Home > COMUNICATI STAMPA > Dehors: gli spazi pubblici si riorganizzano per consentire ai commercianti di allargarsi e garantire il distanziamento sociale  

Dehors: gli spazi pubblici si riorganizzano per consentire ai commercianti di allargarsi e garantire il distanziamento sociale  

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Organizzatori

Il Comune di Bondeno ha pubblicato la Delibera, che sancirà la possibilità per ristoranti e bar di allargare la loro attività su spazi pubblici, avendo a disposizione un azzeramento della Cosap per il periodo in cui tali spazi saranno occupati a scopo commerciale. Questi, in estrema sintesi, sono i contenuti della Delibera che il Comune ha varato in attesa di un prossimo passaggio in Consiglio comunale. Il provvedimento di estensione negli spazi pubblici delle attività non riguarda solo il commercio. Per le attività sportive e per consentirne lo svolgimento nel rispetto delle normative vigenti, garantendo il distanziamento sociale, si potranno utilizzate temporaneamente e gratuitamente, fino al perdurare dell’emergenza sanitaria, aree verdi come parchi e giardini di proprietà comunale, al fine di garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività motorie e sportive. Gli stessi spazi verdi potranno essere a disposizione in forma gratuita anche di Associazioni di promozione sociale e volontariato, nonché per attività Parrocchiali, così come per le forme di attività motoria consentite dai Decreti del Governo.

Le misure per attività Ristorative e di Somministrazione di bevande (i Bar) saranno in vigore, per il momento fino a fine ottobre, salvo proroghe e modifiche che si renderanno necessarie. «L’intenzione dell’Amministrazione è stata quella di prevedere misure idonee per le attività di Bondeno, tali da tutelare l’occupazione, permettendo ai locali della città e delle frazioni di estendere i loro spazi, garantendo il distanziamento sociale ed evitando che la riduzione del numero dei “coperti” avesse riflessi negativi sul lavoro”. – motiva la Delibera il Sindaco facente funzioni Simone Saletti – “Considerato che la volontà dell’amministrazione è quella di agevolare il più possibile le attività gravemente colpite dall’emergenza e quindi di disporre l’esenzione di chioschi e dehors per attività di somministrazione fino al 31 ottobre, salvo ulteriori proroghe che si renderanno necessarie”. Plaude alla scelta il Consigliere regionale della Lega, Fabio Bergamini, intervenuto nelle scorse settimane per sostenere iniziative in tal senso: “Credo che la scelta di ascoltare prima di tutto le esigenze delle attività commerciali e di prendere decisioni rapide e incisive” – aggiunge Bergamini – “sia quella più giusta e vorremmo che sia seguita anche da altri territori”.

Per le attività non previste espressamente dal provvedimento di Bondeno, ma che potrebbero avere necessità simili, l’Amministrazione si riserva di valutare caso per caso eventuali richieste di occupazione di suolo pubblico, ed esenzioni nel merito. In pratica, le attività commerciali potranno estendere la propria superficie su suolo pubblico, in esenzione della Cosap, ed in deroga rispetto a quanto prevede l’apposito “Regolamento comunale per il rilascio delle concessioni e per l’applicazione del canone” sull’occupazione degli spazi pubblici.

Per accelerare le pratiche, i permessi saranno concessi fino al 31 ottobre 2020, senza balzelli burocratici, per le attività che ne faranno richiesta, ma la Giunta si propone di sottoporre alla prossima seduta del Consiglio comunale un apposito regolamento organico per “la disciplina dell’installazione e della gestione dei dehors”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi