Home > IL QUOTIDIANO > Eolico malvagio

L’essenza di uno sguardo perso verso l’infinito dovrebbe essere protetta dalla legge. Quando questa viene interrotta dalla tecnologia, ciò dev’essere un sacrificio accettabile e giustificato. Ma quando diventa delirio, deturpamento, cinico disprezzo verso la natura, in tal caso dev’essere motivo di sdegno, di lotta e di protesta.
Quest’immagine, ad esempio, potrebbe intitolarsi ‘Natura morta’, il nome dell’autore invece è senz’altro Follia Umana!

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Tra i binari
Giocare con la cultura: “Mamma, papà: portatemi al museo”
PER CERTI VERSI
Il barbagianni
Monocolture

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi