Home > COMUNICATI STAMPA > Estate bambini: il sindaco risponde alla lettera dei genitori

Estate bambini: il sindaco risponde alla lettera dei genitori

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Ufficio Stampa Comune di Ferrara

“Innanzitutto ci tengo a ringraziare i genitori che mi hanno scritto perché la loro lettera mi permette di dialogare in modo, diretto e franco, cosa che, come tutti sapete, è tra gli obiettivi più importanti che mi sono prefissato come sindaco. Purtroppo, come è capitato più volte durante questi mesi difficili, anche per Estate Bambini, come giunta ci siamo trovati a dover scegliere tra due principi opposti: la prudenza e il desiderio, forte, di tornare alla normalità. Le nostre certezze in ambito sanitario, ogni giorno, vengono messe in discussione da dati e situazioni che mutano costantemente e nonostante la situazione, a livello locale e nazionale, sia fortunatamente positiva, le notizie delle ultime settimane, ci hanno tolto anche quelle poche convinzioni che credevamo di aver acquisito, relative al virus e alle fasce di età maggiormente esposte. A questo si aggiungono le norme stringenti, imposte dal governo per la riapertura delle scuole e dei servizi per l’infanzia e che vanno rispettate per a preservare la tranquillità e la sicurezza delle famiglie. A lungo abbiamo valutato i pro e i contro e poi abbiamo deciso di far prevalere la prudenza e di rinviare la manifestazione. Ovviamente, in questa valutazione, gli aspetti economici non hanno avuto alcun peso: avevamo già assegnato l’incarico e previsto ampiamente le spese. Piuttosto sono stati i numeri dei partecipanti degli anni passati a farci riflettere: sarebbe stato davvero giusto ridurre negli spazi, nei tempi e, inevitabilmente, nella spontaneità, un momento di socialità capace di mettere insieme 8000 bambini festanti? E se è vero che non realizzare un’iniziativa è una rinuncia, realizzarla in modo parziale e limitato non sarebbe peggio? Una cosa possiamo garantire: con lo spirito che ci ha accompagnato fino ad oggi, positivo e propositivo, ci impegniamo fin da ora a riorganizzare il festival, nel più breve tempo possibile e nel modo più gioioso e partecipato in un momento in cui, lo speriamo davvero tutti, l’incubo del coronavirus si sarà allontanato e potremo pensare insieme a come recuperare il divertimento perduto. Nel frattempo, già nei prossimi giorni, sarò lieto di incontrare una delegazione dei genitori che hanno scritto per confrontarci sulla questione e, magari, ipotizzare insieme nuove forme di collaborazione per rendere ancora più bella l’edizione di Estate Bambini 2021”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi