Home > COMUNICATI STAMPA > Emergenza COVID-19 in comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Emergenza COVID-19 in comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Tempo di lettura: 4 minuti

 

Comunicato Stampa Prefettura di Ferrara.

Il focus di aggiornamento su situazione sanitaria, piano vaccinale e trasporti scolastici dopo la ripresa della didattica in presenza anche per le scuole superiori.

 Si è svolta in videoconferenza nella mattinata odierna, presieduta dal Prefetto Michele Campanaro, una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, nel corso della quale è stato fatto il focus settimanale sulle ricadute dell’emergenza epidemiologica sul sistema sanitario e ospedaliero della provincia e sull’andamento del piano vaccinale. All’esame del Comitato anche il monitoraggio sul “Documento Operativo scuola/trasporti” alla ripresa delle lezioni in presenza al 50% per le classi degli Istituti secondari di secondo grado.

Presenti all’incontro il Presidente della Provincia di Ferrara Nicola Minarelli, l’Assessore del Comune di Ferrara Dorota Kusiak, il Sindaco di Cento Fabrizio Toselli, il Sindaco di Comacchio Pierluigi Negri, il Vice Sindaco di CodigoroMarcello Barbè, il Questore Cesare Capocasa, il Comandante provinciale dei Carabinieri Gabriele Stifanelli, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Cosimo D’Elia, la Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Veronica Tomaselli, il Direttore Sanitario dell’Azienda USL di Ferrara Emanuele Ciotti, il Commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliero Universitaria S. Anna Paola Bardasi, il Direttore generale dell’Agenzia per la Mobilità – AMI Michele Balboni e il responsabile della gestione TPER per la provincia di Ferrara Mauro Robustini.

Nel corso della seduta di Comitato è stato tracciato il consueto quadro settimanale del trend epidemiologico a livello provinciale, con una curva del contagio che registra una lieve flessione, evidenziata anche dall’indice settimanale di RT, al di sotto del valore soglia di 1 (0,81). Alla data odierna, sono 3.023 i positivi in provincia di Ferrara, di cui 2.747 in isolamento domiciliare e 276 ricoverati (di questi, 36 in terapia intensiva). Si mantiene ancora critica, da “scenario 4”, la pressione sulla rete ospedaliera dell’intera provincia, dove però si inizia a registrare una tendenza alla diminuzione del numero complessivo dei ricoveri, che scende all’80% della capienza complessiva. Una tendenza alla contrazione del numero dei pazienti ospedalizzati evidenziata anche dal numero di persone affette da Covid e ricoverate dopo l’accesso al pronto soccorso: nell’ultima settimana al PS dell’Ospedale di Cona si sono registrate 56 nuove entrate, rispetto alle 100 del periodo dal 24 al 30 marzo e alle 81 dal 31 marzo al 6 aprile.

La campagna provinciale di vaccinazione ha superato le 109.000 inoculazioni, con il 70% circa di seconde dosi. Le preannunciate ulteriori forniture dei sieri in arrivo nei prossimi giorni e le nuove, più dilazionate nel tempo, scadenze relative alla somministrazione della seconda dose recentemente approvate dagli Enti regolatori, consentiranno di mantenere inalterato il cronoprogramma vaccinale stabilito dalle autorità regionali, ove Ferrara si conferma tra le province più virtuose, con una media di 2000 vaccinazioni e punte superiori alle 2300.

Con il passaggio in zona arancione lo scorso12 aprile, è ripresa la didattica in presenza nelle Scuole secondarie di secondo grado, in misura del 50%, per un totale di 7.474 studenti. “Dal monitoraggio sulle misure di raccordo Scuola/Trasporti, inserite nel ‘Documento Operativo’ sottoscritto in Prefettura – ha dichiarato il Prefetto Campanaro – è emerso che i servizi ordinari e aggiuntivi, assicurati da Tper, negli orari di interesse degli studenti, garantiscono un regolare utilizzo dei mezzi pubblici, entro la soglia di capienza prescritta dai protocolli di sicurezza. Nessun assembramento a terra e a bordo e, in generale, registriamo condotte corrette degli studenti”.

Il Prefetto si è infine soffermato sul monitoraggio delle misure di contenimento del contagio, rimarcando il dato ancora elevato delle sanzioni amministrative applicate dalle Forze di Polizia, sul totale dei controlli effettuati (179 le violazioni contestate nei primi quindici giorni del mese, su 5.530 persone controllate, per una percentuale del 3,24 %).“Bene le indicazioni dei vertici dell’Azienda Sanitaria Locale e di quella Ospedaliera, che parlano di una sensibile flessione del numero dei contagi in provincia. Ma nessun abbassamento della guardia e sempre attenzione massima sui controlli anti assembramento, nel centro cittadino come negli spazi verdi, in questa fase delicata di accelerazione del piano vaccinale, verso una graduale ripresa delle attività”, ha sottolineato in conclusione il Rappresentante del Governo, nel commentare i dati sui dispositivi di controllo messi in campo dalle Forze di Polizia.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi