Home > COMUNICATI STAMPA > “Denominazione di origine inventata ”

“Denominazione di origine inventata ”

Da ufficio stampa EVENTI FERRARA

Venerdì 9 marzo alle 18.00

Presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino

Libreria Ibs+Libraccio di Ferrara

Alberto Grandi presenta il libro

“Denominazione di origine inventata ”

Dialoga con l’autore Il Direttore de “La Nuova Ferrara” Luca Traini

Il Parmigiano Reggiano più simile a quello creato tanti secoli fa dalla sapienza dei monaci emiliani? È il Parmesan prodotto nel Wisconsin, in USA.

E quella meraviglia dolce e succosa, coccolata dal sole e dall’aria della Sicilia, che si chiama pomodoro di Pachino? È un ibrido prodotto in laboratorio da una multinazionale israeliana delle sementi.

Per non dire del Marsala: fu inventato, commercializzato e prodotto su larga scala da un commerciante inglese che aggiunse alcool al vino al solo scopo di conservarlo meglio durante il trasporto verso la madrepatria.

E tutto quel gran sbattersi per definire il vino DOC, DOP o IPG in base a presunte e millenarie tradizioni dei vigneti? Un nobile intento che però finge di non sapere che nella seconda metà del 1800 un parassita distrusse tutte le vigne presenti sul territorio italiano ed europeo. Dovendo ripartire da zero, i nostri viticoltori usarono obbligatoriamente viti non autoctone e innesti vari.

Alberto Grandi, professore dell’Università di Parma, svela quanto marketing ci sia dietro lo strepitoso successo dell’industria gastronomica italiana.

I tantissimi prodotti tipici italiani, gran parte dei piatti e la stessa dieta mediterranea sono buonissimi, ma le leggende di storia e sapienza che li accompagnano sono invenzioni molto più recenti, scaturite dalla crisi industriale degli anni Settanta: è in quel momento che imprenditori e coltivatori italiani si alleano per inventare una presunta tradizione millenaria del nostro cibo e il conseguente storytelling per sostenerla.

Alberto Grandi (Mantova, 1967) è professore associato all’Università di Parma. Insegna Storia delle imprese, Storia dell’integrazione europea e ha insegnato Storia economica e Storia dell’alimentazione. È autore di circa una quarantina di saggi e monografie in Italia e all’estero.

ore 20:00

Presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino

Libreria Ibs+Libraccio di Ferrara

Gruppo di lettura “Due pagine prima di dormire”

Presentazione di Edizioni Leima

LOGO EDIZIONI LEIMA

Saranno presenti gli autori Maurizio Agnello, Antonella Capalbi, Fabio Ceraulo e I.M.D.

Il rinfresco è offerto da

Este Bar, Via Scienze 13/A Ferrara

Libro in lettura condivisa:

“Le assaggiatrici” di Rosella Postorino

Non è obbligatorio aver letto il libro per partecipare alla serata

Anima di polvere copertinaCopertina CapalbiCopertina Strateghi_DEFCopertinasoldatini ribelli copertina

La casa editrice affonda le proprie radici nella storica legatoria di famiglia, la LE.I.MA, nata nel 1990. Fondata nel 2013 e divenuta ufficialmente nel 2016 una realtà editoriale nazionale, Edizioni Leima aspira a diventare un nuovo punto di riferimento all’interno del panorama letterario.

Tutta la progettualità della casa editrice si basa sull’amore per la lettura, che ha spinto l’Editore a lanciarsi in una eccitante avventura culturale, prima ancora che aziendale. L’antica passione per la manifattura dell’«oggetto libro» è stata quindi trasferita all’intero processo di creazione, dalla selezione dei manoscritti all’editing del testo, dalla promozione alla distribuzione del volume, con attenzione particolare alle esigenze degli autori, dei librai e dei lettori, ovvero di tutte quelle categorie fondamentali per la sopravvivenza e la valorizzazione della cultura del leggere.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi