo 2019), conferenza internazionale a cadenza biennale giunta alla trentasettesima edizione. Al centro del meeting, lo studio delle proprietà dinamiche e funzionali dei solidi sia dal punto di vista della modellizzazione teorica che della ricerca sperimentale.
Spiega il Prof. Vincenzo Guidi, Direttore del Dipartimento di Fisica e Scienza della Terra di Unife, promotore dell’iniziativa assieme al Professor Federico Montoncello: “L’elettronica, basata sulla proprietà dinamica degli elettroni nei solidi, è stata senza dubbio il motore della rivoluzione scientifica e tecnologica che ha pervaso la nostra società negli ultimi decenni. Esistono tuttavia altre proprietà dinamiche nei solidi, alla base di discipline emergenti, quali la spintronica, la fotonica, la plasmonica e la magnonica, il cui studio rappresenta una nuova frontiera della scienza. Tali proprietà dinamiche potrebbero promuovere l’avvento di nuove tecnologie, dai dispositivi a bassissimo consumo di energia ai computer quantistici, e riverberarsi positivamente sullo sviluppo del tessuto socio-economico, similmente al progresso apportato dall’elettronica”.
Queste le tematiche al centro dell’evento promosso dal Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra unitamente all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), con l’appoggio dell’European Magnetism Association e della Società Italiana di Magnetismo. Alla cerimonia di apertura (domenica 8 settembre, ore 17 all’Imbarcadero del Castello estense) interverrà il Prof. Dr. Markus Münzenberg dell’Università di Greifswald (Germania), esperto e pioniere nella ricerca sul magnetismo ultraveloce per applicazioni di frontiera nel campo dell’elettronica e delle comunicazioni.  Il programma scientifico del Simposio, che vedrà il contributo di ricercatori provenienti da tutto il mondo, sarà sviluppato dal 9 al 12 settembre presso l’Aula Magna di Palazzo Bevilacqua Costabili.
 
Il Simposio DyProSo 2019, organizzato per la prima volta nel 1967, è stato un continuo punto di riferimento per la discussione scientifica e lo sviluppo tecnologico negli ultimi 50 anni e rappresenta un punto di sintesi tra scienziati di una comunità ben consolidata e multidisciplinare, che mira a creare un dialogo scientifico tra giovani ed esperti ricercatori. L’importanza delle tematiche discusse ben spiega la longevità di questa serie di conferenze che negli anni si è continuamente rinnovata, pur mantenendo la propria vivacità e attraendo giovani scienziati verso queste discipline.

La regione istituisce divieto temporaneo di pesca

Da: Ufficio Stampa Provincia di Ferrara

La Regione Emilia-Romagna ha istituito un divieto temporaneo di pesca dal 15 settembre 2019 al 31 gennaio 2020 nel Canale circondariale Bando-Valle Lepri a San Giovanni di Ostellato in concomitanza con l’apertura della stagione venatoria, per conseguenti ragioni di sicurezza.

Tutti i particolari sono contenuti nel comunicato pubblicato sul sito della Provincia di Ferrara all’indirizzo: http://www.provincia.fe.it/notizie/regione-divieto-temporaneo-di-pesca

Polizia provinciale sanziona cacciatore ad Argenta grazie all’impiego del drone

Da: Ufficio Stampa provincia di Ferrara

In territorio argentano è avvenuto un primo utilizzo del drone, il Mavic 2 Enterprise, in dotazione alla Polizia provinciale di Ferrara.
Una pattuglia degli uomini del comandante Castagnoli è stata impiegata nel Mezzano, per un controllo sull’attività di addestramento cani. Un’operazione che non può essere svolta perché il Mezzano è un centro pubblico di produzione della fauna, nel quale i cani non possono correre liberamente, poiché creano disturbo alla fauna stanziale, come lepri e fagiani.
Gli agenti hanno fatto alzare in volo il drone, che consente una visuale ampissima del territorio, riproducendo immagini e filmati nel monitor collegato al telecomando.
Gli stessi che hanno poi richiamato il drone e si sono portati sul luogo dell’illecito, per sanzionare il cacciatore che aveva liberato il cane.
Dopo un primo diniego, il trasgressore alla prova del drone ha dovuto arrendersi all’evidenza dei fatti, ammettendo la violazione.
“Grazie al contributo della Regione abbiamo un nuovo e moderno strumento – dice il comandante Claudio Castagnoli – per contrastare i comportamenti illeciti e tutelare le persone che si comportano in modo corretto”.

Numero telefonico della Polizia provinciale durante stagione venatoria

Da: Ufficio Stampa Provincia di Ferrara

Il numero telefonico 0532.299979 è messo a disposizione dalla Polizia provinciale dallo scorso 1 settembre, in coincidenza con l’inizio della stagione venatoria ed è attivo anche tutte le domeniche di settembre, ottobre e novembre, dalle 7 alle 13.
I cittadini che chiameranno la Polizia provinciale, potranno avere chiarimenti o riscontro a richieste d’intervento per la presenza di cacciatori, compatibilmente con le priorità delle numerose esigenze operative e la disponibilità di pattuglie e di personale a disposizione.

Tradizione ed innovazione al museo del modellismo storico di Voghiera: on line il nuovo sito, l’audioguida su app e la nuova guida cartacea 2019

Da: Comune di Voghiera(Fe)

Nell’ambito della propria iniziativa di rinnovamento e nell’ottica di offrire ai visitatori una sempre maggiore fruibilità e comprensione del percorso museale, Il Museo del Modellismo Storico ha attivato una serie di strumenti, già disposizione del pubblico, per rendere la visita al Museo un’esperienza originale e coinvolgente.

E’ già online il nuovo sito web bilingue del museo : http://www.museomodellismostorico.it
Il sito, completamente rinnovato è ora consultabile anche in lingua inglese.
Tramite il sito è possibile prenotare una visita al di fuori dei normali orari di apertura ed inoltre è possibile consultare il catalogo dei volumi presenti nella nostra biblioteca tematica
Il museo ha attivato, inoltre, una propria audio guida consultabile da dispositivi mobile (smartphone, tablet, …) scaricando semplicemente la app izi.Travel disponibile gratuitamente sia su google play che su apple store.
Una volta installata quest’applicazione basterà cercare Museo Modellismo Storico e si avrà accesso alla nostra audio guida.
E’ disponibile anche una versione speciale dell’audio guida pensata appositamente per i bambini.
Il museo ha dato alle stampe una nuova versione della propria guida cartacea: in questa rinnovata edizione, oltre ad un prima parte che introduce il visitatore a ciò che è attualmente esposto nel museo, è presente una seconda parte che approfondisce eventi storici e vite di personaggi legati ai modelli più particolari tra quelli in esposizione.

Isabella Masina, Vice Sindaco di Voghiera: “Che il Museo del Modellismo Storico rappresenti una perla preziosa nel patrimonio del Comune di Voghiera è ormai noto. Un’istituzione a livello internazionale in grado di attrarre visitatori da tutta Europa, non solo appassionati del settore ma anche curiosi e viaggiatori di ogni genere. Negli ultimi anni oltre all’apertura delle sale espositive del Museo, gli associati si sono fatti promotori di un ricco calendario di eventi ed iniziative, ultimo dei quali la XX° mostra concorso nazionale di modellismo lo scorso giugno.
Il ringraziamento è ancora più sentito perché si tratta di volontari provenienti da tutta la provincia: persone che da più di vent’anni hanno dato vita con passione sul nostro territorio ad una delle principali istituzioni del settore a livello europeo. Tra loro ricordiamo anche Castellari, scomparso improvvisamente proprio qualche mese fa”.

Il museo è visitabile gratuitamente giovedì sera, sabato pomeriggio e tutta la domenica.

Per info:
Museo del Modellismo Storico
Via S. Leo 9/A – 44019 Voghiera FE
Tel. +39 333 4374397 – info@museomodellismostorico.it
www.museomodellismostorico.it
Aperto: giovedì dalle 21.00 alle 23.00, sabato dalle 16.00 alle 19.00, domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.

Agricoltura: Coldiretti, arriva vespa samurai contro le cimici in Gu il decreto per lotta a insetto che ha provocato 250 mln danni all’agricoltura

Da: Coldiretti Emilia-Romagna

Per fermare l’invasione della cimice asiatica che ha causato la strage dei raccolti arriva il via libera alla diffusione della vespa samurai, nemica naturale dell’insetto che sta devastando meli, peri, kiwi, ma anche peschi, ciliegi, albicocchi e piante da vivai con danni stimati per ora in circa 250 milioni di euro alle produzioni ed un pesante impatto occupazionale. A renderlo noto è il presidente della Coldiretti Ettore Prandini, dal Solone del Biologico (Sana) di Bologna, nell’annunciare l’entrata in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del d.P.R. 5 luglio 2019 n. 102 che introduce le norme necessarie a prevedere i criteri per l’immissione sul territorio di specie e di popolazioni non autoctone, fortemente sollecitato dalla Coldiretti ai tavoli istituzionali per contrastare la diffusione dei gravi attacchi che insetti alieni come la cimice stanno provocando alle produzioni.

È un importante primo passo nella lotta a questo insetto che sta causando danni ingentissimi alle nostre produzioni – ha commentato Coldiretti Emilia Romagna – ma è importante che ora si vada avanti tempestivamente anche con i risarcimenti alle aziende che hanno subito gravissime perdite.

Il presidente della Coldiretti Ettore Prandini ha chiesto un incontro urgente al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa che, sentiti il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e il Ministero della salute, deve ora autorizzare l’immissione in natura su richiesta delle regioni.
 
La situazione è drammatica – denuncia Coldiretti – soprattutto al Nord. Nel solo Veneto i danni alle produzioni di mele, pere, pesche e kiwi hanno raggiunto la cifra di 100 milioni di euro, di cui quasi 80 nella sola provincia di Verona, ma situazioni drammatiche si registrano un po’ ovunque, dal Friuli Venezia Giulia, dove in alcune zone è andato perso addirittura il 100% del raccolto di pere e mele, al Piemonte, con la provincia di Alessandria tra le più colpite. Gravi problemi anche in Lombardia dove – sottolinea Coldiretti – la cimice ha attaccato le coltivazioni di soia e mais nel Bresciano e di frutta nella provincia di Mantova, ma anche in Emilia Romagna la situazione e gravissima con la Coldiretti che ha chiesto addirittura di incontrare i Prefetti. Sciami di cimici iniziano però ad essere segnalate anche nelle altre regioni italiane.
 
La “cimice marmorata asiatica” arriva dalla Cina ed è particolarmente pericolosa – sottolinea la Coldiretti – per l’agricoltura perché prolifica con il deposito delle uova almeno due volte all`anno con 300-400 esemplari alla volta che con le punture rovinano i frutti rendendoli inutilizzabili e compromettendo seriamente parte del raccolto. La diffusione improvvisa di questi insetti che non hanno nemici naturali nel nostro paese – spiega la Coldiretti – è favorita dalle alte temperature e dalla loro polifagia, potendosi spostare su numerosi vegetali, coltivati e spontanei. La lotta in campagna per ora può avvenire attraverso protezioni fisiche come le reti a difesa delle colture.
 
Sotto accusa è il sistema di controllo dell’Unione Europea con frontiere colabrodo – denuncia il Presidente della Coldiretti Ettore Prandini – che ha lasciato passare materiale vegetale infetto e parassiti vari. Una politica europea troppo permissiva che consente l’ingresso di prodotti agroalimentari e florovivaistici nell’Ue senza che siano applicate le cautele e le quarantene che – continua Prandini – devono invece superare i prodotti nazionali quando vengono esportati con estenuanti negoziati e dossier che durano anni e che affrontano un prodotto alla volta. Per effetto dei cambiamenti climatici e della globalizzazione si moltiplica l’arrivo di materiale vegetale infetto e parassiti vari che provocano stragi nelle coltivazioni e per questo serve un cambio di passo nelle misure di prevenzione e di intervento sia a livello comunitario che nazionale – conclude Prandini – anche con l’avvio di una apposita task force. Coldiretti Ferrara sollecita l’adozione di misure concrete e rapide per sostenere le imprese agricole in questa vera e propria emergenza per migliaia di aziende agricole.

  • 1
  • 2
L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi