Home > COMUNICATI STAMPA > De Nittis. L’impazienza del cinema

De Nittis. L’impazienza del cinema

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Fondazione Ferrara Arte.

Ultimo appuntamento del ciclo di incontri ‘Fermo immagine. L’universo visivo di De Nittis tra pittura, fotografia e cinema’ che accompagna la mostra De Nittis e la rivoluzione dello sguardo. Mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 17.30 presso la Sala Estense (Piazza Municipale, 14), l’appuntamento è con Dominique Païni, già direttore della Cinémathèque française di Parigi, che affronterà il tema del rapporto tra De Nittis e il mondo del cinema.

Dominique Païni è uno scrittore uno scrittore, critico e curatore di mostre internazionali. Dal 1991 al 2000 è stato direttore della prestigiosa Cinémathèque française di Parigi. Dal 2000 al 2005 è stato direttore dello sviluppo presso il Centre Pompidou, dove ha ideato mostre dedicate a scrittori come Roland Barthes (2002) e Samuel Beckett (2004) e dove è stato curatore di numerose esposizioni, quali Hitchcock et les arts, Jean Cocteau sur le fil du siècle e Voyage(s) en utopie, quest’ultima prodotta da Jean Luc Godard. Dal 2002 al 2014, inoltre, ha insegnato all’École du Louvre, dove ha tenuto la cattedra di Storia del cinema, con corsi incentrati sul rapporto del cinema con altre arti.

Nel 2013 è stato curatore della grande mostra Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti presso il Palazzo dei Diamanti di Ferrara e nel 2019, presso la stessa sede espositiva, ha curato la monografica di Henri Foucault Corpi splendidi nell’ambito della rassegna Offside.

La conferenza è in lingua francese, con traduzione consecutiva in italiano.

L’ingresso è gratuito.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi