Home > COMUNICATI STAMPA > Domenica e lunedì è la Festa dell’Europa: biciclettate e giochi, ma anche occasioni per conoscere da vicino i progetti finanziati dalla Ue

Domenica e lunedì è la Festa dell’Europa: biciclettate e giochi, ma anche occasioni per conoscere da vicino i progetti finanziati dalla Ue

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia Romagna

Tra gli appuntamenti una caccia al tesoro e tandem linguistici per festeggiare l’Unione europea. In mostra le opportunità che l’Europa – attraverso la Regione Emilia-Romagna – offre a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni con i fondi strutturali europei. Quasi 2.5 miliardi di euro per l’Emilia-Romagna.

Bologna – Tre appuntamenti per raccontare le opportunità che l’Europa – attraverso la Regione Emilia-Romagna – offre a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni. I Fondi strutturali europei, lo strumento finanziario che sostiene queste opportunità, sono dotati di risorse europee pari a 1 miliardo e 147 milioni, cui si aggiungono risorse statali e regionali, per un totale complessivo di 2 miliardi 458 milioni di euro a disposizione dell’Emilia-Romagna.
Domenica 8 e lunedì 9 maggio la Regione Emilia-Romagna partecipa a Bologna alle iniziative promosse nell’ambito della Festa dell’Europa, ricorrenza che celebra la Dichiarazione Schumann del 9 maggio 1950, considerata l’atto di nascita dell’Unione europea.
Si comincia domenica 8 maggio, alle ore 14, con il ritrovo al Parco della Montagnola per il Bike Pride Bologna & Bimbimbici, la pedalata urbana di 10 chilometri, per un’Europa sostenibile. Tema di quest’edizione della festa dei ciclisti urbani è “L’onda verde per la festa dell’Europa”. Quest’anno, per la prima volta, Bike Pride partecipa alle celebrazioni bolognesi per la Festa dell’Europa. La partenza è fissata per le ore 15, mentre l’arrivo è previsto per le ore 17.
Nel pomeriggio si potrà partecipare alla caccia al tesoro #EuInMyRegion e visitare lo stand, dove sarà possibile ricevere informazioni e materiali sui fondi strutturali europei Fesr – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, Fse – Fondo Sociale Europeo, Feasr – Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale.
La caccia al tesoro è una delle iniziative di Europe in My Region, la nuova campagna per incoraggiare i cittadini a scoprire e imparare di più sui progetti finanziati dall’Ue in tutta Europa. Organizzata dalla direzione generale della Commissione per la politica regionale, con il sostegno delle rappresentanze della Commissione e le autorità di gestione, Europe in My Region si svolge fino all’11 giugno nei 23 paesi dell’Unione europea con oltre 1200 eventi.
Lunedì 9 maggio, invece, l’appuntamento è dalle ore 17 alle 19 in Sala Tassinari a Palazzo d’Accursio (piazza Maggiore, 6) con l’Aperitandem, un’occasione di incontro per chiacchierare in lingua straniera e conoscere persone e culture nuove. Nel corso del pomeriggio sarà possibile partecipare alla caccia al tesoro #EuInMyRegion. A seguire, aperitivo con i partecipanti.
La Festa dell’Europa 2016  si svolge nell’ambito della nuova edizione di Conversazioni d’Europa, la rassegna promossa da Europe Direct Emilia-Romagna, dallo Sportello Europe Direct del Comune di Bologna e dalla Regione Emilia-Romagna per promuovere la cultura e i valori europei.

Cosa sono i Fondi strutturali europei
Sono gli strumenti di intervento che danno concretamente attuazione alla strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, per investire sulle persone, favorire l’innovazione, la diversificazione e la capacità imprenditoriale del sistema produttivo, mantenere un elevato grado di qualità dell’ambiente, del patrimonio culturale e dell’infrastrutturazione del territorio, la coesione territoriale e sociale e la qualità dei servizi collettivi. Si tratta dei programmi operativi Fondo Sociale Europeo (FSE) e Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), ed il Programma di Sviluppo Rurale (PSR), che consentono a livello territoriale un’articolazione differenziata degli interventi modulata in base alle peculiarità delle diverse aree della regione e integrate con gli strumenti di attuazione a carattere settoriale.
In Emilia-Romagna tra il 2014 e il 2020 il Psr potrà contare su 1 miliardo e 190 milioni di euro, il Fesr baserà la sua programmazione su circa 482 milioni di euro, mentre il Fse ha a disposizione 786 milioni di euro. 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi