Home > COMUNICATI STAMPA > Domani al Cinema Apollo il nuovo film di Folco Quilici “Animali nella Grande Guerra”, sarà presente in sala il regista ferrarese

Domani al Cinema Apollo il nuovo film di Folco Quilici “Animali nella Grande Guerra”, sarà presente in sala il regista ferrarese

da: ufficio stampa Apollo Cinepark

Mercoledì 4 novembre alle ore 20.30 al Cinema Apollo sarà di scena il nuovo film di Folco Quilici “Animali nella Grande Guerra”, un evento che rientra nel programma del Centenario della Prima Guerra Mondiale (1915/18). Alla proiezione, il cui ingresso è ad invito ma – fanno sapere gli organizzatori – ha già registrato il tutto esaurito, sarà presente il regista ferrarese.
La manifestazione, per la quale il film sarà sul grande schermo per la prima volta in una sala emiliano-romagnola, è organizzata e promossa dai club Lions di Ferrara Diamanti, Ferrara Host, Ferrara Ercole I d’Este, Argenta Terre del Primaro, Ferrara Europa Poggiorenatico, Portomaggiore S. Giorgio, Cento, Comacchio Sette Lidi e Santa Maria Maddalena, con il patrocinio e la collaborazione dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara.
“Animali nella Grande Guerra”, il nuovo film del regista – scrittore Folco Quilici, racconta la prima guerra mondiale da un punto di vista finora mai trattato: protagonisti della storia non sono solo gli uomini, i soldati coinvolti nel drammatico scontro ma gli animali che li accompagnarono. Quilici racconta del “rapporto profondo, intimo” , un legame improntato alla mutua sopravvivenza in cui uomo e animale diventavano indispensabili l’uno all’altro.
Il film, prodotto da Mario Rossini per la Red Film (in associazione con Luce Cinecittà e con BNL-Gruppo BNP Paribas). La pellicola, tra storia e ricostruzioni filmate, vuol essere soprattutto un omaggio a tutti quegli animali che accanto ai soldati hanno condiviso gli orrori e l’eroismo della guerra, combattendo – a volte proprio come i soldati – in una inutile carneficina che costò oltre 10 milioni di caduti militari, e più di 7 milioni di vittime civili, ma anche 10 milioni di cavalli, muli, buoi e piccioni viaggiatori. Emerge con grande forza nella narrazione il rapporto fra uomini e animali, dentro e fuori la trincea, che viene ricostruito attraverso testimonianze e immagini che esaltano incredibili momenti di assoluta serenità e tenerezza, con lo sfondo di uno dei più tragici periodi della storia contemporanea.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi