Home > COMUNICATI STAMPA > Domenica 7 febbraio presentazione de “Il guardante e il guardato” di Angelo Andreotti

Domenica 7 febbraio presentazione de “Il guardante e il guardato” di Angelo Andreotti

Tempo di lettura: 3 minuti

da: organizzatori

Il Guardante e il Guardato di Angelo Andreotti
“Lui la vede, lei si lascia vedere, e il guardante e il guardato si uniscono, non si distinguono perché il punto è la visione, e nella visione non c’è soggetto e oggetto, c’è l’evento.”
7 FEBBRAIO 2015, ore 17.00
Ferrara, Galleria del Carbone, via del Carbone 18,a

INTERVERRANNO

Patrizia Garofalo, critica letteraria, autrice teatrale e scrittrice ha pubblicato: “Le bambole non si pettinano”, edito Corbo, “Terra di Nomadi “ edito Poesia Contemporanea, “ Mare d’anime “ edito Schifanoia “ Dare voce al silenzio” edito il Foglio Letterario. Si occupa oltre che di poesia, di critica letteraria. Nel 2010 “Il Dio dell’impossibile” edizioni Il Foglio. Dal Gennaio 2011 al 2013 per incarico di Gordiano Lupi ha diretto una collana di poesia e critica poetica dal titolo “Orizzonti”. Collabora da 8 anni con Tellusfolio di Enea Sansi. Il suo ultimo lavoro, scritto insieme alle poetesse Margherita Gadènz e Nina Naselli, è “Oasi criptate” del maggio 2012 edito da Il Foglio Letterario.

Angelo Andreotti autore

Ingresso libero

Durante la presentazione Anna Lisa Piva leggerà alcuni brani tratti dal libro

Il Guardante e il Guardato: Diciannove racconti per narrare il cammino dell’esistenza. Lo smarrimento e il ritrovamento del proprio spazio nel mondo vengono presentati nello scorrere del tempo. Bene e male, serenità e angoscia, in un viaggio alla riscoperta di sé. Una narrazione fluida che sembra raccogliere il momento fino a descriverlo nel suo profondo, e proprio in quell’attimo viene scattata un’istantanea. Un momento per raccontare l’emozione e nel flusso continuo rintracciare i pensieri dei protagonisti, colti nel pieno delle loro riflessioni. Una scrittura minuziosa e realistica nella quale sarà facile perdersi e ritrovarsi. Con l’introduzione di Flavio Ermini e la postfazione di Patrizia Garofalo.

Angelo Andreotti: Vive e lavora a Ferrara, dove attualmente dirige Musei d’Arte Antica e Storico- Scientifici. Da sempre, oltre che di museologia, si occupa di linguaggi artistici nell’ambito delle arti visive e della letteratura. Tra le sue pubblicazioni più recenti si segnalano, per la poesia Parole come dita (Mobydick, 2011 – premio Caput Gauri 2013) e Dell’ombra la luce (L’Arcolaio, 2014, con postfazione di Duccio Demetrio – premio speciale della giuria San Domenichino 2015; segnalazione al premio Lorenzo Montano 2015); per la saggistica Il silenzio non è detto. Frammenti da una poetica (Mimesis 2014). È in corso di pubblicazione per Manni Editori la raccolta poetica A tempo e luogo.

Galleria del Carbone si trova nel cuore della Ferrara medioevale, ad un passo dalla Cattedrale, dal Castello e dal Palazzo Paradiso, antica sede dell’Università. Dal 2000 propone esposizioni ed eventi corrispondenti a tre filoni: il fare arte, in performance artistiche pubbliche, il riconoscere le figure artistiche soprattutto ferraresi di oggi e del recente passato, il seguire l’evolversi e il diversificarsi delle arti operata dai giovani in formazione nelle Accademie. La Galleria “del Carbone” collabora con organizzazioni artistiche associative internazionali, per sperimentare, in momenti di attività comuni, un reale scambio di conoscenza del fare arte in modalità e luoghi diversi e lontani. Contatti: galleriadelcarbone@gmail.com

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi