Home > PARTITI & DINTORNI > Fabbri (LN): “Azzerati Carife, anche la beffa del fondo interbancario. Discriminazione vergognosa”

Fabbri (LN): “Azzerati Carife, anche la beffa del fondo interbancario. Discriminazione vergognosa”

Tempo di lettura: 2 minuti

Da Lega Nord Emilia Romagna

“Verso i risparmiatori traditi dal crac Carife è in atto un accanimento, che si manifesta anche con un’autentica beffa come questa…”. Alan Fabbri, capogruppo della Lega Nord in Regione, commenta la notizia del nuovo intervento da parte del Fondo interbancario di tutela dei depositi a favore delle casse di risparmio di Cesena, Rimini e San Miniato. “Il Fondo apre ancora il salvadanaio e ricapitalizza questi tre istituti – dichiara il consigliere – , per ottimizzare la cessione a un’altra banca, tra l’altro controllata da un gruppo straniero. Al di là di questa ultima operazione,  è allucinante come si tratti dello stesso Fondo che poteva intervenire in Carife per evitare la disintegrazione dei risparmi dei ferraresi. Invece sappiamo come è andata: l’Unione Europea negò l’intervento parlando di aiuti di Stato e il Governo non fece nulla per opporsi a questo divieto. A rimetterci è stato chi credeva che i propri soldi fossero al sicuro”.
Fabbri ribadisce la propria posizione in prima linea al fianco degli azzerati Carife, “beffati ancora una volta. Noi continuiamo con la nostra battaglia, che ha già portato a risultati concreti come il risarcimento dell’ottanta per cento in favore degli obbligazionisti. Ma il Governo e la Regione si attivino subito per superare questa vergognosa disparità di trattamento. Gli azzerati Carife non meritano altre beffe”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi