Home > COMUNICATI STAMPA > Discarica di Persiceto, parte un confronto tra Ministero, Regione e Commissione europea

Discarica di Persiceto, parte un confronto tra Ministero, Regione e Commissione europea

Shares

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna

La procedura in seguito a una sanzione per mancata bonifica del sito. L’assessore Gazzolo: “Siamo convinti delle nostre ragioni e per questo abbiamo proposto e ottenuto un dialogo con le istituzioni comunitarie”.

Bologna – Discarica di San Giovanni in Persiceto, al via un confronto tra il Ministero dell’Ambiente e la Regione Emilia-Romagna con la Commissione europea, in seguito alla sanzione per la mancata bonifica del sito.
“E’ evidente che le amministrazioni pubbliche chiamate a far fronte alla sanzione comunitaria, Stato Regione e Comune, sono tutte parti lese in questa vicenda”, afferma l’assessore regionale all’Ambiente Paola Gazzolo.
“Abbiamo messo in campo azioni assolutamente virtuose e solo grazie ai finanziamenti regionali il Comune è potuto intervenire mettendo in sicurezza il sito Razzaboni oggetto della procedura di infrazione, oltre alla riqualificazione più complessiva dell’area”, prosegue l’assessore.
“Siamo convinti delle nostre ragioni: per questo abbiamo proposto e ottenuto dal Ministero di attivare un dialogo con le istituzioni comunitarie. E’ un’opportunità importante che vogliamo sfruttare al meglio per reiterare l’istanza di stralcio dei pagamenti dell’infrazione, fermo restando il contenzioso sulla richiesta trasmessa dalla Ragioneria Generale dello Stato di saldare le quote già comminate, d’intesa con il Comune di San Giovanni in Persiceto. Si tratta di una questione di equità e responsabilità”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi