Home > COMUNICATI STAMPA > Dedichiamo a Dario Fo la Notte Rossa 2016

Dedichiamo a Dario Fo la Notte Rossa 2016

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Arci Ferrara

Dario Fo nei circoli Arci permetteva ai figli di braccianti, contadini ed operai di conoscere il teatro e di far comprendere l’importanza della cultura nell’autodeterminazione dell’individuo. Erano ‘artisti comunitari’, intellettuali veri che riconoscevano nell’intera storia delle case del popolo e dei circoli culturali Arci e non solo, la spontanea mobilitazione di cittadini e la richiesta di riscatto sociale di tanta gente comune che, con il lavoro volontario si dotavano di luoghi di incontro aperti, in cui chiunque potesse, ieri come oggi, entrare e partecipare alle iniziative. In un’intervista ha dichiarato: ‘Decidemmo allora di andare fuori dai circuiti ufficiali, volevamo un altro pubblico. Era la fine degli anni Sessanta e c’era in giro una bell’aria di risveglio’. Il ’68 è l’addio ai teatri borghesi in favore delle sale Arci e le case del popolo. Fondammo il gruppo Nuova Scena, poi nel ’70 il Collettivo La Comune, con cui nel ’74 occupa la Palazzina Liberty a Milano che diventerà un centro della contro-informazione politica di quegli anni’. Nacque così un movimento d’avanguardia per l’educazione popolare e di resistenza alla censura, ancora presente, con l’obiettivo di avviare un vero processo di democratizzazione della cultura. Per l’Arci lo slogan di quegli anni era: Creare aggregazione ovunque esprimiamo opinioni, esprimere opinioni ovunque aggraghiamo. Oggi vogliamo dedicare le iniziative della Notte Rossa al lavoro ed allo spirito di questo grande intellettuale italiano, Premio Nobel e servitore del popolo.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi